Telefonica

3.4479392624705 (922)
Inviato da gort 11/03/2009 @ 00:09

Tags : telefonica, telecomunicazioni, economia

ultime notizie
I soci chiedono un piano a Bernabè - Milano Finanza
Freddezza da parte degli spagnoli di Telefonica Come era prevedibile l'ipotesi di scissione del patto di sindacato di Telco ha scatenato reazioni a tutto campo. C'è per esempio chi, come Telefonica, non vuole nemmeno sentir parlare di un'ipotesi del...
Telecom: pochi vantaggi sul debito da fusione con Telefonica - La Stampa
Nel 2008 Telecom Italia ha realizzato ricavi per circa 30 miliardi di euro mentre il giro d'affari del gruppo spagnolo Telefonica ha sfiorato i 58 miliardi di euro. Le differenze dimensionali tra i due gruppi sono quindi notevoli....
Telecom I.: Telefonica pronta a integrare attivita' (Sole) - Borsa Italiana
ROMA (MF-DJ)--L'alleanza tra Telefonica e Telecom Italia potrebbe imboccare a breve nuove strade inesplorate, mentre parlare di fusioni appare prematuro. E' quanto lascia intendere a Madrid uno dei manager vicini al presidente Cesar Allerta,...
Piazza Affari corregge dopo gli ultimi rialzi - La Stampa
Si susseguono le voci di stampa sul destino della compagnia telefonica. L'irrequietezza di Telefonica, che spinge per la fusione con Telecom, potrebbero portare alla scissione di Telco, ipotesi prevista nei patti. Ai soci italiani andrebbe il 14% di...
Meditel: Telefonica e Pt vogliono vendere quote (stampa) - Primaonline.it
MADRID (MF-DJ)–Telefonica e Portugal Telecom sarebbero intenzionate a vendere le loro partecipazioni nella divisione marocchina Meditel. E' quanto si legge su El Economista, che ricorda come ognuno dei due operatori delle tlc possieda una quota del 32...
Telecom Italia: scorporo, fusioni e stile Alitalia - Tom's Hardware Guide
Contemporaneamente, ha sottolineato la sua contrarietà ad un'eventuale fusione tra Telecom Italia e Telefonica – possibilità più volte sconfessata da Franco Bernabè, amministratore delegato dell'incumbent. Dello stesso avviso il Governo,...
Fitti ordini di vendita su Telecom Italia in Borsa - Finanzaonline.com
Le azioni della compagnia telefonica segnano un ribasso dell'1,67%, a 1003 euro. La speculazione porta nervosismo attorno a Telecom. Da qualche giorno indiscrezioni di stampa ripropongono l'ipotesi di un interesse da parte degli spagnoli di Telefonica...
Telecom, Franco Bernabè smentisce fusione con Telefonica - Impresa City
L'AD di Telecom Italia Franco Bernabè è tornato a smentire l'ipotesi di una fusione con Telefonica. Il manager ha sottolineato che eventuali piani di accordo dovrebbero in ogni caso essere discussi nella sede propria di Telco. Non è esclusa tuttavia la...
Telecom, AD: nessun piano di fusione con Telefonica - Reuters Italia
ROMA (Reuters) - Telecom Italia non ha alcun piano di fusione con la spagnola Telefonica e un eventuale piano del genere andrebbe discusso nella controllante Telco. Lo ha detto l'Ad del gruppo telefonico italiano Franco Bernabe'....
La stampa del 21 maggio - SoldiOnline.it
Il giornale finanziario si focalizza su Telco e indica che alcuni soci italiani starebebro ragionando su un patto che escluda Telefonica dai giochi. Con la partecipazione in mano alla Findim della famiglia Fossati, infatti, gli azionisti arriverebbero...

Telefónica

Telefónica S.A. è una compagnia di telecomunicazioni spagnola.

Opera principalmente in Spagna e America Latina. È una delle più grandi società di telecomunicazioni fissa e mobile, quarta in termini di numero di clienti e quinta nel valore di mercato totale. Fu creata nel 1924, fino alla liberalizzazione del mercato nel 1997 Telefónica era soltanto un operatore telefonico in Spagna e possedeva una posizione dominante, oltre il 75% nel 2004.

Dal 1997 il governo spagnolo ha privatizzato il mercato e attualmente Telefónica è una public company, senza un azionista di controllo. Fra le maggiori partecipazioni, sono da ricordare quelle del Banco Bilbao e di Caixa, le cui quote del 6 e 5% rispettivamente non consentono comunque il controllo della società.

L'anno prima nasce movistar, la divisione della telefonia mobile dell'azienda.

L'azienda opera principalmente in Spagna, Repubblica Ceca (con Český Telecom), Regno Unito, Germania, Isola di Man (acquisendo O2), Argentina (con Telefónica de Argentina), Brasile, Cile (con Telefónica Móviles), Perù (con Telefónica Móviles), Colombia (con il marchio movistar), Porto Rico (con Telefónica Empresas e Telefónica Larga Distancia), Cina (partecipa al 5% a China Netcom), Marocco (con Méditel). Mentre in Portogallo e Italia è azionista degli ex monopolisti Portugal Telecom e Telecom Italia.

Attualmente è presieduta da César Alierta.

Il 7 luglio 2007 viene multata dall'antitrust comunitario con una sanzione di 151,8 milioni di euro, con l'accusa di avere praticato nel periodo 2001-2006 ai cittadini spagnoli tariffe per la banda larga superiori al 20% della media europea. La sanzione, decisa da Neelie Kroes, titolare dell'antitrust, è la seconda più alta ammenda, dopo quella che fu inflitta a Microsoft.

Quando nel 2000 fu lanciata in Italia la gara per l'acquisizione delle licenze UMTS, tra le società che ottennero la licenza vi era IPSE2000, società nella quale azionista di riferimento al 45,5% era Telefónica Móviles e presidente era Pier Luigi Celli (ex-presidente RAI). Attualmente, dell'azienda non si sa più niente in quanto non ha mai iniziato l'attività di gestore di telefonia mobile, i dipendenti sono stati quasi tutti licenziati e nel 2006 le è stata ritirata la licenza. Sopravvive esclusivamente per gestire le cause contro il Governo Italiano. Un gruppo di ex-dipendenti in un suo sito internet ha raccontato (e racconta) tale vicenda. Fatti simili sono succcessi in Germania, Austria e Svizzera, dove pure Telefónica aveva conquistato licenze UMTS per poi rinunciarvi.

L'azienda spagnola è stata comunque presente per un po' in Italia, attraverso il servizio di ricerca numeri 1288, nato dopo la fine del 12 e facente capo alla controllata TPI, la quale sarà poi venduta.

A febbraio 2007 Telecom Italia era entrata in trattativa con Telefónica per l'entrata di quest'ultima in Olimpia, la holding che controlla il 18% dell'ex monopolista italiano, poi sospesa. Ma nel marzo 2007 l'azienda è tornata ad interessarsi a Telecom, e il mese dopo ha creato una cordata con Mediobanca, Generali, Intesa Sanpaolo, e Benetton, la quale il 28 aprile 2007 ha lanciato un'offerta per l'acquisto di Olimpia da Pirelli; essa è stata accettata dall'azienda di Tronchetti Provera e si è concretizzata il 24 ottobre dello stesso anno.

Poco dopo, Telefónica vende Endemol a una cordata composta da Mediaset (e la sua controllata Telecinco), Goldman Sachs e John de Mol, per 3 miliardi di euro.

Per la parte superiore



Rete telefonica

Una rete telefonica è una rete per telecomunicazioni implementante la telefonia.

Una rete telefonica pubblica è una rete telefonica che può essere utilizzata da chiunque, sia attraverso un accesso privato, cioè riservato alla singola persona, alla singola impresa, al singolo ente, sia attraverso un accesso pubblico, cioè destinato a chiunque voglia farne uso (per approfondire l'aspetto dell'accesso privato/pubblico si veda il paragrafo "Tipologie di accesso dell'utente ad una rete telefonica").

Nei primi decenni della telefonia esistevano moltissime reti telefoniche pubbliche sparse per tutto il mondo e non interconnesse fra loro. Col passare dei decenni, un numero sempre maggiore di reti telefoniche pubbliche sono state interconnesse fra loro aumentando così sempre più il bacino di utenti servito dalla stessa rete telefonica pubblica. Si è passati quindi da reti telefoniche pubbliche serventi piccole e grandi città, a reti telefoniche pubbliche serventi intere aree geografiche di una nazione, fino ad arrivare a reti telefoniche pubbliche serventi intere nazioni. Oggi, infine, tutte le reti telefoniche pubbliche del mondo sono interconnesse tra loro formando quella che è chiamata Rete Telefonica Generale, la più grande rete per telecomunicazioni del mondo, coprente l'intero pianeta più capillarmente di Internet, un'altra rete per telecomunicazioni planetaria che gli è seconda in termini di grandezza.

Una rete telefonica privata invece è una rete telefonica a cui può accedere solo uno specifico gruppo di utenti autorizzato dal proprietario della rete telefonica. La sua grandezza può variare di molto. Si va dalla rete telefonica residenziale destinata a servire i componenti del nucleo familiare, alla rete telefonica aziendale destinata a servire i suoi dipendenti, alla rete telefonica geografica destinata a servire un'azienda, un'organizzazione, un'istituzione con più sedi distanti fra loro.

Una rete telefonica privata quasi sempre è comunque interconnessa con la Rete Telefonica Generale, in tal mondo gli utente della rete telefonica privata possono comunicare anche con persone situate in tutto il mondo.

Gli aggettivi "pubblica" e "privata" delle locuzioni "rete telefonica pubblica" e "rete telefonica privata" non sono quindi intesi né in riferimento all'accesso dell'utente alla rete telefonica, né in riferimento alla proprietà della rete telefonica. Sia la rete telefonica pubblica che la rete telefonica privata possono essere infatti di proprietà statale, di proprietà privata, o anche di proprietà mista.

La telefonia fissa è la telefonia implementata attraverso una rete telefonica fissa, quindi la telefonia che prevede l'utilizzo di telefoni connessi alla rete telefonica per mezzo di un cavo di telecomunicazioni. La telefonia mobile è invece la telefonia implementata attraverso una rete telefonica mobile, quindi la telefonia che prevede l'utilizzo di telefoni connessi alla rete telefonica per mezzo di un ponte radio. La telefonia mobile si distingue poi in telefonia cellulare e in telefonia satellitare se il ponte radio è rispettivamente terrestre o satellitare.

La telefonia fissa, avendo i telefoni vincolati all'impianto di telecomunicazioni, permette agli utenti solo limitate possibilità di movimento ed è utilizzata per servire luoghi abitativi o lavorativi. La telefonia mobile, non avendo invece tale vincolo, permette agli utenti completa libertà di movimento, quindi di poter effettuare una chiamata o di essere reperibili indipendentemente dalla posizione geografica in cui si risiede.

La telefonia pubblica è l'accesso alla Rete Telefonica Generale attraverso un telefono posizionato in modo fisso in un luogo pubblico. Tale telefono è messo a disposizione dalle aziende proprietarie della Rete Telefonica Generale per chiunque abbia necessità di utilizzarla.

Per la parte superiore



Telefónica O2

Telefónica O2 (conosciuta prima del marzo 2006 come O2 plc e prima del marzo 2005 con il nome di mmO2 e di solito stilizzato O2, come il simbolo chimico) è una compagnia di telecomunicazioni inglese specializzata nella telefonia mobile con sede a Slough.

La società fu creata nel 1985 come join venture tra BT Group e Securicor sotto il nome di Cellnet. Nel 1993 iniziò a fornire servizi GSM. Nel 1999 divenne interamente parte di BT Group come BT Cellnet. In seguito raggiunse l'indipendenza dall'operatore nel 2001, assumendo il nome di O2. La compagnia operava in Regno Unito, Irlanda, Germania e nell'Isola di Man (attraverso la sussidiaria Manx Telecom); nei Paesi Bassi, invece, ha ceduto le proprie attività nel 2003. Dopo un periodo di indipendenza di circa 5 anni, ha acconsentito il 31 ottobre 2005 ad essere acquisita dalla spagnola Telefónica; tale operazione si è conclusa il 23 gennaio 2006. Tuttavia O2 Telefónica continua ad avere la sua sede nel Regno Unito ed ha anche mantenuto il suo nome origianrio.

Il 31 Dicembre 2005 ha raggiunto 27,4 milioni di clienti nel Regno Unito, Germania e Irlanda.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia