Tumore al cervello

3.4219810040888 (1474)
Inviato da gort 03/03/2009 @ 04:15

Tags : tumore al cervello, cancro, malattie, salute

ultime notizie
nel cervello dei bambini - La Repubblica
A quattro anni, ha un tumore al cervello che inibisce la produzione ormonale interferendo con le funzioni della sua crescita. «Craniofaringioma» è la diagnosi di Ezio Di Rocco, primario della Neurochirurgia infantile del policlinico universitario...
L'FDA approva nuovo trattamento biotech per il tumore al cervello - DIARIODELWEB.it
Il farmaco inibisce l'azione del fattore di crescita dell'endotelio vascolare (VEGF), che permette la formazione di nuovi vasi sanguigni, i quali a loro volta nutrono il tumore, permettendone la crescita e la formazione del pathway grazie al quale le...
"Noi, muli della cocaina" - La Stampa
Tra i casi più incredibili che Shona ricorda c'è quello di una donna di 54 anni con un cancro al cervello, arrestata in Venezuela. Tentava di raccogliere soldi per un'operazione. Un altro ragazzo è stato condannato a 100 anni di carcere in Thailandia....
GREY'S ANATOMY I - GREY'S ANATOMY I - SEGRETI - TGCOM
Il primario, il dottor Richard Webber (James Pickens Jr.), scopre di avere un tumore al cervello che gli causa dei problemi alla vista, cosi' decide di farsi operare di nascosto da Derek che a sua volta chiama con se' la dottoressa Bailey e Meredith....
Il tumore stimola la depressione - BenessereBlog.it
Bassi livelli di glucorticoidi possono impedire questa soppressione, fatto che potrebbe peggiorare gli effetti delle citochine sul cervello e il comportamento. Inserisci per primo un commento a questo articolo. L'email è richiesta ma non verrà mostrata...
Morto Muller, il portiere che voleva battere un tumore - La Gazzetta dello Sport
Il portiere tedesco, che in novembre era sceso sul ghiaccio nonostante un tumore al cervello, si è spento ieri all'ospedale di Colonia all'età di 28 anni. "Era un grande essere umano con una forte personalità" lo ha ricordato Thomas Eichin,...
I Nas al Maria Vittoria per le fratture non viste - La Stampa
... colta in ufficio da capogiri, nausea, svenimenti, tremori al braccio e alla gamba destra, ea una confusione generale, è stata visitata e rimandata a casa con diagnosi di «ansia». In realtà - si è poi scoperto - la donna ha un tumore al cervello....
Il segreto per un cervello in salute è nella Vitamina D - La Stampa
Al contrario di chi aveva alti livelli di vitamina. Insomma, se da un lato esporsi incautamente ai raggi solari può causare tumori della pelle o melanoma, è anche vero che i raggi solari promuovono la sintesi di questa preziosa vitamina....
I DOLCIFICANTI NON SONO CANCEROGENI - Marsica News
Gli scienziati, riferiscono in una nota, non hanno scoperto alcuna prova che indicasse un maggiore rischio di leucemia, linfoma o tumore al cervello tra le persone che fanno uso di aspartame nelle bevande rispetto a quelle che non lo utilizzano....

Episodi di Dr. House - Medical Division (terza stagione)

Voce principale: Dr. House - Medical Division.

In America, la terza stagione della serie è stata trasmessa dal 5 settembre 2006 al 29 maggio 2007 sul canale americano FOX.

In Italia, la prima parte della terza stagione (episodi 1-9) è andata in onda in prima visione assoluta dal 19 gennaio 2007 al 9 marzo 2007 su Italia 1. La seconda parte della stagione (episodi 10-24) è stata trasmessa in prima visione assoluta dal 12 settembre 2007 al 14 novembre 2007 prima su Italia 1 (fino all'episodio 15) ed in seguito su Canale 5, dove la serie è stata spostata grazie all'elevato numero di ascolti.

Accanto ai titoli originali sono indicati i titoli italiani. In ogni paragrafo è indicata la diagnosi finale.

House, la cui induzione al coma farmacologico nell'ultima puntata della seconda serie l'ha portato ad una guarigione della sua gamba, dopo due mesi di pausa ritorna in ospedale per riprendere il suo lavoro. Ad aspettarlo, la dottoressa Cuddy e il dottor Wilson stanno scegliendo dei casi da sottoporgli, di differente complessità.

Karen, una ragazza tetraplegica senza rottura del collo. La sua malattia, causata dalla mancanza di vitamina C, fa pressione sul sistema nervoso centrale, e ciò spiega la sua apparentemente immotivata impossibilità a muovere tutti gli arti dal collo in giù, così come il secondo sintomo, cioè difficoltà respiratoria e compressione alla cassa toracica. Basterà una cura a base di spremuta d'arancia per risolvere il caso.

Uomo tetraplegico si fionda in una piscina con la sedia a rotelle. All'uomo, otto anni fa, è stato asportato un tumore al cervello. House pensa che la causa della sua tetraplegia non sia stato il tumore e lo sottopone a vari esami. Dopo una corsa a casa di Cuddy nel cuore della notte (tutto sudato e bagnato, aveva fatto una doccia nella fontana universitaria) House ha la brillante intuizione: suppone che sia il morbo di Addison (una cicatrizzazione dell'ipotalamo sull'ipofisi) che ha bloccato il suo sistema nervoso; la cura sarebbe del semplice cortisolo.

Il tentato suicidio quindi non è tale ma soltanto un tentativo estremo di ristabilire la sua temperatura corporea.

Decide quindi di somministrargli del cortisolo, ma Cuddy si oppone fermamente: alla fine decide di usare la sua intuizione e guarisce miracolosamente Richard; secondo Wilson però è meglio che House non lo sappia, al fine di dargli una lezione di umiltà. House infatti ha intuito tutto ciò senza prove mediche, e per Wilson si tratta di pura e semplice fortuna.

Viene portato all'ospedale un bambino soggetto ad emorragie ed insistenti visioni. È convinto di avere un microchip alieno nel collo, ma ovviamente House non gli crede.

Qualcosa nel collo però, ce l'ha davvero: una barretta di titanio, finita lì quando si era rotto un braccio e gli erano state impiantate delle viti. Intanto Wilson e la Cuddy discutono sul segreto del vecchio paziente, quello dell'episodio precedente, e Cameron fa pressione perché la Cuddy riveli tutta la verità ad House, al quale fa sempre più male la gamba, da costringerlo a zoppicare di nuovo. Ciò nonostante nega tutto come suo solito (anche se la ketamina sta veramente facendo meno effetto del previsto) e si diverte a prendere in giro la Cuddy sulla dimensione del suo seno, supponendo che sia incinta.

Il problema di Clancy è nel cuore: infatti presenta del DNA non suo. House decide di lasciar perdere il caso, convinto di non riuscire a risolverlo ma, mentre è nel parcheggio, la Cuddy lo raggiunge e gli rivelerà che aveva ragione sul paziente precedente.

House si ricorda allora della fecondazione in vitro a cui è stata sottoposta la madre. Essendo molto costosa e dovendo quindi giustificare un simile investimento i medici impiantano più ovuli fecondati; in questo caso due si sono fusi tra di loro.

Viene svelato il mistero del DNA alieno: Clancy avrebbe dovuto avere un fratello gemello che si è inglobato a lui, mentre erano ancora in fase embrionale, e gli ha lasciato tracce del suo DNA nel sangue.

Ezra Powell, un famoso scienziato ricercatore, ha un attacco respiratorio nel suo laboratorio; una volta svenuto subisce piccole lesioni cutanee da parte delle sue cavie da esperimenti. House è ritornato col bastone, in quanto la gamba ha ripreso a fargli male e la ketamina sembra che non faccia più effetto, ma questo non cambia il suo giudizio: il suo paziente vuole morire con dignità. La dispnea del paziente, però, gli renderà la morte lenta ed agonizzante: respiri lunghi e affannosi alla ricerca dell'aria con forti dolori al petto.

House, per poter continuare le sue indagini, fa un patto col paziente, che desidera morire: 24 ore per scoprire che malattia ha. Trascorso il tempo, non avendo risultati concreti, House finge di ucciderlo e lo manda in coma farmacologico con della morfina, continuando la ricerca. Intanto, è assillato da una ragazza infatuata di lui. Il paziente viene risvegliato dal coma e pretende che gli sia praticata l'eutanasia.

Cameron, dopo aver letto il Massachussets Journal del 1965 su consiglio di House, tratta il paziente molto più severamente. Ha infatti scoperto che in quell'anno Ezra Powell ha bombardato di radiazioni dei bambini senza consenso informato, causandogli tumori e danni biologici incalcolabili. Lui non è pentito in quanto gli è servito a compiere progressi e ritiene che le modalità di preavviso del paziente siano perdite di tempo che ostacolano la ricerca e il lavoro dei medici.

La dolce immunologa non ha dubbi e fa una biopsia cutanea al fine di poter verificare la malattia del ricercatore senza scrupoli; amiloidosi sottotipo AA, ovvero terminale. Cameron, per risparmiargli inutili sofferenze, gli inietta una dose letale di morfina verso le 2 e mezza di notte, come da lui richiesto.

Un bambino autistico ha una crisi respiratoria e viene portato al Princeton Plainsboro. La Cuddy ha cambiato la moquette di House sporca di sangue, ma questo al nostro dottore non sta bene: durante l'episodio occuperà l'ufficio di Wilson, l'ufficio della Cuddy e la hall dell'ospedale pur di riavere la sua vecchia moquette.

Intanto il bambino ha un versamento pleurico e gli vengono diagnosticate delle cellule epatiche nel sistema linfatico. La ragazza infatuata di House si fa rivedere e Cuddy è costretta a minacciare lei ed House.

Quest'ultimo intanto, parlando col bambino, riesce a farsi dire che ha mangiato della sabbia, e guardando alcuni suoi disegni, capisce che ha ingerito degli escrementi di vermi presenti nella sabbia. Questi, una volta in circolo nell'organismo, si sono diffusi dall'intestino ai polmoni (causando il versamento pleurico), al fegato per poi arrivare all'occhio e causare quelle strane acrobazie. Basterà un laser fotocoagulatore e albendazolo per poter curare il bambino che, a fine episodio, regala la propria PlayStation Portable al geniale dottore.

L'autismo del bambino è causato dalla sindrome di Asperger che, in alcuni tratti, ricorda molto il comportamento di Dr House. Intanto Ali, la ragazza, non smette di inseguire House, ma un disturbo lo ha anche lei: spore nel cervello, che causano scompensi ormonali. La puntata si conclude con il ritorno della tanto amata moquette macchiata di sangue nell'ufficio di House e con il primo regalo di un paziente per House, il bambino infatti gli regala il suo videogioco.

Una giovane donna ha una crisi anafilattica in un ristorante durante una rapina, senza nemmeno esser stata sfiorata. Il marito, dopo aver percosso i due aggressori, porta la moglie al Princeton Plainsboro.

House intanto tortura Wilson, avendolo visto parlare e ridere con una nuova infermiera, e scommette con Foreman 100 dollari che il medico e l'infermiera si frequentano anche fuori dall'ospedale.

Il geniale diagnosta viene seccato dalla perizia e solerzia di un suo paziente, che pretende una visita completa per una banale irritazione; si vendica misurandogli la temperatura analmente anziché per via orale.

Mentre la moglie prova ad eseguire un test sotto sforzo, eseguito per scatenare una crisi anafilattica, l'attacco viene ma alla persona sbagliata, cioè al marito; la moglie ha un delirio acuto (una visione molto realistica) e peggiora raggiungendo il coma.

Intanto il ragazzo si confida con Foreman e gli racconta che la visione potrebbe esser quella di suo padre, alcolista, violento e impasticcato di farmaci; una volta gli ruppe un braccio e loro due fuggirono da casa. Si è suicidato due anni prima del ricovero ospedaliero dei due ragazzi.

Dopo aver escluso le malattie veneree House pensa alla sarcoidosi e cura la donna in tal senso.

Di seguito chiederanno il consenso per poter eseguire una biopsia cerebrale alla ragazza ma il marito si rifiuta; quando il suo intestino va in necrosi House accetta la donazione volontaria, anche se stanno peggiorando in due maniere differenti.

Foreman, su richiesta, racconta ad House la storia del padre del ragazzo e il diagnosta capisce tutto; quello che sembrava razzismo in realtà era soltanto impedire che fratello e sorella (seppur con madri diverse) si sposassero.

House nota che hanno lo stesso colore degli occhi (grigi) e pensa ad un angioedema ereditario, una malattia genetica rara ma che però incrocia tutti i sintomi; salta il test del DNA e dell'angioedema (avrebbe richiesto troppo tempo) e cura direttamente i due ragazzi: iniziano i miglioramenti da entrambe le parti.

House, dotato di stetoscopio ausculta l'armadietto dell'infermiera e lo apre, al fine di scoprire di più su questa donna del mistero: il dottore deduce che l'infermiera, in realtà, non è interessata a Wilson perché esce già con Foreman.

Dopo aver pagato 200 $ per la scommessa persa, torna a casa con la sua Repsol Honda; viene fermato da un poliziotto (il paziente con qui era in disputa) in quanto faceva i 60 chilometri orari anziché i 40 previsti dal codice della strada. Ad aggravare la situazione il fatto che non presenta la patente di guida e che con sè abbia del Vicodin; le pupille dilatate bastano a Tritter per arrestarlo per possesso di narcotici di 3 categoria e fargli passare una notte al fresco in commissariato.

Un uomo sui 300 chili, George Hagel, viene portato in ospedale in stato comatoso dai vigili del fuoco.

House intanto non può raggiungere il team dopo aver incontrato Tritter che, in segno di simpatia, pensa di trattenerlo una notte al commissariato in cella; dopo 15.000 $ per poter uscire e un passaggio in macchina da Wilson (la moto è sotto sequestro giudiziario) riesce ad arrivare in ospedale e ad elaborare le prime diagnosi.

Il diagnosta chiede una risonanza magnetica ma l'operazione diventa difficoltosa per via della mole del paziente (il carrello è tarato per 220 chili al massimo); la situazione precipita quando George improvvisamente si sveglia e, spaventato, cerca in tutti i modi di scappare dimenandosi e rompendo il carrello della macchina.

Cameron fa un sopralluogo della casa/vita del paziente e scopre diversi parallelismi con quella di House; donne a pagamento, asociale e musica raffinata (pianoforte).

La risonanza non dà esiti positivi e il paziente decide di tornarsene a casa, perché è convinto che il suo problema non sia correlato al suo peso e, finché anche i medici non capiranno questo, lui rifiuterà ogni trattamento.

A questo pensa Cameron, che pensa di stordire il paziente con un farmaco al fine di renderlo più collaborativo; ma lo svenimento avviene quando si è già alzato dalla sedia a rotelle e così demolisce una vetrata temperata dell'ingresso dell'ospedale.

Tritter continua ad accanirsi contro il diagnosta; con un mandato di perquisizione entra in casa sua e sequestra circa 600 pillole di Vicodin, quantità più che sufficiente per incriminarlo di spaccio.

Durante una banale cura a base di zuccheri (pensano che sia diabetico) l'uomo stringe con forza il polso di House; una lastra mostrerà delle falangette deformi e una successiva lastra mostrerà anche un carcinoma a piccole cellule.

Il tumore al polmone nel momento in cui risulta visibile è già troppo tardi; nonostante l'uomo non abbia mai fumato è destinato a morire entro pochi mesi.

I vari malesseri e problemi erano una sindrome neoplastica creata dal piccolo tumore (e non dal peso come ci si aspettava).

Intanto Tritter continua la sua vendetta personale contro House; mette sotto torchio spaventando Wilson e mostrandogli firme diverse su varie ricette da lui prescritte ad House (in realtà alcune firme sono fatte da House imitando la scrittura dell'amico). Il medico dice che ogni tanto cambia firma, perché farle sempre uguali lo annoia.

House sta banchettando su un letto vuoto con vicino un uomo in stato vegetativo, lo viene a trovare il figlio Kyle che però non afferra una cosa al volo: House accende le luci ad intermittenza ed elabora una prima diagnosi di achinetopsia, seguita dalle convulsioni del ragazzo.

Il ragazzo, alcolista, ha una vita sociale nulla ed è praticamente lasciato a se stesso (madre morta e padre in stato vegetativo); tutto ciò causato da un incendio dove il figlio, all'epoca dodicenne, lasciò cadere delle braci dal caminetto, che diedero fuoco alla casa.

L'uomo riuscì a salvare il figlio ma non la moglie che si era addormentata col sonnifero; House, dopo aver letto i risultati negativi del test per l'adrenamieloneuropatia, decide di risvegliare con un cocktail il padre dallo stato vegetativo e ci riesce. Tuttavia, entro un giorno o due il corpo dell'uomo risvegliato si riadatterà al cocktail di farmaci, facendolo ripiombare in stato vegetativo.

Dopo 10 anni l'uomo torna alla vita e si dirige con l'auto di Wilson, House e Wilson stesso ad Atlantic City per mangiare un panino italiano di tanti anni fa; intanto House lo mette sotto torchio per delineare un'anamnesi dettagliata.

Tritter continua a giocare e torturare gli assistenti di House; dopo averli passati in rassegna uno ad uno congela il conto corrente di Wilson, mandandolo nello sconforto.

Il ragazzo peggiora e arriva al 4° stadio della RLAS, con una grave miocardiopatia; servirebbe un cuore nuovo ma essendo alcolista è da escludersi dalla lista trapianti.

Il geniale diagnosta, analizzando tutti i vari incidenti in famiglia (e dopo aver confessato la motivazione che l'ha spinto a diventar medico) scopre che sono tutti dati dalla sindrome di MERRF; i parenti della moglie non bevevano, erano distratti e portati ai vari incidenti da questa malattia mitocondriale (da parte materna).

House vorrebbe il test del DNA mitocondriale ma è troppo tardi; l'uomo allora decide di donare il proprio cuore al figlio suicidandosi mediante asfissia e assume comunque delle aspirine per il mal di testa, al fine di preservare il cuore il più sano possibile.

Il diagnosta gli elenca varie modalità possibili di suicidio e Wilson lo copre creandogli un alibi giù al casinò dell'hotel.

Il ragazzo ha ora un cuore nuovo e può tornare a vivere, grazie al sacrificio estremo del padre.

Un ragazzo di 18 anni orfano accudisce fratello e sorella di 8 e 11 anni; per mantenere tutti fa l'animatore in una festa di compleanno per bambini ma all'improvviso si sente male: viene condotto in ospedale dopo aver vomitato ed essere stato colpito da un attacco cardiaco.

House sa già la diagnosi dopo aver soltanto letto la cartella: scrive tutte le varie azioni dei suoi sottoposti e, in una specie di gioco sfida Chase, Cameron e Foreman a indovinare da soli qual è la diagnosi giusta.

I vari esami non danno risultati e così House propone l'Epatite A: ma una volta curata con l'immunoglobulina al giovane spuntano altre 3 malattie. I medici sono disorientati, al caso si aggiunge anche coagulopatia e osteomielite.

Come se le patologie non bastassero il ragazzo ha convulsioni ogni 2 ore: dopo varie ipotesi arrivano alla diagnosi corretta, ovvero una malattia granulomatosa cronica.

L'unica soluzione sarebbe un trapianto di midollo osseo dal suo fratellino ma il paziente rifiuta in quanto non vuole approfittare del fratello.

Tritter intanto continua ad accanirsi su Wilson e lo priva, oltre che del conto corrente, anche della sua macchina e della facoltà di prescrivere farmaci ai suoi pazienti, e quando l'oncologo chiede aiuto ad House, questo glielo nega, provocando un grosso litigio.

Una bambina di 6 anni, mentre è sulle giostre col padre, all'improvviso inizia ad urlare in maniera assordante.

Una volta portata al Princeton Plainsboro le viene diagnosticata una pancreatite ma dopo viene portata da House. I suoi genitori, divorziati, rifiutano le cure e così House li deve portare davanti ad un giudice per poter lavorare in pace.

Il giudice designa Cuddy come tutore della bambina e intanto regala ad House (in crisi d'astinenza) una pillola di Vicodin ogni sei ore; inoltre i continui litigi dei genitori creano alla bambina stati d'ansia che le fanno galoppare il cuore.

Tritter blocca i conti correnti del team di House ed offre un accordo ad uno dei membri della squadra medica; Cuddy cerca un dialogo ma il poliziotto non è disposto a trattare.

Intanto la bambina subisce un'emotrasfusione per via del trombo al braccio; House pensa alla fascite necrotizzante e decide di amputare un braccio e una gamba, ma si sbaglia.

La vera intuizione l'ha avuta Chase, che pensa alla Protoporfiria Eritropoietica, una rarissima malattia genetica che scatena un'ipersensibilità alla luce. Appena la comunica ad House, fuori di sè gli sferra un pugno alla mascella. La Protoporfiria Eritropoietica, essendo genetica, non si può curare ma si può tenere sotto controllo: betacarotene, lampade e filtri speciali, raccomandato lo studio a casa.

Wilson, visto i recenti sviluppi (House, sbagliando, aveva deciso di amputare la bambina e ha colpito Chase), decide di testimoniare contro il suo migliore amico.

Lo scenario si apre con la comparsa nell'ufficio di House di Wilson e Tritter. Viene data una semplice proposta ad House: o due mesi di clinica per la disintossicazione o la prigione. House furioso allontana i due dal suo studio, rifiutando qualunque compromesso e si dirige dalla Cuddy.

Ecco presentarsi un caso strano per House: un'insolita visita di una ragazza nana che soffre di pneumotorace e anemia, assistita dalla madre piuttosto tosta, vittime della condrodisplasia epifisaria.

House ordina una scintigrafia con il radiogallio, un isotopo radioattivo.

Il problema è il collasso di un polmone, ma House vede oltre e consulta la squadra medica per arrivare alla diagnosi. Intanto Wilson convince la Cuddy a far pressione su House per fargli accettare l'offerta del riformatorio abolendo il Vicodin. Il caso medico viene tolto dalle mani di House come ulteriore sfida della Cuddy, ma House non molla. Scardina i cassetti dello studio della Cuddy, si finge malato in un altro ospedale per avere le sue pillole, ma alla fine niente Vicodin. In astinenza si rinchiude in casa autolesionandosi con tagli al braccio per sopperire al dolore.

Il caso della giovane nana peggiora: collassano il fegato e il pancreas. La Cuddy ritorna sui suoi passi, andando a casa di House, ma non ottiene nessun aiuto data l'astinenza. Subito dopo si presenta Cameron che curato il braccio di House ottiene una nuova diagnosi: morbo di Still, curabile con prednisone, metotrexato e ciclosporina.

La paziente si riprende, House ritorna in ospedale e prima umilia Wilson di fronte ad una vedova in una camera dell'ospedale poi va nella farmacia dell'ospedale con la ricevuta del paziente deceduto presente in quella camera: in questo modo ottiene l'Oxycodone.

La paziente peggiora per una forte otite e House richiede una radiografia alla gamba: strano che una nana abbia delle ossa perfettamente normali.

In realtà la figlia è perfettamente normale, non è nana come la madre (il padre era di statura media); ma un granuloma (un tumore) le schiaccia l'ipofisi, bloccandole la crescita.

La cura consiste in un ciclo di chemioterapia, rimozione del granuloma e pillole piene di ormoni per recuperare il tempo perduto (a 16 anni dovrebbe già essere in pieno sviluppo).

La paziente guarisce, Wilson decide di abolire l'accordo con Tritter, ma House non avendo il Vicodin ed impasticcato di antidolorifici, crolla sul pavimento di casa sua.

Wilson, dopo alcune telefonate mancate, si reca da House, trovandolo e lasciandolo stecchito a terra. House ormai stanco di lottare va da Tritter per l'accordo, ma la sua ultima scorta in farmacia lo conduce in tribunale senza nessun accordo.

House, costretto a difendersi in tribunale dall'accusa di uso di stupefacenti, non abbandona i suoi enigmatici casi clinici.

Questa volta si tratta di un vigile del fuoco 28enne soggetto a visioni blu, disorientamento e sbalzi di temperatura.

House decide di aumentargli gli ormoni, in quanto dal test risulta che la sua situazione è quella di un'anziana signora in menopausa; intanto il diagnosta si scusa con Tritter ma non basta, allora decide di iniziare il programma riabilitativo.

Il paziente però peggiora con un infarto dopo l'altro e, mentre House vomita a causa dell'astinenza (gli viene somministrato la buprenorfina al posto del Vicodin), si scopre che la causa degli attacchi è Emy, la presunta ragazza di suo fratello, con un figlio di 6 anni.

La diagnosi parrebbe sindrome da cuore infranto ed è causata dallo scompenso ormonale del ragazzo, che ha un eccesso d'estrogeni.

Il team decide di praticare l'elettroshock sulla corteccia cingolata anteriore, ovvero la parte del cervello depositaria della nostra esperienza; intanto Tritter, costretto da Cuddy, va a trovare House in terapia ma non gli crede ancora, scatenando nel dottore un'evidente collera.

L'elettroshock è un palliativo che consente solo di guadagnare tempo, i sintomi rimangono: grazie ad un'angiografia vertebrale selettiva si scopre che è un meningioma spinale a causare dei falsi ricordi nel ragazzo (Emy infatti non sta con il fratello, per cui tutte le sue paure ed ansie erano causate dal tumore).

House intanto si scusa con Wilson (la guardia del programma di disintossicazione gli passa di nascosto il Vicodin); al processo Cuddy testimonierà il falso, giurando che al posto dell'ossicodone c'era un semplice placebo, sostituito da lei in via precauzionale.

Grazie infatti ad una relazione autentica fasulla dell'inventario della farmacia House deve solo passare una notte in cella per oltraggio alla corte (ha abbandonato l'aula per leggere i risultati dell'angiografia).

Dopo l'assoluzione al processo House si ritrova a dover assolvere ai suoi compiti ambulatoriali.

Stufo di fare tamponi intimi a chi diceva di avere una malattia venerea assume un falso caso per potersi liberare delle visite (arriva addirittura a pagare 50 dollari per ogni paziente che se ne va a casa).

Tra i casi secondari un uomo corre descrivendo un ovale nella hall dell'ospedale e urlando come un matto (si scoprirà che aveva uno scarafaggio nell'orecchio) e un ragazzo con un finto singhiozzo (che cercava di farsi somministrare una stimolazione anale).

Ma Cuddy scopre l'inganno e obbliga House a tornare in ospedale, in ambulatorio, proponendogli 10 dollari per ogni paziente che cura senza toccarlo (il che dà via a tutta una serie di comici episodi, che stempera la tensione dell'episodio). Tra i pazienti si presenta una ragazza, Eve, che è l'unica positiva al test per una malattia venerea, ma quando House le porge i farmaci lei ha uno scatto di ira. House capisce che la ragazza ha un altro grave problema: è stata violentata.

Eve vuole solo House come medico curante. Intanto Cuddy per punire Cameron che aveva retto il gioco ad House le assegna un senza tetto malato terminale di cancro polmonare. Eve intanto tenta il suicidio ingoiando della benzodiazepina durante il colloquio con una psicologa alla quale era stata assegnata e House è costretto a prendere il caso. Lei vuole parlare, ma non di quello che le è successo, vuole entrare in comunicazione con House che si trova spiazzato dalle domande personali di Eve.

Ma un'altra notizia arriva dalla Cuddy: Eve è incinta. House allora, per far sfogare Eve, si apre dicendole che lui da piccolo era stato punito dalla nonna che lo lasciava all'addiaccio o gli faceva fare i bagni nel ghiaccio se non rispettava la disciplina, ma Eve non gli crede e dopo una serie di discorsi sullo scopo della vita House cerca di convincere Eve ad abortire il frutto della violenza subita.

Purché lei si convincesse a parlare dello stupro House le confessa la verità: la storia era vera, ma che era suo padre a maltrattarlo lasciandogli un'esperienza traumatica. La ragazza abortisce e va in psicoterapia. Il paziente di Cameron intanto muore davanti a lei che ha dovuto assistere impotente alle sue sofferenze avendo quest'ultimo rifiutato la morfina, al solo scopo di essere ricordato da qualcuno.

Un ragazzo rom viene ricoverato in ospedale con atroci dolori al fegato.

House, dopo aver sconfitto Tritter ha un nuovo problema: il suo posto macchina personale è stato assegnato alla dottoressa Whitner, costretta su una sedia a rotelle. Dopo un incontro-scontro con la dottoressa in questione si lamenta con la Cuddy, denunciando quella che secondo lui è un'assurdità: la Whitner non ha problemi a pilotare una sedia telecomandata nei 50 metri di parcheggio, mentre lui rischierebbe di scivolare sul ghiaccio.

Alla fine House scommette che se resisterà una settimana in sedia a rotelle senza mai alzarsi la Cuddy dovrà resistituirgli il posto auto.

Il diagnosta ordina una flebografia e Foreman si interessa al caso, ammirando la curiosità del paziente e la sua esperienza in materia di medicina (arriverà addirittura ad offrirgli anche un posto come stagista retribuito -solitamente riservato a studenti universitari-), ma deve fare i conti con la natura diffidente dei suoi genitori, dettata soprattutto dalla loro cultura.

Intanto il giovane rom viene operato al fegato, ma le sue condizioni non accennano a migliorare: urina sangue e gli esplode la milza, che viene asportata.

Gli somministrano la ciclofosfamide per la Wegener ma non funziona; pensano al morbo di Crohn e vorrebbero curarlo con la FT 28, un farmaco sperimentale.

House, convinto che il problema sia nell'intestino, si alza dalla sedia per controllare di persona prima che il taglio venga richiuso, ma la sua intuizione si rivela sbagliata.

Dopo una laparoscopia scoprono il vero problema, ovvero un semplice stuzzicadenti che, dopo essere stato ingoiato, aveva provocato diversi fori nei vasi tramite spasmi e movimenti; la sua composizione legnosa assorbiva l'acqua rendendolo invisibile a TAC e radiografia.

House ha perso la sua scommessa, che fra l'altro la Cuddy non aveva intenzione di rispettare, ma gli viene comunque restituito il posto macchina vicino all'ingresso dell'ospedale.

Dr. House si ritrova davanti un singolare caso: Hanna Morgenthal (affetta da CIPA, totale insensibilità al dolore) viene ricoverata insieme alla madre per via di un grave incidente automobilistico, di cui sono rimaste vittime entrambe. Ma, a differenza della madre che viene curata ed operata chirurgicamente, Hanna non prova nessun dolore, continua a sostenere che non si è fatta niente e insiste con i medici affinché si occupino di sua madre.

House tramite un breve test mentre Foreman la medica scopre che Hanna ha la CIPA, una rarissima malattia genetica difficilmente diagnosticabile (il primo sintomo per ogni patologia è il dolore).

Nonostante Hanna ne faccia di tutti i colori (dal fingere dolore per scappare a buttarsi dal balcone della hall) rimane la carenza di vitamina B12; la soluzione arriverà durante un intervento chirurgico, dove, grazie ad una sua intuizione, House troverà ed estrarrà dall'intestino della ragazza una tenia lunga 8 metri.

La tenia infatti assorbiva tutta la vitamina B12 creando una serie di scompensi e problemi fisici.

Patrick è il nuovo paziente di House: ragazzino come tanti altri, subisce un incidente a soli 10 anni (che lo renderà autistico) e scopre all'improvviso una dote naturale per la musica, in particolare per il pianoforte.

In realtà la capacità di suonare uno strumento così complesso e l'orecchio assoluto è dovuto in gran parte al danno subito al cervello. Durante un concerto all'improvviso le dita della mano sinistra iniziano a piegarsi in modo strano con relativa paralisi.

House accetta il caso e lo sfida a suonare il pianoforte con lui; non solo riuscirà a seguirlo ma troverà anche un finale adeguato per una canzone che House scrisse al liceo.

Stupito e tormentato decide di individuare le aree del cervello attive durante la sua produzione musicale, visto che non è frutto d'apprendimento. Il team di House e Cuddy, anziché supportarlo e aiutarlo nell'elaborare la diagnosi per il caso, indagano e scoprono che House ha contattato un altro ospedale; scartata l'ipotesi del cambio lavoro subentra quella del tumore al cervello (fomentata soprattutto dal nome dello specialista con cui House ha preso contatti).

House sottovaluta la cosa e continua la ricerca della soluzione dell'enigma, tramite analisi del cervello e vari test. Da queste analisi emerge che l'emisfero cerebrale destro è sempre rimasto inattivo, l'unica funzione che svolge è quella di scatenare le convulsioni.

Le convulsioni infatti partono dall'emisfero cerebrale destro e tramite il corpo calloso si trasmettono al sinistro; la parte sinistra del cervello è in maggior parte deputata al linguaggio e al pensiero mentre la destra alle attività motorie, per cui lo stimolo ritorna nell'emisfero destro e scatena le crisi convulsive.

In caso di incidenti come quello di Patrick (ovvero in giovane età) se uno dei due emisferi rimane danneggiato il cervello attiva un meccanismo di autocompensazione, trasferendo i compiti dell'emisfero colpito a quello sano, riequilibrando le funzioni e i compiti.

Visto l'aumentare della frequenza delle crisi convulsive (una ogni cinque minuti) House decide per una soluzione drastica quanto definitiva: un'emisferectomia permetterebbe al ragazzo una vita normale senza convulsioni (e senza farmaci per inibirle) ma questo comporterebbe la perdita della capacità di suonare il pianoforte.

Il padre di Patrick è fortemente contrario e si oppone agli inizi, ritenendo che la vera felicità per il figlio sia suonare il pianoforte; ma quando lo guarda negli occhi e gli chiede se è felice il ragazzo risponde ripetendo l'ultima frase del padre, con lo sguardo nel vuoto. Alla fine firma il modulo di consenso informato autorizzando l'operazione.

Mentre nella sala operatoria il chirurgo asporta l'emisfero cerebrale destro di Patrick la dottoressa Cameron, preoccupata per le condizioni cliniche di House, lo bacerà (al fine di poter prelevare un campione di sangue).

Perciò si muove tutt'intorno ad House un grande sentimento di compassione: Chase e Cuddy lo abbracciano.

Il team di House corre a casa sua per rivelargli che non è cancro ma House non è affatto preoccupato: si scoprirà che la lastra non è sua ma di un altro paziente e che gli serviva solamente allo scopo di ottenere farmaci che gli rilasciassero un po' di piacere chimico.

Chase, Foreman e Cameron sono sconvolti, Wilson gli consiglia sistemi più sani (una cena con lui, ad esempio) ed il ragazzo autistico (come previsto) perde il dono della musica ma ora riesce ad allacciarsi la camicia da solo (cosa che gli era impossibile all'inizio dell'episodio).

La Cuddy propone ad House un paziente dell'esercito statunitense. John Kelley è un marine reduce dall'Iraq convinto di essere affetto dalla sindrome del Golfo. House è propenso a sottovalutare la gravità delle condizioni del paziente, ma quando vede la foto rimane sconvolto: l'ha visto in sogno, prima che la Cuddy lo svegliasse per fargli leggere la cartella clinica del militare.

Spossatezza, dolore alle giunture, vampate di calore: House ordina a Chase e Cameron di controllare il paziente nella stanza del sonno, ma dopo un po' si stancano e si appartano in una stanza vicina, per fare sesso dopo avere offuscato la telecamera. Foreman accorre preoccupato quando sente le urla del paziente che lamenta un odore acre: ha una vaginosi in bocca. Successivamente Foreman chiede spiegazioni ai due colleghi riguardo alla loro assenza. Ma ride ed esclude l'ipotesi di una relazione tra Chase e Cameron, proprio quando quest'ultima gli racconta di avere fatto sesso con il collega.

Intanto House ha ben altri problemi: non riesce ad urinare e ciò gli toglie il sonno e la lucidità necessaria per far chiarezza sul caso. Inoltre, ha un'ossessione: deve capire dove ha già visto quel marine, per spiegare il fatto di averlo sognato.

Dalla radiografia compaiono improvvisamente 6 tumori nel cervello ma poi scompaiono in sala operatoria: il mistero s'infittisce ma non può esser sbagliata la radiografia dei Veterani, c'è una micro-vite al titanio che conferma che il cervello è lo stesso.

I sintomi continuano ad abbondare: paralisi ascendente prima le gambe, udito e stomaco. Foreman parte di sua iniziativa e inizia la cura per l'uranio impoverito, ma il paziente peggiora ulteriormente.

House ritorna in ospedale (dopo un sogno chiarificatore) con una diagnosi: teleangectasia emorragica ereditaria, una malattia genetica che fonde i capillari con le vene (impossibile da riconoscere di primo acchito, il primo sintomo è una comune epistassi), mentre la paralisi è stata scatenata dalla formazione di acido vanilmandelico intorno alla colonna vertebrale; con una radiografia ai vasi sanguigni e due interventi chirurgici il militare tornerà in forma.

Da piccolo il ragazzo aveva rash ed epistassi frequenti che vengono di solito associati a piccoli traumi o al clima secco anziché come indizi di una rara malattia genetica.

Una volta risolto il caso ritorna la normalità. House risolve i suoi problemi urinari e ricorda finalmente dove aveva già visto quel marine: era il ragazzo che, anni prima, sbaciucchiava la Cuddy durante una festa. Inoltre dalle parole che House e la Cuddy si scambiano in seguito si capisce che i due (House e Cuddy) sono andati a letto insieme e che ad House piace la Cuddy e viceversa. Nell'ultima scena, House, avendo intuito le intenzioni dei due assistenti, scopre Chase e Cameron appartati dentro uno sgabuzzino, dentro al quale entra con la scusa di essere alla ricerca di un cestino della spazzatura, ma richiude la porta e si allontana senza alcun commento (seppure accennando un sorriso beffardo).

Nuovo giorno, nuovo caso: Emma, una nota fotografa 40enne incinta, viene colpita da un'ictus durante la realizzazione di un servizio, annunciandola addirittura prima che avvenga con una sigla (FAST: Faccia, Arti superiori, Suono e Tempo) che indica una tensione rilassamento dei muscoli facciali (smorfie), debolezza degli arti superiori, balbuzie e il ridotto tempo prima di collassare a terra.

Si scopre che la donna ha fatto un'inseminazione artificiale con la donazione di un suo amico gay: il caso suscita subito l'interesse vivo della Cuddy, in quanto si rispecchia in quella donna.

Al Princeton Plainsboro Hospital le viene diagnosticato anche un'insufficienza renale. La prima diagnosi si basa su 6 infezioni da streptococco non curate in modo adeguato presenti nella gola della paziente, che potrebbero aver portato a febbre reumatica e stenosi mitralica.

Dalla TAC si scopre una calcificazione che ha inspessito la valvola mitralica, probabile causa dell'ictus.

Nonostante l'intervento (sotto la supervisione di Cuddy) i reni stanno ancora cedendo; le diagnosi differenziali portano in direzioni molto diverse tra loro. Chase pensa ad una preclampsia, Cameron che sia colpa del feto, Foreman ad una sepsi o ad una affezione HUS-TTP.

Appurato che il corpo della donna funziona ed il problema è nel feto, House propone la sindrome di Ballantyne e vuole indurre una paralisi al feto in modo da poter ottenere una radiografia attendibile; Cuddy lo assisterà nell'operazione.

Dai risultati emerge una vescica grande quattro volte rispetto alla norma che schiaccia tutti gli altri organi, compresi i polmoni; serviranno tre prelievi d'urina per capire se i reni del feto sono danneggiati o meno.

House riassume (costretto dalla Cuddy) la responsabilità del caso e Cameron inserisce uno shunt nella donna, ma gli occhi della paziente diventano gialli; sta subendo un grave ittero, il fegato sta cedendo... House elabora la diagnosi della CID e sta pensando quindi di anticipare il parto, anche a rischio della vita del feto.

Cuddy non si arrende e cerca altri indizi che la possano aiutare sul caso: ordina una biopsia epatica transgiugulare, così se il fegato dovesse sanguinare lo farebbe direttamente nelle vene (tentativo inutile, visto che la donna inizia un travaglio pre-termine ancora prima che possano prelevare un campione di tessuto).

Cuddy continua ad accanirsi sul caso e aumenta in modo esponenziale le somministrazioni di corticosteroidi che, abbinati ai tocolitici somministrati alla donna per bloccare le contrazioni pre-parto, potrebbero (oltre che causare danni surrenali) portarla addirittura ad un'edema polmonare.

Ma Cuddy è determinata e nessuno osa fermarla; peccato che già durante l'iniezione la donna raggiunga l'edema polmonare, con Wilson che la richiama e le fa notare che i polmoni della madre stanno collassando prima che il bambino possa sviluppare i propri.

La Cuddy riprende i corticosteroidi, così il bambino riesce così ad arrivare ad una dimensione polmonare minima per le analisi e, dopo un consulto con House che nel frattempo era tornato a casa, viene deciso un intervento esplorativo.

Durante l'intervento la mano minuscola del bambino accarezzerà quella di House, lasciandolo immobile, senza parole, per alcuni secondi. Il chirurgo nota tre lesioni ben definite da resecare (ACCP) ma il cuore della paziente si ferma: la Cuddy usa per ben due volte il defibrillatore senza risultato; House crede che sia asistolia e sta per recidere il cordone ombelicale, ma la Cuddy lo minaccia con la scossa elettrica del defibrillatore ed insiste altre due volte, convinta che sia solo fibrillazione. Alla quarta il cuore riprende il suo battito regolare, dando ragione a Cuddy, ma con un grosso rischio per madre e bambino nel caso si fosse sbagliata.

Riescono così a salvare sia la madre che il bambino; Cuddy regala un biglietto aereo ad House per l'isola di Vancouver ma, una volta a casa, lo strappa, stacca il telefono e si piazza davanti alla TV.

Due casi in contemporanea, uno svolto da House su un aereo e l'altro dall'amico Wilson.

Il primo caso che vediamo è quello di Wilson: una donna 58enne riceve la visita di un'accompagnatrice di lusso per un po' di svago ma, mentre le sta allugando 1.000 dollari crolla sul pavimento svenuta. All'ospedale si scoprirà un tatuaggio recente; parlandole confessa pian piano la sua ultima pazzia (ovvero un viaggio alle Caracas) dove tra mescalina, cocaina e sesso occasionale non lesina certo un ampio raggio di possibili infezioni.

Ha la chinetosi curata con cerotti per il mal d'auto; Chase e Cameron ispezionano la casa ma, tranne un gatto senza appetito (la ciotola era piena), non trovano nulla e approfittano della camera da letto.

Wilson pensa al tumore al seno che potrebbe esser stato alleviato dai farmaci anticolinergici che la donna assume per la chinetosi.

Durante un test per la vista arriva una cecità neurologica all'occhio destro, per cui Wilson esclude il cancro al seno; Chase ha un'intuizione (scopre che nè il gatto nè la paziente mangiano da giorni) e scopre che la casa del vicino era stata chiusa per intossicazione da gas (bromuro metilico).

In precedenza le due case erano comunicanti, per cui il mistero è presto risolto e la paziente può tornare a casa dopo pochi giorni.

House invece è su un aereo di ritorno con Cuddy da una premiazione dell'OMS e si ritrova un ragazzo che vomita a causa del troppo alcool e presenta febbre e rash lombari; in seguito Cuddy elaborerà una diagnosi da meningococco o Neisseria meningitidis (meningite batterica).

Dal menù (spigola per la prima classe e kebab di mare per l'economica) House pensa ad un'intossicazione provocata da una ciguatossina contenuta nella spigola.

All'improvviso anche Cuddy avverte gli stessi sintomi: vomito, rash e fotofobia. House preleva tutti i farmaci dei pazienti e, tramite un falso annuncio, elenca tutti i sintomi della meningite batterica; tutti si sentono male avvertendo gli stessi sintomi, mentre per il ragazzo pensa all'atassia.

House trova così la diagnosi per i passeggeri: isteria di massa, che ha comportato l'emulazione da parte degli altri dei sintomi del ragazzo.

Il ragazzo però continua a star male, ha una paralisi focale degli arti: House pensa che abbia assunto della cocaina tramite un preservativo e improvvisa una sala chirurgica ma scopre che, tramite la pressione sulle giunture il dolore è alleviato.

Grazie a questo sintomo e ad una tessera da sub con relativo scontrino del noleggio dell'attrezzatura la soluzione arriva da sè.

A causa di un'immersione condotta con leggerezza il ragazzo è risalito con troppa velocità, causandosi un embolo accentuato dalla pressurizzazione dell'aereo sui 2.440 m e iniziando a star male seriamente a 10.668 m d'altitudine.

House ordina all'hostess di far scendere il capitano sotto i 1.524 m d'altitudine e di fornirgli una bombola d'ossigeno al fine di aumentare la pressione e risolvere il problema.

Chase vuole qualcosa di più dal rapporto con Cameron, ma lei lo liquida definendo i loro rapporti solo un gioco e mettendo così la parola fine al loro passatempo preferito.

Jasper, 8 anni, ha un'emorragia nasale ma sua sorella Lucy di soli 6 anni ha un ictus: ricovero d'urgenza al Princeton Plainsboro Hospital.

Il bimbo sta bene ma la bambina ha il sangue denso (con troppi globuli rossi) e cercano di fluidificarlo, anche se all'improvviso sorge la diplopia.

Jasper regala dei fiori a Cameron scroccandole un bacio sulla guancia e facendo innervosire Chase, che discuterà di questo in seguito con la sua ex-ragazza.

Chase e Cameron perquisiscono la camera della bimba e trovano una maglietta insanguinata: subito pensano ad abusi sessuali da parte del padre, tesi confermata da tagli superficiali nell'area vaginale. Foreman rimane diffidente e analizza meglio il sangue, scoprendo che contiene cellule endometriali; è sangue mestruale dovuto ad un eccesso ormonale.

Si scoprirà che i tagli se li procurava da sola nel tentativo di radersi i propri peli pubici con il rasoio del padre; per spiegare questa pubertà fulminante i medici pensano ad un tumore all'ipotalamo (che in realtà si rivela poi essere una ciste benigna).

Jasper prima tocca il sedere di Cameron e poi aggredisce mordendo ad un braccio Chase, mentre il medico stava discutendo con Cameron; questo indizio porta il team a compiere degli esami, scoprendo che il bimbo ha un livello di testoterone elevato rispetto alla norma (sono orfani entrambi, la madre è morta di tumore); cercano la sua cartella per capire i sintomi dei figli.

La bimba ha forti dolori all'addome (una ciste al pancreas) Cameron pensa ad un'adenoma ipofisario.

House non si dà pace e va all'asilo; intuisce una relazione tra la giovane insegnante e il padre dei bambini e scopre che l'uomo utilizza una crema a base di testosterone al fine di migliorare le sue prestazioni sessuali. Il corpo umano elimina il 30% delle scorie dalla pelle e così, il padre, abbracciando i suoi pargoli, trasmetteva a loro una dose di ormoni di gran lunga superiore rispetto ai livelli normali infantili. Quindi basta che il padre rinunci alla crema magica per ridare ai figli la loro infanzia.

Chase fa pace con Cameron regalandole i suoi fiori preferiti e lei confessa la sua paura di una storia seria.

Una bella ragazza si ritrova per strada a partecipare al gioco delle 3 carte (dove lo scopo è quello di individuare la carta che nasconde la regina), come complice del ragazzo che conduceva il gioco.

Dopo due puntate fortunate alla terza non sa più quale carta scegliere e crolla svenuta a terra: mentre il ragazzo fugge con i soldi, viene ricoverata al Princeton Hospital con sintomi riconducibili all'abuso di droga (confermata da una pipa da crack trovata a casa sua, in realtà appartenente all'ex ragazzo).

In realtà si tratta di abulia, un'incapacità temporanea di prendere decisioni con la propria volontà, provocata da un attacco ischemico transitorio (ictus).

Foreman, che nel frattempo ha ricevuto la visita dei genitori (la madre soffre di Alzheimer) accoglie la paziente con diffidenza e sospetto, vedendo quasi in lei, una disoccupata con poche prospettive, ciò che lui era stato prima di scegliere la strada della medicina.

Nel frattempo, fra Wilson e la Cuddy, sembra esserci qualcosa di più di semplice amicizia.

House è geloso di questo (inoltre deve ospitare il cane di Wilson) e finge di voler acquistare una casa per poter metter sotto torchio la seconda ex moglie di Wilson, scoprendo vari dettagli privati di Wilson - dal corteggiamento alla vita sessuale -.

Intanto le condizioni della ragazza ricoverata peggiorano: le ipotesi di tumore e infezioni vengono scartate, fino a che Chase e Cameron concordano sul fatto che potrebbe trattarsi di una malattia autoimmune, in cui i linfociti attaccano l'organismo, mentre Foreman pensa che sia un tumore. La soluzione proposta da Foreman per curare entrambi è la radioterapia. La prova dei fatti, però, fornisce una sconcertante verità: si trattava davvero di un'infezione dovuta ad un graffio, e ora che il sistema immunitario è stato annullato per la paziente non c'è più nulla da fare.

Foreman si sente terribilmente in colpa, sia per aver accettato l'uso delle radiazioni sia per il comportamento tenuto con la paziente. Le rivela quindi di come, in passato, avesse condotto una vita difficile, fatta di furti e arresti. Alla fine ottiene il perdono e la comprensione della paziente, alla quale resta al fianco fino alla morte.

House in seguito scoprirà che la colpa dell'infezione era il gancio del reggiseno che, graffiando la schiena della ragazza, le ha scatenato un'infezione da Stafilococco aureo; tutte le varie ripercussioni, però, sono state scatenate dalle scelte sbagliate del team.

Wilson prepara il suo paziente di 14 anni malato di leucemia, Nick, per un trapianto di midollo osseo dal suo fratello più piccolo, Matty, che rappresenta l’ultima speranza. Dato che il sistema immunitario di Nick è completamente annientato dalla chemioterapia, Wilson è estremamente cauto nel mantenerlo in salute prima del trapianto; quando Matty starnutisce durante una visita a suo fratello prima dell’intervento, Wilson capisce che Matty non sta abbastanza bene per donare.

House e la squadra lottano contro il tempo per scoprire cosa sta facendo ammalare Matty in maniera da curarlo rapidamente e permettergli di donare midollo osseo sano e non infetto al fratello che sta morendo. Senza altri donatori compatibili disponibili, la squadra sa che Matty è la loro migliore occasione per salvare la vita di Nick, poiché dare a Nick midollo osseo da un donatore parzialmente compatibile (4 su 6) potrebbe portare a una morte atroce se il corpo di Nick lo rigettasse. House decide che devono far ammalare Matty di proposito e usare i sintomi che si svilupperanno come metodo per restringere il campo delle diagnosi.

House rovina a terra a causa del bastone morsicato da Hector e decide di acquistarne uno nuovo che rispecchia decisamente il suo stile: dopo averne visionato uno col pene di toro e un altro col teschio d'argento (che lui stesso definirà come adatto a Marilyn Manson in una casa di riposo), opta per un modello semplice nero ma con le fiamme rosse e gialle che ardono dal fondo del bastone.

Mentre le condizioni di entrambi i fratelli peggiorano e Nick ha solo pochi giorni di vita, la squadra deve diagnosticare e curare la malattia di Matty prima che sia troppo tardi per entrambi i fratelli. Intanto, Foreman è perseguitato dal suo errore che ha ucciso una paziente solo una settimana prima, e House si augura solo di incorrere in una simile sfortuna riguardo Hector (il cane di Wilson).

Mentre questo simpatico amico a 4 zampe rovina la vita di House distruggendogli tutte le cose più care (dai dischi in vinile alle scarpe, rosicchiandogli bastone e libri, arrivando a stordirsi col Vicodin), Foreman ferma il contagio dell'altro fratello: ha scoperto la malattia (istoplasmosi), una comune infezione da fungo contratta dalla terra quando è contaminata dalle feci dei polli, curabile con l'anfotericina.

Una volta individuata fa un prelievo di midollo senza anestetico, causando in Matty atroci sofferenze, ma riuscendo così a salvare la vita di entrambi; nonostante l'ottimo risultato, Foreman non è contento del metodo utilizzato e comunica ad House che presto se ne andrà.

Il cane Hector tornerà alla seconda ex-moglie di Wilson (è riuscita a far accettare gli animali in condominio), anche se zoppo (come dice House incidenti che capitano) e abituato a prendere il Vicodin al volo; una sorta di House scodinzolante.

Una ragazza che pratica karate inizia a vomitare sangue durante un allenamento senza ricever nessun colpo. House non rimane scosso dalle dimissioni di Foreman mentre i colleghi cercano di convincerlo a rimanere.

Il team inizia a sfornare diagnosi sulla paziente: Chase pensa ad un problema cardiaco (cuore iperdinamico) ed esegue su ordine di House un ecocardio sotto stress alla donna.

Durante l'esame clinico Chase indaga sulle motivazioni di Foreman per dimettersi e scopre che il collega, oltre a trovarlo antipatico, si vergogna del motivo della sua scelta; la ragazza, intanto, ha la pelle d'oca anche senza aver freddo.

Foreman esclude la causa neurologica: House concorda e ordina una biopsia polmonare per scoprire di che tipo d'infezione si tratta.

Wilson sbadiglia e House è convinto che sia un sintomo (non causato dai neuroni specchio ma vasovagale): ordina al farmacista 3 pillole da 10 mg di anfetamine da nascondere nel caffè dell'amico.

La ragazza soffre di diarrea causata dalla cura finora sottoposta e dalla biopsia non emergono risultati: emerge un nuovo sintomo ovvero un'improvvisa insufficienza respiratoria -un versamento pleurico trasudatizio con tracce di sangue nei polmoni-.

House decide di raddoppiare la cura antibiotica e ordina un'arteriografia per analizzare meglio i polmoni.

Nell'ambulatorio pubblico un uomo con la sua fidanzata Honey (entrambi vegani, Honey è una nutrizionista) si lamenta in quanto le sue feci galleggiano: House senza nemmeno visitarlo deduce che la causa di ciò siano le fughe furtive che l'uomo fa (all'insaputa della compagna) per rimpinzarsi d'hamburger (il galleggiamento è dato dal grasso contenuto nella carne).

Mentre l'uomo si lamenta della qualità delle cotolette di soia House ci prova con la giovane fidanzata, girando abilmente le parole da lei stessa pronunciate e facendole combaciare al suo profilo; la ragazza 26enne consegnerà ad House una domanda d'assunzione (il geniale dottore la impiegherebbe al posto del neurologo Foreman).

L'arteriografia non evidenzia anomalie, House pensa ad una carenza vitaminica; Chase pensa ad un deficit del fattore H del complemento (che comporta varie infezioni fino al decesso).

Mentre Chase infila una siringa nell'occhio della paziente, House sminuzza in un mortaio le 3 pillole anfetaminiche (SPEED) e le scioglie nel caffè destinato a Wilson, con la scusa di sdebitarsi dei vari caffè che gli ha offerto l'amico oncologo.

Il team porta buone nuove: nessun deficit del fattore H, per cui Foreman decide per una risonanza cerebrale mentre House rimane convinto della tesi dell'infezione batterica.

Durante l'esame Foreman indaga sul perché Cameron non sia curiosa delle sue dimissioni ma la ragazza inizia ad urlare avvertendo un forte dolore alla testa: sul retro della nuca si intravede una parte del cervello con perdita di sangue (necrosi tessutale massiva).

House pensa ad infezioni multiple alternate, mentre Cameron le esclude per la mancanza di pus; Chase propone una malattia autoimmune subito scartata da House a causa del versamento pleurico trasudatizio precedente.

Chase somministra steroidi alla ragazza e Cameron è vigile con il defibrillatore acceso in caso di arresto cardiaco.

Wilson è iperattivo, parla molto velocemente dimenticandosi anche alcuni termini specifici, ha tic spastici, il cuore che raggiunge i 185 battiti di massima; infuriato e fuori di sè va a casa di House dove viene curato con una pillola di Vicodin; prima però scopre che Wilson fa uso di antidepressivi.

Il sonno di House viene interrotto da Cameron che si introduce a casa sua: Chase aveva torto, la ragazza ha un blocco renale (confermando l'ipotesi di House di un'infezione o del deficit di una proteina).

Il cuore della paziente va in fibrillazione ventricolare e Foreman fa un discorso ad House, dove emergono gli attriti tra i due medici e dove Foreman confessa di non voler diventare una copia del suo capo: House parla alla ragazza e alla famiglia, annunciando la morte entro 2 giorni, a causa del deficit proteico (ma non riesce a completare le sue spiegazioni, viene interrotto prima).

House sorride involontariamente e scopre che Wilson gli ha drogato il caffè con un antidepressivo; il dialogo tra i due accende nel medico la scintilla per la risoluzione del caso.

La sentenza è tanto incredibile quanto impietosa.

La paziente, depressa, ha ingoiato del detergente da cucina in capsule per medicinali. La cicatrizzazione intestinale ha reso comunicanti una vena con un'arteria, diffondendo ben presto i batteri in tutto l'organismo.

Niente di irrimediabile per fortuna: chirurgicamente si può eliminare il ponte tra vena e arteria ma la parte più onerosa e difficile sarà la psicoterapia a cui la ragazza dovrà sottoporsi per eliminare ulteriori tentativi suicidi.

La ragazza non è mai stata felice e supplica piangendo House di non dire nulla ai genitori (in realtà il dottore se ne frega del segreto deontologico e rivela le turbe psichiche alla famiglia).

Cuddy tenta un ultimo tentativo per evitare il licenziamento di Foreman mentre House parla con la nutrizionista in un pub; dopo aver messo a nudo tutti i suoi difetti si ritrova a bere un tè alla menta (che peraltro odia) e a scoprire che la ragazza ha ragione (se si droga, va a donne e salva vite umane perché è infelice?), rimanendo spiazzato.

Un ragazzo arrogante (ben 17 risse nell'ultimo anno) durante una partita a scacchi diventa aggressivo e si scaglia contro il suo avversario colpendolo ripetutamente con il timer di legno.

Il ragazzo, abbastanza sboccato e dal commento facile, suscita la simpatia di House per il semplice fatto che Chase lo odia. Schermaglie a parte vengono partorite varie teorie: Foreman tumore all'ipofisi House propende per una cefalea a grappolo, mascherata dall'ibuprofene del pronto soccorso che avrebbe ridotto il gonfiore oculare; si parte quindi con una stimolazione magnetica transacranica e anticoagulanti.

Studente del primo anno a Chase, gay a Foreman... il ragazzo non elemosina giudizi a nessuno (Chase pur di liberarsene è disposto a pagare 50 dollari per non occuparsene) ma viene considerato intoccabile; la sua sfacciataggine compare come un sintomo neurologico.

Il ragazzo verrà curato da House con un fungo allucinogeno (xpirocibina) per la cefalea, con possibile effetto collaterale psicosi sotto forma di paranoia e arresto cardiaco; Cuddy acconsente ma solo 10 mg sotto stretta osservazione.

In un eccesso di esibizionismo si scopre che il ragazzo soffre di ipogonadismo: la biopsia all'ipofisi non viene eseguita in quanto il paziente sviene a causa del collasso del fegato (funziona solo al 20%).

House pensa che il ragazzo non riesca a metabolizzare l'azoto quindi lo sottopone al test dell'hamburger; nel mentre Cuddy propone a Foreman la direzione di un reparto autonomo con stipendio raddoppiato ma il medico non accetta, sfiduciato.

Il ragazzo rifiuta la dieta ma Chase è molto determinato, tanto da minacciare la camicia di forza; Cuddy mette sotto interrogatorio Wilson perché pensa che sia stato lui a sabotare il colloquio di Foreman.

Il fegato converte l'ammoniaca in urea (nessuna anomalia quindi): House ordina il digiuno ma il ragazzo ha una crisi psicotica mosso dalla fame; nonostante la sua continua strafottenza inizia ad urinare sangue, a causa dell'insufficienza renale (dovrà ricorrere alla dialisi vita natural durante).

Foreman intanto è impegnato nello scoprire chi sta sabotando i suoi colloqui di lavoro (una catena di Sant Antonio che parte dalla Cuddy e si chiude con House): viene disdetto a sua insaputa un colloquio al New York Mercy.

Chase pensa ad una malattia genetica (sindrome di Kelligs-Miller), House dà dell'adrenalina al ragazzo e lo obbliga ad una partita a scacchi, al fine di metterlo sotto stress; il ragazzo mette House alle corde ma ha una crisi convulsiva che il geniale dottore cura con 4 mg di Lorazepam.

Mentre House si strugge per cercare una soluzione sulla scacchiera la Kelligs-Miller viene scartata in seguito alla crisi convulsiva: Foreman avanza la tesi dell'amiloidosi, scartata da Chase in quanto non provoca alterazioni caratteriali.

Immunosoppressori, un donatore di midollo osseo e qualche biopsia diventa la nuova strategia di caccia per trovare la malattia; House inizia a considerare il carattere come originario e non alterato chimicamente (quindi non è più un sintomo), nonostante questo vada contro le idee di Foreman.

Durante uno scambio d'idee con Chase su come trattare con Foreman, House pensa a come il ragazzo afferra gli scacchi; si rende conto di una malformazione ossea del pollice, causata dal fatto che il suo organismo non metabolizza il ferro (emocromatosi).

Il genio degli scacchi dovrà inoltre sottoporsi vita natural durante alla dialisi per filtrare il sangue in modo corretto. Il carattere scontroso ed arrogante (prima attribuito all'amiloidosi) invece è una caratteristica personale non influenzata da fattori chimici.

House perde tutta la simpatia per la giovane peste dandogli apertamente dello stronzo quando scopre che (in una partita giocata per metterlo sotto stress) il ragazzo ha fatto credere al medico di non avere alternative e di dare forfait in quanto aveva già perso la sfida. La soluzione in realtà c'era eccome (House gli snocciola diverse alternative) e il ragazzo si vanta del bluff per guadagnarsi la vittoria.

Una squadra di salvataggio in elicottero (durante una tempesta) tenta il recupero in mare di due giovani sposi cubani. Il marito oppone molte resistenze ed insiste per farsi caricare con la valigia (che conteneva la cartella medica della moglie, malata); il sommozzatore, dopo averlo stordito con un paio di bevute d'acqua marina, riesce a trarlo in salvo.

Appena sull'elicottero si assicura della salute della consorte e chiede urgentemente di vedere House, il Dr. House...

La moglie, molto religiosa ed in costante preghiera, viene passata ai raggi X da Cameron e racconta la storia alla dottoressa. Partiti su una barca a motore, volevano raggiungere House in modo che la potesse vedere e curare (il guasto meccanico e la tempesta hanno complicato il viaggio, mettendo in grave pericolo la vita d'entrambi).

Il marito (sempre ossessionato dal fatto che House la veda e la visiti) viene visitato da Chase per scrupolo (House vuole avere un gruppo di controllo per vedere la reale patologia della moglie), anche se al momento riporta soltanto un po' di disidratazione.

Foreman pensa che la moglie (ed eventualmente anche il marito) sia affetta da sclerosi multipla e vorrebbe metterla sotto interferone ma Chase obietta sul fatto che due coniugi abbiano la stessa malattia: House non si oppone e lo lascia libero d'agire, suscitando l'indignazione di Chase.

Foreman però, mentre applica la cura, crea un danno alle ossa della paziente: House ordina una PET perché pensa che sia il cancro la causa di ciò; in attesa dei risultati licenzia Chase, adducendo la scusa del cambiamento: subito si ritrova Cameron, Foreman, Cuddy e Wilson contro, ognuno di loro con validi motivi per impedire il licenziamento del medico australiano.

Chase, ligio al dovere, chiamato da House per scoprire i risultati della PET (cosa che, nonostante l'esorbitante numero di medici affollante il suo ufficio, nessuno ha fatto) comunica lo stesso il risultato: trombosi al braccio.

Foreman fa un'angiografia per capire meglio di cosa si tratta (ma prima lascia il numero di casa privato di House al marito, che -come prevedibile- lo assilla di telefonate) mentre Cameron se la prende con lui in quanto lo ritiene la causa dell'estromissione di Chase.

House, stanco delle telefonate, rinuncia al sonno e piomba in ospedale, la ragazza va in tachicardia ventricolare e qui avviene il vero miracolo: non si sente il battito del polso ma continua a parlare!

House (incredulo) la incita a tossire per far affluire il sangue al cervello, mentre Cameron pompa l'aria con un ambu e Foreman le pratica un massaggio cardiaco; il geniale dottore ferma per il momento l'applicazione di un bypass per evitare che il trombo arrivi al cervello, ma dopo tre ore è la stessa Cuddy ad ordinarglielo, fulminandolo con lo sguardo.

Intanto il marito trova lo studio di House e lo rimprovera del fatto di non visitare i pazienti per diagnosticare i loro malesseri.

House prendendo il marito in parola e va a controllare la situazione, osservando da vicino il cuore della donna sotto intervento; lo fa alzare e girare per registrare eventuali anomalie, chiede al chirurgo di farlo ripartire con il defibrillatore ma dopo sei tentativi vani il medico abbandona il campo e la mette sotto bypass per salutare il consorte.

Cameron abbraccia Foreman per salutarlo e gli regala la prova del furto intellettuale che le fece tempo fa (il caso della bambina spenta e poi fatta ripartire); House sdegna la scena e lascia la serata libera ai suoi collaboratori, non arrendendosi al fatto di dover dire al marito che può staccare la spina. Cameron intanto consola Chase al pub, per nulla abbattuto, anzi quasi sollevato da questa possibilità di cambiamento.

Cuddy esorta House a mollare e a confessare al marito la verità: House lo trova nella cappella dell'ospedale (lui è ateo ma prega per la promessa fatta alla moglie di fare tutto il possibile) disperato in lacrime.

Con grande professionalità e serietà adempie al suo compito ma, una volta fermata la macchina, il marito sente il battito e prende la mano di House per condividere la scoperta: accende i macchinari e il battito è perfettamente nella norma, la ragazza addirittura si sveglia e pronuncia il nome del marito!

L'uomo grida al miracolo divino, ma House invece emette uno sguardo tra lo stupefatto e lo sdegnato rivolto verso il cielo e braccia allargate (che ridiventerà nella scena dopo uno sguardo indignato: "Un cuore sano non si ferma senza motivo e un cuore fermo non riparte senza motivo!").

Foreman conferma la stabilità della ragazza senza bypass e House, in eterna lotta con il divino (adora la logica), ha l'intuizione geniale: E se fosse un errore divino?, ovvero un difetto congenito ad un'arteria che la rende soggetta ad infiammazioni.

Il marito (ovviamente) è molto restio a rimettere sua moglie sotto quello stesso esame che prima le aveva fermato il cuore: House in tono perentorio gli ricorda le difficoltà che ha affrontato per vederlo e gli chiede se affida la vita della sua compagna a lui o a Dio.

House questa volta esegue egli stesso l'esame angiografico, rivelando un terzo ostio che non dovrebbe esserci (ed è la causa scatenante di trombosi, infiammazioni e via dicendo): un piccolo intervento e tutto verrà risolto (anche se la donna ringrazia Dio, scatenando il fastidio di House).

Cameron si presenta a casa di Chase per recuperare la loro storia mentre House arriva all'atto estremo: mentre prepara e mangia un toast con burro di arachidi in compagnia di Wilson confessa a Foreman che è il migliore e che sostiene tutto il gruppo.

Foreman, sprezzante, rinfaccia ad House la sua felicità temporanea ed effimera data dal risolvere un enigma alla volta, mentre lui invece preferisce salvare vite umane; House intuisce il lesionismo provocato dallo strascico dell'addio del dottore per tre settimane e lo offende dandogli dell'egoista bastardo.

House, rafforzando il suo cinismo e vedendo che il suo meglio non è servito, s'indurisce ancora di più ma riceve un'altra batosta: Cameron rassegna le sue dimissioni ringraziandolo della bella esperienza e sperando che ci rida sopra.

Senza più un team osserva la sua paziente bevendo rhum e fumando il sigaro con il marito; non sa definire questa situazione d'abbandono e, una volta giunto a casa, inaugura la sua nuova chitarra acustica (giusto per restare in tema di cambiamenti, come lo aveva poco prima rimproverato Wilson di usare la stessa chitarra dai tempi liceali).

Per la parte superiore



Episodi di Grey's Anatomy (prima stagione)

Voce principale: Grey's Anatomy.

Questa voce contiene riassunti, dettagli e crediti dei registi e degli sceneggiatori della prima stagione della serie TV Grey's Anatomy. Negli Stati Uniti è stata trasmessa per la prima volta il 27 marzo 2005 e si è conclusa il 22 maggio 2005, mentre in Italia è stata trasmessa in prima visione dal 6 settembre 2005 al 1 novembre 2005 sul canale Fox Life e su Italia 1 dal 15 dicembre 2005 al 4 gennaio 2006.

La prima stagione si è conclusa praticamente con il nono episodio, anche se avrebbe dovuto comprendere i successivi 4 episodi inglobati dalla ABC (anche da Fox Life e Italia 1) con la seconda stagione, che per questo è composta da 27 episodi (23+4).

La prima puntata si apre con Meredith Grey che si sveglia sul salotto della casa di sua madre, in compagnia di un uomo con cui ha passato la notte ma di cui non conosce ancora il nome. Arrivata all'ospedale, il primario Richard Webber presenta ai nuovi specializzandi la sala operatoria, dando loro il benvenuto. Insieme a Isobel Izzie Stevens, ex modella, George O'Malley, un ragazzo con poca autostima, e Cristina Yang, arrogante ma da subito amica di Meredith, la dottoressa Grey affronterà le tensioni del loro primo turno di quarantotto ore, conoscendo i dottori Preston Burke, famosissimo cardiochirurgo, e Derek Shepherd, brillante neurochirugo, che risulterà essere lo stesso uomo che ha passato la notte con Meredith Grey.

Al Seattle Grace Hospital arriva una ragazza che ha subito una violenza sessuale e che ha strappato a morsi il pene dell'aggressore. Meredith rimane sconvolta quando nota che Allison, la vittima, portava le sue stesse scarpe. Izzie, nel frattempo, sta al Pronto Soccorso a fare suture, e si imbatte in una signora cinese che cerca di convincerla ad aiutare sua figlia. George è in rianimazione, ma perde ben cinque pazienti che lo mettono a dura prova. Alex Karev, un arrogante ragazzo, viene assegnato alla Bailey, che a sua volta lo assegna a Cristina; i due dovranno ricevere baci e abbracci dai familiari dei pazienti per le buone notizie che portano.

La gara di ciclisti illegale tenuta a Seattle, comunemente chiamata Dead Baby Bike, ha inizio e al Seattle Grace Hospital arrivano una marea di pazienti. Izzie e Cristina si occupano di una vittima della gara, un uomo cerebralmente morto che tuttavia è un potenziale donatore di organi e il cui fegato può salvare il paziente di George. Meredith si occupa di un ragazzo che, dopo essersi fatto togliere dei fili di ferro dalla pancia senza esami, torna con un enorme gonfiore; e nel frattempo comincia a cedere alle richieste di un appuntamento con Derek. Alex, invece, viene offeso apertamente dalla Bailey.

Izzie e Meredith offendono la virilità di George ordinandogli di comprare assorbenti e girando in giro per la casa in mutande. In ospedale Meredith e Derek devono occuparsi di un uomo che si è accidentalmente conficcato sette chiodi in testa, Izzie si scontra con Alex e riceve pressioni da un paziente per aver posato per una rivista di moda. Cristina invece deve occuparsi di un'ex infermiera che lavorava al Seattle Grace con la madre di Meredith. Sarà quest'ultima a fare la diagnosi. Inoltre Meredith accetta un appuntamento con Derek per una colazione.

Meredith, durante un'operazione dove può tenere un cuore in mano, si assopisce leggermente e scopre di aver bucato un guanto con l'unghia; di conseguenza teme di aver lacerato il tessuto cardiaco. Quando improvvisamente il cuore della paziente cede, Meredith confessa tutto davanti a Burke e al marito della donna, scatenando l'inferno. George ha in cura una donna che presenta dolori addominali e che si scoprirà avere una pezza dimenticata durante l'ultima operazione. Alex e Derek si occupano invece di un tossicomane e Izzie cerca di andare alla festa organizzata per l'arrivo del fidanzato. E la Bailey scopre qualcosa..

Ora che Bailey sa della relazione tra Derek e Meredith, fa di tutto per evitare che Derek la favorisca all'interno dell'ospedale. Nel frattempo Alex, che si comporta in modo strano, e molti altri chirurghi hanno a che fare con Annie una donna che porta in grembo un tumore di 25 chili. Izzie a causa della negligenza di Alex si trova costretta ad affrontare da sola numerose situazioni critiche, mentre Derek e Meredith riescono a convincere un paziente con il Parkinson a farsi operare al cervello.

George e Izzie scoprono la storia tra Derek e Meredith perché vedono Derek mentre esce da casa loro di mattina presto, dopo aver passato una notte "rumorosa e movimentata" con Meredith. In ospedale Alex si occupa insieme a Burke di un pazzo che si è fatto sparare da un amico per divertimento. Meredith si occupa di una ragazza che ha effettuato un'operazione clandestina. George lavora con Derek al caso di una bimba di pochi anni a cui deve essere rimosso metà del cervello. Accorgendosi che l'anestesista ha il fiato che sapeva di alcool, George chiede spiegazione davanti a tutti, ma viene cacciato dall'operazione da Derek. Solo in un secondo momento, Derek capisce che George aveva ragione e gli chiede scusa.

Meredith è frustrata: vuole sapere di più sulla vita di Derek, sui suoi gusti, amicizie, su dove vive. Anche Izzie è nervosa: non riesce a ricordare un determinato ingrediente per una ricetta. In ospedale un'ebrea ortodossa necessita di una nuova valvola; i dottori Burke e Karev propongono una valvola suina, ma la paziente si rifiuta. Sarà Alex a trovare la soluzione. Cristina, che nel frattempo ha scoperto di aspettare un bambino, viene affidata ad un sensitivo, ma farà cambio con Izzie per occuparsi di una donna con il cancro al seno... e che è incinta.

George ha la sifilide. L'ha presa dalla sua nuova fidanzata, Olivia. E i due non sono i soli, visto che anche molti dell'ospedale l'hanno contratta. Cristina e Izzie, durante un esame, scoprono che il paziente, un alcolizzato, è morto, ma la famiglia decide di non dare l'autorizzazione per l'autopsia. Mentre i dottori Sheperd, Bailey, Grey e un piccolo gruppo "top-secret" opera Richard Webber per un tumore al cervello che preme sul nervo ottico destro, le due specializzande eseguono testardemente l'autopsia, scoprendo la causa della morte e salvando l'ospedale dalla causa. A fine episodio, una bella donna rivelerà un segreto molto pericoloso di Derek.

Per la parte superiore



Barney Kessel

Barney Kessel 2.jpg

Barney Kessel (Muskogee, 17 ottobre 1923 – San Diego, 6 maggio 2004) è stato un chitarrista statunitense.

Cominciò a suonare professionalmente da ragazzo con gruppi di musica da ballo per unirsi poi ad formazioni musicali più importanti, come quella direttà da Chico Marx. Rapidamente si posizionò come musicista chiave nella chitarra jazz post Charlie Christian. Nel 1944 partecipò al film del sassofonista Lester Young Jammin' the Blues e nel 1947 registrò con i Charlie Parker's New Stars le session di Relaxin' at Camarillo per la Dial Records.

Barney Kessel è noto per il suo lavoro innovativo nel trio jazz con chitarra. Negli anni 1950 realizzò una serie di album chiamati The Poll Winners con Ray Brown al contrabbasso e Shelly Manne alla batteria. Sua anche l'importante parte chitarristica in Cry Me A River di Julie London. Kessel fu anche membro del trio di Oscar Peterson, con Ray Brown nei primi anni '50. La chitarra aveva avuto tradizionalmente vita difficile nello show business ma le cose cambiarono dopo con gli ampi spazi lasciati da Peterson a Kessel.

Gli anni 1960 rappresentano il grande successo come turnista. Musicista di prima scelta per la Columbia Pictures, Kessel diventò uno dei più richiesti session men di Hollywood, facendo così parte della cosiddetta The Wrecking Crew, composta dai numeri uno della sala d'incisione. La sua chitarra fece parte di centinaia di successi pop, inclusi album e singoli di Phil Spector, The Beach Boys, The Monkees e tanti altri. Apparve anche in veste di attore (non musicista!) in un episodio della serie TV Perry Mason.

Negli anni 1970 Barney Kessel girò il mondo con i suoi seminari The Effective Guitarist. L'attività in studio di registrazione proseguì con costanza fino agli ultimi anni della sua vita. Anche gli ultimi album fra i quali The Blue Guitar e Kessel Plays Standards mostrano la sua longevità musicale e la sempre brillante vena creativa.

Kessel morì di tumore al cervello a San Diego in California. La sua salute era andata peggiorando dopo un infarto nel 1992.

Per la parte superiore



Joyce Summers

Joyce Summers è un personaggio della serie televisiva Buffy l'ammazzavampiri, interpretato da Kristine Sutherland.

Costretta a lasciare Los Angeles, dopo aver divorziato dal marito Hank (Dean Butler), Joyce Summers si trasferisce a Sunnydale insieme alla figlia Buffy (Sarah Michelle Gellar), permettendo così alla ragazza di rifarsi una vita dopo che era stata espulsa da scuola per aver incendiato la palestra. Joyce ignora che la figlia sia la cacciatrice, il cui destino sia quello di salvare il mondo da vampiri e demoni e che, combattendo contro queste creature infernali, sia scoppiato l'incendio che le è costata l'espulsione. Scoprirà solo nell'ultimo episodio della seconda stagione, L'inizio della storia (2ª parte), l'identità segreta della figlia; da questo momento in poi, Joyce sarà profondamente orgogliosa della figlia, nonostante i pessimi risultati scolastici.

A partire dalla quinta stagione, entra in scena Dawn (Michelle Trachtenberg), la quale viene considerata da tutti come la fglia minore di Joyce e come tale trattata. In realtà, Dawn è la Chiave, un misto di luce ed energia al quale i monaci hanno dato forma umana per nasconderla da Glory (Clare Kramer), una dea che, per accrescere i propri poteri, vuole impossesarsi della Chiave, per l'appunto. I monaci hanno anche creato dei falsi ricordi nella mente di Buffy e dei suoi familiari ed amici per giustificare la presenza di Dawn nella loro vita. Ne Il meteorite, Joyce confessa a Buffy di sapere che Dawn non è realmente sua figlia, nonostante questo, continuerà a trattarla come tale. Nel frattempo, a Joyce viene diagnosticato un tumore al cervello operabile (L'ombra); l'intervento riesce perfettamente (Il meteorite), ma poche settimane dopo, Buffy trova la madre sdraiata sul divano priva di vita a causa di un aneurisma cerebrale (Un corpo freddo). Dawn cercherà di farla tornare in vita, ma con scarsi risultati. Joyce comparirà anche nel penultimo episodio della stessa serie, Il peso del mondo, all'interno di alcuni ricordi d'infanzia che Willow (Alyson Hannigan), entrata nella mente di Buffy, suscita in lei.

In Di nuovo normale, Buffy vive in una realtà parallela nella quale i genitori, ancora sposati, l'hanno fatta internare in un ospedale psichiatrico. In questa vita, non vi sono né cacciatrici né vampiri e Buffy è solo una malata mentale in preda a visioni. La conclusione della puntata, volutamente ambigua, lascia il dubbio su quale sia il "vero" mondo fittizio.

Gli ultimi episodi nei quali compare il personaggio di Joyce appartengono alla settima serie. In Conversazioni con l'aldilà, sotto forma di manifestazione de Il Primo a Dawn, e in Ombre nella notte in un sogno di Buffy.

Per la parte superiore



Eric Liddell

Eric Liddel (Tianjin, Cina, 16 gennaio 1902 – Weifang, Cina, 21 febbraio 1945) è stato un atleta e missionario britannico.

Nato in Cina da genitori scozzesi ferventi missionari protestanti, crebbe ed iniziò i suoi studi nel paese asiatico. All'età di sei anni assieme al suo fratello maggiore tornò in Inghilterra dove fu iscritto al college di Eltham. Da notare che in tutta la sua adolescenza ebbe modo di incontrare i suoi genitori ed i due fratelli minori solo in due o tre occasioni.

Al college Eric Liddel si dimostrò ben portato per le attività sportive, tanto da diventare a 15 anni capitano della squadra di cricket e di quella di rugby, nonché ottimo velocista.

Contemporaneamente non si mitigava il sentimento religiosto trasmesso dai genitori, ottenendo riconoscimenti anche per la propria spiritualità e rettitudine.

Cominciò ad essere considerato l'uomo più veloce di Scozia, e i giornali locali ne invocavano la partecipazione alle olimpiadi.

Nel 1920 si iscrisse all'Università di Edimburgo, continuando ad impegnarsi nello sport e cominciando ad ottenere rilevanti risultati nella corsa.

Nel 1924 partecipò alle Olimpiadi di Parigi; avendo preso atto che la corsa dei 100 metri, già al tempo principale evento d'atletica, si sarebbe svolta di domenica, le sue convinzioni religiose gli imposero di rifiutare la partecipazione a tale gara. Si dedicò quindi ad un allenamento intensivo per la corsa dei 400 metri, che si teneva in altro giorno, e nonostante non fosse accreditato tra i possibili vincitori conquistò l'oro battendo il record mondiale con un tempo di 47,6 secondi. Alcuni giorni dopo ottenne anche la medaglia di bronzo nella gara dei 200 metri.

Per la sua nascita e morte cinese, qualche fonte cinese lo considera come il primo medagliato olimpico cinese, anche se si ritenne sempre uno scozzese e partecipò all'olimpiade in rappresentanza dell'Inghilterra.

Nel 1925 si laureò in scienze e tornò in Cina, abbandonando la carriera agonistica per intraprendere l'attività di missionario, diventando insegnante. Negli anni seguenti ebbe sporadiche partecipazioni a manifestazioni sportive locali, impegnandosi comunque nel sostenere le attività sportive anche stimolando la realizzazione di adeguate infrastrutture.

Nel 1932 in occasione della sua prima pausa in Inghilterra da missionario fu ordinato ministro di culto.

Rientrato in Cina, nel 1934 sposò Florence Mackenzie, una missionaria canadese. Negli anni abbe tre figlie, Patricia, Heather e Maureen, l'ultima delle quali non conobbe mai.

Infatti nel 1941 il deteriorarsi della situazione locale portò la moglie Florence a rientrare in Canadà con il resto della famiglia, mentre Eric Liddel rimase in Cina.

Internato dai giapponesi in un campo che si trasformò da confinamento a dura prigionia, continuò a mostrare la propria forza morale sia mantenendo le proprie convinzioni religiose, sia adoperandosi per l'organizzazione del campo e per mantenere alto il morale degli altri prigionieri.

Rifiutato uno scambio di prigionieri cui era destinato in virtù della sua fama di atleta (fece liberare una donna incinta al suo posto), repentinamente dimostrò sintomi di disturbi mentali che nella sua ultima lettera alla moglie imputava alla gravosità delle mansioni cui si obbligava, ma più probabilmente era un tumore al cervello che nella situazione in cui si trovava non poteva essere nè diagnosticato nè tanto meno curato, portandolo rapidamente alla morte.

Attualmente è sepolto in Cina nel Mausoleo dei Martiri di Shijiazhuang, cosa alquanto rara per un non-cinese.

Alla figura di Eric Liddel e di altri atleti inglesi partecipanti alle Olimpiadi di Parigi 1924 è ispirato il film Momenti di gloria.

Per la parte superiore



The Boy with No Name

The Hospital, London: Read Studio Diaries; Kensaltown Studios London; Mayfair Studios London; Mercer Street New York; RAK Studios London: Read Studio Diaries; The Weston Park Hotel London; Westside Studios London; The Zeppelin Studios London; Hampstead Heath London; Washington Square Park New York.

The Boy with No Name è il quinto studio album della indie rock band scozzese Travis. L'album è uscito il 7 maggio 2007 nel Regno Unito.

Il titolo dell'album ha origine da un'email che il cantante Fran Healy e la moglie Nora hanno inviato ad un amico quando stavano scegliendo il nome da dare al loro figlio neonato. L'email conteneva una fotografia del piccolo, etichettata proprio "The Boy with No Name".

L'album ha ricevuto critiche molto positive, e si è piazzato alla posizione #4 della UK Album Charts e alla #1 della UK iTunes chart. Negli Stati Uniti, l'album ha debuttato alla posizione #58 della Billboard 200, vendendo 12000 copie nella prima settimana.

I Travis hanno dedicato l'album a Chris Blair della Abbey Road Studios e al campione mondiale britannico di rally Richard Burns, che morì trentacinquenne per un tumore al cervello nel 2005.

Tutte le tracce sono scritte da Fran Healy (eccetto dove annotato).

Per la parte superiore



Tammi Terrell

Tammi Terrell (Philadelphia, 29 aprile 1945 – Philadelphia, 16 marzo 1970) è stata una cantante statunitense, nominata ad un Grammy Award, e principalmente celebre per la sua appartenenza all'etichetta Motown Records e per i suoi duetti con Marvin Gaye.

Cominciò la propria carriera da adolescente, lavorando per le etichette Scepter Records, Wand Records, Try Me Records e Checker Records. Nel 1965 firmò il contratto con la Motown Records, ottenendo modesto successo come cantante solista. Tuttavia la Tamlin ottenne notevole popolarità duettando con Marvin Gaye a partire dal 1967. Fra i loro più celebri brani si possono ricordare Ain't Nothing Like the Real Thing, You're All I Need to Get By, Ain't No Mountain High Enough e Your Precious Love.

Durante un concerto la Terrell perse i sensi, proprio fra le braccia del partner, e di li a breve le fu diagnosticato un tumore al cervello che la condusse alla morte all'età di 24 anni. In seguito alla morte della Terrell, Marvin Gaye sospese la propria carriera per due anni.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia