Ralph Fiennes

3.3921028466244 (1089)
Inviato da amalia 02/05/2009 @ 08:07

Tags : ralph fiennes, attori e attrici, cinema, cultura

ultime notizie
La prima foto di Perseo - Fantasy Magazine
Il giovane è l'unico in grado di intraprendere la pericolosa missione che porterà lui ei suoi fidi compagni, capeggiati da Draco (Mads Mikkelsen), a vedersela con Ade (Ralph Fiennes), il vendicativo signore degli Inferi che si è levato contro Zeus...
Sam Worthington è Perseo in Scontro di Titani, ecco una nuova foto - CINEblog.it
Diretto da Louis Leterrier, regista dell'ultimo Hulk, e costato 70 milioni di dollari, il film vedrà al fianco di Worthington un cast di tutto rispetto, composto da Liam Neeson, Ralph Fiennes e Gemma Arterton, con Perseo, Zeus e Ade pronti a tornare in...
William Hurt e Vanessa Redgrave in Coriolanus - Movieplayer.it
Ralph Fiennes prepara il suo debutto alla regia, l'adattamento della tragedia shakespeariana Coriolanus. Nel cast William Hurt, Vanessa Redgrave e Jessica Chastain. I talentuosi William Hurt e Vanessa Redgrave sono entrati a far parte del cast di...
Imparare un mestiere: il doppiaggio - MyMovies.it
Al seminario parteciperanno esperti della scuola italiana di doppiaggio, tra le migliori al mondo, come Roberto Pedicini (voce di Jim Carrey, Kevin Spacey, Ralph Fiennes, Vincent Cassel), Filippo Ottoni, Elettra Caporello, Franca Orsetti e altri....
Cinema all'aperto: si torna a sognare sotto il cielo di Como - La Provincia di Como
Il regista, Saul Dibb, ha sottolineato l'indipendenza e lo spirito ribelle di questo personaggio circondando la protagonista con un buon cast coinvolgendo nomi come Ralph Fiennes e Charlotte Rampling (sullo schermo il 29 luglio)....
Ecco Sam Worthington sul set dello Scontro di Titani - Bad Taste
Trovate tutte le immagini cliccando qui o sulla foto: Nel cast del kolossal, oltre al protagonista Sam Worthington (Perseo), anche Gemma Arterton (Io), Liam Neeson (Zeus), Ralph Fiennes (Ade), Mads Mikkelsen (Draco), Danny Huston (Poseidone) e Alexa...

Ralph Fiennes

Ralph Fiennes mentre firma un autografo

Ralph Nathaniel Fiennes (Ipswich, 22 dicembre 1962) è un attore britannico, due volte candidato all'Oscar.

Figlio del fotografo Mark Fiennes (morto nel 2005, all'età di 71 anni) e dalla scrittrice e pittrice Jennifer Lash (morta di cancro al seno nel 1993, quando aveva 55 anni), è il più grande dei sei figli avuti dalla coppia. Anche suo fratello Joseph Fiennes (Shakespeare in Love, Luther) è diventato attore. Sua sorella Martha Fiennes lavora come regista, e nel suo film Onegin, Ralph ha recitato come protagonista. È un cugino del famoso avventuriero Sir Ranulph Fiennes e cugino di Carlo.

La famiglia si spostò in Irlanda nel 1973, stabilendosi prima nel West Cork e poi per alcuni anni nella contea di Kilkenny. Successivamente si trasferirono a Salisbury, in Inghilterra, dove Ralph terminò i suoi studi prima di entrare nel Chelsea College of Art.

Quindi si formò alla Royal Academy of Dramatic Art e si unì alla Royal Shakespeare Company nel 1988. È l'unico attore che abbia mai vinto un Tony Award per aver interpretato Amleto a Broadway. Nel 2001 Fiennes ha ricevuto il William Shakespeare Award dallo Shakespeare Theatre a Washington.

Il debutto cinematografico di Ralph Fiennes è avvenuto nel 1992, con l'interpretazione di Heathcliff in Cime Tempestose con Juliette Binoche. Ma è stato nell'anno seguente che è diventato noto internazionalmente, nei panni dell'amorale comandante Amon Göth del campo di concentramento nazista in Schindler's List di Steven Spielberg, per cui fu proposto come candidato per l' Oscar al miglior attore non protagonista.

Nel 1994 ha interpretato l'accademico americano Charles Van Doren in Quiz Show, e nel 1996, è stato proposto come candidato per l'Oscar al miglior attore per Il paziente inglese.

Fiennes spazia dai thriller (Red Dragon) alle commedie romantiche (Un amore a cinque stelle) passando per trasposizioni di serie televisive (The Avengers - Agenti speciali) o doppiaggi di colossal d'animazione (Il principe d'Egitto). Nel 2002, Fiennes e Miranda Richardson hanno ricevuto acclamazioni, ma anche critiche, per la loro interpretazione nel premiato thriller Spider di David Cronenberg.

Nel 1993 ha sposato l'attrice Alex Kingston (Dr. Corday in ER), ma poi i due hanno divorziato nel 1997. Nel 1995, ha cominciato a frequentare Francesca Annis, compagna in Amleto e più vecchia di lui di 18 anni, dalla quale si è separato nel febbraio 2006, a quanto pare a colpa di pettegolezzi veicolati dalla stampa su presunte nuove relazioni di Fiennes.

Nel 2004, Fiennes è stato scelto per la parte di Lord Voldemort nel quarto film della serie di Harry Potter, Harry Potter e il calice di fuoco. Ruolo che ha ripreso anche nel quinto film.

Nel 2005 è stato protagonista di The Constant Gardener - La cospirazione. Il film è ambientato fra le baraccopoli di Kibera e di Loiyangalani, nel Kenya. La situazione ha toccato la troupe al punto da spingerli a fondare il "Constant Gardener Trust", pensato proprio per fornire l'educazione elementare in questi villaggi. Fiennes è un patrono della carità.

Il 24 gennaio 2007, imbarcato su un Boeing 747 della compagnia aerea Qantas, l'attore avrebbe avuto rapporti sessuali con una hostess, Lisa Robertson, 38 anni. I due sarebbero stati denunciati da una collega della Robertson, che insospettita dai rumori provenienti dalla toilette aveva colto i due sgattaiolare fuori dalla porta di servizio l'uno a pochi secondi dall'altro.

Mr. Fiennes che tornava dal Sidney Festival, posto 2K del volo QF 123, rotta Darwin-Bombay, avrebbe seguito la hostess nella toilette dove avrebbe poi consumato assieme a quest'ultima il rapporto. La hostess è stata in seguito licenziata dopo una breve indagine interna della compagnia e la completa confessione dell'impiegata.

Numerose candidature e premi vinti nella carriera di Ralph Fiennes. Per Schindler's List ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista sia agli NYFCC Award del 1993 che ai BAFTA Award, NSFC Award, DFWFCA Award, e CFCA Award del 1994, anno nel quale ha ricevuto anche l'ALFS Award come attore britannico dell'anno. Per la stessa interpretazione ha ricevuto una nomination all'Oscar.

Diverse le candidature anche nel 1997 per Il paziente inglese, tra le quali una nuova nomination agli Oscar, stavolta come miglior attore protagonista.

Nel 1999 ha ottenuto dall'European Film Award il premio come miglior attore per Sunshine.

Per la parte superiore



Fine di una storia (film 1999)

Fine di una storia è un film del 1999 diretto da Neil Jordan.

Nel 1946, a Londra, lo scrittore Maurice Bendrix (Ralph Fiennes), incontra casualmente i coniugi Sarah (Julianne Moore) ed Henry Miles (Stephen Rea). Nel periodo bellico aveva stretto una breve, intensa relazione con la donna, di cui, peraltro, il devoto marito era a conoscenza. Alcune confidenze di Henry sul comportamento della moglie lo inducono, forse in un soprassalto di gelosia, a rivolgersi ad un' agenzia di investigazioni, per avere lumi sulla vita segreta di Sarah.

Entra così in possesso del suo diario, dalle cui pagine viene a sapere come l'improvviso abbandono di lei fosse stato il risultato di una conversione religiosa, un estremo atto d'amore, un disperato voto rivolto a Dio perché restituisse alla vita l'amato, che credeva essere stato ucciso nella caduta di una bomba, durante uno dei loro segreti convegni.

Una malattia incurabile della donna si opporrà alle loro speranze di felicità. L'odio di Maurice nei confronti del marito che l'aveva resa infelice, dei sacerdoti cattolici che l'avevano ingannata, e della religione, si trasformerà, a seguito di una rivelazione di Mr Parkis (Ian Hart), l'uomo dell'agenzia, in un profondo dubbio.

Fine di una Storia (lingua originale, The End of the Affair) è un romanzo minore di Graham Greene che lo iniziò nel 1948, per terminarlo più di due anni dopo. Sin dalla dedica delle edizioni americana ed inglese è evidente l' intento autobiografico e il riferimento alla storia d' amore dello scrittore con Catherine Walston, moglie di Harry Walston, persona ricca ed influente, con cui aveva avuto cinque figli. Occasione del loro incontro era stata la decisione della donna di convertirsi al cattolicesimo, cui l' autore britannico aveva aderito sin dal 1926. Non è casuale, dunque, che, con Il nocciolo della questione, sia questo il romanzo di Greene in cui il tema del sentimento religioso viene maggiormente approfondito.

Il sentimento del sacro è centrale nella trasposizione cinematografica di Neil Jordan. Da un lato, egli cerca di rendere fedelmente il senso religioso del romanziere,fedele per tutta la vita alla sua scelta, ma mai libero dal dubbio. Ciò avviene attraverso una sceneggiatura rigorosamente controllata, in cui gli avvenimenti vissuti dallo scettico Maurice e da Sarah vengono visti ora con gli occhi dell' uno, ora con gli occhi - le pagine del diario - dell' altra. Questo scrupolo filologico risulta evidente in alcuni chiari riferimenti alla figura dello scrittore inglese, quale ad es. la scena del cinematografo, in cui i due protagonisti guardano un film tratto da un racconto di lui. E pochi autori sono stati utilizzati dal cinema come Graham Greene: da Una pistola in vendita di Frank Tuttle (1942), a Il terzo uomo di Carol Reed (1949) sino a Un americano tranquillo di Joseph Mankiewicz (1958), passando per molti altri.

Dall' altro lato, il regista, dopo La moglie del soldato e In compagnia dei lupi,è interessato a sviluppare il tema dell'irruzione del diverso nelle esistenze individuali. Dai movimenti lenti della macchina, agli interni oppressivi e privi di luce, tutto è rivolto a dare espressione all'incomunicabilità delle esperienze dei protagonisti, all'inconciliabilità dell'esperienza dell'amore sacro e dell'amore profano. In questo, il film è anche una riflessione metalinguistica sulla precarietà della posizione del narratore.

Non a caso, in questa ambiziosa operazione, Neil Jordan evita, per la prima volta, di servirsi di attori non professionisti.

Per la parte superiore



Martin McDonagh

Martin McDonagh (Camberwell, 26 marzo 1970) è un regista, sceneggiatore e commediografo inglese.

Nato nei pressi di Londra da genitori irlandesi, vive la sua gioventù nella capitale inglese, ma rimane fortemente legato alla sua terra di origine tanto da ambientarvi tutti i suoi lavori teatrali.

Con la sua prima opera, The Beauty Queen of Leenane, ottiene numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui l'Evening Standard Award come miglior commediografo emergente. Il successo ottenuto lo induce a scrivere i due episodi successivi della storia, A Skull in Connemara e The Lonesome West, dando vita così ad una trilogia, The Leenane Trilogy. La sua seconda trilogia, The Aran Islands Trilogy, lo consacra a pieno titolo come commediografo di successo, garantendogli una serie di riconoscimenti in tutto il mondo. Nel 1997, a soli 27 anni, ben quattro dei suoi spettacoli vengono rappresentati simultaneamente nei teatri del West-End di Londra (impresa riuscita solamente ad un altro celebre drammaturgo, William Shakespeare). Tra le altre opere ricordiamo The Pillowman (2003), che ottiene un Laurence Olivier Award, uno dei riconoscimenti più prestigiosi del teatro inglese.

L'esordio nel mondo del cinema avviene nel 2005 con il cortometraggio Six Shooter, da lui scritto e diretto, grazie al quale riesce ad aggiudicarsi il suo primo Academy Award. A tre anni di distanza scrive e dirige la pellicola In Bruges - La coscienza dell'assassino con gli attori Colin Farrell, Ralph Fiennes e Brendan Gleeson. Il film viene scelto per aprire Sundance Film Festival del 2008, e si aggiudica un Bafta, un British Independent Film Awards come miglior sceneggiatura, una nomination agli Oscar e un Golden Globe, assegnato a Colin Farrell come miglior attore protagonista.

Per la parte superiore



Kurt Schupke

Kurt Schupke (Greitz, 15 maggio 1898 – ...) è stato un ufficiale tedesco delle SS.

Sottufficiale delle SS, è stato l'ultimo comandante del campo di concentramento di Kraków-Plaszów, che è stato anche l'ambientazione del film Schindler's List. È subentrato al capitano Amon Göth, interpretato da Ralph Fiennes nel film di Steven Spielberg, quando questi è stato arrestato dalla Gestapo il 13 settembre 1944 con l'accusa di corruzione. Egli non riprenderà mai più le sue funzioni nel campo dato che verrà giustiziato.

Per la parte superiore



Spider (film)

Spider è un film del 2002 diretto dal regista canadese David Cronenberg. È basato sul romanzo Spider di Patrick McGrath, che ha scritto anche la sceneggiatura.

Il film è stato presentato in anteprima il 21 maggio 2002 al 55° Festival di Cannes, ed ha ricevuto numerosi premi prima di essere distribuito solamente alla fine dell'anno nelle sale di tutto il mondo. In Italia è stato distribuito da Fandango distribuzione a partire dal 29 novembre. Il film è stato accolto molto bene dalla critica e dai fan del regista; ha ricevuto un solo premio - ma uno importante - ai Genie Awards canadesi: miglior regista.

Le star del film, Ralph Fiennes e Miranda Richardson hanno ricevuto gli onori della critica (in particolare la Richardson), ma nessuno dei due è stato nominato agli Oscar, probabilmente a causa della mediocre campagna di promozione negli Stati Uniti, gestita dalla Sony.

Spider è l'esplorazione della mente di uno schizofrenico e la storia è raccontata attraverso gli occhi di un figlio il cui padre ha ucciso la madre e l'ha rimpiazzata con una prostituta. Gradualmente, è rivelato che la memoria e la realtà possono essere concetti flessibili e instabili e che gli eventi potrebbero non essersi svolti come il protagonista sembra ricordarli.

Per la parte superiore



Il paziente inglese

Il paziente inglese è un film del 1996, diretto da Anthony Minghella, tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore canadese Michael Ondaatje.

Siamo alla fine della Seconda guerra mondiale. Il conte ungherese László Almásy (Ralph Fiennes) non ha più un viso da quando il suo aereo è precipitato nel deserto e tutto il suo corpo si è trasformato in una gigantesca piaga. Hana è una giovane infermiera canadaese, ha perso in guerra il suo fidanzato e la sua migliore amica in seguito ad un incidente nel convolgio su cui viaggiavano, a causa di queste tragedie decide di abbandonare i commilitoni e stabilirsi in una villa diroccata vicino Livorno in attesa della imminente fine del conflitto. In questa casa si prenderà cura dell'uomo sconosciuto che lei chiama paziente inglese, tra le altre cose Hana legge quotidianamente al paziente un libro a cui lui sembra tenere più di ogni altra cosa. Leggendo le storie di Erodoto Hana comincia ad essere attrata dal paziente e dai suoi misteri e nel frattempo sono proprio queste letture che riportano il paziente indietro nel tempo, a continui, piacevoli ma anche dolorosi, flashback; lo riportano soprattutto al periodo prima della guerra, quando nel deserto del Nord Africa aveva conosciuto l'amata Katherine (Kristin Scott Thomas). Nella villa trovano alloggio anche un ladro canadese che collabora coi partigiani di nome David Caravaggio (Willem Dafoe), che conosce il nome e la storia del misterioso paziente inglese a causa di misteriosi contatti tra i due nel passato; e in seguito l'artificiere Sikh Kip Singh (Naveen Andrews) che si stabilirà nella villa per bonificare la zona dalle bombe e mine antiuomo piazzate dai tedeschi. La presenza dell'artificiere consente ad Hana di dimenticare il suo fidanzato defunto e la sua morbosa passione per i ricordi del paziente inglese per concentrarsi sull'amore sano e genuino che nutre nei confronti del Sikh.

Nel 1999 il British Film Institute l'ha inserito al 55° posto della lista dei migliori cento film britannici del XX secolo.

Per la parte superiore



In Bruges - La coscienza dell'assassino

In Bruges - Trailer.jpg

In Bruges - La coscienza dell'assassino è un film del 2008 scritto e diretto da Martin McDonagh, ambientata nella città di Bruges in Belgio. Il film è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival, ha ottenuto un Golden Globe e una nomination agli Oscar 2009.

Il film racconta le vicende di due sicari, interpretati da Colin Farrell e Brendan Gleeson, che dopo un colpo andato male, vengono spediti dal loro capo (Ralph Fiennes) nella tranquilla città di Bruges. La pace del luogo è in contrasto con la "coscienza" dei tre uomini, che dovranno prendere decisioni importanti.

Ray è un giovane sicario irlandese che al suo primo incarico ha per errore ucciso un bambino e da allora vive tormentato dal senso di colpa; insieme al suo più maturo collega Ken viene mandato dal loro capo Harry a Bruges, in Belgio, con l'ordine di aspettare la sua chiamata per ricevere istruzioni. Nell'attesa, Ray si lamenta in continuazione della città, che trova cupa e noiosa, ed è alla ricerca di svaghi, mentre Ken si appassiona agli edifici medievali e all'atmosfera fiabesca che li circonda. I due si devono comportare nel modo più anonimo possibile, per confondersi fra i turisti: in realtà vengono coinvolti nelle situazioni più strane. Conoscono Jimmy, attore nano in un set bizzarro, con il quale condivideranno prostitute, droga e senso di emarginazione; Chloë, ragazza belga di cui Ray si invaghisce, pur scoprendo che si tratta di una spacciatrice e rapinatrice di turisti; Marie, la proprietaria del loro albergo, signora dalla lingua tagliente, la cui gravidanza evidente scatena le angosce di Ray.

La telefonata di Harry finalmente arriva: a rispondere è Ken, al quale viene affidato il compito di sparare al giovane collega, che si è macchiato, secondo Harry, di una colpa troppo grave. Da quel momento, Ken oscilla tra la determinazione a portare a compimento il suo dovere e la pena per il ragazzo, che si dimostra più volte angosciato e pentito del suo tragico errore. Quando Ray cerca di togliersi la vita, è Ken a fermarlo, e a suggerirgli di fuggire. Salito su un treno, Ray viene però ricondotto a Bruges dalla polizia, che lo ferma per la denuncia di una persona da lui picchiata il giorno precedente. Ray viene subito rimesso in libertà grazie all'intervento di Chloë, la quale dimosta di provare effettivamente un sentimento per lui.

Quando Harry viene a sapere che Ray non è stato ucciso, si reca personalmente a Bruges per risolvere la questione. In cima alla torre della città, Ken difende strenuamente l'amico e viene ferito da Harry; informato della presenza di Ray sulla piazza sottostante, Harry corre giù. Ken, per salvare l'amico, decide di metterlo in guardia gettandosi dalla torre. Dopo un rocambolesco inseguimento, Harry raggiunge Ray e gli spara, ma accidentalmente colpisce anche Jimmy, che sul set del film è vestito da bambino. Ricordando di aver detto più volte che, se avesse fatto un errore simile a quello di Ray, si sarebbe sparato immediatamente, tiene fede al suo proposito. Il film si conclude con le riflessioni di Ray, sospeso fra la vita e la morte: non vuole più morire, perché forse ha già trovato l'inferno in terra in cui scontare la propria pena, e questo inferno è Bruges; sente anche il desiderio di chiedere scusa alla mamma dal bambino che ha ucciso.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia