Toronto Raptors

3.4078110808324 (1101)
Inviato da maria 27/02/2009 @ 04:00

Tags : toronto raptors, nba, basket, sport

ultime notizie
NBA: Bosh non rinnova con i Toronto Raptors - TGCOM
Il giocatore dei Toronto Raptors non ha alcuna intenzione di firmare il prolungamento del contratto questa estate e diventerà così free agent l'anno prossimo, quando ci potrebbe essere una vera e propria rivoluzione nel mondo NBA....
Mercato NBA, Bargnani perde Kapono: Toronto però gli prende una ... - Il Sole 24 Ore
Il primo scambio del mercato NBA riguarda i Toronto Raptors ed è indicativo di come la franchigia canadese voglia rivoluzionare la squadra in un'estate che si annuncia molto calda. Dopo due stagioni altalenanti, nelle quali non ha reso come auspicato,...
Bargnani: «Il titolo Nba ai Lakers, il mio futuro ancora a Toronto» - Il Sole 24 Ore
Allora, Andrea, che sapore ti ha lasciato un'annata Nba molto positiva sotto il profilo individuale, ma negativa per i tuoi Toronto Raptors, esclusi dalla post-season per la prima volta dal tuo arrivo nella Lega? «È stata davvero una stagione...
Il Real Madrid va a caccia di Messina - TGCOM
Il coach italiano, secondo quanto riporta 'As', avrebbe già parlato con il presidente del club e avrebbe chiesto l'ingaggio di Maurizio Gherardini, attuale gm dei Toronto Raptors. Il dirigente italiano ha già lavorato con Messina alla Benetton Treviso...
Bargnani: «Stop ai cori razzisti negli stadi». «Una - Basketnet.it
Ettore Messina alla fine non è verrà ai Toronto Raptors. Quanto tempo passerà prima di vedere un allenatore di così grande talento alla guida di una franchigia americana? «La voce di Messina ai Raptors era inesistente e non è mai circolata tra i...
Benetton a Bologna per il break - Basketnet.it
Da protagonista a spettatore, Andrea Bargnani, stella Nba dei Toronto Raptors non è voluto mancare alla grande festa del ritomo dei suoi ex compagni in biancoverde contro la Virtus Bologna. Un amuleto in più per i ragazzi di coach Mahmuti che hanno...
Bargnani: "Razzisti? Tutti in stanza con Dwight Howard..." - Calciomercato.it
TORONTO (Canada) - Il 'Corriere Canadese', quotidiano in lingua italiana del paese nordamericano, ha intervistato Andrea Bargnani. Il 'Mago' si dimostra motivatissimo, pronto a sorprendere in Nazionale e con i Toronto Raptors per dimostrare ancora una...
Sfide impossibili, tocca - La Gazzetta dello Sport
CON TORONTO — Ma i suoi Los Angeles Lakers erano sotto di 14 in casa contro i Toronto Raptors (che 5 mesi più tardi avrebbero chiamato Andrea Bargnani con la prima scelta nel draft Nba), lo Staples Center mugugnava, lo stesso Bryant era arrabbiato per...
Chris Bosh non firma Bye bye ai Raptors? - Corriere Canadese
Per fare un progetto a lungo termine con i Raptors, ha bisogno di «essere felice». E forse a Toronto, la stella di Georgia Tech non lo è più ed è per questo che come ha riportato il Toronto Star nei giorni passati starebbe pensando di esaurire il suo...
Spagna: Calderón, no all'Europeo - Basketnet.it
«Non potrò giocare in settembre con la nazionale all'Europeo di Polonia», ha affermato il playmaker extremeño dei Toronto Raptors in un'intervista rilasciata a Marca. «E' stata una decisione sofferta, ma non avevo altra scelta....

Toronto Raptors

Toronto Raptors logo.png

I Toronto Raptors sono una delle trenta squadre di pallacanestro che militano nel massimo campionato professionistico statunitense, la National Basketball Association.

I Toronto Raptors vengono fondati nella stagione 1995-96 grazie al primo general manager Isiah Thomas, insieme agli allora Vancouver Grizzlies, come franchigie espansione della NBA in Canada. In quella prima stagione suscitò polemiche la prima scelta di Damon Stoudamire, che si rivelò eccelso giocatore, vincendo anche il titolo di matricola dell'anno.

I primi anni nel campionato di basket più spettacolare del mondo sono un disastro, collezionando strisce negative impressionanti, in particolare nella stagione 1997-98 dove conquista 16 vittorie a fronte di 66 sconfitte, a causa dell'infortunio delle sue stelle.

Nel 1999, la prima scelta ai draft dei Toronto Raptors segna decisamente una svolta nella storia della franchigia, con l'arrivo in Canada di Vince Carter, che si rivelerà subito eccezionale atleta, giocatore e nuova stella della NBA.

Infatti nella stagione 1999-2000 i Raptors sorprendono il pubblico conquistando i playoff per la prima volta nella storia della franchigia, grazie alla maturazione della propria stella Vince Carter. I Raptors verranno eliminati dai New York Knicks al primo turno.

I progressivi miglioramenti della squadra e la crescita della fama di Vince Carter attraggono molti fans intorno alla squadra, molti dei quali non erano mai stati appassionati di basket.

L'anno successivo le cose vanno ancora meglio: conquistati senza problemi i playoff (47 vinte - 35 perse), sconfiggono al primo turno i New York Knicks e perdono contro i Philadelphia 76ers di Allen Iverson e Dikembe Mutombo giocando la loro migliore serie nei playoff fino ad allora. La serie fu persa con un tiro da tre sbagliato di Vince Carter a 4 secondi dalla sirena finale in gara 7.

Nella stagione 2001-02 conquistano l'accesso ai playoff ma sono sconfitti dai Detroit Pistons: l'infortunio di Vince Carter e le magie di Ben Wallace e Jerry Stackhouse affossano in poco tempo la squadra.

L'anno 2003-04 viene concluso con un record mediocre (33 vinte - 49 perse), che non permette ai Raptors l'accesso ai playoff.

Nel corso della stagione 2004-05 la stella della squadra, Vince Carter, viene ceduto ai New Jersey Nets, il che promuove la scelta n°4 del draft 2003, Chris Bosh, a timoniere della squadra e speranza attorno a cui costruire il futuro della franchigia.

Il 28 febbraio 2006 i Raptors, dopo il licenziamento di Rob Babcock, annunciano la nomina a nuovo presidente di Bryan Colangelo. Il nuovo GM si fa subito notare con delle discusse mosse di mercato come la cessione del promettente rookie Charlie Villanueva ai Milwaukee Bucks in cambio del playmaker T.J. Ford. Al Draft NBA 2006 un'altra scelta sorprendente: Andrea Bargnani, cestista romano proveniente da tre stagioni alla Benetton Treviso, è prima scelta assoluta. Vengono messi sotto contratto anche altri due giocatori proveniente dall'europa, Jorge Garbajosa (Unicaja Malaga) ed Anthony Parker (Maccabi Tel Aviv).

I frutti della nuova gestione si fanno subito vedere, infatti nella stagione 2006-07 i Raptors riescono a ritrovare i playoff dopo cinque anni di assenza vincendo, per la prima volta nella loro storia, il titolo dell'Atlantic Division con un record di 47 partite vinte e 35 perse.

Il primo turno dei playoff vede la squadra canadese scontrarsi con i New Jersey Nets: in Gara 1 i Raptors sono visibilmente emozionati (sono la squadra con meno giocatori ad aver affrontato i playoff NBA) e, nonostante il favore del campo, non riescono ad arginare il gioco dei Nets che si impongono 91-96. In Gara 2 la squadra riesce a ritrovare il gioco espresso durante la regoular season vincendo 89-83, pareggiando la serie. Durante la stessa gara viene premiato il coach Sam Mitchell, come miglior allenatore della stagione NBA. La serie si sposta sul campo dei Nets i quali si impongono sia in Gara 3 che in Gara 4 con il rispettivo punteggio di 102-89 e 102-81, dominando completamente le partite grazie soprattutto alle incredibili prestazioni di Jason Kidd. In Gara 5 si ritorna a Toronto dove i Raptors, chiamati alla vittoria per non uscire dai playoff, riescono ad imporsi 98-96, ritrovando un buon gioco ed un Andrea Bargnani in grande spolvero (17 punti con il 100% al tiro nel primo tempo). In Gara 6 però i Nets riescono a chiudere la serie vincendo 98-97 una partita decisa nelle battute finali da un canestro di Richard Jefferson e un passaggio errato di José Calderón ad una manciata di secondi dalla sirena.

Il 14 maggio, come omaggio al grande lavoro svolto per la squadra, Bryan Colangelo viene premiato come Executive of the Year della stagione 2006-07.

La stagione successiva si apre con un movimentato mercato che vede la partenza di Morris Peterson (dopo 7 anni di militanza nei Raptors) e l'arrivo di pedine importanti come Carlos Delfino dai Detroit Pistons, Jason Kapono dai Miami Heat e la scoperta Jamario Moon. La stagione 2007-08 soffre di alti e bassi, mostrando una marcata carenza di gioco da parte della franchigia canadese, complici i numerosi infortuni (su tutti Jorge Garbajosa e T.J. Ford) e il rafforzamento delle dirette concorrenti per la division. Chiudono sesti nella classifica dell'Eastern Conference con 41 vittorie e 41 sconfitte, finendo accoppiati nel primo turno di playoff con gli Orlando Magic, da cui vengono eliminati in cinque partite, con il risultato di 4-1.

Nel Draft NBA 2008 i Raptors hanno a disposizione la diciassettesima scelta, con la quale prendono Roy Hibbert. Il nuovo giocatore viene però girato qualche giorno dopo agli Indiana Pacers in un trade che vede coinvolti anche Rasho Nesterovič, T.J. Ford e Maceo Baston, i quali vengono scambiati per Jermaine O'Neal e il rookie Nathan Jawai (trade tra l'altro ingenuamente rivelata la notte del draft NBA da Brandon Rush, draftato dai Blazers, ma che sarebbe dovuto subito andare agli Indiana Pacers insieme a Jarrett Jack in cambio di Ike Diogu).

I risultati stentano però ad arrivare e così il 3 dicembre 2008 Sam Mitchell viene rimosso dall'incarico di head coach, e sostituito dal vice Jay Triano.

Per la parte superiore



Toronto Raptors 1997-1998

Toronto Raptors logo.png

Voce principale: Toronto Raptors.

La stagione NBA 1997-1998 fu la 3a stagione della storia degli Toronto Raptors che si concluse con un record di 16 vittorie e 66 sconfitte nella regular season, l'8° posto nella Central Division e il 15°, e ultimo, posto della Eastern Conference.

Dopo 49 partite, con un record di 11 vittorie e 38 sconfitte, Darrell Walker fu sostituito con Butch Carter.

La squadra non riuscì a qualificarsi per i playoff del 1998.

Nella rosa sono indicati i giocatori che hanno concluso la stagione.

Per la parte superiore



Toronto Raptors 1996-1997

Toronto Raptors logo.png

Voce principale: Toronto Raptors.

La stagione NBA 1996-1997 fu la 2a stagione della storia degli Toronto Raptors che si concluse con un record di 30 vittorie e 52 sconfitte nella regular season, l'8° posto nella Central Division e il 12° posto della Eastern Conference.

La squadra non riuscì a qualificarsi per i playoff del 1997.

Nella rosa sono indicati i giocatori che hanno concluso la stagione.

Per la parte superiore



NBA All-Star Weekend 2008

L'NBA All-Star Weekend 2008, svoltosi a New Orleans, vide la vittoria finale della Eastern Conference sulla Western Conference sulla per 134 a 128.

LeBron James, dei Cleveland Cavaliers, fu nominato MVP della partita. Dwight Howard, degli Orlando Magic, si aggiudicò l'NBA Slam Dunk Contest. Jason Kapono, dei Toronto Raptors vinse l'NBA Three-point Shootout per il secondo anno consecutivo.

L'NBA Rookie Challenge venne vinto dai Sophomores (giocatori al 2° anno) sui Rookies (giocatori al 1° anno) per 136 a 109. MVP della partita fu Daniel Gibson dei Cleveland Cavaliers.

L'NBA Skills Challenge venne vinto da Deron Williams degli Utah Jazz; mentre l'NBA Shooting Stars Competition venne vinto dai San Antonio Spurs.

Per dare maggior risalto alla NBA D-League, tra venerdì e sabato venne inserito anche l'NBA Development League All-Star Weekend 2008.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia