Periferiche

3.4324324324406 (999)
Inviato da maria 24/03/2009 @ 04:16

Tags : periferiche, hardware, computer, high tech

ultime notizie
Percussioni e batteria da suonare col touch dei nuovi Symbian ... - Punto Informatico
Quando occorre sequestrare computer e periferiche, e quando invece basta copiare l'hard disk? (PI - News) Fuori le società di raccolta dei diritti che impongono mandati esclusivi. Dentro artisti che operano con le licenze libere....
Strade sporche, l'Asa predispone un intervento di pulizia delle ... - Atripalda News
Un intervento straordinario di pulizia delle contrade periferiche e delle strade principali della cittadina del Sabato: è stato effettuato nel corso della giornata di ieri, dai mezzi e dagli uomini dell'Asa, dopo le sollecitazioni del consigliere...
Project Natal: il controller sei tu! - pc-facile
Microsoft deve aver osservato con attenzione queste due ultime periferiche, ne ha raccolto i pregi ed eliminato i difetti, risultato? Guardate questo video... Sembra molto semplice, eppure i risultati sono sbalorditivi. Project Natal è una piccola...
InWin, case e periferiche vietate agli uomini - Tom's Hardware Guide
Il Diva è un mini case, disponibile in tre colorazioni, con bottoni tagliati a forma di diamante. Il cassettino frontale apribile nasconde l'alloggio da 5.25” e, come ogni case che si rispetti, è dotato delle porte I/O esterne: 2x USB 2.0,...
[E3 2009] Sony taglia i costi di sviluppo per PSP - Videogame.it
Durante la conferenza stampa tenuta da Sony all'E3, durante la quale è stata presentata la nuova line-up di titoli e periferiche, è stato toccato anche l'argomento PlayStation Portable a fronte del nuovo modello PSPGo. Dal palco della presentazione non...
Nintendo & Sony, quel che resta dell'E3 - Punto Informatico
E infatti la conferenza sulle novità per Wii è stata tutta incentrata su ulteriori periferiche accessorie (e poco videoludiche) per la console, nuove edizioni di software già commercializzato, qualche seguito di titoli eccellenti e poco altro....
NEC, display ricurvo da 43 pollici - Hardware upgrade.it
Presente inoltre una porta USB 2.0 per il collegamento di periferiche. Il monitor NEC CRV43 viene offerto con tre anni di garanzia, che copre anche eventuali problemi alla lampada di retroilluminazione. La dispon ibilità è prevista per Luglio 2009 ad...
Degrado strade periferiche, Gentile scrive alla Provincia - Rete5.tv
SULMONA - Più che erbacce sembrano alberi per l'altezza che hanno raggiunto, coprendo la segnaletica stradale e la visuale agli incroci, sia per i pedoni che per gli automobilisti, costretti a pericolosi sporgimenti al centro della strada prima di...
Milano, per Remax buona performance del Centro - NanoPress
... sostiene che il mercato immobiliare del Centro di Milano starebbe contando su delle buone performance, in grado di contrastare la crisi del settore che è invece maggiormente avvertita in altre zone, più periferiche, del capoluogo lombardo....
DL ABRUZZO: REVISIONE ARTICOLAZIONI PERIFERICHE MEF, 5 EMENDAMENTI - Affaritaliani.it
Cinque proposte emendative sulle norme che prevedono la revisione delle articolazioni periferiche di Ministero dell'Economia e Aams. Due sono state formulate dalla Commissione e intervengono sulla copertura finanziaria dell'operazione....

Periferiche Playstation

Adattatore di rete per PlayStation 2

Le periferiche Playstation sono una parte molto importante della console Sony: per essa, infatti, sono stati prodotti molti accessori per potenziare l'esperienza di gioco.

Per semplicità verranno riportate le periferiche più diffuse, "stravaganti" e originali della casa costruttrice Sony o Namco (le periferiche compatibili prodotte da altre aziende sono troppe per esser menzionate tutte).

Alcune sono delle vere rarità; niente vieta però che si possano trovare dei sostituti o delle copie riprodotte oggi da altre case costruttrici.

Per una questione di equità le voci sono ordinate in ordine alfabetico; vicino alla periferica viene indicata anche la console compatibile.

Le Memory Card Sony della prima generazione per Playstation sono in formato EEPROM e raggiungono il Megabit (128 Kilobyte), con una velocità di scrittura di 10 Kb/sec. Col diffondersi della console si sono rese disponibili in vari colori: grey, black, island blue, cherry red, crystal, emerald, orange, white, yellow. La seconda generazione nata per la Playstation 2 utilizza la tecnologia MagicGate e offre la disponibilità al giocatore di scegliere tra quattro diversi storaggi: 8, 16, 32 e 64 Megabyte.

Nella Playstation 3 le memory card sono state quasi completamente abbandonate, perché all'interno delle ultime piattaforme è stato inserito un disco rigido, in alcuni casi rimovibile e basato sullo standard SATA (lo stesso adottato dai moderni hard disk per computer superiori ai 100 GB), che permette di tenere in memoria molti salvataggi e giochi scaricati da piattaforme online (es:PlayStation Network. L'adattatore per leggere le memory card di PlayStation 1 e PlayStation 2 con la PlayStation 3 viene venduto separatamente ed il lettore di schede multiformato (SD, MultiMedia Card, CompactFlash e Memory Stick) non è presente nella versione base, ma solo in quella più costosa con hard disk da 60 GB.

Per la parte superiore



Periferica

Una periferica è, nell'informatica, un dispositivo hardware collegato al computer talvolta controllato da un proprio microprocessore, le cui funzioni sono controllate dal sistema operativo attraverso i relativi driver. Sebbene il termine suggerisca l'idea di qualcosa di aggiuntivo - e quindi non strettamente essenziale - molti di questi dispositivi si rivelano di primaria importanza nell'economia di un sistema di elaborazione dati che possa dirsi totalmente efficiente.

Fra le principali periferiche necessarie ad un uso ottimale del computer vi sono le memorie di massa (hard disk), quelle di input ed output cartaceo (scanner e stampante) e quelle di comunicazione con altri computer (scheda di rete e modem). Ugualmente, la tastiera, il mouse e il monitor - componenti primarie dell'interfaccia con l'utente.

Ogni volta che si collega una periferica ad un PC, il sistema operativo assegna ad essa una lettera corrispondente a un'unità disco rimovibile. Ogni periferica è visibile fra le risorse del computer, identificata con una lettera differente. In alcuni casi, è necessario mappare l'unità di rete manualmente. Tale operazione può essere eseguita col comando DOS Diskmgmt.msc.

La prima volta che si collega una periferica al PC, bisogna in generale seguire alcuni passi per l'installazione. Il CD spesso è autoinstallante, ossia dispone di una funzione, detta di autorun, disattivabile, per cui appena inserito avvia la procedura di installazione.

Le periferiche con collegamento USB sono le uniche che non richiedono un CD di installazione. I driver sono presenti in una memoria della periferica e scaricati tramite il cavo USB. Fino a Windows '98, anche per queste periferiche doveva essere installato un CD. Il CD-Rom di installazione contiene i driver della periferica, scaricabili gratuitamente dal sito del produttore, con i relativi aggiornamenti.

Per la parte superiore



Bus (informatica)

Nei sistemi elettronici e nei computer in particolare, il bus è un canale che permette a periferiche e componenti del sistema di dialogare tra loro. Diversamente dalle connessioni punto-punto un solo bus può collegare tra loro più dispositivi.

Le connessioni elettriche del bus possono essere realizzate direttamente su circuito stampato oppure tramite un apposito cavo. Nel primo caso, se il bus è di tipo parallelo, spesso è riconoscibile a vista perché si nota sul circuito un nutrito gruppo di piste compatte e disposte in parallelo che vanno a toccare i vari componenti della scheda. Sono di questo tipo i bus ISA, PCI e AGP.

Un bus può usare anche la trasmissione seriale. Il progredire della tecnologia sembra preferire questa forma a quella parallela, che tra l'altro soffre di maggiori ingombri e spesso anche di maggiori costi. Esempi di bus seriali sono: SPI, I²C, SATA, PCI Express, PROFIBUS, CAN e LIN.

Il bus di sistema, presente in tutti i microcalcolatori, è composto da 50 a 100 fili in rame incisi sulla scheda madre ed è dotato di connettori separati ad intervalli regolari per l’innesto dei moduli di memoria e di I/O. Si tratta di una serie di connessioni elettriche ognuna delle quali può trasmettere cifre binarie (0 o 1) in successione, l'insieme delle quali (che può essere o meno interpretato come un valore numerico) è interpretato dai vari componenti del sistema secondo protocolli prestabiliti. Un bus che collega 2 componenti appartenenti alla stessa scheda integrata è detto bus interno (internal bus) (di solito proprietario), se collega due componenti generici è detto bus esterno (external bus). Se c’è un solo bus esterno è detto bus di sistema (system bus).

È il bus sul quale transitano le informazioni. È usufruibile da tutti i componenti del sistema, sia in scrittura sia in lettura. è bidirezionale.

È il bus attraverso il quale la CPU decide in quale indirizzo andare a scrivere o a leggere informazioni; sia le celle di memoria (RAM) sia le preriferiche di I/O (Input/Output) sono infatti divise in zone, ognuna delle quali ha un dato indirizzo. Dopo aver comunicato l'indirizzo tramite questo bus, la scrittura o lettura avviene normalmente tramite il bus dati. Naturalmente questo bus è fruibile in scrittura solo dalla CPU ed in lettura dagli altri componenti, in quanto tramite questo bus viene dato solo l'indirizzo della cella, che è deciso dalla CPU. È monodirezionale.

Il bus controlli è un insieme di collegamenti il cui scopo è coordinare le attività del sistema; tramite esso, la CPU può decidere quale componente deve scrivere sul bus dati in un determinato momento, quale deve leggere l'indirizzo sul bus indirizzi, quali celle di memoria devono scrivere e quali invece leggere, etc. Infatti la memoria e tutti gli altri componenti comunicano con la CPU attraverso un unico bus condiviso; questo significa che senza un controllo da parte dalla CPU si verrebbero a creare dei conflitti e delle collisioni.

Il motivo per cui gli elaboratori dispongono in genere di un solo bus è semplice: l'architettura a più bus, proposta teoricamente agli albori dell'informatica da John von Neumann nel 1945, non è praticamente realizzabile, visto l'altissimo numero di connessioni che sarebbero necessarie.

Bus di espansione sviluppato per i computer Amiga prodotti dalla Commodore. Esistono tre versioni di questo bus, le prime due erano a 16 bit, la terza era a 32 bit. Questo bus è stato fornito nativamente della capacità Plug and Play fin dalla prima versione risalente al 1985. È un bus parallelo che lavora in modo sincrono ma nella terza revisione poteva lavorare anche in modo asincrono rendendo le comunicazioni più efficienti ma nel contempo rendendo le schede di espansione più costose e difficili da progettare.

Bus di sistema PC, (ma anche Apple, Sun). Sviluppato dalla Intel nel 1992 (in sostituzione del bus ISA). Diverse versioni: PCI, PCI 2.0, PCI 2.1, PCI 2.2, PCI-X, PCI-X DDR. 32 – 64, PCI-E linee dati-indirizzi (sovrapposte) (multiplexed) Clock a 33 – 66 – 133 – 266 MHz. Alimentazione 5 – 3,3 Volt. Il trasferimento che avviene attraverso un bus PCI è un "burst", composto da una fase di indirizzamento e da una o più fasi di dato. Bassa latenza ed elevato throughput.

Bus per il collegamento di periferiche (lente). Sviluppato nel 1995 da un consorzio: (Compaq, HP, Intel, Lucent, Microsoft, Nec, Philips). Caratteristiche: flessibilità, semplicità; un unico bus per molte periferiche; non sono necessari dispositivi di controllo e porte dedicate; facilmente espandibile; economico; connessioni a caldo; supporto dispositivi tempo reale (audio - telefono).

Il cavo è composto da 4 fili: massa, alimentazione (5V), Dati+, Dati-.

Collegamento per dispositivi interni o esterni al computer: dischi rigidi (dischi SCSI), ma anche CD - DVD – unità nastro - stampanti - scanner.

Collega sino a 7- 15 controllori (unità) e massimo 2048 periferiche per controllore. Collegamento a cascata, con terminatore. Semplice ed economico. Parte della logica delegata ai controllori. 50 fili - 25 di massa per eliminare disturbi (8 dati — 1 parità — 9 controllo — 7 alimentazione e usi futuri). Asincrono: con protocollo di hand-shake. Arbitraggio decentralizzato: utilizzo linee dati, priorità prestabilita.

Molte similitudini con l’USB: bus seriale con alimentazione (60W), sviluppato da un consorzio di aziende (1984 - Apple, 1995 Standard, ma con Royalties), connessioni a caldo, meccanismi di identificazione, struttura ad albero.

Il PCI-X è un'evoluzione del PCI. È stata sviluppata dallo stesso consorzio che sviluppò il PCI e fornisce una larghezza di banda fino a 4 GByte. Pur avendo prestazioni molto più elevate del PCI è retrocompatibile con le periferiche PCI e quindi permette il riutilizzo delle schede PCI.

Il PCI Express è il successore (seriale) del bus di espansione PCI (parallelo) e sarà destinato a sostituire il bus AGP fino ad ora in uso per le schede grafiche.

Chiamato PCI-Express è in genere abbreviato in PCIe o PCIx (da non confondere con PCI-X che si trova in molte MB attualmente in commercio). L'architettura è completamente differente dal bus PCI classico.

La sua caratteristica seriale aiuta a semplificare il layout del PCB delle schede madri ed è costituito da una serie di canali. Tali canali possono essere aggregati secondo le esigenze rendendo di fatto il sistema molto flessibile. La banda a disposizione di ciascun canale (FULL DUPLEX) è dedicata e quindi non condivisa con gli altri.

Un canale PCIe (detto x1) ha una banda disponibile di 266 MByte/sec. Pertanto, nelle moderne schede video che utilizzano 16 canali PCIe la banda a disposizione è di circa 4 GByte/sec (il doppio del bus AGP 8x).

Il ruolo di un dispositivo può cambiare nel tempo; un dispositivo può comportarsi da master o da slave in contesti differenti. Lo standard che definisce il bus deve fornire le regole per gestire tali condizioni o vietarle.

Si sente spesso parlare in ambito hardware della velocità (larghezza di banda) del FSB, acronimo che sta per Front Side Bus ed identifica quella parte di bus di sistema che mette in collegamento la CPU con qualunque altra periferica installata nel computer (ad esempio modem interni, scheda video, scheda audio, ecc....).

Per la parte superiore



Daemon Tools

DAEMON Tools è un emulatore di periferiche CD-DVD virtuali per Windows capace di montare immagini di dischi DVD, CD,HD DVD o Blu-ray su una periferica virtuale. In pratica, esso crea dei lettori CD/DVD/HD DVD/Blu-ray aggiuntivi al nostro pc come se fossero presenti al livello hardware in modo così da rendere leggibile un file di immagine CD/DVD/HD DVD/Blu-ray (di solito .iso o .mdf) come se fossero effettivamente inseriti i cd che corrispondono a questa immagine.

Come gli altri emulatori, Daemon Tools viene sviluppato per l'utente che non vuole accedere direttamente ai dati salvati in un CD per prevenire la sua usura e la perdita delle informazioni. Offrirà un utilizzo conveniente quando si vogliono, ad esempio, utilizzare diversi software su un laptop mentre si è in viaggio: l'utente dovrà semplicemente emulare i dischi dalle immagini salvate sull'hard disk che gli interessano invece che portarsi dietro, fisicamente, tutti i CD. Possono essere anche caricate molte immagini contemporaneamente su diverse periferiche virtuali.

Le software house che sviluppano videogame, stanno cercando di combattere la diffusione di Daemon Tools perché, grazie all'emulazione delle immagini dei CD, l'utente è facilitato a copiare e ad utilizzare software coperto da copyright. Per questo motivo, molti produttori inseriscono nei loro programmi un controllo sulle periferiche emulate; se tra queste è presente quella di Daemon Tools, il programma si rifiuterebbe di partire o tenterebbe la disinstallazione del programma di emulazione.

Per la parte superiore



A-Data

A-DATA Technology o semplicemente A-Data è un'impresa taiwanese di periferiche per computer. È specializzata in memorie per computer e memorie flash.

Sandisk e Samsung hanno annunciato anch'essi prodotti da 32GB.

Per la parte superiore



Action Replay

Cartuccia Action Replay per Amiga 500

La Datel Action Replay è una linea di periferiche non ufficiali per console. Consistono in un disco ottico o in una cartuccia, a seconda delle console, che contiene codici in grado di modificare le caratteristiche dei videogiochi. Nella forma in disco ottico viene allegata una memory card per l'aggiunta di codici.

Attualmente sono disponibili Action Replay per GameCube, Game Boy Advance, Nintendo 64, PlayStation 2, Xbox, Nintendo DS e PlayStation Portable. In passato sono state prodotte anche per Nintendo Entertainment System, Sega Master System, Star Disk System, Sega Mega Drive, Super Nintendo Entertainment System, Sega Saturn, PlayStation, Dreamcast, Game Boy, Game Gear, Game Boy Color, e per i computer Commodore 64, Amiga e IBM compatibile.

Il primo modello di Action Replay fu sviluppato in Gran Bretagna dalla Datel. Successivamente sono stati prodotti la Pro Action Replay per il mercato europeo e il GameShark della Interact per quello americano. Il Freeloader è talvolta incorporato nell'Action Replay per le console più moderne.

Nel caso della PlayStation, è una cartuccia con un circuito di silicio all'interno, con memoria variabile a seconda del modello, collegabile tramite la porta d'espansione (parallela) situata nel retro delle console (tranne modello 9002 e psOne), accanto all'ingresso del cavo SCART; ha un interruttore d'accensione che permette di attivarla o disattivarla. Per le altre console, appare come un semplice disco di gioco. Prima dell'inizio del gioco presenta una sua schermata, dalla quale si possono aggiungere/rimuovere/attivare vari codici reperibili su riviste specializzate o Internet che danno accesso a varie opzioni. Fondamentalmente, i codici sono in esadecimale (talvolta criptato), e compongono un indirizzo e un valore. I codici inseriti vengono allocati in RAM (quindi l' effetto durerà fino allo spegnimento della console), e intercettano i dati passanti per quell' indirizzo cambiandone il valore, ottenendo risultati diversi.

L'Action Replay, nonostante sia la più famosa, non è stata l'unica cartuccia trucchi disponibile in commercio; hanno avuto grande risonanza anche il GameShark e la Xploder, che funzionano in modo analogo e sono disponibili per diversi modelli di console. Per la sola PlayStation Portable è disponibile anche il Cwcheat, con funzioni equivalenti.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia