Qatar

3.3477246207703 (857)
Inviato da murphy 01/03/2009 @ 16:44

Tags : qatar, penisola araba, esteri

ultime notizie
MUSICA: LORIN MAAZEL DIRIGE A PALERMO LA QATAR PHILHARMONIC - AGI - Agenzia Giornalistica Italia
Per la prima volta in Italia la Qatar Philharmonic Orchestra, compagine costituita alcuni mesi fa attraverso una selezione svolta in oltre 30 Paesi e che riunisce i migliori musicisti dell'ultima generazione, si esibira' il 25 maggio alle 20.30....
Prysmian: nuovo contratto da 47 milioni di Qatar - La Stampa
Il gruppo Prysmian ha annunciato un nuovo contratto da 47 milioni di euro in Qatar. In particolare la società italiana si occuperà di realizzare un nuovo sistema di trasmissione di energia ad altissima tensione che servirà la capitale Doha....
Prysmian: contratto in Qatar - ANSA
(ANSA) - MILANO, 18 MAG - Prysmian si e' aggiudicata un contratto da 47 milioni di euro da parte di Qatar General Electricity & Water Corporation. Prysmian, annuncia una nota, realizzera' un sistema per la trasmissione di energia ad altissima tensione...
"AS", FUTURO IN ASIA O NEGLI STATI UNITI PER FIGO - AGI - Agenzia Giornalistica Italia
L'opzione che piu' lo affascina e' quella della Mls, magari al posto di Beckham, ma anche in Qatar sono interessati a lui e la tentazione potrebbe essere forte. Quello che non fara' sicuramente sara' allenare, mentre non e' escluso che decida di...
Maazel dirige filarmonica Qatar - ANSA
(ANSA) - LUCCA, 11 MAG - Portare un messaggio di pace tra culture diverse: e' l'obiettivo del concerto della filarmonica del Qatar, diretta da Lorin Maazel. Il concerto 'Musica per la pace', in programma il 28/5 nella basilica di San Frediano di Lucca,...
Le donne arabe sempre più protagoniste della politica - DeltaNews
Basta scorrere le statistiche ufficiali per accorgersene: le donne costituiscono il 22 % della forza lavoro degli Emirati e il 32 % del Qatar. Secondo il ministero dell'Istruzione degli Emirati (come riporta l'agenzia Aki), è donna circa il 77 % degli...
GCC: sicurezza transnazionale, climate change e lotta al traffico ... - Equilibri.net (Abbonamento)
Migliore performance regionale fra i paesi del GCC è il Qatar, con una crescita per il 2009 del +18%, mentre la peggiore è quella del Kuwait, con un -1,1%. Il colpo della crisi economica nei paesi del GCC è stato comunque attutito dai sovereign wealth...
Macerata: Omrcen torna in Qatar - Il Tempo
Torna in Qatar Igor Omrcen. L'opposto croato in forza alla Lube Banche Marche, infatti, ha ricevuto il permesso della su... (continua) Torna in Qatar Igor Omrcen. L'opposto croato in forza alla Lube Banche Marche, infatti, ha ricevuto il permesso della...
Post-season all'estero: Wijsmans in Qatar, Abbadi in Libano - Campioni.Cn sport in provincia di Cuneo
Per Wijsmans l'impegno sarà in Qatar, con il club della capitale Doha, precisamente Al-Rayyab Sport Club. La polisportiva è la più titolata del Paese e comprende, oltre al volley, squadre di calcio, pallamano, pallacanestro, tennis da tavolo e atletica...
Calcio/ Juninho, futuro in Qatar sempre più probabile - Virgilio Notizie
Appare sempre più probabile che il centrocampista brasiliano Juninho Pernambucano non onorerà il suo ultimo anno di contratto con il Lione per andare a giocare in Qatar. Secondo il quotidiano francese Aujourd'hui Sport, un dirigente dell'Al Saad...

Bandiera del Qatar

Flag of Qatar.svg

La bandiera del Qatar è stata adottata il 9 luglio 1971. La bandiera è marrone con un'ampia banda serrata bianca (con nove punte bianche) sul lato del pennone.

Per la parte superiore



Qatar ExxonMobil Open

Il Qatar ExxonMobil Open è un torneo di tennis maschile che si tiene annualmente a Doha, in Qatar. Si svolge tradizionalmente la prima settimana di gennaio ed è quindi uno dei primi tornei dell'anno, viene organizzato dal 1993 e il programma prevede anche il torneo di doppio.

Per la parte superiore



Qatar Emiri Air Force

Roundel Qatar.svg

L'Aeronautica militare dell'Emirato del Qatar, in lingua inglese Qatar Emiri Air Force ed abbreviato con QEAF, è l'attuale aeronautica militare del Qatar e parte integrante delle forze armate qataresi.

Per la parte superiore



Gran Premio motociclistico del Qatar 2006

Losail International Circuit.png

Il Gran Premio motociclistico del Qatar corso l'8 aprile 2006 è stato il secondo Gran Premio della stagione 2006 del motomondiale e ha visto trionfare la Yamaha di Valentino Rossi in MotoGP, Jorge Lorenzo nella Classe 250 e Álvaro Bautista nella Classe 125.

Per la parte superiore



Gran Premio motociclistico del Qatar 2005

Losail International Circuit.png

Il Gran Premio motociclistico del Qatar corso l'1 ottobre 2005 è stato il quattordicesimo Gran Premio della stagione 2005 del motomondiale e ha visto trionfare la Yamaha di Valentino Rossi in MotoGP, Casey Stoner nella Classe 250 e Gábor Talmácsi nella Classe 125.

Per la parte superiore



Qatar IAAF World Super Tour 2007

Il Qatar IAAF World Super Tour 2007 è un meeting di atletica leggera svoltosi l'11 maggio 2007 facente parte del circuito IAAF World Tour, di cui rappresenta il quarto appuntamento stagionale. La competizione ha rappresentato per molte star dell'atletica contemporanea l'esordio outdoor stagionale..

Per la parte superiore



Gran Premio motociclistico del Qatar 2004

Losail International Circuit.png

Il Gran Premio motociclistico del Qatar corso il 2 ottobre 2004 è stato il tredicesimo Gran Premio della stagione 2004 del motomondiale e ha visto trionfare la Honda di Sete Gibernau in MotoGP, Sebastián Porto nella Classe 250 e Jorge Lorenzo nella Classe 125.

Per la parte superiore



Qatar

Qatar - Stemma

Lo Stato del Qatar ( قطر ) è un emirato del Medio Oriente. Situato in una piccola penisola facente parte della ben più grande penisola arabica, confina a sud con l'Arabia Saudita ed è per il resto circondato dal golfo Arabico.

Il Qatar è uno dei vari emirati sorti nel XX secolo nella penisola arabica. Dopo essere stato dominato per migliaia di anni dai persiani e, più recentemente, dal Bahrain, dagli ottomani e dai britannici, diventò indipendente il 3 settembre 1971. Diversamente dalla maggior parte dei vicini emirati, il Qatar ha rifiutato di diventare parte dell'Arabia Saudita o degli Emirati Arabi Uniti. Il Qatar, che durante gli anni Ottanta aveva sostenuto lo sforzo bellico dell'Iraq nella guerra Iran-Iraq, nel 1991 si oppose all'invasione irachena del Kuwait e si schierò al fianco delle forze che combatterono l'Iraq nella guerra del Golfo. Le dispute territoriali con l'Arabia Saudita del settembre 1992 misero in crisi le tradizionalmente buone relazioni tra i due paesi, che raggiunsero un accordo nel maggio 1993. Il 27 giugno 1995 l'erede al trono, Hamad bin Khalifa Al Thani, depose suo padre Khalifa ibn Hamad Al Thani, e avviò una politica di apertura verso l'Iran, l'Iraq e Israele. Nel marzo 2001 la Corte Internazionale di Giustizia delle Nazioni Unite ha riconosciuto allo stato del Bahrein la sovranità sulle isole Hawar, reclamate dal Qatar, risolvendo una disputa che si protraeva da decenni.

Il Qatar è una regione brulla e rocciosa con ricchi giacimenti di petrolio e di gas naturale. Per quanto riguarda le derrate alimentari deve fare affidamento, quasi completamente, sulle importazioni, in quanto la superficie messa a coltura è ridottissima, e l'acqua molto scarsa poiché le falde freatiche sono inutilizzabili a causa dell'alto contenuto di minerali. La desalinizzazione dell’acqua marina costituisce l’unico rimedio alla mancanza di risorse idriche. Il governo ha ratificato accordi internazionali sull’ambiente in materie di biodiversità, desertificazione e protezione dell’ozonosfera.

La principale risorsa economica è rappresentata dal petrolio su cui si basa la ricchezza del paese. I primi giacimenti furono scoperti negli anni Quaranta e la commercializzazione del greggio ebbe inizio dieci anni dopo. Nel 1974 il governo fondò la Qatar General Petroleum Corporation, ente deputato al controllo delle risorse petrolifere, precedentemente gestite da compagnie occidentali. Il Qatar è membro dell'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC). Un'ulteriore risorsa è costituita inoltre dai giacimenti di gas naturale; infatti, a North West Dome si trovano i più grandi depositi del mondo di gas naturale non associato al petrolio. Nel 1998 il prodotto interno lordo del paese è stato di 9.243 milioni di dollari USA, corrispondente a un PIL di 12.830 dollari USA pro capite.

Il settore agricolo ha rilevanza solo a livello locale e impiega circa il 3% della forza lavoro. Sono allo studio progetti volti a migliorare i sistemi irrigui e ad aumentare la produzione agricola per garantire l'autosufficienza alimentare, raggiunta alla fine degli anni Novanta solo per frutta e ortaggi. Il settore più importante resta comunque quello della pastorizia (si allevano perlopiù capre, pecore, cammelli e bovini). Di rilievo è inoltre la pesca che riesce a soddisfare completamente il fabbisogno interno, garantendo anche eccedenze per l'esportazione. Il governo utilizza le entrate valutarie ottenute dalle concessioni petrolifere per finanziare lo sviluppo industriale del paese. Oltre a effettuare la raffinazione del petrolio, le industrie manifatturiere più importanti producono cemento, fertilizzanti e acciaio. L'unità monetaria è il riyal del Qatar, suddiviso in 100 dirham. L'istituto centrale di emissione è la Qatar Monetary Agency. Il commercio estero si svolge principalmente con Giappone, Regno Unito, Stati Uniti e Germania e per circa il 90% riguarda petrolio e prodotti da esso derivati.

Il paese non ha alcuna rete ferroviaria, ma le comunicazioni interne sono assicurate da circa 1.230 km di strade, al 79% asfaltate. I programmi governativi prevedono lo sviluppo della rete stradale attraverso investimenti delle entrate petrolifere. Le comunicazioni aeree sono assicurate dall'aeroporto internazionale di Doha. La compagnia aerea di bandiera, Qatar Airways, è stata insignita del prestigioso status di "Five Star Airline" dalla Skytrax, una compagnia di ricerca e statistica per le aerolinee commerciali.

Il Qatar è una monarchia assoluta, retta dalla famiglia reale Al Thani, alla quale appartiene circa il 40% della popolazione autoctona. Secondo la costituzione del 1970, il potere esecutivo viene esercitato dal Consiglio dei ministri (Shura), i cui membri vengono nominati dal capo di stato, l'emiro, che svolge anche le funzioni di capo del governo. Il sistema giudiziario è composto da corti civili e penali; le corti, amministrate secondo la legge islamica della Shari'ah, sono dotate di giurisdizione limitata. Per le spese militari viene stanziato circa un quarto del bilancio dello stato.

Il Qatar si è qualificato ai Mondiali di basket 2006.

Per la parte superiore



Riyal del Qatar

Il riyal o rial (arabo: ريال, codice ISO 4217: QAR) è la valuta del Qatar. Il rial è diviso in 100 dirham (درهم) ed è abbreviato sia QR che ر.ق.

Fino al 1966 il Qatar usò come valuta la rupia indiana sotto forma di rupia del Golfo. Quando l'India svalutò la rupia nel 1966, il Qatar, come altri stati che usavano la rupia del Golfo, scelse di introdurre una propria valuta. Prima adottò il rial saudita, poi introdusse il riyal di Qatar and Dubai . Il rial saudita era valutato 1,065 rupie, mentre il rial di Qatar e Dubai aveva lo stesso valore che aveva la rupia prima della svaluazione.

Fino al 1973 Qatar e Dubai emisero il riyal assieme. Più tardi, in seguito all'entrata di Dubai negli Emirati Arabi Uniti, Qatar iniziò ad emettere il proprio riyal separatamente da Dubai.

Nel 1966 furono introdotte monete a nome di Qatar e Dubai da 1, 5, 10, 25 e 50 dirham. Nel 1973 fu introdotta una nuova serie di monete con le stesse caratteristiche di misure e composizione come quelle prcedenti ma a nome del solo Qatar.

Nel 1966 il Qatar and Dubai Currency Board introdusse le banconote da 1, 5, 10, 25, 50 e 100 riyal che furono sostituite nel 1973 da banconote della Qatar Monetary Agency con tagli da 1, 5, 10, 50, 100 e 500 riyal. Nel 1996 la responsabilità della emissione di carta moneta passò alla Qatar Central Bank (QCB) che continuò ad emettere gli stessi ragli di prima.

Nel marzo 1975, il riyal è stato ufficialmente legato ai Diritti Speciali di Prelievo (Special Drawing Rights - SDRs) del FMI. In pratica ha un cambio fisso di 1 dollaro statunitense = 3,64 riyal dal 1980, cioè 1 riyal = 0,274725 dollaro. Questo tasso è stato reso ufficiale nel luglio 2001.

Per la parte superiore



Gran Premio motociclistico del Qatar 2008

Losail International Circuit.png

Il Gran Premio motociclistico del Qatar corso il 9 marzo 2008 è stato il primo Gran Premio della stagione 2008 nonché il primo in termini assoluti ad essere disputato in notturna e sotto la luce artificiale. Alcuni piloti hanno ammesso di temere il problema delle ombre multiple; uno dei problemi reali è stato certamente il freddo.

Le 3 Yamaha gommate Michelin ottengono la prima fila; tra di esse, 2 debuttanti: Lorenzo e Toseland. Rossi paga la scelta delle Bridgestone dovendo accontentarsi di gomme da qualifica non efficienti quanto quelle francesi; non se ne preoccupa molto Stoner, che partirà in quarta posizione, consapevole di poter recuperare terreno senza troppi problemi. L'altro ducatista, Melandri, dimostra ancora notevoli difficoltà a trovarsi a suo agio sulla sua nuova moto.

La gara della classe MotoGP, dopo aver visto una partenza bruciante di Daniel Pedrosa che ha condotto i primi 4 giri, sopravanzato poi da Valentino Rossi per altri 3 giri, ha visto prendere la testa all'ottavo giro e poi trionfare la Ducati di Casey Stoner. Alle sue spalle si è classificato un debuttante in questa classe, lo spagnolo Jorge Lorenzo su Yamaha.

Pedrosa parte come un razzo ed arriva per primo alla prima curva. Rimane in testa fino a quando Rossi lo passa al 5. giro. Nel mentre, Stoner rimane un po' indietro e studia la situazione; all'8. giro si sposta con naturalezza dietro a Rossi e lo supera in velocità; rimarrà davanti a tutti fino alla fine, facendo ricordare il comportamento dell'anno precedente.

Lorenzo guadagna definitivamente la seconda posizione al 9. giro su Rossi, illudendosi di poter raggiungere Stoner fino a quando questo non si decide ad allungare. Dal 9. giro Pedrosa e Rossi si contendono l'ultimo gradino del podio. Al 14. giro Rossi cede e Dovizioso gli si avvicina, dando vita, nell'ultimo giro, ad una bella bagarre con il pluricampione, beffandolo di pochi millesimi di secondo sul traguardo. Melandri recupera qualche posizione negli ultimi giri.

Grafico dei distacchi (dettaglio dei primi 10 giri) - Nei primi 3 giri (separati ognuno in 2 parti dalla linea verticale tratteggiata) si può notare quanto Pedrosa sia più veloce di Stoner nel secondo intertempo (t2), durante il quale aumenta il distacco di circa mezzo secondo. Si può osservare il momento in cui, alla fine del 2. giro, Pedrosa distacca di circa 1.5 secondi il quartetto formato da Toseland, Rossi, Lorenzo e Stoner (questi 4 sono vicinissimi tra loro). Proseguendo si vede come Rossi parte all'inseguimento di Pedrosa e lo raggiunge a metà del 5. giro, per poi diminuire il distacco da Stoner che lo supera alla fine dell'8. giro. Successivamente Lorenzo supera Rossi e si avvicina a Stoner.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia