Toronto

3.4216281895654 (823)
Inviato da gort 24/03/2009 @ 01:13

Tags : toronto, canada, nord america, esteri

ultime notizie
Mbl: volano Detroit e San Diego - ANSA
Prosegue invece il momento 'no' di Toronto.Atlanta-Toronto 1-0; Red Sox-Mets 3-5; White Sox-Pittsburgh 2-0; Cincinnati-Cleveland 3-1; Detroit-Colorado 4-3; Florida-Tampa 2-15; Houston-Texas 5-6; LA Dodgers-LA Angels 1-3; Minnesota-Milwaukee 11-3;...
MLB: vince ancora Toronto - Il Sole 24 Ore
Per mano dei Toronto Blue Jays, che in questo periodo stanno cavalcando una striscia di quattro successi di fila, arriva la quinta sconfitta consecutiva dei Chicago White Sox che sembrano essere precipitati in una crisi nera....
Tour negli Usa per "Tutto Dante di Benigni" - Città di Genova
Gli spettacoli negli Stati Uniti saranno intervallati da esibizioni in Canada, a Toronto, Montreal e Quebec City, poi Benigni porterà il "Tutto dante" il 17 giugno a Buenos Aires in Argentina. Benigni si esibirà in inglese con alcune battute in...
Toronto spalanca le sue porte - Corriere Canadese
TORONTO - La città si prepara a celebrare il decimo anniversario del Doors Open Toronto, l'evento che per due giorni offrirà l'opportunità di vivere la città al meglio. Domani e domenica 24 maggio, infatti, 175 edifici di interesse storico,...
Contagiato a Cuba un bimbo di Toronto - Corriere Canadese
Il bambino è giunto a Cuba insieme ai genitori proveniente da Toronto e la sua evoluzione è positiva. I tre studenti messicani il cui contagio è stato annunciato la settimana scorsa da Cuba «sono stati dimessi dall'ospedale e seguono le lezioni» nella...
Toronto punta su Triano Bargnani: "Molto felice" - La Gazzetta dello Sport
La notizia più importante è quella, peraltro già nell'aria, della conferma di Jay Triano sulla panchina dei Toronto Raptors. Bryan Colangelo aveva confessato già settimane fa di essere molto soddisfatto, a prescindere dal numero delle vittorie,...
Giro TO a Toronto e Vaughan - Corriere Canadese
TORONTO - La primavera è arrivata, la città è verde e fiorita, il Giro TO è tornato. Sarà domenica 24 maggio che i sostenitori di Villa Charities in sella alla propria bicicletta percorreranno, a loro scelta, 65 o 100 chilometri....
MLB: Toronto continua il suo momento magico - Datasport
(AGM-DS) - 13/05/2009 9.58.51 - (AGM-DS) - Milano, 13 maggio - Toronto continua il suo ottimo inizio di stagione e supera anche gli Yankees. I Blue Jays trovano un'altra grande prova del lanciatore Roy Halliday (alla settima vittoria in stagione su...
Falso allarme in una scuola di Toronto - Corriere Canadese
TORONTO - Momenti di paura ieri mattina, con una scuola circondata dalla polizia el'incrocio tra Bloor e Christie isolato dalle volanti per due ore. Le prime notizie apparse su Internet e nelle agenzie, e poi diffuse dalle tv locali, parlavano di...
BASKET: BARGNANI "A TORONTO STO BENISSIMO" - AGI - Agenzia Giornalistica Italia
Andrea Bargnani non e' riuscito ad arrivare ai play-off con i suoi Toronto Raptors e un po' di rimpianto c'e' perche', come confessa lo stesso 'Mago', ospite di Sky Sport 24, "senza dubbio a inizio stagione eravamo molto piu' quotati....

Toronto

Toronto (Canada)

La città è il motore economico del Canada, Toronto è probabilmente, assieme a Montréal, la città più conosciuta nel mondo del paese nordamericano. La città è inoltre caratterizzata dall'essere una delle città più multiculturali nel mondo, con circa il 36% degli abitanti di origine non europea. Per dare un'idea della varietà delle lingue parlate basti pensare che il 911 (numero telefonico di emergenza) di Toronto è attrezzato per rispondere in oltre 150 lingue. Certamente una delle più grandi comunità è costituita dagli italiani che hanno dato un enorme contributo allo sviluppo di questo paese. Si stima che le persone di origine italiana residenti a Toronto siano superiori a 500.000. Il primo quartiere dove si insediarono gli italiani fu quello di College, successivamente si spostarono a Saint Clair denominata dal 1988 col nome aggiuntivo Corso Italia.

Toronto ha circa 240 quartieri all'interno dei suoi confini, raggruppati in sei sobborghi: Old Toronto, East York, Etobicoke, Scarborough, North York e York (dove si trova anche il quartiere di Weston).

Quando i primi europei arrivarono nel sito dove sorge l'odierna Toronto, la regione era già abitata da tribù di Huroni, che avevano a loro volta scacciato gli Irochesi che per secoli popolarono l'area prima del 1500. Il nome Toronto è probabilmente derivato dalla parola irochese tkaronto, che significa "luogo dove gli alberi stanno in acqua".

I commercianti francesi fondarono Fort Rouillé nel 1750 dove ora è posta l'Exhibition Place , ma l'abbandonarono nel 1759. Durante la guerra di indipendenza americana, la regione vide l'afflusso di coloni britannici lealisti fuggiti dalle terre a nord del Lago Ontario. Nel 1787 l'Impero Britannico negoziò l'acquisto di 1000 km² di terreno intorno alla zona di Toronto.

Nel 1793, il governatore John Graves Simcoe istituì la città di York e le assegnò il nome in onore di Federico Augusto di York. Simcoe scelse la città sostituendo la precedente capitale dell'Alto Canada che era posta a Newark, credendo in tal modo che il nuovo sito fosse meno vulnerabile agli attacchi da parte degli americani . Fort York fu costruito all'ingresso del porto naturale della città, protetto da una lunga penisola sabbiosa.

Nel 1813, durante la guerra del 1812, la battaglia di York si concluse con la caduta della città e il saccheggio da parte delle forze americane . La resa della città fu negoziata da John Strachan. I soldati americani distrussero buona parte di Fort York e appiccarono il fuoco agli edifici del parlamento durante la loro occupazione durata cinque giorni.

York fu incorporata come Città di Toronto il 6 marzo 1834, con il ritorno al suo originale nome nativo. La popolazione era di soli 9.000 abitanti, inclusi gli schiavi afro-americani fuggiti dagli Stati Uniti. La schiavitù fu abolita a titolo definitivo nell'Alto Canada nel 1834. William Lyon Mackenzie divenne il primo sindaco di Toronto, e guidò l'infruttuosa Ribellione dell'Alto Canada nel 1837 contro il governo coloniale britannico.

La città crebbe rapidamente attraverso buona parte del XIX secolo, e fu una delle principali destinazioni per gli immigrati arrivati in Canada. Il primo significativo afflusso di immigrati si verificò con la grande carestia irlandese tra il 1846 e il 1849 che portò un grande numero di irlandesi in città (alcuni di loro solo per un periodo transitorio), la maggior parte dei quali di fede cattolica. Nel 1851 la popolazione di origine irlandese era diventata in termini numerici il più importante gruppo etnico della città. Un più piccolo gruppo di immigrati irlandesi protestanti fu accolto dalla popolazione scozzese e inglese.

Toronto fu per ben due volte, ma per brevi periodi, la capitale della Provincia del Canada, nel 1849-1852 a seguito di disordini a Montreal, e successivamente nel 1856-1858. Come lo fu per l'Alto Canada nel 1793, Toronto divenne la capitale della provincia dell'Ontario (dopo la sua creazione) nel 1867 ed è rimasta tale da allora.

Durante il XIX secolo fu costruito un vasto sistema fognario e le strade furono dotate di un regolare servizio di illuminate a gas. Importanti linee ferroviarie collegarono la città, tra cui un percorso completato nel 1854 lungo i Grandi Laghi. L'avvento della ferrovia aumentò drasticamente sia il numero di immigrati, che il commercio, facendo diventare Toronto una delle principali porte d'accesso per l'interno del continente nord americano. Il tram elettrico risale al 1891, quando la città concesse i diritti alla Toronto Railway Company. Il sistema di trasporto passò di proprietà pubblica nel 1921 con la Commissione Trasporti di Toronto, più tardi rinominata Toronto Transit Commission.

L'incendio del 1904 distrusse gran parte del centro di Toronto, ma la città fu ricostruita velocemente. In termini danni i costi di questo disastro furono superiori ai 10 milioni di dollari, e impose norme di sicurezza più severe oltre che all'implementazione del servizio di pompieri.

La città ricevette un nuovo flusso di immigrazione sul finire del XIX secolo e l'inizio del XX, in particolar modo tedeschi, italiani e ebrei provenienti da varie parti dell'Europa orientale. Furono presto seguiti da cinesi, russi, polacchi e immigrati di altre nazioni dell'Europa orientale. Come gli irlandesi prima di loro, molti furono costretti a vivere in abitazioni modeste sovraffollate tipo, nel "the Ward", posto vicino a Bay Street, ora il cuore finanziario del paese. Nonostante la sua veloce crescita, negli anni venti, Toronto in termini di popolazione e importanza economica rimase seconda nel Canada dopo Montreal. Tuttavia, dal 1934 la Toronto Stock Exchange (la borsa) divenne la più grande del paese. In seguito alla seconda guerra mondiale si assistette ad un nuovo flusso migratorio proveniente da Europa e Cina. Arrivarono molte persone in cerca di lavoro, e nel campo delle costruzioni in particolare da Italia e Portogallo. A seguito dell'eliminazione delle politiche di immigrazione su base razziale alla fine degli anni '60, il paese iniziò ad attrarre immigrazione da tutte le parti del mondo.

Nel 1954 Toronto fu federata in un nuovo governo regionale. Il boom del dopoguerra aveva portato ad un rapido sviluppo delle periferie, e si ritenne che un uso strategico, coordinato e condiviso dei servizi del territorio potesse fornire una maggiore efficienza alla regione. Il governo metropolitano iniziò a gestire servizi che andavano al di là dei confini municipali di Toronto, comprendendo le autostrade, l'acqua e il trasporto pubblico. La popolazione superò il milione di abitanti nel 1951 e raggiunse i due milioni nel 1971. Negli anni '80, aveva superato Montreal come popolazione e come centro economico. Nel 1967, le sette più piccole municipalità della regione furono raggruppate con le loro vicine più grandi, e come risultato si ebbero sei municipalità che comprendevano la vecchia città di Toronto, East York, Etobicoke, North York, Scarborough e York. Nel 1998, il governo metropolitano fu sciolto e le sei municipalità furono fuse in una, creando così l'attuale città di Toronto. David Miller è il sindaco in carica.

Toronto è una città del Canada situata nella regione dei Grandi Laghi, dove vivono circa un quarto dei canadesi, non distante dalla capitale Ottawa. La Metropoli affaccia per circa 46Km sul Lago Ontario e copre un'area di 630 Km quadrati, arrivando a una distanza tra confine nord e confine sud di 21 Km e tra est e ovest di 43 Km. I suoi confini sono delimitati dal lago stesso a sud, dalla Highway 427 e dall'Etobicoke Creek a ovest, dal Rouge River a est e dalla Steeles Avenue a nord.

Il clima di Toronto (come del resto quello della maggior parte del Canada) è caratterizzato da inverni molto rigidi e brevi estati, ma spesso particolarmente calde.

La principale attrazione turistica di Toronto è senza ombra di dubbio la Canadian National Tower o CN Tower ossia quella che, coi suoi 553 metri circa, è una delle più alte costruzioni del pianeta. La CN Tower fu costruita nel 1976 per ordine della più importante compagnia televisiva canadese, la CBC, che necessitava di una nuova torre per le trasmissioni. La compagnia trovò uno sponsor per la costruzione nella società statale che gestiva, e gestisce tuttora, la rete ferroviaria, ossia la CN. Per questo motivo la torre è nota al mondo con il nome di CN Tower.

L'imponente edificio di forma slanciata verso il cielo ha, a diverse altezze, due "terrazze" panoramiche per l'osservazione della città e del lago Ontario. Al primo piano,che si raggiunge tramite un ascensore panoramico veloce, posto all'impressionante quota di 342 metri (più della Torre Eiffel), oltre che osservare il panorama, è possibile mangiare nel più alto ristorante girevole del mondo e, soprattutto, testare il proprio coraggio sul pavimento di vetro a 350 metri dal suolo sottostante. Il secondo piano, che attualmente detiene il record di altezza a livello mondiale, è posto a 447 metri. Questa terrazza denominata SkyPod è unicamente panoramica.

Un'altra attrazione di Toronto è il nuovo stadio originariamente chiamato Sky Dome per la sua copertura apribile e ribattezzato Rogers Center in seguito all'acquisto dello stesso da parte della Rogers Communications, già proprietaria dei Blue Jays, la squadra di baseball della città. Esso è posto non lontano dalle sponde del lago Ontario, ai piedi della mastodontica CN Tower. Questo stadio con tetto a cupola semovente è lo stadio apribile più grande del mondo e il peso del tetto raggiunge le 12.000 tonnellate.

Questo stadio è stato teatro di epiche imprese tra le squadre locali e le franchigie statunitensi e canadesi. Inoltre al suo interno avvengono concerti, mostre, esposizione, i giochi della polizia di Toronto, partite di calcio internazionali, (tra cui Italia-Serbia&Montenegro del giugno 2005) e anche la diciottesima edizione di WrestleMania, show di punta della World Wrestling Entertainment stabilendo tra l'altro il 17 marzo 2002 (il giorno dell'evento) il record di paganti di 68,237 persone. Nel complesso dello stadio è presente anche un lussuoso albergo dal quale si possono ammirare le gesta dei propri beniamini.

A Toronto hanno sede numerose squadre militanti nei maggiori campionati nordamericani. L'hockey su ghiaccio è sicuramente lo sport più seguito e la franchigia dei Toronto Maple Leafs che ha sede in città e gioca all'Air Canada Centre vanta uno stadio tutto esaurito ad ogni incontro. La squadra partecipa al campionato NHL, ma, nonostante il calore dei tifosi, i risultati non sono così eccellenti.

I Maple Leafs (foglie d'acero), dall'istituzione del campionato NHL nel 1915, hanno vinto 11 titoli (Stanley Cup) ma l'ultima volta che si aggiudicarono il trofeo fu nel lontano 1967.

Toronto ha anche vinto una Stanley Cup con il nome di Toronto Arenas (1918) ed una con il nome di Toronto St. Patricks (1922). Inoltre ha vinto anche un titolo precedente al 1915 con il nome di Toronto BlueShirts (1914). La seconda squadra per importanza in città è la franchigia, militante in MLB (major league baseball), dei Toronto Blue Jays (ghiandaia azzurra), vincitrice di due titoli mondiali (World Series) nel 1992 e 1993. Toronto è stata l'unica città non statunitense a vincere questo titolo. Ora la squadra, seppur non più vincitrice del titolo, continua ad essere una squadra molto forte e compatta. La formazione gioca nel già citato Roger Centre.

A partecipare al campionato NBA, è invece la squadra dei Toronto Raptors di Andrea Bargnani. Questa franchigia fu fondata nel 1995 quando il campionato NBA decise di allargare i propri confini per inglobare anche delle squadre canadesi. Insieme ai Raptors vennero istituiti anche i Vancouver Grizzlies ma lo scarso interesse del pubblico e i fondi ristretti convinsero la società a trasferirsi a Memphis nel Tennessee. Toronto è così rimasta l'unica squadra non statunitense nel massimo campionato di basket mondiale. I risultati sono sempre stati piuttosto scarsi, nel 2005 i Raptors sono stati i peggiori del campionato. Nel giugno 2006 la squadra canadese ha ingaggiato come prima scelta del Draft l'italiano Andrea Bargnani, uno dei più promettenti giovani a livello internazionale. La stagione 2006/07 è stata, per i Raptors, quella della tanto attesa svolta: la squadra, infatti, è riuscita ad entrare nei playoff dopo alcuni anni di assenze e pessimi risultati. È uscita comunque al primo turno. Stessa sorte nel 2007/2008. La casa dei Raptors è l'Air Canada Centre.

Partecipano ad un campionato internazionale anche i Toronto Rock che militano nella NLL (National Lacrosse League). Il lacrosse è uno sport di origine indiana che consiste nel fare gol in una porta simile a quella dell'hockey passandosi la palla in modo che essa non cada per terra. Anche questo team gioca all'Air Canada Centre.

Partecipano invece a campionati nazionali le squadre dei Toronto Blizzard e Toronto Argonauts. I Blizzard sono la squadra di calcio vincitrice di molti titoli canadesi ma il livello tecnico di questa squadra non è sicuramente di prim'ordine. Gli Argonauts invece sono il team di football canadese. Innumerevoli sono i titoli conquistati da questa franchigia, l'ultimo nel 2003. La squadra gioca al Roger Centre.

Infine, dal 2007 la franchigia locale del Toronto FC, squadra fondata per l'occasione, partecipa alla Major League Soccer, diventando in questo modo la prima squadra canadese a partecipare al torneo finora riservato ai soli team statunitensi di calcio.

A Toronto ha sede la più grande università canadese, l'Università di Toronto, oltre alla Ryerson University e alla York University, e numerose tra le maggiori industrie e attività economiche del Canada, che fanno di tale città il maggiore polo economico del paese della foglia d'acero.

La città di Toronto è dotata di due aeroporti, di cui uno internazionale, il Pearson International Airport, che è probabilmente il maggiore scalo aeroportuale di tutto il Canada. Vi sono inoltre diversi aeroporti, tra cui anche quello internazionale di Hamilton, dislocati nella zona metropolitana circostante Toronto stessa.

Per la parte superiore



Rockstar Toronto

Rockstar Toronto (precedentemente Rockstar Canada) è un'azienda canadese produttrice di videogiochi di proprietà della Rockstar Games. La società ha sede a Oakville in Ontario Canada. La società venne rinominata Roackstar Toronto dopo che la Rockstar Games acquisì la società canadese Barking Dog Studios e la rinominò Rockstar Vancouver.

La società è nota per lo sviluppo di Max Payne (versione PlayStation 2) e The Warriors. Rockstar Toronto attualmente sviluppa Manhunt 2 per la console Wii.

Per la parte superiore



Eparchia di Toronto degli Ucraini

L'eparchia di Toronto degli Ucraini (in latino: Eparchia Torontina Ucrainorum) è una sede della Chiesa greco-cattolica ucraina in Canada, suffraganea dell'arcieparchia di Winnipeg. Nel 2004 contava 36.910 battezzati. È attualmente retta dal vescovo Stephen Victor Chmilar.

La diocesi comprende i fedeli della Chiesa greco-cattolica ucraina nelle province canadesi dell'Ontario, del Québec, di Terranova e Labrador e dell'Isola del Principe Edoardo. La sede vescovile è la città di Toronto, dove si trova la cattedrale di San Giosafat.

Il territorio è suddiviso in 75 parrocchie.

L'esarcato apostolico del Canada orientale fu eretto il 19 gennaio 1948, ricavandone il territorio dall'esarcato apostolico del Canada, che contestualmente assunse il nome di esarcato apostolico del Canada centrale ed è oggi l'arcieparchia di Winnipeg.

Il 10 marzo 1951 cambiò nome a favore di esarcato apostolico di Toronto.

Il 3 novembre 1956 l'esarcato è stato elevato ad eparchia.

La diocesi al termine dell'anno 2004 contava 36.910 battezzati.

Per la parte superiore



Toronto Maple Leafs

TorontoMapleLeafsLogo.gif

I Toronto Maple Leafs sono una squadra di hockey su ghiaccio della NHL con sede a Toronto, Ontario, Canada. Sono membri della Northeast Division della Eastern Conference della National Hockey League (NHL). Fu una degli Original Six della lega, è ufficialmente nota come Toronto Maple Leaf Hockey Club ed è posseduta dalla Maple Leaf Sports & Entertainment Ltd. (MLSE). Giocano all'Air Canada Centre (ACC). I Leafs sono ben noti pr la loro lunga ed acerrima rivalità con i Montreal Canadiens, e per la più recente contrapposizione agli Ottawa Senators. La franchigia ha vinto finora 13 Stanley Cup, 11 come Leafs, una come Toronto St. Patricks, una come Toronto Arenas.

L'NHL venne fondata nel 1917 a Montreal, Canada, da cinque team provenienti dalla NHA: Quebec Bulldogs, Montreal Canadiens, Montreal Wanderers e Ottawa Senators. Sotto la pressione di queste ultime tre società venne fondato un nuovo team, i Toronto Arenas.

Dopo la vittoria del campionato inaugurale gli Arenas non ottennero altri successi, e ben presto cambiarono il loro nome in Toronto St. Patricks. Quest'ultimi vinsero la Stanley Cup nel 1922, battendo in finale i Vancouver Millionaires per 3-2.

Il 28 gennaio 2006, i Maple Leafs persero l'ottava partita consecutiva: una delle peggiori prestazioni degli ultimi 10 anni. Il coach Pat Quinn non fu esonerato più che altro per evitare polemiche, visto che era stato scelto come allenatore del Canada per le Olimpiadi invernali.

Nonostante un notevole miglioramento di prestazioni verso il finale della stagione i Maple Leafs non riuscirono a qualificarsi per i playoff e Quinn venne licenziato assieme all'allenatore in seconda. L'incarico venne affidato a Paul Maurice, già coach dei Toronto Marlies e dei Carolina Hurricanes.

La politica dei Maple Leafs è di ritirare solo numeri di giocatori che hanno apportato un contributo significativo al team, e la cui carriera sia finita a causa di un infortunio durante il periodo trascorso giocando per Toronto. Sia Barilko (che morì in un incidente aereo) che Bailey (costrettò al ritiro da un serissimo infortunio alla testa) corrispondono a questi criteri.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia