Salve

3.4080924855459 (865)
Inviato da amalia 08/04/2009 @ 13:07

Tags : salve, puglia, italia

ultime notizie
Castellammare: Lite in strada, esplosi tre colpi a salve - StabiaChannel.it
La solita lite per futili motivi ieri mattina a Castellammare di Stabia, dove un 59enne ha sparato tre colpi a salve per spaventare un 44enne. Tutto parte da una vicenda personale che vede implicati i due protagonisti, entrambi stabiesi....
Influenza A: "Anche io sto male, ho la febbre colpa di quel bacio ... - La Repubblica
Diversi ragazzi si sono recati al Gemelli e allo Spallanzani per farsi controllare Al pronto soccorso del Gemelli si sono presentati in undici, ieri: «Salve, sono ritornato tre giorni fa dal viaggio con la scuola negli Usa, ero insieme a quei ragazzi...
Sabato sera di controlli: arrestato 24enne per spaccio - il Paese Nuovo
Inoltre, a Salve, i militari dell'Aliquota Operativa hanno notato un uomo che cedeva della sostanza stupefacente ad un acquirente. Subito fermati e sottoposti a perquisizione personale, l'acquirente è risultato essere un 37enne gioielliere abruzzese...
Barbara Cavandoli: "Tramvia salva grazie al PD" - 055news.it
Nella giornata di ieri il dietrofont: i 110 milioni restano dove sono, le linee 2 e 3 possono dirsi per il momento salve. Sulla vicenda e non solo Barbara Cavandoli, candidata al Consiglio Comunale nelle liste del PD che, col sorriso sulle labbra,...
Salve, ho iniziato da una settimana la pillola anticoncezionale ... - Diregiovani
a dire il vero ci hai un po' colpiti questo repentino cambiamnento di desiderio... Tuttavia se sei decisa siamo contenti per tua scelta, ma ti consigliamo di seguire alcune indicazioni per intraprendere una gravidanza che sia il più serena e sicura...
PD: FINOCCHIARO, LAICITA' STATO NON SI DISCUTE.SALVE OBIEZIONI ... - Asca
(ASCA) - Roma, 12 mag - In un grande partito come il Pd ''la laicita' dello Stato non puo' essere in discussione'', anzi, deve essere il suo ''cardine'', anche se ''ci puo' essere una posizione di obiezione di coscienza''....
Serie A: Milano in semifinale, Biella a gara 5 - Il Sole 24 Ore
Milano non trova piu' la via del canestro e continua a sparare a salve dalla lunga distanza, mentre la Tercas riesce a trovare il sorpasso ad inizio ultimo quarto con una penetrazione di Piazza e mantiene il vantaggio per tutto il tempo con le...
I carabinieri arrestano coppia con 70 grammi di marijuana - CataniaOggi
Infine nell'armadio della camera da letto, i militari hanno trovato e sequestrato una pistola in metallo a salve, marca Valtro, cal. 8 ml, priva di tappo rosso, con annesso un caricatore contenente 9 munizioni a salve. Nel corso dei controlli è stato...
Napoli, bambini giocano a pallone e trovano 2 pistole - Adnkronos/IGN
La palla è finita contro una pietra che si è spostata per l'urto, rivelando le armi a salve nascoste all'interno di un foro. I piccoli hanno dato l'allarme e poco dopo è arrivata una pattuglia di agenti dell'ufficio di prevenzione generale della...
Cure naturali: le terme a casa fai-da-te per rivitalizzare la ... - MondoBenessereBlog
GRASSI TOMMASO: Salve,mi chiamo Tommaso ed ho 34 anni, soffro di nichel da ragazzo volevo solo sapere se era normale che ogni anno di questi tempi... simona: nn credo ke la pillola abb qsti effetti..nn sn una dottoressa sn una ragazz di 21 anni ea...

Salve

Il Tafaluro a Torre Sant'Andrea, marina di Melendugno (LE)

Salve è un comune di 4.556 abitanti del basso Salento, in provincia di Lecce. Noto per la sua marina, ha cinque frazioni: Lido Marini, Marina di Pescoluse, Ruggiano, Torre Pali e Torre Vado.

Nell'età del bronzo il territorio di Salve ospitava insediamenti messapici, la cui presenza è testimoniata da diversi ritrovamenti archeologici. L'origine dell'attuale centro urbano si fa risalire al centurione Salvius, che nel 267 a.C. avrebbe avuto queste terre in premio dopo l'assoggettamento del Salento a Roma.

Il centro abitato si espanse per lo spostamento verso l'interno degli abitanti della costa ionica, dove era diffusa la malaria. Nel IX secolo d.C., per difendersi dalle scorribande saracene, furono erette le mura; altre fortificazioni, tuttora esistenti, furono costruite nel XV secolo come difesa dai Turchi.

Nel 1563 fu terminata la costruzione della torre in pietra di "Torre Pali", eretta dagli Spagnoli insieme a molte altre su tutta la costa salentina. La torre, che sorge dal mare, si trova a circa 13 km a ovest di Santa Maria di Leuca. Le torri servivano per avvistare le navi turche e per allarmare così tempestivamente tutto il territorio salentino, mediante l'accensione di fuochi di segnalazione. La torre ha dato il nome all'omonima frazione del comune.

Nel 1930 fu iniziata la grande bonifica delle coste ioniche salentine, terminata nel secondo dopoguerra. Grazie a tali opere è stato possibile utilizzare le spiagge della costa e si è sviluppato il turismo balneare, che oggi costituisce una delle principali risorse economiche della città.

Per la parte superiore



Salve D'Esposito

Salvatore D'Esposito, meglio conosciuto come Salve D'Esposito (Sorrento, 9 agosto 1903 – Roma, 22 gennaio 1982), è stato un compositore e direttore d'orchestra italiano. La sua fama è legata soprattutto alla canzone napoletana, in particolar modo a successi quali Me so' 'mbriacato 'e sole e Anema e core.

Diplomatosi presso il Conservatorio di San Pietro a Majella, Salvatore D'Esposito inizia la sua carriera negli anni '20, facendosi conoscere come concertista in Francia e in Inghilterra. Tornato in Italia nel 1930, si sposa con Giulietta e si stabilisce a Capri fino allo scoppio della guerra. Dal matrimonio con Giulietta nascono le sue due figlie, Luisa (1932) e Raffaella (1937).

Nel 1942 Salvatore e la sua famiglia si trasferiscono a Roma, città in cui il Maestro compone canzoni quali Ho interrogato gli astri, A Roma vojo annà e Ti regalo una canzone. Onorato dalla capitale con una targa in occasione della “Festa de’ noantri”, il musicista sorrentino vivrà a Roma per il resto della sua vita.

Negli ultimi anni '40, precisamente nel 1948, Salve D'Esposito incontra Domenico Titomanlio, in arte Tito Manlio, un noto autore di testi musicali col quale Salve costruirà un fortunato sodalizio negli anni a venire. Proprio in quell'anno, infatti, i due artisti danno vita al loro primo successo musicale, dal titolo Me so 'mbriacato e sole: la canzone, lanciata a Sorrento dal cantante Antonio Basurto, si afferma ben presto anche all’estero e diventerà uno dei capisaldi della carriera del Maestro.

Al 1950 risale invece la canzone Anema e core, uno dei brani più famosi e celebrati della coppia D’Esposito-Tito Manlio. Anche in questo caso si tratta fin da subito di un grande successo, sia nazionale che internazionale: la melodia, battezzata dal celebre tenore Tito Schipa, verrà cantata da un gran numero d'artisti, tanto in Italia quanto all’estero.

Negli anni '50 la carriera di Salve s'avvalora di numerose collaborazioni. Nel 1951 compone N'angelo e Trascuratella, su versi del poeta Enzo Bonagura. Il 1952 è l’anno della canzone Tradimento, composta da Salve e scritta dal regista Ettore Giannini. Del 1953 si ricorda Casarella 'e Pusitano, su versi del giornalista e critico d'arte Piero Girace. Fra il 1954 e il 1955 collabora col paroliere Nisa alle canzoni Campane napulitane, Ammore e sentimento e Cuncè vendetta. Agli stessi anni risalgono anche le collaborazioni con i poeti Pasquale Manzo, Carlo Da Vinci, Armando Ciervo e Riccardo Morbelli. Prosegue intanto il sodalizio con Tito Manlio, col quale Salve lavora a diversi brani: fra gli altri, si possono ricordare Felicità, Padrone d' 'o mare e Musica 'mpruvvisata.

Fra i tanti capitoli della carriera del Maestro va menzionata l'amicizia con Oscar Wirth, proprietario del noto Hotel Hassler a Roma. Nell'albergo romano, in effetti, Salve trascorre buona parte dei suoi ultimi anni d'artista, componendo già nel 1963 una canzone dal titolo Hassler e dilettando amici e clienti dell’albergo con l’esecuzione di pregevoli melodie.

Per la parte superiore



Salve a ti

Salve a ti (Salve a te) è l'inno nazionale del Nicaragua. L'autore è il poeta Salomón Ibarra Mayorga, che l'ha composto nel 1918. La musica è un antico canto dell'epoca coloniale, adattato da Luis Abraham Delgadillo nella tonalità Mi Bemolle Maggiore.

¡Salve a ti, Nicaragua! En tu suelo ya no ruge la voz del cañón ni se tiñe con sangre de hermanos tu glorioso pendón bicolor.

Brille hermosa la paz en tu cielo nada empañe tu gloria inmortal que el trabajo es tu digno laurel y el honor es tu enseña triunfal.

Quest'inno è stato cantato e approvato ufficialmente solo 21 anni dopo la sua creazione: il 20 ottobre del 1939, per opera del Presidente del Nicaragua e dittatore Anastasio Somoza García, con il Decreto Esecutivo No. 3, pubblicato ne La Gaceta, Diario Ufficiale, No. 231 del 24 dello stesso mese e anno.

Per la parte superiore



Salve Regina

La "Salve Regina" è una delle 4 antifone mariane.

Le altre antifone mariane sono: Regina Coeli, Ave Regina Coelorum e Alma Redemptoris Mater.

Questo inno fu composto nel medio evo in latino pare da Papa Gregorio VII, la lingua allora universalmente adottata per le celebrazioni cattoliche. Tradizionalmente viene cantata in latino, tuttavia ne esistono numerose traduzioni. Nel passato sono numerose le versioni orchestrate di questa antifona, fra le quali meritano di essere citate quelle di Marc-Antoine Charpentier e di Giovanni Battista Pergolesi.

L'origine della preghiera risale al XI secolo, ma la sua composizione non è certa. La tradizione più diffusa attribuisce la stesura di questa antifona al monaco Ermanno il paralitico . Viene anche attribuita ad sant'Anselmo da Lucca (morto nel 1086), a san Pietro di Mezonzo, vescovo di Iria Flavia o, alternativamente a San Bernardo durante la sua permanenza all'eremo dei Santi Jacopo e Verano alla Costa d'acqua. Probabilmente di san Bernardo appartiene solo la composizione dell'ultimo verso "o clemens, o pia, o dulcis virgo Maria". La forma attuale è stata formalizzata dall'Abbazia di Cluny nel XII secolo.

I Domenicani hanno introdotto la Salve Regina nel 1221 nella preghiera di compieta. I Cistercensi la utilizzano dal 1251. I Certosini la cantano ogni giorno, dal XII secolo, ai vespri. Nel 1250 papa Gregorio IX la approvò e prescrisse il suo canto a conclusione della preghiera di compieta.

Tradizionalmente viene anche recitata a conclusione del rosario.

La Salve Regina è normalmente utilizzata nelle funzioni della Chiesa cattolica, in particolare nei giorni vicini alle feste dell'Assunta e della Immacolata concezione.

Il tema musicale della forma gregoriana del testo è considerato originario del XI secolo e rappresenta uno degli esempi più antichi di musica sacra tuttora in uso.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia