Nelson Mandela

3.3814655172472 (928)
Inviato da david 23/04/2009 @ 22:07

Tags : nelson mandela, sud africa, africa, esteri

ultime notizie
Ma cosa fanno i genitori? - Vaccari News
Per rafforzare il legame tra le due iniziative, ai partecipanti di “Poste aperte” verrà regalato il libro di Nelson Mandela “Le favole africane”, mentre al villaggio saranno inviati alcuni titoli di racconti tradizionali, accompagnati dai disegni...
Sudafrica/ Zuma:rispetterò spirito di riconciliazione di Mandela - Wall Street Italia
(Apcom) - Il nuovo Presidente sudafricano, Jacob Zuma, si è impegnato a rispettare lo spirito di "riconciliazione" del primo Capo di Stato nero del Paese, Nelson Mandela, affermando che il suo governo seguirà la stessa linea. Mandela "ha fatto della...
Port Elizabeth: luoghi da visitare, itinerari e tradizione ... - sdamy - il mondo visto in un blog
Port Elizabeth è anche un importante polo culturale, essendo sede di una delle più importanti università sudafricane, la Nelson Mandela Metropolitan University. La struttura adibita all'evento è il Port Elizabeth Stadium, uno stadio di recente...
Una giovane cantautrice fiorentina sul palco con Giorgia - Il Reporter
Diana Winter, cantautrice 24enne fiorentina, duetta con Giorgia nella sua tournée: sabato 16 maggio il concerto al Nelson Mandela Forum. La Winter , che proprio a Firenze ha mosso i suoi primi passi musicali, ha già un cd all'attivo e un altro in...
Il 13 settembre, a Verona, inizia il tour di Gianna Nannini - Affaritaliani.it
Il tour proseguirà nei Palasport delle principali città italiane e farà tappa, tra le altre, a Roma - Palalottomatica (30 ottobre), a Milano - Mediolanum Forum (13 novembre) ea Firenze - Nelson Mandela Forum (19 novembre). 'Giannadream-Solo i sogni...
Discussione: NOBEL PER LA PACE A BERLUSCONI - radicali di sinistra
FORSE NON TUTTI CONOSCONO come e' uscito fuori dalle prigioni NELSON MANDELA, in poche parole in AFRICA i neri stavano devastando le ville dei bianchi, e questi dovevano difendersi con i fucili per poterli calmare, ma per loro era diventato difficile...
Roma, il 90% dei bimbi è immigrato La scuola Carlo Pisacane cambia ... - Il Messaggero
Adesso arriva pure la destra e la lega a stabilire che non dobbiamo più intitolare le scuole a Einstein, a Copernico, a Sant'Agostino, a Martin Luther King, al premio Nobel orientale oa Nelson Mandela solo perché non sono nati in Italia o non sono...
Parata di star per promuovere il giorno in onore del "Grande Vecchio" - TicinOnline.ch
LOS ANGELES - "Nelson Mandela ha dedicato 67 anni della sua vita agli altri, penso che la gente possa dedicare 67 minuti ad aiutare gli altri. Vogliamo essere come un ombrello e raccogliere tutte le persone e iniziare a lavorare insieme per risolevere...
Inizia il regno di Jacob Zuma, cambiare tutto per lasciare tutto ... - Il Manifesto (Abbonamento)
Nel discorso, promette una svolta partecipativa nel segno della continuità In una cerimonia per 5000 invitati, alla presenza del padre della patria Nelson Mandela, del suo ex capo e acerrimo rivale Thabo Mbeki e della più anziana delle sue tre mogli,...

Nelson Mandela

Nelson Mandela 1998.JPG

Nelson Mandela (Qunu, 18 luglio 1918) è un politico sudafricano, primo Presidente del Sudafrica dopo la fine dell'apartheid, e Premio Nobel per la Pace.

A lungo uno dei leader del movimento anti-apartheid, organizzò anche azioni di sabotaggio e guerriglia. Segregato e incarcerato per lunghi anni durante i governi sudafricani pro-apartheid prima degli anni '90, è oggi universalmente considerato un eroico combattente per la libertà. Il nome Madiba, titolo onorifico adottato dai membri anziani della sua famiglia, è divenuto in Sudafrica sinonimo di Nelson Mandela. Il nome Nelson Mandela gli venne attribuito dai missionari della scuola elementare; il suo vero nome è Rolihlahla Dalibhunga.

I primi passi verso una vita volta alla conquista della libertà degli uomini Nelson Mandela li mosse nel 1940, all'età di 22 anni quando, insieme al suo cugino Justice, fu messo di fronte al fatto di doversi sposare con una ragazza scelta dal capo thembu Dalindyebo. Questa imposizione di matrimonio obbligatorio era una condizione che né Mandela né il cugino volevano tollerare. La scelta era molto delicata: o si sposava e andava contro il suo massimo principio, cioè la libertà, oppure non si sposava mancando così di rispetto alla sua tribù e alla sua famiglia. Così decise di scappare insieme al cugino in direzione Johannesburg, verso la città, la metropoli.

Da giovane studente di legge, Mandela fu coinvolto nell'opposizione al minoritario regime sudafricano, che negava i diritti politici, sociali, civili alla maggioranza nera sudafricana. Unitosi all'African National Congress nel 1942, due anni dopo fondò l'associazione giovanile Youth League, insieme a Walter Sisulu, Oliver Tambo ed altri.

Dopo la vittoria elettorale del 1948 da parte del Partito Nazionale, fautore di una politica pro-apartheid di segregazione razziale, Mandela si distinse nella campagna di resistenza del 1952 organizzata dall'ANC, ed ebbe un ruolo importante nell'assemblea popolare del 1955, la cui adozione della Carta della Libertà stabilì il fondamentale programma della causa anti-apartheid.

Durante questo periodo Mandela ed il suo compagno avvocato Oliver Tambo fondarono l'ufficio legale Mandela e Tambo fornendo assistenza gratuita o a basso costo a molti neri che sarebbero rimasti altrimenti senza rappresentanza legale.

Inizialmente coinvolto nella battaglia di massa, fu arrestato insieme ad altre 150 persone il 5 dicembre 1956, ed accusato di tradimento. Seguì un aggressivo processo, durato dal 1956 al 1961, al termine del quale tutti gli imputati furono assolti. Mandela ed i suoi colleghi appoggiarono la lotta armata dopo l'uccisione di manifestanti disarmati a Sharpeville, nel marzo del 1960, e la successiva interdizione dell'ANC e di altri gruppi anti-apartheid.

Nel 1961 divenne il comandante dell'ala armata Umkhonto we Sizwe dell'ANC ("Lancia della nazione", o MK), della quale fu co-fondatore. Coordinò la campagna di sabotaggio contro l'esercito e gli obiettivi del governo, e elaborò piani per una possibile guerriglia per porre fine all'apartheid. Raccolse anche fondi dall'estero per il MK, e dispose addestramenti para-militari, visitando vari governi africani. Nell'agosto 1962 fu arrestato dalla polizia sudafricana, in seguito a informazioni fornite dalla CIA, e fu imprigionato per 5 anni con l'accusa di viaggi illegali all'estero e incitamento allo sciopero.

Durante la sua prigionia, la polizia arrestò importanti capi dell'ANC, l'11 luglio 1963 presso la Liliesleaf Farm, di Rivonia. Mandela fu considerato fra i responsabili, e insieme ad altri fu accusato di sabotaggio e altri crimini equivalenti al tradimento (ma più facili per il governo da dimostrare). Joel Joffe, Arthur Chaskalson e George Bizos fecero parte della squadra di difesa che rappresentò gli accusati. Tutti, ad eccezione di Rusty Bernstein, furono ritenuti colpevoli e condannati all'ergastolo, il 12 giugno 1964. L'imputazione includeva il coinvolgimento nell'organizzazione di azione armata, in particolare di sabotaggio (del cui reato Mandela si dichiarò colpevole) e la cospirazione per aver cercato di aiutare gli altri Paesi ad invadere il Sudafrica (reato del quale Mandela si dichiarò invece non colpevole). Per tutti i successivi 26 anni, Mandela fu sempre maggiormente coinvolto nell'opposizione all'apartheid, e lo slogan "Nelson Mandela Libero" divenne l'urlo di tutte le campagne anti-apartheid del Mondo.

Rifiutando un'offerta di libertà condizionata in cambio di una rinuncia alla lotta armata (febbraio 1985), Mandela rimase in prigione fino al febbraio del 1990. Le crescenti proteste dell'ANC e le pressioni della comunità internazionale portarono al suo rilascio l'11 febbraio del 1990, su ordine del Presidente sudafricano F.W. de Klerk, e alla fine dell'illegalità per l'ANC. Mandela e de Klerk ottennero il premio nobel per la pace nel 1993. Mandela era già stato in precedenza premiato con il Premio Sakharov per la libertà di pensiero nel 1988.

Divenuto libero cittadino e Presidente dell'ANC (luglio 1991 - dicembre 1999) Mandela concorse contro De Klerk per la nuova carica di presidente del Sudafrica. Mandela vinse, diventando il primo capo di stato di colore. De Klerk fu nominato vice presidente.

Come presidente, (maggio 1994 - giugno 1999), Mandela presiedette la transizione dal vecchio regime basato sull'apartheid alla democrazia, guadagnandosi il rispetto mondiale per il suo sostegno alla riconciliazione nazionale ed internazionale.

Alcuni esponenti radicali furono delusi dalle mancate conquiste sociali durante il periodo del suo governo, nonché dall'incapacità del governo di dare risposte efficaci al dilagare dell'HIV/AIDS nel Paese. Mandela stesso ammise, dopo il suo congedo, che forse aveva commesso qualche errore nel calcolare il possibile pericolo derivante dal diffondersi dell'AIDS. Mandela è stato anche criticato per la sua stretta amicizia con Fidel Castro e Muammar Gheddafi, da lui chiamati "compagni in armi". Anche la decisione di impegnare le truppe Sudafricane per opporsi al golpe del 1998 in Lesotho rimane una scelta controversa.

Mandela si è sposato tre volte. La prima moglie è stata Evelyn Ntoko Mase dalla quale ha divorziato nel 1957, dopo tredici anni di matrimonio. Il suo secondo matrimonio con Winnie Madikizela è terminato con una separazione nell'aprile 1992 ed il definitivo divorzio nel marzo 1996, alimentato da forti contrasti politici. A ottant'anni Mandela ha poi sposato Graça Machel, vedova di Samora Machel, presidente fondatore mozambicano e alleato dell'ANC morto in un incidente aereo 15 anni prima.

Dopo aver abbandonato la carica di Presidente nel 1999, Mandela ha proseguito il suo impegno e la sua azione di sostegno alle organizzazioni per i diritti sociali, civili ed umani. Ha ricevuto numerose onorificenze, incluso l'Order of St. John dalla Regina Elisabetta II e la Presidential Medal of Freedom da George W. Bush.

Mandela è una delle due persone di origini non indiane (Madre Teresa è l'altra) ad aver ottenuto il Bharat Ratna, il più alto riconoscimento civile indiano (nel 1990).

A testimonianza della sua fama va ricordata la visita del 1998 in Canada, durante la quale allo Skydome di Toronto parlò in una conferenza a 45.000 studenti che lo salutarono con intensi applausi. Nel 2001 ha ricevuto l'Order of Canada, ed è stato il primo straniero a ricevere la cittadinanza onoraria canadese.

Nel giugno 2004, all'età di ottantacinque anni, Mandela ha annunciato di volersi ritirare dalla vita pubblica e di voler passare il maggior tempo possibile con la sua famiglia, finché le condizioni di salute glielo avrebbero concesso. Ha comunque fatto un'eccezione nel luglio 2004 confermando il suo duraturo impegno nella lotta contro l'aids recandosi a Bangkok per parlare alla XV conferenza internazionale sull'AIDS.

Il 23 luglio 2004, con una cerimonia tenutasi a Orlando, Soweto, la città di Johannesburg gli ha conferito la più alta onorificenza cittadina, il "Freedom of the City", paragonabile alla consegna delle chiavi della città.

Il 27 giugno 2008 a Londra, nell'Hyde Park, si è svolto un grande concerto per ricordare i suoi novant'anni, il suo impegno nella lotta contro il razzismo e il suo contributo alla lotta contro l'AIDS. A sorpresa Nelson Mandela ha voluto essere presente al concerto, accolto da una straordinaria ovazione di circa 500 mila persone. Ai lati del palco campeggiava il numero 46664, il numero che era scritto sulla sua giubba durante la permanenza in carcere. Mandela ha pronunciato un breve discorso in cui ha ribadito le ragioni del suo impegno civile e politico, dopo aver ringraziato per la straordinaria manifestazione di affetto e di rispetto nei suoi confronti.

La casa in cui Mandela abitò a Soweto è oggi sede del Mandela Family Museum, dedicato alla vita di Mandela.

Per la parte superiore



Nelson Mandela Forum

Una partita di basket al Mandela Forum (2008)

Il Nelson Mandela Forum (precedentemente noto come Palasport e, comunemente, come Palazzetto), è il più importante palazzo dello sport della città di Firenze. Nel 2004 ha cambiato nome utilizzando quello di Nelson Mandela perché simbolo di incontro di senso dello stare assieme, dell'essere una comunità, aperta, globale e multiculturale.

La struttura è facilmente raggiungibile grazie alla sua posizione nel centro della città (unico insieme al Paladozza di Bologna) e vicino alla stazione ferroviaria di Firenze Campo di Marte. Tra i primi dieci palasport d'Italia come capienza.

La struttura è polivalente, ed ospita manifestazioni sportive (tra le quali le gare interne del Pool Firenze Basket), concerti, congressi politici, meeting vari, mostre, musical e rassegne cinematografiche.

Ha ospitato i concerti di: Oasis, Bob Dylan, Michael Bublè, Max Pezzali, Depeche Mode, Neil Young, Lenny Kravitz, Marilyn Manson, Biagio Antonacci, Zucchero, Renato Zero, Francesco Guccini, Jovanotti, Tiziano Ferro, Gianna Nannini, Subsonica, Giorgia, Caetano Veloso, Claudio Baglioni, Biagio Antonacci, Deep Purple, Antonello Venditti e tanti altri.

Per la parte superiore



Nelson Mandela Bay Stadium

Per favore, aggiungi il template e poi rimuovi questo avviso. Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Il Nelson Mandela Bay Stadium è uno stadio di Port Elizabeth, in Sudafrica.

La FIFA annunciato ufficialmente che Port Elizabeth sarà una città ospitante del Campionato del Mondo 2010. Lo stadio sarà costruito presso il Prince Alfred Park sulle rive del Lago di North End.

Nel novembre del 2006 hanno demolito il vecchio stadio.

Lo stadio è destinato ad ospitare 5 partite dei gironi, 1 ottavo, 1 quarti di finale e la finale per il terzo posto.

Per la parte superiore



Municipalità metropolitana di Nelson Mandela Bay

South Africa Districts showing Nelson Mandela.png

La municipalità metropolitana di Nelson Mandela Bay (in inglese Nelson Mandela Bay Metropolitan Municipality) è una municipalità metropolitana della Provincia del Capo Orientale e il suo codice di distretto è NMA.

La sede amministrativa e legislativa è la città di Port Elizabeth e il suo territorio si estende su una superficie di 1.958 km² ed è suddiviso in 60 circoscrizioni elettorali (wards). In base al censimento del 2001 la sua popolazione è di 1.005.978 abitanti.

Il minicipio metropolitano di Nelson Mandela confina a nord, est e ovest con la municipalità distrettuale di Cacadu e a sud con l'Oceano indiano.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia