Niger

3.3581081081155 (888)
Inviato da murphy 11/03/2009 @ 12:17

Tags : niger, africa, esteri

ultime notizie
Eni dichiara force majeure nel terminale nigeriano Brass River - Reuters Italia
MI: Quotazione) ha dichiarato la force majeure nel terminale di esportazione nigeriano Brass River, secondo quanto ha riferito un portavoce della società. La produzione colpita dalla force majeure è pari a 9.000 barili di olio equivalente al giorno....
Eni: Scaroni, siamo la 1* major in Africa (Jeune Afrique) - Borsa Italiana
Inoltre, per quanto riguarda il progetto Tsgp che collegher... la Nigeria all'Europa attraverso il Niger e Algeria, "ci interessa in quanto le nostre unita' hanno la tecnologia di trasporto ad alta pressione necessaria per lo sviluppo di questa...
PUNTO 1 -Nigeria, Mend annuncia attentati a oleodotto e gasdotto - Reuters Italia
Al momento, due importanti linee di trasporto di petrolio e gas che erano state recentemente riparate sono saltate in aria", ha scritto in un comunicato inviato via e- mail il Movimento per l'Emancipazione del Delta del Niger (Mend)....
Nigeria: Delta del Niger, esercito accusato di strage contro ... - Internationalia
Non si arresta l'offensiva contro i militanti del Movimento di emancipazione del Delta del Niger (Mend) portata avanti dall'unità speciale dell'esercito nigeriano (Joint task force, Jtf) impegnata nella regione meridionale ricca di petrolio....
Nigeria: Mend dichiara guerra totale - ANSA
(ANSA) - ROMA, 15 MAG - I ribelli nigeriani del Mend hanno dichiarato di voler scatenare una ''guerra totale'' nella regione del delta nel Niger. L'annuncio del Movimento per l'emancipazione di quell'area della Nigeria e' contenuto in un comunicato in...
NIGERIA: IL MEND DICHIARA ''GUERRA TOTALE'' NEL DELTA DEL NIGER - Asca
(ASCA-AFP) - Lagos, 15 mag - Il Mend, principale gruppo armato del sud della Nigeria, ha dichiarato una ''guerra totale'' nella regione del delta del Niger, dove operano numerose compagnie petrolifere internazionali....
Nigeria, militanti invitano aziende petrolifere a evacuare staff - Reuters Italia
LAGOS (Reuters) - Il principale gruppo militante della Nigeria ha esortato le compagnie petrolifere sul delta del Niger a evacuare i lavoratori dopo gli scontri di oggi con le forze della sicurezza nello stato meridionale del Delta....
Nigeria/ I sequestri di persona saranno puniti con l'ergastolo - Wall Street Italia
(Apcom) - I sequestri di persona saranno puniti con il carcere a vita nello stato meridionale nigeriano di Rivers, cuore della regione petrolifera del Delta del Niger, ostaggio di una cronica povertà e teatro di azione di numerosi gruppi ribelli....
Niger/ Ong: con Imouraren si protrae scandalo sfruttamento uranio - Wall Street Italia
(Apcom) - Un collettivo di ong francesi si è detto preoccupato per lo condizioni di sfruttamento accordate al gruppo nucleare francese Areva dal governo di Niger per la miniera di Imouraren, nel nord del Paese, inaugurata oggi....

Niger

Niger - Bandiera

Il Niger è uno Stato dell'Africa Occidentale, che confina a nord con l'Algeria e la Libia, ad est con il Ciad, a sud con la Nigeria e il Benin ed ad ovest con il Burkina Faso e il Mali; è uno stato senza sbocco al mare.

Deve il suo nome al fiume Niger che l'attraversa. La sua capitale è Niamey. Non ha accesso al mare.

Situato nel medio continente africano, il Niger è composto per i suoi due terzi del territorio da parte del deserto del Sahara, praticamente inabitabile, che costituisce tutto il nord del paese. Il resto (sulle sponde dal fiume Niger) presenta grandi savane dove è possibile allevare bestiame e praticare agricoltura di sussistenza. In questa ultima regione si trova la capitale, Niamey, e la maggior parte dei centri popolati, come Zinder, Maradi e Tillabery.

La zona desertica raggiunge il suo massimo rigore nel Ténéré. In essa si trovano massicci montagnosi come l'Aïr, che come cima più elevata il monte Bagzane, di 2022 m. Le città più importanti in questa zona "interiore" del paese sono Bilma, Tahoua e Agadez.

Nella parte sudorientale del paese si trova il Lago Ciad, che è diviso con il Ciad, la Nigeria e il Camerun. Più concretamente questo si trova in una zona abitata dai Beri Beri. A sudovest si trova il fiume Niger, la maggiore fonte di acqua potabile del paese. Tra i maggiori fiumi del paese, troviamo il Goulbi de Maradi‎ e il Rima, entrambi stagionali ed entrambi localizzati lungo il confine con la Nigeria, e lo Yobe che si tuffa nel lago Ciad.

Le precipitazioni sono trascurabili nelle regioni settentrionali, mentre nelle regioni meridionali raggiungono gli 800 mm annui al sud, concentrandosi tra giugno e ottobre.

La mortalità infantile si mantiene su alti livelli, simili a quelli dei paesi confinanti. Inoltre, la mortalità dei bambini di età compresa fra uno e quattro anni di età è eccezionalmente elevata (248 su 1000) ed è dovuta all'alimentazione povera e alle precarie condizioni di salute. Ciononostante, il tasso di fertilità molto alto (7,2%) fa sì che quasi la metà (49%) degli abitanti del Niger abbia meno di 15 anni di età. Il tasso di scolarizzazione è del 50% (38% uomini, 27% donne). Un'ulteriore mezzo di diffusione della cultura è rappresentato dalle scuole coraniche.

Gli Hausa e i Djerma-Songhai rappresentano i due gruppi etnici più diffusi nel paese e contano insieme i 3/4 della popolazione. Anche i Gurmantche, sono stanziali, dediti all'agricoltura e vivono nelle regioni meridionali, le più fertili del Niger. A causa della vorticosa crescita demografica e della conseguente competizione per le scarse risorse naturali disponibili, negli anni recenti si sono registrati alcuni scontri fra le tribù di agricoltori e quelle di allevatori.

La maggioranza della popolazione del Niger è di religione musulmana, di professione sunnita, (più del 93%): l'Islam è arrivato in queste terre molto presto. Le minoranze, concentrate nella regione di Doutchi (Dosso?), praticano credenze animiste oppure sono cristiani. La coabitazione fra le tre fedi è nel complesso pacifica.

Fra i il X secolo e il XIX secolo in Niger ci fu un forte regno chiamato Hausa, che controllava le rotte delle caravane che attraversavano il Sahara e dominava la regione fertile del sud del territorio. L'apogeo di questa cultura iniziò nel XV secolo, per cominciare a decadere con la conquista europea del Niger nel XVIII secolo.

La colonizzazione francese si completò nel XIX secolo, quando l'attuale territorio del Niger venne a far parte dell'Africa Occidentale Francese fino a quando divenne indipendente il 3 agosto, 1960.

Il Niger divenne una repubblica presidenziale nel 1960. Dal 1999 ha una nuova costituzione varata nel luglio dello stesso anno. I governi degli anni passati sono cambiati frequentemente fra dittature militari e governi passeggeri. Il parlamento fu disciolto dopo vari colpi di stato poco distanti nel tempo tra loro.

Secondo la costituzione del dicembre 1992, riattivata per referendum nel luglio 1999, il Niger è una repubblica semipresidenziale e ammette il multipartitismo.

Il presidente, con funzioni di capo dello Stato e di capo del Governo, viene eletto a suffragio universale con un mandato di 5 anni, ripetibile una sola volta.

Il potere legislativo è esercitato da una assemblea nazionale composta da 113 membri (in passato 83), eletti sempre a suffragio universale (105 in collegi uninominali e 8 dalle minoranze) e sempre ogni 5 anni.

L'ordinamento del potere giudiziario si basa sul modello francese, ma comprende anche usi consuetudinari del Niger.

Il Niger è suddiviso in 8 Regioni , compresa quello della città capitale, Niamey, 36 dipartimenti e 129 comuni. Le regioni sono piuttosto differenziate per condizioni climatiche e di vita della popolazione.

Insieme a vari altri Stati, il Niger è membro dell'Unione Monetaria dell'Africa Occidentale (UMOA-Union Monetaire Ouest Africaine) e con essi condivide una banca centrale (BCEAO) e una moneta, il Franco CFA (Communauté Financière Africaine).

L'economia del Niger è una delle più povere fra quelle degli stati che fanno parte del terzo mondo ed è basata sulla pastorizia e sull'agricoltura; a queste si sta affiancando lentamente l'industria mineraria ed in particolare l'estrazione e l'esportazione dell'uranio. Il nord del Niger, costituito dall'altopiano di Djado e da parte del deserto del Ténéré, è abitato da comunità nomadi che praticano la pastorizia di bovini e caprini. A sud e ad ovest, dove ci sono maggiori precipitazioni, la popolazione è sedentaria e dedita all'agricoltura del miglio e del sorgo, che costituiscono l'alimento base della popolazione. Questa scarsa attività agricola è limitata ad appena 660 km² pari a solo il 3,9% del territorio nazionale. Si producono in modeste quantità patate, mais, riso, banane e pomodori. Oltre queste vi è una discreta coltivazione di noccioline che vengono in parte esportate. Poche sono le foreste che si trovano esclusivamente nel sud del paese.

Fra le principali risorse minerarie del paese si trovano il carbone, il ferro, i fosfati, l'oro e il petrolio. L'industria è ancora agli inizi; esiste prevalentemente quella mineraria e quella manifatturiera.

La moneta del Niger è il franco CFA, che nel 2005, aveva una parità con il dollaro statunitense di 525,85. Il suo PIL, uno dei più bassi del mondo, è di 900 dollari pro capite (2004), mentre l'inflazione è del 3% annuale (2002).

Il Niger ha un debito pubblico esterno di 1.600 milioni di dollari (2002).

Nel 1954 venne istituito il Parco nazionale W,noto per i suoi grandi mammiferi,che nel 1996 divenne patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.

La musica del Niger, come tutte le altre forme di espressione culturale, è caratterizzata dalla mescolanza di influssi provenienti dalle diverse componenti etniche del paese, tutte fortemente influenzate dalla cultura francese. Forse la più nota forma di espressione musicale del Niger è il Tuareg Blues, sviluppatosi negli anni 90 durante l'insurrezione dei Tuareg.

Il Niger partecipa alle competizioni olimpiche dal 1964, con l'eccezione delle edizioni del 1976 e 1980. Ad oggi ha vinto un'unica medaglia grazie a Issaka Daborg che nel 1972 ha vinto il bronzo nel pugilato.

Il Niger non si è mai qualificato per le fasi finali dei mondiali di Calcio, ne ha mai vinto alcuna competizione internazionale. Il miglior risultato si è registrato nel 1982 quando il Niger fu eliminato ai quarti dall'Algeria, che si sarebbe poi qualificata per la fase finale dei mondiali.

Per la parte superiore



Hippotragus niger

Sable bull.jpg

L'antilope nera (Hippotragus niger Harris, 1838) è una antilope africana, appartenente al gruppo delle antilopi equine, come le antilopi roane e l'orice.

Le corna delle antilopi nere sono incurvate all'indietro e superano mediamente il metro di lunghezza.

Esistono tre sottospecie di antilopi nere: l'Hippotragus niger niger presente nell'area a sud del fiume Zambesi in Africa australe, l'Hippotragus niger kirkii che si trova tra i fiumi Zambesi e Galena, e l'Hippotragus niger variani, distribuita in Angola.

Per la parte superiore



Melanosuchus niger

Caimano nero

Il caimano nero (Melanosuchus niger) è una specie a rischio della famiglia degli alligatori (Alligatoridae). Si tratta di un rettile carnivoro che vive nei pressi dei fiumi a lento scorrimento e dei laghi, nella savana del bacino idrografico del Rio delle Amazzoni quando è stagionalmente allagata e in altri habitat di acqua dolce nell'America del sud. Specie un tempo comune, è stato cacciato fino a rischiare l'estinzione, principalmente per il valore commerciale della sua pelle.

Il caimano nero può raggiungere i 6 metri di lunghezza ed è il più grande alligatore e il più grande predatore dell'Amazzonia.

Mangiano pesci, compresi i piranha, uccelli, tartarughe, e occasionalmente, anche grossi vertebrati come i Capibara e i cervi, quando si avvicinano all'acqua per abbeverearsi. I denti hanno una forma utile per trattenere le prede, ma non per sminuzzare la carne. Di conseguenza, come gli altri parenti della famiglia, inghiottono le loro prede intere dopo averle uccise. Gli esemplari immaturi si nutrono di crostacei e insetti. Gli escrementi di caimano erano una fonte di cibo fondamentale per il plancton, che forma la base della catena alimentare acquatica in Amazzonia, e la loro attuale rarità ha portato a un concomitante declino di molte specie, comprese alcune importanti specie alimentari.

Il caimano nero ha un bordo osseo sopra gli occhi rossi, e una pelle nera e squamosa. La pigmentazione della pelle è di aiuto per mimetizzarsi durante le cacce notturne, ma può anche aiutare ad assorbire il calore solare (vedi termoregolazione).

In dicembre, le femmine costruiscono un nido di terra e vegetali, che è alto circa 1,5 metri e largo 75 centimetri. Depositano dalle 50 alle 60 uova, che si schiudono in circa sei settimane. Possono, talvolta, verificarsi episodi di cannibalismo.

Il loro predatore principale è l'uomo, che li caccia per la pelle e la carne.

Per la parte superiore



Lasius niger

Lasius Niger.jpg

Lasius niger Linnaeus, 1758, è una formica del genere Lasius, comunemente detta formica nera o formica nera dei giardini, diffusa in tutta l'Europa ed in alcune parti del Nord America e dell'Asia.

Specie monoginica forma colonie con un numero variabile di individui tra le 15.000 e le 30.000 unità. Estremamente adattabili, nidificano nel terreno in piccoli nidi, e vanno in letargo in alcuni mesi invernali.

Le operaie, che presentano un addome semi-estensibile per contenere i liquidi zuccherini e sono lunghe circa dai 2 ai 5 millimetri (le regine possono arrivare a 9 mm), si nutrono soprattutto della melata rilasciata da emitteri parassiti delle piante come afidi e cocciniglie, con cui vivono in simbiosi e proteggono dai predatori distribuendoli sulle piante nell'ambiente esterno al nido.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia