Tires

3.3785766690903 (1363)
Inviato da gort 04/05/2009 @ 00:07

Tags : tires, trentino-alto adige, italia

ultime notizie
UNA STRADA PERFETTAMENTE PULITA - IMGpress
(12/06/2009) - Durante un fresco breve soggiorno a Tires (BZ) – ritemprante boccata d'aria ai piedi del Catinaccio e del Latemar, con gli occhi specchiati nella distesa verde smeraldo del Lago di Carezza – sono stato casualmente spettatore di una scena...
Big Idea Chair 2009, tanta interazione per le nuove campagne sul web - BitCity
Per questa nuova edizione sono state selezionate 25 campagne di online advertising da cui sono emerse le 5 finaliste: Goodyear Dunlop Tires Italia, Alfa Romeo Italia, Luigi Lavazza SpA, Fineco e naturalmente, Sky Italia. Dall'analisi dei lavori...
GOODYEAR / Nuovo amministratore delegato per Ema - Asapress.net
... dell'Ing. Coggi verrà ricoperto da Luca Crepaccioli, attualmente Direttore Finanziario di Goodyear Germania, a partire dal 1 settembre. In precedenza, Crepaccioli è stato Direttore Finanziario di Goodyear Dunlop Tires Italia fino al 2006,...
Una settimana al "Mondial du Vtt Free Raid Classic" di Les 2 Alpes - SoloBike.it
... MOUNTAIN BIKERS FOUNDATION, MSC BIKES (MSC Bikes, Maxxis Tires), MTBL PARTS (Halo, Ashina, Panaracer, Gusset, Society, First Components, Identiti, Easytubeless, Hozan, Hicari), OPTIMUM TENT & EVENT (LP TENT), PROBIKE SHOP, RACE COMPANY (Santa Cruz,...
Having Good Tires Can Help Save Money on Gas - Opposing Views
Did you know that some car tires are more efficient than others? It's true; some tires use less energy as they roll along the road and therefore make your car, minivan, SUV or pickup consume less gas. Fuel efficient tires can be designed to use less...
Hankook goes mobile to benefit St. Jude's, Towery's tire centers - Search-Autoparts.com
For the second year in a row, staffers and customers of Ken Towery autocare – the largest independent tire retailer in Kentucky with 16 locations serving throughout the Bluegrass State and Southern Indiana – enjoyed a fun weekend of motoring challenges...
Saginaw County collects tires to fight mosquitos - ConnectMidMichigan.com
So, when that old used tire sits in the rain, it transforms into a big mosquito-maker. This week the Saginaw County Mosquito Abatement Commission is putting on its second tire drive of the summer in an effort to keep the mosquito population down in...
Tires, manure may be used for clean energy - kgw.com
AP It may not smell that way, but old tires and cow manure could mean clean energy at Threemile Canyon Farms near this Columbia River town. Portland-based Northwest Biogas has proposed using the tires and cow manure to make methane on the 93000-acre...
Butte tire fire still burning - Montana's News Station
The Whalen Tire warehouse in Uptown Butte is still smoldering tonight. Fire officials tell Montana's News Station that crews remain on the scene and continue mopping up hot spots. As many as 20000 tires have burned in the blaze that broke out around 3...

Tires

Tires - Stemma

Tires (tedesco Tiers) è un comune di 948 abitanti che si trova nella val di Tires, nella Provincia Autonoma di Bolzano.

Una parte del territorio comunale è inserita, dal 2003, all'interno del parco naturale dello Sciliar.

Il toponimo è attestato dal 1080 e deriva dal latino terra ("terra").

Per la parte superiore



Rifugio Alpe di Tires

Rifugio alpe di Tires.jpg

Il rifugio Alpe di Tires (in tedesco Schutzhaus Tierser Alpl ) si trova ai piedi dei Denti di Terrarossa, nel gruppo montuoso del Catinaccio, sito a cavallo tra la val di Fassa e la val di Tires nel Parco naturale dello Sciliar. Il paesaggio molto suggestivo della sella di Tires (2.440 m) fa sì che il rifugio sia una meta molto ricercata tra gli alpinisti.

Il rifugio venne edificato nel dopoguerra, quando la fame e la povertà costrinse la maggiorparte della popolazione locale ad emigrare. Maximilian Aichner di Tires, per evitare questo destino, decise di riprendere l'idea del fratello, il quale intendeva costruire un rifugio sotto i Denti di Terrarossa, proprio ai piedi dell'alpe di Tires. Fu così che Max, ancora ragazzo, scalò il versante settentrionale del Catinaccio d' Antermoia raggiungendo il Passo Tires, dove dal 1957 incominciò a costruire. Per 5 anni portò i materiali a mano dalla Val Ciamin.

Solamente nel 1963 potè innaugurare il rifugio. Da allora l'edificio subì molte trasformazioni, subendo ampliamenti per permettere agli alpinisti di sostare durante la notte. Intanto, Max Aichner non aveva ancora terminato la sua opera. In poco tempo tutt'attorno creò due vie ferrate: la ferrata Maximilian e la ferrata Laurenzi (in onore della moglie Laura) per valorizzare le montagne che aveva sempre amato.

Oggi, da oramai vent'anni, i figli di Maximilian gestiscono il rifugio con lo stesso entusiasmo del padre.

Il rifugio si trova all'estremità settentrionale del Catinaccio d'Antermoia, a cavallo tra i bacini idrici della val di Fassa e della val d'Ega.

Il rifugio rimane aperto da maggio per tutta la stagione estiva, prolungandosi fino alla metà di ottobre. È possibile per tutto questo periodo pernottare su letti in camere da 2, 4 e 6 persone e su cuccette in camere da 8 o più persone. Il rifugio ha 30 letti in camere e 50 cuccette con docce.

Nella stagione invernale è disponibile un piccolo locale con due posti letto e alcune coperte.

Per la parte superiore



Mud on the Tires

Mud on the Tires è il terzo album in studio del chitarrista e cantante country statunitense Brad Paisley, prodotto da Frank Rogers e pubblicato nel 2003 per la Arista Nashville.

Per la parte superiore



Val di Tires

la val di Tires vista dalla Cima di Terrarossa, nel Parco naturale dello Sciliar

La Val di Tires (in tedesco Tiersertal) è una valle laterale della val d'Isarco dell'Alto Adige percorsa dal rio Bria, anche conosciuto come rio Tires.

La valle ha inizio nei pressi dell'abitato di Prato all'Isarco (10 chilometri da Bolzano). Nella valle è possibile trovare dolomia e porfido.

Amministrativamente la valle è suddivisa tra i comuni di Tires, Fiè allo Sciliar e Cornedo all'Isarco.

Per la parte superiore



Passo di Costalunga

Il Passo di Costalunga (in tedesco Karerpass, in ladino Mont da Vich) (1.753 m) è un valico alpino nelle Dolomiti, posto fra il gruppo del Catinaccio e il gruppo del Latemar. Situato al confine fra la provincia di Trento e la quella di Bolzano, esso permette un comodo accesso al capoluogo dell'Alto Adige dalla zona trentina delle Dolomiti. Il versante trentino si trova in Val di Fassa, nel comune di Vigo di Fassa. Quello alto-atesino è ricompreso nel comune di Nova Levante in Val d'Ega. Circa mezzo chilometro sotto il passo, dalla S.S.241 si dirama la Strada Provinciale 65 che, attraverso il Passo Nigra raggiunge l'abitato di Tires nell'omonima Valle di Tires.

Amministrativamente il Passo di Costalunga si trova nel comune di Vigo di Fassa in provincia di Trento.

Nonostante non sia un passo particolarmente impegnativo, è stato spesso inserito nel percorso dei tapponi di montagna del Giro d'Italia in quanto permette il collegamento dalla Val d'Adige alla zona delle Dolomiti con i più celebri passi Pordoi, Sella, Rolle ecc.

Il Passo di Costalunga è base di partenza per numerose gite nei gruppi dolomitici del Catinaccio e del Latemar. I sentieri che partono dal passo permettono di raggiungere sul Catinaccio il rifugio Paolina, il rifugio Roda di Vael, il rifugio Baita Pederiva ed il Rifugio Aleardo Fronza alle Coronelle. Nel gruppo del Latemar possono esser raggiunti il bivacco Rigatti alla Forcella Grande del Latemar e il bivacco Sief, sopra la Valsorda.

Presso il Passo di Costalunga si trovano 3 nuovi impanti a fune inaugurati nel dicembre 2008 che risalgono le piste alle pendici della cima Pope del Latemar e permettono il collegamento sciistico con la località di Carezza al Lago e di Nova Levante. Gli impianti di Carezza e Costalunga fanno parte del comprensorio sciistico della Val di Fassa.

Per la parte superiore



Brad Paisley

Brad Paisley in concerto, 9 giugno 2007

Brad Douglas Paisley (Glen Dale, 28 ottobre 1972) è un cantante e chitarrista country statunitense.

Brad Paisley inizia ad amare la musica country grazie a suo nonno materno che all'età di 8 anni gli regala la sua prima chitarra e inizia a insegnargli a suonare.

A 12 anni Brad scrive la sua prima canzone e a 13 inizia a fare da supporter aprendo i concerti di grandi cantanti country come Ricky Skaggs e George Jones al Capital Music Hall di Wheeling in West Virginia.

Paisley si diploma alla John Marshall High School di Glen Dale in West Virginia, inizia a frequentare il West Liberty State College (West Virginia), ed in seguito riceve una borsa di studio per la Belmont University di Nashville, Tennessee (dal 1993 al 1995). Mentre è al college incontra Frank Rogers, un compagno di studi che diventerà poi il suo produttore. Paisley incontra anche Kelley Lovelace, che diventerà il suo co-autore.

Dopo la laurea a Belmont, Paisley firma un contratto con la EMI Music Publishing e scrive il successo Another You per David Kersh e altre canzoni per Tracy Byrd e David Ball. Il suo debutto come cantante è con l'etichetta Arista Nashville e la canzone Who Needs Pictures (pubblicata il 22 febbraio 1999). Nel maggio dello stesso anno fa la sua prima apparizione al Grand Ole Opry. Sette mesi dopo, la sua canzone He Didn't Have to Be va al primo posto in classifica (il brano è dedicato a Lovelace e a suo figlio adottivo).

Nel 2000, Paisley comincia a farsi sentire anche dal pubblico americano non strettamente country quando il produttore Todd Baker riesce a farlo partecipare allo speciale di TLC Route 66: Main Street America. In questo show si vedono Brad e la sua band esibirsi in rare versioni acustiche di Route 66. La versione internazionale e la versione home video del programma terminano con una completa versione acustica del pezzo eseguita dal vivo al Rainbow Bridge di Riverton, KS.

Sempre nel 2000 Paisley vince il Country Music Association (CMA) Horizon Award e il trofeo come miglior cantante emergente della Academy of Country Music. Riceve la sua prima nomination per il Grammy Award un anno dopo. Il 17 febbraio 2001, dopo quaranta apparizioni allo show, viene annoverato nella Opry Hall of Fame.

Nel 2002 vince il premio "Video dell'anno" del CMA con I'm Gonna Miss Her (The Fishin' Song). Molte celebrità appaiono nel video, tra cui Little Jimmy Dickens, Kimberly Williams, Dan Patrick, e Jerry Springer. Paisley duetta con Alison Krauss nel video di Whiskey Lullaby dall'album Mud on the Tires.

Paisley fa uscire il suo terzo album, Mud on the Tires (2003), dopo Who Needs Pictures (1999) e Part II (2001). L'album contiene il successo Celebrity il cui video è una parodia di reality show come Fear Factor e American Idol e vi partecipano celebrità come Jason Alexander, Jim Belushi, Little Jimmy Dickens, Trista Rehn, e William Shatner. La title track, Mud on the Tires, raggiunge il primo posto nella classifica di Billboard nel 2004.

Nel 2005, dopo il Two Hats and a Redhead Tour con Reba McEntire e Terri Clark, pubblica Time Well Wasted, con 15 nuove canzoni. L'album contiene Alcohol, due duetti - When I Get Where I'm Going con Dolly Parton e Out in the Parking Lot con Alan Jackson - e una bonus track, Cornography. Il 6 novembre 2006 Time Well Wasted vince il Country Music Association (CMA) Award come "Miglior Album".

Nel 2007 il Bonfires & Amplifiers Tour tocca 28 stati ed è sponsorizzato dalla cioccolata Hershey's.

Il nuovo album di Brad, 5th Gear, viene pubblicato negli USA il 19 giugno 2007. Ticks è il primo singolo estratto dall'album, e velocemente raggiunge il numero 1 nelle classifiche di Country Music. Recentemente ha girato il video per il secondo singolo dal titolo Online diretto dalla star Jason Alexander di Seinfeld. Nel video compaiono anche William Shatner (Star Trek e Boston Legal), Estelle Harris (che fa la parte della madre del personaggio di Alexander in Seinfeld), e Patrick Warburton (Regole d'onore e noto per aver interpretato David Puddy in Seinfeld). Anche i supporter di Brad (Kellie Pickler & Taylor Swift) fanno una piccola apparizione. Il video è stato girato ad un concerto nello stato di Washington con lo stesso Jason Alexander nella parte di Brad.

Paisley usa chitarre personalizzate di Crook Telecaster Guitars e amplificatori Dr. Z per il suo suono particolare e molto personale.

Nel 2006 come riconoscimento del suo contributo allo speciale televisivo Route 66: Main Street America Brad è stato chiamato a partecipare con due pezzi originali alla colonna sonora del film Cars - Motori ruggenti della Disney-Pixar.

Attualmente possiede un Jet Lear 45 ed ha acquistato più di 100 acri di terreno nella Contea di Williamson appena fuori Franklin nel Tennessee.

Nel 2000 Paisley inizia a frequentare l'attrice Kimberly Williams; Brad si era innamorato di lei anni prima, dopo averla vista ne Il padre della sposa, film che all'epoca vide con una sua ex (e che, abbastanza ironicamente, era stato di ispirazione per il suo pezzo e album "Part II") . I due si sposano il 15 marzo 2003, e vivono a Franklin, nel Tennessee, con una seconda casa a Malibu. Paisley e la Williams danno il benvenuto al loro primo bambino William Huckleberry Paisley il 22 febbraio 2007, ed hanno annunciato recentemente l'arrivo di altro bambino.

Per la parte superiore



Via ferrata Maximilian

Schema della via ferrata.

La via ferrata Maximilian è una via attrezzata per raggiungere la cima di Terrarossa 2.655 m s.l.m. della catena dei Denti di Terrarossa attorno al massiccio del Catinaccio, nelle Dolomiti del parco naturale dello Sciliar.

Il nome della ferrata deriva dal costruttore del Rifugio Alpe di Tires, Maximilian Aichner di Tires, ed infatti la via ferrata inizia proprio alle spalle del rifugio.

La via è considerata in letteratura come di facili difficoltà, ma presenta un lungo attraversamento su roccette e sulle creste, molto aereo, e con pendii molto ripidi a fianco, se non proprio parete. Questo non la rende di difficile livello, ma sicuramente una via che richiede un particolare livello di attenzione (maggiore di quello che si deve solitamente avere), anche perché in molti punti la via non è servita dalla corda di sicurezza, e dove c'è la corda non è ben tesa e non sempre segue la via naturale della parete, ma semplicemente una linea verticale. La via quindi pur non presentando caratteristiche troppo difficili richiede sicurezza, assenza di vertigini oltre che al buon tempo e all'attrezzatura da ferrata (imbragatura, kit ferrata e caschetto).

La via sale su uno stretto sentiero dietro al rifugio e subito entra in una forra, che in 10 minuti porta subito al valico che offre un spettacolare veduta panoramica dell’Alpe di Siusi. Da qui si procede a sinistra salendo fino alla prima cima, la cima del Dente di Terrarossa 2.653 m, dove si ha una spettacolare vista a 360°: a sud-est il Catinaccio con la Cresta del Molignon e ad est la Val Duron fino al Gruppo del Sassolungo, ed infine a sud lo Sciliar.

Da qui forse segue uno dei punti più impegnativi, la discesa sull'altro versante in ferrata, dove si trova una paretina quasi verticale, che non risulta troppo difficile se ci fosse la corda ben posizionata, ma invece la corda sege una linea verticale, e quindi risulta più difficoltosa.

Dopo la discesa si prosegue quasi camminando lungo la cresta della catena, quindi vi è tutto questo spezzone che è molto panoramico, ma allo stesso tempo aereo, in quanto non vi è alcun tratto attrezzato. Ad un certo punto la via compei una singolare traiettoria a coccinella passando sotto un portico di roccia. Da qui in breve si arriva a metà percorso, dove esiste anche una via d'emergenza, da prendere nel caso si volesse abbandonare la via.

La via invece procede verso la massima elevazione dello Sciliar, la Cima di Terrarossa 2.655 m dove con un ultimo e meno impegnativo tratto attrezzato si arriva in breve alla vetta (due ore dal rifugio a qui).

La discesa invece è molto più semplice in quanto è tutta su sentiero; dapprima ci si congiunge al sentiero n. 4 che proviene dal rifugio Bolzano, e quindi lo si segue fino ad arrivare nuovamente al Rifugio Alpe di Tires (fin qui tre ore in tutto).

Per la parte superiore



Source : Wikipedia