Oracle

3.4128440366912 (1199)
Inviato da nono 27/02/2009 @ 09:40

Tags : oracle, programmazione, computer, high tech

ultime notizie
IT: nuova versione delle Oracle Business Intelligence Applications - Adnkronos/IGN
(Ign) – Oracle ha annunciato la disponibilità della nuova versione 7.9.6 delle Oracle Business Intelligence (BI) Applications, un insieme di soluzioni pacchettizzate per applicazioni Oracle e di altri vendor grazie alle quali le imprese possono...
IT: Oracle compra Virtual Iron - Adnkronos/IGN
(Ign) – Oracle ha raggiunto un accordo per l'acquisizione di Virtual Iron Software, Inc. (Virtual Iron), azienda specializzata nell'implementazione di infrastrutture di virtualizzazione di classe enterprise. L'unione della tecnologia di Virtual Iron...
IT: Oracle E-Business Suite Service Applications ottiene la ... - Adnkronos/IGN
(Ign) – Oracle Service, parte di Oracle E-Business Suite Release 12 e Oracle IT Service Management (ITSM) Suite è stata certificata Information Technology Infrastructure Library (ITIL) v3 compatibile con il programma di certificazione Pink Elephant...
Sun lancia l'App Store per Java - Zeus News
Nonostante l'acquisizione da parte di Oracle, Sun sembra tutt'altro che sulla via di scomparire così come il proprio Ceo, Jonathan Schwartz. Per il prossimo 2 giugno, data in cui prenderà il via la JavaOne Conference 2009 a San Francisco,...
Virtualizzazione , Oracle acquisisce Virtual Iron - eWEEKeurope
Oracle ha diversi motivi per cercare un controllo diretto degli strumenti software essenziali per la virtualizzazione, el'acquisizione di Virtual Iron è il tassello finale della strategia. In ballo c'è il controllo di una tecnologia di gestione delle...
"ALINGHI" ACCUSA "ORACLE" DI SPIONAGGIO - AGI - Agenzia Giornalistica Italia
Alinghi, detentore del titolo, ha accusato i rivali di BMW-Oracle di spionaggio industriale. E' quanto emerge dai documenti depositati presso la Corte Suprema di New York dove i due team da quasi due anni si confrontano a colpi di carta bollata per...
BMW Oracle a Venezia - Sailbiz.it
Colpi di scena alla regata di debutto: BMW ORACLE Racing balza subito in testa, ma Gitana Extreme-Groupe LCF Rothschild non molla. Venezia, 15 maggio 2009 - Ribaltamenti di fronte continui e vento capriccioso per la regata di debutto dell'iShares Cup....
Interazione fra gadget iGoogle e database Oracle (1/2) - Programmazione.it
Il gadget non è altro che un piccolo software e come tale è in grado di interagire, con le limitazioni del caso, con varie risorse quali un database Oracle. Con l'aiuto di un articolo di Luca Mearelli vediamo come è possibile interrogare un database;...
iShares Cup: si impone Gitana, Oracle secondo - ItaliaVela
Dopo aver dato del filo da torcere ai campionissimi di Bmw Oracle, piazzandosi alle loro spalle nella gara inaugurale di venerdì scorso, l'equipaggio di Yann Guichard era riuscito a risalire dal secondo al primo posto ieri pomeriggio, per non mollare...
Oracle sceglie Valencia - Corriere del Ticino
NEW YORK - Il sindacato americano Oracle ha confermato l'intenzione di vedere organizzato nel marzo 2010 a Valencia il duello tra multiscafi contro Alinghi per la 33.esima Coppa America. Questa posizione è stata espressa da due responsabili di Oracle,...

Oracle

Oracle è uno tra i più famosi database management system (DBMS), cioè sistema di gestione di basi di dati.

Oracle fa parte dei cosiddetti RDBMS (Relational DataBase Management System) ovvero di sistemi di database basati sul Modello relazionale che si è affermato come lo standard dei database dell'ultimo decennio.

La società informatica che lo produce, la Oracle Corporation, è una delle più grandi del mondo. È stata fondata nel 1977 ed ha la sua sede centrale in California. Il fondatore nonché Chief Executive Officer ed importante azionista è Lawrence J. Ellison.

La prima versione di Oracle risale al 1977, da allora sono state introdotte numerose modifiche e miglioramenti per seguire gli sviluppi tecnologici, fino ad arrivare alla versione 11g.

Un compito importante è svolto dal System Global Area (SGA), una regione di memoria condivisa che contiene dati ed informazioni per il controllo di una istanza Oracle. L'SGA si occupa della cache, i dati bufferizzati, i comandi SQL e informazioni sull'utente.

Oracle memorizza i dati sia logicamente, sotto forma di tablespace, sia fisicamente, sotto forma di file (datafile). Un tablespace, formato da uno o più datafile, contiene vari tipi di segment; ogni segment a sua volta si suddivide in uno o più extent. Ogni extent comprende gruppi contigui di blocchi di dati (data block), quest'ultimi sono la più piccola informazione memorizzabile da Oracle. A livello fisico, i file comprendono almeno due o più extent. Fino alla versione 8i la dimensione del blocco di dati era stabilita alla creazione del database e non poteva più essere modificata; dalla versione 9i in poi i blocchi di dati possono essere di dimensione variabile, sebbene ogni tablespace debba necessariamente essere costituita da datafile con la stessa dimensione di blocco dati.

Oracle tiene traccia dei dati memorizzati tramite l'aiuto di informazioni presenti nelle tabelle di sistema. Esse contengono il dizionario dei dati e se presenti indici e cluster. Un dizionario dei dati consiste di una collezione di tabelle che contengono informazioni riguardo tutti gli oggetti utente del database.

Se un amministratore della base di dati ha attivato la funzione RAC (Real Application Clusters), allora istanze multiple, solitamente su server differenti, si collegano ad una Storage Area Network o sistema similare i cui dischi sono visibili e utilizzabili da tutti i nodi del cluster. Questo scenario offre numerosi vantaggi, maggiori performance, scalabilità e ridondanza. Comunque, il supporto e la gestione diviene più complesso e molti siti evitano di usare RAC.

Tra le varie potenzialità possiamo memorizzare ed eseguire stored procedure e funzioni. Grazie al PL/SQL, un'estensione procedurale del linguaggio SQL, sviluppato da Oracle, e a Java possiamo scrivere funzioni, procedure, trigger e package.

Oracle è un RDBMS che se configurato e gestito in maniera appropriata, garantisce una sicurezza dei dati molto elevata. Èpossibile attivare a questo proposito la modalità detta ARCHIVING (o ARCHIVELOG MODE). Essa consiste nel registrare tutte le transazioni che avvengono nel DB anche in file di sistema operativo che dovranno essere utilizzati in caso di DB RECOVERY dovuta a crash totale o parziale del sistema. In questa modalità è possibile sfruttare l'HOT BACKUP ossia il salvagaggio dei dati a sistema acceso senza effettuare fermi. Le modalità per il backup a caldo (hot backup) sono diverse. Quella standard oracle è denominata RMAN ossia Recovery Manager. Nulla vieta comunque all'amministratore del DB di gestire il backup/restore delle istanze oracle in maniera manuale o automatica tramite scripting.

Le vecchie versioni di Oracle, precedenti alla 10g, avevano uno schema di default chiamato scott. Una volta completato il processo di installazione, l'utente può collegarsi al database con l'username scott e password tiger. L'idea di chiamare uno schema scott è dovuta a Bruce Scott, uno dei primi impiegati alla Oracle, sua l'idea anche della password, Tiger era infatti il nome del suo gatto.

Per la parte superiore



The Legend of Zelda: Oracle of Ages

The Legend of Zelda: Oracle of Ages noto in Giappone come Zelda no Densetsu: Fushigi no Ki no Mi Jikū no Shō (ゼルダの伝説 ふしぎの木の実 時空の章 Zeruda no Densetsu Fushigi no Ki no Mi Jikū no Shō?) è un videogioco sviluppato da Flagship e pubblicato da Nintendo. Il gioco è stato prodotto per Game Boy Color ma se utilizzato con un Game Boy Advance mostrava delle caratteristiche addizionali. Il gioco è la controparte di The Legend of Zelda: Oracle of Seasons un altro videogioco presentato per Game Boy Color nello stesso periodo. I videogioco dispongono di alcune sezioni visibili solamente se in possesso di entrambi i videogiochi.

In Oracle of Ages si comanda Nayru l'oracolo del tempo. Il gioco fornisce una sistema di password che permette di terminare il gioco con un personaggio e iniziare Oracle of Seasons con lo stesso nome e gli stessi dati. Nel caso si disponga di entrambi i giochi la trama dei suddetti diventa più articolata, si hanno a disposizione più oggetti ed il gioco viene terminato affrontando Ganon altrimenti si affrontano solo i personaggi precedenti.

Per la parte superiore



The Legend of Zelda: Oracle of Seasons

The Legend of Zelda: Oracle of Seasons è un videogioco per la console Nintedo Game Boy Color del 2001, sviluppato da Flagship e pubblicato da Nintendo. Fu ideato però dal binomio Nintendo - Capcom, che segnò l'era degli Zelda. Se giocato utilizzando un Game Boy Advance mostra caratteristiche addizionali. Il gioco è uscito in contemporanea con The Legend of Zelda: Oracle of Ages, la grafica è molto simile a quest'ultimo, ma presenta alcune differenze.

Scaraventato nel mondo di Holodrum, Link deve salvare una splendida ballerina di nome Din, l'Oracolo delle Stagioni, rapita dal Generale Onox. Lo strumento che caratterizza questo episodio della saga è lo Scettro delle Stagioni, che permette di mutarle a suo piacimento. I suoi poteri si sbloccano pian piano, nel corso dell'avventura, che presenta la bellezza di otto dungeon tutti esplorabili. Per esplorare il mondo di Holodurm nella sua completezza, biosgna spaer utilizzare bene i poteri dello Scettro. Ad esempio, se uno specchio d'acqua vi blocca, si passa all'Inverno, ghiacciando l'acqua e superando con agilità un ostacolo prima insormontabile. Inoltre, Link è accompagnato da uno di questi tre compagni, a scelta del giocatore: Dimitri, il dinosauro acquatico, Moosh, il placido orso volante, e Ricky, un canguro salterino.

Grafica La grafica del gioco è molto simile a quella del gioco The Legend of Zelda: Link's Awakening, ma con l'aggiunta di alcuni effetti speciali (come il fondale marino). Però, i colori sono scelti con cura e la buona caratterizzazione dei PNG (personaggi non giocanti), fanno perdonare questa piccola pecca.

Sonoro Il Main Theme è ripescato da "Link's Awaening", ma sono state inserite alcune musichette orecchibili che fanno tanto Zelda. Anche gli effetti sonori sono gli stessi di Link's Awaening, ma vestono in maniera perfetta le varie situazione di gioco.

Per la parte superiore



Odessey and Oracle

Odessey and Oracle é un album del gruppo inglese dei The Zombies, pubblicato nel 1968 dalla CBS.

Odessey and Oracle è stato registrato nel 1967 dopo che gli Zombies firmarono per l'etichetta CBS, ed è stato il secondo album rilasciato dal 1965. Siccome il loro primo LP, Begin Here, fu una raccolta di singoli, Odessey and Oracle può essere considerato come l'unico vero album degli Zombies. Inoltre, mentre il loro primo album includeva diverse cover, Odessey consistette interamente di composizioni originali dei due principali autori del gruppo, Rod Argent e Chris White.

Il gruppo iniziò a lavorare sull' album nel giugno 1967, e alcuni brani vennero registrati presso gli studios della EMI ad Abbey Road, dove in precedenza quell' anno i Beatles avevano inciso Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band e i Pink Floyd il loro esordio: The Piper at the Gates of Dawn. Questa fu la prima volta che gli studios di Abbey Road vennero usati per un disco prodotto indipendentemente. Per quando le registrazioni finirono però, verso la fine del 1967, gli Zombies si erano già sciolti a tutti gli effetti, a causa della mancanza di successo finanziario. Odessey and Oracle è stato rilasciato nel Regno Unito nel mese di aprile 1968 e negli Stati Uniti nel mese di giugno. Il singolo Time of the Season divenne una sorprendente hit nei primi mesi del 1969, e la Columbia Records (negli Stati Uniti)decise di ripubblicare Odessey a Febbraio, con una diversa copertina che ritagliava pesantemente l' illustrazione originale.

Il divario temporale tra le date della versione inglese e di quella americana è il motivo per cui gli Zombies inizialmente non avevano preparato un mix stereo, condizione su cui invece la casa di produzione americana insistette. Con Al Kooper e la Columbia Records a sollecitarli, Argent e White diedero fondo alle royalties da loro maturate per prenotare di nuovo gli studios e missare da capo l'album in stereo apposta per la versione americana. Solo una canzone, "This Will Be Our Year" , non venne missata di nuovo nel 1969, a causa del mancato overdub di un corno non presente sul multitraccia originale.

La prima canzone dell' album, "Care of Cell 44" è stata reinterpretata da numerosi artisti tra cui Elliott Smith e Of Montreal.

Esistono diverse versioni disponibili in CD dell' album, quasi tutte contenenti un vario numero di tracce bonus.

Questa è la prima edizione in CD (uscita in Francia). È caratterizzata da un'illustrazione di copertina differente, conosciuta come "The Old Man in the Temple". Non contiene tracce bonus.

Questa è la più ampia versione CD di Odessey, comprendente insieme alle 12 canzoni originali ben 16 tracce bonus.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia