PowerBook

3.3740458014995 (1048)
Inviato da nono 02/05/2009 @ 06:13

Tags : powerbook, apple, computer, high tech

ultime notizie
(PR) Batterie per MacBook e PowerBook in offerta - ilMac.net
Siete alla ricerca di una nuova batteria per il vostro MacBook, MacBook Pro o PowerBook G4? Quelle originali Apple costano uno sproposito? Per fortuna c'è BuyDifferent che inaugura la nuova sezione dedicata alle batterie per Mac portatili,...
APM format will solve external drive dilemma - Dallas Morning News
My main machine is a fairly new Intel-based iMac, and I was just given a 17" Powerbook G4 to use for school. Since the Powerbook came into the picture, I can't get the diagnostic drive to boot it. I realize there's a difference between the Intel and...
SpeedSell offers instant online quote for old, unwanted Macs - InfoWorld
SpeedSell is now buying Apple laptops - MacBook, MacBook Pro, iBook, PowerBook etc - offering up to £975 for a 17" MacBook Pro or £592 for the MacBook Air the company claims. "Selling with SpeedSell typically takes less than two minutes," said George...
Lines between netbooks, laptops keep blurring - msnbc.com
That's what my Mac PowerBook, circa 2004, had, and I remember carrying it everywhere. It was called a "laptop," but that was virtually eons before netbooks launched, the economy crashed and the appetite for mobile computing gobbled up the landscape....
Apple offers students free iPod Touch with Mac purchase - CNET News
As a previous Powerbook user I must admit that OS X is the bomb but I am not buying a new Mac now because they just cost too much and I won't be caught dead with the plastic white one. I will keep using my 14" Acer that has Vista wiped, running Linux....
Put 10.5's help windows in the background - Macworld
If you're luck enough to work on dual 30-inch monitors, this probably isn'ta big concern for you…but on my 12-inch PowerBook G4, for instance, with its 1024x768 screen, the help window becomes pretty much the only thing I can see....
Jobs queue - WA today
The latter line will include people such as Jonathan Ogilvie, who wrote in response to last week's tale of Jon Biddell and his G4 PowerBook laptop. Biddell's PowerBook was one of many plagued with vertical coloured lines on the screen after the...
Apple's WWDC announcements vs. the online rumor machine - ZDNet Blogs
Instead, Apple released its first PowerPC G3 notebooks, the PowerBook G3/250, which for that quarter (at least) was the fastest notebook computer on the market. The company announced a new midrange G3 desktop. And it totally revamped its retail...
G4 Mac Powerbook 15" (1 user) - The Local
This Laptop is in great shape and has plenty of processing power. I run Photoshop, Illustrator, InDesign, etc on it with no problems. "Friday night… a Guinness… and a warm feeling of having spent the day creatively. Well, relatively creatively…...
And Moses asked God: Is Mac better than Windows? - CNET News
It was a gut wrenching, soul searching, PowerBook G4 purchase that (at the time) felt very risky. It could only run Windows in a slow virtual machine. I had never had a Mac before and didn't know if the software would be enough for me....

PowerBook 100

Il PowerBook 100

Il PowerBook 100 è un computer portatile subnotebook presentato da Apple Computer nel 1991 e ritirato l'anno successivo. Il computer era il successore del Macintosh Portable, un computer pesante e poco maneggevole. Il PowerBook 100 aveva prestazioni identiche a quelle del Portable ma era molto più leggero ed economico. Apple si era rivolta a Sony per la miniaturizzazione della scheda madre in modo da rendere il sistema leggero e veramente portatile. Il computer fu un grande successo commerciale.

Per la parte superiore



Famiglia PowerBook originali

Dopo il disastro del Macintosh Portable, Apple decise di riprovare a realizzare un computer portatile. Per il suo secondo tentativo non provò a riadattare una precedente macchina ma decise di svilupparne una nuova totalmente da zero. Mancandole, però, esperienza nel campo della miniaturizzazione chiese la collaborazione della Sony. Dal lavoro delle due multinazionali nacque il PowerBook 100. Le prestazioni erano analoghe a quelle del Portable ma pesava meno di un terzo di esso ed era molto piccolo e, quindi, realmente portabile.

Fu un successo clamoroso che costrinse i concorrenti a modificare i loro modelli, dato che risultavano antiquati rispetto al prodotto Apple.

È singolare notare che Steve Jobs, poco prima di abbandonare l'Apple, propose al consiglio direttivo il progetto di un computer portatile; questo computer doveva essere piccolo, leggero e con una buona autonomia, proprio le caratteristiche del PowerBook 100. Il consiglio direttivo però considerò l'idea eccessivamente futuristica e boccio il progetto. Dopo il PowerBook 100 vennero altri modelli che modificarono il processore con evoluzioni più performanti e introdussero anche gli schermi a colori.

Nonostante l'evoluzione, le idee base rimasero sempre le stesse: un computer piccolo, leggero e con buona autonomia. L'unica vera innovazione dopo il PowerBook 100 si ebbe con la presentazione dei portatili della serie Duo. Questa serie partiva dal presupposto che l'utente non desiderasse perdere tempo continuando a sincronizzare il lavoro presente sul portatile col lavoro presente sul computer fisso. La serie Duo cercò di eliminare il problema: arrivando in ufficio, il computer portatile veniva inserito in un Dock. Il Dock era dotato di tutte le uscite di un normale computer, quindi l'utente poteva utilizzare un monitor normale, una tastiera e un mouse standard pur lavorando col portatile. Il Dock poteva alloggiare anche una propria scheda grafica, nel caso in cui l'utente avesse avuto necessità di prestazioni video elevate. Una volta finito il lavoro, il portatile veniva rimosso e poteva essere portato a casa, dove l'utente avrebbe potuto continuare a lavorare senza preoccuparsi di disallineamenti con i file in ufficio. Pur essendo un'idea interessante non ebbe mai un vero successo e venne abbandonata.

Per la parte superiore



Famiglia PowerBook G3

Il PowerBook G3 è il nome dato da Apple alla sua linea di portatili per uso professionale basati sul processore PowerPC G3 (PPC750).

Il primo Macintosh PowerBook G3 è stato presentato nel novembre 1997 come successore del PowerBook 3400c e di questo condivideva alcuni elementi del case e del design esteriore, tanto da far sembrare i due portatili notevolmente simili. Il Powerbook G3, nome in codice Kanga (K4n6A) ed ufficialmente conosciuto anche come PB 3500c, è stato al momento della sua presentazione con dimostrazione comparativa presso l'Appcott Center (Disneyworld, Orlando - FL) il personal computer più potente al mondo, e non solo il più veloce tra i portatili della stessa fascia. Questo era dovuto all'allora innovativo processore di derivazione PowerPC a 250Mhz che poteva surclassare i coevi CISC anche con clock superiore o addirittura doppio, rimanendo sulla cresta della tecnologia per un paio di anni anche a dispetto di alcuni modelli successivi. Disponeva, nel modello di punta, di schermo TFT a matrice attiva da 12,1" visualizzabili, un generoso (per l'epoca) disco rigido da 8Gb, 160Mb di RAM e per il processore una backside cache (con velocità 2:3) da 0,5Mb, unità floppy e CDROM (e DVD opzionale), ethernet 10/100baseT, modem integrato, slot I, II e III PCMCIA, porta a raggi infrarossi, batteria da 10 ore e per finire un maestoso sistema audio molto potente con 2 altoparlanti a grande resa e 2 woofers alloggiati dietro lo schermo; quest'ultima caratteristica è rimasta insuperata ed unica nel suo genere. Naturalmente il prezzo era di pari levatura aggirandosi e superando i 10 milioni di lire in Italia.

La seconda generazione di PowerBook G3 è stata presentata nel marzo 1998. Oltre ad avere un case ridisegnato, il processore con velocità cache dimezzata, inferiore rispetto al precedente modello, era stato portato a 233Mhz per gli entry level e nei modelli di punta fino a 292Mhz. Oltre ad uno schermo a matrice passiva da 12" era disponibile il display da 13,1" e da 14,1" a matrice attiva. Molte caratteristiche del PBG3 originale erano state ridimensionate o eliminate all'insegna del risparmio e nei benchmark si riscontrava nelle prestazioni e nella ridotta durata della batteria l'economicità della nuova linea. Una caratteristica interessante di questi modelli era data dal fatto che floppy e CD-ROM erano incapsulati in moduli che potevano essere estratti dal portatile per alleggerirlo o sostituire i moduli. Una nuova revisione della linea venne effettuata nell'agosto del 1998 e su tutti i portatili vennero abbandonati i piccoli schermi a favore del display da 14,1". Il processore nel modello di punta venne alzato di frequenza di soli 8Mhz arrivando a 300Mhz.

La terza generazione del PowerBook G3 è stata presentata nel maggio 1999 ed ha apportato modifiche sostanziali al portatile. La batteria di serie è stata sostituita con una dotata di autonomia maggiore che combinata con la batteria supplementare forniva fino a 10 ore di autonomia. La tastiera di questo modello è stata realizzata con una nuova plastica traslucida.

La quarta generazione del PowerBook G3, chiamata semplicemente PowerBook, è stata introdotta nel febbraio 2000. Esternamente la forma era identica alla precedente serie ma all'interno vennero apportate molte migliorie e modifiche. La scheda madre venne unificata e il controller SCSI venne sostituito con un controller IDE. Per garantire espandibilità al computer venne introdotta la FireWire. Questa serie fu inoltre la prima a disporre dell'alloggiamento per le schede AirPort, disponibili come opzione.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia