Supernatural

3.4320096269428 (831)
Inviato da nono 05/03/2009 @ 06:09

Tags : supernatural, serial tv, tv, tempo libero

ultime notizie
Supernatural - Stagione 4, episodio 21: When the Levee Breaks - Movieplayer.it
Ci siamo: meno un solo episodio alla fine di questa quarta stagione di Supernatural e quella frattura annunciata sin dalle prime battute e tanto temuta dai fan dell'amabile team Winchester si consuma in questo When The Levee Breaks, che vede gli ottimi...
Novità nel cast di Supernatural e How to Make it in America. - Movieplayer.it
Misha Collins e Eddie Kaye Thomas sono entrati a far parte del cast fisso di 'Supernatural' e di una nuova serie targata HBO, 'How to Make it in America'. Piccole novità dal mondo dei serial televisivi, per quanto riguarda il cast di Supernatural,...
CIRCOLO DEGLI ARTISTI - Romanotizie - News ed eventi da Roma e suoi Municipi
Il primo appuntamento sarà dedicato alla art label SUPERNATURAL CAT con tre gioielli del suo roster: LENTO, MORKOBOT ed UFOMAMMUT in concerto che saranno accompagnati da una mostra del collettivo MALLEUS. SUPERNATURAL CAT nasce alla fine del 2005 da...
Edizioni BD alla Fiera di Torino 2009 - Everyeye Network
E per gli appassionati di cinema e serie tv arrivano: Supernatural e Ghostbusters! Il volume Origini trasferisce nel mondo dei fumetti l'universo di Supernatural, serie TV onda in Italia su RaiDue e giunto in America alla quarta stagione....
Supernatural Origini - Horror Magazine
Le avventure dei fratelli Winchester, le due bocche da fuoco nella guerra ai demoni preferite da grandi e piccini, non iniziano quando inizia la serie TV di Supernatural… Iniziano molto prima, quando i due, ancora bambini, affiancano il padre nella sua...
Supernatural - Stagione 4, episodio 20: The Rapture - Movieplayer.it
Siamo abbastanza convinti che anche gli uomini inguaribilmente eterosessuali sarebbero d'accordo sul fatto che Misha Collins e il suo personaggio, l'angelo Castiel, sono stati un elemento fondamentale per questa stagione di Supernatural....
Jesus Goes To Hollywood / Supernatural Inspiration - Arte.go (Comunicati Stampa)
Famiglia Margini continua il percorso di ricerca sul rapporto contemporaneo tra Fede ed Arte, politica e potere: proponendo un progetto inerente l'evoluzione della simbologia Religiosa di tutte le culture di questa Era Globalizzata e sempre più...
Supernatural - Stagione 4, episodio 19: Jump the Shark - Movieplayer.it
Non bisognerebbe evocare inutilmente certi fantasmi - e dovrebbero saperlo meglio di tutti, gli autori di Supernatural. Come i più incalliti fan di serial americani ben sapranno, l'espressione "to jump the shark", cui fa riferimento questo episodio...
Milano, in mostra "I kill my symbol" di Angelo Cruciani - Excite Italia
L'opera, presentata all'interno della collettiva "Supernatural Inspiration", raffigura un Cristo che rompe con le mani la propria croce, mentre sullo sfondo un incendio brucia San Pietro. Cruciani ha spiegato: "Si tratta di una denuncia contro...
Incubo a Elm Street per Katie Cassidy - Movieplayer.it
La bionda star di 'Supernatural', è entrata a far parte del cast del nuovo Nightmare, rilancio della leggendaria saga horror ideata da Wes Craven. La bella Katie Cassidy si è aggiunta al cast di A Nightmare on Elm Street, il nuovo film targato Platinum...

Episodi di Supernatural (quarta stagione)

Voce principale: Supernatural (serie televisiva).

Tutte le trame delle puntate sono presa dal sito Supernatural Legend.

La puntata si apre con Dean che si riapre gli occhi in una bara, in una zona isolata. A fatica, riesce ad uscirne e si precipita verso una vicina stazione del gas che appare vuota. Mangia e beve qualcosa, si lava, notando uno strano marchio sul suo braccio, e sfoglia una rivista porno. D’un tratto i vetri di una finestra vanno in frantumi, dopo che anche gli apparecchi elettronici davano il segnale disturbato. Dean si butta a terra, ricoperto dalle schegge di vetro, non essendo riuscito a mettere in tempo del sale sul davanzale di quella finestra in quanto aveva intuito che qualcosa non andasse. Prova a chiamare Bobby che non gli crede e decide di andare da lui di persona. Bobby è sconvolto e lo attacca perché crede che sia un demone ma Dean, a fatica, lo convince di essere davvero lui. Dopo aver chiarito questo punto, Dean scopre dall’uomo che Sam negli ultimi quattro mesi è stato distante e non ha mai voluto ricoprire il suo corpo col sale e bruciarlo. Grazie al segnale GPS lo raggiunge in Illinois in un motel e qui, dopo aver bussato alla porta della stanza di un motel, vede una ragazza, Kristy e anche Sam. Superato lo shock iniziale, i due si abbracciano con commozione e Sam, dicendogli che ha passato gli ultimi quattro mesi a cacciare Lilith e a tentare invano di fare un patto con tutti i demoni che aveva trovato per riportarlo in vita. Dean apprende che Lilith si trova proprio in Illinois e soltanto questo potente demone potrebbe spiegare cosa gli sia davvero successo; Sam gli restituisce il ciondolo che portava sempre al collo e che aveva custodito gelosamente e gli confessa di essere uscito intatto dall’esplosione che Lilith causò durante la sua morte, giurando quasi di non aver mai fatto uso dei suoi poteri, anche se non ne sembra così convinto. Sam e Dean vanno nell’Impala e quest’ultimo scopre che Sam ha messo un lettore Ipod nella sua auto e ne resta sconcertato. I due raggiungono poi con Bobby una sensitiva sua amica, Pamela Barnes che è molto avvenente ed attira subito i fratelli. La donna evoca l’entità che ha permesso a Dean di uscire dall’Inferno e, mentre è invasata da una forza oscura, urla disperata: i suoi occhi quasi bruciano e sanguinano ed invoca il nome di Castiel. Il rito si interrompe e la donna è soccorsa. In seguito, Sam e Dean cenano in una tavola calda che si scopre essere il covo di alcuni demoni a cui Sam stava dando la caccia e la cameriera Flo, anch’essa un demone, chiede a Dean cosa egli abbia di così speciale per essere uscito dall’Inferno e lui dice che, forse, è accaduto a causa del piercing ai capezzoli. Dopo uno scontro con lei, durante il quale il demone appare spaventato dall’oscura forza che emana Dean, i due fratelli vanno in motel. Sam dice a Dean di riposare e va a sistemare la cosa coi demoni; Dean, però, non riesce a dormire e qualcosa di strano accade nella sua camera: gli specchi tremano e lui stesso avverte qualcosa di forte in sé. Il ragazzo decide di chiamare Bobby per scovare chi o cosa l’abbia fatto uscire dall’Inferno. Intanto, alla tavola calda, Sam scopre che quasi tutti i demoni sono stati uccisi e non hanno più gli occhi nelle loro cavità; arriva il demone Flo che lo attacca ma Sam usa i suoi poteri mentali e riesce a fare uscire da lei il demone che la possedeva. Si scopre che Kristy è posseduta da un demone che potrebbe essere Ruby ma né lei né nessun altro ha insegnato a Sam ad usare i suoi poteri psichici. Cosa è successo a Sam?!? Intanto, in un capannone Bobby e Dean tracciano dei simboli a terra ed evocano un’entità che appare sotto l’aspetto di un ragazzo ben vestito. I due tentano di attaccarlo anche con il coltello di Ruby ma è tutto inutile: quel ragazzo è Castiel, un angelo del Signore e afferma che aveva avvisato Pamela di non evocarlo perché quando appare agli umani può essere molto pericoloso. L’angelo era convinto che Dean potesse vedere il suo vero aspetto ma non è così e, inoltre, la sua voce non è udibile dagli umani e questo spiega quel suono stridulo che perseguitava Dean. Castiel dice al ragazzo che è stato salvato dall’Inferno perché era la volontà di Dio e che “essi hanno lavorato per lui”.

La puntata si apre con una donna, Olivia, che dorme sul suo divano. D’un tratto viene svegliata da qualcosa di strano e corre subito all’armadietto delle sue armi; sembra essere una cacciatrice e le appaiono i fantasmi di due persone che lei non ha avuto modo di salvare. Uno dei fantasmi la uccide. Intanto, Dean dice a Sam che un angelo l’ha afferrato e salvato dall’Inferno; Bobby aggiunge che la storia di Castiel è credibile perché un angelo può davvero salvare qualcuno dall’Inferno e, forse, Dio stesso esiste cosa a cui Dean, invece, sembra non voler credere. Sam si incontra con Ruby e le conferma che in città c’è un angelo e la ragazza appare nervosa perché sa bene che gli angeli odiano i demoni. Bobby avvisa i ragazzi che una cacciatrice, Olivia, è sparita da alcuni giorni e che tutti i cacciatori della zona sono stati uccisi. Lo stesso Sam, nel bagno di una stazione di servizio, è attaccato dal fantasma dell’agente Hernricksen che lo accusa di non aver fatto nulla per salvare la vita di tutte le persone morte, come lui, a causa di Lilith. Dean salva Sam, sparando un proiettile di sale contro il fantasma. Intanto, Bobby è attaccato da due fantasmi di persone che non ha potuto salvare in un Natale del passato: sono due bambini che bloccano Bobby in una vecchia auto dismessa. Sam e Dean corrono da lui ma non lo vedono. A Dean appare invece il fantasma di Meg che gli rinfaccia di non averla aiutata ma di essersi limitato a buttarla giù da una finestra e che, dopo la sua morte, sua sorella si è suicidata. La situazione sembra sfuggire di mano a Sam, Dean e a Bobby (che è stato ritrovato): i tre non riescono a fronteggiare i fantasmi e si rifugiano nella stanza bunker di Bobby dove preparano altre munizioni e parlano del perché Dio, se esiste davvero, non li aiuta. Bobby afferma che Meg aveva un simbolo detto “Il Marchio del Testimone” che appare addosso a chi, morto di una morte violenta e innaturale, è costretto a manifestarsi come fantasma da una forza oscura. Quel simbolo, inoltre, anticipa che c’è un’Apocalisse in arrivo; Dean vorrebbe subito affrontarla ma Bobby dice che, per ora, occorre trovare un incantesimo per liberarsi dei fantasmi. Dopo aver lasciato il bunker, a Dean appare il fantasma di Ronald (visto in “Nightshifter”) che lo accusa di non averlo salvato, così come le bambine accusano Bobby della stessa cosa e Meg accusa Sam ancora del medesimo motivo, aggiungendo che lui non ha avuto problemi ad avere a che fare con Ruby, mentre con lei ne aveva avuti. Intanto, Dean trova sé stesso bloccato in un angolo della cucina da Hernicksen che gli dice ancora di non averlo salvato e che Lilith torturò tutti per 45 minuti, prima di farli saltare in aria. Sam salva Dean prima che il fantasma lo uccida e Bobby riesce a pronunciare l’incantesimo che manda via tutti i fantasmi. Dopo, di notte e mentre tutti dormono, appare Castiel che parla con Dean il quale è infuriato perché Dio non li ha aiutati; l’angelo gli spiega che lui opera per Dio ma non è una specie di guardia del corpo! Inoltre, Castiel afferma che Lilith sta tentando di aprire tutti i 66 sigilli per riportare Lucifero sulla Terra e che il “Marchio del Testimone” è uno di quelli; lui esorta Dean a impedire a Lilith di aprire gli altri 65 sigilli e che gli deve mostrare rispetto perché è grazie a lui se è salvo dall’Inferno ma, sempre grazie a lui, potrebbe ritornarvi. La puntata finisce con Dean che, risvegliatosi da questo “sogno” su Castiel, chiede a Sam se egli creda, o meno, nel Diavolo.

La puntata si apre con Sam che incontra Ruby e Castiel sfrutta l’occasione per dire a Dean che lui deve fermare tutto questo e lo rimanda indietro nel tempo, nel 1973. Il ragazzo si ritrova in una tavola calda e solo dopo scopre di trovarsi a Lawrence, in Kansas e di essere finito indietro nel tempo. Dean è seduto accanto ad un ragazzo, John, che gli dice che si trova presso la tavola calda di Chase. Dean lo ringrazia e si fa dire il nome della città e dello stato e John gli dice di essere a Lawrence, in Kansas. La reazione di Dean, a quella notizia, insospettisce John ma l’uomo gli dice che va tutto bene e che ha trascorso una nottataccia e chiede al barista di versargli del caffè. Dean mostra il suo cellulare e John ne resta affascinato, come se non ne avesse mai visto uno, e gli chiede dove possa trovare la ricezione per telefonare ma sia John che il barista Reg lo guardano straniti e il barista parla dell’ennesima rottura tra Sonny Bono e Cher. Arriva nel bar Mr. Dodd, un uomo sui 40 anni, che urla il nome di John Winchester, prima di stringergli la mano con felicità e lo chiama “Caporale Winchester”. Gli chiede di accettare il suo invito ad essere ospite a casa sua e come gli vadano le cose con le sue missioni militari e John gli dice che è molto dura ma che ora sta a casa e vi resterà per un po’; alla domanda di Dodds su cosa intenda fare della sua vita, John dice di avere dei grandi piani in mente. Dodds, prima di andarsene, chiede a John di salutargli il “vecchio uomo” e se ne va contento. Dean, intanto, osserva John e crede di averlo visto altrove e John pensa che, forse, si sono visti a Woodstock. Inoltre, il ragazzo convince John a comprare l’Impala invece di un’auto van perché quell’auto sarebbe andata alla grande negli anni successivi. Dean si presenta a John come Dean Van Hallen e gli dice che può fidarsi di lui, chiedendogli se ha assistito a qualcosa di strano o se ha sentito odore di zolfo ma John dice di no. Dean scopre anche che sua madre, Mary, è una bella ragazza ed è già fidanzata con suo padre. La segue e la spia ma la ragazza se ne accorge e lo aggredisce; Dean nota il braccialetto di Mary e scopre che anche lei è una cacciatrice. In seguito, va a casa sua e scopre che tutta la famiglia è a conoscenza del soprannaturale e che il padre di Mary, Samuel, sta seguendo il caso di una morte avvenuta in una fattoria e parla della caccia ai vampiri in piena libertà. Samuel non vuole che Mary vada a caccia con lui e non si fida di Dean che, invece, ottiene un invito a cena da sua moglie, Deanna (sua nonna!). Mentre Samuel e Mary vanno alla fattoria, con l’uomo che si spaccia per un prete venuto a confortare la vedova del morto, si scopre che il figlio aveva fatto un patto con una strana creatura, 10 anni prima, per far smettere il padre di picchiarlo; il patto è stato fatto col demone YED. Dean, intanto, dopo essersi guadagnato la fiducia di Mary, le dice che John è adatto a lei e la ragazza lo sorprende, dicendo che lui è un bravo ragazzo anche se non è un cacciatore. Dopo lo stupore iniziale di Dean, il ragazzo dice a Mary di stare a letto durante quella notte del 1983, qualsiasi cosa sarebbe successa o avrebbe sentito, non avrebbe dovuto lasciare la sua camera da letto. La ragazza annuisce con incredulità. Arriva anche Castiel che avvisa Dean di smettere di rivelare cose che accadranno in futuro; se continuerà a farlo, lui non sarà mai un cacciatore e tutte le persone salvate moriranno. Dean si arrabbia, dicendo che non vuole vedere i suoi genitori morire ancora e vuole sapere perché Sam non è lì con lui; Castiel, semplicemente, gli dice che quello è un “affare” che riguarda solo lui. Successivamente, il ragazzo riesce a rubare la Colt da un uomo in Colorado e si precipita dalla madre che, intanto, ha scoperto che il demone YED si trova a casa di una sua amica che è con un dottore. Dean, raggiuntala, capisce che l’uomo è posseduto e non riesce a sparare con la pistola e il demone fugge. Ancora dopo, Dean rivela la sua vera identità a Samuel che lo prende per pazzo e gli dice che devono uccidere quel demone solo con la Colt, prima che Mary (che è stata notata dal demone) venga uccisa da lui nel 1983. Non passa molto tempo che Dean capisce che suo nonno è posseduto e, ora, anche lo YED sa cosa accadrà nel 1983. Il demone chiede a Dean se anche lui sia un ragazzo speciale ma, dopo avergli annusato, il collo si ricrede e continua col dire che entro 10 anni avrebbe versato il suo sangue nella bocca di alcuni bambini, dopo averne messo fuori gioco i genitori, e che avrebbe creato un suo potente esercito con un leader scelto tra questi bambini per concludere un suo importante “progetto”. Il demone ammazza Dean e pugnala al ventre il corpo che lo ospita, ovvero il povero Samuel, dicendo a Dean che l’uomo morirà a breve. Intanto, John e Mary sono in auto ignari di tutto: l’uomo sta per darle l’anello di fidanzamento e Mary, emozionatissima, lo prende ed ha un attimo di esitazione, pensando a suo padre, ma John le chiede di concedergli di andare avanti per poterla sposare. Mary gli chiede se gli è successo qualcosa e John dice che vuole solo sposarla e prende l’anello per darglielo perché l’ha sempre amata; Mary è commossa ma, all’improvviso, un colpo al finestrino di Mary la fa voltare: è suo padre Samuel. La ragazza è sconvolta e suo padre non le da modo di dire nulla e la trascina fuori dall’auto dicendo che è tempo di andare e spezza il collo a John. Il demone le si rivela e le dice che riporterà John in vita se lei farà un “piccolo patto” con lui; entro 10 anni, farà visita al suo futuro figlio Sam. La ragazza accetta disperata e firma il patto con un bacio. Dean accorre e tenta di ucciderlo ma il demone fugge, lasciando a terra il corpo senza vita di Samuel. Mentre Mary resta lì sconvolta, Castiel riporta Dean nel presente e spiega che è stato rimandato indietro nel tempo non per alterare la storia ma per fargli capire cosa sia davvero successo a suo fratello Sam e che la strada che ha preso è molto pericolosa e deve essere fermato, altrimenti lo faranno loro (gli angeli).

Sam e Ruby stanno interrogando un uomo posseduto su un demone su dove si trovi Lilith ma il demone non cede e Sam lo esorcizza mentre Dean osserva tutta la scena da fuori la finestra. Entrato nella stanza, affronta inutilmente Ruby che lo sbatte contro ad un muro per portare poi l’uomo posseduto in ospedale. Rientrato con Sam al motel, Dean si adira con lui e prepara le sue cose per andarsene via da solo; Sam gli giura che lui riesce a controllare quel potere e che lo fa solo per rispedire i demoni all’Inferno ma Dean dice che Ruby gli avrà fatto qualche incantesimo. Sam risponde col dire che è meglio ciò che fa lui, piuttosto che usare il coltello di Ruby sugli umani ma Dean introduce ciò che gli ha detto Castiel: se lui non si fermerà, lo faranno gli Angeli. Mentre litigano, ricevono una chiamata che li invita ad andare in Missouri per un caso particolare. Mentre sono in auto, durante il viaggio, Dean racconta a Sam del suo viaggio nel tempo e Sam sembra sapere tutta la storia del sangue demoniaco che lo YED gli versò nella bocca da bambino. I due ragazzi arrivano all’indirizzo di una casa ed osservano con dei binocoli dalla loro auto un uomo che divora carne cruda. La scena verificatasi a casa dell’uomo è questa: nella sala da pranzo di una casa, di sera, c’è una coppia. Jack sta cenando in abbondanza, lasciando sconcertata la moglie Michelle che gli chiede se stia bene e lui annuisce, anzi, le chiede di portare in tavola il dessert. Mentre la moglie va a prenderlo in cucina, Jack nota che nel piatto della donna c’è una bistecca mangiata solo per metà e le domanda se può mangiarla lui. Michelle dice che ne ha già mangiato due e dovrebbe smetterla: sembra che abbia il verme solitario. Jack le ripete di stare bene e di essere solo affamato. La donna ha un dito ferito che sanguina e Jack resiste alla tentazione di aggredire la moglie e va in un bar dove aggredisce un uomo che importunava una donna. Il giorno dopo, nella camera da letto, Jack è accanto a Michelle che dorme e la donna, svegliandosi, è spaventata e lo rimprovera dicendo che è stata in ospedale fino alle due di notte a causa sua e che non è riuscita a rintracciarlo. L’uomo è confuso, non ricorda nulla di ciò che gli dice la moglie e si giustifica dicendo che il telefono non prendeva. Ciò che ricorda è il sangue e le vertigini che ha avuto. Osserva Michelle e il suo dito ferito e le chiede come stia; la donna, risentita, dice che sopravviverà e che per ciò che ha fatto non le occorrono le sue scuse ma un bel diamante. All’improvviso, l’uomo inizia a palpeggiare la donna insistentemente, contro la sua volontà. Michelle gli dice di smetterla ma l’uomo continua con più forza e violenza, finché lei riesce a respingerlo e urla, prima di trascinarsi fuori dal letto. La donna vorrebbe sapere che diavolo gli è successo è l’uomo, sconvolto, le dice che non lo sa e fugge dalla stanza. Intanto, in una stanza di un motel, Sam e Dean incontrano Travis, un vecchio amico di John sui 50 anni, che sorride sempre, beve birra ed è molto particolare nel suo carattere. L’uomo è stupito nel vedere i due ragazzi dopo circa dieci anni: ora sono degli uomini e chiede a Sam se è il solito secchione e Dean annuisce. Per Travis, John sarebbe fiero di loro e per tutto ciò che hanno fatto dopo la sua morte. I tre seguono le tracce di Jack che si scopre essere vittima di una lenta metamorfosi che lo farà diventare un Rugaru, una creatura con zanne, pelle spessa e grande di costituzione, che mangia di tutto. Anche il padre di Jack, un dentista subì la stessa sorte e Travis lo uccise, nel 1978 dopo una lunga ricerca. L’uomo avrebbe potuto uccidere anche Jack ma non se la sentì di uccidere un bambino, sapendo che anch’egli sarebbe diventato come il padre. In realtà, la madre di Jack, per salvarlo lo aveva dato in adozione e solo adesso Travis lo ha trovato. Sam e Dean gli chiedono cosa vuole fare e lui dice che, forse, potrà salvarlo. Dean crede che Jack sia un mostro perché lo ha visto divorare un hamburger crudo. Il giorno dopo, nel retro della casa di Jack, mentre lui è intento a curare il giardino, arrivano Sam e Dean che gli dicono che devono parlargli della sua “trasformazione in atto”. Jack si mette sulla difensiva ma Dean gli dice che scommette che può sentire le sue ossa muoversi, la sua pelle divenire indistruttibile e il suo appetito aumentare sempre di più. L’uomo annuisce sconvolto dalla sua precisa descrizione e chiede ad entrambi chi essi siano in realtà; Sam dice che sono lì per aiutarlo se lui vorrà ascoltarli. I tre si spostano nel patio e i due ragazzi spiegano a Jack che lui è un Rugaru, proprio come il suo padre naturale. L’uomo non gli crede e reagisce male, quando scopre anche che suo padre era stato ucciso per la sua natura mostruosa, ma i ragazzi affermano che la sua fame sarà sempre più incontenibile. Jack chiede di cosa potrebbe mai aver fame e Dean dice che potrebbe voler sbranare un maiale di grosse dimensioni o l’uomo che fa gli hamburger. Sam, dopo aver guardato male Dean, dice a Jack che lui e la sua famiglia sono in pericolo ma che può ancora salvarsi perché non ha ceduto del tutto ai suoi istinti. Jack li caccia di casa, avvisandoli che chiamerà la Polizia se dovesse rivederli a casa sua. Il giorno dopo, Jack si introduce in casa di una donna ma Sam e Dean lo bloccano prima che lui possa farle del male. Di notte, però, i due ragazzi entrano in casa di Jack che li blocca. Poco prima, l’uomo aveva ucciso Travis che aveva bloccato la moglie, legandola dopo aver scoperto che fosse incinta (temeva che potesse generare un altro Rugaru). Sam finisce bloccato dietro una porta e vede Dean sul pavimento, svenuto e sanguinante. Jack gli dice che, per ora, è vivo ma non per molto se lui non gli dirà cosa sta succedendo e perché poco prima ha tentato di bruciare sua moglie viva. Sam, preoccupato per il fratello, gli dice di non cedere ai suoi istinti ma Jack, dopo essersi del tutto trasformato in un Rugaru, gli urla contro di tenere la sua famiglia lontano da lui. Sam gli dice che nessuno tenterà di ucciderlo e che è, ancora, possibile salvarlo. Jack, però, si avvicina a Dean e ne lecca il sangue presente sulle ferite e sembra in procinto di azzannarlo. Sam urla di non farlo e che, se vuole, può controllare la sua fame ma Jack, sentendo anche il battito del cuore di Dean, è spinto ad aggredirlo proprio mentre il ragazzo sta riprendendo conoscenza. Sam riesce a forzare la porta e colpisce Jack con un lanciafiamme, preso dal pavimento, che lo fa bruciare fino alla morte. Sam e Dean lasciano la città e Dean ripete al fratello che deve smettere di usare i suoi poteri e che glielo sta dicendo per il suo bene.

La puntata si apre sullo stile dei vecchi film degli anni ’30 con il vecchio logo della WB. Sam e Dean vanno in Pennsylvania per indagare su un attacco di vampiri. Sam afferma che interessarsi a una faccenda del genere mentre c’è la minaccia dell’Apocalisse non è saggio ma Dean è eccitato all’idea di dedicarsi alla vecchia caccia come un tempo. Arrivati in una piccola città dove è in corso l’Oktoberfest, Dean e Sam si presentano allo sceriffo locale come gli agenti Angus e Young e vedono così il corpo della donna uccisa dal vampiro che ha i segni del suo morso sul collo. I due vanno in un bar a fare domande e, mentre Dean filtra con una ragazza, arriva Ed che dice ad entrambi di aver visto l’omicidio: è stato un vampiro dallo strano accento che indossava anche un mantello ad uccidere la donna nel parco. Dean scherza sul fatto che la birra che sta bevendo lo abbia rinvigorito e reso di nuovo vergine. Sam dice che neanche gli angeli potrebbero fare una cosa del genere; intanto, un ragazzo che si stava baciando con la sua fidanzata è ucciso da un lupo mannaro dall’altra parte della città. Sam e Dean la interrogano e scoprono che è stato davvero un licantropo. I due ragazzi vedono il corpo della vittima ma c’è qualcosa di strano: il cuore non è stato rimosso, cosa che un licantropo fa sempre quando uccide. Dean torna al bar e fissa un appuntamento con Jamie, la ragazza vista prima, pensando intanto se il vampiro può trasformarsi in un pipistrello. In seguito, in un museo una guardia è strangolata da una mummia che è risorta. Sam e Dean accorrono e scoprono che la mummia non era così antica e che era immersa nel ghiaccio secco per creare l’effetto della nebbia. Sembra che questi mostri abbiano bisogno di molti effetti speciali prima di attaccare qualcuno. Jamie viene poi attaccata dal vampiro ma Dean la salva, strappando l’orecchio del mostro che fugge su uno scooter. I due ragazzi concordano che si tratti di un demone mutaforma che si diverte a far rivivere dei mostri dei vecchi film horror. Jamie è forse stata presa di mira perché Ed, il ragazzo che si è preso una cotta per lei, lavora negli effetti speciali dei film e potrebbe centrare in tutto questo. Dean torna al bar e racconta alla ragazza delle sue esperienze a contatto diretto con la morte e la baciano ma arriva una cameriera, Lucy, che li interrompe. Sam raggiunge Ed dove lavora e, quando prova a strappargli l’orecchio, scopre che non è lui. Il mutaforma è Lucy che, dopo aver drogato le bevande di Dean e Jamie, li rapisce. Dean si risveglia legato su un tavolo con Dracula che lo osserva e gli chiede se sa come finisce un film horror; Dean pensa che lui lo ucciderà ma il vampiro dice che il finale del suo film sarà diverso. Mentre i due parlano, arriva il ragazzo della consegna della pizza che suona alla porta e Dracula paga con un buono-sconto per avere una pizza gratis. Jamie si risveglia nella camera da letto del vampiro che la obbliga ad indossare un abito sexy; la ragazza scopre così che Lucy non è mai davvero esistita. Il vampiro le dice che è frustrante per lui fare quella “vita” ed è fuggito per questo dal set del film; suo padre lo picchiava per farlo essere cattivo mentre a lui interessava solo la forza e il potere dei mostri visti nei film. Il fatto, però, che sia stato costretto ad uccidere lo rende meno “simpatico” a tutti. Arriva Sam che libera Dean e Jamie che spara a Dracula (che chiama i due ragazzi “Harker e Van Helsing”) prima che possa fare del male a qualcuno, provando la teoria di Dean che tutti i mostri dei film fanno la stessa fine. Mentre Sam e Dean se ne vanno, dopo che quest’ultimo ha salutato Jamie con un bacio d’addio, Dean afferma che ha avuto un piacevole “lieto fine” con lei e che se dovesse fare un film sulla sua vita, questo non comprenderebbe vampiri e licantropi ma sarebbe più sullo stile di “Porky’s II”.

La puntata si apre con Dean che scappa da un cane che lo insegue. 43 ore prima, invece, Sam e Dean stavano indagando sulla morte di un tale che appare legata ad un improvviso attacco di panico. I due ragazzi esaminano il corpo ed ottengono che sia eseguita un’autopsia che non evidenzia nessuna anomalia nel defunto a parte alcuni graffi sulle mani. Sam e Dean si recano nella stazione dello sceriffo ed attendono di parlare con lui. C’è un ragazzo goffo sui 20 anni che li guarda con un sorriso mentre svolge delle pratiche. Poco dopo arriva lo sceriffo Ed Britton, sui 40 anni, che chiede al vicesceriffo chi siano i due ragazzi e, dopo aver saputo che sono due agenti federali, rimprovera il suo vice di non averli fatti entrare subito nel suo ufficio. Lo sceriffo è ossessionato dalla pulizia: costringe i ragazzi a togliersi le scarpe e, dopo avergli stretto la mano, se la disinfetta con del gel. Dopo aver compiuto questo, lasciando i ragazzi allibiti, gli chiede il motivo della loro visita e Sam gli dice che stanno indagando sulla morte di Frank O’ Brien il cui cadavere è stato ritrovato dagli uomini dello sceriffo che, a quel nome, si rattrista: lui e Frank erano amici e partecipavano ai tornei di combattimento tra galli. A quella notizia, Dean ride e Ed lo guarda male dicendo che il gallo è l’animale simbolo della locale squadra di softball e Dean gli chiede scusa. Ed ricorda l’amico Frank come eccezionale e Sam gli chiede se lui gli aveva mai detto di temere qualcosa o se si comportava stranamente. Ed annuisce dicendo che era spaventato da qualcosa e che gli ripeteva sempre di non voler lasciare la propria casa; lo sceriffo lo aveva anche chiamato un paio di volte ma lui attaccava subito e, dopo avergli mandato alcuni suoi uomini, lo avevano trovato morto. L’uomo chiede ai ragazzi perché l’FBI si interessi a lui e se è davvero un caso su cui indagare; Dean dice che, forse, si è trattato solo di un attacco di cuore. Inoltre, sono avvenute altre morti sospette in città. I due fanno visita ad un amico di Frank che gli dice che lui era cambiato dopo la morte della moglie. Dean inizia a comportarsi stranamente (da quando ha lasciato l’obitorio è strano): ha paura di un serpente, non corre in auto e ha paura dell’EMF di Sam che chiama subito Bobby per aiuto. Dean, intanto, si esibisce in un “numero improvvisato” ballando e cantando nell’Impala. Sam scopre che Dean ha la malattia del Fantasma che ha contagiato sia Frank che un suo amico: se entro 48 ore non si troverà un antidoto, Dean morirà. Sam riesce a capire che questo male colpisce solo i tipi rudi e atipici e anche suo fratello ha un graffio sul braccio. Dean peggiora e, dopo aver compiuto varie idiozie, inizia ad indagare in modo prudente e ha paura delle pistole; Sam si reca con lui in un vecchio mulino abbandonato dove incontrano il fantasma adirato di Luther Garland contro cui Sam spara dei proiettili mentre Dean scappa terrorizzato. Intanto, alla stazione locale di Polizia, il vicesceriffo avvisa lo sceriffo Ed che i due agenti federali gli hanno chiesto il fascicolo su Luthor Garland. L’espressione dell’uomo cambia: ha una paglietta di acciaio in mano con cui sistemava la sua pistola e la stringe nervosamente, spaventando il suo vice che vede sulle sue braccia delle abrasioni rosso scuro. Si sente una voce nella sua mente che gli dice “Loro sanno” e si vede il riflesso del suo viso nella lampada sulla sua scrivania che appare deformato e sorride perfidamente: il riflesso gli dice che “Loro sanno ciò che hanno fatto e presto gliela faranno pagare”. I ragazzi si recano poi, di sera, in un centro di assistenza medica dove è ricoverato John Garland, sui 60 anni, che è malato. Sam si presenta come l’agente Tyler e Dean come l’agente Perry dell’FBI. L’uomo li guarda con sospetto, non credendogli, e gli chiede di vedere i distintivi e delle referenze; Dean reagisce male ma acconsente dopo che Sam lo costringe a farlo, pestandogli un piede. L’uomo si convince e guarda un fascicolo che gli porge Sam: riguarda suo fratello Luthor che, ufficialmente, è morto per un grave trauma fisico. L’uomo ride amaramente, dicendo che dovrebbe definirsi un omicidio; alla curiosità dei ragazzi, John spiega che da tutti Luthor era ritenuto un mostro. C’è un flashback dove si vede Luthor che cammina da solo, con la testa bassa, mentre è ignorato dagli altri: era solo “troppo grande e differente”. La scena torna al presente e John osserva la foto di suo fratello e piange: non avrebbe mai pensato che lui fosse così gentile e non avrebbe mai fatto male a nessuno. Era solo un vedovo con tre figli e lui stesso lo aveva isolato. Solo un uomo, Ben Cassity, ne ebbe pietà dandogli un lavoro e un posto per dormire. Sam mostra a John un ritratto di una donna, una specie di foto che Dean aveva sottratto in precedenza da una fattoria. John la riconosce: è Jessie O’ Brien il cui uomo, Frank, avrebbe ucciso suo fratello Luthor. In un altro flashback si vede Jessie seduta alla sua scrivania che usa la matita e Luthor le si avvicina gentilmente. John conferma che suo fratello si era invaghito di lei, che era una receptionist presso la fabbrica di calcare dove lui lavorava, ma era una semplice ed innocua cotta che, però, Frank non sopportava e che, addirittura, una volta lui pensò che Luthor fosse responsabile della scomparsa di Jessie. C’è un nuovo flashback: fuori la fabbrica di calcare, Frank sembra ubriaco ed aggredisce Luthor per difendere l’onore di Jessie. La scena ritorna al presente e John chiude il fascicolo di Luthor, non regge alla sua vista e sta male per lui. L’uomo dice che suo fratello fu trovato morto lungo una distesa di ghiaia, presso la fattoria di Frank, con una catena al collo: vi era stato trascinato fino a farlo morire. I ragazzi gli chiedono perché Frank non fu arrestato e John dice che lui fece di tutto per farlo andare in galere ma restava il fatto che Luthor fosse il mostro mentre Frank era il pilastro della città. Fu anche costretto a pagare il doppio il prete che celebrò il suo funerale e la sepoltura della salma avvenne presso i Giardini della Pineta. Sam mostra solidarietà per John e gli dice che deve aver odiato Frank per quello che gli ha fatto ma l’uomo dice che la vita è breve per odiare sempre e che, da una parte, comprende il dolore di Frank che riteneva Luthor l’autore della scomparsa della sua Jessie e che era spaventato ma non accetta che sia arrivato al punto da ucciderlo. Dean vorrebbe bruciare le ossa di Luthor ma scopre che il suo corpo fu mutilato e non è vero che fu sepolto in un unico posto. La notizia turba Dean che dice che quella vita di cacciatori non fa per lui e che non è possibile stare 8 ore al giorno in un’auto; vuole mollare tutto ma ecco che il cane con cui si apriva la puntata lo insegue, costringendolo a rifugiarsi in motel. Restano 4 ore di vita a Dean che ha anche delle allucinazioni di un Sam malvagio che vuole rispedirlo all’Inferno mentre il vero Sam parla con Bobby per trovare una soluzione: è necessario bruciare le ossa di Luthor o, in alternativa, spaventare la fonte della paura, ovvero il fantasma. Sam e Bobby tornano al luogo dove Luthor si era mostrato ma non appare e Sam lo provoca, distruggendo la foto della moglie di Frank. Luthor appare e inizia uno scontro tra i tre. Intanto, nella stanza del motel dove alloggiano i ragazzi, nel cuore della notte, Ed fa irruzione fuori di sé e minaccia Dean con una pistola, chiedendogli perché sono interessati alla morte di Luthor Garland; il ragazzo, terrorizzato, indietreggia in un angolo e nota le abrasioni sulle braccia dello sceriffo, dicendogli che è malato ed è stato colpito dal “Fantasma della Malattia” e che anche lui è malato e gli mostra le ferite sulle braccia. Lo sceriffo dice che era amico di Frank e non importa se lo ha coperto dopo la morte di Luthor e punta la pistola su Dean deciso a sparargli. Il ragazzo riesce a disarmarlo ed inizia un duro scontro fisico con lui, alla fine del quale lo blocca su un tavolo ma l’uomo, quasi tornato in sé, va contro ad una parete dicendogli di stargli lontano. Ed è terrorizzato e Dean gli dice di stare calmo ma l’uomo gli urla di stargli alla larga quando, all’improvviso, ha un dolore tremendo al petto che lo fa accasciare a terra morto. Dean vede Lilith che gli dice che è ora di tornare all’Inferno dove sarà incatenato e bruciato come i vecchi tempi; Dean sta per avere un infarto mentre, nello stesso tempo, Sam blocca Luthor con una catena intorno al collo e Bobby lo trascina per la strada, dietro la sua auto, spaventandolo per sempre. Dean, al motel, torna in sé ed è raggiunto da Sam al quale non dice di aver visto nelle sue visioni anche la sua versione malvagia. La puntata si chiude con Jensen Ackles che si esibisce ancora per le sue fans nella performance fatta sulle note di “Eye Of The Tiger”.

La puntata si apre due giorni prima di Halloween; un uomo addenta un pezzo di caramella ed inizia a tossire, sputando delle lamette affilate e muore. Il giorno dopo, Sam e Dean parlano con la moglie del defunto signor Wallace per capire cosa sia successo. Dean trova un sacchettino per il malocchio nel refrigeratore e capisce che qualcuno voleva morto l’uomo. Sam analizza il contenuto del sacchettino, deducendo che sia opera di una strega esperta; inoltre, la vittima non può essere stata uccisa per odio o altri motivi, vista la vita semplice che faceva. Il motivo deve essere un altro. La scena si sposta nella cantina di una casa di periferia di notte. Ci sono due ragazze diciassettenni, Tracy che indossa un’uniforme da cheerleader e Jenny che indossa un costume sexy. Entrambe stanno in piedi su una vasca di metallo e parlano con Derek che dice loro che è vergognoso gareggiare per delle mele che galleggiano sull’acqua. Tracy gli lancia delle uova addosso e dice che è Halloween. Derek non cambia idea subito ma lo fa dopo che Tracy gli si avvicina muovendosi sensualmente (agita il fondoschiena) e assume una posa da modella sexy e si immerge per prendere la mela. Intanto, Jenny si inginocchia davanti alla vasca per immergere il viso e tentare di prendere una mela addentandola, senza toccarla con le mani; Derek le osserva ma si ferma quando nota che Tracy è immersa col viso da troppo tempo e non si muove: la soccorre e resta sconvolto nel vedere che respira a stento e che il suo viso è come se fosse stato bollito. D’un tratto, l’acqua della vasca bolle e Tracy urla mentre Jenny è disperata e Derek è sotto shock. In seguito, arriva la Polizia e Sam e Dean si presentano come due agenti federali; Dean punta Tracy e la interroga, presentandosi come l’agente Seger e le chiede cosa pensa dell’accaduto visto che l’acqua della vasca risulta fredda e se conosceva un certo Luke Wallace. La ragazza dice di no e resta stupita nel sapere che è morto la notte prima; intanto Sam, dopo aver spostato un divano, scopre un sacchettino per fare il malocchio a qualcuno. E’ chiaro che una strega stia tentando di far risorgere Samhain, il demone legato alla festa di Halloween, attraverso 3 sacrifici con sangue umano. Dean torna nella casa dei Wallace e scopre che forse la loro babysitter, Tracy, potrebbe essere la strega che cercano. Il giorno dopo, Sam e Dean (presentandosi come gli agenti Lee e Geddy) interrogano nella classe di Arte di una scuola superiore il professore Don Harding, uno strano tipo sui 40 anni che sembra nascondere qualcosa e che ha realizzato delle strane maschere che ora sono appese al soffitto di questa classe. Dean gli chiede qualcosa su Tracy e Don reagisce male: la ragazza è violenta, aggressiva ed era stata anche sospesa perché aveva tentato di cavargli gli occhi. Tutto era nato dal fatto che l’uomo aveva criticato un suo lavoro per la classe di Arte e la ragazza aveva reagito aggredendolo brutalmente. Don confessa ai ragazzi che Tracy disegnava sempre degli strani simboli legati all’occulto e Sam, dopo averne tracciati alcuni e avendo avuto conferma anche da Don che erano quelli i simboli tracciati dalla ragazza, dice che sono gli stessi presenti anche su quel sacchettino per il malocchio. Dean chiede al professore se sa dove sia Tracy e lui dice che, forse, sarà nel suo appartamento dove vive da quando si è trasferita in questa città da circa un anno, da sola ed isolata da tutti. Nessuno sa che n’è stato dei suoi genitori. Tornati al motel, i due Winchester trovano Castiel ad attenderli; Sam si presenta all’angelo che a sua volta presenta il suo amico-collega Uriel. I due angeli avvisano i ragazzi che se Samhain risorgerà, sarà rotto un altro dei 66 sigilli che permetterà a Lucifero di tornare sulla Terra. Castiel mostra loro un sacchettino per il malocchio trovato nella loro stanza e Uriel dice che è un esperto di purificazioni di città, visto che loro due non potranno mai abbattere Samhain. L’angelo è pronto a distruggere la città, pur di evitare che il demone sia libero. Dean vorrebbe impedire che Uriel faccia una strage ma sa che non può fermarlo ed ottiene da Castiel il permesso di occuparsi della strega per qualche ora; dopo, agirà Uriel. Sam e Dean arrivano a scuola dove scoprono che è lì che è stato carbonizzato l’ossicino di bambino per fare il malocchio e ne è responsabile il professore interrogato in precedenza. Intanto, nel parco cittadino, Uriel e Castiel osservano i bambini sfilare mascherati per Halloween. Uriel dice che gli uomini sono delle scimmie che stentano a stare ritti su due gambe e ripete che è pronto a cacciare Dean dalla città pur di raderla al suolo. Castiel gli ricorda che ci sono degli ordini da rispettare. Nella cantina della casa del professore Don, intanto, sta per compiersi un rituale con sacrificio: l’uomo recita dei versi in lingua Gaulish (un antico Gallico) ed evoca a sé una forza potente. Di fronte a lui c’è Tracy che è legata e tenta di liberarsi; l’uomo prende un coltello e le incide la clavicola ed il sangue che ne esce va a finire in una tazza d’argento. La ragazza urla e, d’un tratto, sul corpo di Don appaiono tra buchi: si sprigiona una forte energia e l’uomo cade a terra. Arrivano Sam e Dean che sparano a Don: Sam constata il decesso di Don mentre Dean aiuta la ragazza a liberarsi. Tracy gli chiede se sanno cosa stia succedendo e, mentre i ragazzi tentano di risponderle, gli dice che Don era suo fratello e la stava usando per un importante rituale. Magicamente, la ragazza mette i due fratelli fuori gioco, facendoli perdere conoscenza: è una strega. Una dozzina di coltelli soprannaturali si conficcano nel corpo dei due ragazzi. Tracy è felice: dopo seicento anni, potrà fare questo rituale. Le serviva il sangue di Don e anche la presenza di due uomini. Mentre è sul punto di proseguire il rituale, bussano alla porta di casa dei ragazzini vestiti da Halloween pronti a dire “dolcetto o scherzetto”. Tracy, disgustata, afferma che presto tutti vedranno cosa voglia dire Halloween. Mentre la ragazza, nel pieno della sua follia estatica, continua il rituale, Sam dice a Dean di fare esattamente ciò che fa lui: lentamente, si avvicina alla pozza di sangue uscita dal corpo di Don e si copre il viso con esso così come anche le mani. Dean, incredulo, lo fa. Intanto, dal corpo di Don si materializza Samhain: esso è la personificazione della notte di Halloween e si avvicina a Tracy, chiedendole cosa essa abbia fatto. La ragazza dice che anche con quel corpo ne è valsa la pena evocarlo ma Samhain la uccide spezzandole il collo e si dirige verso i due ragazzi che giacciono a terra. La divinità li crede morti (essendo ricoperti di sangue) e se ne va al cimitero, dove cattura dei ragazzi e li rinchiude per evocare a sé la forza e resuscita i morti. Sam e Dean arrivano lì (dopo aver discusso se usare o meno i poteri di Sam e il coltello di Ruby) e, mentre il secondo combatte con uno zombie, Sam affronta Samhain usando i suoi poteri mentali, cosa a cui Dean si era opposto, e risultando immune ai danni della luce bianca scagliatagli contro dal demone che appare stupito. Il giorno dopo, Uriel dice a Sam che il 2 novembre sarà l’anniversario della morte di sua madre e di Jessica ad opera del demone YED e lo sgrida perché ha usato i suoi poteri, quando aveva promesso di non farlo più. Lo avvisa che gli angeli non esiteranno ad ucciderlo se andrà oltre e, prima, di sparire, gli dice di chiedere a Dean di raccontargli cosa ricordi della sua permanenza all’Inferno. Castiel dice a Dean che i suoi ordini erano di testare le sue abilità di leadership e non di fermare Samhain. Inoltre, lui ed Uriel avrebbero dovuto seguire le sue direttive, anche se non sa perché Dio avrebbe voluto far distruggere un’intera città. I due fratelli hanno salvato tante vite ma la venuta di Lucifero sulla Terra appare sempre più vicina.

La puntata si apre con una donna, Candace che, dopo essersi fatta una doccia, si asciuga e c’è un ragazzo che la osserva. Egli è invisibile ma la donna lo scopre presto. Intanto, Sam cerca di convincere Dean a dirgli che è successo mentre era all’Inferno ma non ottiene nessuna risposta; cambia argomento e gli parla di un fantasma che a Washington perseguita le donne in un centro benessere. Sam si reca da Candace e si presenta come un autore di libri che parlano di storie di fantasmi e il suo ultimo libro si chiama “Supernatural”: Sam è stupito nell’apprendere che la donna è stata aiutata mentre rischiava di cadere dalle scale mentre scopre anche che un certo Wes, il secchione della città, sta con una ragazza avvenente. Un altro uomo dice a Dean che è convinto di aver visto Bigfoot e il ragazzo si chiede se in città non sia arrivato un hippie che stia gettando dell’LSD nell’acqua potabile. Le tracce del mostro portano ad un eccentrico negozio di liquori. I due ragazzi sorprendono poi una bambina, Audrey, in un magazzino mentre sfoglia una rivista porno e le chiedono cosa le sia successo: la bambina dice loro che il orsetto Teddy è diventato vivo ed è sempre depresso perché il mondo l’ha deluso: si ubriaca ed è irascibile. I due ragazzi vanno a casa sua e trovano davvero un orso di pelouche “vivo” che guarda la tv in camera della bambina. Sam e Dean dicono che lei dovrà stare dai vicini di casa, finché non guariranno il suo orsetto che ha una “carenza di lecca-lecca”. I genitori di Audrey sono spariti, dopo aver desiderato una vacanza a Bali. In seguito, i due si recano in un vicino ristorante, dove scoprono (dopo che il locale è stato chiuso per violazione delle norme igieniche) che in una fonte c’è una strana moneta incastrata che non può essere rimossa: è protetta da qualche rito woodoo. Sam si reca al centro benessere per stanare il fantasma guardone mentre Dean ha dei “problemi” mentre mangia il suo sandwich e capisce che ogni desiderio espresso, col tempo, si tramuta nel suo opposto e reca gravi e letali danni a chi lo ha espresso. Occorre trovare la persona che ha espresso per prima il desiderio che ha scatenato tutto. Arriva la notte e Dean e Sam sono al motel; Dean dorme ma ha degli incubi sull’Inferno e Sam lo vede agitarsi nel sonno ma il ragazzo continua a non volerne parlare. Nello stesso tempo, l’orsetto Teddy tenta di suicidarsi inutilmente con un colpo di pistola per la sua crescente depressione. Successivamente, i due ragazzi scoprono che un certo Wes sta per sposarsi con la ragazza più bella della città e sospettano che sia lui l’autore di tutto questo. Infatti, la scena si sposta di notte nell’appartamento di Wes che appare ricco di oggetti, posters da ragazzi e videogames. Il ragazzo si sta riposando su una sdraio davanti la tv e con una birra in mano, nel salotto. Entra la sua ragazza, Hope, che è molto bella e reca in mano un vassoio con un pollo arrosto con contorno, chiedendogli se stia dormendo ma Wes le dice che stava solo riposando gli occhi. La ragazza gli chiede se ha fame e gli mostra il vassoio ma Wes la invita a sedersi e le chiede se lei è davvero felice. Hope gli risponde che lo è, che lo ama e che farebbe qualsiasi cosa per lui; ha un’espressione confusa e parla in modo strano. Wes le dice se lei vorrebbe fare qualcosa che la rendesse davvero felice e la ragazza ribadisce che è felice con lui, che lo ama e che farebbe qualsiasi cosa per lui. Il ragazzo la invita a fare davvero qualcosa di sua iniziativa ma Hope, a quella richiesta, appare confusa e gli dice che sarà difficile farlo ma ci proverà. La ragazza teme che Wes sia arrabbiato con lei per qualcosa e si lascia cadere sulle ginocchia e gli abbraccia le gambe, supplicandolo di non lasciarla, altrimenti potrebbe morirne. Wes la tranquillizza, dicendo che non lo farà. Qualcuno suona il campanello e Hope va ad aprire: si tratta di Sam e Dean che vengono condotti dalla ragazza da Wes; Hope lo rimprovera perché non ha ancora parlato del fatto che si sposeranno e, poco dopo, gli bacia la fronte ed esce per occuparsi dei preparativi delle nozze. Sam e Dean, dopo aver ammirato la bella collezione di monete appesa alla parete, parlano con Wes e gli chiedono se vada tutto bene. Dean lo chiama Wesley e Wes lo corregge subito e gli chiede se essi siano lì per conto del Dipartimento della Salute. Sam dice che sono due fiorai mentre Dean, innervositosi, dice che, invece, lavorano con l’FBI ma di giovedì sono i dottori degli orsetti del cuore. Wes li guarda sconvolto ed i ragazzi, fissando la sua collezione di monete, gli chiedono da dove provenga e lui dice che suo nonno gliel’ha lasciata in eredità. I due ragazzi gli domandano se, di recente, ha perso qualche moneta ma Wes dice di non sapere di cosa stiano parlando. Dean, stufo di questi giri di parole, gli dice se per caso ha usato qualche moneta per esprimere un desiderio di buona sorte (“Lucky’s Chin”) e che essi sanno ciò che ha fatto. Wes continua a dire di non capire a cosa stiano alludendo, quando rientra Hope carica di materiale vario e riviste per il matrimonio e dispone tutto sul tavolino antistante il divanetto dove sono seduti i tre ragazzi. I Winchester le chiedono come abbia conosciuto Wes e Hope gli dice che è successo tutto per caso: essi vivevano da sempre nella stessa città, avevano frequentato la stessa scuola e chiesa ma non si conoscevano fino al mese scorso quando lei ne è rimasta folgorata. Wes è in evidente imbarazzo e le dice di andare a preparare un caffè e lei, prima di fiondarsi in cucina, lo bacia con travolgente passione (un bacio alla francese) davanti a due poveri e shockati Sam e Dean che, rimasti soli con Wes, gli intimano di dire la verità. Wes ammette che manca una moneta, una davvero speciale che suo nonno trovò nel Nord Africa durante la Seconda Guerra Mondiale e che gli donò, dicendogli che quella era davvero una moneta che esaudiva i desideri ed avvisandolo che nessuno avrebbe potuto usarla. Alla morte del nonno, però, che era tutto per lui, Wes aveva deciso di prendere quella moneta. Sam e Dean lo invitano a rimetterla a posto ed annullare quel desiderio espresso perché qualcosa di brutto sarebbe potuto accadere. Wes dice che non può farlo e Dean gli mostra la pistola nascosta sotto la sua giacca e afferma che si augura che lui voglia seguirli e lo costringe ad andare con loro nell’Impala dove il ragazzo inizia ad imprecare, dicendogli che non può allontanarsi da Hope perché, senza di lui, impazzirebbe. Dean gli dice che questo spiegherebbe perché tutta la città sembra impazzita (ciò spiega perché un ragazzino abbia tentato di strangolare Dean mentre sollevava un SUV come se nulla fosse) e Wes dice che lui ha espresso solo un desiderio per sé ma Dean gli spiega che la sua moneta è maledetta ma lui risponde che invece funziona. Sam gli chiede se davvero può dire che la sua relazione con Hope stia funzionando e Wes, prontamente, dice di si perché prima lei neanche sapeva che lui esistesse. Sam e Dean tornano al ristorante e il povero Sam resta quasi folgorato a causa di un desiderio espresso da Hope che voleva proteggere Wes dai due ragazzi. In seguito, Wes torna a casa e si avvicina ad Hope che è felice di rivederlo e le chiede se lei desideri un uomo morto ma la ragazza, meccanicamente, gli risponde che lo ama più di qualsiasi altra cosa ma Wes le dice di smettere di affermarlo. Hope si blocca e piange, dicendogli che è vero, più di qualsiasi altra cosa e della stessa vita. Lo supplica di non odiarla e si lascia andare tra le sue braccia triste e disperata; Wes la conforta e la bacia dolcemente, dicendole che tutto va bene. Fa un passo indietro e rimuove la moneta maledetta dalla sua posizione grazie alla quale aveva effetto; si sente un rumore basso e l’incantesimo svanisce. Wes guarda Hope che è come se si fosse risvegliata da un sogno e la chiama ma la ragazza si comporta come se non lo avesse mai visto prima d’ora e se ne va via sconvolta. La città torna alla normalità e anche Teddy torna ad essere un orsetto di pelouche inanimato. Dean confessa a Sam di ricordare tutto ciò che è successo all’Inferno ma non ci sono parole per descriverlo: lì, non c’è perdono e nulla è buono. Gli è rimasto impresso dentro di sé e non andrà mai via. Dean sembra voler sopportare questo peso da solo, senza confidarsi con Sam.

La scena si apre di giorno in una stanza di un ospedale psichiatrico, dove c’è una giovane ragazza, Anna, che si risveglia a letto mentre la dottoressa Regina Walters le dice che si trova al “Connor Beverly Behavioral Medicine Center” perché ha avuto una crisi di nervi tale da dover essere immobilizzata da quattro persone. La dottoressa le chiede se ricordi qualcosa ed Anna dice di si e che lei dove avvisare quelle persone di un pericolo. La ragazza è agitata e la dottoressa vuole saperne di più: Anna dice che l’Apocalisse è vicina e che uno dei 66 sigilli presenti sulla Terra sta per essere rotto e Lilith farà tornare Lucifero su questo mondo. La dottoressa le diagnostica di soffrire di paranoia, fantasie religiose e delusioni persecutorie e le darà una cura. D’un tratto, la ragazza sembra isolarsi mentalmente dalla stanza e quando torna in sé dice alla dottoressa che stava sentendo delle “voci” che le parlavano. Il giorno dopo, un ordine demoniaco tenta di rapirla ma lei usa la telecinesi per bloccarlo e fuggirlo. Dean e Sam, intanto, incontrano Ruby in un bar e Dean la offende, non riuscendo ancora a credere che Sam abbia a che fare con lei. Ruby li informa dell’esistenza di Anna Milton e del suo “dono”. In un flashback di sei mesi prima, vediamo Sam ubriaco che evoca un crossroad demon che, stavolta, è un ragazzo. Sam tenta di salvare Dean e riportarlo sulla Terra ma il demone gli dice che Dean sta dove deve stare. La scena torna al presente e Sam e Dean vanno a casa di Anna per parlare coi genitori che trovano morti, assassinati dai demoni. Da alcuni disegni fatti dalla ragazza su Samhain e i Testimoni, essi capiscono che la ragazza sia davvero in pericolo e riescono a capire dove si trovi dal disegno di una chiesa. In seguito, all’interno di una chiesa, una figura si nasconde dietro ad una libreria mentre Sam e Dean si aggirano nella stanza con fare furtivo; d’un tratto, una pesante scrivania gli viene scagliata contro ma i ragazzi reagiscono ed impugnano le armi. La misteriosa figura si rivela: è la giovane Anna che fissa i due incredula e Sam la rassicura sul fatto che essi siano lì per aiutarla e non farle del male. La ragazza gli chiede se lui sia Sam Winchester e chiede al fratello se lui sia, invece, Dean Winchester: i due fratelli le confermano le loro identità e Anna appare felicissima. Si scopre che la ragazza è in costante contatto mentale con gli Angeli di Dio che le parlano spesso dei fratelli Winchester, dicendole che apprezzano molto Dean (gli dice che sa anche che è tornato sulla Terra grazie a loro) dal quale lei crede si aspettano che egli salvi delle vite mentre non stimano molto Sam a causa del suo vecchio legame con lo YED. I fratelli, superato lo stupore iniziale, le chiedono se è davvero convinta di ciò e la ragazza glielo conferma, dicendo anche che è in grado di sentire le voci degli Angeli anche quando essi non sono in diretto contatto con lei. Anna spiega che tutto è iniziato il 18 settembre, da quando cioè ascoltò un programma radiofonico sulla “Radio degli Angeli”. Dean è allarmato perché è lo stesso giorno in cui è tornato dall’Inferno. I fratelli capiscono che alcuni demoni vogliono Anna perché può sapere cosa dicono gli Angeli e prevenire, quindi, le mosse del Bene. La ragazza vuole sapere come stiano i suoi genitori ma i ragazzi tacciono; appare Ruby e Anna sa di potersi fidare di lei perché l’ha salvata. Dopo uno scambio di sguardi e battuti tra Dean e Ruby, tutti svelano ad Anna una terribile verità: i suoi genitori sono morti. Mentre la ragazza è disperata e si chiede perché le stia succedendo tutto questo, appare un demone del cui arrivo Ruby aveva appena avvisato i ragazzi (come anche il fatto che la statua della Madonna sanguinasse all’improvviso). Si tratta di Alastair i cui occhi diventano neri, appena vede Sam; il ragazzo tenta di esorcizzarlo ma fallisce miseramente e il demone ghignando gli dice che non riuscirà a rispedirlo all’Inferno e lo tramortisce. Alastair avanza minacciosamente verso Dean ma, alla fine, fa un sorriso e lo saluta; Dean è sconvolto nell’apprendere che quel demone lo conosca e che il coltello di Ruby sia lontano da lui per poterlo usare. Alastair inizia ad aggredire selvaggiamente Dean con calci e pugni, chiedendogli se egli lo riconosca ma il ragazzo è sotto shock per ricordarlo. Alastair lo colpisce ancora e gli dice che essi erano davvero vicini all’Inferno: Dean ha come un flash e lo chiama per nome. Alastair ne è felice e, all’improvviso, Sam gli spara un proiettile di sale tra gli occhi, dopo essersi ripreso, per soccorrere Dean. Sam e Dean scappano, lanciandosi dalla finestra mentre Ruby salva Anna. I fratelli sono feriti e Dean chiede a Ruby perché suo fratello le creda così tanto. In un altro flashback di sei mesi prima, Sam entra nella sua stanza del motel e vede Ruby in un altro corpo e un altro demone che vuole eliminarlo; Ruby pugnala a morte il demone e, dopo un combattimento con Sam, gli dice che devono unire le loro forze anche se lei ha ricevuto l’ordine da Lilith di ammazzarlo, cosa che non farà. Sam le chiede di non possedere quel corpo di una graziosa segretaria ma di prenderne un altro; così Ruby va in ospedale per possedere il corpo di una ragazza morta e dice a Sam che gli insegnerà dei trucchetti per i suoi poteri ma solo se resterà sobrio. Il primo tentativo di esorcizzare un ragazzo da parte di Sam fallisce e Ruby è costretta ad usare il coltello sulla vittima; sa che Sam è provato per la morte di Dean e lo bacia appassionatamente. Sam la respinge disgustato ma lei riprova e, alla fine, finiscono entrambi per cedere ai loro desideri. Dean, al giorno presente, è shockato nell’apprendere questa parte del passato di Sam e gli chiede di sorvolare su questi dettagli. Sam gli dice che era così determinato ad uccidere Lilith da essere pronto a morire ma Ruby, senza tatto, lo affrontò verbalmente per spronarlo a reagire. In un altro flashback di cinque mesi prima, Sam si reca in un posto dove era segnalata la presenza di Lilith ma è intrappolato da alcuni demoni. Ruby arriva e lo salva, uccidendo un demone cosa che fa anche Sam coi suoi poteri mentali. Sam dice a Dean che è grazie a lei se è vivo e se ha avuto ancora voglia di andare avanti. Ruby appare ai due ragazzi, al motel, possedendo il corpo di un’altra donna temporaneamente per dirgli dove si trovi Anna che è nascosta in una sorta di baracca. Qui, i due ragazzi la trovano e Dean la ringrazia perché ha salvato suo fratello e Sam le dice che i suoi genitori sono morti. Arriva anche Ruby col vecchio aspetto e Anna percepisce l’arrivo degli angeli ma non c’è tempo per fuggire: appaiono Castiel ed Uriel che sono infastiditi dalla presenza di Ruby ma si concentrano su Anna. Essi le dicono che non gradiscono il fatto che lei senta le loro conversazioni e, per questo, la vogliono morta.

La puntata si apre con Sam, Dean e Ruby che cercano di salvare Anna da Castiel ed Uriel che vogliono ucciderla perché lei potrebbe essere più spaventosa persino della stessa Ruby. Anna usa i suoi poteri mentali per respingere gli angeli e scappano. Dean e Ruby la portano in una stanza blindata e Sam scopre qualcosa sul passato di Anna: quando aveva due anni andò in terapia perché suo padre era cattivo con lei. I ragazzi contattano la sensitiva Pamela Barnes che ipnotizza la ragazza per scoprire cosa le sia successo. Anna urla disperata e, quando riprende conoscenza, ricorda di essere stata un angelo che era sempre in lotta con Castiel ed Uriel e, un giorno, disobbedì a Dio per diventare umana, cadendo sulla Terra come se fosse una sorta di meteora e perdendo di fatto la sua grazia divina. Gli angeli la vogliono morta per non farla parlare, mentre i demoni la vogliono viva per sapere le mosse dei loro avversari. Anna deve ritrovare il punto in cui ha perso la sua grazia per recuperarla e dice a Sam che vorrebbe fare qualcosa per i suoi poteri mentali ma lui esita a risponderle. Dean porta via Anna da casa di Pamela in auto e le chiede perché abbia voluto essere un’umana e lei dice che le piacevano le emozioni folli degli uomini, i dolci e il sesso. La ragazza ammette che solo quattro angeli hanno visto Dio e lei stessa potrebbe credere che Lui non esista. Dean ed Anna sembrano avere molto in comune. Intanto, Sam scopre che in Kentucky si sono verificate varie cadute di meteoriti e nel punto di impatto di una di loro caduta nel 1985, nel giro di una notte, crebbe una quercia gigante che potrebbe contenere la grazia divina di Anna. I ragazzi giungono alla quercia ma scoprono che qualcun altro ha preso la grazia di Anna alla quale gli angeli mandano un messaggio mentale: se Dean non la consegnerà a loro entro mezzanotte, sarà rispedito all’Inferno. Sam vuole un’arma che uccida gli angeli e Dean vorrebbe, invece, Bobby che è in vacanza. Dean sa che Anna conosce tutto ciò che ha passato all’Inferno e la ragazza lo conforta con un bacio sulla fronte, dicendogli che lui vuole solo dimenticare ciò che ha fatto e non soffrire ancora. I due finiscono per fare sesso sul sedile posteriore dell’Impala. Ruby, intanto, dispone una protezione magica contro i demoni nel posto dove si sono rifugiati da loro. D’un tratto, le appare Alastair e Ruby dice che ha un’offerta che non può rifiutare: gli darà Anna se lascerà liberi i Winchester ma Alastair, dopo averla offesa, dice che anche lui ha un’offerta per lei. Intanto, Uriel entra nel sogno di Dean e lo minaccia perché ha mentito agli angeli e potrebbe tornare all’Inferno, se non gli cederà Anna e fa delle allusioni anche sulla sorte di Sam che turbano il ragazzo. Alastair, intanto, tortura Ruby per avere Anna ma il demone gli offre Dean al posto della ragazza. Arrivano anche Castiel ed Uriel che hanno trovato Anna la quale scopre che è stato Dean a dirglielo per salvare Sam. Anna accetta la cosa e si appresta a seguire i due angeli ma Alastair e Ruby li fermano. Inizia uno scontro tra gli angeli e i demoni e Anna ferma questa lotta, rompendo sul pavimento la fiala con la sua grazia divina: Alastair sparisce nel nulla e Anna torna in Paradiso come angelo. Sam e Dean restano soli e bevono qualcosa vicino all’Impala: Alastair, prima di svanire, ha detto a Dean che lui gli aveva promesso molte cose, mentre era all’Inferno. Sam vuole saperne di più e Dean gli confessa che anche se è stato via per quattro mesi terrestri, ha passato ben 40 anni all’Inferno, essendo torturato ogni giorno brutalmente. Il ragazzo ha resistito per 30 anni ma, alla fine, ha ceduto alla proposta di Alastair di diventare un torturatore di anime per i restanti 10 anni. Dean piange e Sam tenta di confortarlo, dicendogli che lui è stato capace di sopportare cose che un uomo normale non avrebbe retto ma Dean dice che vorrebbe non aver mai provato nulla del genere.

Un uomo è ucciso mentre salta la corrente; sembra conoscere il suo assassino che lo fa letteralmente a pezzi. Sam, intanto, dorme sul sedile posteriore dell’Impala mentre Dean è tutto preso dal nuovo caso che stanno seguendo. E’ più di un mese che seguono casi senza sosta. Si scopre che c’è una casa fantasma da controllare, dove si è appena trasferita una famiglia al completo. L’unica cosa che i ragazzi trovano è la testa di una bambola in uno sgabuzzino. I due convincono la famiglia ad andare in motel per fare dei controlli alla casa, dicendo che c’è una fuga di gas. La famiglia, però, poco dopo ritorna perché ha scoperto che era una bugia. Il piccolo di famiglia, Danny, è in camera sua quando è avvicinato da qualcosa di inspiegabile; sulla parete appare la scritta “Andate” e i genitori urlano terrorizzati. Sam e Dean scoprono che lì viveva un uomo con la moglie che, 20 anni prima, era morta di parto e la figlia nata, Rebecca, era morta suicida a 20 anni. Intanto, la figlia, Kate, è in camera sua e il cane Buster le lecca la mano quando anch’essa è “attaccata” dal fantasma della ragazza che esce dal muro. Accade un fatto grave: le armi dei ragazzi spariscono e le ruote dell’Impala sono danneggiate dal fantasma. Sam e Dean proteggono la famiglia in un cerchio di sale ma il fantasma lo rompe con un coltello, dopo aver mostrato come fosse morta 20 anni prima ovvero impiccata; Dean dice a tutti di fuggire mentre lui combatterà col fantasma ma nel caos Danny sparisce. Dean con lo zio Ted scopre nel muro l’accesso a un passaggio che porta alla “tana” del fantasma ma l’uomo è ucciso da quest’ultimo e Dean resta sconvolto come il resto della famiglia. Susan, la madre, è disperata e non capisce perché ciò le stia accadendo: ha già perso un figlio in un incidente d’auto un anno prima. Sam trova il diario della figlia del vecchio padrone di casa e scopre che suo padre era anche suo nonno: la ragazza era frutto di un incesto compiuto dall’uomo sulla sua stessa figlia ed era stata segregata in quella zona della casa fino alla morte di Rebecca, suicidatasi per la vergogna. Lizzie cerca la vendetta per la madre e tutti gli adulti. La ragazza fantasma, intanto, porta da mangiare un topo al suo ostaggio Danny che la guarda sconvolto. Dean riesce a trovarla e inizia una lotta con lei per liberare il bambino ma, durante lo scontro, impugna l’arma e spara al ragazzo (fratello di Lizzie, nato anch’egli dall’incesto del padre con la propria figlia). Il fantasma si reca dalla famiglia protetta in un capanno annesso alla casa e il padre la pugnala per proteggere sua moglie e sua figlia. Non era, infatti, un fantasma, ma una povera ragazza segregata da sempre in quella casa. Il giorno dopo, Sam e Dean lasciano la famiglia e Dean confessa ancora a Sam che all’Inferno si divertiva a torturare le anime fino a farle diventare dei veri mostri.

Tre vecchi maghi guardano alcuni giovani maghi che si preparano ad esibirsi mentre mettono l’eyeliner e ne restano sconcertati. Uno dei tre, Jay, dice di voler fare il numero del tavolo della morte (che consiste nel liberarsi dai vincoli che lo tengono bloccato su un tavolo, prima che dei coltelli che cadono dall’alto lo trafiggano), pur sembrando non esserne così certo. Dopo, un mago che lo aveva deriso muore all’esterno del locale come se fosse stato accoltellato da diverse lame. Sam e Dean arrivano per indagare e Dean gli chiede che significhi “Douche bag” e Sam gli dice che è il famoso Jeb Dexter; Dean lo fissa sconcertato. Intanto, Charlie chiede all’amico Jay come abbia fatto ma l’uomo è troppo preso da questo “successo” per dirglielo, affermando che vuole anche tentare il numero dell’ Executioner che neanche Houdini aveva fatto. I due scrutano un segmento in un video su questo famoso Jeb Dexter. Dean chiede a Charlie e al terzo amico mago, Vernon, qualcosa su questo Jeb e i due gli danno un indirizzo, dicendogli di chiedere del “Capo”. Arrivato lì, Dean si rende conto di essere finito in una specie di gioco di ruolo per gay e il “Capo” intende averlo tutto per sé ed è pronto anche a fare dei giochi masochistici con lui. Dopo, al motel, Sam riceve la visita di Ruby che lo informa che ben 34 sigilli sono stati rotti da Lilith e che deve ucciderla ma lui ha problemi ad uccidere una bambina. In seguito, Sam e Dean assistono al numero dell’Execution ad opera di Jay che dovrà liberarsi di un cappio al collo. Appare Jeb che appare magicamente impiccato alla corda; mentre Dean ne è impressionato, Sam crede che quella sia magia vera. Successivamente, Jay fa riflettere i due ragazzi sul loro futuro: Sam teme di morire giovane e crede che lui e Dean cacceranno per sempre come Bobby o, al contrario, saranno uccisi molto giovani. Alla fine del numero, Sam e Dean chiedono a Jay di dirgli la verità sul fatto che stia usando davvero la magia; Jay dice che non sa di che stiano parlando. I due ragazzi pensano a un piano per incastrarlo ma arrivano i poliziotti che li arrestano per rapimento. Quella notte, Jay prova il tavolo della morte di nuovo e, stavolta, muore il suo amico Charlie. Jay decide di muovere tutto a suo favore e chiede aiuto ai Winchester, indirizzando le loro indagini su Vernon, facendolo passare per l’assassino. Mentre i due ragazzi rovistano la sua stanza al motel, Vernon affronta Jay che gli dice di credere che sia lui l’assassino di Charlie. Entrambi restano sconcertati nel vedere apparire la versione di un giovane Charlie di circa 28 anni. Charlie confessa di aver avuto un libro di magia da P.T. Barnum e che ha fatto un incantesimo per l’immortalità che gli permette di rinascere sempre. L’uomo vuole che anche Vernon e Jay si uniscano a lui e ammette che Jay non meritasse di essere deriso da quei giovani maghi. Vernon è tentato di accettare, mentre Jay rifiuta. Sam e Dean arrivano per fermarli ma Charlie blocca Dean sull’Executioner e Sam sul tavolo della morte. Jay sta per accoltellarsi e mette una carta magica nella tasca di Charlie per farlo morire per sempre. Il giorno dopo, Vernon se n’è andato deluso da Jay, mentre Jay è ancora vivo; l’uomo è triste perché è vecchio e senza amici ma i Winchester gli dicono che ha fatto la cosa giusta. Dopo, Dean vorrebbe una birra ma Sam preferisce fare una passeggiata. In realtà, il ragazzo entra in auto con Ruby e le dice che è pronto a fare ciò che deve essere fatto per uccidere Lilith e che non vuole cacciare per sempre come Bobby.

L’episodio si apre con un flashback: Sam non era così felice di andare sempre in giro con suo padre e Dean ma quest’ultimo, invece, ne era entusiasta. Nel tempo presente, in una scuola, si parla della cheerleader che ha avuto una storia con un ragazzo molto piccante e quando questa ragazza definisce una sua compagna come un maiale accade qualcosa. Dopo essere andata in bagno, la ragazza offesa le fracassa la testa contro lo specchio prima di annegarla nel bagno. La ragazza è portata in un centro di disturbi mentali, dove Sam e Dean la interrogano e credono che sia stata posseduta. I ragazzi tornano in una delle loro vecchie scuole superiori, The Truman High. Inizia un altro flashback del 1997: mentre Sam mormora che odia iniziare una nuova scuola e difende un compagno, Barry, dal bullo Dirk, Dean se la spassa con alcune ragazze nello sgabuzzino del bidello. Si ritorna al presente: Dean ha assunto l’identità di un supplente di ginnastica, mentre Sam quella di un inserviente presso la stessa scuola. Dean costringe i ragazzi a giocare a dodgeball. Nella classe di educazione culinaria, un bullo offende un secchione e quest’ultimo gli afferra la mano per triturargliela in un congegno che produce cibo. Sam interroga, poi, questo ragazzo che non sa cosa sia successo e vede una sostanza appiccicosa scura alle sue orecchie, proprio come quella era accaduto alla ragazza che l’aveva al naso. Si tratta di una possessione fatta da un fantasma. Dean scopre che in quella scuola si uccise proprio Barry, l’anno dopo che loro due lasciarono la scuola, nel bagno delle ragazze e ironizza sul fatto che tre ex cheerleaders siano ora degli avvocati. Si ritorna nel passato e il giovane Sam affronta a pugni il bulletto che perseguita Barry. Sam vorrebbe essere normale e per questo parla della sua vita in un tema in classe. Nel presente, Sam e Dean trovano le ossa di Barry per bruciarle e Sam si sente in colpa per non averlo salvato. Ritornato nella scuola, si imbatte in una ragazza asiatica che lo aggredisce violentemente: è posseduta e Sam riesce a liberarla dal fantasma. Dean scopre che questi tre ragazzi posseduti prendevano lo stesso autobus che è guidato dal signor Dirk, il padre del bulletto che perseguitava Barry, e vanno da lui. Il signor Dirk è seduto sul divano accanto a Dean: è un uomo di circa 50 anni, ben vestito e con un volto tranquillo e pacato. Il salotto è decorato con lavori di arte cristiana e ci sono foto ovunque di suo figlio Dirk jr, dalla nascita ai 18 anni. Sam e Dean gli chiedono del ragazzo e il signor Dirk afferma che lui non aveva amici al liceo Truman: tutti lo prendevano in giro e lo aggredivano perché era povero e lo chiamavano anche “Dirk lo sfigato”. Dean gli chiede quando lui sia morto e l’uomo dice che suo figlio aveva perso la madre a 13 anni, vedendola morire di cancro e uscendone devastato. Lui avrebbe voluto aiutarlo, dopo aver scoperto che beveva e si drogava, ma era troppo tardi. Sam e Dean si rattristano e ammettono di non ricordare molto di quel ragazzo e gli chiedono dove sia sepolto; il signor Dirk dice che è stato cremato e Dean gli chiede ancora se sia stato cremato del tutto ma l’uomo dice che ha conservato una sua ciocca di capelli che custodisce nella sua Bibbia che tiene sull’autobus. Mentre i ragazzi recuperano la ciocca, il fantasma possiede l’uomo ma i due lo liberano ed esso occupa il corpo di un altro ragazzo che inizia a combattere furiosamente coi Winchester. Dean riesce a bruciare la ciocca di capelli e il fantasma svanisce, mentre il grassone cade addosso a Sam e Dean ironizza sulla cosa. Nell’ultimo flashback, Dean sta flirtando con una ragazza ma è sorpreso dalla sua “ragazza ufficiale”, mentre Sam è l’eroe di quella scuola. Arriva John che invita i due ragazzi a salire sull’Impala: Sam è triste ma Dean è felice di andarsene da lì. L’ultima scena vede Sam che visita il suo vecchio professore Wyatt che è seduto alla cattedra nella sua aula e Sam entra e gli dice che forse non si ricorda di lui. L’uomo lo guarda e, dopo un po’, lo riconosce ed è felice di rivederlo, stringendogli la mano e chiedendogli subito se ha seguito il suo consiglio. Sam gli dice di averlo fatto e di essere andato al College per un po’ ma la vita lo ha messo di fronte a delle responsabilità e ha dovuto rinunciare. Il professore gli chiede se sia felice e Sam non sa cosa dirgli, riflettendo sul senso di quella domanda.

Ci troviamo a Bedford, nello stato dello Iowa. Di sera, nella cucina, Vicki Jeffries sta battendo della carne su un tagliere con un martello da cucina per appiattirla e cucinarla. Arriva suo marito Adam che rincasa da lavoro ed è esausto come anche sua moglie che gli dice che Ted sta continuando a dare problemi; Adam reagisce male a questa notizia perché odia rincasare tardi a causa sua. Vicki è sorpresa dalla sua reazione e gli chiede scusa ma anche Adam fa lo stesso e la bacia dolcemente, dicendole che ha avuto una dura giornata a lavoro. Vicki dice al marito che è stata a casa di Jill Bryman, di mattina, e che entrambi sono stati invitati alla festa per i 40 anni di Gary che si svolgerà il sabato seguente. Adam, mentre beve una birra presa dal frigo, reagisce nuovamente male e accusa la moglie di prenderlo in giro perché non gli fa piacere andare a questa festa. Vicki ribatte dicendo che a lui piace Gary ma non capisce cosa gli stia succedendo; dopo aver avvisato Jill telefonicamente che non avrebbero preso parte alla festa di Gary, la donna torna a preparare la cena e dice al marito che sembra che lui voglia litigare con lei. Adam, d’un tratto, afferra quel martelletto da cucina e colpisce la donna alla testa e alcuni schizzi di sangue macchiano la foto delle loro nozze non distante da entrambi. Il giorno dopo, Sam e Dean si recano nella prigione della contea in veste di avvocati d’ufficio per parlare con Adam che ribadisce che non vuole essere difeso perché merita di stare in galera. Sam gli chiede solo 5 minuti del suo tempo per capire cosa sia successo e Adam gli dice che non lo sa. Ha ucciso la donna che amava e non sa perché lo abbia fatto. Sam gli chiede se abbia avuto la sensazione di essere posseduto o fuori controllo in modo inusuale ma Adam afferma che non ha avvertito nulla del genere. Dean gli mostra l’estratto del suo conto in banca con una spesa di 9000$ fatta presso il centro di appuntamenti B&E. Adam gli chiede come l’abbia avuto e Dean dice che una cosa del genere non farebbe piacere a nessuna moglie e, forse, Vicki è morta per questo. Adam dice che sua moglie non sapeva nulla di questa spesa perché era accaduto tutto per caso, durante la festa di addio al celibato di un suo amico dove aveva incontrato Jasmine. Questa donna lo aveva ammaliato, chiedendogli dei soldi e affermando che, se sua moglie fosse morta, loro avrebbero avuto modo di stare insieme. Tuttavia, dopo aver fissato un appuntamento, Jasmine non si era fatta più viva e Adam dice di essere stato uno stupido perché si è fatto ingannare, raggirare e non sa nulla di lei (cognome, indirizzo…). Sam gli chiede perché non ha avvisato la Polizia e Adam risponde che non ne ha idea perché è come se Jasmine gli avesse ordinato di non farlo e aggiunge che se il giudice non gli darà la pena di morte, si suiciderà. La scena si sposta di sera nello strip club “Pandora’s Box” dove una stripper, Belle, seduce un cliente, Lenny, col quale si avvia all’uscita verso casa del ragazzo, dicendogli che credeva che non l’avrebbe più rivisto. Lenny la fa accomodare a casa sua e le dice che va tutto bene perché sua madre dorme. Belle dice che lui è davvero caro e dolce perché non tutti i ragazzi hanno a cuore la sorte della propria madre. I due si spogliano e si baciano e stuzzicano a vicenda sul divano; per un attimo, si vede il riflesso di Belle nello specchio e si scopre che ha un aspetto tutt’altro che bello. Belle appare come una creatura pallida e col volto strano: è una sirena e con la sua voce e il suo corpo ammalia Lenny, dicendogli che sarebbe bello poter stare con lui ma sua madre rappresenta un ostacolo e gli chiede di colpirla violentemente, guardando verso la porta della stanza dove la donna dorme. Lenny esita ma, alla fine, dopo essere stato ridotto in uno stato quasi cadaverico (gli ha succhiato l’energia vitale attraverso i baci), uccide sua madre mentre Belle se ne va via soddisfatta, dopo aver recuperato il suo abito. Sam ipotizza che sia un caso di sirene ma Dean è scettico; Sam chiama Bobby per avere un aiuto ma sente anche la voce di Ruby. Bobby gli dice che l’unico modo per uccidere una sirena è trafiggerla con un pugnale di bronzo col sangue usato per contagiare le proprie vittime. Successivamente, Sam si reca nell’ufficio della dottoressa Cara Roberts che lavora anche per l’ufficio dello sceriffo e si presenta come l’agente speciale dell’FBI Stiles e le chiede di visionare i rapporti sui tre uomini accusati di aver ucciso le loro mogli, Adam Jeffries, Jim Wylie e Robert Snyder. Cara dice che dalle autopsie delle donne non è emerso nulla ma c’è qualcosa di strano nel sangue dei tre uomini nel quale è presente l’ormone dell’ossitocina che si manifesta solo durante una gravidanza, l’allattamento e il sesso. Sam è confuso e Cara afferma che non ha mai visto nulla del genere e sistema i rapporti appena mostrati a Sam accanto ad un vaso con i giacinti dentro (un fiore). Arriva Dean che si presenta come l’agente Murdock e intuisce che tra Sam e Cara ci sia una certa simpatia e lo guarda stupito. Dean si reca nello streapclub “Pandora’s Box” per parlare col proprietario, Brent, al quale chiede di parlare con tre sue dipendenti, ovvero Jasmine, Aurora ed Ariel ma l’uomo precisa che quei nomi sono falsi e non sa chi siano queste ragazze perché non hanno un contratto con lui ma sono delle libere professioniste. Dean gli chiede se non sia strano che tre suoi clienti abbiano ucciso le loro mogli e Brent dice che lo è davvero ma non gli importa. Dean incontra poi Nick Monroe, un federale che era stato convinto da Bobby con un trucchetto del fatto che Dean e Sam fossero “davvero” degli agenti federali in missione in ospedale, col quale parla di musica mentre ammira le ragazze e nota che una di loro sta facendo qualcosa di strano col suo sguardo. E’ chiaro che entrambi non siano graditi lì e Nick dice che non sa cosa stia succedendo e che ha ritrovato sulle scene del crimine un petalo di un fiore detto giacinto. Dean ricorda di aver già visto questo fiore altrove. Intanto, Sam è nell’ufficio di Cara con cui sta visionando dei filmati della sicurezza per capire se qualcuno può aver fatto qualcosa al sangue dei tre uomini, magari drogandoli. Cara gli chiede di che droga parli ma Sam dice di non esserne certo. D’un tratto, la donna afferma di aver visto quei tre uomini e crede nella loro colpevolezza; Sam dice che essi amavano le loro mogli ma Cara dice che accade sempre così ma che, in fondo, tutti vorrebbero il proprio partner morto. Sam le chiede se parla per esperienza e lei lo ammette, dicendo che era sposata con un certo Carl e lo amava ma, col tempo, ha capito di vivere con un estraneo. Cara va a prendere del whisky che offre a Sam e, nel pieno della loro conversazione, i due si baciano con una crescente passione e Cara gli confessa che adora le sue labbra ed “altre parti” del suo corpo. Sembra davvero che tra i due stia per accadere “qualcosa”: entrambi stanno per cedere alla passione e, poco dopo, lo fanno. Intanto, all’esterno di un bar, Nick sorveglia il locale e arriva anche Dean che entra nella sua auto e gli dice di credere a tutto ciò che hanno scoperto finora: a Nick sembra assurdo che delle spogliarelliste e una dottoressa siano delle assassine e Dean gli offre del whisky dalla sua fiaschetta e Nick lo beve. Dean vorrebbe capire come fanno queste “donne” a drogare le loro vittime, se attraverso una droga disciolta nell’alcool, con la loro saliva o col contatto corporeo; non riesce davvero a comprendere come l’ossitocina arrivi nel loro corpo. Dean chiama Sam per avvisarlo ma capisce che è successo qualcosa tra lui e la dottoressa. Dean beve un altro sorso dalla sua fiaschetta e nota che la voce di Nick è diversa: l’uomo gli dice che avrebbe dovuto ripulire il bordo della fiaschetta prima di bere e il ragazzo capisce che anche lui è una sirena. Nick lo ammalia, dicendo che lui merita di essere il suo fratello minore e non Sam che gli ha dato solo problemi e che dovrebbe ucciderlo, così potrebbero essere davvero fratelli. I due si recano in una stanza di un motel dove fa irruzione Sam e cerca di capire che stia succedendo ma Dean lo aggredisce con un coltello mentre Nick lo incita a sgozzarlo. Sam capisce che Dean è stato drogato e chiede a Nick perché se ne stia andato a “fare la puttana” in mezza città e Nick dice che era annoiato e che gli piaceva innamorarsi e far innamorare qualcuno di continuo. Nick invita Dean a fare un taglio sulla spalla di Sam e lo fa mentre Sam tenta di svincolarsi da lui. Nick dice a Sam che lui solo merita di essere il fratello minore di Dean e ordina al ragazzo di eliminarlo. Sam lo guarda sconvolto e gli dice che è un perdente ma Nick si fionda su di lui ed apre la bocca in modo anomalo per iniettare il suo veleno in quella di Sam che cade sotto l’effetto della creatura a sua volta. Nick dice che chiunque cada sotto il suo potere può stare con lui per sempre. Sam e Dean si fissano disorientati mentre Dean ha ancora il coltello in mano. Dean accusa Sam di tramare qualcosa con Ruby. Sam lo accusa di non saper gestire il fatto che debbano uccidere Lilith. Dopo una serie di gravi accuse reciproche, inizia una lotta tra i due fratelli. Arriva Bobby che ferisce Dean con un coltello e ammazza Nick con quello. Il giorno dopo, dice ai due ragazzi che non è stata colpa loro: le sirene sono ingannevoli e usano dei trucchi diabolici. Chiede ad entrambi se stiano bene e i due, dopo aver annuito, vanno via nella loro Impala.

Per la parte superiore



Episodi di Supernatural (seconda stagione)

Voce principale: Supernatural (serie televisiva).

Dopo lo schianto del camion contro la macchina dei fratelli Winchester, Sam si sveglia vedendo l'autista aprire lo sportello della macchina. Ancora posseduto dal demone, l'autista si avvicina e parla a Sam prima di dileguarsi. Sam cerca di svegliare Dean e suo padre, ma nessuno dei due risponde. Arrivano i paramedici e portano Sam nell'ambulanza, ma la preoccupazione di Sam è rivolta al padre e al fratello. All'ospedale, Dean si sveglia e chiede informazioni su Sam e John a un'infermiera, ma lei non lo sente e non lo vede decide all’ora di andare verso la sua stanza e vede il suo corpo che giace sul letto, in coma. Lui cerca disperatamente di mettersi in contatto con Sam, ma nessuno lo sente; all'improvviso vede qualcosa che si aggira nei corridoi e decide di seguirla. Vede uno spirito che sembra voler uccidere le persone, così Dean cerca di scacciarlo. Intanto John chiede a Sam di andare a svuotare il bagagliaio prima che qualcuno possa vedere cosa c’è dentro, ma Sam gli risponde che ci ha aveva già pensato lui ed aveva mandato Bobby a recuperare la macchina, Intanto John chiede a Sam di andare a prendere degli ingredienti da Bobby per un incantesimo di protezione, ma Sam scopre che questi ingredienti servono per evocare i demoni. Così affronta il padre e gli chiede di fermarsi in questa battaglia contro il demone ora che Dean è sul punto di morire. John è d'accordo, ma ha un altro asso nella manica. Dean incontra un altro spirito, una giovane donna di nome Tessa, il suo corpo sembra essere in coma. Dean torna nella sua stanza dove c'è Sam che sta cercando di mettersi in contatto con lui servendosi di una tavola spiritica. Dean è sorpreso nel rendersi conto che funziona e i fratelli hanno una sorta di conversazione.Dean gli dice che sta dando la caccia a un mietitore.Sam va da John per chiedergli aiuto, ma non lo trova, così si affida al diario per cercare informazioni sui mietitori. Non appena trovano informazioni, Dean esce dalla stanza e affronta Tessa dicendole che lui sa che lei è un mietitore. Lei lo ammette e dice a Dean che è giunto il suo momento, ma Dean si rifiuta di andare; Tessa gli dice che lei non può forzarlo a seguirla, se lui non vuole, ma così lui resterà per sempre intrappolato lì come uno spirito. Mentre Dean e Tessa parlano, John evoca il demone dagli occhi gialli dicendogli che non vuole combattere ma solo fare un accordo: offrirgli la Colt in cambio della vita di Dean.Il demone accetta ma dice che c'è qualcosa a cui lui tiene di più della Colt. All'improvviso Dean si sveglia i dottori sono sorpresi poiché le sue ferite sono completamente guarite. Dean non ricorda nulla del mietitore o di come sia potuto ritornare in vita. John entra nella stanza e dice a Sam che non vuole più litigare con lui e gli chiede di andare a prendere un caffè il ragazzo è sorpreso del comportamento del padre ed accetta senza fare storie. Così John resta solo con Dean e si apre completamente al figlio dicendogli di essere orgoglioso di lui e di continuare a proteggere Sam; poi si avvicina e gli sussurra qualcosa all'orecchio, per poi uscire dalla stanza. Quando Sam torna con il caffè, vede John steso sul pavimento. I dottori cercano di salvarlo ma alle 10.41am viene annunciata la morte di John Winchester.

Una ragazzina vede un clown mentre è con i suoi genitori al luna Park.In quella stessa notte, tornata a casa, la ragazzina apre la porta al suo nuovo amico clown. Dean e Sam danno l’ultimo saluto al Padre durante la cerimonia di cremazione, Sam chiede Dean se il padre ha detto qualcosa prima di morire qualsiasi cosa ,ma Dean dice di no. La scena si sposta nella proprietà di Bobby dove i ragazzi stanno soggiornando ormai da una settimana. Dean si mette a lavoro per aggiustare la loro macchina .Sam gli chiede se sta bene e Dean dice che va tutto bene anche se è stanco di sentirselo chiedere. Sam fa ascoltare a Dean un messaggio vocale dalla segreteria del padre:la donna si chiama Ellen e nel messaggio dice che vuole aiutare John. Così i ragazzi decidono di rintracciare questa donna. giungono al Roadhouse ,entrano e iniziano a guardarsi attorno. Improvvisamente Dean si trova con una pistola puntata e anche Sam:le due donne sono Ellen e la figlia Jo. Appena si rendono conto di chi sono ,li lasciano andare. Sam e Dean le informano della morte di John. Ash,un ragazzo che sta lì,dice ai ragazzi che può aiutarli a rintracciare il demone,ma ha bisogno di 51 ore. Intanto Ellen mostra a Sam un articolo di giornale con la notizia dell'uccisione di una coppia la cui figlia ha affermato di aver visto un clown. I ragazzi decidono di andare di persona al luna park dove tutto è iniziato e cercano di convincere il proprietario a dare loro un lavoro. Sam e Dean notano una ragazzina che indica un clown che nessuno vede,così decidono di seguire la famiglia fino a casa. Mentre sono appostati fuori,vedono la bambina che invita il clown ad entrare,così entrano anche loro e arrivati nella stanza sparano al clown. L'uomo e la donna si svegliano e spaventati urlano ai ragazzi che scappano dalla casa. Sam chiama Ellen per un aiuto e lei dice che di sicuro si tratta di un Rakshasa, un'antica razza di creature Indu che hanno il dono dell'invisibilità ma possono entrare in una casa solo se invitati e vivono su letti di insetti morti. Così i ragazzi tornano al luna park e mentre Sam entra nella stanza del proprietario per controllare il letto, Dean cerca un pugnale di ottone che può uccidere la creatura e va a trovare il lanciatore di coltelli cieco, ma quando arriva lì, scopre che non è per niente cieco...lui è il Rakshasa. Dean esce fuori per cercare Sam,ma sono inseguiti dalla creatura e scappano nella casa di divertimenti dove subito si separano. Non avendo un pugnale di ottone, Sam improvvisa prendendo un tubo di ottone di un organo... I due dopo una dura battaglia riescono ad uccidere il Rakshasa. Al Roadhouse Ash dice a Sam e Dean che non è riuscito a rintracciare il demone ma che aveva programmato il suo pc, e non appena ci sarebbero stati altri fenomeni dell’arrivo del demone lui l’avrebbe saputo subito e li avrebbe potuti avvisare. I ragazzi ringraziano e tornano da Bobby dove Dean continua a lavorare alla macchina. Sam affronta suo fratello dicendogli che non sta affatto affrontando bene la morte di John...Dean sta fermo un momento, poi prende una sbarra di ferro e inizia a colpire violentemente la sua macchina sfogando la sua rabbia.

Sam e Dean si dirigono verso Red Lodge per investigare sulla decapitazione di un paio di persone e il mutilamento di qualche vacca. Giunti lì,dopo aver parlato con lo sceriffo locale,decidono di andare all'obitorio per guardare più da vicino il corpo. Sam ,disgustato dopo i soliti battibecchi con Dean ,apre la bocca della ragazza morta e restando senza parole quando si rendono conto che lei non era una vittima ma un vampiro. Si fermano al bar più vicino e iniziano a fare domande attirando l'attenzione di un uomo,Gordon.Lui li segue fuori ma i ragazzi scoprono che non è un altro che un cacciatore che combatte i vampiri da molto tempo. Gordon sa della morte di John ed è dispiaciuto per loro,ma vuole combattere da solo questa battaglia,non vuole il loro aiuto e va via. Quella notte,Gordon va a caccia di un vampiro e quasi rischia di essere ucciso se non fossero intervenuti Sam e Dean.Più tardi vanno al bar per festeggiare e Dean e Gordon parlano di quanto loro abbiano in comune;Sam ,scocciato,decide di tornare al motel. Sam chiama Ellen e le chiede di Gordon.Lei dice che è un ottimo cacciatore,ma non devono assolutamente lavorare con lui. Dopo essere uscito per prendere una bibita al distributore,Sam entra nella stanza e viene attaccato. Quando si sveglia,si trova davanti due vampiri. La donna vampira, Lenore dice a Sam che loro vogliono essere lasciati in pace poiché non si nutrono di sangue umano ma animale. Sam racconta a Dean ciò ciò che gli è successo,ma Dean crede a Gordon,prima però di rendersi conto che Gordon ha preso le chiavi della loro macchina. I ragazzi riescono comunque a raggiungerlo;Gordon è già lì e tiene Lenore legata a una sedia. Per dimostrare a Dean e Sam che i vampiri non possono cambiare,ferisce Sam sul braccio e lo avvicina a Lenore che però resiste. Il duello ora è tra Gordon e Dean che ne esce vincitore. Dean lascia Gordon legato alla sedia. Sam dice a Dean che Lenore e gli altri sono al sicuro.

Angela, delusa dal suo ragazzo,Matt,va a casa del suo amico Neil, ma mentre lei è lì, arriva il suo ragazzo e lei scappa via. Matt la chiama mentre lei sta guidando,ma perde il controllo della macchina e muore all'istante. Intanto Sam vuole andare al cimitero a salutare la madre,ma Dean non capisce il perché anche se alla fine lo accompagna. Mentre sono lì,Dean nota qualcosa di strano dove è stata seppellita Angela. Dean pensa che il terreno lì è profano per qualche motivo,ma Sam pensa che Dean stia solo evitando di pensare ai loro genitori,ma entrambi concordano che sia meglio andare a parlare con il padre di Angela. Dean intanto decide di dare un'occhiata all'appartamento di Angela,ma viene beccato dalla compagna di stanza, Lindsey, e la convince che lui è il cugino di Angela.Lei dice che anche Matt è morto e Dean nota che Lindsay sembra soffrire più per la morte di Matt che di Angela. Sam e Dean decidono di andare a parlare con Neil il quale confessa a loro che Matt tradiva Angela. Credendo che Angela sia uno spirito vendicatore,Sam e Dean pensano di dover bruciare le ossa di Angela ma quando arrivano lì,trovano la tomba vuota. Sam nota dei simboli nella tomba e in essi riconosce dei simboli che ha visto su un libro del padre di Angela. Così lo affrontano e Dean molto duramente lo accusa ma Sam si rende conto che non può essere stato lui,perché non c'è niente nell'ufficio che possa far pensare a una cosa del genere. Sospettano che allora potrebbe essere stato Neil,così si dirigono a casa sua,ma non c'è nessuno in casa e si guardano intorno sospettando che possa esserci Angela ma lei è scappata. I ragazzi tornano da Lindsey, la ragazza con cui Matt tradiva Angela, per proteggerla da Angela la quale però scappa. Alla fine Sam e Dean affrontano Neil e gli dicono di avere un piano per distruggerla. Angela torna al cimitero ma Dean e Sam l'hanno anticipata e riescono a farla cadere nella tomba e infine a distruggerla. Mentre sono in viaggio,Dean ferma la macchina e scende...scende anche Sam. Dean vuole semplicemente scusarsi con Sam per il suo comportamento;ha capito che in qualche modo John ha sacrificato se stesso per farlo tornare in vita,ma lui pensa che la morte dovrebbe restare tale e questo pensiero lo sta uccidendo.

Sam ha una visione:un uomo entra in un negozio di ferramenta,prende un fucile ,spara al proprietario e poi si uccide. Così Sam e Dean decidono di andare al Roadhouse per vedere se Ash può far luce sulla faccenda. Sam disegna l'immagine di un logo che ricorda di aver visto nella visione e si scopre essere il logo del bus Blue Ridge in Guthrie Oklahoma. Sam chiede ad Ash se può scavare più a fondo e scoprire se a Guthrie ci sono ricordi di una casa incendiata nel 1983,partendo dalla stanza del bambino al suo sesto mese. C'è un risultato: Andrew Gallagher. Sam e Dean trovano Andy e Dean lo segue mentre Sam segue l'uomo della sua visione. Andy si accorge che Dean lo sta seguendo e si avvicina a lui chiedendogli la macchina;per un qualche motivo,Dean è d'accordo e gli da le chiavi della macchina .Intanto Sam riesce a non fare entrare il suo uomo nella ferramenta,ma quest'ultimo viene travolto da un autobus. Sam e Dean giungono alla conclusione che Andy ha il potere di controllare la mente,così continuano a inseguirlo ma lui si avvicina alla macchina (Sam e Dean si sono ripresi la macchina) e chiede cosa stanno facendo. Sam continua a mentire,ma Dean inizia a dire tutto;dice ad Andy che loro sono cacciatori di demoni e che pensano che lui abbia il potere di con controllare la mente. Sam dice ad Andy che sono sulla stessa barca. ll'improvviso Sam ha un'altra visione,questa volta è una donna che si che si getta addosso la benzina e poi si da fuoco. Dean cerca di prevenire tutto questo,ma è troppo tardi .Sam ora è convinto dell'innocenza di Andy ma pensa che in qualche modo lui sia connesso alle due morti. Si viene a scoprire che la donna che si è data fuoco era la vera madre di Andy,infatti quella morta nell'incendio era la mamma adottiva..Le indagini portano i ragazzi a scoprire che questa donna aveva avuto due gemelli e quindi sicuramente la causa di queste morti doveva essere il fratello gemello di Andy .I ragazzi restano sconcertati quando vedono la foto del gemello:è Weber,un conoscente di Andy che lavorava al Bar che frequentava. Sam ha un'altra visione e vede il fratello di Andy forzare Tracy a gettarsi da una sbarra. Sam ed Andy cercano di salvarla lasciando Dean lontano per sicurezza,dato che su di lui il controllo della mente funziona. Weber dice a suo fratello che un uomo con gli occhi gialli gli ha detto cosa fare e ha anche detto che ha un grande piano per lui. All'improvviso Weber si gira e sente Dean che è nascosto tra i cespugli con un fucile e servendosi del suo potere fa puntare a Dean il fucile verso se stesso,ma proprio in quel momento Andy spara a suo fratello per salvare Dean. Sam e Dean se ne vanno e salutano Andy. Sam si chiede se tutti quelli come lui sono destinati a diventare assassini,ma Dean lo rassicura. Poi tornano al Roadhouse e decidono di parlare ad Ellen delle capacità di Sam.Spiegano tutto riguardo al demone e agli altri bambini,ma qualcosa turba Sam:la madre di Weber non è morta in un incendio quando lui aveva sei mesi;quindi ci potrebbero essere altri bambini con delle abilità e che loro ancora non hanno trovato.

In un appartamento, una donna chiama il proprietario per controllare l'impianto del nuovo appartamento. Dopo che mette giù il telefono,la donna si accorge di una sostanza vischiosa cadere dal soffitto e uscire da una presa elettrica. Dean e Sam arrivano al Roadhouse, sorprendendo Ellen e Jo litigare. Jo informa i ragazzi sulla scomparsa di sei donne nello stesso edificio negli ultimi ottanta anni. Si dirigono a Philadelphia per controllare l'appartamento. Lì Sam nota la sostanza nera. Escono dall'appartamento e incontrano Jo che sta parlando con il proprietario per affittare l'appartamento con Dean, il suo ragazzo. Ellen chiama per cercare la figlia ma Dean nega. Intanto un'altra giovane donna bionda, Teresa Ellis, scompare. Jo trova una foto in cui si vede che l'edificio è stato costruito vicino a una vecchia prigione: l'indagine finalmente porta al nome di H.H.Holmes, il primo serial killer con una preferenza per le bionde. Scoprono che possedeva un edificio con camere segrete in cui imprigionava le vittime vive. Nella ricerca, Jo viene sorpresa da Holmes. Ellen chiama e Dean confessa. Sam e Dean riescono a trovare Jo e anche Teresa, ma l'unico modo per distruggere Holmes, è usare Jo come esca. La fanno sedere al centro della stanza; Holmes si avvicina lentamente a lei. Sam e Dean colpiscono i sacchi di sale ai margini della stanza lasciando Holmes intrappolato. I tre ragazzi ed ellen che li ha raggiunti, sono in macchina sulla strada del ritorno. Ellen è molto arrabbiata ma Dean dice che il padre di Jo sarebbe fiero di lei ora. Ellen dice ai ragazzi di uscire e confessa una cosa importatnte alla figlia: il padre di Jo lavorava con John Winchester quando fu ucciso. Jo comunica tutto a Dean e chiede loro di andarsene.

Alla stazione di polizia,il detective Peter Sheridan sta parlando con un sospettato dalle identità multiple,mentre la sua partner Diana Ballard è nell'altra stanza .Sheridan parla al sospettato riguardo a torture e all'uccisione di una donna in St.Louis.Ora è il momento in cui riusciamo a vedere con chi sta parlando il detective: E’ Dean,mentre la detective Ballard è nell'altra stanza con Sam. Tutto ha avuto inizio con la morte dell'avvocato Tony Giles che era amico di John e loro sono andati ad indagare sulla sua morte. Dean e Sam non trovano alcuna traccia sulla scena del crimine e fanno visita alla moglie, la quale dice che suo marito ha avuto una visione giorni prima di morire:una donna davanti al suo letto. I ragazzi irrompono nell'ufficio nella speranza di trovare qualcosa e trovano su un foglio il nome "Dana Shulps" ripetuto migliaia di volte. Sam cerca di entrare nel computer di Giles per fare luce sulla faccenda e intanto Dean torna da Karen. Karen vede la donna alla sua finestra e dalla stampante esce un foglio con scritto Dana Shulps .Quando Dean arriva,ormai Karen è stesa a terra morta e la polizia arriva proprio mentre Dean è vicino al corpo. Separatamente Dean e Sam cercano di capire il significato di questo nome,pensando possa essere un anagramma e proprio in quel momento arriva l'avvocato di Dean.Con il suo aiuto scopre che c'è una strada che si chiama Ashland vicino alla stazione. Krause si incontra con Sam ma Ballard lo rimanda da Dean che ha deciso di confessare anche se Krause gli dice di non farlo. Dean dice che uno spirito vendicativo è la causa di queste morti e che lui non è colpevole. Intanto Sam è scappato. La detective Ballard in bagno trova scritta allo specchio la stessa parola: Diana Shulps e le appare il fantasma della donna che si sta avvicinando,ma la detective scappa. Ballard vuole risposte da Dean su ciò che ha visto. Dean nota ai polsi di Ballard le stesse abrasioni che ha visto su Karen .Dean le dice dove è Sam, perché lui potrebbe aiutarla. Sam le mostra delle foto e in una di quelle la detective riconosce il fantasma della donna e il suo nome è Claire Becker,scomparsa 8/9 mesi fa e che prima della sua morte,è stata arrestata per eroina e Sheridan e Ballard lavoravano al caso. Diana Ballard non si ricorda di lei e Sam dice che devono assolutamente trovare il corpo per bruciare le ossa. Il corpo lo trovano e sarò stesso il fantasma di Claire ad aiutarli,ma qualcosa colpisce Ballard:la vittima al collo ha la stessa collana che Pete Sheridan ha dato a lei. Intanto Pete sta portando via Dean ferma la macchina in un posto deserto,lo fa scendere e gli punta la pistola contro. A quel punto arrivano Sam e Ballard la quale spara a Pete colpevole dei tre omicidi.Diana dice a Sam e Dean che possono andare,dato che lei può benissimo dire alla polizia che sono scappati.

Greenwood, Mississipp, Agosto 1938. Un uomo,Lloyds, sta suonando musica blues in un bar con la sua chitarra. Poi si ferma all'improvviso quando sente qualcosa fuori. Spaventato esce dal bar e continua a sentire un cane che abbaia;l'uomo viene trovato morto dai padroni del bar. Presente: Dean e Sam parlano di un architetto,Sean Boyd,che è saltato dall'edificio da lui stesso costruito. Lui aveva chiamato il controllo animali dopo aver visto un cane nero..Sam e Dean decidono di andare a parlare con il suo socio in affari il quale dice che Sean è diventato genio all'improvviso. Ma un'altra persona è scomparsa..la dottoressa Silvia Growman che dieci anni fa è diventata primario chirurgo all'ospedale e Dean nota una foto di Silvia al Lloyds bar. In una stanza di un hotel,Silvia paga per un'altra notte,ma anche lei viene uccisa da un cane invisibil Rosedale, Mississippi 1930: un uomo seppellisce una borsa in un incrocio e appare un demone .Lui chiede di essere il migliore musicista blues che sia mai esistito. Presente: Dean e Sam parlano del musicista Robert Johnson e la storia dice che sia morto e che abbia parlato di un cane nero. I fratelli vanno a trovare l'uomo della foto,George Darrow e trovano qualcosa tipo pepe fuori la porta. George li fa entrare e Dean gli mostra la foto e George spiega che quella fuori la porta è polvere voodoo,non pepe. Ammette di aver invocato il demone ma non vuole il loro aiuto e che ci sono altre tre persone coinvolte: l'architetto,la dottoressa e un certo Evan Hudson. Evan è nel suo ufficio e sente strani rumori fuori. Saluta la moglie la quale nota una certa stranezza nel marito ma lui dice che non è niente.Dean e Sam bussano alla sua porta ...all'inizio è spaventato ma poi si rende conto che loro sono lì per aiutarlo. Dean critica la scelta di Evan,ma Evan aveva fatto il patto con il demone per salvare sua moglie anche se Dean pensa che lui lo abbia fatto per se stesso,per non vivere senza la moglie che ora sarà costretta a vivere senza il marito...puntualizza Dean. Dean pensa che l'unico modo sia evocare il demone così Sam dovrà proteggere Evan ,mentre Dean si occuperà del demone. Dean evoca il demone e lo invita il a entrare in macchina ma subito si accorge che è una trappola. Il demone dice che sa tutto di lui,della morte di suo padre e del fatto che il padre si sia sacrificato per lui; si avvicina a Dean e c'è un'altra trappola. Il demone gioca sulla sua debolezza...dice che può far ritornare John in vita in cambio dell'anima di Dean; così potrebbe avere la possibilità di trascorrere dieci lunghi anni con il padre. Dean prende il libro e inizia l'esorcismo.Tutto finisce per il meglio,ma un dubbio rimane a Sam: Dean stava quasi per cedere all'offerta del demone? Ma Dean non risponde.

Sam si sveglia dopo una visione : Dean che spara ad un ragazzo legato ad una sedia. Il luogo dove questo dovrebbe accadere è River Grove,così i fratelli si dirigono lì supponendo che ci sia un legame con il demone dagli occhi gialli. Giunti lì,chiedono informazioni sul ragazzo della visione di Sam a un ex militare,il quale dice che un certo Dwane Tanner corrisponde alla loro descrizione. Dean e Sam vanno in cerca del ragazzo ma camminando Dean nota la parola Croatoan incisa su un palo. La parola è legata a Raonoke, una delle prime colonie inglesi in cui tutti scomparvero nel giro di una notte. I fratelli arrivano a casa di Dwane e, ad aprire la porta, è il fratello che afferma che suo fratello non sia in casa. Sam e Dean stanno per andarsene quando pensano che sia meglio dare un'occhiata e da fuori vedono la signora Tanner legata ad una sedia mentre padre e figlio la vogliono cospargere di sangue. Sam e Dean forzano la porta, uccidono l'uomo mentre il ragazzo riesce a scappare. Dean e Sam portano la signora Tunner da una dottoressa e lei spiega come suo figlio e suo marito siano cambiati all'improvviso. Intan Dean esce con la macchina per chiedere aiuto e trova un posto di blocco organizzato da alcuni cittadini del paese. La dottoressa fa degli esami alla signora Tunner e trova dello zolfo nel suo sangue. Siccome la signora Tunner è infetta,decidono di chiuderla in una stanza perché potrebbe contagiare gli altri. Dean, riuscito a scappare dall'imboscata, arriva con l'ex militare incontrato all'inizio della storia. Sono costretti a uccidere la signora Tunner perché infetta. Arriva anche Dwane e temendo che possa essere infetto, Dean lo lega alla sedia. Sam teme che il sogno dell'altra notte possa avverarsi,infatti Dean punta la pistola contro il ragazzo ma non spara. L'infermiera aggredisce Sam, infettandolo col suo sangue. Dean, non volendo uccidere il fratello, manda via i superstiti che poco dopo tornano per comunicare che tutti i cittadini sono scomparsi. Sono passate cinque ore e la dottoressa trova che non c'è traccia del virus nel sangue di Sam. Dwane che lascia il paese con l'ex militare,gli chiede di fermare la macchina. All'improvviso lo attacca tagliandogli la gola e facendo colare il suo sangue in un calice, modo per parlare con il demone dagli occhi gialli, per confermare che Sam non ha contratto il virus. Sam e Dean sono in viaggio,ma Sam vuole spiegazioni da suo fratello sulla sua decisione di restare con lui. Ma Dean, dopo che Sam ha insistito, confessa solamente che ha fatto una promessa al padre in punto di morte.

Un ragazzo,Scott Crey,è dal suo psichiatra al quale confessa il suo potere: brucia qualsiasi cosa tocchi. Inoltre, gli parla di un uomo dagli occhi gialli che dice di avere dei progetti per lui. Quando esce dall'ufficio dello psichiatra, viene accoltellato vicino alla sua macchina. Dean confessa a Sam che il padre gli ha fatto promettere di proteggere Sam, di salvarlo e in caso non ci riuscisse...di ucciderlo. Intanto una ragazza sogna la morte di Sam. Sam va al Roadhouse. Ellen dice che sua figlia è partita, ma non accusa di questo Dean, Sam o John. Sam chiede aiuto ad Ash per trovare altre persone con poteri psichici. Ash ne individua quattro e tra queste c'è anche Scott Carey, dell'Indiana. Sam va a casa di Scott per cercare indizi e nella sua stanza trova delle pillole prescritte dallo psichiatra. Quando torna all'hotel,trova una donna che lo sta seguendo di nome Ava Wilson che gli confessa di aver sognato la sua morte...oltre a quella di Scott, il ragazzo morto un mese prima. Intanto Dean chiama Ellen e si fa dire dove si trova Sam. Eva aiuta Sam a cercare notizie su Scott nell'ufficio dello psichiatra: mentre Eva parla con il dottore,Sam è nell'ufficio per cercare la cartella medica riguardante Scott. Sam ed Eva tornano all'hotel quando all'improvviso qualcuno spara : è Gordon ,il cacciatore di vampiri. Dean interviene,ma Gordon ha la meglio. Sam chiama Dean che è tenuto prigioniero da Gordon. Dean, obbligato da Gordon, indica il luogo in cui si trova. Nel frattempo, Gordon dice a Dean che un demone ha confessato il destino su Sam e sugli altri con simili a lui per questo deve uccidere Sam. Gordon prepara una trappola per Sam. Sam raggiunge il luogo in cui il fratello è tenuto prigioniero ma non porta con se' Ava. Sam riesce a salvare Dean,ma non uccide Gordon, a sua volta catturato dalla polizia in seguito a una "chiamata anonima" fatta da Sam. Ava non risponde alle telefonate di Sam, come aveva promesso. Per controllare, si dirigono a casa di Ava. Giunti sul posto, trovano il marito morto,zolfo sulla finestra e l'anello di fidanzamento di Ava.

La signora Susan Thompson sta per lasciare l'Hotel in cui lavora ma le bambine, Tyler e Maggie, non vogliono andarsene. Tyler va nella stanza dove sono le bambole e nota che una di loro ha la testa girata. Sente un urlo, e vede l'uomo appena arrivato morto, in fondo alle scale, con la testa girata. Nel frattempo i Winchester stanno cercando Ava. Ellen non sa nulla ma parla di due morti misteriose. Sam e Dean arrivano all'Hotel e all'ingresso, Sam nota un segno Hoodoo. Decidono di cercare indizi: notano un vaso con lo stesso simbolo Hoodoo. La stanza in cui si trova la signora Thompson è piena di bambole e c'è anche un casa giocattolo identica all'hotel. Sam nota che una bambola ha la testa girata. Quando Tyler, la figlia di Susan, entra e nomina la nonna Rose, i ragazzi chiedono di poterle parlare ma Susan non lo permette. Nel frattempo muore un'altra persona e la scena viene riprodotta identica nella casa delle bambole. Nella loro stanza, Dean trova Sam ubriaco con i sensi di colpa per non essere riuscito a salvare l'ultima vittima e fa promettere a Dean che se passerà al male, lui lo dovrà eliminare. Dean accetta sperando che il fratello si sarebbe scordato per colpa dell'alcool. In fondo alle scale, Dean trova il maggiordomo che gli racconta la storia dell'hotel e gli mostra delle foto: in una di queste, la tata di Rose ha una collana Hoodoo. E' giunto il momento di parlare con l'anziana, ma vedendola, capiscono che non può essere stata lei perché troppo malata. I ragazzi vengono sorpresi da Susan, che li allontana dall'hotel. La piccola Tyler dice alla mamma che per Maggie loro non possono andarsene, ma Susan dice che Maggie è solo frutto della sua immaginazione. Susan esce per sistemare i bagagli in auto ma all'improvviso questa si mette in moto, diretta contro Susan per investirla. Ma sam la salva. I Wincherster credono che il responsabile di tutto potrebbe essere lo spirito della sorella di Rose, Margaret, morta in piscina molti anni prima. Tyler è in pericolo perché Maggie la sta costringendo a gettarsi in piscina. Margaret scompare, chiamata da una voce e Sam riesce a salvare Tyler. La voce era di Rose che si sacrifica per liberari tutti. Susan la trova morta poco dopo. Anche Maggie è scomparsa.

Milwaukee: la polizia sta circondando una banca dove c'è un rapinatore che tiene delle persone in ostaggio. Un ostaggio esce scortato da Dean. Il giorno prima: Dean e Sam sono in una gioielleria e stanno investigando su una donna che ha sparato a un vigilante per poi uccidersi. I fratelli vanno da un certo Resnick, amico di uomo che ha compiuto lo stesso strano atto, che lavorava in una banca. Afferma che Juan, l'uomo che ha compiuto la rapina, non era davvero sè stesso e mostra loro un video in cui gli occhi di Juan luccicano. Potrebbe essere un mutaforma e, secondo la piantina, c'è solo una banca che potrebbe essere il prossimo obiettivo. Per riuscire ad accedere alla sala video della banca, si presentano come addetti alla sicurezza. Notano un uomo con gli occhi che luccicano, ma all'improvviso Resnick entra nella banca con un fucile. Dean cercherà di convincerlo che il mutaforma è all'interno: si fa prendere come ostaggio mentre gli altri vengono rinchiusi nel caveau. Trovano la pelle del mutaforma, abbandonata: ora potrebbe essere chiunque. Intanto, nel caveau, un uomo si sente male. Dean trova il corpo morto dello stesso uomo e avverte Sam. Il mutaforma attacca Dean, Resnick lo insegue ma viene colpito da un cecchino. Nel frattempo, giunge sul posto un agente federale, Henrickson che lascia cinque minuti per uscire prima che la polizia entri nella banca. Intanto viene trovato un altro corpo; all'ostaggio mostrano il suo corpo morto facendola svenire. Dean, incredulo, si prepara a ucciderla ma Sam lo blocca perché non capisce come mai la donna sia svenuta rendendosi vulnerabile. L'altro corpo si sveglia e attacca Dean mentre la donna è ancora a terra svenuta. Dean riesce ad uccidere il mostro ma proprio in quel momento entrano i poliziotti. Henrickson entra e trova il corpo del mutaforma identico alla ragazza appena uscita. Infine trova due guardie legate senza uniforme : i Winchester escono dalla banca con l'uniforme degli SWAT.

Una donna,Gloria,sta guardando la tv dove un predicatoresta aprlando di angeli. L'appartamento inizia a tremare e una luce accecante esplode nella stanza. Un figura misteriosa esce dalla luce che parla alla ragazza. La scena si sposta in un ospedale psichiatrico: la stessa donna seduta su un letto e Sam, travestito da medico. Lei afferma di aver visto un angelo che le ha ordinato di uccidere un uomo perché era malvagio. Questo è il secondo assassinio a Providence e secondo Sam un angleo potrebbe essere coinvolto. Cercano indizi nella casa della vittima: nella cantina trovano uno scheletro umano. In un altro appartamento, all'improvviso appare una luce a Zach, l'inquilino in seguito alla quale uccide un uomo. I fratelli scopriranno che la vittima andava alla stessa chiesa della prima. Là parlano col parroco il quale racconta che due mesi fa hanno sparato al giovane parroco, Gregory. Dean sostiene che la causa di tutto questo potrebbe essere lo spirito di Gregory invece Sam crede ancora all'angelo. Sam e Dean scendono nella cripta dove è sepolto padre Gregory e Sam, prima di svenire, vedrà una luce. Al risveglio, Sam afferma di aver visto un angelo. Uscendo dalla chiesa, Sam individua la vittima indicatagli dall'angelo e Dean la insegue. Sam torna nella cripta per invocare lo spirito di padre Gregory, ma padre Reynolds lo interrompe. Il fantasma di padre Gregory appare e sostiene di essere un angelo chiamato dalle preghiere di padre Reynolds. Intanto Dean vede l'uomo che stava inseguendo molestare una ragazza in macchina con lui. Accorre per salvarla ma il ragazzi riesce a scappare. Nella cripta, Sam e padre Reynolds riescono a convincere padre Gregory che lui non può essere un angelo e dopo un esorcismo di liberazione lo spirito scompare. Dean insegue il ragazzo che però muore a causa di un tubo vcaduto da un furgone.

Dean da una settimana non vede Sam. In quel momento il fratello lo contatta per farsi raggiungere. Lo trova in un motel, sporco di sangue ma privo di ricordi su quanto successo. Dean decide di ricostruire i passaggi che ha compiuto Sam in quei giorni. Sam trova una chiave nella sua tasca che apre la serratura di un garage in cui è custodita un'automobile in cui trovano un coltello sporco di sangue e un pacchetto di sigarette. In un'area di servizio il commesso riconosce Sam, ma non lo vuole lì dentro perché il giorno prima era entrato ubriaco, causando danni. Dean chiede se sa qualcosa. Mentre i fratelli sono in viaggio, Sam inizia a ricordare e si dirigono verso una casa isolata. Entrano e trovano un uomo morto: un cacciatore. Trovano anche un videocassetta in cui Sam combatte con il cacciatore e lo uccide. Dean decide di distruggere la cassetta per eliminare le tracce. Tornano all'hotele lì, Sam si fa promettere che se Dean sarà costretto, dovrà ucciderlo. Dean si rifiuta e, in un momento di distrazione, Sam lo colpisce e scappa. Quando Dean si sveglia, non trova il fratello, ma grazie al computer dell'hotel riesce a rintracciarlo. Sam è partito per cercare Jo. Lui inizia a scusarsi per tutto ciò che è successo al padre. Ma finirà colpirla, per utilizzarsla come trappola per Dean. Sam le rivela che John ha ucciso suo padre perché troppo ferito da un demone. Dean sopraggiunge in quel momento ma non ha il coraggio di uccidere Sam, che scappa di nuovo. Libera Jo ed esce per cercare Sam. In un capanno, Dean viene colpito. Quando Jo si riprende lo trova e lo trascina dentro il bare si offre di qiutarlo ma Dean glielo impedisce. Intanto Sam arriva da Bobby, apparentemente per un drink ma naturalmente è lì per uccidere un ennesimo cacciatore. Bobby però aggiunge dell'acqua santa alla birra. Quando arriva Dean, tutti e due compiono un esorcismo per liberarlo. Bobby avverte i ragazzi di stare attenti perché gli amici del primo cacciatore morto stanno cercando gli assassini.

Il professore Arthur Cox è al campus e cammina nei pressi di un edificio e vede una donna vestita di bianco. La donna lo conosce e dice di essere una sua studentessa,ma lui non la riconosce. Lei vorrebbe un incontro e lui la invita a salire. La donna confessa di non essere una studentessa. Lui si avvicina,si baciano ma la sua faccia si trasforma e il professore viene spinto dalla finestra e muore. Una settimana dopo i fratelli chiedono aiuto a Bobby per questo strano caso e raccontano di come trenta anni fa una ragazza che aveva una storia con un prof,si sia uccisa gettandosi dalla finestra,ma Sam dice che Dean era ubriaco mentre parlavano con lo studente che ha raccontato loro la storia. Dean lo interrompe e così continuano per tutto il tempo,ma Bobby non riesce a capire cosa stia accadendo tra i due. Sam è convinto che Dean gli abbia nascosto il suo portatile, e Dean è convinto che Sam gli abbia sgonfiato le ruote della macchina. Poi un altro caso: uno studente, Curtis ,sta passeggiando dove il professore Cox è morto; un'accecante luce lo segue e lo avvolge facendolo restare in aria. E un altro caso ancora: un signore sta andando verso la sua macchina ma vede un orologio dentro l’inferriata di una fogna; mette la mano per prenderlo,qualcosa gli afferra la mano e lo uccide. Bobby gli spiega che hanno a che fare un un trickster che li sta mettendo l'uno contro l'altro e che può avere aspetto umano. Chi è la persona che è stata presente nella scena? Il signor Crawford (l'uomo che ha trovato il corpo del prof). Sam e Dean vanno da lui e con l'aiuto di Bobby riescono ad ucciderlo dopo una lungo lotta di intense voglie verso Dean. Ma in realtà l’uomo che hanno ucciso era soltanto un’altra illusione del trickster.

Una coppia di sposi sta discutendo nella propria macchina quando all'improvviso appare un uomo sulla strada. Per evitare l'uomo, la coppia ha un incidente...la macchina va a sbattere vicino ad un albero e quando la donna si sveglia, non trova più suo marito. Mentre lo cerca, si imbatte in una casa nella quale c'è lo stesso uomo. Scappa e arriva sulla strada imbattendosi in Sam e Dean. Chiede aiuto ai fratelli per cercare il marito. Mentre sono in viaggio, la radio si accende da sola e si sente una voce che dice: "Lei è mia". E lo stesso uomo appare ancora sulla strada ma Dean lo attravera con l'automobile. I ragazzi spiegano che quell'uomo è Jonah Greely, morto 15 anni fa su quella strada e ad ogni anniversario della sua morte, cerca qualcuno da uccidere. Molly, Dean e Sam tornano alla casa di Greely. Esplorando la casa, trovano il corpo della moglie. Intanto si sente un jukebox e la scritta "Lei è mia" appare su una finestra. Greely riesce a rapire Molly ma Dean e Sam riescono a trovare le sue ossa da bruciare, quindi a salvare Molly, giusto in tempo. Tornati alla macchina, Molly vuole sapere del marito e Sam dice che è ancora vivo e la porteranno da lui. Molly vede suo marito vivo, in una casa con una nuova moglie . Sam le spiega che 15 anni fa lei e suo marito hanno avuto un incidente su quella strada ma il marito si è salvato. Molly vorrebbe parlare con il marito, ma i fratelli cercano di dissuaderla, così Molly accetta il suo destino e scompare.

San Francisco, California: in un bar, l'avvocato Nate Mulligan chiede alla sua segretaria, Madison, di tornare in ufficio con lui per finire il lavoro. Lui ci sta semplicemente provando ma lei gli ha già chiamato un taxi. Quando lui se ne va, lei si gira e vede un uomo fuori dalla finestra del bar che la sta osservando; un attimo dopo lui non c'è più. Il giorno dopo, Madison trova Nate morto in ufficio. Sam va all'obitorio per vedere il corpo di Nate: sembra sia stato attaccato da un animale e inoltre il suo cuore è scomparso. Sam e Dean pensano che tutto sia legato alla luna piena. I fratelli decidono dunque di cominciare da Madison che pensa potrebbe essere stato il suo ex ragazzo (quello del bar). Così Dean e Sam vanno nell'appartamento di Kurt,l'ex di Madison, ma non lo trovano. Ad un tratto sentono qualcosa fuori : un poliziotto è stato attaccato. Sam decide di restare a casa con Madison per proteggerla mentre Dean cerca Kurt. Dean trova Kurt morto nel suo appartamento e accanto a lui c'è Madison trasformata. Quindi chiama il fratello per avvertirlo, ma Sam afferma che Madison non sia mai uscita dalla stanza. Un taglio al braccio però dimostra il contrario. Così decide di legarla a una sedia anche se per lui tutto questo non è facile. Cerca di confortarla, vuole aiutarla. Dean sta cercando il licantropo che ha morso Madison per ucciderlo e in questo modeo salvarla. Finalmente lo trova: è Glen, il vicino di Madison. Tutto sembra andare bene: Madison ha passato un’intera notte senza trasformarsi. Dean torna all’hotel mentre Sam resta con Madison e trascorrono assieme una sfrenata giornata di passione. La notte stessa, una notte di luna piena, Sam si sveglia e trova Madison trasformata. Ormai sono costretti a ucciderla e anche lei è d'accordo perché non vuole far del male più a nessuno. Sam è distrutto ma è consapevole di doverlo fare. Dean prende la pistola,ma Sam dice che dovrà essere lui a farlo,perché lei glielo ha chiesto ; così Sam va nella stanza accanto e le spara.

La puntata si svolge su un set di un film horror la cui protagonista è l'attrice Tara Benchley (Paura.Com). Mentre Tara sta provando,sente un rumore e vede un uomo morto, Frank,uno che lavora sul set. Dean e Sam fanno in modo di entrare nello staff per scoprire che sta succedendo,ma mentre Sam è impegnato a capire ciò,Dean si fa prendere dalla situazione e soprattutto da Tara facendosi assumere come AP. Lei dice a Dean dell'uomo morto e gli mostra la foto; Dean riconosce l'uomo ed è ancora vivo. Intanto il produttore esecutivo, Brad Redding, si isola per ricevere una chiamata e dietro di lui appare il fantasma di una donna vestita di bianco. Pochi minti dopo il corpo di Brad appare sul set durante le riprese impiccato. I fratelli iniziano ad indagare e controllano le registrazioni per vedere se c'è qualcosa di strano e vedono un fantasma che Sam riconosce. Era una stella degli anni trenta che si uccise nello stesso modo come è morto Brad. Così decidono di andare al cimitero per trovare le ossa e bruciarle. Intanto un altro produttore,Jay,è sul set mentre le luci si spengono. I ragazzi bruciano le ossa,ma un altro fantasma appare a Jay e lo uccide trascinandolo contro un ventilatore di scena gigante. Sam e Dean pensano che ci sia qualcuno che invochi questi fantasmi infatti riguardando le registrazioni notato che il rito che veniva detto dall’attrice durante le riprese era in realtà un incantesimo vero detto in latino e si rivolgono allo scrittore,Mark, il quale parla di un certo scrittore Walter Dixon che ha scritto il copione originale ,che poi loro hanno cambiato. Mark va a incontrare Walter e lui dice di essere infelice perché hanno cambiato il suo copione. Walter ha un talismano per invocare i fantasmi ma giusto in tempo arrivano Sam e Dean,però i fantasmi ormai invocati non si fanno vedere così Sam prende il suo cellulare per poterli individuare. Walter per non dar loro il talismano decide di distruggerlo, grosso sbaglio gli spiega Sam perché così facendo li ha liberati. I fantasmi ormai liberi prendono Walter uccidendolo. La realizzazione del film continua e Mark decide di ispirarsi un po’ alla sua recente esperienza con Sam e Dean. La puntata si conclude con Dean che esce dalla cabina di Tara <Tara: sei un diavolo di AP, Dean:Grazie>e Sam che lo guarda incredulo.

Una guardia viene trovata morta in una cella del penitenziario di Green River, prima di morire c'era qualcosa dietro di lui. Tre mesi dopo i fratelli si fanno arrestare per indagare sugli strani omicidi avvenuti nel penitenziario. Ma Henrickson (l’agente dell’FBI che gli da la caccia) lo viene a sapere e inizia a perseguitare i fratelli, fortunatamente a interromperlo interviene il loro avvocato difensore, il quale è convinta dell’innocenza dei ragazzi. Sam non è molto contento della situazione,perché stanno rischiando molto ma Dean dice che stanno aiutando Deacon, un amico di loro padre che durante il periodo militare gli ha salvato la vita e quindi glielo devono. Loro pensano che il fantasma possa essere Mark Moody,un serial killer morto di attacco di cuore proprio come le vittime. Sam si imbatte in un prigioniero, Lucas, e Dean per proteggerlo,lo attacca e la guardia per punizione mette Dean e l'altro prigioniero in isolamento; all'improvviso nella cella Dean sente un cambiamento di temperatura e capisce che il fantasma sta arrivando,così avvisa Lucas ma è troppo tardi. Successivamente Dean avrà un altro scontro con un prigioniero facendo sì che Sam possa approfittare del momento per trovare la cella di Mark Moody per dar fuoco a quello che era rimasto di lui (il suo sangue),intanto Dean in infermeria vede il fantasma ma è una donna vestita da infermiera che lo aggredisce ma Dean riesce a salvarsi respingendola con il sale, al contrario dell’altro prigioniero che viene ucciso. Dean riferisce tutto a Sam e decidono di cercare informazioni sull'infermiera e chiedono a un prigioniero,Randall il quale ricorda di questa infermiera,Glockner, che lavorava lì e che morì di un attacco di cuore. Mentre si avvicina l'ora della loro evasione, Dean contatta Daniels (l’avvocato di Sam e Dean) e vuole convincerla a ottenere informazioni su Glockner. Lei rifiuta ma Dean insiste nel finire il piano, poi inscena una rissa con Sam così vengono entrambi cacciati fuori. La guardia rivela ai fratelli di essere Deacon e li ringrazia; Sam e Dean gli spiegano la situazione e lui gli indica come uscire da lì... e come scusa potrebbe dire agli altri che loro sono scappati dopo averlo colpito. Infatti chiede loro di colpirlo per rendere la cosa più reale. Dean e Sam entrano in macchina diretti al cimitero per trovare le ossa dell'infermiera,intanto Deacon assiste all'apparizione del fantasma di Glockner,venuta per lui per aver fatto scappare i due fratelli. Improvvisamente scompare grazie a Sam e Dean che hanno bruciato le ossa. L’agente Henrickson intanto dopo aver interrogato Deacon e l’avvocato Daniels si dirige verso il cimitero Mountainside (indirizzati dall’avvocato), non trovando però nessuno in quanto i ragazzi erano in un altro cimitero e l’avvocato li voleva aiutare. Dean: Dovremo nasconderci meglio stavolta – Sam: Dovremo andare nello Yemen – Dean: Oh Be non sono sicuro di essere pronto per andare fin là.

Dean viene attaccato da un Djinn che gli mette una mano sulla testa. All'improvviso si sveglia e si trova in un letto e in una casa che non conosce, così chiama Sam e gli dice del Djinn, ma Sam non ha idea di cosa stia parlando e pensa che sia ubriaco. Nella casa con Dean c'è una donna,Carmen, che è la sua ragazza ma lui non sa assolutamente chi sia o dove si trovi. Successivamente scopre di essere a Lawrence,così decide di andare nella casa in cui è cresciuto e trova la mamma viva. Lui non riesce a crederci e le chiede dell'incendio ma Mary non sa di cosa lui stia parlando. Tutto è diverso,infatti il padre sembra essere morto per un attacco di cuore e Dean è molto confuso e chiede alla mamma se può restare lì per la notte. C'è un'altra persona ancora viva.. Jessica, la ragazza di Sam e quando Dean la vede,la stringe forte. E' il giorno del compleanno di Mary e tutti vanno a cena per festeggiarla e durante la cena Sam annuncia il suo fidanzamento con Jessica. Tutto sembra andare bene quando Dean si alza perché vede una donna che aveva già visto prima e quando si avvicina,lei scompare.Dean cerca di parlare del Djinn con Sam e gli chiede aiuto,Sam non gli crede molto ma si sente costretto ad andare perché il fratello è sicuramente nei guai. Mentre sono in viaggio,Sam prende il cellulare per chiedere aiuto ma Dean glielo butta fuori dal finestrino. I fratelli giungono finalmente nel posto in cui Dean dice di essere stato attaccato dal Djinn e in quel posto trovano una vittima del Djinn ed è la ragazza che Dean ha visto al ristorante,ma sembra essere ancora viva. All'improvviso arrivano tutti : Mary,Jessica,Carmen e cercano di convincere Dean a lasciar perdere e a restare con loro; Dean dentro di se sente davvero di voler restare perché in questo mondo tutto sembra essere perfetto a parte il fatto che in quella "realtà" le persone che Sam e Dean hanno salvato,sono morte..Dean si rende conto che se si uccide, torna tutto come prima e così si pugnala. Dean si sveglia e davanti a lui c'è Sam che sta cercando di liberarlo. Riescono a sconfiggere il demone e a salvare l'altra ragazza. Più tardi nella stanza dell'hotel,Dean racconta a Sam ciò che ha vissuto e quanto avrebbe voluto restare...

Sam e Dean si fermano davanti ad un autogrill. Sam esce dalla macchina ed entra. Intanto in macchina Dean sta ascoltando la radio, che all’improvviso perde il segnale. Colpisce la radio, che riprende a funzionare, ma tempo di rialzare la testa e nell’autogrill non vede più nessuno. Entra nell’autogrill e trova tutti morti in un mare di sangue con la gola tagliata. Raggiunge il retro del locale, ma di Sam non c’è traccia. Sam leggermente stordito si ritrova sdraiato per terra e scopre di essere in una città totalmente deserta. Vagando per la città incontra Ava e Andy e altri due ragazzi speciali come loro, Jake e Lilly. Intanto Dean è con Bobby, davanti ad una cartina degli Stati Uniti, discutendo su dove possa essere Sam. Il telefono di Dean suona: è Ash, con novità. Li aspetta alla locanda. Dean e Bobby lo raggiungono alla locanda, o almeno, a quello che nè resta. Trovano che Ash è morto ed Ellen scomparsa. All’improvviso Dean viene colpito dalle stesse visioni di Sam: vede la campana e la sagoma di Sam. Bobby riconosce la campana e capisce dove devono andare. Intanto Sam, ancora bloccato nella città, incontra il demone dagli occhi gialli. Gli confessa che lui e gli altri ragazzi sono l per sfidarsi perché alla fine né dovrà rimanere solo uno. Dopo sanguinose lotte, gli unici superstiti sono Sam e Jake. Jake non vuole perdere e dopo una lunga lotta, Sam ha la meglio ma non uccide Jake perché sente la voce del fratello. Jake si risveglia e aggredisce Sam con un pugnale poi scappa inseguito da Bobby. Dean si butta in ginocchio e afferra il fratello. Sam è ferito gravemente e comincia a perdere i sensi.

Il corpo di Sam è disteso su un vecchio materasso, Dean lo guarda immobile distrutto dal dolore. Entra Bobby e trova Dean completamente ubriaco,e gli chiede se non sia il caso di seppellire Sam oppure di cremarlo. Dean non è assolutamente d'accordo e manda via Bobby. Jake si è accampato nella foresta ed è immobile davanti al fuoco. All’improvviso il demone compare davanti a lui. Gli fa i complimenti perché è l'ultimo sopravvissuto e gli da un compito da svolgere. Jake non ha nessuno intenzione di fare ciò che gli chiede ma il demone minaccia di uccidere sua madre e sua sorella. Dean è seduto di fianco al corpo del fratello gli parla anche se non può sentirlo. Dean si alza di scatto e parte in macchina. Ad un certo punto si ferma, prende una scatola e ci mette dentro della monte, un fazzoletto con la sua saliva e una tessera con il suo nome. Chiude la scatola e vediamo che si trova nel mezzo di un crocevia. Scava una buca e seppellisce la scatola. Arriva il demone dagli occhi rossi per sentire il patto che Dean vuole proporre: la sua anima in cambio della vita di suo fratello. Il demone alla fine accetta l'offerta e a Dean rimarrà solo un anno di vita. In quel momento, Sam si sveglia. Dean ritorna. Sam è confuso credeva di essere morto, e l'unica cosa che vuole fare e vendicarsi di Jake. Si dirigono a casa di Bobby, che vedendo Sam vivo, si dimostra sorpreso ma Dean gli lancia un’occhiata e lui non dice niente. Sam lo ringrazia per averlo curato. Bobby spiega loro che Ash aveva trovato qualcosa: una regione su una cartina dove stanno accadendo strani eventi. Sam esamina quello che ha trovato intanto Bobby trova una scusa per stare solo con Dean per farsi spiegare cos'è accaduto. All'improvviso sentono un rumore: è Ellen, sopravissuta al massacro della locanda. Bobby porge un bicchiere di acqua santa ad Ellen, che chiede se sia necessario. Bobby risponde che è per sicurezza, non le farà del male. Ellen spiega che si è salvata per pura coincidenza. Ash l'aveva chiamata chiedendogli di guardare dentro la loro cassaforte, dove trovò una cartina su cui è evidenziata con cinque croci rosse la stessa area trovata da Bobby. Ognuna delle croci rappresentava una chiesa abbandonata costruita da Samuel Colt, e unendo tutti e cinque i punti si forma una "trappola del diavolo": la porta dell'inferno. I ragazzi arrivano sul posto, ma la porta ormai è stata aperta, escono fuori centinaia di demoni. Dean affronta il demone dagli occhi gialli ma ha la peggio. In suo soccorso arriva John che riesce a tenergli testa per un secondo il tempo che Dean recuperi la Colt e uccida il demone. John, Dean e Sam si rialzano e si riavvicinano, non riescono a dire parola, e rimangono semplicemente a guardarsi fino a quando lo spirito di John scompare nella luce, come le anime che vanno in paradiso. Dean confessa tutto al fratello, spiegandogli che ormai gli rimane 1 anno i vita. Ellen e Bobby raggiungono i ragazzi. Ora devono prepararsi a una nuova guerra per rispedire tutti i demoni da dove sono venuti. Sam e Dean aprono il cofano dell’Impala, Dean ci lancia dentro la Colt.

Per la parte superiore



Episodi di Supernatural (terza stagione)

Voce principale: Supernatural (serie televisiva).

Tutte le trame delle puntate sono tratte dal sito Supernatural Legend.

L’episodio si apre con l’immagine di un quartiere residenziale di Chicago (Illinois), Oak Park. Un uomo esce per gettare la spazzatura; sembra frustrato e stressato. Mentre si avvicina ai bidoni, si ferma ad ammirare la bella macchina del vicino, mentre la sua è un vero rottame. Il cielo, anche se è notte, si oscura ancora di più; la Luna viene offuscata da una nube nera. Sono i Demoni che arrivano a colpire le loro vittime! L’uomo viene investito da una nube nera che lo possiede: si tratta del demone dell’Invidia (che lui provava per l’auto del vicino di casa). La scena si sposta in un motel sconosciuto. Sam è seduto nell’Impala mentre consulta un vecchio libro per cercare un metodo per annullare il patto che Dean ha stipulato col demone del quadrivio. Intanto, Dean è impegnato in un rovente incontro amoroso con due gemelle, nella loro camera del motel. Bobby chiama Sam sul cellulare e lo avvisa che sta succedendo qualcosa a Lincoln, in Nebraska (i raccolti sono andati male e ci sono stati strani avvistamenti di sciami luminosi nel cielo). Sam corre da Dean per avvisarlo che devono andare e coglie il fratello nel bel mezzo di un menage a trois con le gemelle! I ragazzi si incontrano con Bobby a Lincoln e visitano la casa di una famiglia trovata senza vita sul divano di casa; i loro corpi sono completamente disidratati, denutriti e non presentano segni di violenza. La dispensa della loro cucina è piena, come è possibile che siano morti di stenti? Bobby scopre che, in realtà, sono stati posseduti dal demone dell’ Accidia (in pratica, questa famiglia era così pigra da non avere la forza di alzarsi dal divano per mangiare e bere!). Fuori dalla casa, i tre incontrano una coppia di cacciatori, Tamara ed Isaac. Essi sono sposati da circa otto anni e collaborano solo per poco alle indagini insieme a Bobby, Sam e Dean. Isaac, infatti, rifiuta di collaborare con loro visto che sono i responsabili dell’apertura del portale dell’Inferno. Si vede poi, una ragazza bionda che sembra spiare il loro operato… Il giorno dopo, l’uomo che era stato posseduto ad Oak Park, Walter Rosen, entra in un negozio e si avvicina a una donna. La persuade coi suoi poteri demoniaci a prendere un paio di scarpe che era già stato scelto da un’altra donna. Lei la segue fuori dal negozio, tenta di prenderle le scarpe, l’altra reagisce e lei la uccide, scaraventandola sul parabrezza di un’auto. Bobby e i ragazzi arrivano sul posto e iniziano a indagare; non ci sono tracce demoniache sul luogo del delitto né tracce di zolfo; sembra davvero che la ragazza abbia ucciso la vittima solo per prenderle le scarpe! Mentre Sam continua a indagare, Dean fa il galletto con una ragazza che ha assistito all’omicidio. Sam rimprovera il fratello, visto che non è il momento per pensare a certe cose. Dean gli dice che anche lui stava lavorando e, infatti, gli mostra la telecamera di sorveglianza del negozio. Guardando le registrazioni, scoprono che un uomo, Walter Rosen, ha toccato la donna assassina e da allora lei sembra cambiata. Mentre Sam indaga ancora, riappare la ragazza bionda che sembra seguirlo per poi scomparire misteriosamente… La scena si sposta di sera, in un parcheggio antistante un bar… Bobby e Dean sono nell’Impala e sorvegliano quel bar perché hanno scoperto che è lì che va Rosen; arriva, poi, anche Sam che informa i due di chi sia Rosen. Mentre i tre discutono sul da farsi (Dean vorrebbe entrare, mentre Bobby lo invita alla prudenza), appaiono Isaac e Tamara che, come se nulla fosse, incuranti del pericolo, entrano nel bar. A quel punto, i tre non sanno che fare. Nel bar, i due cacciatori si accomodano e osservano tutti gli avventori del locale e, in particolare, Rosen; quando quest’ultimo sembra andare in bagno, Isaac prende la sua boccetta di acqua benedetta e si alza per raggiungerlo ma viene bloccato dagli altri avventori che si rivelano essere tutti posseduti dai demoni! Essi sanno bene che loro due sono cacciatori e gli dicono che non sono graditi nel loro bar! Isaac viene immobilizzato e costretto a ingoiare un liquido corrosivo, usato per pulire, e muore dissanguato, mentre Tamara, terrorizzata, urla. All’improvviso, mentre sembra che anche Tamara sia destinata a morte certa, ecco che l’Impala sfonda l’entrata del bar; Bobby e i ragazzi attaccano subito i demoni, gettandogli addosso dell’acqua benedetta. Sam prende Tamara e la carica in auto mentre Bobby urla a Dean di andare via ma lui riesce a catturare Walter Rosen e a chiuderlo nel cofano dell’Impala, intrappolato dalla Chiave di Salomone. La scena si sposta in un’abitazione; Tamara è disperata perché vorrebbe andare a prendere Isaac, Bobby e i ragazzi tentano di convincerla che ormai per Isaac è troppo tardi. Mentre fanno delle ricerche per trovare il modo di sconfiggere questi demoni, Bobby rivela ai ragazzi che si trovano davanti all’incarnazione dei Sette Peccati Capitali e che nel 1580 Peter Binsfeld, per primo, aveva teorizzato che questi demoni esistessero. Mentre Walter Rosen è legato e imprigionato dalla Chiave di Salomone i quattro lo interrogano. Egli dice loro che non possono fargli nulla e che non sono migliori di lui! Dean è vittima della Gola e della Lussuria, Tamara è vittima dell’Ira; inoltre, ricorda a Tamara qualcosa di terribile che le è accaduto alcuni anni prima. Mentre il demone li minaccia ancora, i tre lasciano Tamara da sola a completare l’esorcismo che viene ultimato e Rosen muore. Bobby e i ragazzi cercano un modo per sconfiggere i demoni: Dean propone di lasciarlo da solo ad affrontarli mentre loro fuggono, visto che è già morto… Mentre ne discutono anche con Tamara, si sente la voce di Isaac, fuori la porta, che supplica Tamara di aiutarlo. Bobby le dice che quello non è Isaac ma solo il suo corpo posseduto da un demone; Tamara cerca di resistere ma il demone sa il fatto suo. A un certo punto, Isaac le dice che lei lo ha abbandonato proprio come alcuni anni primi aveva fatto con la loro figlia, morta a causa dei demoni. Tamara reagisce con rabbia a queste parole, va fuori e aggredisce Isaac trafiggendolo con un legno particolare (legno di Palo Santo, un legno sacro del Perù) e il demone è neutralizzato. In quella foga, i demoni entrano in casa e attaccano Bobby e i ragazzi; Bobby riesce ad affrontare e a bloccare il demone della Gola, sotto la Chiave di Salomone. Dean è vittima della Lussuria ma, alla fine, riesce a resisterle e a buttarla in una vasca piena di acqua benedetta. Sam, invece è attaccato da altri tre demoni; uno di loro, la Superbia sembra avercela particolarmente con lui. Il demone, infatti, gli dice che lui è famoso, che è il ‘Ragazzo prodigio, il Ragazzo Re’, ed è ben conosciuto dagli altri demoni anche dopo che il demone YED è stato neutralizzato. Il demone gli dice che non si sottometterà mai a un misero umano come lui. Durante questo acceso scambio di battute, entra in scena la misteriosa ragazza bionda (Ruby) che, con un portentoso coltello, uccide i tre demoni che avevano attaccato Sam; il ragazzo le chiede chi diavolo sia e lei gli dice che è la ragazza che gli ha appena salvato il c***! Sam le dice che anche lui ha salvato il suo… Il mistero è fitto: chi è costei? Che tipo di coltello ha usato per uccidere i demoni? Come faceva a conoscere il nome del ragazzo? Dopo averlo salvato, scompare di nuovo… Il giorno dopo, Sam è preso in giro da Dean che scherza sul fatto che una ragazza ha ucciso ben tre demoni da sola! Bobby non sa che tipo di arma possa essere quel coltello da lei usato. Dopo aver salutato anche Tamara e aver sepolto i corpi dei posseduti (solo la ragazza posseduta dalla Lussuria e il grassone posseduto dalla Gola, sembrano cavarsela), i ragazzi restano da soli; Sam vorrebbe portare Dean da una sacerdotessa hoodoo a Shreveport ma Dean si rifiuta. Dopo un battibecco col fratello, Dean gi confessa che se il patto sarà annullato lui morirà! Sam è disperato: rinfaccia a Dean che lui ha fatto la stessa cosa che il loro padre John aveva fatto per lui, vendendo l’anima per salvargli la vita; Dean gli dice che non avrebbe potuto continuare a vivere senza di lui e che preferisce che le cose siano andate così. Sam gli dice che questo è da egoista e Dean gli dice che gli resta un anno da vivere e gli propone di uccidere quei figli di p***** dei demoni e di riempire di nuovo l’Inferno; Sam gli dice che è incredibile e Dean gli risponde che è verissimo!

La puntata è ambientata a Cicero, in Indiana. La scena si apre con una giovane madre che aspetta il ritorno della sua figlioletta a casa, dopo che è stata dal padre. E’ chiaro che è una coppia di genitori separata. La bambina, arrivata a casa col padre, scende dall’auto terrorizzata e dice alla madre che il papà è malvagio e che a casa sua ci sono i mostri. La madre cerca ci tranquillizzarla, dicendole che era il turno del suo papà e che lei doveva andare da lui. La scena si sposta, poi, a casa del pare, nel suo garage dove sta lavorando a un cavallo a dondolo. E’ tardi, è buio; l’uomo è stanco e decide di andare a letto. Spegne tutte le luci e i macchinari in garage e sta per andarsene quando, improvvisamente, la sega elettrica, collocata su di un tavolo da lavoro, si riavvia da sola. L’uomo la spegne e sta per andare nuovamente via quando, ancora una volta, la sega elettrica si riaccende da sola. L’uomo si avvicina per spegnerla ma viene spinto sul tavolo da lavoro e la sega gli squarcia la schiena e, quindi, il torace. Il giorno dopo, di mattina, Sam è in una tavola calda e parla a telefono con Bobby delle sue ricerche, fatte sul suo portatile, riguardo a un modo per liberare Dean dal patto che ha fatto. Bobby non sembra essergli molto di aiuto e, all’improvviso, entra Dean e Sam interrompe le sue ricerche per non preoccupare, ulteriormente, suo fratello. Dean gli fa vedere, su un giornale, un articolo che parla della morte dell’uomo a Cicero. Sam, leggendolo, non vi trova nulla di ‘soprannaturale’ e Dean gli dice che, in quella città, vive Lisa, una sua ex ragazza che lui chiama ‘Gumby Girl’ (una ragazza davvero bella e procace). Dean non vede Lisa da otto anni ed esprime a Sam questo suo ‘desiderio in punto di morte’ per poterla rivedere; Sam ironizza dicendogli che chissà quanti altri ‘desideri’ simili avrà ancora da soddisfare! I due ragazzi arrivano a Cicero, a casa di Lisa. La ragazza è sorpresa ed incredula quando, aprendo la porta, vede Dean che, a sua volta, è alquanto imbarazzato. Lisa lo fa accomodare e Dean le spiega che ‘per caso’ passava di lì e che si era fermato per salutarla. Con grande sorpresa, Dean scopre che Lisa ha un figlio di otto anni, Ben, che, proprio in quel momento, sta festeggiando il suo ottavo compleanno. Il ragazzo è invitato alla festa e conosce il bambino, restandone particolarmente colpito vista la straordinaria somiglianza che ha con… lui! Intanto, le madri degli altri bambini invitati alla festa di Ben, ammirano con piacere Dean, facendo degli apprezzamenti sul suo corpo e sul suo sedere! Un dettaglio interessante, è che la musica che si sente alla festa di Ben è degli AC/DC. La madre della bimba, vista all’inizio della puntata, è una cara amica di Lisa; è sconvolta per la morte del suo ex e dice a Lisa che sospetta che quella non sia sua figlia. Intanto, Dean inizia a credere che Ben sia suo figlio: ha otto anni ed otto anni prima, lui e Lisa avevano avuto una breve relazione. Dean si precipita in casa e chiede a Lisa se Ben sia suo figlio; la ragazza gli dice di no e gli accenna dei problemi della sua amica, dopo la morte del suo ex. Intanto Sam continua a fare le sue ricerche alla tavola calda, quando gli compare Ruby; la ragazza gli dice che lei sa molte cose di lui e scopre che lui non sa tutto riguardo alla sua famiglia e agli ‘amici’ di sua madre Mary. Afferra la mano di Sam e gli scrive un numero, per incontrarsi quando lui sarà pronto ad affrontare la verità. In quello stesso momento, Dean telefona a Sam per avvisarlo che c’è qualcosa che non va in quella città e che ci sono state altre morti sospette. Sam si spaccia per un agente assicurativo, per indagare a casa di una delle vittime, morta cadendo da una scala. Parlando con una donna, nota che ha uno strano marchio sul collo, simile ad un morso. Avvicinandosi, poi, al luogo dell’incidente, nota delle strane macchie di sangue e una bambina che lo spia guardandolo in malo modo. Intanto, l’amica di Lisa è sempre più sospettosa verso sua figlia, che si comporta in modo strano; mentre sono in auto, lei la osserva dallo specchietto retrovisore ma, invece dell’immagine riflessa di sua figlia, vede un… mostro! Inoltre, tornando a casa, la donna scopre uno strano ‘marchio’ sul suo collo, mentre si specchia e vede che l’immagine riflessa di sua figlia è quella di un… mostro. La donna è terrorizzata e si rifugia in bagno, mentre la ‘figlia’ (che è in realtà un demone parassita mutaforma detto ‘changeling’) tenta di entrare in bagno, bussando violentemente alla porta, quasi sfondandola. All’improvviso, si sente il campanello della porta suonare: la donna va ad aprire, mentre sua ‘figlia’ si è stranamente calmata, e trova una donna dall’aspetto così gioviale che le porge un cesto con dei cibi vari. La donna vorrebbe parlare con lei della morte del sue ex, dicendole che, in realtà, lei sta nascondendo, invano, il dolore che prova. La ragazza reagisce male e la manda via mentre sua ‘figlia’ si comporta in modo sempre più strano; si sposta da una stanza all’altra velocemente, parla in modo strano, chiede sempre le stesse cose in modo ossessivo e, soprattutto, fissa la madre con uno sguardo agghiacciante. Intanto Dean, in giro per la città, incontra Ben; il bambino è triste perché alcuni ragazzi più grandi gli hanno rubato il suo videogioco. Dean vorrebbe intervenire ma Ben, da vero ometto, gli dice di no, che sa cavarsela da solo e che, se lui lo avesse aiutato, i ragazzi lo avrebbero preso in giro per sempre! Dean, colpito dalla sua tenacia, gli consiglia di avvicinarsi al ragazzo che gli ha rubato il videogame e di dargli un calcio all’inguine; Ben segue il suo consiglio e, dopo aver colpito il ragazzo lasciando gli altri senza parole, torna soddisfatto da Dean ma Lisa, accorsa sul posto, reagisce male a questa intrusione del ragazzo nella loro vita, dicendogli che quello non era un modo per educare un bambino. Lisa intima a Dean di starle lontana e porta via Ben che, a sorpresa, torna da Dean per abbracciarlo. Mentre i due vanno via, Dean osserva tre bambini che lo stanno fissando con uno sguardo terrificante. Di notte, poi, in un gesto disperato, l’amica di Lisa esce in auto con sua ‘figlia’; arrivate vicino alla riva di un lago, scende dall’auto e, dopo avervi lasciato dentro la bambina, chiude lo sportello e spinge l’auto nel lago, per sbarazzarsi di lei. Con stupore e terrore, tornata a casa, scopre che la ‘figlia’ la aspetta già lì! Intanto, Sam e Dean scoprono il modo per sconfiggere questo ‘changeling’: occorre colpirlo con una potente fiammata! Intanto, a casa di Lisa, la ragazza osserva sua figlio… Dean bussa alla sua porta e lei non è così benevola con lui e sente suo figlio Ben che le dice di mandarlo via. A questo punto, la donna capisce che quello non è suo figlio, così come anche Dean. In seguito, seguendo una traccia di strane macchie rosse, Sam e Dean arrivano in una casa in costruzione e qui scoprono che i ‘veri bambini’ sono tenuti prigionieri mentre i loro ‘cloni’ sono in giro per la città. Dean libera i bambini mentre Sam scopre che il ‘changeling’ superiore ha preso l’aspetto di una delle donne invitate alla festa di Ben e che aveva anche offerto il cesto di cibo all’amica di Lisa. Il ragazzo la affronta ma lei scompare. Intanto, Lisa, a casa sua, continua ad osservare suo ‘figlio’ Ben con sospetto finché non vede la sua immagine riflessa in uno specchio, scoprendo che è un… mostro! Arrivano, poi, a casa sua, altri ‘changeling’ con l’aspetto di innocenti bambini per catturarla… Tornando alla casa in costruzione, i ragazzi riescono ad uccidere il ‘changeling’ superiore, bruciandolo con una potente fiammata dopo una lotta estenuante e, non appena il corpo del demone parassita si riduce in polvere, tutti gli altri ‘changeling’ in giro per la città svaniscono e anche Lisa è salva, restando senza parole per ciò che ha appena visto. Dean le riporta Ben a casa, sano e salvo, dopo che lo stesso bambino, da vero eroe, aveva aiutato i suoi amichetti a fuggire dalla casa in costruzione. Dean, cedendo alle richieste di Lisa, le spiega cosa è successo e in cosa consista il suo ‘lavoro’; la ragazza resta senza parole e Dean le chiede ancora se Ben sia suo figlio o meno. Lisa lo rassicura dicendo che non è suo figlio e che ha anche fatto un esame del sangue per accettarlo. Ben è figlio di un ragazzo che Lisa conobbe quando era poco più di una ragazzina, dopo che aveva frequentato Dean. Negli anni del Liceo, infatti, Lisa aveva avuto varie relazioni e aveva una condotta di vita non delle migliori ma, dopo che rimase incinta di Ben, cambiò atteggiamento. Lisa propone a Dean di restare lì con lei e Ben, visto che ha capito che a lui Ben piace e che non gli sarebbe dispiaciuto esserne il padre. Dean le dice che quella non è la sua vita e che ha un ‘lavoro da fare’… Intanto, Sam si incontra con Ruby nel motel dove lui alloggia. Ha seguito il consiglio della ragazza e ha chiamato, rintracciandole, tutte le persone che erano amiche di sua madre Mary. Il ragazzo scopre che tutti gli amici della madre sono morti. Ruby gli spiega che lei conosce tutto della sua famiglia: la morte di Mary e di Jessica, la storia del demone YED e dei ‘bambini speciali’ e sa anche del patto di Dean. Sam, sconvolto, le chiede come faccia a sapere dello YED e lei, in risposta, gli dice che tutti gli amici di sua madre Mary sono morti a causa sua perché lo YED non voleva che qualcuno scoprisse che lui era un ‘bambino speciale’; inoltre, Sam le chiede chi sia e lei gli fa capire che anche lei è un… demone, facendo diventare completamente nere le sue pupille. Sam, spaventato, cerca di prendere un’arma ma Ruby lo ‘tranquillizza’ dicendogli che questo suo atteggiamento non lo porterà da nessuna parte e che lei sta indagando per capire perché, davvero, il demone ha ucciso tutte queste persone che conoscevano Mary e che lei può aiutarlo a salvare Dean dal patto, lasciando, però, intuire a Sam che vuole qualcosa in cambio…

L’episodio si apre con la visita in prigione di Kubrick, un vecchio amico di Gordon, che è andato a trovarlo. L’uomo inizia a raccontargli che nel Wyoming è stato aperto il cancello dell’Inferno e che centinaia di demoni sono fuggiti da lì. Inoltre, aggiunge che Bobby era lì ma ha cercato di fermare Sam. Gordon, sentendo nominare Sam, dice che non crede alle buone intenzioni di Bobby e che Sam deve essere eliminato. Kubrick gli dice che non crede che Sam sia così pericoloso, visto che è un Winchester ed è, quindi, un cacciatore. Gordon, da parte sua, resta inflessibile: Sam deve essere ucciso. Intanto, Sam e Dean discutono nell’Impala in merito alle rivelazioni che Ruby ha fatto a Sam. All’improvviso, squilla il cellulare di John, che Dean aveva conservato gelosamente; una voce informa i ragazzi che il loro papà aveva affittato un magazzino per depositare varie merci e che, di recente, era stato forzato da qualcuno. Il magazzino si trova nella periferia di Buffalo. I ragazzi si recano subito lì e, appena entrano, notano subito un filo a terra che è collegato col grilletto di un fucile puntato proprio verso la porta; era un trucco di John per colpire eventuali ladri. Sam trova un suo vecchio trofeo del calcio e Dean, invece, il suo primo fucile assemblato da sé. I ragazzi notano anche un gran numero di armi e di mine da terra. Sam scopre alcune scatole misteriose con alcune formule e segni incisi sopra: sono delle scatole maledette e ne è sparita una. La scena si sposta nell’abitazione di due loschi individui: uno è ferito a una spalla e l’altro osserva la misteriosa scatola che lui ha appena rubato. Si tratta, infatti, del tipo che si è introdotto nel magazzino di John, restando colpito da un proiettile esploso dal fucile che John aveva collegato a quel filo che rasentava il pavimento. Dopo varie esitazioni, i due aprono la scatola e vi trovano una zampa di coniglio! Entrambi sono alquanto delusi e l’uomo che aveva rubato la scatola tocca la zampa di coniglio e viene subito ‘investito’ da qualcosa di soprannaturale: la Fortuna. Infatti, dopo aver toccato la zampa, a casa loro si presenta un vecchio medico dell’Esercito che si offre di medicargli la spalla, dicendogli che oggi è il suo giorno fortunato. Dopo, i due uomini iniziano a giocare a carte e il ladro continua a vincere a ogni mano capendo, quindi, che è tutto legato a quella zampa. I Winchester fanno irruzione nella loro abitazione, intimandogli di consegnargli la scatola; i due uomini, presi alla sprovvista, non sanno che fare. L’uomo che ha toccato la zampa mostra una forza sovrumana che annienta i ragazzi; Sam, a sua volta, tocca la zampa diventando, così, fortunato. Con l’incredibile forza di Sam, i due uomini sono sconfitti e i ragazzi se ne vanno con la zampa di coniglio. Dean approfitta della fortuna di Sam, acquistando un blocco di biglietti della lotteria istantanea e vincendo subito 1200 $. Intanto, il precedente proprietario della zampa, il ladruncolo, si appresta a lavare i piatti, dopo essersi ripreso dalla lotta coi ragazzi; mentre è in cucina, fa un passo indietro e scivola su una bottiglia di birra, che giaceva sul pavimento. Mentre cade all’indietro, la sua testa si conficca su un forchettone per la carne: l’uomo muore infilzato. Avendo perso la zampa, la Fortuna lo ha abbandonato e la Morte è sopraggiunta. Sam chiama Bobby per avere delle informazioni sulla zampa di coniglio; l’uomo gli spiega che quella zampa, se toccata, da enorme fortuna a chi la trova ma, se persa, porterà alla morte il malcapitato entro una settimana. Sam è spaventato e infila nella sua tasca la zampa mentre Dean continua a fargli grattare dei biglietti della lotteria istantanea, vincendo 15000 $. I due entrano in un ristorante per pranzare e scoprono di essere il milionesimo cliente di quel posto e ricevono, come premio, cibo gratis per tutta la vita! In quel ristorante, vengono serviti da un’avvenente cameriera che, ‘sbadatamente’, versa il caffè a Sam fuori dalla tazza. Nella confusione che si crea per pulire il tavolo, la zampa scompare. Sam se ne accorge ma è troppo tardi; la cameriera, uscita dal ristorante, si toglie la parrucca e si rivela essere… Bela. I ragazzi la inseguono fuori ma lei è già scappata e Sam, per giunta, inciampa, ferendosi alle ginocchia. Intanto, Kubrick e il suo amico Creedy, sono su un camper e hanno fame. Decidono di trovare il ristorante più vicino e, guarda caso, si tratta proprio del posto dove Sam e Dean sono stati premiati con una fornitura di cibo gratis a vita. Infatti, sul sito di quel ristorante, i due scorgono la foto dei ragazzi mentre stringono il mega assegno della loro vincita. I due uomini si ritengono molto fortunati. Kubrick appare come un uomo molto devoto a Dio e a Gesù e crede che tutto ciò non sia una pura coincidenza. I ragazzi, intanto, ritornano all’appartamento dei due loschi individui per sapere per conto di chi avevano rubato quella scatola maledetta con la zampa di coniglio. I due scoprono che il ladro è morto e cercano di convincere l’altro a parlare; Dean gli dice che da lui dipendono le vite di molti e che non è un assassino. In seguito, Bobby chiama i ragazzi e scopre che Sam ha perso la zampa e lo avvisa che, se non la ritroverà, morirà. I ragazzi gli chiedono informazioni sulla misteriosa cameriera che gli ha rubato la zampa e Bobby, dalla descrizione, capisce che si tratta di Bela Talbot, una ladra che si è diplomata col massimo dei voti. L’uomo invita i ragazzi alla prudenza, visto che Bela è molto pericolosa. Mentre Dean parla a telefono con Bobby, Sam pesta una gomma da masticare e tenta di toglierla da sotto la sua scarpa, strusciando il piede su di una grata: alla fine, perde anche la scarpa! La scena si sposta nel quartiere del Queens, a New York, in un appartamento ipertecnologico, dotato di ogni comfort. Bela è a telefono e negozia sul prezzo della zampa con un misterioso acquirente. La ragazza è attratta dalle telecamere di sicurezza che rilevano la presenza di un intruso; mentre si avvicina alla porta, scopre che il sistema dell’antifurto è stato sabotato e, voltandosi dopo aver letto un bigliettino che la invitava a farlo, vede Dean che le punta una pistola contro. Bela fa lo stesso; Dean la chiama per nome, sa chi è ma anche lei conosce bene chi sia lui. Il ragazzo si guarda intorno, notando come l’appartamento di Bela sia pieno di reperti e oggetti demoniaci. La ragazza conosce bene la demonologia e non ha problemi a confessare a Dean che c’è gente che paga molto bene per quei ciondoli e amuleti. Bela è realista, sa ciò che è successo ai Winchester e dice a Dean che ‘stanno andando all’Inferno e, almeno, che si divertano durante il tragitto!’ Nello scambio concitato di battute, Dean riesce a sottrarre la zampa a Bela che, furiosa, gli spara ma è tutto inutile: ora il ragazzo ha dalla sua parte la Fortuna! Intanto, Sam si trova solo in un albergo, dopo che Dean lo aveva lasciato lì per non portarsi dietro la Sfortuna. Sam deve restare immobile su una sedia ed evitare di toccare qualcosa o di fare qualsiasi movimento. All’improvviso, però, dal condotto dell’aria, esce del fumo e Sam non resiste: si avvicina al condotto per controllare cosa stia succedendo quando quest’ultimo prende fuoco. Nel tentativo di spegnere l’incendio, Sam strappa la tenda per domare le fiamme e cade a terra, perdendo conoscenza. Fuori la finestra, ci sono Kubrick e Creedy che entrano nella stanza e legano Sam a una sedia; Kubrick lo picchia a sangue, volendo sapere da lui cosa sa su quanto è accaduto quando il portale dell’Inferno è stato aperto. Inoltre, è convinto che Sam abbia ancora i suoi ‘poteri’, anche in virtù delle confidenze che Gordon gli aveva fatto in prigione. Sam lo supplica, dicendogli che non ha più poteri né visioni, che ora è tutto finito, dopo che il demone è stato eliminato. Kubrick non gli crede e continua a colpirlo mentre Creedy tenta di farlo ragionare. Quando Kubrick sta per premere il grilletto della sua pistola, per eliminare Sam, ecco che entra Dean che, grazie alla Fortuna, riesce a mettere fuori gioco i due uomini e a liberare Sam, dicendogli ‘I’m Batman!’ La scena si sposta, infine, al cimitero: Sam e Dean stanno compiendo un rito per annullare l’effetto della zampa di coniglio, si preparano a bruciarla, quando appare Bela che li minaccia con una pistola. La ragazza vuole la zampa indietro e, sapendo che Dean è protetto dalla Fortuna, spara a Sam, colpendolo a una spalla; Bela minaccia di uccidere Sam se non riavrà la zampa. Dean, alla fine, cede e gliela lancia: Bela, d’istinto, la afferra al volo e, ora, anche lei è vittima della maledizione perché l’ha toccata. A malincuore, vista la cifra che le era stata offerta per avere quella zampa, la riconsegna ai ragazzi che la bruciano. Bela va via, dicendo ai due che non finisce qui. Dean è felice perché può consolarsi con i soldi vinti grazie ai biglietti della lotteria istantanea, ma ecco un’altra brutta sorpresa: i biglietti sono spariti, sono stati rubati da Bela che, dalla sua auto in corsa, saluta i ragazzi con un colpo di clacson. I due ragazzi si guardano sconsolati. In prigione, Gordon riceve una nuova visita di Kubrick che appare, ora, fermamente convinto che lui ha ragione su Sam: il ragazzo è il Male e ha visto di che cosa è capace. Gordon è felice di questo e dice a Kubrick che Sam deve essere eliminato ma, prima di tutto, deve trovare un modo per farlo uscire di prigione…

L’episodio si apre con una suora che sistema dei libri nei banchi della chiesa. E’ sera e la suora viene aiutata da un prete (Padre Jil) che le dice che è ora di andare via. All’improvviso, su di una balconata nella chiesa, compare un uomo che dice loro che ‘Dio non è con noi’ e si suicida con un colpo di pistola.La scena si sposta su Sam e Dean che si spacciano per degli investigatori di una compagnia assicurativa per indagare sull’uomo che si è suicidato. Arrivano in chiesa e interrogano il prete presente al momento della tragedia. Sam gli chiede se, per lui, la vittima mostrava segni di possessione demoniaca e il prete annuisce. I ragazzi se ne vanno, convinti che quel suicidio sia uno dei segnali negativi dovuti all’apertura del portale dell’Inferno, in quanto, la vittima aveva un buon lavoro, una moglie e tutto gli andava bene fin quando, due mesi prima, tutto era cambiato: tradiva la moglie, giocava d’azzardo. Il periodo del suo ‘cambiamento in negativo’ coincide proprio con l’apertura del portale infernale. Nel motel dove alloggiano, i ragazzi incontrano il giovane Richie che era un vecchio compagno di scuola di Dean; il ragazzo ha la camera di fronte alla loro e ha appena avuto ‘un incontro’ con una squillo che presenta ai ragazzi come sua sorella. Richie fornisce delle informazioni ai ragazzi su quanto sta accadendo in città e Dean gli dice di stare attento perché questa sua ‘occupazione’ potrebbe portarlo alla morte ma Richie non se ne cura affatto. I ragazzi decidono di tornare dal prete la lo trovano al bar, intento a bere e ad apprezzare il corpo della bella barista (Casey). Non sembrerebbe un prete, dal modo in cui si comporta; in realtà, tutta la città è avvolta da una strana aria di perdizione, fatta di alcool, prostituzione e gioco d’azzardo. All’improvviso, nel bar entra un uomo che spara ad un altro tipo, accusandolo di essere andato a letto con sua moglie; tenta, invano, di suicidarsi ma i ragazzi glielo impediscono. Questo suicidio sventato, unita alla strana figura di un losco individuo vestito di nero che fissa Sam, convince i ragazzi che in quella città c’è davvero qualcosa che non va. La scena si sposta su Richie che ha ‘abbordato’ la barista; la ragazza lo porta nella sua gotica casa, nelle cantine e il ragazzo inizia a insospettirsi ma non fa in tempo a tirare fuori il suo coltello che la ragazza gli spezza il collo: è un demone. Il giorno dopo, Dean cerca Richie mentre Sam indaga sul misterioso uomo in nero della sera prima. A casa sua, Bobby prova la pistola che sta tentando di ricostruire sul modello della Colt (una pistola che uccide i demoni). L’uomo si cimenta nel tiro a bersaglio verso un sacco appeso, ma la pistola sembra incepparsi dopo aver sparato. Ecco che compare Ruby che gli dice che la pistola non funzionerà contro i demoni e invita l’uomo a provarla su di lei. Bobby le spara e, in effetti, il proiettile non uccide la ragazza che, anzi, gli offre il suo aiuto per realizzare una vera pistola in grado di uccidere i demoni. Bobby resta senza parole. Sam, intanto, si intrufola nell’ufficio di questo individuo, aspettando che esca insieme al suo tirapiedi e inizia a rovistare in cerca di una qualche prova ‘demoniaca’; viene colto di sorpresa quando il tipo rientra nel suo ufficio e lo blocca ma lui riesce a liberarsi e a puntargli la pistola contro. Gli getta addosso dell’acqua benedetta ma, a sorpresa, scopre che nessuno dei due è un demone. Con molto imbarazzo, va via, augurandogli una buona giornata. Intanto, al bar, Dean continua le sue indagini e manda via una prostituta che aveva tentato, invano, di adescarlo. La sua attenzione è tutta sulla barista e accetta il suo invito a seguirla a casa sua. La ragazza, lo porta, come aveva fatto con Richie, nelle cantine della sua dimora e Dean sa benissimo che lei è un demone. Infatti, quando la ragazza capisce che lui sa benissimo chi sia in realtà, tenta di attaccarlo ma resta bloccata al suolo perché Dean, di certo in precedenza, aveva tracciato la Chiave di Salomone sul pavimento, nascondendola, poi, con un tappeto. Dean inizia l’esorcismo sulla ragazza ma lei si rivela essere molto forte; scatena un violento vento e fa crollare una parete in modo che l’uscita sia ostruita e Dean, così, non possa più uscire da lì. In seguito, strappa la Bibbia da mano al ragazzo che tenta, invano, di pronunciare l’esorcismo a memoria; la ragazza lo prende in giro sul fatto che avrebbe bisogno di ripetizioni di Latino! La ragazza spiega a Dean che i demoni stanno arrivando e che il loro scopo è quello di portare quella comunità cristiana sulla via della depravazione e della perdizione. Tra i due inizia un acceso dialogo su Dio e il Diavolo, ognuno difendendo le proprie teorie e le proprie credenze contro quelle dell’altra persona. Intanto, Sam cerca suo fratello e, dopo aver pagato un barista affinché gli dicesse dove abitasse la barista, scopre che a casa sua ci sono tracce di zolfo. Dean è imprigionato, però, nelle cantine e Sam non lo sa. Tornato al bar, il ragazzo trova il coraggio di chiedere aiuto al prete che, all’inizio, cerca di minimizzare dicendo che sia il ragazzo che la ragazza sono adulti e consapevoli di ciò che fanno ma poi, sentendo che anche la ragazza è sparita, decide di aiutarlo. Si scopre che anche lui è un demone. La scena si sposta ancora nelle cantine della casa della ragazza che dice a Dean che quando il demone YED era vivo, si era supposto che Sam fosse il suo successore, alla sua morte ma così non è stato. Inoltre, tra i demoni, i Winchester sono famosi e Dean è oggetto di derisione da parte loro per il patto che ha stipulato per riportare in vita Sam. La ragazza demone, però, sembra quasi ammirarlo per il coraggio che ha dimostrato. Sam, con il prete-demone, arriva a casa della ragazza e inizia a cercare Dean che, accortosi del suo arrivo, lo chiama, dalla cantina, dicendogli di stare attento. Sam capisce che c’è qualcosa che non va col prete e, quando lo rivede, scopre che è un demone. Il finto prete scaglia il ragazzo contro il parabrezza di un auto, dopo aver colpito anche Bobby, accorso fin lì per aiutare i ragazzi, con la presenza della stessa Ruby. Bobby affida la pistola a Sam che entra nelle cantine, dopo che lo stesso ‘prete’ lo aveva preceduto lì dentro. Il prete vorrebbe uccidere Dean ma la ragazza lo supplica di non farlo; si scopre che i due demoni avevano una relazione di lunga durata. Sam, entrato nella cantina, spara senza esitazione al prete e alla ragazza, posseduti dai demoni, uccidendoli senza pietà, anche se Dean avrebbe voluto evitare tutto ciò. Il ragazzo, infatti, guarda il fratello attonito, senza parole. Il giorno dopo, Dean confida a Bobby le sue perplessità sul fatto che il demone YED gli aveva detto, poco prima di essere ucciso, che quello che aveva riportato in vita poteva non essere al 100% Sam; Bobby gli dice di non preoccuparsi e che i demoni mentono. Dean sembra, almeno in apparenza, tranquillizzarsi su suo fratello. Sam, intanto, è al motel quando appare Ruby. Il ragazzo vorrebbe spararle e lei gli dice che può anche farlo ma lei è venuta per aiutarlo a salvare Dean; dopo un’iniziale esitazione, Sam abbassa la pistola e Ruby, sorridendogli, gli dice che lei gli sarà accanto durante questo viaggio come un ‘piccolo angelo caduto sulla sua spalla’.

L’episodio, ambientato a Maple Springs (New York) e si apre con tre uomini che stanno lavorando, di notte, in un cantiere. All’improvviso, si sentono dei rumori e uno di loro li attribuisce a un cane o a qualche animale; mentre un altro va a controllare, gli altri due uomini vengono attaccatti e uccisi da una misteriosa creatura che quasi uccide anche il terzo uomo. La scena si sposta nell’Impala: Sam e Dean stanno litigando animatamente per via del patto di Dean. Sam non capisce perché suo fratello si ostini a non volere tentare nulla per annullarlo e Dean gli dice che, se il patto sarà annullato, lui morirà e chiede al fratello di tacere. Sam gli dice che si comporta come John, anche se lui non è suo padre! Dean, visibilmente adirato, sposta la conversazione sul misterioso killer che sta seminando il terrore in una cittadina e che sembra avere l’aspetto di un lupo mannaro, stando alle descrizioni fornite. Sam e Dean, spacciandosi per investigatori dello sceriffo, vanno ad interrogare l’unico sopravvissuto, ricoverato in ospedale. L’uomo, corpulento, dichiara che ‘la cosa’ che ha ucciso i suoi fratelli appariva come un normale essere umano, dopo che Sam gli aveva chiesto di dargli dei dettagli sui suoi occhi, denti ed unghie (artigli). Il fatto che le vittime siano state sviscerate e il fatto che non ci siano segni di presenza demoniaca sulla scena del crimine, lascia i due fratelli nel dubbio. I ragazzi interrogano anche il dottor Garrison che ha in cura l’uomo e gli chiedono se ha notato qualcosa di insolito. Dopo essere usciti dall’ospedale, Dean vede che Sam, sul suo blocnotes, invece di prendere appunti, ha disegnato un fantoccio con sembianze umane! Intanto una coppia di escursionisti, essendosi persa nel bosco, vaga senza meta fin quando scorgono un amorevole casetta. Una dolce signora li accoglie offrendo loro un po’ di ristoro e una invitante crostata; dopo una breve esitazione, soprattutto della ragazza, i due accettano ma, dopo aver mangiato il dolce, si sentono male; la donna li ha drogati e, dopo aver preso un coltellaccio da cucina, si avventa contro il ragazzo, uccidendolo mentre la ragazza, sotto l’effetto della droga, non può far nulla se non urlare. Fuori la finestra, intanto, spunta la figura di una bambina, con un vestitino bianco e un nastrino rosso tra i capelli che, poi, svanisce nel nulla. Questo ennesimo fatto spinge i ragazzi a tornare in ospedale e a interrogare la ragazza che, dopo aver fornito la sua versione dei fatti agli agenti e al dottor Garrison, non viene creduta. Sam e Dean le chiedono di dirgli tutto ciò che ha visto, anche le cose che possono sembrarle strane. La ragazza, spaventata, racconta tutto ciò che è successo in quella casetta nel bosco e aggiunge che le è sembrato di vedere, a un certo punto, la figura di una bimba, col vestitino bianco e un nastrino rosso tra i capelli, fuori la finestra. I ragazzi vanno in questa casa e Sam rileva tracce soprannaturali nei pressi della finestra. Mentre sono in giro per la cittadina, discutendo del fatto che questi crimini ricordano alcune fiabe, si imbattono in una rana e la osservano: Dean dice che, anche se la teoria di Sam fosse esatta, non vorrebbe di certo baciare quella dannata rana! L’attenzione di Sam è rivolta a una zucca che giace a terra, all’ingresso di una casa; Sam dice a Dean che tutto ciò gli ricorda la favola di Cenerentola (la zucca che diviene carrozza, i topolini trasformati in cavalli…). Dean, sconvolto dal fatto che il fratello si intenda così bene di fiabe per bambine, gli chiede se, per caso, è gay e poi gli dice che non vuole saperlo! I ragazzi decidono di controllare quella casa e trovano una ragazza incatenata in cucina che dice di essere stata picchiata dalla matrigna dopo che era uscita la sera prima. All’improvviso, compare ancora quella bambina che fissa i ragazzi; mentre Sam libera la ragazza, Dean segue la bambina che, dopo averlo fissato, scompare nel nulla, lasciando a terra, sul pavimento, una mela rossa coi segni di un morso dei denti. A questo punto, i ragazzi iniziano a fare una serie di collegamenti: i tre uomini aggrediti al cantiere ricordano la favola de ‘I tre porcellini’, i ragazzi aggrediti nel bosco ricordano ‘Hansel e Gretel’, la ragazza legata e picchiata dalla matrigna ricorda ‘Cenerentola’. I ragazzi vanno in ospedale alla ricerca di eventuali pazienti in stato comatoso che rispondano alla descrizione di quella bambina ma un’infermiera dice che non ci sono pazienti comatosi di età così giovane eccetto Callie, la figlia del dottor Garrison. I ragazzi si dirigono verso la stanza della ragazza mentre suo padre le sta leggendo la favola di ‘Cappuccetto Rosso’; il padre nota i ragazzi e chiede loro se hanno bisogno di qualcosa. Sam e Dean gli esprimono il loro dispiacere per le condizioni di sua figlia e l’uomo dice che è ridotta così da quando aveva otto anni e che era in coma in seguito all’assunzione di veleno, anche se non si sa come sia successo (forse per vie accidentali). Il dottore dice che fu sua moglie Julia a trovare Callie in fin di vita e a portarla in ospedale; Dean gli chiede se la donna sia la matrigna della ragazza e il medico annuisce. L’uomo perse sua moglie quando Callie era piccolissima e Julia è stata l’unica madre che lei abbia mai conosciuto. Le cose ora appaiono chiare: lo spirito di Callie è adirato e riesce a proiettare nella realtà gli scenari delle fiabe che il padre le legge. Sam resta in ospedale per tentare di parlare al dottor Garrison di sua figlia mentre Dean tenta di fermare un altro possibile omicidio che avrà, di certo, come protagonista il ‘lupo cattivo’. In ospedale, infatti, arriva una anziana donna che è stata aggredita da un ragazzo che si era offerto di aiutarla con le buste della spesa per, poi, aggredirla in auto. Il ragazzo aveva, su un braccio, un tatuaggio di un lupo. La donna muore in ospedale e i ragazzi scoprono dove abitava, insieme alla sua nipotina, e Dean si precipita a casa della donna per salvare la bambina. Infatti, l’uomo che ha aggredito la donna ha rapito la nipotina, dopo essere andato a prenderla a scuola (la bambina, che ha un giubbottino rosso che richiama alla memoria ‘Cappuccetto Rosso’, riconoscendo l’auto della donna, vi era entrata senza problemi per scoprire, solo dopo, che alla guida c’era un folle). Dean fa irruzione a casa della donna e l’uomo lo aggredisce di spalle; inizia una furibonda lotta tra i due. Intanto, in ospedale, Sam parla col dottor Garrison di sua figlia e gli dice che è stata sua moglie Julia ad avvelenarla e non si è trattato, quindi, di un incidente. Il medico reagisce male e caccia Sam, dicendo che sua moglie amava Callie; Sam rientra nella stanza della ragazza e l’uomo minaccia di chiamare la sicurezza. Sam lo blocca e gli dice che sua figlia è lì con loro, il suo spirito è arrabbiato perché nessuno sembra darle ascolto. Tutti gli omicidi che sono avvenuti erano un messaggio per attirare l’attenzione e chiedere aiuto. Il dottor Garrison ammette che, a volte, è come se sentisse la sua presenza e il suo profumo e gli sembra anche di vederla. Sam gli chiede se vede una bambina con un vestitino bianco e un nastrino rosso tra i capelli e l’uomo annuisce. Sam chiede all’uomo di parlare con Callie e di prestarle attenzione. Intanto Dean continua a lottare contro ‘l’uomo lupo’. Il dottor Garrison si avvicina a Callie e le parla, chiedendole scusa per non averla ascoltata prima e dicendole che ora sa la verità. Le chiede scusa e la supplica di smettere di compiere queste azioni tremende. All’improvviso, appare lo spirito della piccola Callie che fissa suo padre: è un momento altamente emotivo e l’uomo le chiede ancora scusa. Lo spirito di Callie svanisce e la giovane Callie, in stato comatoso, muore. Intanto, Dean afferra un paio di forbici per colpire l’uomo e si ferma quando quest’ultimo sembra essere tornato in sé. Dopo la morte di Callie, il dottor Garrison confida ai ragazzi che avrebbe dovuto lasciarla andare molto tempo fa e Dean, sentendo queste parole, dice a Sam che dovrebbe prendere esempio da lui (alludendo al fatto che deve rinunciare al tentativo di annullare il patto). Dean esce dall’ospedale mentre Sam lo guarda andare via con le lacrime agli occhi. Di notte, nella loro stanza del motel, mentre Dean dorme, Sam, esce dalla stanza col suo zaino e si dirige a un quadrivio dove evoca il demone RED che appare nelle sembianze di un’avvenente ragazza. Il demone appare sorpreso di trovarsi davanti Sam Winchester che è venuto da lei per fare ciò che Dean ha fatto per lui. Sam le punta la Colt contro e il demone, sorpreso, gli chiede come abbia fatto a recuperarla e poi suppone che sia stata Ruby ad aiutarlo. Sam minaccia il demone di ucciderlo se non annullerà il patto di Dean, visto che ogni patto può essere rescisso; il demone gli dice che questo patto non può essere annullato e inizia a parlare a Sam della vita che potrebbe fare, una volta morto Dean (non sarebbe più costretto a seguire le sue direttive e sarebbe davvero libero). Sam reagisce con rabbia alle sue parole e la minaccia ancora con la Colt. Il demone gli spiega che, anche se lo eliminasse, il patto resterebbe valido perché lui è solo una specie di ‘commesso’ che lavoro per conto di un demone ‘boss’ che vuole a tutti i costi l’anima di Dean e non si fermerà finché non la otterrà. Sam le dice che sta mentendo ma, alla fine, sembra credere alle sue parole, chiedendole chi sia questo demone che ha in mano il contratto di Dean. Al suo rifiuto di dirgli chi sia il suo ‘capo’, Sam, esasperato e con una lucida freddezza, spara al demone, uccidendo così anche la ragazza che era stata posseduta…

L’episodio si apre, di notte, con una ragazza che sta facendo jogging, sul lungomare di una tranquilla cittadina. All’improvviso, dopo essersi dissetata ad una fontanella, vede, in lontananza, un’imponente quanto terrificante nave che, d’un tratto, sparisce davanti ai suoi occhi. La scena si sposta a casa della ragazza che è in procinto di farsi una doccia. Mentre è nel box doccia, uno spettro compare alle sue spalle e la uccide. Intanto, Sam e Dean stanno discutendo, animatamente, nell’Impala in quanto Dean ha scoperto che è scomparso un proiettile della Colt e ne chiede spiegazioni a Sam che gli racconta dell’incontro che ha avuto col demone del quadrivio e Dean gli chiede cosa sia accaduto tra di loro e, alla fine, capisce che Sam lo ha ucciso. Il ragazzo viene anche a conoscenza del fatto che esista un demone-boss che possiede il suo ‘contratto’. Il giorno dopo i due ragazzi vanno a casa della zia della vittima, la signorina Gertrude Case, una donna intorno ai settanta anni, dai modi molto ricercati, che mostra a Sam e Dean una foto della nipote morta. I ragazzi le chiedono se la nipote avesse mostrato qualche segno di squilibrio o si comportasse in modo strano negli ultimi giorni e Gertrude dice che, a suo avviso, Sheila era preoccupata per qualcosa e che se vogliono insinuare che la ragazza si sia uccisa, beh, la risposta è negativa. Inoltre, Gertrude accenna loro di una nave fantasma che sua nipote avrebbe visto poco prima di morire. La donna, infatti, crede che i due ragazzi lavorino con Alex e Sam annuisce. Intanto, Gertrude sembra davvero interessata a Sam e non perde occasione per stargli accanto, sfiorarlo e parlargli in modo suadente. Dopo essersi congedati dalla donna, i ragazzi si dirigono verso l’Impala ma l’auto sembra sparita! Sam chiede a Dean se ha pagato il parcheggio, ipotizzando che sia stata rimossa per non aver pagato il parchimetro, ma Dean dice di averlo pagato. All’improvviso, compare Bela e, finalmente, si svela l’identità di Alex: è lei! Infatti, la ragazza ha parlato con Gertrude prima di loro per farsi dire tutto ciò che sapeva su questa apparizione della nave fantasma. Dean chiede a Bela dove sia finita l’Impala e lei gli dice che l’ha fatta rimorchiare e che ha carpito informazioni a Gertrude, celandosi dietro le tranquille spoglie di una ragazza che aiuta le vecchie signore a superare il trauma della perdita di un loro caro. Sam è ancora arrabbiato con lei, perché lo aveva colpito, con un proiettile, in una spalla e lei ironizza dicendo che ci voleva un po’ di ‘azione’. Inoltre, i tre parlano di questo caso dicendo che non è certo risolto. Intanto, di sera, un uomo si prepara per andare a dormire quando la sua vasca da bagno si riempie di acqua, per nulla pulita. L’uomo tenta di aprire lo scarico della vasca, che risulta bloccato, quando, all’improvviso, una mano, da dentro la vasca lo afferra e lo uccide. Il giorno dopo, Sam e Dean, spacciandosi per poliziotti, arrivano a casa della vittima e trovano Bela che sta interrogando il fratello dell’uomo morto e sta registrando il tutto su un registratore (si spaccia per una giornalista). Sam e Dean si avvicinano a loro e intimano alla ragazza di allontanarsi, facendo leva sui loro finti distintivi. Bela, infastidita, si allontana e i due ragazzi interrogano l’uomo che gli dice che il fratello aveva visto una nave fantasma cosa che era capitata anche a lui. Bela, intanto, si avvicina a due poliziotti dicendogli che non sa chi siano quei due (Sam e Dean) che stanno interrogando il fratello della vittima. I due scappano. Di notte, i due ragazzi sorvegliano la casa dell’uomo che, accortosi di essere spiato, intima loro di andarsene per, poi, precipitarsi in auto ed uscire di casa ma, vicino al cancello, il motore dell’auto si spegne e compare lo spettro di un marinaio che uccide l’uomo nella sua auto. L’uomo muore per annegamento e Sam e Dean, accorsi in suo aiuto, non possono fare nulla se non vedere, finalmente, il volto di questo fantasma. Tornati nella casa dove hanno trovato rifugio, i due ragazzi sono alquanto nervosi quando arriva Bela che mostra loro una serie di foto e documentazioni su questa nave fantasma che, ora, è stata identificata. Su una delle foto si vede un giovane marinaio che è subito riconosciuto dai ragazzi: era lo spirito che hanno visto nell’auto dell’ultima vittima (la nave appare ogni trentasette anni, in quanto il marinaio morì proprio a quell’età). Nella foto, quel marinaio non ha la mano destra e Sam e Bela discutono, davanti a un incredulo Dean, del fatto che la mano destra è simbolo di potere e di forza ed è conosciuta anche come Mano della Gloria. Dean scherza sul fatto che conosce delle mani gloriose solo quando fa il massaggio Thai! Bela ha scoperto dove si trova questa mano: è custodita nel Museo Marittimo della cittadina dove si terrà un’esclusiva festa per ricci. La ragazza ha anche ottenuto degli inviti, di certo grazie a Gertrude. Infatti, alla festa Dean e Bela si presentano come una coppia di coniugi mentre Sam è accompagnato proprio da Gertrude. Mentre questi ultimi ballano e devono champagne, Dean e Bela pensano a un piano per andare nell’ala del museo dove è custodita la mano del marinaio. Bela finge di svenire, cogliendo Dean di sorpresa che chiede a un addetto alla sicurezza di poterla portare in una stanza per farla riprendere. Arrivati in un ufficio, Bela scherza sulla mancanza di delicatezza nei modi di Dean il quale si defila per trovare la mano, custodita in una teca di vetro con tanto di allarme. Intanto, la guardia che aveva accompagnato i due nell’ufficio torna da loro per sapere come stia la ragazza che, presa alla sprovvista, finge di essere ‘impegnata’ in un amplesso, in quanto si presenta alla porta svestita. La guardia se ne va ed incontra Dean e ipotizza che l’uomo sia tradito dalla moglie! Dean ha preso la mano ma si rifiuta di consegnarla a Bela che voleva prenderla solo per camuffarla meglio nella sua borsetta ma Dean, sapendo quali siano le sue vere intenzioni, preferisce metterla sotto la sua giacca. I due ragazzi tornano di sotto, alla festa, dove il povero Sam è vittima delle avances di Gertrude, che continua a flirtare con lui e a bere champagne. La donna, ubriaca, confessa a Sam delle cose che potrebbero aiutarlo nella sua indagine. Infatti, Gertrude sussurra all’orecchio del ragazzo che i due fratelli morti (i Warren) avevano ucciso il loro padre e che, forse, meritavano di morire. Inoltre, si scopre che la nipote della donna era sopravvissuta ad un incidente stradale nel quale era, invece, morto suo cugino Brian. Dean e Bela si avvicinano ai due e la ragazza porta via Gertrude, ormai completamente su di giri, dando loro appuntamento al cimitero. Nell’Impala, Sam chiede a Dean di vedere la mano ma quando Dean tira fuori dalla sua giacca l’oggetto, scopre che si tratta di una nave in bottiglia che Bela aveva preso dall’ufficio dove lo aspettava e con cui aveva sostituito il prezioso reperto. Dean vorrebbe uccidere la ragazza! I due tornano nella loro casa mentre Bela, nella sua auto, si compiace dei soldi che ha appena ricevuto per aver venduto la mano quando, all’improvviso, anche lei vede la nave fantasma. La ragazza, spaventata, va dai ragazzi ai quali chiede scusa per quanto ha fatto dicendo loro di aver visto la nave e che per la mano non c’è più nulla da fare perché è già in viaggio verso il suo compratore. Sam spiega alla ragazza il motivo vero che spinge il fantasma del giovane marinaio ad uccidere. Tutte le sue vittime, infatti, sono persone che hanno ucciso un membro della loro famiglia; lo stesso fantasma fu ucciso da sua fratello, il capitano della nave, che lo impiccò per alto tradimento. I due ragazzi le chiedono quale membro della sua famiglia abbia ucciso ma lei si rifiuta di rispondere chiedendo il loro aiuto. I tre ragazzi, di notte, si dirigono nel cimitero della cittadina ed evocano lo spirito del marinaio che, sotto una pioggia scrosciante, compare alle spalle di Dean, scagliandolo contro a un monumento funerario, per, poi, accanirsi sulla ragazza. Bela inizia a sputare acqua dalla bocca, come se stesse annegando, mentre Sam si affretta a pronunciare l’esorcismo per neutralizzare lo spirito del giovane marinaio. All’improvviso, alle spalle dello spirito compare anche lo spirito del fratello maggiore, il capitano della nave (evocato da Sam, tramite un rituale latino) che affronta lo spirito del fratello minore che gli rinfaccia il fatto di averlo ucciso. Il capitano è affranto per quanto accadde tanti anni prima e riesce a bloccare il fratello e a trascinarlo con sé. Tutto è finito. Il giorno dopo, Bela va da Sam e Dean e gli consegna diecimila dollari come pagamento per averla aiutata. Sam è sconvolto mentre Dean prende i soldi per, poi, scommetterli in nero ad Atlantic City. Durante il tragitto vero la cittadina, nell’Impala, Dean dice a Sam che ha capito perché ha ucciso il demone del quadrivio. Sam interviene, dicendo che non vuole una sua difesa e che è stanco e stufo del fatto che suo fratello si preoccupi sempre per lui e non si curi del fatto che sta per morire. Dean gli risponde che forse giocherà d’azzardo!

L’episodio si apre, di notte, con Bela che è intenta a caricare nella sua auto una valigetta, quando, alle sue spalle, compare Gordon che è evaso dalla prigione. L’uomo, minacciandola con una pistola, le chiede dove siano i Winchester, dal momento che ha scoperto che qualche settimana prima erano insieme. Gordon continua a minacciarla dicendo che Sam Winchester è l’AntiCristo ma Bela, prendendolo in giro, sembra non credere alle parole anche quando lui la minaccia con più decisione. Alla fine, gli dice che se vuole sapere dove si trovino i Winchester, deve farle “un’offerta” (vuole del denaro) ma Gordon non ha abbastanza soldi con sé così lei adocchia la sua mojo-bag (un sacchettino per incantesimi e riti woodoo) e lo costringe a consegnargliela in cambio delle informazioni che cerca. Bela chiama Dean e si fa dire dove si trovino. La scena si sposta, sempre di notte, in un vicolo dove Sam e Dean stanno inseguendo una vampira che ha appena morso un uomo, lasciandolo in fin di vita; mentre Sam soccorre l’uomo, Dean insegue la vampira attirandola a sé con l’odore del suo sangue, dopo essersi inciso il braccio con un coltello. La vampira esce allo scoperto e attacca Dean che le inietta del sangue di uomo morto che neutralizza la donna; i due ragazzi, dopo averla legata, la interrogano su cosa sia successo e la donna sembra non rendersi conto che ha già ucciso due persone e ridotto in fin di vita un uomo. Ricorda solo di aver incontrato in un locale, lo ‘Spider’, un uomo di nome Dixon che le aveva offerto una nuova droga che, in realtà, come le rivela Dean, era sangue di vampiro. La donna, di nome Lucy, cerca di difendersi dicendo che lei non sa nulla di questa storia e che, da quando ha assunto quella sostanza, è affamata e sente i battiti del cuore e il sangue pulsare, anche da lontano, nelle altre persone. Lucy supplica i ragazzi di aiutarla i quali, dopo aver capito che per lei non c’è più nulla da fare, decidono di eliminarla e Dean, infatti, la decapita. All’ospedale, intanto, arrivano Gordon e il suo amico Kubrick per interrogare l’uomo sopravvissuto all’attacco della vampira Lucy, il quale, credendo di parlare con due agenti dell’FBI, dice loro che la donna lo aveva morso al collo e che due ragazzi, inseguendola, lo avevano salvato e che, ancora, uno dei due ragazzi era molto alto. Gordon, capendo che si tratta di Sam e Dean, chiede all’uomo se la donna gli ha fatto bere del sangue o ha fatto sì che il suo sangue venisse a contatto con quello della donna ma l’uomo dice di no. Kubrick cerca di evitare altre domande da parte dell’uomo dicendo che quella domanda era necessaria per stabilire un eventuale contagio di qualche malattia. Intanto, Sam e Dean vanno al locale detto ‘Spider’ e notano un uomo che corrisponde alla descrizione fornitagli da Lucy (un uomo sui trenta anni, con capelli scuri e una giacca di pelle) che si sta allontanando con un’avvenente ragazza alla quale, in un vicolo, sta per offrire la sua ‘nuova droga’ ovvero il suo sangue. I ragazzi arrivano in tempo per salvare la sua prossima vittima e affrontano Dixon che è, appunto, un vampiro. Mentre inseguono l’uomo, i due ragazzi si trovano davanti Gordon e Kubrick che iniziano a sparare contro di loro senza sosta. Mentre Dean distrae Kubrick, Sam fugge da Gordon che, nel tentativo di stanarlo, finisce per essere catturato da Dixon. Sam, rifugiatosi in un edificio abbandonato, aspetta che Dean torni, dopo essersi liberato di Kubrick e, quando torna, lo rimprovera perché ha rischiato di farsi uccidere. I due ragazzi capiscono che è stata Bela ad avvisare Gordon su dove si trovassero così Dean la chiama dicendole che, se usciranno vivi da quella situazione, la ucciderà per davvero! La ragazza, che non vuole essere minacciata da loro due, chiama Dean a sua volta avvertendolo che deve lasciare la città con Sam il quale, a sorpresa e senza esitazione, dice a Dean che è arrivata l’ora di uccidere Gordon. Intanto, Gordon si risveglia in un vecchio edificio, legato su una rete metallica e, guardandosi intorno, nota due ragazze che sono legate ad una catena che pende dal soffitto. All’improvviso arriva Dixon che fa mangiare le due ragazze, dando loro del sangue. Inizia un duro scontro verbale tra Gordon e Dixon che conosce molto bene il suo passato di cacciatore di vampiri e che ha ucciso molti membri della sua gente e che molti suoi amici cacciatori hanno sterminato tutte le persone che lui amava, compresa una sua figlia, che gli mostra in una vecchia foto d’epoca. Ora Dixon sta cercando di ricostruirsi una famiglia con quelle due ragazze che lui chiama ‘sue figlie’ mentre Gordon le chiama put***** coi canini affilati! Dopo questo affronto, Dixon decide che, invece di offrire Gordon in pasto alle due ragazze che, ormai, sono due vampire, è arrivato il momento di fare qualcosa per lui: dopo avergli inciso il braccio e fatto lo stesso sul suo braccio, fa sì che il suo sangue si mischi a quello di Gordon che, resosi conto di ciò che sta per accadergli, inizia a urlare. Dopo essersi ripreso, si ritrova anch’egli legato con le mani a una catena che pende dal soffitto e, ormai, dotato di una forza sovrumana, essendo stato trasformato in un vampiro, si libera dalle catene e ‘aiuta’ le due ragazze che lo stanno implorando… I sensi di Gordon sono ipersviluppati: è sensibile anche alla luce dei lampioni, sente ogni minimo rumore e, soprattutto, percepisce il battito cardiaco della sua prima vittima: un povero uomo che è intento a cambiare una gomma alla sua auto. Gordon, dopo averlo ucciso, si rifugia dal suo amico Kubrick al quale confessa tutto ciò che gli è successo: l’uomo, sconvolto, gli dice che lui sa bene cosa deve fare ora e Gordon gli risponde che, prima di uccidersi, deve eliminare Sam, visto che ora ha molta più forza ed è molto più veloce nei movimenti. Kubrick, mentre Gordon è di spalle, continuando a vaneggiare davanti a un Crocifisso, tenta di ucciderlo con un coltello ma viene ucciso da uno scatto improvviso di Gordon. Intanto, Sam e Dean arrivano nel covo di Dixon e lo trovano, inginocchiato e in lacrime, davanti ai corpi decapitati delle due ragazze che lui considerava come figlie. Il vampiro dice loro che è disperato, che ha sbagliato a portare quel pazzo di Gordon nel suo covo e che era mosso solo da un desiderio di vendetta nei suoi riguardi ma, ora, l’uomo è completamente sfuggito al suo controllo. Sam nota che le teste delle due donne non sono state recise con una lama ma sono state strappate vie con le mani. A questo punto, Dixon fa intendere ai ragazzi di aver trasformato Gordon in un vampiro, lasciandoli senza parole. Il vampiro si rivolge ai due dicendo che è impossibile vivere da solo per l’eternità e vedere le persone amate morire, senza poter fare nulla per loro e, rivolgendosi a Dean, gli chiede se riesce a capire a cosa stia alludendo… I due ragazzi, tornati al loro covo, discutono su come eliminare l’uomo, preparandosi all’imminente scontro finale. Intanto, però, i due discutono sul fatto che Sam è stanco di sentire Dean che dice di non avere paura di morire visto che sa benissimo che, in realtà, ha paura: è pur sempre suo fratello e Sam sa bene quando mente e quando ha paura! Arriva, poi, una telefonata di Gordon, che è riuscito a intercettare anche il nuovo numero di Dean (che aveva cambiato proprio, insieme a quello di Sam, per non essere rintracciato dall’uomo); l’uomo minaccia di uccidere una donna se entro venti minuti non andranno nel luogo da lui stabilito. I due ragazzi vanno all’appuntamento, entrando in un vecchio magazzino e liberano la donna ma, mentre Dean riesce a portare la donna fuori da lì, Sam resta bloccato al suo interno: Gordon ha teso loro una trappola e mentre Sam si prepara ad affrontarlo, Dean spara alla donna che ha appena salvato in quanto, anch’essa è, ormai, un vampiro. Nel magazzino avviene lo scontro finale tra Sam e Gordon: l’uomo dice al ragazzo che essi sono simili, sono due mostri e, dopo che lo avrà ucciso, si ucciderà a sua volta. Sam tenta di farlo ragionare ma è tutto inutile; mentre Gordon, dopo averlo bloccato su un tavolo, tenta di morderlo, Sam, con uno scatto, si volta e avvolge intorno al collo di Gordon un filo metallico con una forza tale da decapitarlo. Dean, dopo essere stato morso da Gordon, nel tentativo di aiutare Sam, si riprende e va dal fratello e vede la testa di Gordon, restando senza parole… L’episodio si conclude, al tramonto, con i due fratelli che parlano del motore dell’Impala. Dean permette a Sam di armeggiare con gli attrezzi per riparare il motore della sua auto dicendogli che gli servirà per il futuro, quando lui non ci sarà più. Sam si rattrista e inizia a riparare il motore dell’auto mentre Dean beve una birra...

La puntata si apre con un nonno che va a trovare il suo nipotino, la Vigilia di Natale. Siamo a Seattle e, durante la notte, l’uomo si veste da Babbo Natale per fare una sorpresa al bimbo. Si sentono dei rumori sul tetto e l’uomo, incuriosito, si avvicina al caminetto per guardare al suo interno e ne viene risucchiato. Un anno dopo, Sam e Dean si presentano come due agenti che indagano sul rapimento di un uomo, dopo averne interrogato la moglie. Sam e Dean, più tardi, parlano del Natale che si avvicina e Dean dice che per lui rappresenta sempre una sorta di ‘miracolo’. Sam gli propone di comprare un albero e di decorarlo e così i due si recano presso il ‘Boston Market’ per comprarne uno. Lo sguardo di Sam si fissa su una renna di plastica all’interno del negozio, sembra quasi ricordargli qualcosa della sua infanzia. Inizia un flashback che ci riporta nel 1991, all’interno di una stanza di un motel, nel giorno della Vigilia di Natale. Sam e Dean sono bambini; alloggiano, da soli, in una camera di un motel a Broken Bow, in Nebraska. Dean aspetta che John torni, è molto agitato. Sam sta incartando con un foglio di giornale un regalino per il suo papà e Dean gli chiede cosa sia e dove abbia preso i soldi o dove lo abbia rubato. Sam gli dice che lo ha ricevuto da zio Bobby e che deve farsi gli affari suoi! Dean, sbuffa, e continua a sfogliare una rivista di auto. Sam chiede a Dean dove sia il loro papà e quando tornerà; Dean gli dice che sa bene che cosa fa il loro papà e che presto tornerà, è pur sempre la Vigilia di Natale! Sam si arrabbia e chiede a Dean se il loro papà è una spia e Dean gli dice di si, che è James Bond. Sam gli dice di non prenderlo in giro, che è abbastanza grande per capire certe cose e, inoltre, vuole sapere perché sono costretti a spostarsi in continuazione. Dean, ironicamente, gli dice che si spostano sempre perché la gente si stufa presto di vedere la sua faccia! Sam sembra risentirne e chiede al fratello perché non parlino mai della loro mamma; a questo punto, Dean si arrabbia, prende il suo giubbotto e se ne va. Sam prova a fermarlo, chiedendogli dove stia andando, e Dean gli dice che va a prendere qualcosa da mangiare. Torniamo al giorno presente e Sam sta fissando ancora la renna di plastica; Dean gli si avvicina, lamentandosi dei prezzi alti per un albero di Natale e chiede a Sam per cosa siano venuti lì. Sam gli parla dell’Anti-Claus, un demone che contrasta il Natale e che adesca i bambini in quanto emana un dolcissimo profumo di caramelle. Dopo aver sentito questo dettaglio, Dean prende in giro Sam facendogli un dolce e sensuale sguardo! Un flashback ci riporta nel 1991, sempre nella stanza del motel. Dean rientra nella stanza del motel e lancia a Sam la sua cena: un piatto pronto di carne di manzo e gli raccomanda di mangiare anche le verdure! Sam, però, non mangia e inizia a fare un sacco di domande a Dean. Gli confessa di aver letto il diario del padre, che sa che in quel diario si parla di mostri e strane creature. Dean gli chiede come abbia fatto a trovarlo e che se il loro papà lo scoprirà, lo prenderà a calci nel sedere! Sam non sembra spaventato da questa possibilità e chiede a Dean se i mostri esistono; in un primo tempo, Dean gli dice di no ma, incalzato dalle sue domande, alla fine, cede e gli dice che esistono. Sam si preoccupa per il loro papà e Dean gli dice che lui è un supereroe ed è un gran cacciatore; Sam gli chiede ancora se i mostri possono catturarlo e Dean gli dice che il loro papà sa badare a sé stesso e non farà mai capitare nulla di brutto alla sua famiglia. Sam gli chiede, allora, perché i mostri hanno catturato Mary, la loro mamma, e confessa a Dean che ha letto anche questo sul diario del padre. Dean non sa che dire, Sam cerca di trattenere le lacrime; Dean cerca di calmarlo dicendogli che il loro papà tornerà, come ha sempre fatto. Sam gli dice che se i mostri hanno preso la loro mamma, possono prendere anche il loro papà e, quindi, anche loro due! Inoltre, gli chiede se Babbo Natale esista e Dean gli dice di no. Si è fatto tardi, i fratellini vanno a letto; Sam si corica e piange in silenzio, Dean capisce cosa sta succedendo e si avvicina a lui per rincuorarlo dicendogli che, il giorno dopo, si sarebbe sentito meglio. E’ il giorno di Natale. Sam si sveglia e trova la stanza del motel addobbata a festa e chiede a Dean, che lo ha svegliato, chi ha decorato la stanza. Dean gli dice che è stato il loro papà, che era tornato da poco, che aveva provato a svegliarlo ma inutilmente. Sam corre ad aprire i pacchetti e, nel primo pacchetto, trova una bambola, una Malibu Stacy! Dean è imbarazzato e gli dice che, forse, il loro papà pensava che fosse una femminuccia e gli chiede di aprirne un altro; Sam trova uno di quei bastoni natalizi, con la spirale luminosa che ruota e dice a Dean che vuole la verità. Dean gli dice che ha preso tutta quella roba da una casa lì vicino e che il loro papà sarebbe stato lì con loro, se solo avesse potuto. Sam decide di donare al fratello il regalo che aveva fatto al suo papà e chiede, poi, a Dean cosa gli abbia lasciato il papà e Dean apre il regalo e trova un ciondolo (il suo famoso e inseparabile amuleto). Torniamo al giorno presente. Dean e Sam stanno per entrare a casa di Madge Carrigan, una donna che produce ghirlande natalizie decorate con caramelle profumate. La casa della donna sembra uscita da un catalogo natalizio: è decorata ovunque, anche nel giardino. I due bussano alla sua porta e le chiedono se è lei la signora Carrigan che fa le famose ghirlande profumate; lei gli dice di si e Sam le dice che sfortunatamente non ci sono più le sue ghirlande in commercio, perché sono andate a ruba. La donna appare dispiaciuta per loro, quando appare suo marito, Edward, un uomo sui 40 anni, come sua moglie, che indossa un pullover e fuma la pipa. Offre dei dolcetti ai ragazzi e Dean fa il suo solito sguardo da buffone e Sam lo guarda con disappunto. Ci spostiamo, sempre nel giorno presente, nella camera del motel dei ragazzi. Dean è seduto sul letto e sembra modellare qualcosa (un paletto di legno sempreverde) col suo coltello da caccia, mentre Sam è al suo portatile e cerca notizie sui Carrigan. Sam scopre che l’anno prima i Carrigan abitavano a Seattle, dove erano state rapite due persone, proprio durante le feste natalizie, e che, da gennaio, sono arrivati qui, con tutta la loro merce di Natale e che a casa loro c’erano anche rami di menta e di verbena selvatica. Dean dice che quei due gli ricordano Ozzy e Harriet Osbourne, sembrano anche loro delle divinità, su quel loro divano di plastica! Sam dice a Dean che di certo i Carrigan stanno cercando la prossima coppia di persone da catturare e gli ricorda che quel paletto di legno serve per ucciderli, così come gli aveva detto Bobby. Siamo a casa Carrigan, in cucina, di sera. I ragazzi sono entrati nella cucina dei Carrigan. Alla radio trasmettono una canzone di Bing Crosby. Tutta la cucina è decorata con strani oggetti che rimandano a dei vecchi culti pagani. I due, scesi in cantina, scoprono una vera stanza degli orrori. All’improvviso, si sentono dei sospiri, dei lamenti rabbiosi, provenire da un sacco appeso al muro, quando ecco comparire i coniugi Carrigan davanti ai ragazzi! Madge indossa delle perle e una preziosa spilla, Edward indossa un maglione bianco come la neve e fuma la sua pipa. Sam dice ai coniugi di sapere chi siano in realtà, e sarebbe meglio non saperlo! Edward gli chiede cosa ci facciano lì e Dean gli dice che stavano per lasciare la città ma che aveva nostalgia di quella casa così decorata e così bella e, per questo, aveva deciso di ammirarla un’ultima volta. Edward gli dice che sa che loro sono dei cacciatori e che non è un bene, per nessuno di loro, che le loro strade si incrocino! Dean gli dice che lui è un dio pagano e Edward sembra negarlo; Madge precisa che loro erano abituati ad avere, ogni anni, centinaia di sacrifici in loro onore ma che, ora, dovevano accontentarsi di due vittime e che già ucciderne quattro sarebbe stato difficile per loro! Sam gli chiede se vogliono mangiare lui e suo fratello e loro dicono che ci sono dei rituali da fare; Edward, dopo essersi lamentato con Madge del fatto che i due ragazzi stiano offendendo delle divinità come loro, afferra un braccio di Sam e gli fa un’incisione col coltello per fare uscire del sangue, Dean gli urla contro quando ecco che Madge prende il coltello e, a sua volta, incide il braccio di Dean che la chiama bitc**! La donna, offesa, gli dice che lui vale ben poco e che non si risponde così a una signora! Madge dice che, secoli fa, gli uomini erano onorati di essere sacrificati per loro e che milioni di persone li adoravano; Dean, sarcasticamente, le dice che i tempi sono cambiati! Edward dice ancora che sono anni che i cacciatori li braccano e che lui odia i Winchester! Mentre tiene fermo Sam, prende da una scatola delle terrificanti pinze e Sam gli chiede che cosa vuole fare. Intanto Madge incide anche l’altro braccio di Dean e continua a parlargli dolcemente; Dean le giura che se non la smette di parlargli così, lui la ucciderà, si, ma dolcemente! Intanto Edward osserva le dita della mano di Sam e ne sceglie una per… strappargli via un’unghia! Sam urla dal dolore e Dean è shockato. Edward chiede alla moglie cos’altro manchi per il rituale: ora hanno il sangue, un’unghia… Ah, si, manca un dente! Madge si avvicina con le pinze alla bocca di Dean che chiede a Sam se si sta divertendo in questo giorno di Natale… La pinza si avvicina ai denti di Dean quando ecco che qualcuno suona alla porta; fuori la porta non vediamo nessuno. Dean chiede chi è… I Carrigan sono urtati da questa cosa e vanno ad aprire; ecco che compare la giovane Molly Johnson, vestita da renna, con in mano una crostata di frutta; Edward chiede a Madge se l’ha ordinata e lei conferma. Con un falso sorriso, Edward ringrazia Molly che gli chiede se vogliono unirsi a lei per i canti di Natale; Edward le dice che ora non possono e Molly se ne va via offesa: ma come?!? I Carrigan, il simbolo vivente del Natale, non partecipano ai cori natalizi?!? Dopo aver chiuso la porta, Edward lancia la crostata su un tavolo e torna in cucina dai ragazzi ma… sono fuggiti! Restano solo delle corde per terra e quelle orribili pinze sul tavolo… Sam e Dean sono nascosti nella sala da pranzo e cercano di spiare i coniugi Carrigan in cucina; Dean chiede a Sam se ha un piano e lui gli dice che ha bisogno di quel paletto e che forse potrebbero trovare qualcosa di utile nel seminterrato. Dean vede un appendiabiti e cerca di ricavarne un pezzo di legno; osserva, poi, l’albero natalizio e prende un suo ramo per ricavarne un paletto. Ecco che i Carrigan arrivano in sala da pranzo; Sam colpisce Madge (che era rimasta sconvolta dopo aver visto il suo albero di Natale danneggiato!) alle ginocchia e la uccide, trafiggendole il petto col paletto; Edward, impegnato a soffocare Dean, urla quando vede la moglie morire e il ragazzo ne approfitta per trafiggerlo a sua volta col paletto. I ragazzi hanno vinto ma sono feriti, doloranti, sanguinanti… La scena si sposta nella loro camera del motel; Sam aspetta che Dean ritorni quando ecco che la porta si apre e Dean entra con una cassa di birre e… Sorpresa! Trova la stanza del motel decorata a festa: ci sono le decorazioni, l’albero, un forno a microonde col popcorn dentro… Dean dona il suo regalo a Sam: delle riviste porno e della schiuma da barba mentre Sam dona al fratello dell’olio per il motore dell’Impala e uno snack e gli chiede a Dean se ha preso le birre e se gli va di vedere una partita di football in tv, il ragazzo annuisce; Sam chiede a Dean cosa stia pensando e lui dice che… E’ NATALE! La puntata si conclude con l’immagine dell’Impala coperta dai fiocchi di neve…

La scena si apre con una coppia che torna a casa, dopo una festa. La donna va a lavarsi i denti, mentre la scena si sposta su alcune donne che pronunciano un incantesimo in una strana lingua; la donna inizia a tossire sangue nel lavandino e, alla fine, muore. Il giorno dopo, Sam e Dean, in giacca e cravatta, interrogano il marito della vittima e Sam trova sotto al lavandino, in bagno, un sacchetto per le maledizioni. Dean è seccato all’idea che debbano dare la caccia a delle folli streghe.in un quartiere di periferia. In seguito la stessa cosa accade ad un’altra donna: Amanda, scende di fretta dalla sua auto con la spesa in mano e sembra avere molta fretta. La sua vicina di casa, Elizabeth, sta osservando suo marito mentre sistema il giardino. Dopo aver visto Amanda, la chiama e le chiede come mai non è andata al ‘Club del Libro’ il giorno prima; lei le dice che ha molto da fare ora. E’ chiaro che cerca di evitarla; entrata in casa, Amanda, che ha una benda su una mano, va in cucina e controlla se il pollo arrosto è cotto. Mentre apre il forno, scopre che è circondato da mosche ed inizia a spaventarsi… Mentre i ragazzi, la sera stessa, sono in auto, all’improvviso, gli compare dal nulla, al centro della strada e nell’oscurità, Ruby che li avverte di andarsene da quella città perché il loro nemico è troppo forte e non si tratta di semplici streghe ma c’è qualcuno di molto potente dietro di loro. Sam è stupito dal suo avvertimento mentre Dean le punta la pistola contro per ucciderla; Sam lo ferma ma Dean inveisce contro di lui dicendo che non accetterà mai l’aiuto di un demone. Mentre i due discutono, Ruby sparisce nel nulla. Più tardi, vediamo Dean e Sam in un motel. Dean chiede a Sam se ha visto il suo sacchettino contro il malocchio e Sam annuisce; Dean, inoltre, gli chiede se hanno a che fare con qualche caso di stregoneria e se questo è il motivo della loro venuta qui. Sam gli conferma la cosa e discutono di come combattere le streghe e di che armi usare. Di notte, poi, la scena si apre con un tavolo da cucina con tre tazze da caffè. Ci sono Renee e Tammi che osservano il marito della prima mentre si prepara ad uscire; l’uomo saluta la moglie con un bacio sulla fronte e le dice che lui non crede a tutte quelle dicerie di quartiere su cosa esse facciano in quel ‘Club del Libro’. Le due donne gli fanno un sorriso forzato così come anche lui sembra nascondere una certa agitazione, dietro a un sorriso camuffato. Mentre Ron, il marito di Renee, esce di casa, incontra anche Elizabeth che gli fa un altro sorriso forzato; l’uomo le chiede qual è stata l’ultima volta che hanno davvero portato un libro nel loro club ma lei non gli risponde. La donna entra, quindi, in casa mentre le altre due si preparano per un rituale: le tendine della cucina vengono chiuse, sono portati due candelabri sul tavolo e un misterioso e vecchio libro con uno strano simbolo sulla copertina. Renee chiede loro cosa stiano per fare ma esse le dicono di tacere; dietro sua insistenza, Elizabeth le dice che Amanda si è suicidata e che la polizia ha da poco prelevato il suo corpo; Renee è sconvolta, le voleva molto bene… Le donne preparano un altarino e Renee continua dicendo che tutti sapevano che Amanda fosse instabile e che era giunta sull’orlo della pazzia per l’ossessione che aveva per Paul, arrivando ad ucciderne la moglie. Intanto Elizabeth inizia a scuotere la testa dicendo che esse devono smetterla con questo ‘Club del Libro’, visto il numero di persone che stanno morendo a causa sua; la cosa trova il favore di Renee ma non di Tammi. Renee dice che loro hanno utilizzato i loro poteri, lavorando insieme, sempre e solo per un fine positivo: la promozione del marito di Elizabeth, il viaggio alle Hawai, l’auto nuova, il successo del negozio di ceramiche… In fondo, Amanda era una minaccia per tutte loro e ha fatto bene a togliersi di mezzo. Dopo un attimo di esitazione, le tre donne iniziano un rituale evocando il Gran Maestro che accrescerà i loro poteri. Il giorno dopo, mentre Elizabeth sistema il suo giardino, arrivano Sam e Dean che si spacciano per gli investigatori Bachman e Turner. Interrogano la donna sulla morte di Amanda; lei, dopo una iniziale esitazione, gli dice che la sua vicina si è suicidata. Sam le dice che ‘forse’ si è suicidata mentre Dean va subito al dunque chiedendole se sapeva che la sua vicina fosse coinvolta in pratiche occulte ed esoteriche. Elizabeth tenta ancora di nascondere la sua tensione e gli dice che è impossibile: Amanda, infatti, era molto religiosa, era Episcopaliana. Dean, ironicamente, le dice che, forse, la sua vicina usava la Bibbia sbagliata! Elizabeth è agghiacciata dalle sue parole e Renee arriva in suo aiuto, dicendo ai ragazzi che la sua amica è molto provata e che non è il caso di continuare. Arriva anche Tammi che dice a Dean che uno crede di conoscere bene una persona, invece… Dean le dice che ognuno ha dei piccoli segreti mentre lascia il suo biglietto da visita a Renee, nel caso le venga in mente qualche altra cosa su Amanda. Le tre donne salutano i ragazzi che vanno via; mentre i due se ne stanno andando, Tammi ondeggia luminosamente alle loro spalle… Al motel, i due ragazzi discutono ancora delle streghe e del fatto che a Dean non resti molto da vivere; all’improvviso Dean si sente come se lo stessero pugnalando all’addome ed inizia a tossire sangue. Sam capisce che si tratta di un sortilegio e corre dalle streghe per impedire loro di uccidere il fratello. Cala la notte: Sam fa irruzione a casa di Renee mentre la donna, insieme a Tammi ed Elizabeth, sta adorando un altare nel pieno di un rituale magico. Renee lo minaccia dicendo che sa bene chi sia e cosa stia per fare e Sam le dice che allora saprà che ha in mano la Colt e che deve smetterla di pronunciare quell’incantesimo che potrebbe uccidere suo fratello. Dean è a terra, sul pavimento, sanguinante e dolorante. Cerca di reagire ma non riesce a fare nulla; compare, poi, Ruby che lo alza da terra con estrema facilità e lo sbatte contro a un muro e lui la chiama bit** e lei lo costringe a bere un liquido infernale che aveva in una sacca di pelle. Dean le urla contro ma lei lo strattona dicendogli che deve smetterla di chiamarla bit**! Sam minaccia ancora le tre donne di ucciderle se non smetteranno di pronunciare quel rituale che sta uccidendo Dean. Le tre donne negano tutto, dicendo che neanche sapevano che Dean fosse suo fratello; Tammi gli getta contro dei documenti e gli dice che esse stavano solo provando un incantesimo per far sì che Renee avesse delle rate del mutuo più basse! Dean litiga ancora con Ruby, cercando di alzarsi da terra ma ha molte difficoltà nei movimenti. Ruby gli dice che non deve più puntargli una pistola addosso altrimenti la prossima volta lei non se ne andrà così presto! Ruby, con un tocco magico, attira a sé uno dei proiettili esplosi dalla pistola di Dean dicendogli che lei sa qualcosina di arte magica. La ragazza, poi, scompare nell’oscurità della notte… Le tre donne, intanto, supplicano ancora Sam di lasciarle andare, che loro non fanno nulla di male e che non c’entrano nulla con suo fratello. Sam dice loro che crede alle parole di Renee ed Elizabeth ma non a quelle di Tammi: ognuna delle altre due donne ha ottenuto dei vantaggi, praticando la magia buona, ma non lei. Perché mai? Forse perché, facendo questi favori alle altre due, in realtà, ha fatto in modo che esse le vendessero le loro anime! Tammi, prima, si dispera, singhiozzando e urlando che lei non c’entra nulla con tutto ciò, poi, si trasforma… Dice a Sam che sa bene che la sua anima non è in vendita; i suoi occhi diventano neri e Sam le spara con la Colt ma è tutto inutile. Il proiettile della Colt viene bloccato e ghiacciato da Tammi che dice a Sam che è in un mare di guai e che, a quest’ora, ormai, suo fratello sarà morto stecchito… Tammi, infatti, scaglia Sam contro a un muro: il ragazzo non può muoversi né parlare… Renee ed Elizabeth iniziano ad urlare, terrorizzate; Renee le si scaglia contro dicendole che non permetterà che lei faccia tutto questo a casa sua! Tammi, la afferra e, con un semplice movimento della mano, le stacca la testa e il corpo della donna cade a terra… disintegrato! Elizabeth urla ancora di più e Tammi la minaccia dicendole che le farà lo stesso se non la smette! Elizabeth le chiede chi sia in realtà e Tammi le chiede se ricorda di tutte le volte che loro tre pregavano il signore Astaroth: beh, è lei! Insieme a Renee, non sapendolo, le ha venduto le loro anime! Elizabeth le dice che lei non sapeva che ciò fosse sbagliato e pericoloso ma Tammi le dice che loro lo sapevano fin troppo bene e che questo non è certo il film ‘Hocus Pocus’ ma è la realtà e che, in fondo, a lei ha fatto comodo fingersi un’umana, anche se è stato umiliante vivere per mesi in quel posto, ma tutto ciò era necessario per accrescere il suo potere e per ottenere nuove anime. Tammi, concede a Sam di dirle che ne pensa di tutto ciò e il ragazzo le dice che la ucciderà; lei gli chiede come, quando, con che armi intenda farlo visto che ora, il famoso Sam Winchester è suo prigioniero! Viene fuori, ancora una volta, che Sam è davvero ricercato dai demoni che lo vogliono morto… Sam le dice che qualsiasi fosse stato il suo destino, con lo YED, ora è finita: lui combatterà per il bene. Tammi gli dice che se crede che lei sia un membro del clan dello YED sbaglia: anche all’Inferno ci sono vari gruppi demoniaci e ognuno cerca di far dominare il proprio re sugli altri. Mentre parla al ragazzo, Tammi, con un tocco magico, lo fa avanzare verso di lei… Tammi continua dicendo che il suo Re sa tutto di lui e che non vuole una competizione con lui, anzi, tutt’altro… Sam dice che non si piegherà mai al Male e lei gli dice che è tutto inutile; lo scaglia violentemente contro al muro e Sam giace a terra privo di sensi mentre Tammi gli dice ‘arrivederci’… Mentre Tammi sta per uccidere Sam, la donna si volta e vede Ruby e Dean, con pistola in pugno e acqua benedetta, che avanzano verso di lei. Dean viene scagliato contro a un muro mentre Ruby dimostra di sapere evitare i trucchetti magici di Tammi. La donna le chiede se anche lei è uscita dal portale dell’Inferno e Ruby annuisce. Ora, lei è qui solo per parlare e per chiedere pietà al suo signore Astaroth. Emerge, a questo punto, che anche Ruby, un tempo, fosse una strega al servizio di Astaroth e che fu mandata all’Inferno dopo avergli ceduto l’anima. Ora, però, è tornata e cerca un modo per trattare col suo signore. Tammi, fa in modo che Ruby entri in contatto con Astaroth. Ruby le dice che cerca il suo perdono offrendogli in dono i fratelli Winchester; Tammi sembra interessata all’offerta ma quando Ruby le si avvicina sempre di più, ecco che estrae il suo misterioso coltello e pugnala Tammi. A questo punto, inizia una lotta sanguinaria tra le due, tra calci, pugni, arti magiche… Ruby, addirittura, morde il collo di Tammi che la strattona dicendole che è una perdente, che ora si è messa dalla parte dei Winchester. La donna immobilizza Ruby, tirandole i capelli e minacciandola con una mano sulla gola; si rivolge, poi, a Sam chiedendogli perché lei non gli avesse dette nulla di sé; è una cosa così imbarazzante… Lei, un tempo, era una di loro, era una strega che aveva ceduto al Male… Per la rabbia che prova verso di lei, la scaglia di nuovo al suolo, poi le si avvicina e inizia a pronunciare un esorcismo su di lei per fare uscire il demone che possiede il suo corpo umano. Dopo aver pronunciato l’esorcismo su Ruby, Tammi giace a terra mentre Sam osserva il coltello della ragazza… Intanto, nello studio di Renee, Elizabeth prepara un rituale contro Tammi: sembra quasi un rito voodoo (trafigge una specie di bambolina con degli spilli) visto che Tammi, riprende conoscenza dal pavimento della sala da pranzo e inizia a mordersi le dita! Nel bel mezzo di questo rituale, Elizabeth cade a terra, senza vita. Tammi si alza dal pavimento, col sangue che le esce dalla bocca, e si dirige verso Ruby. Sam guida il coltello della ragazza verso le costole di Tammi e la trafigge più volte finché l’essenza demoniaca della donna non cessa di brillare per, poi, svanire nel nulla. Dean osserva la scena, senza parole, finché Sam non barcolla, quasi perdendo i sensi per tutta l’energia che ha usato… Al ritorno al motel, Sam si sta lavando mentre Dean parla fuori la camera con Ruby la quale gli racconta che i demoni erano dei semplici esseri umani finiti all’Inferno. La ragazza è riluttante a dirgli quelle cose ma alla fine cede: se Dean andrà all’Inferno, è probabile che diventi anch’egli un demone. Ruby gli rivela che non c’è un modo per salvarlo anche se a Sam ha detto il contrario; lei vuole solo che Dean insegni a Sam come combattere questa guerra per proprio conto, quando lui non ci sarà più…

L’episodio si apre con Bobby che cammina in una casa buia; si sentono delle urla. Si capisce, quindi, che quello è un sogno e che Bobby è in coma nella sua stanza di un motel. Intanto, Sam è in un bar e beve whisky alle due del pomeriggio, sperando di ubriacarsi a tal punto da rimorchiare delle ragazze, per essere più simile a Dean. La conversazione con Dean verte ancora sul fatto che egli non si curi che presto andrà all’Inferno; all’improvviso, Dean riceve una telefonata e i due ragazzi si precipitano all’ospedale di Pittsburgh dove si ritrovano al capezzale di Bobby che è, appunto, in coma. I due ragazzi iniziano ad indagare dall’appartamento di Bobby e scoprono una traccia che conduce ad un dottore morto. Dean indaga l’assistente del medico che gli dice che egli stava conducendo uno studio sui sogni; ciò porta Dean ad interrogare un ragazzo del college, Jeremy, che era una cavia di questo esperimento sui sogni, in quanto soffriva di gravi disturbi del sonno. Dean testa un farmaco, una specie di thé giallo, su sé stesso. Sam scopre che questo thè è fatto di strane sostanze che permettono alle persone di entrare nei sogni altrui e di uccidere le persone che li fanno; la scena che si presenta nei sogni è simile a quella di un killer sul tipo di Freddy Krueger. Intanto, Bobby, bloccato nel suo sogno, chiede aiuto. I ragazzi non sanno che fare e ad essi servirebbe una sorta di “piantina” della mente di Bobby per poterlo aiutare; Dean propone di chiamare Bela, l’unica che potrebbe dargli una mano. La ragazza li raggiunge con questa radice dei sogni dalla quale si ricava il farmaco misterioso e Sam è imbarazzato all’idea di poter fare dei sogni erotici su di lei mentre Dean le impedisce di usarla su di lei e di entrare nel suo sogno. Dopo che Bela va via, Sam è ancora più imbarazzato. I due ragazzi assumono questo farmaco al quale hanno aggiunto dei capelli di Bobby; dopo essersi addormentati, si ritrovano nella casa di Bobby. All’improvviso, le loro strade si dividono: Sam si ritrova catapultato in una splendida giornata estiva quando, d’un tratto, è colpito con una spranga al petto da Jeremy che è nel suo sogno e che gli intima di andare via di lì colpendolo, ancora, con la spranga. Intanto, Dean si ritrova su una scena insanguinata e vede Bobby col corpo di una donna, piena di sangue, che viene poi identificata come la moglie dell’uomo. La donna lo accusa di averla uccisa e Dean tenta di portare Bobby via di lì, dicendogli di considerarlo come un padre; con fatica, l’uomo riesce a riprendere il controllo del proprio sogno e il corpo della donna scompare. I tre si svegliano nello stesso momento ed emerge che Jeremy aveva offerto una birra a Bobby, nella quale aveva sciolto la micidiale sostanza onirica. Dean dice che si deve essere molto stupidi per accettare una birra da un tipo come lui. Infatti, ora, Jeremy può accedere nei loro sogni quando vuole e, per questo motivo, essi devono stare svegli. Due giorni dopo, Dean è sull’orlo di una crisi di nervi, in quanto non riesce a trovare Jeremy e decide, così, di addormentarsi per affrontarlo in sogno. Dopo essersi addormentato, Sam prende dei suoi capelli ed assume la “pozione” per entrare nel sogno del fratello. Dean si ritrova, nel suo sogno, con Lisa (la sua ex ragazza, vista anche in “The Kids Are Alright”) e fanno un picnic. Il ragazzo è imbarazzato quando scopre che Sam è lì e li sta osservando. All’improvviso, i fratelli si separano per inseguire Jeremy e Dean si ritrova chiuso in un capanno con un altro… Dean! Si tratta di una specie di suo “alter ego” malvagio che inizia a dirgli delle atrocità che lo riguardano, del tipo: ‘Tu non hai avuto nulla, al di fuori di Sam. Tu non vali nulla. Tu sei stupido e ubbidiente come un cane pronto all’attacco’. Sente anche che la sua auto, la sua giacca di pelle e la sua musica sono tutte cose di suo padre e che lui non ha dei pensieri propri ed originali. “Tutto è racchiuso in ‘Sta’ attento a Sammy’ e ‘Prenditi cura del tuo fratellino’”… Dean, quindi, si imbatte in una sua versione “demoniaca” che gli dice: “Tu non mi scapperai, Dean. Tu stai per morire e questo è ciò che tu diventerai”. Intanto, Sam combatte ancora con Jeremy che lo colpisce senza sosta. Sam capisce che anche Jeremy ha assunto la sostanza onirica e così decide di evocare il padre del ragazzo che aveva abusato del figlio e, alla fine, il ragazzo muore. Dopo essere ritornati nella realtà, i tre scoprono che Bela è sparita e che Bobby non le ha mai salvato, a Flagstaff, la vita e che, inoltre, la ragazza li ha ingannati di nuovo sottraendogli la Colt. Essi decidono di inseguirla per riprendersi la pistola e, nell’Impala, Dean confessa a Sam di non voler morire e di non voler andare all’Inferno…

Giorno uno: Sam si sveglia, in una camera di un motel, mentre Dean, in bagno, si lava i denti facendo dei rumorosi gargarismi. Dopo, i due si dirigono verso una tavola calda dove Dean ordina il piatto della casa, il “Pig in a Poke” con pancetta, mentre Sam ordina qualcosa di più leggero. La cameriera che li serve fa cadere la bottiglietta delle salse che va in frantumi. Essi sono in cerca di un folle professore che era diretto nella Contea di Broward (Florida), per trovare il “Mystery Spot”, un bizzarro oggetto che può piegare la curva spazio-temporale. Dean scherza dicendo che questa storia somiglia ad un episodio di ‘X-Files’. Dopo essere usciti dalla tavola calda, i due si imbattono in questi avvenimenti: un cane abbaia, una donna urta Dean e due tipi sono intenti a issare sulle scale una cassa. Sam e Dean arrivano al mitico luogo dove è situato il “Mystery Spot” e, dopo l’orario di chiusura, entrano in questo posto ma vengono sorpresi dal proprietario che brandisce una pistola. L’uomo gli intima di andarsene ma, accidentalmente, parte un colpo che colpisce Dean che viene scaraventato a terra per morire, poi, tra le braccia di Sam. Giorno due: si ripetono le stesse cose. Sam si sveglia e crede di aver fatto un sogno bizzarro. Dean, divertito, gli chiede se ha sognato i clowns o i nani. I due, poi, vanno alla tavola calda e, questa volta, Sam afferra la bottiglietta delle salse evitando che vada a terra in frantumi. I due, quindi, escono e si ripetono, ancora, gli stessi avvenimenti con una sola variante: questa volta, infatti, Dean viene investito e ucciso, mentre attraversa la strada, da un’auto guidata da un uomo che era alla tavola calda. Giorno tre: si ripetono le stesse cose. Sam chiede a Dean cosa stia succedendo, visto che tutto ciò gli sembra, davvero, il “Groundhog Day” (il Giorno della Marmotta). Sam impedisce a Dean di attraversare la strada ma, questa volta, la cassa che i due uomini stavano issando su per la scala cade addosso a Dean che muore schiacciato. Giorno quattro: per cambiare il suo destino, Dean, alla tavola calda, ordina la specialità della casa con la salsiccia invece che con la pancetta ma muore soffocato da un boccone. Giorno cinque: Sam e Dean decidono di restare chiusi nella loro camera del motel ma Dean scivola e cade nella doccia, morendo. Giorno sei: tutto ciò che si vede sono Sam e Dean che mangiano alla tavola calda e Dean chiede e Sam se quei tacos non sembrano divertenti e, alla fine, muore per botulismo. Giorno sette: Dean muore folgorato da una potente scarica elettrica. Giorno otto: Sam, impazzito, lega il proprietario del “Mystery Spot” e con un’ascia vuole distruggere tutto e, con Dean, combatte contro chi tenta di impugnare l’ascia contro di loro. In seguito, i due sono, ancora, alla tavola calda: è il centesimo giorno che continua a ripetersi e, ormai, Sam ha imparato a memoria ogni gesto che sta per accadere e arriva a consigliare alla cameriera di migliorare le sue abilità col tiro con l’arco. Dean è divertito da quella situazione ma Sam lo sorprende ripetendo, in una perfetta sincronia col fratello, ogni sua singola parola, lasciandolo stupito. Dean, quindi, decide di reagire. Sul marciapiede, quando viene urtato da una donna bionda, decide di fermarsi a parlarle e scopre che è le figlia di quel professore che conduceva studi sul “Mystery Spot” e che era l’oggetto della loro indagine. Dopo accarezza il cane che abbaia per ucciderlo, poi, con violenza. Il giorno dopo, Sam e Dean sono alla tavola calda ma Sam nota qualcosa di diverso da solito: un tizio che ordina sempre sciroppo di acero ha, a sorpresa, ordinato sciroppo di fragola. Prima che Sam possa fare qualsiasi cosa, inizia un nuovo giorno. Il giorno dopo, Sam blocca il tizio e lo minaccia per costringerlo a rivelare la sua vera identità, ovvero il demone Trickster (l’imbroglione). Tutto questo stravolgimento temporale è, infatti, causato non per punire Dean ma per costringere Sam a vederlo morire. Alla fine, il demone gli promette di fermare tutto ciò e, all’improvviso, Sam si sveglia ed è mercoledì, non più martedì! Perfino Dean ricorda di essersi imbattuto nel demone Trickster; mentre Sam fa i bagagli, Dean va fuori ma muore. E’ mercoledì e Sam, disperato, è davvero in confusione. Si apprende, poi, che sono passati ben tre mesi e Bobby sta lasciando un messaggio per Sam che, ora, è diventato un tipo rude: compra pistole, uccide demoni, si sutura da solo le ferite causate dai combattimenti. Bobby gli dice di aver trovato il Trickster e i due si incontrano per evocarlo, con un incantesimo, ma hanno bisogno di un gallone di sangue. Sam è pronto a dissanguare qualche persona innocente ma Bobby si rifiuta, dicendo che quella era solo una prova. Bobby offre sé stesso come vittima per il sacrificio, offrendo il suo sangue, e Sam, alla fine, acconsente ad ucciderlo solo perché sa che, in realtà, è il Trickster. Egli prova a far capire a Sam che Dean è la sua debolezza primaria e i demoni lo sanno bene e, per questo, deve essere più forte. Quindi, il Trickster lascia che Sam torni al mercoledì. Sam si sveglia e vede Dean e lo abbraccia a lungo. Si rifiuta di lasciare Dean fuori dalla sua vista ma non gli dice cosa sia successo.

Sam e Dean stanno per entrare nell’appartamento di Bela per riprendersi la Colt, dopo che gliela aveva rubata ma, al loro arrivo, vengono catturati dagli uomini dello sceriffo della città di Monumentum, in Colorado. Bela, infatti, sapendo del loro arrivo, aveva avvisato anche l’agente Henricksen. Di notte, in una stazione di polizia, l’agente Henriksen va dallo sceriffo Dodd, e gli chiede se li ha presi e l’agente annuisce. Si vede l’ufficio pieno di scrivanie vuote eccetto una segretaria, una donna pia con la scrivania piena di figurine religiose, Nancy. Henriksen chiede a Dodd dove siano finiti tutti i suoi uomini e lui gli spiega che sono andati a prepararsi per l’irruzione e che, al massimo, avrebbe potuto fornirgli sei uomini, visto che si trovano in una piccola città. Henriksen è molto contrariato. La scena si sposta nella piccola prigione della stazione di polizia, dove Henriksen, Dodd e un certo Amici (un ragazzo poco più che ventenne che lavora per lo sceriffo) vanno verso la cella di un ragazzo, arrestato per disturbo alla quiete pubblica, essendo ubriaco. Henriksen, a sorpresa, chiede le chiavi della sua cella per liberarlo. Lo sceriffo Dodd e Amici si oppongono per, poi, cedere. Il ragazzo ubriaco, incredulo, lascia la stazione di polizia. Dodd vuole delle spiegazioni da Henriksen per questo suo gesto eclatante e l’agente, seccato dalle sue domande, si limita solo a dire che questi ragazzi sono dei pericolosi criminali fuggitivi e che sono implicati in alcuni omicidi a sfondo satanico, dove sono stati ritrovati anche dei corpi mutilati. Dodd gli chiede in che modo può aiutarlo e Henriksen gli dice che vuole due uomini ad ogni porta. Lo sceriffo prende la sua ricetrasmittente e contatta l’agente Reidy che gli dice che là è tutto sotto controllo, senza specificare altro. Dopo poco, l’agente Reidy con altri poliziotti, fanno irruzione nel luogo in cui stanno Sam e Dean e li arrestano. Intanto, alla stazione di polizia, Dodd, Henriksen ed Amici, attendono con ansia che i prigionieri siano condotti dinanzi a loro. I ragazzi vengono condotti in cella, incatenati, mentre Nancy, spaventata dal loro arrivo, inizia a recitare il Rosario. In cella, i due ragazzi tentano di elaborare un piano di fuga. Intanto, negli uffici, c’è il caos: lo sceriffo Dodd carica un fucile, Nancy non riesce a prendere la linea telefonica, Amici è colto dal panico. Solo Henriksen sembra calmo. All’improvviso manca la corrente elettrica e si attiva un piccolo generatore di luce; Dodd chiede ad Henriksen che sta succedendo e che un suo collega è la fuori. L’agente gli dice che, se andrà fuori, potrebbe morire, e che ‘stanno arrivando’; il caos regna sovrano nell’ufficio e tutti sono spaventati. Henriksen va dai ragazzi, convinto che sia tutta colpa loro: si scopre, infatti, che il suo collega è morto e che circa sei poliziotti sono stati uccisi. Arrivato alla cella dei ragazzi, l’agente li minaccia di ucciderli, visto che crede che loro siano gli artefici di questa strage e che qualche loro amico, forse, sta venendo a salvarli. I ragazzi tentano, invano, di convincerlo che essi non c’entrano nulla e che, anzi, tutti loro corrono un grave pericolo che potrebbe essere evitato se lui acconsentisse a tirarli fuori di lì. Henriksen continua a minacciarli di morte per, poi, andarsene. Dean è ferito ad una spalla: è chiaro che è stato colpito da un proiettile e sta sanguinando, lo ha colpito il deputato Groves (che era posseduto). Sam gli chiede come va la sua spalla e Dean gli dice che se ne occuperà se usciranno vivi di lì e gli chiede se ha un piano. Sam vede, in lontananza, Nancy e la chiama per chiederle aiuto per suo fratello, che sta perdendo sangue; la donna ha paura di loro e non vuole avvicinarsi ma Sam riesce a convincerla e le chiede ancora aiuto per Dean. Nancy scompare nel corridoio per, poi, riapparire con un asciugamano che porge, dalle sbarre, a Sam; il ragazzo la afferra per un polso e la donna urla. Amici la sente e minaccia i ragazzi con una pistola, dicendogli che, stavolta, non sarà una semplice ferita ad una spalla. Sam lascia Nancy che fugge spaventata e si ritrova tra le mani il suo Rosario. I ragazzi continuano a pensare a una via di fuga; Dean ha fame, vorrebbe uno snack, mentre Sam si chiede quanti demoni ci siano lì fuori. Dean ironizza sul fatto che i demoni vogliano fare un attentato alla loro vita, andando a prenderli fin dentro alla stazione di polizia! All’improvviso, compare Dodd; Dean gli chiede, ironicamente, come vadano le cose, ma lui non risponde ed apre la loro cella. Il suo sguardo basso, rivolto al pavimento, preoccupa i ragazzi, quando capiscono che è posseduto. Lo sceriffo li costringe ad uscire dalla loro cella e si imbattano in Henriksen che chiede a Dodd dove intenda portarli, visto che lì dentro sono tutti più al sicuro. Dodd dice che avrà a breve, una squadra SWAT ma Henriksen gli dice che non accadrà in breve tempo. All’improvviso, Henriksen uccide Dodd, sparandogli in testa; anche lui è posseduto. I ragazzi, incatenati, lo colpiscono e si rifugiano nel bagno (l’acqua del bagno potrebbe essere benedetta!) e, in qualche modo, bloccano Henriksen e Sam inizia a recitare l’esorcismo. Dean dice ad Amici e a Nancy di stare lontani. L’esorcismo ha buon esito ed Henriksen è salvo. La situazione, ora, è ribaltata. Nell’ufficio dello sceriffo, i ragazzi studiano la planimetria della stazione di polizia per tenere tutte le uscite sotto controllo. Nancy fascia la spalla di Dean e ricorda di quando era piccola e di quando parlava del Diavolo ai suoi genitori, dopo essere tornata dalla chiesa. I suoi genitori le dicevano sempre di smettere di parlare di certe cose. Sam prepara uno schizzo della Trappola del Diavolo e Nancy chiede che cosa sia e Dean le dice, ironicamente, che è una specie di ‘carta moschicida per demoni’! Henriksen ed Amici tornano da loro con molte armi ma Dean, apprezzando il gesto, spiega loro che quelle non serviranno a nulla contro il loro nemico. Sam spiega ad Henriksen, che appare davvero motivato ad aiutare i ragazzi, che hanno bisogno di molto sale, da mettere davanti alle porte e alle finestre (vicino alle quali, avrebbe tracciato anche la Trappola del Diavolo, come maggiore protezione). Nancy dice che nel magazzino c’è del sale e gli altri vanno a prenderlo. Dean chiede ad Amici dove sia la sua auto e l’uomo gli risponde che è nel parcheggio dei mezzi sequestrati; il ragazzo ha bisogno delle sue armi e delle sue ‘attrezzature’. Con molta attenzione, esce dalla stazione di polizia e, sempre di notte, si dirige all’Impala; apre il cofano, prende le sue armi e l’acqua benedetta e afferra anche una piccola borsa. Dean sente che il vento è più intenso, avverte strane presenze e sente strani rumori fin quando, voltandosi, non scorge una nuvola nera che avvolge degli esseri demoniaci che si stanno dirigendo proprio verso la stazione di polizia. Compare Ruby: la ragazza sembra rimprovera Sam e Dean sul fatto che essi abbiano lasciato incustodita la Colt… Ruby dice che esiste un modo per fermare i demoni, dopo che Dean le chiede di pronunciare qualche suo incantesimo. Ruby dice che conosce un modo per far sì che i demoni che si trovano nel raggio di un miglio vengano polverizzati, compresa lei. Sam è combattuto; non vorrebbe perdere Ruby, visto che lei può aiutarlo con Dean che, invece, sembra felice del fatto che la ragazza possa uscire dalle loro vite! Ruby, guardando male Dean, dice che il rituale da seguire prevede la presenza di una persona dotata di pura virtù; Dean ride dicendo che nessuno è vergine ma Nancy, a questo punto, arrossisce: lei è vergine per una sua scelta e chiede a Ruby cosa debba fare. La ragazza, come se nulla fosse, dice che deve restare calma mentre… le viene tagliato fuori il cuore dal petto! Tutti i presenti raggelano: Henriksen dice che non se ne parla, Dean afferma che Ruby è pazza mentre lei risponde che Nancy sta offrendo loro una possibilità di salvezza dal momento che tutti stanno per morire e che lei, in ogni caso, morirà. Henriksen dice che essi proteggeranno Nancy ma Ruby dice che questo è un gesto nobile ma non servirà a nulla visto che ognuno di loro sta per morire. Nancy, spazientita, urla ai presenti di tacere e chiede a Ruby se, col suo sacrificio, le persone che stanno lì fuori, possedute dai demoni, saranno salve. Ruby le dice che, col suo incantesimo, i demoni saranno spazzati via e i corpi che avevano posseduto saranno salvi. Nancy pensa ai suoi amici, che sono lì fuori, e accetta di sacrificarsi ma Dean ed Henriksen si oppongono. L’agente dice che, se facessero una cosa simile, non sarebbero diversi da loro e Ruby gli dice che questa è una scelta di Nancy ma Dean precisa che, in realtà è una sua scelta! Ruby si rivolge a Sam, dicendogli che lui sa bene che quella è la cosa giusta da fare; Sam è combattuto, diviso tra due fuochi. Il ragazzo, infatti, esita nel dare ragione a Dean che gli chiede se sta scherzando per poi parlargli in privato. Dean, infatti, gli dice che stanno parlando di strappare il cuore dal petto di una povera donna! Ruby, ferma nelle sue idee, dice che Nancy ha fatto la sua scelta; la povera donna appare terrorizzata. Intanto, Dean viene colpito dai demoni che stanno per entrare nella stazione di polizia; sono numerosi. Amici e Nancy mettono il sale anche sui confini del tetto. I demoni fanno irruzione nell’edificio e Nancy dice che, quando tutto ciò sarà finito, lei dovrà fare molto sesso ed è meglio che si sbrighino! Intanto, Henriksen combatte contro alcuni demoni ed è ferito e picchiato; un demone lo scaraventa contro a un muro ma lui ha la forza di recitare una piccola preghiera a Dio e di spruzzare dell’acqua benedetta in faccia al demone che urla mentre la sua pelle inizia ad emettere fumo. Henriksen scappa e si rifugia nella stanza degli equipaggiamenti. C’è grande confusione; circa trenta demoni, con la loro forza soprannaturale a loro vantaggio, hanno invaso l’edificio e Sam e Dean si preparano a questa battaglia con tutte le loro risorse…Una donna posseduta fa irruzione e, con la sua mente, blocca Sam e Dean contro ad un muro; Henricksen, prima che sia troppo tardi, mette, a tutto volume, una cassetta con un canto religioso che, in breve, neutralizza tutti i demoni che sono costretti ad uscire dai corpi che avevano posseduto. Henricksen dice ai ragazzi che riferirà ai suoi superiori che essi sono morti in un’esplosione di un elicottero. Dopo che i ragazzi vanno via, appare una ragazzina, Lilith, che è in cerca dei due ragazzi; a sorpresa uccide tutti i sopravvissuti alla battaglia, incluso lo stesso Henricksen, con un’onda generata dalla sua mano. Intanto, Ruby raggiunge Sam e Dean e li avvisa che c’è stata un’esplosione alla stazione dello sceriffo e che sono morti tutti, anche Henricksen. La ragazza consiglia loro di proseguire nella loro causa e di non lasciare sopravvissuti in guerra. Essi, infatti, hanno vinto una battaglia ma non la guerra…

La scena si apre di notte, in un modesto appartamento che è il quartier generale di questi cacciatori di fantasmi. C’è tutto l’equipaggiamento per cacciare e appare Spruce che riprende, con la sua videocamera, Ed e Harry mentre, poi, si vede anche Maggie che consulta dei documenti e dei ritagli di giornale. Maggie, poi, va nel confessionale dello show e sotto lo schermo appare la didascalia “Maggie Splanger, adottata come Co-Leader del gruppo”: essa dice che tenterà di mantenere il suo gruppo onesto e leale e che si sente più di una semplice agente Scully, mentre se fossero uniti Ed e suo fratello Harry, si avrebbe la versione meno sexy di Fox Mulder ma ugualmente motivata e che crede in “qualcosa” di inspiegabile. Nel confessionale entra, poi, Corbett (che prima aveva preparato un caffè e letto un volantino informativo, aspettando di conoscere gli altri membri del suo gruppo); egli si chiede, dopo aver letto questo volantino, da dove vengano i fantasmi ed afferma che farà di tutto per aiutare il suo gruppo. La videocamera di Spruce inquadra Maggie, Ed e Corbett mentre scherzano, restando seduti. Harry fa un passo verso una lavagna bianca e vi scrive sopra. Spruce va verso di lui e si inquadra mentre sullo scherma appare la didascalia “Kenny Spruce: addetto alle riprese con licenza da Sciamano”. Mentre Spruce vorrebbe svelare qualcosa ai telespettatori sulla vera storia del gioco, Harry lo blocca dicendo che potrebbero ricavarne qualche affare redditizio al momento giusto. Harry, poi, inizia a scrivere su quella lavagnetta bianca ponendovi le foto di una casa infestata dai fantasmi che si chiama “Morton House” mentre gli altri ragazzi sono tutti eccitati dall’idea di iniziare a cacciare fantasmi. Un orologio sullo scherma indica che sono le ore 7.15 di sera. La scena si sposta all’esterno di “Morton House” alle 9.59 di sera del 31 marzo; Spruce fa delle riprese di questa casa e indica che è presente una catena che impedisce l’accesso alla struttura. I ragazzi iniziano a discutere del fatto che, forse, occorre un’autorizzazione per entrare in quella casa e che non è il caso di scavalcare le recinzioni o di infrangere quei sigilli che la polizia aveva posto ad essa. Harry dice che potrebbero sorvegliare la casa quando, all’improvviso, sentono il rumore di un’auto avvicinarsi e i ragazzi si nascondono tra i cespugli. Spruce inquadra l’auto e si tratta dell’Impala dei Winchester che sono giunti lì. Tutti i ragazzi escono dal nascondiglio e si presentano, dopo aver appurato che non si tratta di poliziotti, tranne Harry che, intanto, ha forzato la catena di recinzione e invita gli altri ad andare nella casa. I ragazzi, velocemente e con le loro attrezzature, entrano nella struttura; all’interno di essa, sia Spruce che Corbett fanno delle riprese video e si fanno i dispetti, tentando di affermare la propria bravura l’uno sull’altro. Spruce filma Ed e Maggie che ispezionano una stanza mentre Harry dice che sono le 11.50 di sera e che i ragazzi stanno monitorando la stanza con delle apparecchiature per rilevare la presenza di fantasmi e poterli, anche, filmare. Spruce rabbrividisce quando capisce che, nelle sue riprese video, c’è qualcosa di anormale e Maggie, notando la paura sul suo volto, gliene chiede il motivo e Spruce le dice che è tutto “strano”. La scena si sposta nel corridoio e, quindi, nel salone della casa dove Spruce gioca inquadrandosi i piedi mentre Ed e Maggie cercano di attirare la sua attenzione, avendo avvertito qualcosa di insolito. Spruce li inquadra ma non si rende conto che i due sono terrorizzati, essendo apparsa una figura spettrale che avanza verso di loro. Ed strappa la videocamera di mano a Spruce ed inquadra quella luce bianca e spettrale che assume, poi, l’aspetto di un uomo in giacca e cravatta che li supplica, quasi chiedendo perdono, quando scompare dopo essere stato colpito da quattro proiettili. I ragazzi si spostano nel corridoio e si scopre che Corbett è scomparso ed Harry ne è sconvolto mentre Ed lo rassicura sul fatto che lo troveranno. L’ora sullo schermo indica che sono le 00.15. Maggie riprende con la videocamera un discorso tra Sam e Dean che si infuria dicendo che dai nastri della trasmissione e da altri rapporti si evince che nessuno è stato sparato in quella casa e Maggie gli chiede se Corbett è stato catturato dal fantasma; Dean le dice che non sa cosa stia succedendo e la ragazza, notando il suo risentimento, inquadra Sam che le dice che i fantasmi come quello dell’uomo apparso prima (l’Echo) erano persone che sono ancora legate al luogo in cui sono morte o è successo loro qualcosa di grave. Ed interviene dicendo che i fantasmi si trovano in quella casa perché non ci sono persone che vi vivono; Sam e Dean restano sconvolti dalla sua teoria ma, in pratica, non hanno alcun indizio su cui lavorare. Dean chiede a Maggie se si diverta a riprendere con la videocamera degli incubi reali e lei dice di si mentre si vede una luce nel vano di una porta dietro Dean. Di notte, nei pressi di una stanzetta, i ragazzi e i Winchester continuano le loro ricerche mentre Ed riprende tutto con la videocamera e dice che qualcosa di soprannaturale sta accadendo. Sam studia tutti gli indizi che trova: le pareti della stanza hanno una tassidermia elevata, ci sono manifesti contro il Comunismo e delle razioni alimentari. Il ragazzo si chiede ci sia stato Freeman Daggett. Harry è impaziente di trovare Corbett e propone a Sam di sfondare il pavimento per cercarlo ovunque. Sam gli consiglia di andare avanti in altro modo. Maggie chiede a Dean se quelle sono davvero delle razioni di cibo così piccole e Dean le dice di si e che erano usate durante la Seconda Guerra Mondiale. Maggie è sconvolta visto che quell’uomo si nutriva di così poco ma Dean le dice che lui viveva e lavorava da solo. Dean dice anche che egli lascia una traccia dietro di sé e la trova, spostando una cassettina vicino la ventola dell’aria al cui interno trova del tabacco, un foglio ingiallito e un libro. Inoltre, i ragazzi trovano quattro cartellini che si infilano all’alluce dei cadaveri negli obitori, restandone disgustati. Harry inquadra i quattro cartellini dicendo che quelle persone erano morte in seguito a una sparatoria, incidente ferroviario, incidente ad un parco giochi e per avvelenamento da monossido. Sam intuisce che Daggett era il custode dell’obitorio e Dean annuisce ed è probabile, inoltre, che lo spirito di quel fantasma apparso prima sia ancora in giro nei pressi della casa. Sam precisa che non sono certi se quel fantasma sia lo stesso che gli è apparso prima ma Dean gli dice di darsi da fare. Maggie, mentre filma le vecchie cose di Doggett, viene sorpresa da Dean ed urla dallo spavento ma Dean la tranquillizza facendo lo stesso con Ed e Harry accorsi in suo aiuto. D’improvviso, si sente un rumore che scuote la casa ed Harry dice che sta per succedere qualcosa mentre Spruce continua a riprendere il tutto con la videocamera, sorprendendo Ed e Maggie abbracciati e scambiarsi effusioni. Dean, intanto, continua le ricerche sia del fantasma che di Corbett. Harry non può credere che il suo miglior amico stia con la sua cara sorella. I due ragazzi litigano e Dean corre a dividerli rimproverandoli sul fatto che ora hanno altro a cui pensare. Spruce, dopo, riprende Dean chiedendogli di cosa stesse parlando prima con Sam e il ragazzo gli dice che loro sono lì anche perché John, il loro padre, aveva tentato di risolvere il caso di questa casa infestata senza successo. Dean invita Spruce a spegnere quella telecamera prima che gliela distrugga, visto che lo sta ostacolando nelle indagini. Dean gli chiede di aiutarlo a prendere delle cose da un vecchio scaffale ma il ragazzo cade a terra svelando, però, l’esistenza di una vecchia e arrugginita porta di metallo. In un luogo indefinito, Sam è assalito da un grigio spirito che gli sussurra in un modo spaventoso, dicendogli che è un tipo solitario e che è difficile vivere così (finchè ha pensato alla festa) e che, inoltre, Sam non sa nulla delle sue storie. Lo spirito inizia a sanguinare dal naso, bocca e orecchie e passa oltre Sam, urlando cose terribili. In seguito, riappare lo spirito di Daggett e Dean gli spara contro facendolo sparire. La telecamera di Spruce mostra delle immagini di una festa di compleanno che si scopre essere di Freeman e quattro corpi mummificati (dagli anni Sessanta) che stanno intorno ad un tavolo e una torta di compleanno e vecchi piatti. Inoltre, c’è un quinto elemento a questa “festa”: è il cadavere di Corbett. I ragazzi sono spaventati ed Harry dice che Ed può stare con sua sorella Maggie: le loro apparecchiature rivelano qualcosa di soprannaturale e la casa trema ancora quando appare lo spettro di Corbett che li terrorizza, perdendo sangue dalla bocca, naso e dalle orecchie. Corbett avanza verso di loro e i ragazzi scappano; Spruce, invece, continua ad inquadrare tutto e Corbett gli dice che chiede scusa e che dovrebbe tornare a lavoro. Spruce gli dice che sta già lavorando e gli chiede cosa ha in mente e cosa crede che accadrà nel corso della notte, precisando che quello è una specie di “confessionale” e può dirgli tutto. Corbett gli dice che i loro sogni diventeranno realtà… Una delle scene finali è dedicata al tributo che i ragazzi fanno a Corbett che, anche se è un fantasma ora, farà sempre parte del gruppo. Sullo schermo appare una scritta che ne ricorda la figura e la sua opera. Ed dice che è lui quello che ci ha guadagnato di più. Harry ringrazia per tutto l’amico morto mentre Ed si augura che egli abbia un posto nella notte stellata. In studio, dopo la trasmissione dell’episodio pilota del reality show “Ghostfacers”, Sam e Dean sono tra il pubblico dicendo che tutto ciò è stato incredibile e non concordano sul fatto che Corbett voglia sfruttare questo incidente per trarne vantaggi e pubblicità. I Winchester parlano con Maggie, Ed e Harry i quali affermano che il mondo è pronto per sapere che le cose soprannaturali esistono ma i ragazzi non ne sono molto convinti. Dean e Sam se ne vanno, lasciando “quasi per caso” un sacco che i ragazzi, credendo che essi l’abbiano dimenticato, aprono. Mentre Spruce inquadra Harry che apre il sacco, si sente un urlo spaventoso provenire da una strana scatola nera che emette una luce rossa di lato e Maggie prende l’attrezzatura per rivelarne eventuali tracce soprannaturali ma gli strumenti non rivelano nulla. La telecamera ondeggia e l’inquadratura scompare ma prima si intravede un “fantasma” che avanza nella stanza. L’unica cosa che si sente, poi, sono le urla dei ragazzi… Sam e Dean, infatti, hanno fatto una specie di scherzo ai ragazzi: con il loro rivelatore EMP hanno danneggiato le riprese effettuate dalla telecamera di uno di loro!

Un uomo si ubriaca in una notte di pioggia e riceve una chiamata da una donna che insiste nel dirgli che deve lasciare la moglie e andare da lei; l’uomo le risponde in malo modo e chiude la conversazione urtato. Alla fine, però, estrae una pistola e si suicida per poterla raggiungere. Intanto, Sam e Dean ricevono una chiamata da Bobby che li avvisa dello strano suicidio che è avvenuto in Ohio; Sam vorrebbe dedicarsi, invece, a trovare un modo per salvare Dean, chiedendo l’aiuto di Ruby, ma Dean, stufo di tutto, gli dice di no perché Ruby gli ha detto che per lui non c’è più nulla da fare. I due, quindi, si recano in Ohio per indagare sulla morte dell’uomo iniziando con l’interrogarne la moglie che, però, non è di grande aiuto. Sam e Dean cercano di saperne di più e si ritirano nella loro stanza del motel dove scoprono che la chiamata proveniva da una donna morta con un vecchio numero di telefono. I due ragazzi si recano, quindi, in una compagnia telefonica e spacciandosi sempre per agenti di Polizia, interrogano un ragazzo, Stewie, che è intento a guardare materiale porno; il ragazzo gli dice che non riesce a rintracciare l’origine certa di quel numero ma che ha scoperto che almeno dieci case hanno ricevuto una chiamata proveniente da esso. I due decidono di indagare su queste case e si recano in una dove Sam incontra Lainy che dice di ricevere telefonate dalla madre morte, mentre Dean, poco prima, ha parlato con una donna di 84 anni che gli dice di fare chiamate erotiche col marito morto! Mentre Sam e Dean entrano in casa di Lainy, Dean riceve una chiamata: è suo padre John! I due fratelli tornano al motel e tentando di capire cosa stia succedendo: Sam non crede che quella chiamata provenga, davvero, dal loro padre mentre Dean si e cerca anche di dimostrarlo dicendo che si trovano nella città natale di Thomas Edison, l’inventore del telefono e in quella città succedono cose simili: molte persone dicono di ricevere chiamate dai loro cari estinti (e Dean lo dimostra anche facendo una ricerca su Google). Di notte, mentre Sam dorme, Dean riceve un’altra chiamata da John che gli chiede come abbia mai potuto vendere la sua anima; Dean cerca di difendersi a parole ma John lo sorprende dicendo che il demone a cui ha venduto la sua anima è proprio lì. Il giorno dopo, prima di uscire, Dean confessa a Sam che John l’ha chiamato ancora e che gli ha fornito un esorcismo da recitare contro il demone che ha il contratto della sua anima ma Sam è ancora incerto se ci si possa fidare o meno di “lui” ed esce dal mote, non prima di aver avuto un avvertimento da Dean che gli dice di stare attento. Fuori casa Greenfield, poi, Sam e Stewie bussano e ad aprirgli arriva il padrone di casa, Mark, col suo figlioletto Simon. I ragazzi si spacciano per uomini della compagnia telefonica. Sam gli chiede se ha avuto problemi col telefono, visto che in molti si sono lamentati della poca efficienza della linea (mente per verificare se vi siano stati fenomeni insoliti in quella casa). Mark, però, gli dice di no e Sam gli risponde che è davvero fortunato; mentre se ne vanno, la sua attenzione è presa da una quindicenne che lo osserva dal corridoio, si tratta di Lainy. Sam se ne va chiedendosi cosa stesse guardando, oltre lui. Mentre sale in auto, Lainy raggiunge Sam e gli dice che lui non è un tecnico del telefono perché non ha l’auto né la divisa tipica di questo lavoro; Sam tenta di difendersi ma la ragazza gli dice ancora che entrambi le stanno mentendo. Lainy gli chiede perché ha posto quella strana domanda a suo padre sul fatto se egli abbia sentito, o meno, delle strane voci dal telefono e Sam le chiede se anche lei ha sentito qualcosa. Lainy, dopo un iniziale timore, gli confessa che ha sentito qualcosa e Sam la rassicura dicendole che lui le crede e che non deve temerlo. Lainy continua dicendo che è sul punto di impazzire perché sente delle voci e, in particolare, sente la voce di sua madre a telefono da circa una settimana. Sam le dice che in questo non c’è nulla di strano ma Lainy gli dice che invece c’è qualcosa di anomalo. Di notte, infatti, Lainy è nella sua camera e si scambia email con un amico. D’improvviso, le arriva un’email il cui mittente è un nome fatto di strani simboli e nel cui testo si legge che “qualcuno” sta cercando Lainy; la ragazza capisce che si tratta di sua madre e risponde alla email dicendo che non ne può più di tutto ciò, che sta impazzendo, che è meglio non continuare per i prossimi giorni e, inoltre, lei ha fatto visita a sua madre al cimitero. Si scopre che la madre di Lainy è morta; il mittente della email le chiede perché si stia comportando così con lei, perché vuole ferirla. Lainy appare sempre più spaventata. La ragazza si sente in colpa e dice che non sa dove sia sua madre, che non può incontrarla. Lo schermo del computer diventa, d’improvviso, nero e si vede una figura spettrale (riflessa nello schermo) che avanza dietro Lainy e sembra poggiarle una mano sulla spalla. La ragazza si alza e si guarda intorno, convinta che sua madre sia lì; inizia ad urlare e sbatte la sedia contro la scrivania. Arriva una nuova email che dice “Vieni da me” e questo messaggio appare molte volte, in modo inquietante. Il giorno dopo, Sam parla con Lainy nella sua camera e le chiede cosa volesse dire sua madre con quel messaggio: Lainy le ha fatto visita al cimitero ma non è mai successo nulla. Il computer, poi, si accende ed arriva una nuova email che chiede alla ragazza se Lainy è lì: si tratta della madre e Sam le consiglia di essere forte e di non fissare troppo lo schermo decidendo, poi, di rispondere personalmente a quel messaggio. Il ragazzo le scrive “ciao” e la “madre” di Lainy risponde chiedendo cosa stia facendo e Sam le dice di non preoccuparsi per lei. La “madre” (convinta di parlare con la figlia) le dice che era convinta che stesse andando da lei e Sam, dopo una breve esitazione, le scrive che non sa dove incontrarla. La “madre” le dice di andare nel bagno del padre e di ingerire le pillole; Sam le chiede quante pillole dovrebbe prendere e lei le dice tutte. Sia Sam che Lainy sono sconvolti: la ragazza pensa che sua madre voglia che lei si suicidi e Sam le dice che, forse, quella non è sua madre. Sam pensa per un momento poi digita un messaggio chiaro: se lui morirà i suoi occhi diverranno di pietra come i suoi. L’essere misterioso risponde che non è Lainy e Sam gli dice che lui/lei non è la madre di Lainy. Non ci sono, quindi, messaggi da parte dell’essere. Sam ride, felice di averlo smascherato. Intanto, altrove, Dean ha in mano un pezzo di carta con un indirizzo. E’ convinto di aver parlato, poco prima, con lo spirito del padre John che gli ha indicato il posto in cui si trova il demone che ha il suo contratto. Ha un rosario in mano, acqua benedetta ed è armato… La scena si sposta ancora da Sam e Lainy. Il ragazzo le dice di non rispondere al telefono né di usare il computer finché non glielo dirà lui. Sam si alza per andare via e sembra che stia male. Nello stesso momento, in camera di Simon, il fratellino di Lainy, suona il telefono e il bambino risponde e sente la voce di sua madre e le chiede dove si trovi. Il bambino, con un sorriso stampato sul volto, si reca fuori casa e cammina in mezzo alla strada mentre sopraggiunge un camion. Simon sembra in trance ed è paralizzato dalla paura quando sente il clacson del camion e lo vede farsi più vicino a lui; alla fine, Sam lo salva. Intanto, al tramonto, Dean entra in una misteriosa casa vuota e buia; avanzando in essa decide di tracciare la trappola del Diavolo in una stanza. Sam chiama Dean al cellulare e gli dice che lui non ha parlato con lo spirito di John ma si tratta di un gruppo di impostori che spinge la gente a suicidarsi. Si tratta del demone Crocotta che si impossessa delle anime delle persone che spinge a suicidarsi e Sam crede che sia il ragazzo che lavora alla compagnia telefonica, Stewie. In realtà, il demone è il capo del ragazzo che tramortisce Sam e si nutre dell’energie di Stewie perché è affamato. La chiamata con Dean viene, quindi, interrotta ma il ragazzo non sa cosa stia succedendo. Il Crocotta, poi, chiama un uomo dicendo di essere la sua figlia morta e che il suo assassino è nella sua casa (il povero Dean!). Il Crocotta ha fatto in modo che Dean credesse che quel tale che lo ha raggiunto a casa sia il demone, mentre in realtà è un uomo in cerca di vendetta per la figlia, così come lo stesso uomo crede che Dean sia l’assassino della figlia. Quando Dean inizia a recitare l’esorcismo, che non ottiene risultati, capisce di essere in trappola e cerca di affrontare l’uomo spiegandogli di non avergli ucciso la figlia. Intanto, Sam si riprende e uccide il Crocotta e raggiunge Dean. Dopo essere tornati, malconci e feriti, al motel, Dean si sfoga dicendo di aver creduto che fosse davvero John a telefono perché era disperato all’idea di andare all’Inferno. Sam cerca di confortarlo dicendo che gli sarà sempre vicino e troverà un modo per aiutarlo. Dean, come al solito, conclude il discorso con una sua battuta sul fatto che Sam sia davvero malconcio e zoppicante…

Nella città di Erie (Pennsylvania) un chirurgo plastico viene spinto sulla sua auto. La scena si sposta, poi, in ospedale dove l’uomo arriva gravemente ferito. Un’infermiera lo vede ed urla quando si accorge che l’uomo, aprendo la sua giacca ha subito una vera asportazione del suo fegato. Di notte, in una fattoria abbandonata, Dean è alle prese con un demone dagli occhi neri: lo tortura con l’acqua santa per ottenere delle informazioni su chi sia questo demone che tiene il suo contratto. Il demone urla dal dolore e inveisce contro di lui ma non gli dice nulla. Anzi, ribatte che non sa nulla. Dean chiede a Sam, che guarda la scena a breve distanza, se devono credergli visto che i demoni mentono sempre. Sam gli fa capire, ovviamente, di non credergli. Dean, allora, gli rinfresca la memoria con dell’altra acqua benedetta ma il demone gli sorride sarcasticamente dicendogli che può anche continuare a torturarlo o rispedirlo all’Inferno ma questa è ben poca cosa rispetto a ciò che gli accadrà se parlerà. Dean chiede a Sam di iniziare con l’esorcismo e il demone, invece di cedere, gli dice che lo aspetterà all’Inferno con alcuni suoi amici. Sam chiede al fratello se vuole che continui con l’esorcismo e Dean annuisce: è chiaro che il demone non parlerà e sul volto di Dean compare il terrore visto che il tempo a sua disposizione è quasi scaduto. Dean accetta di “distrarsi” indagando su un caso di possibili zombie, dopo che Sam gli mostra un articolo di giornale scoprendo che le impronte sul corpo della vittima corrispondono a quelle di un altro caso. I ragazzi scoprono che il fegato del medico è stato asportato da qualcuno abile in una tale operazione: Dean crede che si tratti di un traffico di organi, più che di zombie ma, poi, si scopre che il caso ha analogie con altri episodi simili avvenuti in passato tutti legati ad una storia che il loro padre John gli raccontava sul dottor Benton, un folle medico del Diciannovesimo secolo (in giro dal 1816) che asportava gli organi delle sue vittime per trovare la cura per la vita eterna e che lui stesso aveva già affrontato in passato. Mentre Sam gli illustra tutte le sue scoperte, Dean continua a mangiare il suo sandwich come se nulla fosse. Un corridore, poi, è rapito dal medico folle e subisce un intervento chirurgico senza anestesia in un modo a dir poco orripilante. In una stanza di ospedale, Dean e Sam interrogano un ragazzo di circa 30 anni al quale è stato rubato un rene. Dean gli chiede cosa ricordi e il ragazzo gli dice che stava prendendo delle misure quando è stato assalito alle spalle. Ricorda anche di essersi risvegliato su una specie di tavolo operatorio e di aver urlato dal dolore e dalla paura. Dean gli chiede se ricordi altro e il ragazzo, sarcasticamente, risponde che gli è stato rubato un rene e, a sua volta, gli chiede se lo riavrà ma Dean evita di rispondergli chiedendogli se ricorda almeno il posto in cui è stato portato; il ragazzo ricorda poco, soltanto di essersi, poi, risvegliato in una vasca, in un motel, piena di ghiaccio. Dean lo ringrazia per il suo tempo e se ne va. Bobby, in seguito, chiama Dean per dirgli che ha una traccia di Bela nel Vermont; mentre Sam vorrebbe trovare il medico e sfruttarlo per salvare Dean dal patto demoniaco, usando la sua folle idea della cura per la vita eterna, Dean, invece, vuole trovare Bela e chiudere la questione che ha in sospeso con lei. Il ragazzo si incontra con Rufus, un contatto di Bobby, che si rivela essere un tipo scontroso. Dopo un acceso scambio di battute tra i due (Rufus non vuole rivelare subito a Dean dove si trovi Bela, mentre il ragazzo gli si rivolge sgarbatamente e lo stesso uomo gli parla in modo incomprensibile, dopo avergli svelato episodi dolorosi della sua vita e affermando che la Colt non lo salverà dal patto demoniaco), Dean ottiene le informazioni che cercava su Bela (la quale aveva addirittura bruciato le proprie impronte digitali per non essere trovata e Rufus dice che anche le orecchie di una persona sono uniche). Dean aspetta Bela nel suo motel e la ragazza, entrata nella sua stanza, tenta invano di prendere la pistola che è troppo distante da lei. Dean spara un colpo di pistola per dimostrarle che non scherza e che sa che lei ha ucciso i suoi genitori ed ereditato milioni di dollari e dicendo anche che non vale la pena di ucciderla (la Colt è stata venduta). Dopo che il ragazzo lascia la stanza del motel, Bela chiama qualcuno a telefono dicendo che la trappola ha funzionato e che ora sa dove si trovano i Winchester, dopo aver rubato dalla tasca di Dean una quietanza di pagamento. Intanto, Sam trova la baracca del dottor Benton e libera una delle sue vittime che sembra essere viva ed affronta il medico per chiamare, poi, a telefono Dean per dirgli che ha la formula del dottor per la vita eterna. Tutto ciò ha una breve durata perché il dottore si riprende e droga e rapisce Sam mentre Dean ascolta tutto a telefono. Il medico lega Sam e gli dice che sa tutto di lui e che ha buone possibilità di sopravvivere all’intervento chirurgico che ora lui eseguirà. Il dottore vuole cavargli gli occhi ma Dean arriva in tempo e, visto che i proiettili non lo bloccano, lo colpisce con un pugnale imbevuto del suo stesso cloroformio e l’uomo si paralizza ed offre ai ragazzi la formula della vita eterna in cambio della sua salvezza. Sam vorrebbe considerare l’offerta ma Dean dice che non potrebbe vivere con un peso simile. I due ragazzi decidono, quindi, di chiudere l’uomo in un congelatore e di seppellirlo sotto terra ad una certa profondità. Di notte, poi, Bela fa irruzione nella stanza del motel dove crede che dormano i Winchester e spara contro i loro letti sui quali, però, ci sono dei fantocci. Dean la chiama a telefono dicendo che sapeva della sua trappola e del fatto che lei, dieci anni prima, aveva venduto la sua anima a Lilith per uccidere i suoi genitori, e che ora Lilith vuole, però, uccidere Sam. Bela piange e lo supplica di aiutarla a liberarsi dal suo patto perché sa che Lilith tiene tutti i contratti delle anime. Non c’è nulla che Dean può o vuole fare per lei. Scatta la mezzanotte e l’ora di Bela sembra essere arrivata: fuori dalla stanza del motel i cani infernali fanno la loro comparsa e aspettano di portarla via con loro…

Mancano 30 ore prima che il contratto di Dean abbia il suo corso. Bobby avvisa Sam e Dean di aver trovato Lilith ad Harmony (in Indiana) e mentre Sam vorrebbe andare lì, Dean si oppone visto che il demone vuole Sam morto. Il ragazzo, però, gli propone di chiedere aiuto a Ruby ma Dean si oppone perché non si fida di lei. La ragazza, d’altra parte, li avvisa che non hanno possibilità contro Lilith dicendo che c’è un altro modo per salvare Dean e uccidere il demone: le visioni di Sam e i suoi poteri di psichici che potrebbe spazzare via dalla Terra Lilith. Dean si oppone perché ha paura che possa succedere qualcosa a Sam e, in uno scontro verbale, colpisce con un pugno Ruby che a sua volta lo aggredisce. Nello scontro fisico tra i due, Dean le sottrae il suo coltello mistico e la blocca in una trappola per demoni. Mentre Sam pensa alle parole di Ruby, Dean lo invita a rinunciare a quella folle idea e insieme a Bobby vanno in auto per raggiungere Lilith. Un poliziotto, però, li blocca col pretesto di un fanalino rotto e Dean, a sorpresa, lo accoltella uccidendolo: era un demone. Bobby spiega a Sam, incredulo, che Dean può vedere la vera natura di un demone perché sta per andare all’Inferno. In una strada di periferia della cittadina di Harmony, situata vicino ad un bosco, ci sono due uomini. E’ giorno. Appare nonno Cormick che prende la sua posta dalla cassetta delle lettere e saluta il suo vicino di casa, il signor Werpin che si dirige poi verso la sua auto, una Volvo con una elegante valigetta in mano. Il signor Werpin gli chiede come stia sua nipote e l’uomo gli dice che è a casa, ancora ammalata, ma sembra che stia meglio. Werpin gli dice di darle un abbraccio da parte sua ed appare preoccupato e McCormick gli dice di prenderla bene e gli stringe la mano tornando in casa. Werpin, mentre è in procinto di salire in auto, si accorge di avere attaccato alla sua mano un pezzetto di foglio accartocciato e dopo averlo dispiegato legge una frase scritta di fretta che sembra quasi uno scarabocchio; la frase dice “Aiutateci”. L’uomo fa un’espressione sconvolta e si volta verso McCormick che è già scomparso dietro la porta di casa. La scena si sposta nell’ingresso della casa del signor McCormick (che appare molto calmo e rilassato anche se è chiaro che cerca di nascondere l’angoscia e la paura che prova) che sbarra la porta con catene e poi si reca nella cucina. Sul pavimento, c’è il corpo di una donna di circa sessanta anni, morta, che giace in una pozza di sangue vecchio e viscido mentre le mosche ronzano intorno ma l’uomo sembra non curarsi della cosa e continua a camminare lungo la cucina. In cucina, poi, nonno McCormick si unisce a Bonnie e Jimmy McCormick, entrambi sui trenta anni. Jimmy spia fuori da dietro le tendine chiuse mentre Bonnie è alle prese con gli ultimi ritocchi su una torta di compleanno comportandosi in modo strano così come anche Jimmy. L’uomo anziano chiede dove sia la sua nipotina e i due gli dicono che è di sopra a giocare con Freckles; Bonnie lo dice come se fosse spaventata mentre Jimmy scuote la testa, quasi sconvolto dalla cosa. Nonno McCormick si avvicina ad entrambi e gli parla a bassa voce, dicendo che devono fare qualcosa e che se staranno ancora lì, moriranno. Jimmy gli dice che lei potrebbe sentirli mentre Bonnie replica dicendo che è pur sempre la sua bambina. Il nonno dice che quella non è più la sua bambina perché c’è qualcosa in lei e Jimmy lo zittisce quando sente che sta arrivando. Si sente un picchiettio di piedi ed ecco che entra Zoey, una bambina di circa dieci anni, che indossa un abitino merlettato per una festa che ha la parte frontale sporca di sangue. La bambina gli chiede di cosa stessero parlando e il nonno dice che parlavano di quanto le volessero bene. Bonnie chiede a Zoey cosa sia successo al suo vestitino e la bambina le dice che Freckles era cattivo con lei. I tre adulti tentano di nascondere un’espressione di terrore per non far arrabbiare la bambina che chiede, poi, al padre se la spingerà sull’altalena. Jimmy le dice che lo farà certamente ma prima sarebbe il caso di cambiarsi d’abito perché essi non vogliono che i vicini vedano tutto quel sangue. Zoey si rallegra al suggerimento del padre e gli dice quanto sia preciso ed ordinato e che gli vuole bene. La bambina stringe il padre in uno stretto abbraccio e Jimmy, leggermente e con cautela, ricambia il suo abbraccio dicendole che le vuole bene. L’uomo si ferma per un secondo e poi le chiede se, dopo un po’, potrebbe lasciarli andare. Zoey respinge suo padre e lo fissa con uno sguardo penetrante, che incuterebbe terrore a chiunque, e gli chiede il perché di quella richiesta e Jimmy le dice che non lo sa. Ognuno inizia ad agitarsi e Zoey dice che credeva che volessero stare lì, forse non le vogliono più bene?!? Jimmy è terrorizzato ma le dice che le vuole bene così come Bonnie replica dicendo che tutti le vogliono bene. Zoey punta con lo sguardo verso Jimmy; i suoi occhi sono diventati bianco-avorio. Ebbene si: Zoey è posseduta dal potente demone Lilith. La bambina dice a Jimmy che lui non è ben disposto verso di lei, così come Freckles o quella vecchia babysitter. Jimmy le chiede scusa e gli occhi di Zoey tornano normali e lei si comporta, di nuovo, come una bambina della sua età dicendo a suo padre che, ora, va tutto bene e che è ora di giocare. Intanto, Bobby avvisa i ragazzi che Lilith ha un certo numero di demoni nascosti in città e che essi devono stanarli prima che inizino a seminare il panico. Inoltre, se Lilith li trova essi sono morti ancor prima di poter iniziare la battaglia contro di lei. C’è una piccola pausa in cui ognuno tenta di trovare una soluzione, dopo lo shock iniziale, e Dean, alla fine, batte la mani rumorosamente dicendo che dopo una così allegra notizia dovrebbero fare baldoria! Dopo, Dean sale nell’Impala e Sam lo segue. A casa McCormick, intanto, è sera e i tre adulti (Jimmy, Bonnie e nonno McCormick) sono nella sala da pranzo con la piccola Zoey. I due uomini sono seduti vicino al tavolo e Bonnie vi posa sopra una torta di compleanno con dieci candeline, con una orrenda glassa. La donna augura buon compleanno alla bambina e gli altri e i due uomini le rispondono in coro. Zoey è felice e soffia sulle candeline e Bonnie, dopo, fa delle fette di torta e le porge ai due uomini che, sforzandosi di sorridere in modo alquanto stressato, prendono la fetta di torta. Si capisce che non è la prima fetta di torta che mangiano in quanto è come se quel compleanno fosse stato ripetuto già altre volte. Zoey chiede a nonno McCormick se può chiedergli qualcosa e lui le dice qualsiasi cosa. La bambina le chiede perché ha chiesto aiuto al signor Weprin. Tutti si agitano e Bonnie smette di tagliare la torta. Il nonno è sconvolto e balbetta che non lo sa. Zoey gli dice, con estrema calma e senza rabbia, che lui non le vuole più bene e fa uno strano movimento della mano che provoca una torsione laterale del collo del nonno che si spezza. Bonnie si copre la bocca con la mano per non urlare e Zoey ricorda ad entrambi che non sopporta le urla visto che la fanno impazzire. I due si limitano ad annuire, sforzandosi di sorridere ed evitando di guardare il corpo del nonno sul pavimento, mentre Bonnie taglia, ancora, la torta e Zoey le chiede se sulla sua fetta può avere anche il gelato. Ruby raggiunge i Winchester per riavere il suo coltello e Dean vede il suo vero volto demoniaco e la ragazza gli dice che è già morto. La città è piena di demoni e Bobby li tiene lontani dalla casa dopo aver benedetto l’acqua dell’innaffiatoio del giardino. Quando i Winchester scovano Lilith, Dean blocca Jimmy che appare totalmente terrorizzato e fuori di sé. Sam e Ruby osservano Dean che copre la bocca di Jimmy per non farlo urlare e inizia a parlargli dicendogli che essi sono lì per aiutarlo e che lo lascerà andare per poter parlare di come agire. Jimmy annuisce e va via mentre i tre discutono del piano, il tutto a bassa voce per non farsi scoprire da Lilith. Sam chiede a Jimmy dove sia Zoey e l’uomo, totalmente affranto, gli dice che quella non è più sua figlia; Sam gli ripete la domanda e Jimmy gli dice che è in camera sua. Dean gli dice di “portare il suo culo” nel seminterrato e di mettere del sale alla porta dietro di lui. Jimmy dice che non lo farà senza sua moglie e, quando continua a controbattere, Dean lo afferra per il mento e lo fa cadere a terra guardando, poi, Sam e Ruby in modo eloquente e del tutto innervosito da quella situazione. Mentre lui trascina Jimmy lungo il corridoio dirigendosi nel seminterrato, Sam e Ruby vanno verso le scale, in cerca di Zoey/Lilith che dorme accanto a sua madre. La donna li vede e li prega di farlo ma Sam non ne ha il coraggio e quando la bambina si sveglia è sul punto di farlo ma Dean arriva per fermarlo: il demone non è più in lei. Il tempo sta per scadere e Sam chiede a Ruby cosa deve fare per salvare Dean che si oppone e dice a suo fratello di continuare a combattere e di prendersi cura dell’Impala. Scatta la mezzanotte: i cani infernali arrivano per prendere l’anima di Dean. Sam, Ruby e Dean cercano di salvarsi chiudendosi in uno spazio stretto e Ruby chiede a Sam di darle il suo coltello per uccidere i cani infernali ma Dean, guardandola, scopre che è posseduta da Lilith. Ruby/Lilith bacia Sam dicendo che le sue labbra sono morbide mentre il ragazzo le urla di fermarsi ma lei ride e una luce bianca invade ogni spazio: entrano i cani infernali che dilaniano il corpo di Dean. Quando la luce bianca scompare, Sam accoltella Ruby per liberarla dal demone e poi si precipita accanto a Dean che ha delle gravi ferite e sanguina terribilmente. L’ultima immagine è sull’occhio di Dean: è intrappolato all’Inferno e urla chiedendo l’aiuto di Sam.

Per la parte superiore



Supernatural (serie televisiva)

Sn.jpg

Supernatural è una serie televisiva cult statunitense di genere horror-paranormale e drammatico che va in onda dal 13 settembre 2005 negli USA sul network giovanile The WB e in seguito sulla The CW dalla seconda stagione a causa della fusione di quest'ultimo con il network via cavo UPN. La serie in USA ha avuto un buon successo, sia in ambito di ascolti (sui 3.000.000 di spettatori ogni sera) sia per fandom e critica, nonostante abbia sempre dovuto combattere contro gli show delle grandi quattro (ABC, NBC, CBS e Fox), tra cui Grey's Anatomy, Lost e CSI: Crime Scene Investigation.

Supernatural è l'unica serie cominciata nell'ultimo anno di programmazione di The WB ad essere sopravvissuta al passaggio al nuovo network The CW. Tutte le altre nuove serie partite lo stesso anno sono state cancellate.

In Italia la serie ha debuttato su Rai Due con molta differita rispetto alla trasmissione originale, infatti da noi ha debuttato il 13 febbraio 2007, più o meno quando gli USA erano a metà della seconda stagione. In Italia la prima stagione è andata in onda ogni martedì sera alle 22:35 con un episodio a settimana, adeguandosi al ritmo statunitense, ed è stata abbinata alle serie Lost, NCIS, Senza traccia e a Jericho. La serie ha avuto un discreto successo (nonostante i traini inesistenti che ha avuto la serie, soprattutto nell'ultimo periodo in cui andava in onda dopo Jericho), con una media di circa 1.240.000 spettatori complessivi. Da gennaio 2008 la serie viene proposta in replica sul canale satellitare FOX, dove va in onda ogni venerdì dal 4 gennaio 2008 con 2 episodi a settimana. La seconda stagione è andata in onda su Raidue dal 24 giugno 2008 con due episodi a settimana fino al 9 Settembre. Dal 2 gennaio 2009 la stessa verrà proposta sul canale SciFi/STEEL (del bouquet Premium Gallery), ogni venerdì alle ore 21:00 con due episodi a settimana.

Lo show è stato rinnovato per una quinta stagione.

Il 2 novembre 1983 la madre di Dean e Sam Winchester, Mary, perde la vita uccisa da un demone che incendia la loro casa. Il padre dei due bambini, John, ex-marine, riesce a trarli in salvo dalle fiamme e da quel momento insegna loro come difendersi. Insieme i tre iniziano a cacciare ogni tipo di demone o spettro che incontreranno, con lo scopo di trovare quello che ha ucciso Mary e distruggerlo per sempre. Dean, il più grande dei due fratelli, segue alla lettera i comandi del padre e passa l'infanzia a proteggere il fratello Sam, che invece dopo il liceo decide di abbandonare la caccia e di andare all'università.

La prima stagione inizia con la scomparsa del padre e il riavvicinamento dei due fratelli: Dean decide infatti di raggiungere il fratello all'università di Stanford, a Palo Alto, per chiedergli di aiutarlo a cercarlo. Sebbene Sam sia riluttante, la morte della fidanzata Jessica, avvenuta nello stesso modo della madre, lo convince a tornare a cacciare. Per spostarsi i due fratelli usano una Chevrolet Impala del 1967, che da al telefilm delle caratteristiche da road-movie. Tutta la prima stagione è dedicata alla ricerca del padre, che si conclude con il suo ritrovamento. Dopo una serie di eventi, però, Dean si ritrova in fin di vita e John decide di fare in patto con il demone che ha ucciso Mary: la sua vita in cambio di quella del figlio.

La seconda stagione si apre quindi con la morte di John Winchester e la completa guarigione di Dean. Nonostante il lutto, i fratelli continuano la caccia, decisi a ritrovare il demone. I due scoprono che ci sono altre persone che, come Sam, sono state avvicinate dallo stesso demone a sei mesi di vita e che hanno in comune alcuni poteri straordinari. Azazel, il demone responsabile della morte di Mary e dei poteri di queste persone, si prepara a combattere una guerra e, per farlo, ha bisogno di un soldato speciale, che sceglierà proprio tra questi individui e che avrà la carica di leader di un numeroso esercito di demoni. Azazel raduna dunque i candidati in un villaggio disabitato e infestato da demoni e, dopo un susseguirsi di eventi, Sam viene pugnalato a morte da un'altro dei prescelti, Jake. In seguito egli verrà resuscitato grazie a Dean, che vende la sua anima a un demone per quella del fratello. Azazel, per mezzo di Jake, riesce ad aprire una delle porte dell'inferno: una cripta situata in un cimitero del Wyoming, dalla quale escono centinaia di demoni. La porta viene richiusa e Dean uccide Azazel con l'aiuto dello spirito del padre.

Nella terza stagione, i fratelli Winchester cercano di salvare l'anima di Dean, al quale rimane solo un anno di vita. Lungo la strada, incontrano una demone chiamata Ruby, che è interessata a Sam e dice di poter salvare Dean, e Bela Talbot, una "acquirente" e venditrice di oggetti occulti che è costantemente una spina nel fianco per loro. I Winchester riescono infine a rintracciare il demone che detiene il contratto di Dean: Lilith, un potentissimo demone di livello superiore, che vuole anche la morte di Sam. Ad ogni modo, Sam e Ruby falliscono il salvataggio di Dean, che viene sbranato da Cerbero e spedito all'Inferno.

La quarta stagione inizia con la miracolosa fuga di Dean dall'Inferno, risvegliatosi confuso e frastornato in una tomba. È salvato da un angelo di nome Castiel per ordini di Dio, che ha bisogno del cacciatore per la battaglia che sta per iniziare. Sam, d'altro canto, ha ulteriormente sviluppato le sue capacità paranormali con l'aiuto di Ruby durante i mesi che Dean è deceduto. È presto rivelato che Dean è stato riportato alla vita per contribuire a fermare il piano di Lilith che consiste nel rompere i 66 sigilli per liberare Lucifero. Intanto Castiel dichiara a Dean di essere stato mandato per obbedire ai suoi ordini.

Voce principale: Personaggi secondari di Supernatural.

La mitologia di Supernatural si basa su quella del soprannaturale tradizionale, costituita perciò da spiriti e demoni, ma presenta alcune caratteristiche particolari. Fin dall'inizio è data per certa l'esistenza di una vita dopo la morte, ma fino alla seconda stagione i due protagonisti danno per scontato che esista solo l'Inferno e non l'equivalente celeste, il Paradiso. Anche se durante le prime stagioni alcuni fenomeni mettono in discussione l'esistenza o meno di angeli o di un Dio, è solo con la quarta che Sam e Dean entrano in contatto diretto con creature divine.

Secondo la leggenda, una Colt e tredici proiettili originali furono creati nel 1835 da Samuel Colt per un cacciatore del paranormale. Essa, soltanto se usata con i suoi proiettili, è in grado di uccidere qualsiasi cosa, incluse le creature che normalmente sono immuni a qualunque tipo di arma. Inoltre, può aprire una delle porte dell'Inferno. Erano stati usati sei dei proiettili prima che la Colt finisse nelle mani di John Winchester, che la consegna ad Azazel in cambio della vita del figlio Dean, quasi morto nell'incidente d'auto che chiude la prima stagione. Alla fine delle seconda, l'ultimo proiettile viene usato per uccidere lo stesso Azazel (che se n'era servito poco prima per aprire la Porta dell'Inferno situata in Wyoming), e la Colt divenne inutilizzabile. Ad ogni modo, Ruby riuscirà successivamente ad aiutare Bobby a costruire proiettili adattabili alla pistola.

Diversi sono gli esempi di patti col Diavolo presenti nella serie: John vende la sua vita e la Colt in cambio di quella di Dean, quest'ultimo si sacrifica invece per il fratello Sam e i due protagonisti hanno in altre occasioni la possibilità di incontrare i Demoni degli Incroci. Secondo la tradizione, infatti, chi decide di vendere la propria anima deve mettere la propria foto e alcuni oggetti in una scatola, sotterrarla nel mezzo di un incrocio e aspettare di poter parlare con un Demone e stabilire con lui un patto. Egli però è solo un'intermediario: il contratto è conservato da un Demone di alto livello e solo lui può annullare l'accordo.

In Italia la prima stagione, composta da 22 episodi, è andata in onda dal 13 febbraio al 3 luglio 2007 su Rai Due, in seconda serata. La seconda stagione è andata in onda, con due episodi a sera, in prima Visione Rai da martedì 24 giugno 2008 a martedì 9 Settembre 2008 alle 23.45.

Dato il notevole successo di critica e pubblico, in America si è pensato di creare uno spin-off a fumetti dalla serie, una sorta di prequel che seguirà le vicende di John Winchester nei primi anni di caccia, con a carico i due figli ancora piccoli. Supernatural: Origins è una miniserie di 6 numeri (maggio-dicembre 2007), scritta da Peter Johnson, uno dei produttori della serie TV, disegnata da Matthew Dow Smith e pubblicata dalla DC Comics, sotto l'etichetta Wildstorm.

Dato il notevole successo della serie, Warner Bros, ha deciso di non far aspettare molto i fans della serie, facendo uscire a distanza di pochi mesi dalla messa in onda dell'episodio finale della prima stagione, il cofanetto che racchiude tutti i 22 episodi della stagione.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia