Playstation Home

3.4141935483658 (775)
Inviato da maria 11/04/2009 @ 02:12

Tags : playstation home, playstation, videogioco, tempo libero

ultime notizie
Più spazi dedicati ai giochi prossimamente per PlayStation Home ... - GamesNation
Il community manager europeo di PlayStation Home, TedTheDog, ha ammesso la carenza di spazi di gioco nel servizio di social network di Sony, a favore di maggiori spazi dedicati invece alla vendita di oggetti, mobili e abbigliamento,...
Nuova casa gratuita su PlayStation Home, solo per pochi giorni - GameStar Online
Nei prossimi giorni sarà disponibile su Playstation Home una nuova abitazione, scaricabile gratuitamente dopo averne selezionato il download nell'apposito negozio virtuale nel centro commerciale di Home. Secondo quanto riportato da Joystiq.com...
Patapon invade Home! - Everyeye Network
Sei stanco di indossare sempre gli stessi abiti su PlayStation Home? Allora ci pensano i Patapon! Attraverso il PlayStation blog americano infatti scopriamo come il centro commerciale ospiterà una raccolta di coloratissime T-shirt a tema Patapon sia...
Accessori PS3: un adattatore universale da Logitech per ... - Tecnozoom
... utilizzare un telecomando per ogni dispositivo connesso: parliamo di Logitech Harmony Adapter for PLAYSTATION 3. Una delle cose che spesso crea problemi nel salotto è quella di dover controllare un dispositivo magari connesso al nostro Home Theater...
Dati NPD USA 2009: Aprile, flessione per le home console - 4news.it
Calano incredibilmente le vendite di Wii, Xbox 360 e Playstation 3. Vola il Nintendo DS grazie al nuovo modello DSi. Sono stati pubblicati stanotte i dati di vendita relativi al mese di Aprile 2009 secondo l'ente specializzato NPD Group....
Second Life spopola fra i possessori di PC statunitensi - GameStar Online
Un'applicazione analoga a Second Life è attualmente disponibile su PlayStation 3: PlayStation Home è un mondo virtuale distribuito gratuitamente da Sony che permette di comunicare con altri utenti e prendere parte a diverse attività....
PlayStation Network apre a nuovi hardware - GameStar Online
Il riferimento è presumibilmente collegato a PlayStation Home, Life With PlayStation e il download di contenuti audiovisivi tramite PlayStation Store, ma anche a nuovi progetti futuri quali la collaborazione con Facebook. Anche per quanto riguarda...
Playstation 3: disponibile il firwmare 2.76 - 4news.it
Inoltre si vocifera che questo aggiornamento sia un preludio ad una espasione che sarà presto disponibile per HOME, la community virtuale degli utenti PS3, nella quale sarà allestito uno spazio tutto dedicato all'E3 2009, in modo da poter permettere di...
Sony: non è previsto alcun restyling per PlayStation 3 - gamesblog.it
giochi come Killzone 2 ei prossimi in uscita che saranno il riferimento a livello grafico, wi-fi e pad senza la gobba(orrendo quello 360), Psn gratuito e Home (per passare qualche ora di svago)!! Bhè! Non è che la Xbox360 sia tutto sto pezzo di...
Pes 2010 vs Fifa 2010: E' già testa a testa - Italia Top Games
Come potete vedere infatti nella home di Italia Top Games (in tanto hanno definito il nostro portale "il gamerankings italiano") a PES 2010 in versione Playstation 3 da alcune settimane in testa tra i giochi più cliccati dai lettori, si avvicina al...

PlayStation Home

Playstation-home-logo.png

PlayStation Home è una nuova comunità virtuale, sviluppato dal SCE London Studio e pubblicato da Sony Computer Entertainment, per PlayStation Network. L' Open Beta è stata rilasciata l'11 Dicembre 2008. La versione finale non ha ancora una data ufficiale.

Lo sviluppo di Home, originariamente chiamato Hub, è iniziato con il progetto di The Getaway on-line per PlayStation 2. Tuttavia, questo progetto non è stato mai completato prima del rilascio della PlayStation 3, al punto che gli sviluppatori hanno deciso di portare questo progetto sulla nuova piattaforma firmata Sony. A Phil Harrison, ex-capo di Sony Computer Entertainment Worldwide Studios, piaceva l'idea di avere una comunità virtuale in 3D per i giocatori della PlayStation, così ha trasferito il progetto da The Getaway on-line a PlayStation Home. Tuttavia il progetto venne inizialmente tenuto in gran segreto.

Sony aveva espresso interesse per un servizio di questo tipo, in particolare per i Trofei (in precedenza denominati "entitlements") per i titoli first-party. PlayStation Home venne nominato per la prima volta in un'intervista con NG-Gamer, spiegato in dettagli da Kotaku e infine confermato nuovamente da NG-Gamer. E' stato annunciato ufficialmente da Phil Harrison il 7 marzo 2007 durante il suo discorso al "Game Developers Conference 2007" ed il rilascio mondiale è stato inizialmente previsto per l' ottobre 2007.

Durante il "Tokyo Game Show 2007", Sony Computer Entertainment ha annunciato che il rilascio di Home sarebbe stato ritardato fino al Q3 2008 e un ulteriore ritardo è stato annunciato il 21 aprile 2008, questa volta fino a "Fine 2008". Tuttavia, venne confermato che un maggior numero di utenti del PlayStation Network sarebbe stato invitato alla Closed Beta durante questo periodo. Un annuncio sul forum ufficiale di PlayStation Europe confermò che degli inviti alla Closed Beta sarebbero stati offerti ai vincitori di evento settimanale online di Warhawk. Kazuo Hirai, Presidente e CEO di Sony Computer Entertainment, ha dichiarato che "Dedicare più tempo allo sviluppo e al beta testing ribadisce il nostro impegno a realizzare un servizio di qualità, mantenendo la tradizione PlayStation".

La Open Beta di Home è stata rilasciata l' 11 dicembre 2008, circa 14 mesi dopo il rilascio iniziale previsto.

Tutti gli utenti di Home possono incontrarsi e comunicare nei luoghi pubblici raggiungibili attraverso la Piazza Centrale. Ad ogni utente viene assegnato inizialmente un Appartamento sul Porto completamente personalizzabile, dove è possibile accedere solo tramite invito dell'utente. E' possibile invitare negli Spazi Personali, comunicare tramite chat vocale o testuale, selezionare e ascoltare canzoni con Listen@Home (al momento non disponibile in Europa), giocare, acquistare e scambiare contenuti. In futuro sarà inoltre possibile accedere a spazi tematici sbloccabili attraverso i trofei ottenuti nei giochi Playstation 3.

Ogni utente possiede un appartamento privato chiamato HomeSpace che può modificare nel corso del tempo. L'appartamento di base (un monolocale con vista sul porto, l'Harbor Studio) è gratuito e offre agli utenti opzioni per la personalizzazione dell'ambiente. In futuro, Sony fornirà strumenti che consentiranno agli utenti di avere maggiori possibilità di creare il proprio spazio Home. Gli utenti possono invitare altre persone nel loro HomeSpace e sarà possibile riprodurre musica e filmati salvati sul proprio hard disk. Gli utenti saranno inoltre in grado di caricare le loro fotografie digitali da visualizzare sul muro del loro appartamento. Un esempio di HomeSpace a pagamento è la Casa Estiva.

Gli utenti possono anche acquistare dei Clubhouse utilizzati come un punti di ritrovo per i club che l'utente ha fondato.

Verrà aggiunta una Hall of Fame che includerà le Stanze dei Trofei. La Stanza dei Trofei è un HomeSpace dove gli utenti potranno mostrare delle rappresentazioni in 3d dei trofei ottenuti.

Ci sono tre diverse versioni di Home, corrispondenti alla regione geografica dell'utente: Asia, Europa e Nord America. Altre regioni sono inserite in queste aree geografiche (ad esempio l'Oceania è unita all'Europa). Ciascuna versione ha diverse caratteristiche rispetto all'altra.

La mappa del mondo di Playstation Home è composta da pile di card sovrapposte (o categorie) ognuna con il proprio nome. Attualmente sono presenti gli spazi della SCEI con un parziale supporto da società di terze parti. Con il passare del tempo, ci sarà un crescente supporto da società esterne. I luoghi al momento disponibili sono gli HomeSpace degli utenti, i Clubhouse, la Piazza Centrale, una sala da Bowling/Videogiochi Arcade, un Home Theatre, un Centro Commerciale, un Home Cafè (al momento solo nell'Home asiatico), GameSpaces dedicati(solo Home americano) e lo spazio Red Bull (non disponibile in Asia).

La Piazza Centrale è il luogo dove solitamente gli utenti si incontrano e chattano. E' dove si presenta la maggior parte dei cartelloni pubblicitari ed è il luogo che conduce a tutti gli altri spazi di Home. E' presente qualche schermo dove vengono proiettati video, e altre caratteristiche che dipendono dalle Regioni di Home(Europa,Usa,Asia). Listen@Home è uno strumento che permette agli utenti di scegliere ed ascoltare la canzone in lista più votata. Al momento non è disponibile per l' Home europeo, essendo rimpiazzato da postazioni per giocare a scacchi e dama.

L'Home Theatre è un cinema virtuale dove vengono proiettati i trailer dei film usciti in DVD/Bluray. Gli utenti possono scegliere il trailer da guardare e attivare l'opzione per la visualizzazione a schermo intero. L'Home Theatre europeo è quello più grande, composto da una lobby all'entrata con uno schermo gigante e dieci sale dove guardare i trailer proiettati.

Alla "Sala da Bowling", oltre a disputare partite a bowling, si può giocare a vari videogames Arcade(ad esempio Echochrome) e a biliardo. Nella versione asiatica è stato aggiunto anche il gioco delle freccette.

Il Centro Commerciale presenta alcuni negozi in cui è possibile acquistare vestiti ed accessori per il proprio avatar (alcuni a pagamento, altri gratuiti), mobili per la propria casa e nuovi HomeSpace, come la Casa Sul Mare. Nel piano superiore del centro commerciale ci sono altre postazioni di scacchi e un videoschermo.

L'Home Cafè è disponibile solo in Asia ed è un altro luogo dove è possibile incontrarsi e chattare.

Gli sviluppatori di videogiochi potranno avere i loro Spazi degli Sviluppatori dove mostreranno i loro prodotti. Al momento le seguenti Software House sono già al lavoro per la creazione dei loro spazi: EA, Activision, SEGA, Ubisoft, Rockstar Games e THQ.

I GameSpace potranno avere diverse caratteristiche sbloccabili tramite i trofei ottenuti, come ad esempio il "Bar di Sully" nello Spazio di Uncharted: Drake's Fortune. Per ora sono disponibili solo nel Nord America tre GameSpace: uno per Uncharted: Drake's Fortune e due per Far Cry 2.

Anche compagnie che non sviluppano videogiochi possono avere i loro spazi e giochi tematici. L' 8 gennaio 2009 è stato rilasciato lo "Spazio Red Bull" in cui gli utenti possono partecipare al minigioco chiamato Red Bull Air Race.

Il Menu Pad (disponibile dalla versione 1.0), accessibile premendo Start, serve per accedere all'armadio (per cambiare l'aspetto all'avatar), decorare lo spazio personale, spostarsi velocemente in altri luoghi, cambiare impostazioni, ecc. Il Menu Pad, quando utilizzato, viene mostrato nelle mani dell'utente; ha undici opzioni compreso un menù di aiuto per i principianti.

Il Menu Pad, prima della versione 1.0 di Home, era una PSP virtuale (vPSP), ma venne introdotto per riorganizzare i menù e a causa dell'aggiunta della XMB in-game nella PS3, eliminando il bisogno della vPSP XMB.

Ci sono diversi modi per comunicare con gli altri utenti in Home. Si può scrivere attraverso la tastiera virtuale della PS3, scrivere tramite una tastiera USB o Bluetooth, parlare utilizzando delle cuffie con microfono USB/Bluetooth ( al momento solo in privato). Sono disponibili comandi veloci per la comunicazione premendo L1, come ad esempio "Ciao" o "Da dove vieni?".

Sony presenterà vari tipi di eventi in Home, come anteprime esclusive di giochi o interviste agli sviluppatori. Potranno anche avere luogo eventi Live come sport e concerti. Saranno prepagati usando il sistema di pagamento Sony.

Sony è molto severa contro la spam in PlayStation Home. Gli utenti possono essere bannati e il loro indirizzo IP può venire bloccato in modo da impedire l'accesso al servizio.

Il PlayStation Home Safe Screen (accessibile premendo Select) permette agli utenti di bloccare altri utenti e di segnalare comportamenti contro le regole a moderatori invisibili. E' utilizzato anche per cambiare le impostazioni di comunicazione, accedere velocemente allo Spazio Personale e alla lista amici della XMB.

PlayStation Home viene aggiornato frequentemente da Sony per correggere bug e ampliare gli aspetti sociali e di gameplay del servizio in un mondo più vasto. La versione beta ha avuto diversi aggiornamenti, come ad esempio dando agli utenti la possibilità di accedere al Menu Pad e al Centro Commerciale. Altre caratteristiche, come Trofei, animali domestici, tempo meteorologico e stagioni non sono ancora state rilasciate. Dopo ogni aggiornamento, l'utente deve scaricare nuovamente ciascuna area (esclusi gli spazi personali), fatta eccezione per gli aggiornamenti che correggono bug minori.

La versione 1.0 è stata rilasciata il 21 novembre 2008. Questa versione era disponibile ai beta tester con 77MB da scaricare dal PlayStation Store riscattando un codice inviato al loro indirizzo email. Durante l'installazione, vengono riservati 3077MB di spazio sul disco fisso per l'applicazione. Sono necessari download aggiuntivi per accedere alle varie aree come la Piazza Centrale e la Sala da Bowling. La quantità da scaricare per queste aree varia da 16-45MB ognuna.

La versione 1.03 è stata la prima versione aperta a tutti (Open Beta) ed è stata rilasciata l' 11 dicembre 2008. L'icona di Home appare automaticamente sotto la categoria PlayStation Network nella XMB quando i giocatori accendono la loro PS3.

Anche se il servizio è gratuito, contenuti a pagamento sono disponibili presso il Centro Commerciale (con un menù che somiglia al PlayStation Store). Abiti, mobili, abitazioni, giochi e accessori possono essere acquistati, mentre altri contenuti sono disponibili gratuitamente. Altri contenuti esclusivi possono essere sbloccati gratuitamente vincendo a specifici giochi o guadagnando i trofei nei videogiochi PS3. Possono essere acquistati appartamenti più grandi con in dotazione giochi come biliardo o una piscina.

La pubblicità è una grande parte di Home e i rivenditori possono creare i propri cartelloni pubblicitari per scopi commerciali. Sony attualmente trasmette la pubblicità dai propri server. Anche società non produttrici di videogiochi possono mettere i propri annunci nella rete.

Tutte le transazioni all'interno di PlayStation Home utilizzano il sistema di pagamento Sony, simile al PlayStation Store.

Gli utenti saranno in grado di fare soldi in Home mediante un servizio ad aste che consentirà loro di vendere i beni e contenuti creati personalmente agli altri utenti di Home. In un discorso nel 2007, Phil Harrison ha utilizzato il termine "Game 3.0 " per descrivere il servizio.

Per la parte superiore



Lista dei giochi PlayStation Network

Questa è una lista della PlayStation Network per i giochi della PlayStation 3 e della PlayStation Portable che possono essere scaricati via download tramite la PlayStation 3. La lista contiene i giochi originali della PlayStation, PlayStation 2 e PlayStation 3.

Per la parte superiore



Software per PlayStation 3

Voce principale: PlayStation 3.

Il Software per PlayStation 3 é un aggiornamento software del sistema operativo della PlayStation 3. Il processo di aggiornamento é identico a quello della PSP. Ogni aggiornamento include i precedenti.

Il software può essere aggiornato direttamente dalla PlayStation 3, oppure scaricato dal sito ufficiale su un pc e poi caricato su una penna USB e trasferito sulla PS3, oppure installato tramite l'aggiornamento contenuto in un gioco. Il software, definito anche come firmware, dalla versione 2.* contiene anche applicazioni di alto livello oltre alla normale base firmware.

La PlayStation 3 usa XrossMediaBar (XMB) come interfaccia grafica.

L'attuale versione del software é la 2.60, resa disponibile il 21 gennaio 2009.

Poiché gli aggiornamenti vengono proposti in maniera regolare e possibile che le PlayStation 3 acquistate non abbiano la più recente versione software installato. Comunque, ogni gioco che richiede una determinata versione software include l'aggiornamento del disco. Per esempio Ratchet & Clank: Armi di distruzione comprende la versione 1.94. Questo aggiornamento é disponibile solo nel gioco e permette il supporto al DualShock 3 prima della versione 2.0.

Changes not known.

La versione 2.40, include la possibilità di usare la XMBall'interno del gioco e la possibilità di collezionare trofei, rilasciata il 2 giugno 2008; comunque nella giornata é stato annullato perché su un piccolo numero di PS3 non permetteva il riavvio della macchina dopo l'aggiornamento. L'errore é comparso a causa di certi dati amministrativi contenuti negli HD ('certain system administrative data being contained in the HDD'). L'errore é stato corretto con la versione 2.41 del sistema, rilasciato l'8 giugno 2008.

La PlayStation 3 può riprodurre foto, file audio e video in una gran varietà di formati. Include anche la possibilità di visualizzare una presentazione con le foto a diversi tipi di visualizzazioni per i file audio.

Per la parte superiore



PlayStation Network

PlayStation Network è il servizio di collegamento on-line incluso nella console PlayStation 3 e PlayStation Portable dal firmware 5.00 in poi. È già funzionante in Europa, negli Stati Uniti d'America ed in Giappone.

Per accedere a queste funzionalità serve una connessione a internet ad alta velocità almeno di tipo ADSL. La console si connette ad internet via Ethernet (sia con il modello da 40, 60 e da 80 Gigabyte) e via Wi-Fi (senza fili, ). L'accesso al Network richiede la registrazione di un proprio account, effettuabile sia attraverso la PlayStation 3 sia da un sito internet accessibile da qualunque pc o in alternativa da psp. Oltre a tutto ciò la console deve essere aggiornata all'ultima versione disponibile del firmware per poter giocare online ed accedere al PSN. Attualmente il firmware è la versione 2.70.

Sul PlayStation Store sono disponibili i seguenti contenuti che possono essere scaricati sull'hard disk. A seconda del tipo di contenuto scelto, questo può essere gratuito o a pagamento.

Tutti i contenuti del PlayStation Network sono in alta definizione, 1080p nei televisori che lo supportano (HDTV), ed hanno prezzi che vanno da meno di un euro a 40 Euro.

Per la parte superiore



PlayStation Portable

La console

La PlayStation Portable (プレイステーション・ポータブル - , Pureisutēshon Pōtaburu?, ufficialmente abbreviata come PSP), è una console portatile prodotta e venduta dalla Sony Computer Entertainment. Il suo sviluppo è stato annunciato all'E³ del 2003 ed è stata svelata ufficialmente l'11 maggio 2004 ad una conferenza stampa prima dell'E³ 2004. La console è stata rilasciata in Giappone il 12 dicembre 2004, negli U.S.A. e in Canada il 24 marzo 2005 e in Europa e Australia il 1° settembre 2005. La PlayStation Portable offre la possibilità di giocare con i videogiochi, vedere video, ascoltare musica, visualizzare immagini, fornendo anche (nelle versioni più recenti del firmware) la possibilità di utilizzare un browser internet apposito.

Di rilievo, inoltre, è il supporto integrato alle reti Wi-Fi, che consente la connessione a Internet e la partecipazione contemporanea di più giocatori (fino a 32 in alcuni titoli) a determinati giochi. Il parco titoli di PSP risulta ad oggi molto simile a quello PlayStation 2, riproponendo di fatto la maggior parte dei brand più famosi e conosciuti in versione portatile.

Dal settembre 2007 Sony ha introdotto una nuova versione della console chiamata PSP Slim & Lite. Questa è del 33% più leggera (189 grammi contro 280) e del 19% più sottile (18,6 millimetri contro 23). La batteria ha una durata minore del 10% in quanto meno capiente rispetto a quella precedente (1200 contro 1800), supporta la ricarica via USB, include un'uscita video per collegare il dispositivo ad un televisore e ha gli speaker nella parte frontale; inoltre ha un lettore UMD più veloce. La nuova versione ha 64 Mb di RAM, il doppio del modello precedente, così da diminuire i tempi di caricamento dei giochi. Inizialmente la console è stata resa disponibile nel mercato Europeo (dal 5 settembre in Italia), ma è prevista una sua diffusione a livello mondiale. Il lancio ufficiale in Giappone è avvenuto il 20 settembre 2007 ma alcune edizioni speciali sono state messe in commercio dal 13 settembre vendendo in una settimana fino a 320 000 console.

E' stata presentata in Giappone un nuovo modello di PSP, la versione 3000, che aggiunge nuove migliorie, come: uno schermo migliorato, con molti più colori e un ridotto coefficente di riflesso; il video out migliorato con il suppporto anche TV non HD; un microfono integrato, utile per Skype & Co; e la scritta HOME che ora viene sostituito dal simbolo PlayStation.

La PSP è in grado di riprodurre film registrati su dischi Universal Media Disc (UMD), un formato inventato da Sony (ma standardizzato), avente una capacità di 1,8 Gigabyte. Ultimamente, per via delle pessime vendite di UMD Video, probabilmente causate da prezzi troppo alti, alcune case cinematografiche hanno dichiarato che non rilasceranno più film in tale formato.

Inoltre possiede uno slot per Memory Stick «Duo», una piccola memory card dalla capacità che arriva fino a 16 GB, sulla quale l'utente può memorizzare file multimediali da riprodurre con la console e salvare i progressi nei giochi. Ormai da un anno è stata ufficializzata la produzione del memory stick originale Sony da 16 gigabyte, che costa circa 90 euro.

Il firmware è il Sistema Operativo della PSP e gode di regolari aggiornamenti che introducono nuove funzionalità e risolvono gli eventuali bug. Ad esempio, con le versioni 2.00 e successive, sono stati introdotti un browser per Internet, un riproduttore di podcast e un riproduttore di video in streaming attraverso la tecnologia proprietaria Sony denominata Location free. L'ultima versione rilasciata è la 5.03.

Sono stati realizzati numerosi accessori opzionali per PSP, anche da famose marche di elettronica come Logitech: ad esempio un piccolo hard disk esterno che, collegato come una memory stick, fornisce alla PSP 4 Gigabyte di memoria. Da segnalare le utilissime custodie per la console e gli UMD.

Sono stati recentemente immessi sul mercato due nuovi, importanti dispositivi: il primo si chiama Go!Cam e consente di videochiamare via web, di utilizzare giochi che sfruttano il movimento del corpo e di scattare foto da salvare su memory stick; il secondo, invece, è un navigatore satellitare di nome "Go!Explore" che permette, tramite un'antenna e delle mappe, contenute in un dischetto UMD, di trasformare la PSP in un vero e proprio GPS portatile, con funzionalità grafiche superiori alla media dei normali navigatori satellitari.

Nel 2005 si vociferava di un possibile sintonizzatore Tv esterno ma il progetto sembra essere stato abbandonato definitivamente.

Esistono dieci diverse colorazioni: piano black, ice silver, ceramic white, rose pink, deep red, champagne gold, felicia blue, mint green, lavender purple, e metallic blue. La versione nera è stata la prima versione uscita della PSP, uscita il 1 settembre 2005; è stata la prima colorazione disponibile, ed è inoltre l'unica edizione disponibilie in tutto il mondo. Alcune di esse (ice silver, ceramic white, e deep red) sono disponibili solo negli Stati Uniti (in bundle rispettivamente con i videogiochi Daxter, Star Wars Battlefront e God of War) e in Asia (vendute separatamente). Le versioni rose pink, champagne gold, felicia blue, e lavender purple versions sono disponibili solo in Asia mentre il modello mint green è venduto nel solo Giappone. Per i mercati asiatici ed europei esiste una versione pink, realizzata in collaborazione con la cantante P!nk.

Una nuova versione completamente rivisitata è la nuova PSP Slim & Lite: più sottile e più leggera, possiede anche l'uscita tv per collegarla ad un qualsiasi televisore. Sono disponibili tre colorazioni: Nera, Bianca e Argento. In più, sono in arrivo due edizioni speciali: una gialla con all'interno I Simpson - Il videogioco, l'altra rossa e nera contenente il film in UMD Spider-Man 3. Successivamente sono usciti i bundle contenti i giochi di God of War: Chains of Olympus con una psp rossa con l'immagine di Kratos in bianco sul retro e l'altro contenente il gioco Crisis Core: Final Fantasy VII e la psp bianca con l'immagine di Zack Fair in blu sul retro. Ha raggiunto i mercati giapponesi una psp Mint Green dedicata ad Ape Academy e l'acquisto veniva in parte devoluto alle catastrofi di Cina e Birmania. Tre nuovi colori sono in arrivo nel periodo di Marzo-Aprile 2009 sul mercato europeo, alcuni dei quali sono già disponibili da tempo nel mercato americano e asiatico.

Il Go!Explore invece, trasformerà la Play Station Portable in un sistema di navigazione GPS, grazie all'opportuno ricevitore GPS ed al software su UMD Go!Explore, che implementerà in se mappe sia 2D che 3D oltre a molte utili opzioni presenti in molti altri navigatori in commercio.

Per la parte superiore



PlayStation 3

Playstation3vector.svg

La PlayStation 3 (プレイステーション3, Pureisutēshon Surī?, registrata con il marchio PLAYSTATION®3 e spesso abbreviata con la sigla PS3) è una console per videogiochi prodotta da Sony Computer Entertainment e distribuita da Sony, dotata di varie funzioni multimediali oltre a quelle di intrattenimento videoludico.

La PS3 è stata lanciata in commercio l'11 novembre 2006 in Giappone, il 17 novembre 2006 nel Nord America, il 23 marzo 2007 in Europa, Medio Oriente, Australia, Asia (escluso il Giappone), America Latina e Nord Africa.

In Italia i centri commerciali di elettrodomestici MediaWorld e Saturn hanno messo in vendita la console a partire dal 21 marzo 2007, non rispettando il regolamento deciso da Sony.

Come già detto la PlayStation 3 è stata lanciata in commercio l' 11 novembre 2006 in Giappone, successivamente il 17 novembre dello stesso anno nel Nord America.

In Europa inizialmente il lancio in commercio della console era previsto per lo stesso giorno del Nord'America ma a settembre 2006, Sony annuncio il rinvio del lancio nel vecchio continente, a causa di un ritardo nella produzione di diodi del Blu-ray Disc.

Oltre all'Europa anche i continenti con il dispositivo di visione PAL e SECAM ovvero Asia (escluso il Giappone), Nord Africa, Oceania e America Latina hanno avuto il lancio rimandato. In seguito la console è uscita in contemporanea in tutti i quattro continenti il 23 marzo 2007.

La PlayStation 3 offre una grafica di nuova generazione (rispetto alla precedente PlayStation 2) grazie al processore centrale Cell e alla scheda grafica RSX. I dischi Blu-ray, sui quali viene distribuita la maggior parte dei giochi, permettono di memorizzare una grande quantità di contenuti multimediali (fino a 50 gigabyte di dati, il doppio del formato HD DVD), a scapito di una ridotta velocità di trasferimento che rende obbligatoria in molti titoli in commercio l'installazione su disco rigido di una parte dei dati.

La PlayStation 3 supporta l'alta definizione, gestendo risoluzioni Full HD fino a 1080p (1920x1080 punti in modalità progressiva). I giochi per PlayStation 3 sono tipicamente progettati per sfruttare di base l'alta definizione (di solito alla risoluzione 720p), mentre i giochi per PlayStation 1/2 (i secondi compatibili solo con alcune versioni della console) vengono riadattati alla risoluzione superiore tramite un processo chiamato "upscaling".

La PlayStation 3 è una console multimediale: come lettore Blu-ray Disc Profile 2.0 consente di guardare film in alta definizione fino a 1080p su un televisore Full HD. La console legge anche CD-ROM e Super Audio CD (esclusa la versione da 40 GB, che legge i soli CD-ROM) e DVD-ROM. Sul disco rigido è possibile immagazzinare file musicali, fotografie digitali, film e video in genere. Dal dicembre 2007 tramite l'aggiornamento firmware 2.10 la console gestisce i filmati DiVX e VC-1.

Si possono immagazzinare su disco rigido anche i dati contenuti nella memoria della PlayStation Portable, previo collegamento delle due console tramite un comune cavo USB.

La PlayStation 3 dispone di un sistema di aggiornamento del sistema operativo (firmware), che consente la risoluzione di problemi legati a eventuali falle sfruttabili dai cracker, ma soprattutto la possibilità di aggiungere periodicamente alla console nuove funzioni al passo con i tempi, di scaricare salvataggi (savegames) da internet, di estendere la retrocompatibilità della console con un numero sempre più alto di videogiochi per PlayStation e PlayStation 2, ecc. Gli aggiornamenti possono essere scaricati direttamente dalla console oppure mediante un computer per poi essere inseriti nella console attraverso un supporto di memorizzazione (CD, penna USB...). Attualmente (21/01/2009) il firmware della console è arrivato alla versione 2.60 . Dal 2 aprile 2009 è disponibile un aggiornamento al software di sistema della PS3,arrivando così alla versione 2.70.Tra molte aggiunte,notiamo la chat di testo.

La PlayStation 3 è certificata DLNA (Digital Living Network Alliance). La console é certificata dal 17 maggio 2007. Questo le permette di utilizzare la propria rete di casa, sia cablata che wireless, condividendo contenuti digitali come foto, video e musica (come la xbox 360) .

È il servizio offerto da Sony sulla PlayStation 3 che comprende un browser per navigare in internet, un sistema di chat e di e-mail, la possibilità di giocare on-line, un negozio virtuale dove acquistare video, trailer, immagini, sfondi, temi, giochi (gratuiti o a pagamento), demo (gratuite) e accessori virtuali per personalizzare i giochi, tra cui elementi di gioco quali livelli, costumi e simili (gratuiti o a pagamento)ed un servizio di chat situato in un ambiente 3D.

Le versioni della console provviste di hard disk da 20 e 60 GB in Giappone e 80 GB NTSC (ormai fuori produzione) sono retrocompatibili con la maggior parte dei giochi delle precedenti PlayStation e PlayStation 2; la retrocompatibilità è ottenuta tramite emulazione hardware o software, a seconda del modello. L'emulazione hardware garantisce una compatibilità quasi totale ma incrementa i costi di produzione della console, mentre l'emulazione software è meno onerosa per Sony ma non fornisce una compatibilità completa con i giochi. Inizialmente la versione nord americana e quella giapponese erano dotate di emulazione hardware, poi soppressa, mentre le versioni europee sono sempre e solo state fornite di emulazione software. Il software di emulazione al momento del lancio nel mercato europeo garantiva una compatibilità con circa 75% dei giochi distribuiti in Europa per la PlayStation 2. Dei 2451 videogiochi distribuiti Sony garantiva la compatibilità con 1782 di questi sebbene alcuni soffrissero di problemi sporadici. Sony ha affermato che i suoi tecnici sono al lavoro per migliorare l'emulazione ma che questo non è il suo obiettivo primario dato che la società preferisce sviluppare contenuti inediti per la nuova console piuttosto che dedicare ingenti risorse al raggiungimento di una completa retrocompatibilità.

La versione da 40 GB non è stata dotata di emulazione hardware né software dei giochi PS2, decisione presa da Sony al fine di ridurre i costi di produzione della stessa e di conseguenza il prezzo di vendita al pubblico. Tuttavia è rimasta compatibile con alcuni giochi della prima PlayStation.

All'E3 2008 2008, Sony ha annunciato che in Europa a partire dal 27 agosto 2008 sarebbe stata messa in vendita la versione della console dotata di disco rigido da 80 GB, mentre il modello contenente il disco da 40 GB sarebbe rimasto in vendita fino ad esaurimento scorte come accaduto per il modello da 60 GB. La versione europea da 80 GB, rispetto a quella americana uscita ad agosto 2007 non è dotata di emulazione e come il 40 GB non sarà compatibile con i vecchi titoli. In seguito anche in America è stata distribuita la versione con Hard disk da 80 GB senza emulazione dei giochi per PlayStation 2.

La PlayStation 3 dispone di una voce Trofei che riassume le vittorie particolari per gioco effettuate. Permette anche di confrontare i trofei con gli amici. Per i giochi che supportano i trofei si veda: Lista di videogiochi per PlayStation 3.

La forma della console è caratterizzata dalla facciata superiore curvilinea; questo perché sotto di essa vi è l'alimentatore. Il peso della console è di circa 6,5 Kg, la larghezza è di 325 mm, l'altezza di 98 mm e la profondità di 274 mm.

Il gamepad, chiamato SIXAXIS, esteticamente molto simile al DualShock e al DualShock 2 delle precedenti console Sony, oltre a non essere collegato alla console tramite cavi (poiché funzionante tramite la tecnologia Bluetooth) è molto più leggero e incorpora un sensore di movimento a 6 assi. La console è inoltre in grado di gestire 7 diversi controller contemporaneamente, portando dunque il multiplayer off-line fino a un massimo di 7 giocatori (nei giochi in cui quest'opzione è disponibile). A causa della delicatezza del SIXAXIS e per evitare di appesantirlo troppo, non meno che per strategie di mercato e per una serie di problemi giuridici (Sony è stata trascinata in tribunale in quanto rea di aver copiato da un'azienda minore la tecnologia alla base del Dual Shock), inizialmente non è stata inserita in esso la funzione di vibrazione. Ma terze parti hanno realizzato dei SIXAXIS provvisti di vibrazione e Sony stessa ha presentato nell'ottobre 2007 un SIXAXIS con la suddetta funzione, ribattezzato DualShock 3 e incluso di serie nei modelli più recenti della console.

La versione della console con hard disk da 60 GB e 80 GB (Per la versione NTSC) può leggere le schede di memoria di fotocamere digitali, palmari, cellulari, le schede di memoria della PlayStation Portable e di qualsiasi sistema che supporti MultiMediaCard, schede SD, CompactFlash o Memory Stick. Questa funzione è molto utile e comoda, soprattutto se si considera il fatto che non è necessario collegare dispositivi tramite cavo USB.

La PlayStation 3 può connettersi via wireless o via USB con la PlayStation Portable, in modo da poter visualizzare il contenuto dell'hard disk sul piccolo schermo della PSP e viceversa. La PlayStation 3 viene utilizzata anche per trasferire sulla memory stick della PSP i contenuti scaricati tramite PS3 dal PlayStation Store, quali vecchi classici della prima PlayStation e altri prodotti destinati esclusivamente alla PlayStation portatile.

La console è stata venduta in sei modelli, caratterizzati rispettivamente da un hard disk da 20, 40, 60, 80 e 160 GB. Le console si differenziano, oltre che per la capacità degli hard disk, anche per la presenza o assenza di lettore di memory card, di porte USB e per l'eventuale strategia di emulazione delle console della generazione precedente.

Tutte le versioni sono dotate di uscita HDMI 1.3, che garantisce una qualità video migliore rispetto alla porta HDMI 1.0.

La versione da 20 GB non è mai stata messa in vendita in Europa e il 12 marzo 2007 Sony ha annunciato la sospensione della vendita di questa versione anche nel territorio nord americano vista la scarsa richiesta del pubblico. Le versioni statunitensi da 20 GB e 60 GB, a differenza di quelle europee, sono state fornite dii chip di emulazione della PlayStation 2 in hardware e quindi hanno una compatibilità quasi totale con i titoli della console emulata.

In Corea, la Sony ha deciso di rendere disponibile unicamente una versione con hard disk da 80 GB, che da agosto 2007 è presente anche nel Nord America. La versione da 80 GB venduta nel Nord America, essendo sprovvista del chip di emulazione della PlayStation 2, mostrava la stessa compatibilità dei modelli europei. Questa versione prendeva il posto (e il prezzo) della versione da 60 GB. La versione da 60 GB subì in concomitanza un ribasso di prezzo di 100 $ per facilitare l'esaurimento delle scorte. Finite le scorte a disposizione il modello da 60 GB fu ritirato dal mercato nordamericano.

A partire dal 10 ottobre del 2007 in Italia sono stati abbassati i prezzi dello "Starter pack" con la console da 60 GB (da 599 € a 499 €; in alcuni negozi, per un più rapido esaurimento delle scorte, il prezzo è stato abbassato talvolta anche a 449 € e perfino a 399 €) e questa è stata venduta solo fino all'esaurimento delle scorte; dopodiché è entrata in commercio la nuova versione da 40 GB (a 399 euro), che ha solamente due porte USB anziché quattro ed è priva del lettore di schede di memoria. Questa console, come già detto, non è dotata di emulazione né software né hardware per i giochi delle PlayStation precedenti e non supporta i Super Audio CD. Il modello da 40 GB utilizza un processore centrale Cell prodotto con tecnologia a 65 nm, a differenza degli altri modelli che utilizzano processori costruiti con tecnologia a 90 nm. La nuova tecnologia di produzione ha portato una riduzione dei consumi da 380 Watt a 200 Watt. Questo processore è stato utilizzato anche negli altri modelli di PS3 dopo aver esaurito gli esemplari già prodotti. Questo stesso modello è stato messo in vendita anche in Giappone a partire dall'11 novembre 2007, disponibile anche nel colore bianco. La PS3 bianca è commercializzata anche nel Nord America e in Australia. Nel Nord America la distribuzione di questa versione ha portato a una riduzione di prezzo della versione da 80 GB che è scesa a 499 $.

Nel gennaio 2008 la Sony ha annunciato la soppressione anche in Giappone dei modelli da 20 GB e da 60 GB lasciando in commercio unicamente il modello da 40GB.

All'inizio di febbraio 2008 Sony ha messo sul mercato un nuovo Starter Pack contenente una PlayStation 3 da 40 GB, 2 controller Sixaxis e i videogiochi Ratchet & Clank: Armi di distruzione e Uncharted: Drake's Fortune al prezzo di 499 €. A questo sono stati affiancati in seguito altri Starter Pack, con giochi diversi dai due citati, e in alcuni casi con un singolo gioco. Per il Natale 2008 sono previsti altri Starter Pack che comprendono un Dual Shock 3, il gioco LittleBigPlanet e la console a 399€.

Nei primi mesi del 2008 Sony ha dichiarato che renderà disponibile in Giappone un modello di colore grigio (che in seguito verrà esportato nel resto del mondo) e che, similmente, la versione bianca inizialmente disponibile solo in Giappone verrà messa in vendita anche negli altri mercati mondiali.

Per la parte superiore



MLB '07: The Show

MLB '07: The Show, prodotto da Sony Computer Entertainment America, è un videogioco sportivo di baseball per PlayStation 3, PlayStation 2 e PSP. È l'unico videogioco con licenza della MLB per la stagione 2007, e l'unico gioco di Baseball per sistemi Playstation, assieme a Major League Baseball 2K7. La versione PlayStation 2 e la versione PSP del gioco sono state rilasciate il 27 febbraio, 2007 mentre la versione PlayStation 3 il 15 maggio, 2007.

Il famoso giocatore dei New York Mets David Wright è raffigurato sulla cover. Il team dei commentatori include: Rex Hudler, Matt Vasgersian e Dave Campbell.

Per la parte superiore



Castlevania (serie)

Logo Originale Castlevania NES

Castlevania è il titolo occidentalizzato di una storica serie di videogiochi creati da Konami, Akumajō Dracula (悪魔城ドラキュラ) ossia "Castello Demoniaco (di) Dracula". Compare per la prima volta il 26 settembre 1986 sulla console giapponese Famicom Disk System. Nel mese di Ottobre dello stesso anno, Akumajō Dracula subisce un adattamento, viene rinominato Vampire Killer e successivamente rilasciato in Giappone e in Europa per l'home computer MSX2. Nel maggio 1987 viene portato su cartuccia e rilasciato in Nord America sul formato Nintendo Entertainment System, segue poi la release europea.

Ad ora la saga di Castlevania conta oltre 20 episodi disseminati sulla maggior parte dei sistemi apparsi sul mercato, sia console (Nintendo Entertainment System, Game Boy, Super Nintendo, Sega Mega Drive, PC Engine, PlayStation, Sega Saturn, Nintendo 64, Game Boy Advance, PlayStation 2, Xbox, Nintendo DS; sia home computer come Commodore 64, Sharp X68000, Amiga e personal computer (MS-DOS, Microsoft Windows). Un episodio è apparso anche in sala giochi, mentre un altro è attualmente in produzione.

La trama è spesso molto simile tra i vari episodi di gioco, dato che l'ambientazione sfruttata è quasi sempre l'eterno Castello del Conte Dracula e in linea generale racconta delle gesta della famiglia Bèlmondò, una nobile stirpe francese di cacciatori di vampiri avversa alle forze del male da secoli. Il termine Belmont ha però arbitrariamente soppiantato la stessa orgine francese del nome, nonostante si tratti di un deliberato cambiamento dall'originale, la stessa Konami ha appoggiato questa strategia. L'idea del primo capitolo del 1986, era quella di sfruttare la leggendaria figura del Conte Dracula, icona orrorifica per eccellenza, inserirlo ad hoc in un contesto orrorifico e renderlo ultimo boss finale di un videogioco a piattaforme di spiccata componente avventurosa. L'eroe del gioco sarebbe dunque stato un intrepido cacciatore di vampiri, pronto ad avventurarsi nella spettrale dimora del conte, debellando orde di creature asservite all'oscuro volere del principe dei vampiri. Il solido principio degli albori era però destinato a mutare e a svilupparsi in maniera composita e approfondita, con una poliedrica struttura compositiva.

Ispirandosi ad un compendio di figure a cavallo tra la pittura gotica e rinascimentale dei secoli passati, ogni director giapponese che ha lavorato sulla saga di Castlevania ha posto il suo personalissimo sigillo sull'epopea del Clan Belmont, Velnandes e Morris (le tre casate che fanno da sfondo al gioco). Non è difficile infatti distinguere nei numerosi episodi della saga un esplicito omaggio all'opera artistica di maestri pittori come Gustave Doré, Francisco Goya, Pieter Bruegel, e Albrecht Dürer. Sebbene in parametri d'influenza diversa, è possibile distinguere nei coloratissimi sprite di Castlevania rimandi ad opere come "Partenza per il Sabba" o "Il Trionfo della Morte" e altre opere analoghe. Intingendo sapientamente questo immaginario fiammingo, con una raccolta di figure mitologiche partenopee tipiche come chimere, tritoni, arpie, minotauri e ogni sorta di mitologia: da quella greco/romana, a quella nordica e a quella araba.

La trama della serie è vagamente ispirata al romanzo di Bram Stoker; secondo appassionati la serie videoludica ha anche tratto ispirazione dall'opera teatrale giapponese Vampire Hunter D del 1982 (riproposta poi, alcuni anni più tardi, in forma di anime in due film d'animazione). Una ragazza di nome Doris viene morsa dal sinistro Conte, un vampiro antichissimo e potentissimo, che ha deciso di fare di lei la sua sposa. A nulla valgono i tentativi della ragazza di ribellarsi al vampiro, affrontandolo con la sua fidata frusta (arma usata anche in Castlevania). Ad aiutarla entra in scena "D", un uomo vestito di nero, con lunghissimi capelli corvini e un cappello a tesa larga, armato di una spada molto lunga, che sembra Alucard di Castlevania: Symphony of the Night (Akumajō Dracula X: Gekka no Yasōkyoku).

Il primo titolo della serie, Castlevania (1986), è un tipico videogioco a piattaforme dell'epoca dove si controlla Simon Belmont, un discendente del clan di cacciatori di vampiri dei Belmont. Armato della sua frusta sacra, tramandata da generazione in generazione, si deve avventurare nel castello del Conte Dracula per trovarlo e ucciderlo. Si possono utilizzare anche armi secondarie che consumano dei cuori; questi possono essere ottenuti distruggendo candelabri o uccidendo nemici. Esistono diversi remake di questo gioco, a partire dalla versione "parallela" Vampire Hunter; poi Haunted Castle versione per sala giochi dotato di trama differente; un port per Sharp X68000, arrivato in occidente come Castlevania Chronicles su Playstation; Super Castlevania IV, per Super Nintendo.

Nel seguito, Simon's Quest, vengono introdotti molti elementi tipici dei giochi di ruolo (livelli di abilità, PNG, un mondo esplorabile a piacimento dove i livelli sono connessi fra loro e rigiocabili); elementi che vengono eliminati nel terzo episodio, Dracula's Curse, dove tuttavia è possibile in alcuni casi scegliere la sequenza di gioco dei livelli, utilizzare tre diversi personaggi e avere un alleato.

Dopo alcuni episodi per sistemi a 16-bit e per console portatili, che bene o male riprendono stile e modalità di gioco dei precedenti, è nel 1997 che, con Symphony of the Night la serie cambia aspetto per diventare quella odierna. Vengono inseriti molti elementi da avventura dinamica, in particolare da Metroid e Super Metroid (tanto che, scherzosamente, i fan chiamano il titolo Castleroid o Metroidvania). Con l'avvento del direttore artistico Ayami Kojima anche l'aspetto grafico cambia, passando dalle oscure ambientazioni in stile medievale ad uno barocco e manieristico. I titolo seguenti per Nintendo DS hanno adottato un aspetto in stile anime, per paura che i più giovani non aprezzassero l'arte matura di Kojima.

Esistono, ad oggi, anche quattro episodi tridimensionali di Castlevania, due per Nintendo 64 (Castlevania, Legacy of Darkness) e due per Playstation 2 (Lament of Innocence, Curse of Darkness).

Per la parte superiore



Source : Wikipedia