Telefonia mobile

3.3796561604652 (698)
Inviato da nono 10/03/2009 @ 06:11

Tags : telefonia mobile, telefonia, high tech

ultime notizie
Nizza. "Telefonia mobile, regolamento per le antenne" - Tele 90
La richiesta è stata avanzata dal gruppo consiliare di minoranza in seguito all'istanza di una società di telecomunicazione, per l'installazione di un palo multi gestore di telefonia mobile sul territorio di Nizza. Su iniziativa del consigliere Mimma...
Calano le vendite dei telefoni mobili, ma non degli iphone - Panorama
Gli analisti di Gartner Group dicono che è la prima volta da quando la società monitora il comparto della telefonia mobile, (dal 2001) che si registra una contrazione così forte della domanda in un solo trimestre. Il primo trimestre 2009, insomma sarà...
Un nuovo impianto per la telefonia mobile a Carpi - Sassuolo 2000
Bassa modenese - Presso il Settore Ambiente del Comune di Carpi da oggi e fino al 20 giugno prossimo, è possibile consultare il progetto relativo all'installazione di un nuovo impianto per telefonia mobile. Il progetto in deposito riguarda...
Nokia si lancia nel valzer degli OS mobile - Punto Informatico
L'adozione di un tale business model, sicuramente inusuale per l'attuale mercato della telefonia mobile, potrà destare non poche perplessità e necessita della prova dei fatti, che verrà fatta anche in base all'andamento del mercato durante la restante...
IT: Nòverca presenta la sua Extended SIM - Adnkronos/IGN
“Siamo la convergenza tra il mondo finanziario e la telefonia mobile - dichiara Claudio Carnevale, presidente Nòverca Italia – insieme a Intesa Sanpaolo stiamo portando realmente i servizi bancari in mobilità ea breve proporremo i servizi di pagamento...
Erg mobile: distributore di telefonia mobile - JUGO
Anche le compagnie petrolifere entrano nel mercato della telefonia mobile: a distanza di pochi mesi dall'annuncio, debutta sul mercato ERG Mobile, l'operatore virtuale di telefonia mobile (MVNO) di ERG Petroli. Il servizio è integrato con il programma...
Vodafone: ricavi 2008 +16% - ANSA
(ANSA) - ROMA, 19 MAG - Vodafone, numero uno al mondo nella telefonia mobile, ha chiuso l'anno fiscale con ricavi in crescita del 16% a 41 miliardi di sterline. E un ebitda di 14,5 mld di sterline, in aumento rispetto ai 13,2 miliardi dell'anno...
Ryanair: lanciato a Bergamo servizio di telefonia mobile a bordo - Borsa Italiana
MILANO (MF-DJ)--Ryanair ha esteso il primo servizio di telefonia mobile d'Italia a bordo degli otto aeromobili di base a Milano (Bergamo). Lo si e' appreso in occasione di una conferenza stampa in l'ad di Ryanair, Michael O'Leary, ha sottolineato che...
T-Mobile apre uno spiraglio a Skype? - The New Blog Times
Stando a quanto riferito a FT Deustchland e riportato da mocoNews, il mercato tedesco della telefonia mobile starebbe ripensando al VoIP ea come inserirlo proficuamente nel proprio modello di business. L'idea frulla nelle menti pensanti di Vodafone,...
Gartner: calano le vendite dei telefonini, salgono quelle degli ... - Hi-Tech Italy
La società britannica di ricerca di mercato Gartner, Inc. ha pubblicato in questi giorni i dati del mercato della telefonia mobile relativi al primo quadrimestre del 2009, che evidenziano un calo a livello mondiale delle vendite dei telefoni cellulari...

Telefonia mobile

La telefonia mobile è una tipologia di accesso ad una rete telefonica, in particolare una tipologia di accesso destinata all'utente finale. L'accesso alla rete telefonica inoltre è di tipo privato (la telefonia mobile si contrappone quindi alla telefonia pubblica), cioè di proprietà dell'utente finale o ad esso riservato dal proprietario dell'accesso o da chi lo ha in gestione, e realizzato per mezzo di onde radio.

La telefonia mobile, utilizzando onde radio, è in grado di servire intere aree geografiche in modo continuo e si contrappone quindi alla telefonia fissa in grado di servire solo punti geografici fissi (vincolo in parte ovviato con l'utilizzo di apparecchi telefonici cordless).

La telefonia cellulare è l'accesso ad una rete telefonica attraverso ricetrasmettitori terrestri (cioè ubicati sulla superfice terrestre) di onde radio. La telefonia satellitare è l'accesso ad una rete telefonica attraverso ricetrasmettitori satellitari (cioè ubicati su satelliti per telecomunicazioni) di onde radio.

Gli apparecchi telefonici per l'utente finale utilizzati nella telefonia mobile sono di norma mobili e alimentati a batterie proprio per poter sfruttare la completa mobilità offerta dalla telefonia mobile. In particolare possono essere di tipo palmare (destinati ad essere trasportati dall'utente) o di tipo veicolare (destinati all'installazione fissa su veicoli).

Esclusivamente nella telefonia cellulare, negli ultimi anni si sono diffusi comunque anche apparecchi telefonici non destinati all'uso in mobilità. Tale tipologia di apparecchi telefonici sono alimentati attraverso la rete elettrica e sono destinati quindi ad essere utilizzati all'interno di edifici. La diffusione di questa tipologia di apparecchi telefonici è finalizzata a favorire l'utilizzo della telefonia cellulare in sostituzione della telefonia fissa.

Per la parte superiore



Telefonia mobile in Africa

Un'antenna GSM in un villaggio rurale(Gambia). Nel Gambia, quasi tutti gli adulti possiedono un telefono cellulare

La diffusione della telefonia mobile in Africa è più limitata che nel resto del mondo; mentre in gran parte dell'Occidente la tendenza attuale è verso l'obiettivo dei due cellulari (o due carte SIM) per persona, in Africa gran parte della popolazione non dispone del primo cellulare. Il mercato africano è però entrato negli anni 2000 in una fase di rapidissimo sviluppo: fra il 2004 e il 2007 l'espansione della telefonia mobile in Africa ha avuto un ritmo tre volte superiore alla media mondiale. Attualmente, la telefonia mobile in Africa è sia più diffusa (come numero di abbonamenti) che più redditizia di quella fissa.

Numerosi fattori hanno contributo al boom della telefonia mobile in Africa negli anni 2000.

Un primo elemento determinante è stata l'incapacità della telefonia fissa di penetrare nella società. Nel 2000, l'intera Africa subsahariana contava meno linee telefoniche fisse della sola Manhattan. Le reti fisse in particolare non raggiungono le aree rurali, nelle quali è concentrata una parte significativa della popolazione, soprattutto in Africa subsahariana. Delle circa 400.000 località rurali che si contano in Africa, meno del 3% hanno accesso a una linea fissa. Gli operatori di telefonia mobile hanno sfruttato a proprio vantaggio questa lacuna del servizio fisso, mettendo in atto una strategia molto aggressiva di diffusione della rete cellulare. Già nel 2006, il 45% della comunità rurali in Africa erano coperte dal segnale GSM. Attualmente, la copertura arriva al 90% in numerosi paesi, fra cui Comore, Kenya, Malawi, Mauritius, Seychelles, Sudafrica e Uganda. Altri paesi che stanno rapidamente progredendo in questo campo (con una copertura superiore al 50%) sono Botswana, Burkina Faso, Burundi, Capo Verde, Guinea, Namibia, Ruanda, Senegal, Swaziland e Togo (dati del 2007).

Il mercato della telefonia fissa è generalmente monopolista, con pochi incumbent principalmente statali che hanno investito poco per espandere il proprio bacino d'utenza al di fuori dei grandi centri cittadini. Questa situazione stia gradualmente cambiando; per esempio, in Kenya e in Botswana è iniziato un processo di privatizzazione degli operatori statali Telekom Kenya e Botswana Telecommunications Corporation e di liberalizzazione del mercato. Ciononostante, il mercato della telefonia mobile (in genere aperto da operatori privati) è intrinsecamente più dinamico.

Questa tabella mostra le percentuali di paesi africano dove esiste concorrenza totale, parziale o monopolio (de iure o de facto) per le principali tecnologie di telecomunicazione (telefonia fissa, telefonia mobile, Internet).

Gli operatori che hanno introdotto la telefonia mobile in Africa negli anni 2000 hanno scelto modelli di business adatti alla penetrazione nelle fasce più povere della popolazione. Sono stati commercializzati telefoni cellulari progettati per essere a bassissimo costo, e sono state immesse sul mercato carte prepagate con tagli estremamente bassi.

Altro elemento chiave della strategia degli operatori della telefonia mobile in Africa è stato l'abbattimento dei costi di roaming, particolarmente importante in un continente dove esistono spesso fortissime relazioni fra comunità vicine separate da confini nazionali. Il primo operatore a proporre tariffe con roaming a costo zero è stato Celtel nel 2006 con l'iniziativa One Network, che aboliva i costi di roaming fra Uganda, Kenya e Tanzania. Nel 2007 l'offerta è stata estesa a Gabon, Repubblica Democratica del Congo, Congo, Burkina Faso, Ciad, Malawi, Niger, Nigeria e Sudan. In seguito, altri operatori africani hanno annunciato l'intenzione di abolire progressivamente i costi di roaming per determinate aree.

In seguito allo sviluppo della telefonia mobile degli anni 2000, oggi l'Africa contribuisce per circa il 7% all'utenza mondiale di telefonia mobile. Nel 2006 in Africa si contavano 198 milioni di abbonati a linee cellulari. Nel gennaio 2008, nel solo Kenya, c'erano già più di dieci milioni di numeri mobili funzionanti.

La seguente tabella riassume il volume di abbomanenti dei 10 principali operatori di telefonia mobile in Africa.

A causa della maggiore diffusione della rete mobile rispetto a quella fissa, in diversi paesi africani una parte rilevante del traffico Internet avviene attraverso cellulare; un esempio sono le Seychelles, che sono il paese africano con la massima penetrazione Internet percentuale, e in cui la maggior parte dell'utenza si collega attraverso la rete mobile. Tuttavia, l'accesso a Internet attraverso la rete GSM rimane estremamente lento (9,6 kbps). Anche le reti 2.5G e 3G non sono risultate adeguate a causa dell'elevato costo dei terminali, dell'enfasi sul traffico video rispetto ai dati, e dell'esitazione delle autorità nella concessione di licenze UMTS. La principale prospettiva per la penetrazione di Internet in Africa appare oggi l'accesso BWA (Broadband Wireless Access) basato sulla tecnologia WiMAX.

Per la parte superiore



Sicurezza nella telefonia mobile

Le teconologie di sicurezza nella telefonia mobile sono volte a salvaguardare gli utenti dalle intercettazioni e dall'utilizzo non autorizzato dei dispositivi.

Le password più semplici sono il codice PIN e il codice PUK.

Il PIN (personal identification number) viene utilizzato per accedere ai servizi da un gestore e viene immesso all'accensione del dispositivo. Il codice PUK (PIN Unblocking Key) viene immesso dopo aver sbagliato il PIN per tre volte consecutive ed è usato per sbloccare il cellulare.

Il problema delle password e dei codici è che solitamente sono password statiche e scelte in forma mnemonica e possono essere facilmente carpite da social engineering: la password potrebbe essere comunicata, direttamente o indirettamente, a persone poco fidate. Il sistema migliore per evitare questo fenomeno è usare sistemi di enforcement sulle password. L'utente viene obbligato a creare la password con un determinato livello di sicurezza: ad esempio vengono eliminate somiglianze con le password precedenti. Esistono dispositivi hardware che permettono di creare password completamente sicure. Smart card, Token USB e altri dispositivi sono basati sull'uso di un certificato digitale.

I Virus dei telefoni cellulari in circolazione sono una trentina. Questi virus sfruttano il basso livello di sicurezza offerto dallo standard di comunicazione Bluetooth, trasferendosi da un cellulare all'altro, a volte all'insaputa dell'utente. Questi virus possono formattare il cellulare o azzerare il credito, tramite connessioni numeri a pagamento.

I cellulari funzioanno con un proprio sistema operativo che, in maniera analoga ai computer e notebook, può essere esposto al rischio di virus informatici.

Lo standard GSM consente un livello di sicurezza delle transazioni inferiore a quello ottenibile connettendosi a Internet da un Pc o notebook, che dispongono di maggiore memoria ed eventualmente velocità di connessione, e supportano una crittografia più affidabile.

Il cellulare non è un mezzo sicuro per effettuare pagamenti.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia