Twilight

3.4047350620045 (887)
Inviato da murphy 20/03/2009 @ 14:14

Tags : twilight, libri, letteratura, cultura

ultime notizie
Primo poster di Twilight 2: New Moon - Bad Taste
E' uscito nella notte il primo poster di New Moon, il sequel di Twilight, che ritrae Robert Pattinson, Kristen Stewart e Taylor Lautner. Potete vederlo su BadPoster cliccando qui sotto. Scritto da Melissa Rosenberg e diretto da Chris Weitz,...
SETE DI SUCCESSO Robert Pattinson lanciatissimo, da 'Twilight' a ... - MTV.IT
Un successo travolgente quello dello scapigliato attore, che ha da poco spento le sue prime 23 candeline proprio sul set di "New Moon", l'attesissimo sequel di "Twilight". Lui, che con il resto del cast impegnato nelle riprese, è appena volato dal...
Sul set del secondo Twilight: vampiri, passioni (e licantropi) - Corriere della Sera
Si gira New Moon, secondo round della saga Twilight, un fenomeno cine-letterario mondiale, che grazie al fascino dark del vampiro innamorato Edward Cullen (l'allampanato inglese Robert Pattinson) ha costretto a tutte le latitudini i genitori ad...
Modello Twilight - Bad Taste
In un'epoca in cui molti lamentano cali di vendite in home video dovuti alla pirateria, l'esempio italiano di Twilight e della Eagle Pictures fa capire come lavorare sui fan convenga a tutti... Come vi abbiamo sempre detto, la rubrica 'filmsharing' non...
TWILIGHT (Edition - 2dvd) - RADIO DEEJAY
Trasferitasi nella cittadina di Forks insieme al padre, Bella Swan si innamora di un suo affascinante e misterioso compagno di classe, Edward. La passione tra i due prende il sopravento e quando Bella scopre la verità é ormai troppo tardi....
CINEMA: A TWILIGHT 'CULT MOVIE AWARD' DELL'ISCHIA FILM FEST - Libero-News.it
(Adnkronos) - E' ''Twilight'' il 'cult movie' dell'anno: il riconoscimento al film fenomeno che ha sbancato i botteghini e conquistato i giovani spettatori di tutto il mondo sara' consegnato alla regista americana Catherine Hardwicke al 7° Ischia...
Ischia Global Fest 2009, premio a Twilight - NanoPress
Twilight sarà premiato come Cult movie dell'anno all'Ischia Global Fest: il premio sarà consegnato alla regista Catherine Hardwicke. Il film campione di incassi Twilight sarà premiato all'Ischia Global Fest che consegnerà alla regista Catherine...
“Twilight” domina le candidature per gli MTV Movie Awards - Ecodelcinema
Al momento domina la classifica “Twilight” di Catherine Hardwicke che ha ottenuto ben sette nomination rispettivamente nelle categorie Best Movie, best female performance per la protagonista Kristen Stewart, doppia candidatura per la breakthrough male...
Gli economisti e la crisi "Siamo in zona Twilight" - La Repubblica
Il mondo, a loro giudizio, è entrato in zona "twilight", proprio come il titolo del famoso bestseller: un periodo torbido di segnali contraddittori che generalmente precede l'alba, ossia la ripresa economica. Insomma, è il periodo in cui si va verso la...
Twilight New Moon, nuove locandine - La Tela Nera
Oggi segnaliamo che il nostro sito partner CinemaHorror.it ha pubblicato on line tre locandine di Twilight 2 - New Moon (The Twilight Saga: New Moon), il film diretto da Chris Weitz: sono tre poster dedicati ai tre principali personaggi del film,...

Twilight (film 2008)

Twilight - Trailer.png

Twilight è un film diretto da Catherine Hardwicke e sceneggiato da Melissa Rosenberg, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo del 2005 di Stephenie Meyer. Il film è interpretato da Kristen Stewart nel ruolo di un'adolescente che si innamora di un vampiro interpretato da Robert Pattinson. Il progetto è rimasto in sospeso per tre anni prima che la Summit Entertainment se ne assicurasse i diritti e lo mettesse in produzione. Il libro è stato adattato per lo schermo da Melissa Rosenberg nell'autunno del 2007 e terminato poco prima dell'inizio dello sciopero degli sceneggiatori del 2007/2008. Il film è stato principalmente girato nell'Oregon e nello Stato di Washington tra l'inverno del 2007 e la primavera del 2008.

La pellicola è uscita in Italia il 21 novembre 2008, in contemporanea con gli Stati Uniti. Un'anteprima italiana del film (circa 15 minuti della pellicola) è stata proiettata il 30 ottobre 2008 durante il Festival Internazionale del Film di Roma 2008. Twilight ha ottenuto il quattordicesimo posto nei maggiori incassi nel primo giorno di proiezione. Il film ha ottenuto un incasso internazionale di oltre 372 milioni di dollari, pari a circa 180 milioni di euro.

Bella Swan si trasferisce nella piccola e piovosa cittadina di Forks, nello stato di Washington, per vivere assieme al padre e per lasciare che la madre segua il suo nuovo compagno, un giocatore di baseball di serie B. Tutto immagina tranne che la sua vita stia per prendere una svolta inaspettata e mortalmente pericolosa.

A scuola tutti sono contenti dell'arrivo dalla nuova studentessa e molti ragazzi cominciano a farle la corte. Nel frattempo stringe amicizia con due coetanee, Jessica Stanley e Angela Weber. Durante il primo giorno di scuola, Bella rimane incuriosita da un gruppo di fratelli e sorelle, i Cullen, che siedono sempre in disparte e che attirano l'attenzione di tutti, essendo di aspetto bellissimo. Bella è attratta soprattutto dal più giovane e il più affascinante dei fratelli, Edward Cullen.

Qualcosa in Bella, costringe inizialmente Edward a starle lontano e in seguito ad avvicinarla. Inizia così, tra i due, una sospettosa amicizia che ben presto si trasforma in un'attrazione travolgente e irresistibile. Fino a quando Bella non scopre che Edward è un vampiro. Dopo questa rivelazione, Edward coinvolge Bella nella sua vita e la porta anche a conoscere i suoi familiari, rassicurando la ragazza sul fatto che i Cullen non si nutrono di prede umane ma di animali, definendosi vegetariani.

Nonostante gli ostacoli e la diversità della loro natura i due giovani si innamorano, ma la vita di Bella è in grave pericolo quando in città arrivano tre vampiri nomadi: Laurent, James e Victoria che hanno mantenuto la natura di cacciatori di esseri umani. In particolare James, rimane ossessionato da Bella tanto da pretendere di ucciderla a tutti i costi, scatenando la reazione dell'intera famiglia Cullen e soprattutto di Edward, che vede nella ragazza umana, la sua anima gemella.

Nel 2004, viene segnalato da un agente letterario di New York il manoscritto di Twilight a Greg Mooradian. A sua volta, il produttore fa notare la potenzialità della storia al presidente di produzione della Paramount MTV Films, Karen Rosenfeld, che decide di ingaggiare uno sceneggiatore per cominciare la prima stesura del film. Nell'aprile del 2004, la Rosenfeld perde il ruolo di presidente di produzione alla Paramount e il progetto di Twilight viene accantonato, fino all'arrivo di una nuova amministrazione. Intanto, il libro diventa un best-seller in tutto il mondo, cominciando a suscitare la curiosità del pubblico e dei vari produttori indipendenti. Una delle prime case di produzione a notare questo fenomeno è la Summit Entertainment, specializzata in finanziamenti a produzioni minori. Il presidente della Summit, Erik Feig, stava cercando un progetto da mandare avanti e, ad un incontro con Karen Rosenfeld, gli viene segnalato appunto che alla Paramount MTV Films stavano scandendo i termini per i diritti di Twilight. Feig, sotto consiglio della Rosenfeld, si assicurò i diritti per la pellicola nel febbraio del 2006.

Nel 2007, Catherine Hardwicke si trovava nel ruolo di giurata al Sundance Film Festival quando incontrò alcuni dirigenti della Summit, tra i quali Patrick Wachsberger ed Eric Feig, con i quali aveva già collaborato come designer di produzione per Vanilla Sky (2001), distribuito appunto dalla Summit Entertainment. Feig si dichiarò fan della regista, grazie alla pellicola di debutto della Harwicke, Thirteen (2003) e le propose di pensare al fatto di dirigere lei stessa il film. La regista diede una occhiata alla prima stesura della sceneggiatura da parte della MTV Paramount e, dato che vi erano troppe incongruenze rispetto al romanzo originale, decise di assumersi l'incarico della regia e di assicurarsi una nuova sceneggiatura che rispecchiasse se non tutto, almeno buona parte del manoscritto originale.

La prima stesura della sceneggiatura, a cura della MTV Paramount, prevedeva che il personaggio di Bella fosse un'atleta e non la ragazza goffa e impacciata del libro. La Hardwicke, chiese alla Summit di poter agire su una nuova sceneggiatura, per rendere il personaggio di Bella Swan più fedele a quella del libro. La nuova sceneggiatura venne affidata a Melissa Rosenberg, con la supervisione della stessa scrittrice Stephenie Meyer, che ne approvò il progetto.

La storia di Twilight è ambientata nella penisola olimpica di Washington e precisamente nella cittadina di Forks. Il supervisore delle location, James Lin, fece un sopralluogo a Forks due mesi prima dell'inizio delle riprese ma nella zona c'erano stati diversi disboscamenti a causa delle industrie del legname presenti. Si decise di trovare un'alternativa per rendere fedelmente le ambientazioni del libro. Il problema maggiore era anche quello di non avere a Forks, le infrastrutture adatte per una produzione a basso budget. Il nuovo sopralluogo avvenne nella zona di Portland in Oregon, sempre nella zona nord-ovest del Pacifico. Ma a Portland si verificò l'inverno più freddo e piovoso degli ultimi anni. Alla fine, venne selezionata come location degli esterni la cittadina di Vernonia, sempre nello stato dell'Oregon. Per le scene del liceo, vennero usate delle vecchie strutture in mattoni della Kalama High Scool di Portland e il preside del vero liceo di Forks, fornì alla troupe l'utilizzo dei loghi e degli striscioni della propria scuola, per poter essere utilizzate nella pellicola. L'aula di biologia nella quale si incontrano per la prima volta Bella ed Edward, è stata allestita in un'aula di giornalismo della Madison High Scool di Portland, per l'ampiezza della struttura. Nel realizzarne gli interni, venne chiesto l'aiuto del capo del Dipartimento di Biologia dell'Università dell'Oregon, dal responsabile della scenografia Gene Sardena. La collaborazione dei due uomini riuscì a dare all'aula di biologia un aspetto non troppo all'avanguardia, dato che il liceo di Forks non poteva essere rappresentato con strumentazioni troppo moderne o sofisticate. Si optò per qualche barattolo pieno di creature in formaldeide, un gufo impagliato ed altri oggetti. Per rendere lo sfondo romantico, dato che è proprio in quel luogo che scaturisce la storia tra i due protagonisti, si decise anche di sparpagliare per la classe alcune piante da fiore, per ammorbidirne l'aspetto tecnico.

Per la casa della famiglia Swan, si scelse un edificio a St. Helens, sempre nello stato dell'Oregon. La scelta dell'edificio doveva rispecchiare il fatto che Charlie fosse single, ma che comunque avesse abitato in una casa con una famiglia e quindi non dovesse rispecchiare il classico appartamento da scapolo. La stanza da letto di Bella è stata realizzata in tre location differenti, ognuna delle quali supervisionata personalmente dalla regista. Per dare l'idea che in quella casa, fosse vissuta precedentemente anche la madre di Bella, vennero aggiunte alla parete, delle immagini di piccoli lavoretti artigianali.

La descrizione della casa dei Cullen nel romanzo, è quella di un edificio isolato esposto a sud con grandi vetrate, una grande scala e arredamento bianco. L'edificio che la regista si augurava di trovare avrebbe dovuto rappresentare lo status di una ricca famiglia di vampiri. Si decise di scegliere l'abitazione di un dirigente della Nike residente a Portland. La regista vide foto dell'edificio su una rivista del settore e la scelse proprio per la struttura moderna e sofisticata. La casa aveva il terzo piano completamente circondato da porte finestre apribili, senza l'ausilio del balcone. La Hardwicke vide in quella scelta architettonica del terzo piano, la stanza "da letto" ideale per il personaggio di Edward Cullen. Gli interni vennero smantellati dal loro mobilio moderno e ri-adattati in modo da rispecchiare la vasta storia che i Cullen avevano vissuto, sparpagliando per le stanze oggetti come radio antiche e vecchie fotografie, che i vampiri avrebbero potuto collezionare nel tempo. L'altra peculiarità della famiglia Cullen che traspare dal romanzo è il loro amore per le automobili. La struttura della casa aveva un garage che ospitava solamente due auto e quindi, per la scena della fuga, venne scelto il garage interno, con capienza di quattro autovetture, di un'altra abitazione situata fuori città. Per la stanza di Edward, si pensò di utilizzare come scenografia degli oggetti che rispecchiassero l'anima tormentata e introspettiva del vampiro e si decise di arredarla con pile di giornali e testi di filosofia, in modo da dare un senso alle lunghe notti insonni passate da Edward, dato che il vampiro non ha la facoltà di dormire.

Le immagini della spiaggia di La Push, vennero realizzate sulla costa dell'Oregon, in un territorio altamente impervio da raggiungere con i mezzi di produzione. Infatti, le riprese vennero effettuate con l'ausilio di handy-cam e l'intero cast dovette affrontare la discesa difficoltosa alla spiaggia attraverso massi resi scivolosi dall'umidità e dalla pioggia, dato che il servizio del parco locale non autorizzava l'ingresso nel luogo agli automezzi e ai veicoli della produzione.

Per la scena della radura, in cui Edward si rivela alla luce del sole, venne trovata una piccola insenatura a Mount Hood, una zona vulcanica a nord dell'Oregon. Fu il responsabile Don Baldwin a proporre il luogo, avendolo già utilizzato per alcune riprese di Into the Wild - Nelle terre selvagge. La scelta rispecchiava nel dettaglio la spiritualità di quella descritta nel libro ma poco prima delle riprese, ci furono una serie di nevicate che resero la zona impraticabile. Si decise, dato il limite di tempo a disposizione, di utilizzare una zona di bosco fuori Portland, molto adatta alla scena dato che era circondata da rocce e vegetazione adatta allo scopo.

L'intera produzione dovette fare i conti con il clima piovoso e umido della penisola olimpica, imbattendosi oltretutto in uno dei peggiori inverni degli ultimi anni. Lo staff dei truccatori si è scontrato con la difficoltà a mantenere acconciati e truccati gli attori, dato che la pioggia continuava a cadere ininterrotamente per interi giorni. I produttori Wyck Godfrey e Michele Imperato, misero a disposizione tende con stufe e specchi per il make-up, per permettere ai truccatori di agire sul luogo. Gli attori sono stati constantemente tenuti al coperto con l'ausilio di ombrelli, dato che il tempo minimo per acconciare le loro teste variava da un minimo di 30 minuti ad un massimo di un'ora. Questo problema rallentava la tabella di marcia e incideva notevolmente sul budget, già molto ridotto. Kristen Stewart, all'epoca delle riprese, era ancora minorenne e non poteva sostare sul set per più di 5 ore, come prevede il contratto per gli attori che non hanno ancora raggiunto la maggiore età e più tempo richiedeva l'acconciatura, meno tempo avrebbe potuto dedicare alle scene. Si decise quindi di utilizzare una "parrucca a tre quarti", che le veniva applicata alla nuca, in modo da poter essere preparata in assenza di umidità mentre l'attrice non era presente sul set. Per i costumi, si scelse di non vestire i vampiri con il classico colore nero, ma di far indossare loro delle tonalità fredde, enfatizzandone la caratteristica della loro pelle. Si optò per colori che virassero dall'azzurro al blu scuro, proprio per far risaltare il pallore dei loro volti senza appensantirli. Per il look di Esme, si pensò ad un'acconciatura classica degli anni trenta, mentre Peter Facinelli, introdusse per il suo personaggio l'idea di fargli indossare delle lunghe sciarpe a coprirne il collo, avendo subito proprio in quel punto il morso che lo rese un vampiro, nel momento dell'aggressione del suo creatore. Per il look di Edward, vennero pensati vestiti di alta sartoria che rispecchiassero appieno l'epoca in cui Edward era vissuto da umano ma poi si scelse di vestirlo con jeans, t-shirt di marca e abbigliamento più consono all'epoca contemporanea. Alcuni attori dovettero essere tinti del colore di capelli opposto a quello naturale, tra cui Peter Facinelli, Kellan Lutz e Nikki Reed. Per il personaggio di James, venne scelto come abbigliamento un giubbotto da motociclista che avrebbe potuto rubare ad una delle sue precedenti vittime, e si optò per un'acconciatura con capelli lunghi e disordinati, tenuti insieme da un laccio di pelle. Prima di modificare il personaggio, Stephenie Meyer diede il suo assenso alla scelta estetica intrapresa. I tre vampiri avrebbero duvuto essere scalzi ma dato il clima rigido, il reparto costumi realizzò degli speciali stivali in neoprene, dipinti poi con una tinta color carne. Per quasi tutta la durata delle riprese, a causa della pioggia, dell'umidità e della neve, gran parte del cast indossò della biancheria termica e delle sottili mute da sommozzatore, simili a quelle usate dai surfisti.

Per enfatizzare lo spirito di appartenenza della famiglia Cullen, molto presente tra le pagine del libro, la costumista Wendy Chuck, con l'aiuto dell'addetta agli accessori di scena Cynthia Nibler, pensò di creare uno stemma con il simbolo del loro clan. Nel film infatti, ogni membro della famiglia indossa in maniera personale, un gioiello con l'araldico che rappresenta il clan dei Cullen: Carlisle lo indossa in un anello che porta all'anulare sinistro, Esme in un braccialetto d'argento, Rosalie in una collana con catenina, Alice in un collarino di velluto e i tre fratelli Edward, Emmett e Jasper in un polsino a fascia di pelle.

Nel dicembre del 2007, il team degli effetti visivi di Richard Kidd, insieme al responsabile degli stunt Andy Cheng (famoso per essere stato la controfigura dell'attore cinese Jackie Chan), fecero dei sopralluogi in una foresta nei dintorni di Los Angeles per verificare quali effetti si potessero realizzare fisicamente e quali in post-produzione. La partita di baseball dei vampiri, venne ripresa con l'ausilio di una cinepresa ad alta velocità che catturava 1.000 fotogrammi al secondo. Questo per rendere più fluida la sensazione della velocità e della forza dei vampiri, enfatizzati poi in post-produzione dall'ausilio del ralenti. Andy Chang, coordinatore degli stuntman e regista della seconda unità, si prodigò molto per fare in modo che gli attori interaggissero personalmente con le scene di combattimento, senza l'ausilio immediato della controfigura se non nel momento dell'azione vera e propria. Per aiutare gli attori ad interpretare la velocità e la forza del loro status di vampiro, si decise di usare dei cavi per sollevarli e spostarli, al momento del bisogno. Prima di girare le scene, d'accordo con la regista, si decise quali e fino a che punto dovessero essere rappresentati i poteri dei vampiri. La preoccupazione di Cheng era la coerenza con la quale rappresentare tutti i personaggi. Si decise che l'altezza massima dei salti, concessa ai vampiri fosse stabilita in circa 6 metri e per abituare gli attori alla spinta e all'atterraggio, vennero studiati filmati di caccia di puma e leoni di montagna e tenute delle vere e proprie lezioni di comportamento felino denominate "lezioni di gatto", con l'aiuto di una coreografa di Portland, Dee Dee Anderson. Per la scena dell'incidente col furgone, vennero usati degli airbag che tenevano il mezzo sollevato dal suolo a circa 3 cm. Il furgone venne poi spinto verso gli attori e fermato da un cavo che lo avrebbe arrestato nel momento in cui Edward lo blocca con la mano. Per ricreare l'illusione dell'ammaccatura sulla portiera, venne creato uno strato di diversi fogli di alluminio assemblati tra loro e bucata nel punto dell'impatto della mano. Un altro effetto presente nel film, che risultò parecchio difficoltoso da realizzare, era la scena in cui Edward si rivela a Bella sotto la luce del sole. Nelle pagine del romanzo, la sua reazione ai raggi del sole è spiegata come una sorta di effetto diamante. La Industrial Light & Magic di George Lucas, si interessò al progetto. Iniziarono a digitalizzare una foto di Robert Pattinson per riprodurre un effetto di movimento dell'attore. Vennero realizzati degli effetti prismatici sull'immagine di Pattinson in modo che sembrasse una luce riflessa e non una luce trasmessa. Pattinson si recò poi alla Gentle Giant Studio, una compagnia specializzata nello scanning 3-D. Venne eseguita una scansione completa del corpo dell'attore, in modo da poter applicare in fase di post-produzione i risultati della digitalizzazione dell'immagine. Poi, le immagini del corpo di Pattinson vennero fatte combaciare con l'effetto prismatico realizzato in precedenza e i due risultati vennero poi sovrapposti per dare la sensazione che le parti che brillavano si muovessero in contemporanea con lui, durante la scena della radura.

La difficoltà, una volta partito il progetto, era quella di trovare gli interpreti per la pellicola e, specialmente, i due protagonisti che avrebbero dovuto interpretare sulla schermo i personaggi di Bella Swan e di Edward Cullen. Le legioni di fan di Twilight, avevano già in mente delle immagini dei vari personaggi presenti tra le pagine del libro. La prima ad essere ingaggiata fu Kristen Stewart, che aveva già preso parte a produzioni importanti come Panic Room, film del 2002 con Jodie Foster e Into the Wild - Nelle terre selvagge per la regia di Sean Penn. È proprio grazie a quest'ultima interpretazione che la Hardwicke decide di sceglierla per il ruolo, dato che la regista vide nel volto dell'attrice, la giusta miscela di innocenza e desiderio, proprio del personaggio di Bella Swan descritta tra le pagine del libro. Oltrettutto, l'attrice all'epoca aveva 17 anni, l'età giusta per interpretare il ruolo di Bella.

La difficoltà maggiore nel casting fu rappresentata dalla scelta dell'attore giusto per interpretare il ruolo del vampiro diciassettenne Edward Cullen. Nelle pagine del libro, la Meyer descrive Edward come "bello come un Dio greco" e nell'immaginario collettivo non sarebbe stato comunque possibile accontentare milioni di persone sulla scelta del volto giusto. Sul sito ufficiale di Stephenie Meyer, apparve una lista di potenziali attori che avrebbero potuto ricoprire il ruolo di Edward Cullen e tra questi, si annoveravano i nomi di Henry Cavill, Hayden Christensen, Robert Pattinson, Orlando Bloom e Gerard Way. La scelta di Henry Cavill venne accantonata per motivi di età, dato che l'attore al tempo delle riprese avrebbe avuto 25 anni e che farlo passare per un eterno diciassettenne sarebbe stato alquanto difficile. Secondo la Hardwicke, la scelta del personaggio di Edward fu la più difficile e frustrante. Venne considerato di fare un provino a Robert Pattinson, anche sotto segnalazione dello stesso produttore Greg Mooradian che lo aveva notato nel ruolo di Cedric Diggory nella pellicola Harry Potter e il calice di fuoco del 2005. La regista, contattò Pattinson per un primo provino con la co-protagonista Stewart, per verificare se tra i due attori ci sarebbe stata la chimica giusta per recitare insieme. La Hardwicke dichiarò che la vicinanza dei due attori, fece sparire i dubbi sulla scelta del protagonista del film, d'accordo con la scrittrice Stephenie Meyer, anche lei presente al provino. La scelta cadde così su Robert Pattinson anche perché, nonostante all'epoca del film avesse già compiuto 22 anni, avrebbe potuto passare per un diciasettenne senza alcun problema. Pattinson non aveva mai sentito parlare del libro di Twilight e prima di iniziare le riprese lesse tutti i libri della saga per poter interagire meglio con il carattere di Edward. Inoltre, per calarsi meglio nel personaggio, la Meyer gli concesse di leggere il manoscritto non ancora pubblicato di Midnight Sun, la versione di Twilight dal punto di vista di Edward, per permettere all'attore di catturare al meglio il carattere solitario di Edward.

Peter Facinelli / Carlisle Cullen Per il ruolo del dottor Carlisle Cullen, viene contattato dalla Hardwicke l'attore americano Peter Facinelli, che in un primo momento rifiutò l'ingaggio, credendo che si trattasse di un ruolo pieno di scene cruenti. Successivamente, vengono considerate altre scelte e Facinelli si procura intanto una copia del libro di Twilight, per leggerne la storia e valutarne il ruolo. L'attore che venne scelto al suo posto si ritirò dal progetto e Facinelli cambiò idea sul contenuto della storia che vedeva come protagonista il personaggio di Carlisle Cullen. Contattò la Hardwicke per chiederle se era ancora disponibile il ruolo e la regista, grande fan di Facinelli per le sue interpretazioni in produzioni come Six Feet Under, decise di affidare a lui la parte.

Per il ruolo di Rosalie Hale, viene ingaggiata l'attice ventenne Nikki Reed, che aveva già lavorato con Catherine Hardwicke come attrice e coautrice nella sceneggiatura di Thirteen (2005) e come interprete in Lords of Dogtown del 2005, entrambi film diretti dalla Hardwicke.

Kellan Lutz / Emmett Cullen Kellan Lutz venne selezionato per un'audizione per il ruolo di Emmett Cullen, e all'epoca del casting, l'attore si trovava in Africa per girare alcune scene della miniserie della HBO Generation Kill. Nel dicembre del 2007, Lutz è volato in Oregon per prendere parte ai provini e venne scelto per il ruolo di Emmett dalla Hardwicke che lo selezionò personalmente tra gli altri aspiranti al ruolo.

Ashley Greene / Alice Cullen Ashley Greene viene ingaggiata per interpretare il ruolo di Alice Cullen. L'attrice successivamente a questo ruolo, viene ingaggiata per interpretare accanto a Kellan Lutz un altro film in lavorazione per il mese di dicembre, nel quale invece di interpretare la sorella sarà la sua fidanzata. Jackson Rathbone / Jasper Hale Jackson Rathbone interpreta il ruolo di Jasper, l'ultimo dei membri che entra a far parte della famiglia Cullen. L'attore è famoso per aver recitato nelle serie Beautiful People e The OC. Rathbone ha lavorato sulla sua pronuncia, enfatizzando l'accento del sud, dato che il personaggio di Jasper proviene dal Texas.

Twilight ha incassato più di 7 milioni di dollari dalla mezzanotte del primo spettacolo il 21 novembre 2008. Secondo le stime della Fandango, nella classifica dei maggiori incassi nel primo giorno di proiezione, Twilight si è collocato al 14° posto con 35.978.348 $, e al 41° posto nella classifica dei migliori incassi nella settimana d'apertura con 93.362.477 $. L'incasso totale al 30 gennaio 2009 è di $325.700.00 , non contando che in alcuni paesi come il Giappone non è ancora stato distribuito. In Italia, la pellicola ha incassato in tutto 11.411.000 €. Il film ha il record di essere il film per vampiri con il maggior incasso internazionale. Il primo trailer del film, nella prima settimana di messa in onda su MySpaces Trailerpark, è stato visionato da circa tre milioni di utenti. Nel luglio del 2008 è stato realizzato e distribuito il secondo trailer ufficiale del film e quest'ultimo è stato scaricato dai fan 1,6 milioni di volte.

Dati gli incassi del film, la Summitt Entertainment ha deciso di procedere alla realizzazione del sequel di Twilight, intitolato come il secondo libro della saga, New Moon. La sceneggiatura sarà di nuovo affidata a Melissa Rosemberg mentre Catherine Hardwicke non è stata confermata alla regia. Al suo posto è stato scelto Chris Weitz, regista di film come About a Boy - Un ragazzo (2002) e La bussola d'oro (2007). Alcuni degli attori principali della prima pellicola sono stati confermati, tra i quali Robert Pattinson, Kristen Stewart, Ashley Greene, Kellan Lutz e Jackson Rathbone.

Durante il lancio pubblicitario del film, il settimanale americano Entertainment Weekly pubblicò, il 14 luglio 2008 una copertina con i due protagonisti Kristen Stewart e Robert Pattinson truccati nei loro rispettivi ruoli di Bella Swan ed Edward Cullen. La copertina della rivista fece scatenare nei milioni di fan della saga di Twilight sparsi per il mondo, un'ondata di protesta per la scelta dei due attori protagonisti. La foto infatti ritraeva Pattinson e Stewart truccati pesantemente che non rispecchiavano affatto le aspettative e le descrizioni dei personaggi del libro. La protesta si estese principalmente alla scelta di Robert Pattinson, facendo nascere dei veri e propri comitati anti-Pattinson con tanto di petizione on-line per annullare l'ingaggio dell'attore.

La colonna sonora di Twilight racchiude diversi musicisti. Tra questi, il gruppo dei Paramore e l'ex leader dei Jane's Addiction, Perry Farrell, sono stati gli unici a scrivere le loro canzoni, esclusivamente per il film. Robert Pattinson, essendo anche un ottimo musicista, era stato invitato a scrivere dei pezzi che entrassero a far parte della colonna sonora. Le canzoni di Pattinson si intitolano, rispettivamente "Never Think" e "Let me sign". Nella versione CD della colonna sonora ufficiale, è presente solo la traccia di "Never Think", mentre durante il film, viene inserita anche la traccia "Let me sign". Inoltre, la Hardwicke, gli aveva proposto di comporre lui stesso il pezzo intitolato "Bella's Lullaby" al pianoforte. Pezzo che sarebbe poi stato incluso nella colonna sonora. La regista ha infatti dichiarato, a proposito della sua abilità di musicista:"gli ho chiesto se avesse voluto scrivere la ninna nanna dedicata a Bella, dato che sarebbe stato fantastico se fosse stata realizzata proprio da Robert. E' un meraviglioso musicista, ha un'anima molto creativa, molto simile a quella di Edward. E' una persona molto colta e ha molti stimoli per poter realizzare un buon lavoro." Il progetto verrà alla fine accantonato e la ninna nanna di Bella sarà infine composta dal musicista Carter Burwell, autore di altre grandi colonne sonore per film come Velvet Goldmine e Il grande Lebowski, entrambi film del 1998.

I DVD sono distribuiti dalla Eagle Pictures e in Italia saranno disponibili dal 1 aprile 2009 .

Per la parte superiore



Twilight Time

Twilight Time, pubblicato nel 1992 (originariamente con il nome Stratovarius II), è il secondo album della band finlandese Stratovarius.

Per la parte superiore



Licantropo (Twilight)

Apple unbitten.svg

I licantropi che compaiono nella saga di Twilight differiscono dai licantropi dell'immaginario collettivo.

Le leggende degli indiani Quileute narrano della loro discendenza dai lupi e dell'esistenza di esseri metà uomini e metà lupi.

La piccola tribù dei Quileute si stabilì nel golfo all'estremo nord-ovest della penisola dell'attuale stato di Washington: dediti alla pesca, erano un popolo pacifico. L'invasione di una tribù vicina più numerosa costrinse i Quileute a far ricorso alla magia: lasciati i corpi, gli spiriti dei guerrieri potevano scatenare venti poderosi, urlando in modo spaventoso. Gli animali erano in grado di vedere questi spiriti e di comunicare con loro: i guerrieri ne approfittarono per scacciare il nemico dalle loro terre.

Anni dopo, la tribù viveva in pace sotto il capo Taha Aki: solo un uomo non era felice, Utlapa. Questi era uno spirito guerriero tra i più forti ed era invidioso del potere del capo tribù. Taha Aki poteva leggere nei pensieri degli altri spiriti guerrieri e vide i desideri di conquista che animavano Utlapa: per questo decise di allontanarlo dalla tribù. Utlapa si rifugiò nei boschi, meditando vendetta. Un giorno, Utlapa scoprì il corpo di Taha Aki abbandonato in un posto sicuro, mentre il suo spirito era lontano a sorvegliare la tribù: Utlapa lasciò il suo corpo e si impossessò di quello del capo, troppo lontano per ritornarvi prima del rivale. Giunto al luogo segreto, Taha Aki trovò il corpo di Utlapa senza vita e intuì che questi avesse preso il suo posto nella tribù. Approfittando di questo potere, Utlapa iniziò a dettare leggi a proprio vantaggio, primo tra tutte il divieto di entrare nel mondo degli spiriti: se un guerriero avesse abbandonato il proprio corpo, infatti, avrebbe scoperto l'inganno. La tribù conobbe un periodo di tristezza e desolazione e lo spirito di Taha Aki ne soffriva: a questo si aggiungeva il dolore di una non-vita, senza speranza né di poter tornare tra i vivi né di raggiungere l'aldilà.

Un giorno, lo spirito di Taha Aki si imbatté in un lupo e decise di entrare nel suo corpo. Come lupo si diresse al suo villaggio e riuscì a convincere uno degli uomini ad entrare nel mondo degli spiriti: qui gli spiegò quello che era accaduto, ma nel frattempo Utlapa era sopraggiunto e, sguainato il coltello, uccise il traditore. Per la rabbia scatenata da questo gesto, Taha Aki si trasformò in un essere umano: i guerrieri lo riconobbero, anche se non aveva le sembianze del suo vecchio corpo. Taha Aki uccise Utlapa e tornò a governare la tribù. Mantenne il divieto di entrare nel mondo degli spiriti per evitare che altri cercassero di rubare l'identità altrui. Taha Aki visse come uomo per molti anni, trasformandosi in lupo quando doveva proteggere la propria tribù: questa capacità si trasmise ai suoi figli, e ai figli dei loro figli.

Molti anni dopo, una donna vampiro decimò la tribù dei Quileute e le tribù vicine: prima che i licantropi riuscissero a capire come sconfiggerla, lei stessa uccise la moglie del capo tribù, i suoi figli e molta altra gente. Dopo uno scontro sanguinoso, il vampiro venne ucciso: le conoscenze acquisite malgrado questo scontro si tramandarono a tutti i lupi, di padre in figlio, e i vampiri che osavano avvicinarsi al territorio dei Quileute venivano sconfitti, fino all'arrivo dei Cullen. Carlisle infatti propone una tregua: lui e la sua famiglia si sarebbero impegnati a non mordere nessun umano e a non oltrepassare i confini dei Quileute; in cambio non avrebbero morso nessun umano, né per ucciderlo, né per trasformarlo in vampiro.

Per molti anni, i maschi Quileute non si trasformarono in lupi: la pace siglata con i Cullen portò un periodo di equilibrio nella zona e i licantropi venivano ricordati solo nelle leggende.

In New Moon, il secondo romanzo della serie, i giovani Quileute ritornano a trasformarsi in lupi, come conseguenza dell'arrivo dei vampiri James, Victoria e Laurent, che iniziano una caccia spietata verso Bella Swan. Inizialmente, è Jacob Black a parlare di una banda formata da suoi coetanei, giovani che si presentano alla tribù come i "protettori": il leader è Sam Uley, che raduna attorno a sé altri giovani della riserva. Jacob inizialmente li biasima, per le loro arie da giustizieri e perché anche il suo amico Embry Call è stato coinvolto nel loro gruppo. Solo dopo essersi trasformato egli stesso in lupo, Jacob inizia a capire cosa stava succedendo ai suoi amici.

In Eclipse, per il grande pericolo costituito dall'esercito di giovani vampiri radunato da Victoria, si uniscono ai licantropi anche un ragazzino e un'adolescente, anch'essi discendenti dal primo licantropo Taha Aki.

I licantropi, sotto forma di lupo, hanno grandi dimensioni, che raggiungono quelle di un cavallo: il loro pelo è diverso, a seconda delle caratteristiche fisiche ed intellettuali di ciascuno. Dopo la trasformazione, i licantropi sono in grado di comunicare tra loro con il pensiero, fino a oltre 500 km, e non possono nascondere nulla, nemmeno i segreti più reconditi. Come conseguenza di questo, sono anche in grado di sentire come proprie le emozioni degli altri membri del branco.

Dotati di una forza sovrumana, possono ferire mortalmente i vampiri, nonostante la loro pelle durissima. Sono veloci e instancabili: possono correre per miglia e, se in forma umana, trasportare senza sforzo pesi notevoli.

La temperatura corporea dei licantropi è molto alta, circa 40 °C: per questo, anche in inverno, non hanno bisogno di coprirsi. Le ferite riportate guariscono in tempi molto rapidi, siano esse tagli o fratture.

La trasformazione da uomo a lupo può essere scatenata da una forte rabbia: solo chi ha più esperienza riesce a trasformarsi "a comando". Questa trasformazione avviene con una "convulsione" e una esplosione: in un battito di ciglia, l'uomo diventa lupo.

L'imprinting per i licantropi è simile a un colpo di fulmine, ma differisce da esso per due aspetti: innanzitutto perché è eterno, e poi perché, al contrario del colpo di fulmine, l'imprinting si può avere anche con un bambino di due anni o, come nel caso di Jacob, con un neonato. In questo caso non c'è niente di romantico, o almeno non subito: è definito come uno "spostamento di gravità". Basta guardare per un attimo una persona e, se lei è la metà che si cercava, niente, mai e poi mai, sarà più importante di lei: in un istante ci si rende conto di potersi trasformare in tutto ciò di cui lei ha bisogno, "che sia un protettore, un fratello, un amico o un amante".

Il primo a subire la trasformazione è Sam Uley, che la affronta da solo, senza sapere cosa gli sarebbe accaduto e senza nessuno che lo guidasse. Il vecchio Quil Ateara, durante una visita di cortesia, strinse la mano a Sam e subito capì cosa gli fosse successo, per il forte calore sentito nella stretta. Per questo, convocò Billy Black e Harry Clearwater, gli unici ad aver assistito alla trasformazione dei loro padri in lupi: i tre spiegarono a Sam cosa gli fosse accaduto e perché.

Dopo Sam, fu il turno di Paul e Jared; poi di Embry, Jacob e Quil; infine, Seth Clearwater, nonostante la giovane età, e Leah Clearwater, una ragazza.

Per la parte superiore



Twilight Singers

Twilight Singers è un progetto musicale "aperto" ad uso dei testi e delle intuizioni musicali di Greg Dulli (ex leader degli Afghan Whigs e attuale collaboratore degli Afterhours).

L'idea nasce nel 1997, quando il primo gruppo di Dulli era ancora attivo. Il primo disco, Twilight as Played by the Twilight Singers esce però solo nel 2000, archiviata la precedente esperienza con la possibilità di dedicarsi a tempo pieno al suo nuovo progetto.

L'esordio - edito per la Sony - unisce al rock crepuscolare di Dulli esperienze trip hop e un taglio elettronico fino a quel momento inedito. Sfortunatamente ne i fan ne la critica appaiono convinti dagli esperimenti del rocker americano, che decide di tornare alla musica elettrica e fortemente venata di soul (il cantante preferito di Greg Dulli è Prince) che ha sempre dimostrato di saper maneggiare con maggior capacità. Il risultato arriva nel 2003 ed è Blackberry Belle (tra i collaboratori, anche Mark Lanegan, con coi poi Dulli fonderà i Gutter Twins), disco con cui inizia il rapporto discografico con la One Little Indian e riporta il nome di Dulli sulle piazze più importanti del rock indipendente. In quel momento si intensificano i rapporti con l'Italia, grazie ad un tour assieme agli Afterhours di Manuel Agnelli - con cui Greg stringe amicizia in occasione del matrimonio di un amico comune - che sfoceranno poi nella decisione di far suonare il cantante del gruppo milanese sia in un brano del successivo She Loves You (disco di cover in cui vengono reinterpretati, tra gli altri, John Coltrane, Hope Sandoval, Bjork, Billie Holiday e George Gershwin) del 2004, sia come tastierista nel successivo tour.

Nel 2005 viene pubblicato Greg Dulli's Amber Headlights, disco di canzoni già scritte - addirittura ai tempi degli Afghan Whigs - e mai uscite su disco, reinterpretate secondo il suo attuale stile. Il disco è venduto esclusivamente su Internet e ai concerti della band.

Per la parte superiore



Twilight Music

Twilight Music, nata dal sodalizio tra i musicisti e produttori Paolo e Pietro Micioni, Massimo e Claudio Zuccaroli. Opera da oltre 25 anni nei settori della discografia, editoria musicale, studio recordings, sincronizzazione, multimedia, formazione professionale e nel campo delle nuove tecnologie informatico-musicali. Ha al suo attivo oltre 300 pubblicazioni realizzate in tutto il mondo.

Per la parte superiore



Terror Twilight

Terror Twilight è il quinto ed ultimo disco realizzato dal gruppo indie rock americano Pavement.

Per la parte superiore



Twilight Cruiser

Twilight Cruiser è il quinto album dei Kingdom Come pubblicato nel 1995 per l'etichetta discografica Viceroy Records.

Per la parte superiore



The Legend of Zelda: Twilight Princess

Logo ZeldaTwilight.png

The Legend of Zelda: Twilight Princess (ゼルダの伝説 トワイライトプリンセス, Zeruda no Densetsu Towairaito Purinsesu?) è l'ultimo videogioco della serie The Legend of Zelda pubblicato per GameCube e Wii da Nintendo. Inizialmente previsto di essere pubblicato per il novembre del 2005, è stato posticipato per permettere ai programmatori di poter aggiungere più contenuti e per rifinire il gioco. Le versioni per il Wii sono state pubblicate durante il lancio della console il 19 novembre 2006 in Nord America, il 2 dicembre 2006 in Giappone, il 6 dicembre 2006 in Europa e il 7 dicembre 2006 in Australia, rendendo così Twilight Princess il primo gioco della serie Zelda ad essere in vendita fin dal lancio di una console Nintendo. La versione per GameCube è stata pubblicata il 2 dicembre 2006 in Giappone assieme alla versione per Wii, il 12 dicembre 2006 in Nord America e Australia, mentre in Europa il 15 dicembre 2006.

Twilight Princess è il primo gioco della serie The Legend of Zelda ad essere stato giudicato con una T (ovvero sopra i 13 anni) dal ESRB, per "violenza fantasy".

Nella versione per Wii, l'intero gioco è speculare rispetto alla versione per Gamecube, per rendere Link destrimano anziché mancino come da tradizione nella saga. Questa scelta degli sviluppatori è dovuta al fatto che la maggior parte dei videogiocatori avrebbe tenuto il Wiimote con la mano destra e se Link fosse stato mancino l'immedesimazione col personaggio sarebbe stata minore.

La storia inizia con Link, un giovane ragazzo del villaggio Tauro, che viene incaricato da un suo caro amico e dal capo villaggio a partire per un lungo viaggio in direzione del Castello di Hyrule, e portare in dono una spada forgiata per i Reali di Hyrule.

Due giorni prima della partenza di Link un gruppo di scimmie continua a spaventare e derubare il suo villaggio e proprio il giorno della partenza, Link affronta con una spada di legno alcune creature che sembrano essersi insediate inspiegabilmente nella foresta di Firone e che hanno intrappolato uno degli amici di Link, Furio, ed una scimmia che aiuterà Link successivamente.

Dopo molte peripezie, arriva il giorno della partenza, ma Iria, amica di Link e figlia del capovillaggio, nota che Epona, il cavallo del giovane, è ferita ad una zampa e sgrida Link per averle fatto passare troppi pericoli e decide di portarla alla Sorgente di Ratane per guarirla impedendo a Link di partire per il castello di Hyrule.

Link, disarmato e preoccupato di non essere perdonato da Iria per il cavallo, arriva alla Sorgente passando per un cunicolo nascosto e quando sta per scusarsi con la ragazza, arrivano dei mostri in groppa a dei cinghiali che stordiscono Link e rapiscono Iria e Colin, un ragazzino del villaggio.

Link, ripresosi dal colpo che gli è stato inflitto, comincia a camminare e si ritrova dinanzi ad una portale che lo risucchia, facendolo entrare in un mondo chiamato crepuscolo ma facendogli assumere le sembianze di un lupo nero. Link, stordito, si risveglia in una prigione e si rende conto di cosa è diventato. Dopo tutto ciò, incontra Midna che decide di aiutare Link e di farlo tornare normale. Percorrono tutta la prigione dove Midna lo aiuta a scoprire le sue abilità quando è Lupo e incontra la Principessa Zelda, che è stata maledetta da Zant, il Re del Crepuscolo.

Per poter sconfiggere Zant, i due devono cercare i tre Cristalli Oscuri, nei quali e' racchiuso l'antico poter per il quale furono relegati nel crepuscolo gli antenati di Midna. Purtroppo, quando riescono a raggrupparli tutti, Zant li attacca e riesce ad impossessarsene, trasformando Link in lupo con una pietra speciale. Sul punto di ucciderli, viene pero' fermato da Ranel che li teletrasporta al borgo di Hyrule. Quindi, Midna, in fin di vita per il viaggio nella luce appena concluso, implora Link di portarla da Zelda, giacche' ella possa aiutarli. Sfortunatamente, le condizioni della creatura delle tenebre non lasciano altra scelta alla principessa che unire i loro spiriti, dimodoche' possano muoversi attraverso luce e ombra. Ultimo consiglio, dirigersi alla Foresta Sacra e reclamare la Spada Suprema, unico artefatto in grado di esorcizzare il Male.

Dopo aver preso la spada, Midna consiglia il giovane di cercare lo Specchio Oscuro, un artefatto magico che venne usato anticamente dai Sei Saggi come portale per rinchiudere il Re del Male Ganondorf (a sua volta prescelto dalle Dee) nel Crepuscolo, dopo che uno di loro fu annientato, constatando che solo la Spada Suprema poteva distruggerlo. Si scoprirà in seguito che lo specchio venne diviso in quattro parti da Zant e che venne scaraventato in quattro zone di Hyrule.

Dopo aver ricomposto lo Specchio, giungono al palazzo del Crepuscolo, dimora di Zant e, dopo averlo sconfitto, scoprono che in realta' egli non era altro che un servo del redivivo Ganondorf, impossessatosi del castello e deciso a conquistare il mondo. Tornati a Hyrule, i due ingaggiano un furioso combattimento col Re del Male, dapprima nel castello, poi con la sconfitta di Midna nella piana di Hyrule, in un uno contro uno che vede Link fronteggiare Ganondorf con la spada. In ultimo, grazie all'aiuto degli spiriti della luce, la Principessa del Crepuscolo si rivela nel suo vero aspetto, ritorna nel suo regno e distrugge per sempre lo Specchio Oscuro, così che nessuno potrà più entrare in quel regno.

I comandi In questo gioco si usano il telecomando Wii e il nunchuk.I comandi per il telecomando Wii sono:la pulsantiera serve a tenere oggetti e a parlare con Midna,con B si usa l'oggetto assegnato,con A si compiono delle azioni o si possono scegliere degli oggetti,con - si apre lo schermo degli oggetti o si può saltare una scena premendolo 2 volte,con + si apre l'inventario con 1 si apre la mappa e con 2 si mostra/nasconde la mappa.I comandi per il nunchuk sono:con il control stick si fanno diverse azioni,con C si fa la visuale in prima persona e con Z si punta.

Ha ricevuto vari premi, come il "Best Game for Wii and Gamecube" da parte di IGN per l'anno del 2006. NRU, una rivista italiana di videogiochi Nintendo, ha recensito il gioco nel suo sessantesimo numero, inserendolo nella top ten dei miglior giochi per Nintendo Wii, con un voto di 10/10.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia