Serial TV

3.3663366336551 (606)
Inviato da murphy 28/02/2009 @ 19:39

Tags : serial tv, tv, tempo libero

ultime notizie
Serial TV per Human Target - Comicus
All'interno di Movie Comics, la nostra rubrica settimale sulle produzioni cinematografiche e televisive legate al fumetto, vi abbiamo più volte aggiornati sugli sviluppi di un film pilota ispirato a Human Target, la serie DC/Vertigo incentrata su una...
TV: RAIDUE, TUTTI I SERIAL DELLA NUOVA STAGIONE - Adnkronos/IGN
Fantasy, polizieschi, thriller, soap, sitcom e altro ancora: un ricchissimo ''menu''' per i grandi serial che Raidue propone nella seconda parte del 2009, dopo i grandi successi d'ascolto della scorsa estate. L'''antipasto'' e' il 5 giugno, alle 21.00,...
A Tu x Tv/ La fiction 'Butta la luna'? E' un polpettone... - Affaritaliani.it
Nei giorni scorsi se n'è occupato persino il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, attribuendo la responsabilità delle violenze metropolitane a serial come “Romanzo criminale” su Sky Cinema. In questo caso, sebbene il lavoro in questione porti firme...
SPE - Tv, i perché della violenza omicida a “Linea d'ombra” - Il Velino
Roma, 11 mag (Velino) - Alzare il sipario sulla genesi di un crimine; indagare la mente di un serial killer; oltrepassare quel confine sottile tra normalità e follia; appuntare sul taccuino quegli indizi che forse potevano salvare una vita....
TV: MINISERIE “APNEA” DAL 18 MAGGIO SU FOXCRIME - Primaonline.it
Il giovane durante un movimentato turno di notte, si ritrova faccia a faccia con lo spietato serial killer che sta uccidendo uno dopo l'altro i suoi colleghi e amici, disseminando paura e terrore all'interno dell'Acquario. Girato ad un ritmo frenetico...
CW: Melrose Place e Vampire Diaries tra i nuovi progetti tv - ScreenWEEK.it Blog
Le produzioni dei due serial sono state infatti aperte giovedì e hanno ricevuto il via libera dalla rete per completare i casting e per la definizione del gruppo di autori. Melrose Place, rifacimento della nota serie degli anni '90, ha subito colpito i...
Il Telefilm Festival (dal 7 al 10 maggio a Milano) risponde al ... - Blogosfere
“Fortuna che non ha mai visto Dexter”, ha sorriso Damerini, riferendosi al noto serial tv in cui l'eroe, se così lo si può chiamare, è un serial killer torturatore spietato, sì, ma solo con i “cattivi”. Alemanno ha infatti puntato il dito contro il...
Serie tv: l'estate di RaiDue con Life on Mars, 90210 e Lost - NanoPress
Ma è con orgoglio che RaiDue annuncia la sua estate serial. Vediamo quali sono le principali novità che la rete di Antonio Marano (per ora: siamo ancora in attesa della nuove nomine Rai) offre per l'estate. Partiamo innanzitutto dalle battute finali...
Olivia Wilde: "Tredici" per il Dr. House, numero 1 per Maxim - TVblog.it
Già arrivata settima in un'altra classifica simile tempo fa, la Wilde (cognome d'arte in omaggio al celebre drammaturgo suo connazionale) ha fatto la sua prima apparizione tv nel serial “Skin”, sospeso dopo sole tre puntate dalla Fox....
Alemanno: «I coltelli in tasca ai giovani? Colpa di Romanzo criminale» - Corriere della Sera
ROMA - La tv cattiva maestra dei giovani d'oggi. Il sindaco di Roma Gianni Alemanno torna sulle risse con i coltelli avvenute di recente nella Capitale e punta il dito contro alcuni serial tv responsabili, a suo dire, di alimentare atteggiamenti...

Blue Jeans (serial tv)

Blue Jeans (The Wonder Years) è un serial tv trasmesso per la prima volta in Italia sulla Rai negli anni '90.

Per la parte superiore



Cross-over (serial tv)

Un episodio cross-over è un episodio la cui storia ha inizio su una serie TV e si conclude su un'altra serie. E' riferibile anche a un episodio in cui appaiono uno o più personaggi di un'altra serie. Ciò è giustificabile per fini promozionali di entrambi i programmi editi dalla stessa produzione televisiva. Lo scopo commerciale è quello di rendere attraente, ai fan di una delle due serie l'altra, in quanto, spesso, gli stessi fan hanno interessi simili.

Per la parte superiore



Personaggi minori di Un medico tra gli orsi

Questa è una lista dei personaggi minori ricorrenti nel serial TV Un medico tra gli orsi.

Interpretato da Richard Cummings Jr., arriva a Cicely in 1.8, spaesato e senza molta coscienza del perché mai abbia d'impulso venduto tutto per comprare un'Harley e fatto migliaia di chilometri da Portland, dove vive, per raggiungere un villaggio sconosciuto in un posto inospitale come l'Alaska.

Da subito qualcosa lo lega indissolubilmente a Chris Stevens: si scopre infatti che è suo fratello, figlio dello stesso padre, Abe Stevens, nato lo stesso giorno, il 3 luglio 1963. Tutta la famiglia Stevens ha una lunga tradizione di mariuoleria, ma Abe dev'essere stato probabilmente il primo del casato a fare qualche tentativo di rompere con questa storia familiare: faceva il camionista e aveva un'altra vita, parallela, a Portland, dove aveva sposato una donna di colore. Suo figlio Bernard, fratellastro di Stevens, crescerà col padre "buono" e "lavoratore", mentre Chris col padre "furfante" e "fannullone". Per Bernard il padre era insonne, per Chris aveva il sonno pesante.

In 3.7, a tre anni dalla morte di Abe, la madre di Bernard vuole risposarsi, e quindi decide di far leggere a suo figlio il vero testamento del padre: 60.000 dollari da dividere tra i suoi due figli. Per tal motivo Bernard (che non ha più l'Harley, ma un Volvo 240 station-wagon) torna a Cicely, così da dare il dovuto al ritrovato fratello.

Jessica Lundy interpreta la ragazza di Joel. Dopo 12 anni insieme, vanno a convivere poco prima che lui parta per Cicely. Si vedrà in 1.4, dopo le prime quattro settimane del soggiorno subpolare di Joel. Lascerà l'interdetto findanzato in 2.1, a sette mesi dalla sua visita a Cicely, proprio quando Joel sta per tornare a New York per due settimane di agognata vacanza. Elaine comunica che lo lascia per un uomo molto più vecchio di lei, tale Dwight, un giudice federale di Louisville in pensione, e va a vivere con lui in Kentucky. Cosa più terribile è che lo lascia per lettera, via posta. In 3.7 Joel riceve la visita inaspettata dell'ex fidanzata, in cerca di conforto, dopo la morte di Dwight. Maggie lo spinge a superare l'orgoglio ferito di abbandonato e ad esserle amico, ma poi si scopre gelosa della ritrovata sintonia dei due ex e teme che tornino insieme. In realtà, dopo una notte di passione, Joel ed Elaine si rendono conto di non essere più innamorati.

Interpretato da Robert Nadir, è l'amministrativo di Anchorage, Stato dell'Alaska, che accoglie il novello dottor Joel Fleischman e lo indirizza a Cicely. Si trova in 1.1,4.11 e 6.13. È entusiasticamente innamorato della sua Alaska: ha girato con la moglie (svedese) tutta l'Europa (Scandinavia, Riviera francese, italiana), ma non è risultata di suo gradimento.

Grant Goodeve interpreta il ragazzo di Maggie in 1.1,1.2, 1.4, 1.5, 1.6, 2.1, 2.7, 3.1 e 4.1. Pilota d'aerotaxi, si scopre daltonico. Tradisce Maggie con migliaia di donne, 2.500, a suo dire, definendosi "ammalato di sesso". Tutte le sue compagne sono consce di questo, tranne Maggie, che ne rimane all'oscuro per tutta la loro relazione, durata 17 mesi. Il rapporto con Maggie viene messo in crisi in 1.6 dalla possibilità che lui abbia un melanoma e dal suo timore di essere vittima della "maledizione O'Connell". Morirà poi in 2.7, a causa di un satellite che gli piomba in testa. Maggie scoprirà di esser stata tradita dopo la morte di lui, in 3.1, quando Joanne, una ragazza di Juneau, verrà a piangerlo sulla tomba. All'ultimo Natale lui le aveva regalato l'Opium di Maggie, mentre donò il Calèche di Joanne a Maggie. Joanne racconta che Rick conosceva bene l'arte indiana, cosa di cui Maggie non era a conoscenza. In 3.4 Maggie è convinta che Rick si sia reincarnato in un husky, poiché, come Rick, non mangia i peperoni, preferisce la carne secca di Holling e la birra e non va d'accordo con Joel.

Per la parte superiore



Episodi di Heroes (The Recruit)

Voce principale: Heroes (serial televisivo).

Heroes: The Recruit è la terza miniserie del serial TV Heroes, annunciata ufficialmente dalla NBC, volta a occupare la pausa tra il Terzo e il Quarto Volume della serie. Come le altre miniserie, i suoi episodi verranno trasmessi esclusivamente via internet. Come dedotto dal primo promo ufficiale, le protagoniste saranno Angela Petrelli e Rachel Mills, una donna reclutata dalla Pinehearst a cui vengono "donati" i superpoteri.

Per la parte superiore



I Soprano

Screenshot logo soprano.JPG

I Soprano è una serie televisiva prodotta dall'emittente americana HBO, trasmessa in USA nell'arco di sei stagioni, dal 1999 al 2007: ideatore e produttore della serie è lo sceneggiatore statunitense David Chase che, oltre a tutti i soggetti, firma anche la regia del primo e dell'ultimo episodio.

Il serial tv descrive la vita di Tony Soprano, boss della mafia italoamericana: la famiglia Soprano, i cui avi italiani sono originari di Avellino, vive nel New Jersey, vanta importanti contatti con le cosche newyorchesi e mantiene relazioni affaristiche con la camorra napoletana.

Il boss è soggetto ad attacchi di panico che lo portano sul lettino di una psicanalista, alla quale confida ben presto i suoi turbamenti legati alla famiglia, in particolare nel rapporto col terribile personaggio della madre Livia: i suoi guai però passano anche attraverso il complesso legame con la moglie Carmela (connivente ma estranea alle imprese criminali del marito), i figli adolescenti, lo zio (fratello del padre) che non lo considera come boss e lo contrasta in ogni modo. A questi problemi personali si aggiungono quelli "lavorativi", in cui Tony deve destreggiarsi fra l'FBI, traditori della sua stessa famiglia e boss in ascesa di famiglie rivali.

I Soprano ha ricevuto tutti i principali premi televisivi, diventando ben presto una serie culto negli USA e il punto di riferimento di altre serie HBO (The Wire, ad esempio) e non solo.

Il successo della serie l'ha fatta divenire la più costosa per la tv via cavo di sempre : la critica, statunitense ma non solo, l'ha definita, in molteplici occasioni tra le più grandi serie televisive di ogni tempo , spesso anche la più influente e importante che sia mai stata realizzata.

Questo successo ha permesso agli sceneggiatori di affrontare - con un realismo d'immagini e una crudezza di linguaggio decisamente fuori dai canoni televisivi classici - tematiche legate all'adulterio, alla violenza, al sesso, profanando luoghi comuni e tabù televisivi, attirando su di sé anche pesanti critiche e dure prese di posizione.

In Italia è stata trasmessa per la prima volta dalla rete televisiva Canale 5 nel maggio 2001, alternando orari e giorni di programmazione.

Questa serie televisiva, durata 6 stagioni (nell'arco temporale di 8 anni, dal 1999 al 2007), per ammissione dello stesso Chase si basa principalmente sulla visione antropologica che della malavita organizzata contemporanea ne ha dato Martin Scorsese in Quei bravi ragazzi, ossia quella dei cosiddetti "piccoli operai del crimine" : la loro vita quotidiana, i problemi familiari che s'incrociano con quelli lavorativi e sentimentali, il tutto visto attraverso una visione ora umoristica ora drammaticamente realista. Chase omaggia ripetutamente Quei bravi ragazzi e anche all'atto della costituzione del cast ha attinto a piene mani da quello del film di Scorsese.

In generale tuttavia, è l'intero panorama cinematografico del genere gangster ad aver contribuito alle atmosfere de I Soprano: da classici come Nemico pubblico, Scarface e Piccolo Cesare, alla trilogia de Il padrino di Francis Ford Coppola, (ripetutamente omaggiata e citata durante le stagioni) i punti di riferimento sono dozzine.

Chase ha architettato un mondo di finzione basandosi però su realtà esistenti, quali la mafia del New Jersey e le Cinque Famiglie di New York. Si è basato su personaggi reali e ne ha preso spunto per la creazione di una serie di legami di finzione estremamente complessi e mai lasciati al caso: sono nate così le cosche immaginarie dei DiMeo, di cui fanno parte i Soprano, e dei Lupertazzi.

Fulcro della narrazione è il personaggio di Tony (una sorta di "Emma Bovary televisiva" ), caso pressoché unico di personaggio televisivo sviscerato nella profondità dei suoi stati d'animo, dei sentimenti, dei sensi di colpa, filtrati attraverso gli occhi del mondo "reale", quello impersonato dalla dottoressa Melfi.

La narrazione è progressiva nelle varie stagioni: i personaggi crescono e sviluppano le loro vicende e i loro conflitti personali, divenendo anche protagonisti di molte puntate al posto di Tony e di piccoli "minicicli" interni.

Uno degli elementi di maggior originalità è l'evidente simbologia che s'innesca nell'intreccio narrativo e che ha creato una sorta di mitologia interna al racconto: cene, ricorrenze, apparizioni fulminee, rimandi ad avvenimenti trascorsi e a persone defunte, metafore continue (con gli animali soprattutto), allusioni e altri espedienti retorici sono solo alcuni degli elementi che hanno portato il testo a vette narrative e a uno sviluppo su molteplici livelli: psicologico, filosofico, sociale e politico. Inoltre, il racconto procede anche per flashback (l'infanzia di Tony, dove si annidano i motivi della sua ansia) e non disdegna incursioni nell'onirico (i sogni di Tony e di altri personaggi sono fondamentali e danno spesso le motivazioni delle azioni coscienti ).

Protagonista indiscusso di questa serie è Tony Soprano, interpretato da James Gandolfini (anche se all'inizio Chase aveva pensato a Ray Liotta, proprio per dare continuità a Quei bravi ragazzi: Liotta, in seguito, venne contattato anche per il ruolo di Ralph Cifaretto). Tony, marito infedele, è sposato con Carmela (Edie Falco), con la quale ha avuto i due figli Meadow (Jamie-Lynn Sigler) ed Anthony Jr. (Robert Iler).

I principali protagonisti del mondo mafioso in cui opera sono invece: Silvio Dante (Steve Van Zandt, il chitarrista di Bruce Springsteen prestato alla recitazione, qui nell'unica interpretazione della sua carriera, che Chase ha scelto dopo averlo visto ritratto sulle copertine dei dischi), suo consigliere e miglior amico; Paulie Gualtieri (Tony Sirico), Sal "Big" Pussy Bonpensiero (Vincent Pastore), il nipote Christopher Moltisanti (Michael Imperioli), Bobby "Bacala" Baccalieri, Vito Spatafore, Patsy Parisi, Furio Giunta, ma soprattutto suo zio Corrado Junior Soprano (Dominic Chianese, attore che ebbe un ruolo importante nella parte di Johnny Ola ne Il padrino - Parte II). Assieme alla psicologa Jennifer Melfi (Lorraine Bracco), completano il cast principale (molto variegato e ampliato in ogni stagione): la sorella di Tony, Janice (Aida Turturro), mentre un'altra sorella, Barbara, compare meno frequentemente; la fidanzata di Chris, Adriana La Cerva (Drea de Matteo); il cuoco ristoratore Artie Bucco (John Ventimiglia) e sua moglie Charmaine (Kathrine Narducci); l'amico e consigliere ebreo Hesh Rabkin (Jerry Adler). Nei primi 28 episodi compare anche la madre di Tony, Livia (Nancy Marchand).

Nel corso delle stagioni appaiono altri personaggi, secondari ma tuttavia fondamentali per l'intreccio narrativo, quali Richie Aprile (David Proval), Ralph Cifaretto (Joe Pantoliano) e Tony Blundetto (Steve Buscemi), appartenenti alla stessa "famiglia" di Tony.

Carmine Lupertazzi (Tony Lip), Johnny Sack (Vincent Curatola) e Phil Leotardo (Frank Vincent) appartengono invece alla Famiglia Lupertazzi, antagonista newyorchese dei Soprano.

Inoltre, sono stati molti i cameo di star durante le varie stagioni: tra i più importanti Annette Bening, Ben Kingsley, Maria Grazia Cucinotta, Paul Mazursky, Lauren Bacall, Ken Leung, Sofia Milos, Sidney Pollack, Nancy Sinatra, Elias Koteas, Sofia Milos, Charles S. Dutton, Hal Holbrook, Richard Bright, Patti D'Arbanville, Daniel Baldwin, Vanessa Ferlito.

La serie è andata in onda per la prima volta su Canale 5 (2001): in seguito (2004) è passata a Fox (prime tre stagioni). Dal 3 maggio 2006 sono state completamente replicate in pay per view su Mediaset Premium che successivamente ha trasmesso la sesta ed ultima stagione inedita (poi trasmessa in chiaro su Italia 1 durante il 2008).

Ep. 1 - 13. Nel New Jersey, alla fine degli anni Novanta, Tony Soprano, sotto la copertura professionale di responsabile dello smaltimento rifiuti, è uno dei più pericolosi boss mafiosi dello stato, così come lo era stato prima di lui suo padre, Johnny Boy Soprano. La sua famiglia, appartenente ai DiMeo, è affiliata al momento con la cosca degli Aprile, il cui capo Jackie è malato incurabile di tumore. Tony è soggetto ad attacchi di panico incontrollato che lo portano nello studio della dott.ssa Jennifer Melfi, psicologa che accetta di occuparsi del suo caso, pur sapendo a grandi linee la vera natura criminale del suo paziente. La famiglia di Tony è composta dalla moglie Carmela, la figlia maggiore Meadow che si appresta ad andare al college e il figlio Anthony Jr, ingenuo adolescente. Lo zio Corrado Junior Soprano, fratello del padre di Tony, coltiva l'ambizione di prendere il posto di Jackie Aprile al comando delle varie famiglie. Mentre inizia l'analisi della dott.ssa Melfi sul passato di Tony (rivelando un rapporto traumatico con la madre Livia, ora anziana ma sempre autoritaria e insensibile verso i figli), si susseguono vicende quotidiane di sfondo mafioso: omicidi, rivalità, una possibile talpa all'interno dell'organizzazione, i pedinamenti dell'FBI. Alcuni personaggi (Artie Bucco, Christopher Moltisanti, Hesh Rabkin) sono protagonisti di vicende che s'intersecano con l'attività di Tony. Alla morte di Jackie, Tony e suo zio Junior iniziano a farsi la guerra: il primo cede lo scettro del comando allo zio, ma solo formalmente. Di fatto il nuovo boss riconosciuto dalle famiglie del Jersey e di New York è difatti Tony. Le cose in terapia non migliorano, anzi: le medicine che la dott.ssa prescrive a Tony (che da subito è attratto dalla sua psicanalista) lo portano ad una fragilità interiore nel vita familiare e nel suo posto di comando che lo portano ora ad improvvisi attacchi d'ira ora a profonde crisi depressive (soprattutto in seguito alla scomparsa di uno dei suoi uomini di fiducia, Pussy Bonpensiero, incolpato da un poliziotto corrotto di essere una spia). Quando zio Junior scopre di essere stato preso in giro vuole vendicarsi: la madre di Tony assume un ruolo fondamentale, istigando ambiguamente lo zio ad ordinare un attentato al figlio. Tony scappa all'attentato e viene informato dall'FBI sui mandanti: la stagione si chiude con il tentativo di Tony di eliminare la madre e l'arresto di zio Junior.

Ep. 14 - 26. Nella seconda stagione, Tony, scampato all'attentato ordito da zio Junior, è di fatto il capo della famiglia, visto che lo zio, incarcerato, è fuori dai giochi. Mentre inizia la battaglia legale per ottenere i domiciliari da parte di Junior, Tony vede tornare: la sorella Janice (che si dice disposta ad accudire la madre ma in realtà mira ad altro); Richie Aprile, fratello di Jackie, uscito di prigione dopo anni e deciso a riprendersi un posto di comando, ma soprattutto Pussy Bonpensiero, informatore dell'FBI che continua la sua doppia vita e convince Tony a riprenderlo con sé. Ricominciano le sedute dalla dott.ssa Melfi, fatta tornare da Tony dal suo esilio forzato: la dott.ssa rivela la natura ambigua del proprio rapporto col suo paziente, invocandone il ritorno in terapia mentre Tony sembrava disposta a soprassedere, convinto di non essere in grado di guarire. Tony rompe anche i rapporti con la madre, dopo che al termine della prima stagione aveva avuto la conferma che era lei di fatto la mandante del suo attentato. Durante un viaggio d'affari a Napoli Tony porta con se' il killer della camorra Furio Giunta. Richie Aprile inizia una relazione con Janice, sua vecchia fiamma, e organizza un giro di cocaina che lo porta a scontrarsi con Tony, che intanto rompe il rapporto con la sua amante russa. Mentre Pussy è ormai ad un passo dall'essere scoperto, Tony ordina l'eliminazione di Richie, ma Janice, durante un violento litigio, lo anticipa uccidendo Richie. Tony occulta il cadavere e spedisce Janice a Seattle. La stagione si chiude con la rivelazione (in sogno) del tradimento di Pussy e la sua sofferta eliminazione.

Ep. 27 - 39. Molti gli avvenimenti importanti nella terza stagione, dal ritorno dell'ambizioso Ralph Cifaretto, che inizia una relazione con Rosalie Aprile, a Meadow che, oramai al college, s'innamora di un ragazzo di colore, Noah (ma il loro rapporto si complica sul nascere per l’intrusione razzistica di Tony). Inoltre, a zio Junior viene diagnostico un cancro ed è necessario un intervento: ma l'evento determinante per le vicende dei Soprano è soprattutto la scomparsa di Donna Livia. Janice, tornata in occasione del suo funerale, va ad abitare nella casa della madre, creando non pochi problemi a Tony. Christopher viene promosso e diviene affiliato alla famiglia, passando sotto il controllo di Paulie. Un evento che tocca marginalmente le vicende di Tony è lo stupro della dott.ssa Melfi da parte di un giovane commesso, nel parcheggio dello studio: combattendo col desiderio di vendetta nei confronti del suo aggressore, la psicanalista continua a confidare nella giustizia, anche dopo che questa si dimostra inadatta, visto che il violentatore viene lasciato a piede libero. Nel giro di poco tempo, Tony entra in aperto conflitto con Ralph Cifaretto, che dimostra d'essere incontrollabile e assetato di potere, in particolare dopo la sua mancata promozione: il massacro, nel parcheggio del Bada Bing, di una giovane spogliarellista incinta, da parte di Ralph, scatena la furia di Tony. Il boss conosce inoltre Gloria Trillo, con cui inizia una tormentata e appassionata relazione, mentre Carmela, insoddisfatta del suo rapporti col marito, si avvicina alla psicoterapia. Il figlioccio di Ralph, Jackie Aprile, Jr., s'innamora di Meadow, quando questa interrompe i rapporti con Noah. Nonostante gli ammonimenti di Tony, nel frattempo, il giovane Jackie si avvicina al crimine: quando viene organizzata una rapina ad una bisca clandestina dove vi scappa il morto, Tony assegna a Ralph la scelta della punizione di Jackie Jr. Ralph decide di farlo uccidere, per mano di uno dei suoi uomini, Vito Spatafore.

Ep. 40 - 52. La stagione inizia con la cattura di Paulie che passa un periodo in carcere: il suo posto viene preso da Chris che però continua a creare problemi a Tony, specialmente per il continuo uso di droga. All'uscita di galera, Paulie comincia ad avvicinarsi ai Lupertazzi, passando loro diverse informazioni. Anche Ralph continua a creare grattacapi: l'incendio doloso alla scuderia porta alla morte del cavallo di corsa di Tony, che si vendica su Ralph in una furibonda lite. Chris viene internato in una clinica per la disintossicazione, mentre Adriana La Cerva, nel mirino dell'FBI, fa il doppio gioco suo malgrado. Parallelamente, Carmela intrattiene una relazione "virtuale" con Furio: al colmo dell'esasperazione per i continui tradimenti del marito e ormai innamorata del sicario giunto da Napoli, decide di allontanarsi da Tony. Alla fine della stagione 4 la coppia si separa.

Ep. 53 - 65. Separatosi da Carmela, Tony si lancia in un corteggiamento serrato verso la dott.ssa Melfi, inutilmente. Mentre zio Junior alterna momenti di squilibrio mentale ad altri di lucidità, tornano in pista alcuni criminali che vengono scarcerati contemporaneamente, tra cui Michele "Feech" La Manna, uno dei boss storici della Famiglia; Phil Leotardo, membro dei Lupertazzi assetato di potere; ma soprattutto torna in libertà Tony Blundetto, detto Tony B, cugino di Tony. Tony cerca di facilitare il ritorno del cugino, ma ben presto questi si fa immischiare nella lotta al potere a New York dopo la morte improvvisa dell'anziano boss Carmine Lupertazzi. Mentre Adriana cerca di svincolarsi dalla morsa dell'FBI, Carmela inizia una relazione con un insegnante di Anthony, il prof. Robert Wegler. Tony comunque non prende nemmeno in ipotesi l'idea del divorzio e i due, faticosamente, si riavvicinano. Tony B., in seguito a una serie di faide, fa fuori il fratello di Phil Leotardo e questo fatto innesca le vicende che portano alla conclusione della serie. Tony è costretto a difendere il cugino che si dà alla macchia: ma dopo molte difficili scelte (tra cui quella di dare una soffiata alla polizia e rimandare in carcere "Feech" La Manna), raggiunge il cugino nascosto in una fattoria e lo fa fuori. Il nuovo ragazzo di Meadow, Finn, scopre Vito con un altro uomo e comincia a temere per la propria vita. Anche Adriana è messa al muro dagli agenti federali e, alla fine, è costretta a rivelare a Chris di essere un'informatrice. Tony dà così mandato a Silvio di eliminarla. La stagione si conclude con una retata dell'FBI che porta in carcere Johnny Sack e cambia gli scenari di potere nelle famiglie newyorchesi.

L'ultima stagione è stata divisa in due parti, trasmesse dall'HBO a 10 mesi di distanza l'una dall'altra.

La sesta stagione inizia con l'attentato di zio Junior a Tony: in preda a demenza l'anziano spara al nipote e lo lascia agonizzante. In coma, Tony vive una seconda vita, immaginando un'esistenza "comune", (crede di essere un rappresentante di commercio con lavoro, famiglia e figli) che lo porta alle soglie dell'aldilà. Mentre attorno a lui ci si scontra per il vuoto di potere, Tony combatte (con Carmela, Meadow e i suoi uomini di fiducia sempre al suo fianco) tra la vita e la morte. Risvegliatosi, si accorge d'essere cambiato: meno irruento, più riflessivo, maggiormente attaccato alla vita. Nel frattempo, a New York, i Lupertazzi sono sotto il momentaneo controllo di Phil Leotardo, in quanto Johnny Sack è rinchiuso in prigione e medita di collaborare con la giustizia per avere sconti di pena. Vito Spatafore non riesce più a nascondere la sua omosessualità: si reca in un locale gay e viene casualmente visto da due scagnozzi di una famiglia mafiosa. Appena la voce si diffonde, gli uomini di Tony e di Phil vogliono ucciderlo per quello che reputano un marchio d'infamia: Tony trattiene a stento l'istinto delle bande, mentre Vito fugge nel New Hampshire. Qui incontra "Johnny Cakes" di cui s'innamora, ricambiato: i due iniziano una relazione e vanno a vivere assieme. Chris e Little Carmine Lupertazzi cercano gli attori per il loro film, La mannaia, recandosi anche a Hollywood, mentre A.J. conosce Blanca, domenicana con figlio a carico e se ne innamora. Incapace di stare lontano dalla sua famiglia, Vito ritorna nel Jersey: contatta Tony per ritornare negli affari, ma Phil Leotardo lo raggiunge nel motel dove si nascondeva e lo massacra.

I primi episodi dell'ultima parte della sesta stagione narrano dei dubbi di Tony verso i suoi uomini di fiducia: la fedeltà di Bobby, Tony, Hesh e Christopher viene messa a dura prova. Christopher soprattutto si dimostra sempre inquieto, nonostante il matrimonio e la nascita della figlia: la produzione del film La mannaia mette in evidenzia come egli covi un forte risentimento verso il boss, per la morte di Adriana. Intanto i rapporti con New York si deteriorano: a suon di cadaveri, Phil Leotardo si sbarazza della concorrenza e, dopo la morte in carcere di Johnny Sack, diviene il boss dei Lupertazzi. Mentre in famiglia è A.J. a dare i maggiori problemi dimostrando chiari segnali di depressione dopo la fine della relazione con Blanca, Tony passa un periodo difficile dal punto di vista economico e si avvicina al gioco d'azzardo.

Ma gli eventi precipitano: dopo un incidente stradale con Christopher (al ritorno da New York dove era avvenuto l'ennesimo scontro con Phil), Tony ne approfitta per soffocare il nipote, dando poi la colpa all'uscita di strada dell'auto. Phil, assetato di potere e vendetta per suo fratello Billy ordina l'inizio delle ostilità e dà mandato a Butch di eliminare i vertici dei Soprano. A.J., disperato e fragile, tenta il suicidio: l'intervento del padre evita per un pelo la tragedia nella piscina di casa. Anche la Melfi compie una scelta drastica: convinta dal dott. Kupferberg tronca di netto la terapia (e anche il rapporto personale) con Tony. Avvisato dall'agente Harris, Tony decide di colpire per primo, ma per errore non viene ucciso Phil, ma il padre della sua amante. La vendetta sarà tremenda: Bobby viene barbaramente ucciso e anche Silvio viene colpito in un agguato, finendo in coma. Rifugiatisi in un luogo segreto, i sopravvissuti si riorganizzano: Tony riesce (ancora grazie all'agente Harris) a fissare un meeting chiarificatore con Butch e Albie Cianflone e si decide la fine delle ostilità. Phil Leotardo viene intercettato e freddato da Walden Belfiore.

Si chiudono così le vicende dei Soprano, con un'enigmatica "ultima cena" in un ristorante, dove si aggira un misterioso "Man in Members Only Jacket" (come recitano i titoli di coda). La famiglia non si riunisce del tutto: Meadow sta per entrare, Tony guarda di fronte a sé, quando le immagini e la musica s'interrompono e lo schermo diviene nero.

Nel corso delle 6 stagioni, dal 1999 al 2007, la serie ha ricevuto tutti i premi televisivi USA: oltre a 5 Golden Globe Award, ha vinto 82 premi principali (gli ultimi 3 sono stati gli Emmy Award del 2007 come Miglior serie drammatica, Miglior regia e Miglior sceneggiatura di episodio) e ha ricevuto 211 nomination, rendendola al momento la serie più premiata di sempre.

Negli Stati Uniti la serie è stata oggetto, fin dagli esordi, di pesanti critiche per la sua rappresentazione dell'ambiente italoamericano. Il National Italian American Foundation ne ha preso decisamente le distanze, sostenendo che il serial tv facilita gli stereotipi tipici degli italoamericani, dipinti come mafiosi, adulteri e portatori di una sottocultura che ha come principali caratteristiche la violenza e la volgarità intellettuale (che dal punto di vista verbale si evidenzia in un linguaggio rozzo e sgrammaticato da parte dei protagonisti principali). Nel 2001 l'ex governatore dello stato di New York Mario Cuomo ha definito la serie (...) un pericolo per la società e soprattutto per i giovani” , concetto ripetuto da diversi esponenti politici successivamente, a parate quali il Columbus Day o altri avvenimenti in cui sono stati invitati gli attori del cast.

Paradossalmente, il successo mondiale della serie, bissato da ascolti record, non è stato ripetuto in Italia, di fatto la patria dei protagonisti della serie. La programmazione, inizialmente in seconda serata, è slittata nelle ore notturne e ha cambiato anche giorno di programmazione, spesso senza preavviso. E' finita poi sui canali satellitari e sul digitale: i dvd sono stati distribuiti solo nel corso del 2008. Le ragioni sono da ricercarsi nelle stesse critiche agli stereotipi sugli italoamericani che la comunità italiana in USA ha mosso: Gianfranco Fini, in occasione del Columbus Day del 2004 a cui è stato invitato dichiarò pubblicamente: "(...) Gli italoamericani sono una forza positiva e nessuna serie televisiva può cancellarlo", riferendosi proprio agli stereotipi proposti da serie come I Soprano.

Come detto, sono moltissimi i riferimenti ai capolavori del cinema gangster che vengono inseriti tra le pieghe narrative. Vediamo le principali curiosità e citazioni al riguardo.

Per altre curiosità si rimanda alle singole voci degli episodi e dei protagonisti.

Per la parte superiore



Roberto Del Giudice

Roberto Del Giudice (Milano, 25 settembre 1940 – Roma, 25 novembre 2007) è stato un attore, doppiatore e direttore del doppiaggio italiano.

Ha prestato la voce a molti personaggi animati, sia del cinema che della televisione: è stato ad esempio Benny il taxi in Chi ha incastrato Roger Rabbit, Zazu in Il re leone (e nei seguiti Il re leone II: il regno di Simba e Il re leone 3: Hakuna Matata), Roberto Sedinho (Roberto Hongo) in Holly e Benji (solo nelle prime tre serie), Lupo de' Lupis (nella terza edizione italiana), la seconda voce di Miss Piggy nel Muppet Show, la seconda voce di Bo Duke (interpretato da John Schneider) nella serie televisiva Hazzard, Neelix in Star Trek: Voyager, Nabeshin nell'anime Excel Saga e la Morte nel cartone animato I Griffin. Ha prestato la voce anche a Lee Majors nel serial tv L'uomo da sei milioni di dollari e al caporale Rayers, nella versione colorata digitalmente del celebre Zorro prodotto dalla Disney negli anni Cinquanta e Sessanta.

Roberto Del Giudice è noto soprattutto per essere stato la voce di Lupin III in tutti gli anime dedicati al personaggio, eccezion fatta per il lungometraggio Il Castello di Cagliostro, per il quale ha rimediato nel 2007 partecipando al terzo doppiaggio del film, eseguito per conto della Mikado. Questo è probabilmente l'ultimo lavoro di Del Giudice su Lupin III insieme ai TV Specials del 2004 e del 2005 e al quarto doppiaggio del film La pietra della saggezza.

Ha diretto il doppiaggio delle edizioni italiane di film come Nikita di Luc Besson, Allucinazione perversa di Adrian Lyne, Il padre della sposa di Charles Shyer, Haunting - Presenze di Jan de Bont e Prova a incastrarmi di Sidney Lumet, nonché di telefilm quali Beverly Hills, 90210 e House M.D..

Nel 2004 si è aggiudicato la terza edizione della targa "Franco Latini - Le voci di Cartoonia".

È morto la sera del 25 novembre 2007, da tempo malato.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia