Perego

3.3469708890608 (1271)
Inviato da maria 13/03/2009 @ 03:10

Tags : perego, lombardia, italia

ultime notizie
Alfonso Signorini: "Butterei dalla torre Paola Perego" - Affaritaliani.it
Chi salverebbe tra Paola Perego e Silvia Toffanin? "Toffanin, tutta la vita". Tra Daria Bignardi e Lilli Gruber? "Bignardi". Simona Ventura o Alessia Marcuzzi? "Marcuzzi: meno costruita, più sincera". Fiorello o Chiambretti?...
Fattura elettronica: la normativa è ok, ma può migliorare - Il Sole 24 Ore
Alessandro Perego, responsabile scientifico dell'Osservatorio sulla fattura elettronica della School of management del Politecnico di Milano è stato molto chiaro. La normativa c'è e non può essere considerata un ostacolo per l'utilizzo della fattura...
Il sindaco fa da Talpa per far «vedere» Alassio - il Giornale
Lo scrittore, giornalista, regista e autore televisivo Cesare Lanza lo ha invitato a diventare concorrente de «La Talpa», il reality schierato da Raidue sotto la conduzione di Paola Perego. Scava, scava, la «Talpa» potrebbe fare davvero breccia nel...
Scopri la nuova collezione 2009 di passeggini ultraleggeri "Si ... - informazione.it - Comunicati Stampa (Comunicati Stampa)
E' arrivata la nuova collezione di passeggini "Si" firmata Peg Perego, tutti sicuri, comodi e soprattutto ultraleggeri! Roma, 25/05/2009 (informazione.it - comunicati stampa) Bimbomarket, leader a livello europeo nella vendita online di articoli per...
Canale 5, D'Urso la domenica pomeriggio, Perego a MattinoCinque - NanoPress
Sembra ormai cosa fatta lo scambio di programmi tra Paola Perego e Barbara D'Urso: ne dà notizia La Stampa. Barbara D'Urso conquista la poltrona del talk della domenica pomeriggio (che non è detto si chiami ancora Questa Domenica) sottraendola a Paola...
Laura Perego, sotto il burqa nulla - TGCOM
Laura Perego colpisce ancora. Dopo le incursioni nude a Sanremo e alla Borsa di Milano per protestare contro i maltrattamenti agli animali e la crisi economica, adesso la pornostar si è presentata davanti al consolato afghano coperta solo da un burqa...
"La Fattoria, una str..." - Libero News
La Venier (ri)sminuisce la sua partecipazione al reality della Perego: come la prenderà quest'ultima? Considerata l'estrema suscettibilità di Paola Perego, guai a Mara Venier, che a bocce ormai ferme stigmatizza la sua partecipazione a La Fattoria come...
La pornostar Laura Perego nuda davanti al Consolato afghano - Italia News
Ed ecco una nuova incursione di protesta della bella pornostar Laura Perego che oltre ad usare il suo corpo sexy per lavoro da attrice in film porno sa usarlo anche per lanciare messaggi di protesta che non possono fare altro che scalpore facendo...
Alassio: Marco Melgrati invitato a partecipare a "La Talpa" - Savona news
La quarta edizione del gioco andrà in onda da settembre con la conduzione di Paola Perego. Il Sindaco di Alassio, che si è impegnato a dare una risposta in breve tempo, ha sottolineato che si tratta di una buona occasione per promuovere la città di...

Perego

Perego Antica Chiesa.JPG

Perego (Pérech) è un comune italiano di 1.635 abitanti della provincia di Lecco in Lombardia, che si estende per circa 4 chilometri quadrati nel territorio del Meratese.

Per la parte superiore



Paola Perego

Paola Perego (Monza, 17 aprile 1966) è una conduttrice televisiva, modella ed ex indossatrice italiana.

Esordisce nel mondo dello spettacolo ancora minorenne (nel 1982, a 16 anni) come modella e indossatrice, ma dopo un solo anno di passerelle incomincia ad affrontare provini per lavorare in televisione. Nel 1983 verrà assunta da Antenna 3 Lombardia, allora importantissima rete a livello regionale in cui lavora insieme ai comici Ric e Gian (in Ric e Gian graffiti, che nel 1983 segna il suo esordio televisivo) e Teo Teocoli: l'obiettivo dichiarato degli umoristi è mettere in ridicolo ed in imbarazzo la valletta di turno, ma la forte e determinata Perego regge bene il ruolo tanto da essere notata dalla Fininvest, che nel 1984 la assume.

Dal network di Silvio Berlusconi viene traghettata nel neonato canale Italia 1 in cui conduce trasmissioni come Autostop insieme a Marco Columbro, Record e Superecord, American Ball, Cadillac e Grand Prix. Proprio mentre conduce queste trasmissioni televisive conosce il calciatore Andrea Carnevale, che diventerà suo marito e padre dei suoi due figli, Giulia e Riccardo, ma dal quale poi si separerà a seguito delle varie vicende giudiziarie che in vari periodi, anche recenti, lo coinvolsero quale consumatore e spacciatore di cocaina. Nel frattempo nel 1986 prende parte ad Azzurro ma è con Calciomania del 1990 che dimostra le proprie qualità.

Nel 1991 passa a Telemontecarlo dove conduce Settimo squillo con Remo Girone e nel 1991/92 Quando c'è la salute programma di medicina in onda in prima serata. La prima edizione la conduce da sola e la seconda con Tiberio Timperi.

Nel 1992 passa a Rai Due dove, insieme ad Alessandro Cecchi Paone prima e a Massimo Giletti, poi conduce Mattina due, In famiglia, Pomeriggio in famiglia e Mattina in famiglia.

Quando torna a Mediaset, dove conduce Aspettando Beautiful e prende il posto di Rita Dalla Chiesa a Forum su Rete 4, che presenta per diverse stagioni. Dal 29 aprile 2002 è la conduttrice de I sette vizi capitali, in onda su Rete 4 in prima serata, trasmissione che aiuta il cittadino ad evitare le truffe.

Nel settembre 2003 prende il posto di Alda D'Eusanio in Al posto tuo e vi resta fino al 2005; la trasmissione non sarà più solo un talk show, ma saranno degli attori a intraprendere storie vere, con una giuria pronta a votare il comportamento più opportuno.

Nel gennaio del 2004 sostituisce, dopo l'insuccesso della prima puntata, Amanda Lear alla conduzione del reality show La Talpa su Rai Due, portandolo al successo.

Nelle stagioni estive 2003-2004 conduce il Festival di Castrocaro Terme e Sanremo estate con Toto Cutugno.

Passa poi a Mediaset e nell'autunno 2005 conduce la seconda edizione della La Talpa con successo. Nel gennaio 2006 viene scelta come conduttrice di Verissimo, rotocalco pomeridiano del TG5. Gli ascolti migliorano rispetto la precedente conduzione dei giornalisti Benedetta Corbi e Giuseppe Brindisi, ma la redazione del telegiornale non accetta la Perego in quanto non-giornalista e farà ostruzionismo nei confronti della presentatrice. La trasmissione passerà poi sotto la direzione del vicedirettore del TG5 Piero Vigorelli e infine di Videonews. La trasmissione continuerà con successo, tant'è che da maggio raddoppierà la messa in onda.

Nell'autunno 2006 viene scelta per sostituire Maurizio Costanzo alla conduzione di Buona Domenica. La missione non è semplice, ma alla fine risulterà un successo. La trasmissione è stata spesso al centro di polemiche date le discutibili doti artistiche di molti tirocinanti della tv presenti. I detrattori del programma lamentano inoltre una crescente volgarità all'interno del contenitore. Dopo le prime puntate del contenitore domenicale, Claudio Lippi ha deciso di abbandonare il cast, accusando la Perego e gli autori di non lasciargli voce in capitolo. Nonostante tutte le polemiche o, forse, proprio grazie a queste, la trasmissione ha raggiunto discreti indici d'ascolto, il che ha comportato la riconferma della conduttrice anche per l'edizione successiva.

Infatti nell'autunno 2007 conduce fino a maggio 2008 la sua seconda edizione di Buona Domenica, con in più nel cast il comico Beppe Braida. Nel giugno del 2008 conduce la puntata pilota de Il momento della verità, su Italia 1.

L'autunno 2008 vede la conduttrice impegnata con il nuovo programma della domenica pomeriggio di Canale 5 Questa domenica e con la terza edizione del reality show La Talpa con Paola Barale come inviata speciale, che risulterà un successo. Il 31 dicembre 2008 conduce su Canale 5 Capodanno 2009-speciale Questa Domenica con Rosaria Cannavò e Vincenzo Cantatore. A Febbario 2009, dopo voci che la vedevano come nuova conduttrice del Grande Fratello 9, è la padrona di casa del reality show La fattoria, giunto alla quarta edizione, con Mara Venier in qualità di inviata dal Brasile, location del programma.

Per la parte superiore



Gaetano Perego

Gaetano Perego (altrimenti noto anche come Gaetanino Perego) (... – Torino, 1783) è stato un pittore italiano.

I dati relativi alla nascita di Gaetano Perego sono sconosciuti, anche se il cognome farebbe presumere un'origine veneta (nonostante alcune ricerche lo vogliano nato a Milano). Di lui si conosce poco; tra i primi lavori dell'artista sono accertati il Santuario di Vicoforte, nel 1741 e le preparazioni degli allestimenti per le nozze di Vittorio Amedeo III di Savoia con Maria Antonietta di Borbone-Spagna nel 1750. Entrato nel folto gruppo di artisti al seguito della corte reale di Piemonte, Perego lavorò alle decorazioni del teatro Carignano nel 1753 e, dal 1756, lo si ritrova a Stupinigi, ove lavora prima per il decoro della Seconda Anticamera del Duca di Savoia, poi nelle altre sale, continuando il suo operato almeno fino al 1780. Di questi anni risale anche il matrimonio con la figlia di Vittorio Amedeo Cignaroli.

Per la parte superiore



Leone da Perego

Stemma di Leone da Perego

Leone da Perego, o da Milano (? – 1257), è stato un arcivescovo cattolico italiano. Fu il primo frate francescano nominato arcivescovo di Milano. Con questa nomina, papa Gregorio IX portò a compimento un progetto meditato da anni: l'inserimento di frati minori nelle alte cariche della Chiesa di Roma.

Leone da Perego resse l'arcidiocesi ambrosiana dal 1241 al 1257. Durante il suo arcivescovado visse per lungo tempo a Legnano.

Il 3 febbraio 1253 partì con un largo seguito di prelati e cittadini, alla volta di Roma per perorare presso la Santa Sede la causa di canonizzazione di Pietro da Verona.

Il 21 maggio 1254 lasciò definitivamente Milano per trasferirsi nei suoi domini di Seprio e Martesana, da dove continuò ad amministrare l'arcidiocesi milanese per i tre anni successivi.

Il 5 febbraio 1255 Leone da Perego si recò nuovamrente a Roma per chiedere al nuovo papa l'autorizzazione a provvedere alla situazione difficile della sua sede, alienando molti beni che l'arcivescovado possedeva in diverse diocesi lontane per comprare terre più utili nel contado milanese.

Le sue ambizioni politiche, e la volontà di escludere il popolo dal governo del Comune di Milano, portarono all'insurrezione del Commune populi nel luglio 1257 ed alla successiva cacciata del ceto nobiliare dalla città; le tensioni giunsero al culmine nell'agosto dello stesso anno, quando tra il Seprio e la Burgaria, nell'attuale Altomilanese, si mossero gli eserciti delle due fazioni. La guerra civile venne scongiurata in data 29 agosto, con la firma della Tregua di Parabiago.

Leone da Perego, malato fin dal luglio del 1257, morì il 14 ottobre nel proprio palazzo a Legnano. In un primo momento fu sepolto nella chiesa di Sant'Ambrogio, poi la salma scomparve.

Per la parte superiore



Riccardo Perego

Riccardo Perego (Desio, 14 luglio 1981) è un cestista italiano. Ha esordito in serie A nel 2000 con la maglia di Montecatini il 1 dicembre contro la Virtus Bologna. Milita da tre stagioni nell'Unione Cestistica Casalpusterlengo nel girone A Della Serie A Dilettanti.

Per la parte superiore



Palazzo Leone da Perego

Il Palazzo Leone da Perego è un edificio storico di Legnano. È conosciuto con questo nome perché Leone da Perego, arcivescovo di Milano, vi soggiornò e morì nel 1257. È stato ricostruito nel 1897 conservando alcune decorazioni dell'edificio originale. Situato a pochi passi dalla Basilica dedicata a San Magno e possiede due entrate, una in via Magenta e l’altra in via Girardelli. Probabilmente è sorto sui resti di un precedente edificio dell’VIII secolo. All'inizio del XIII secolo diventò nobile residenza estiva e, proprio grazie all'arcivescovo Leone da Perego, conobbe un periodo di splendore che si protrarrà sino alla fine del XV secolo.

Nel 1973 la parte conosciuta come Palazzo Ottone Visconti venne trasformata in sala conferenze e, successivamente, in cinema. La restante parte, dopo essere stata adibita a scuola materna, è dal 2000 area espositiva di SALe, Spazi Arte Legnano, e può considerarsi uno dei cuori pulsanti della cultura lombarda. Dal 2003 il critico Flavio Arensi, cura l'attività artistica degli spazi espositivi comunali.

L’acronimo S.A.Le. identifica gli Spazi Espositivi della città di Legnano, Palazzo Leone da Perego, attivo dal 2000, e il Castello di San Giorgio, aperto alle mostre a partire dal 2007. Dal 2003 il critico Flavio Arensi cura l'attività artistica degli spazi espositivi comunali, seguendo un percorso preciso di indagine, che predilige il recupero e la valorizzazione di maestri o tematiche inusuali, in cui l'umanità è comunque al centro del dibattito critico, sulla scia di studiosi come Giovanni Testori o Luigi Carluccio. Dal 2007 a Palazzo Leone da Perego si è aggiunta - sempre gestita dal comune - la Pinacoteca del Castello, dove è adibito uno spazio (Spazio Dovevaccadere) esclusivamente per la promozione di giovane artisti.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia