Sapporo

3.3329355608556 (838)
Inviato da amalia 26/03/2009 @ 09:09

Tags : sapporo, giappone, asia, esteri

ultime notizie
Sull'insostenibile leggerezza del G8 torinese - Il Pane e le Rose
È infatti solo a partire dall'incontro di Sapporo del 2008, svoltosi all'interno del G8 di Hokkaido (Giappone), che il mondo accademico è entrato nelle attenzioni dei “grandi”. Come mai? Una risposta potrebbe essere ricercata nell'obiettivo di...
Incontri, manifestazioni e dibattiti - Il Manifesto (Abbonamento)
Da oggi fino a martedì, Torino ospita il G8 University Summit: 50 rettori (due per ciascun paese del G8 più alcuni dai paesi "in via di sviluppo") che dopo essersi incontrati lo scorso anno a Sapporo, si ritrovano al castello del Valentino [....
Gli studenti dell'Onda ricompaiono a Torino - inviatospeciale
Al precedente incontro dei G8 universitari di Sapporo, in Giappone, organizzato nell'estate 2008, parteciparono in rappresentanza dell'Italia la Conferenza dei Rettori (CRUI), il Politecnico di Torino e l'Università di Firenze....
Brunno Jahara e Elvezia Allari a Casa del Palladio a Vicenza - guida supereva cartoon
... oltre che presentato su numerose riviste di settore e d'arte, e' stato esposto all'Amsterdam Design Week, al Tokyo Designers Block, al Sapporo Design Week, al Centre Design di Marsiglia, al Centre Georges Pompidou di Parigi, alla Milano Design Week...
Giappone, le toilette pubbliche si trovano con il cellulare - The New Blog Times
Gli utenti possono scaricare il programma dal sito dell'azienda, il cui database contiene la mappa di ogni… tazza, da Tokyo a Sapporo. Al di là di ogni ilarità, la presenza dello strumento evidenzia la sempre maggiore utilità di un cellulare nei suoi...
Ecco il sapone di birra per togliervi l'odore di sbronza - Asylum Italia
La Beer Soap Company produce saponi a freddo dai diversi sapori di birra, dalla Guinness extra scura, alla Foster e fino alla giapponese Sapporo, con tutto quello che ci va di mezzo. Il che significa anche una barretta di sapone al limone e alla...
Il G8 delle Università e la sostenibilità ambientale - Eco dalle Città
Al termine dei lavori è stata stilata una dichiarazione, indirizzata agli stati membri del G8 che si sarebbero riuniti pochi giorni dopo: la Sapporo Sustainability Declaration (SSD) firmata dai 37 Rettori è una presa di posizione che enfatizza il ruolo...
Recensioni: YoJi, ristorante giapponese a Sesto - 02blog.it
Nell'ultima visita abbiamo preso in due un sushi mix (12 pezzi, 12 euro), un sashimi mix (9 pezzi, 13 euro), un insalata Sunumono (con alghe e sashimi in aceto), una porzione di 8 nighiri tempura, 2 mizu e 2 birre (una Sapporo e una Asashi)....
Smash G8 University Summit - Il Pane e le Rose
In realtà siamo di fronte all'ennesimo tentativo di presentare le istituzioni accademiche come soggetti neutrali (“essendo neutrali ed oggettive” - Dichiarazione sulla sostenibilità di Sapporo), portatrici di conoscenze oggettive e finalizzate ad un...
quando la sfida nasce in casa - La Repubblica
Ancora sci imparato a casa: Pirmin Zurbriggen e sua sorella minore Heidi, i due Ochoa (Francisco Fernandez, scomparso nel 2006, che batté Thoeni a Sapporo, insegnò a sciare al Re Juan Carlos, e sua sorella Blanca), i due Wenzel (Andreas e Hanni)....

Sapporo

Sapporo (Giappone)

Sapporo (札幌市, Sapporo-shi?, ascolta ), con una popolazione di circa 1.870.000 abitanti, è la quinta città per grandezza del Giappone ed è la capitale della prefettura di Hokkaido.

La città è la maggiore produttrice di birra di tutto il Giappone; in particolare la birra prodotta localmente è famosa per la sua qualità. Nell'isola di Hokkaido persistono antiche tradizioni legate alla cultura degli Ainu, una minoranza etnica migrata anticamente nell'isola dal nord.

L'isola di Hokkaido è la maggiore produttrice agricola di tutto il Giappone.

L'isola ospita più di 60 vulcani che rappresentano più del 10% dei vulcani di tutto il mondo.

A Sapporo nel 1972 si tennero i primi Giochi olimpici invernali in terra asiatica.

Annualmente la città di Sapporo ospita uno dei maggiori eventi invernali in Giappone: il Sapporo Snow Festival, una manifestazione della durata di sette giorni, che vede la partecipazione di artisti di tutto il mondo impegnati in una gara per la realizzazione di sculture di ghiaccio.

Per la parte superiore



3473 Sapporo

3473 Sapporo è un asteroide della fascia principale. Scoperto nel 1924, presenta un'orbita caratterizzata da un semiasse maggiore pari a 2,3630971 UA e da un'eccentricità di 0,1565423, inclinata di 0,96316° rispetto all'eclittica.

Per la parte superiore



Consadole Sapporo

Il Consadole Sapporo (コンサドーレ札幌, Konsadōre Sapporo?) è una società calcistica giapponese con sede a Sapporo (per la precisione sull'isola di Hokkaido) e che milita nella prima divisione della J League.

Il nome del club nasce dall'unione di consado (è l'anagramma della parola giapponese dosanko, che significa gente di Hokkaido) con ole. Questo nome simbolizza l'amore per la squadra da parte di tutti gli abitanti di Hokkaido.

Nel 1935, l'importante compagnia Toshiba fondò la propria squadra calcistica, il Toshiba S.C., con sede a Kawasaki. Nel 1978, il Toshiba venne promosso nella seconda divisione dell'oggi defunta Japan Soccer League (JSL). Nel 1980, la dirigenza del club decise di adottare un nuovo nome - Toshiba Soccer Club - e nel 1989 la squadra ottenne la promozione nella prima divisione della JSL. La compagine di Kawasaki prese parte alla Japan Football League nel 1992, e vi militò fino al 1997.

La compagnia Toshiba decise di trasformare la squadra in un club professionistico, ma non riteneva Kawasaki la base ideale per sviluppare tale progetto, poiché in questa città aveva già sede il Verdy Kawasaki, all'epoca una delle società più importanti del calcio giapponese. Decisero così di spostarsi a Sapporo, dove tra l'altro nel 2001 sarebbe stato completato il nuovo stadio cittadino, il Sapporo Dome. Il trasferimento nella nuova sede avvenne prima dell'inizio della stagione 1996.

La Toshiba oggi non ha più alcun legame con il Consadole, che però continua a utilizzare per le proprie divise il rosso e il nero, i colori ufficiali della compagnia fondatrice.

Il Consadole Sapporo ereditò il posto in JFL dal Toshiba S.C. La sua stagione di debutto, nel 1996, non fu un successo, in quanto finì quinto in campionato, mancando la promozione. Ad ogni modo, il Consadole vinse la JFL l'anno successivo, conquistando così il diritto a partecipare alla J League.

Nel 1998 il team di Sapporo esordì nella J. League, chiudendo il campionato al 14° posto su diciotto partecipanti. Questo risultato però non lo salvò dal dover disputare i play out: infatti, per decidere le cinque squadre (le ultime quattro classificate della J League e la vincitrice della JFL) che si dovevano contendere la salvezza/promozione, non si tenne conto solo del campionato 1998-1999 (in cui il Consadole era giunto quintultimo), ma anche del campionato 1997-1998, nel quale il club di Sapporo non militava ancora nella J League. Aggregando le classifiche delle due stagioni, il Consadole risultò classificato al 16° posto e dovette quindi disputare i play out; il risultato fu un disastro, in quanto i rossoneri persero tutte le gare contro il Vissel Kobe e l'Avispa Fukuoka, finendo così per retrocedere.

Nel 1999 il Consadole ingaggiò come allenatore Takeshi Okada, l'ex commissario tecnico della nazionale giapponese. Oltre che sull'allenatore, la dirigenza fece anche enormi investimenti su nuovi giocatori, che portarono il debito della società fino a 330 milioni di dollari.

Nel 2000, per evitare la bancarotta, la dirigenza tagliò drasticamente i costi, finendo con l'avere in rosa ben otto giocatori in prestito (molti dei quali titolari fissi della squadra). Questa strategia diede degli ottimi frutti, infatti il Consadole vinse il campionato è tornò in J League 1.

Nel 2001 la squadra di Sapporo arrivò undicesima in campionato, ma Okada si rifiutò di prolungare il contratto per l'anno successivo e insieme a lui molti giocatori importanti lasciarono il club. Il risultato fu un 2002 disastroso: il Consadole arrivò ultimo in campionato e retrocesse in J League 2.

Nel 2003 la società investì nuovamente grandi capitali per tornare subito nel massimo campionato ma tutto ciò, oltre ad aggravare ulteriormente la situazione economica del club, non servì per conquistare la promozione. A quel punto divenne necessaria una completa ristrutturazione della squadra: ancora una volta si lasciarono partire i giocatori con gli stipendi più onerosi e si puntò su giovani di belle speranze. Questa strategia permise di ridurre i debiti societari, ma a livello sportivo il contraccolpo fu duro: il Consadole, nel 2004, arrivò ultimo in classifica nella J League 2.

Il team di Sapporo trascorse altri due anni nella seconda divisione, poi nel 2007 vinse il campionato e tornò così nella J League 1.

Per la parte superiore



Diocesi di Sapporo

La diocesi di Sapporo (in latino: Dioecesis Sapporensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Tōkyō. Nel 2004 contava 17.763 battezzati su 5.690.493 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Peter Toshio Jinushi.

La diocesi comprende la prefettura di Hokkaido.

La sede vescovile è la città di Sapporo.

Il territorio è suddiviso in 68 parrocchie.

La prefettura apostolica di Sapporo fu eretta il 12 febbraio 1915, ricavandone il territorio dala diocesi di Hakodate (oggi diocesi di Sendai).

Il 30 marzo 1929 la prefettura fu elevata a vicariato apostolico.

Il 18 luglio 1932 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della missione sui iuris di Karafuto (oggi Prefettura apostolica di Južno-Sachalinsk).

L'11 novembre 1952 è stata elevata a diocesi.

La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 5.690.493 persone contava 17.763 battezzati, corrispondenti allo 0,3% del totale.

Per la parte superiore



Hockey su ghiaccio agli XI Giochi olimpici invernali

Il torneo di hockey su ghiaccio delle olimpiadi invernali del 1972 a Sapporo (Giappone), fu il primo a non essere considerato valevole per il titolo di campione del mondo. Il torneo si svolse dal 3 al 13 febbraio 1972 e vi parteciparono 11 squadre.

Intitolate a partecipare furono le 6 squadre del gruppo A dei campionati mondiali del 1971, oltre alle migliori 5 del gruppo B e ai padroni di casa del Giappone. Poiché la Germania Est rinunciò a partecipare al torneo, invece delle 12 squadre previste ne rimasero solo 11. Il torneo iniziò, come i due precedenti di Innsbruck e Grenoble, con un turno a eliminazione diretta. A questo non partecipò l'Unione Sovietica, in quanto detentrice del titolo olimpico e per via dell'abbandono della DDR. Gli altri incontri vennero stilati in base alle graduatorie dei mondiali precedenti, con scontri tra squadre del gruppo A e squadre del gruppo B. Questo torneo olimpico fu il primo senza la partecipazione della nazionale canadese. L'Unione Sovietica vinse l'oro per la quarta volta, mentre gli USA costituirono una grossa sorpresa, vincendo l'argento pur partendo come squadra di gruppo B.

Le vincenti disputarono il girone delle medaglie assieme all'Unione Sovietica, campionessa olimpica uscente. Le perdenti disputarono il girone di consolazione.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia