Nasa

3.4728761514923 (977)
Inviato da maria 01/04/2009 @ 03:07

Tags : nasa, astronomia e spazio, scienza

ultime notizie
Nominato da Obama Un ex-astronauta afro-americano nuovo capo della ... - il Giornale
La Casa Bianca ha annunciato ufficialmente la scelta dell'ex generale dei marine Charles Bolden, un afro-americano veterano del Vietnam e dello spazio, come responsabile della Nasa. La scelta di Bolden, il primo afro-americano e il secondo astronauta a...
Rientra lo shuttle 'Atlantis' - Rainews24
Per le incerte condizioni meteo sulla Florida "Atlantis" ha toccato terra alle 17.39 ora italiana alla base californiana di Edwards, il che costringera' la Nasa a trasferire la navetta con un 747 equipaggiato specialmente fino a Cape Canaveral....
L'astronauta «twitta» dallo spazio:«Ragazzi, quassù è davvero ... - Corriere della Sera
LA MISSIONE - L'astronauta è uno dei sette membri della missione Sts-125, partita lunedì con l'obiettivo di installare nuovi componenti sul telescopio Hubble, messo in orbita nel 1990 nell'ambito di un progetto comune tra la Nasa e l'Esa,...
SPAZIO: NASA MINIMIZZA DANNO A SCUDO TERMICO SHUTTLE ATLANTIS - AGI - Agenzia Giornalistica Italia
La Nasa minimizza i danni subiti dall'Atlantis durante il lancio di ieri e annuncia che lo shuttle continua la sua missione per raggiungere il telescopio Hubble domani. Durante un'ispezione della superficie esterna durata piu' di dieci ore,...
«Oggi la Luna torna ad essere vicina» - Il Tempo
Per quanto riguarda il futuro della Nasa, ha detto: «Penso che lo Shuttle possa essere ritirato, ma mi auguro non prima di avere pronto il nuovo programma spaziale, Constellation». L'ipotesi di fermarlo nel 2010 «comporterebbe - ha aggiunto - quattro...
Più lunga, più ricca, più internazionale: si chiude trionfalmente ... - SoloBike.it
Da segnalare che i ragazzi del team NASA Niner pedalavano tutti su bici singlespeed con ruote da 29", tanto da aggiudicarsi anche la vittoria nella categoria riservata proprio alle bici monomarcia. Poi via via tutti gli arrivi con i team da 12,...
Tempur dice buonanotte alla crisi - Arredo-casa.biz
Il materasso della Nasa sarà presente, come già negli anni precedenti, sulla Rai e, per la prima volta, su La 7, per far conoscere la nuova promozione che mette a dormire il tasso d'interesse. Le telepromozioni andranno in onda nel mese di maggio...
2012: il futuro secondo la NASA - ECPlanet
È quasi agghiacciante il servizio su La Stampa (29 marzo 2009) che riporta le previsioni scientifiche della Nasa su quanto ci accadrà nel non lontano 2012. Una catastrofe elettromagnetica colpirà la terra con una colossale bolla di plasma (particelle...
Obama spegne la Nasa: addio al sogno di un uomo su Marte - il Giornale
Obama ha deciso, i progetti della Nasa costano troppo, dunque bisogna rivederli, forse cancellarli. Inizia così con uno sgambetto a chi insegue nuove frontiere spaziali il primo anno fiscale del presidente destinato nell'immaginario elettorale a...
Avvistamento Ufo in Arizona. Ma è un pallone meteo della Nasa - Asylum Italia
Ieri pomeriggio, gli abitanti dell'Arizona hanno chiamato l'aviazione nazionale per segnalare un oggetto volante non identificato che è alla fine risultato essere un pallone meteo della Nasa. Non è la prima volta che la gente scambia qualcosa che vaga...

NASA

Logo NASA

La National Aeronautics and Space Administration (in italiano Amministrazione Nazionale dell'Aeronautica e dello Spazio), in sigla NASA, è l'agenzia governativa civile responsabile per il programma spaziale degli Stati Uniti d'America e per la ricerca aerospaziale civile e civica.

Dopo l'iniziale attenzione all'esplorazione della Luna, successivamente l'attività della NASA si è incentrata negli ultimi anni sull'esplorazione di Marte. A tal scopo sono state lanciate molte missioni verso il pianeta rosso, e l'ultima delle quali in ordine di tempo è la Mars Reconnaissance Orbiter. Parallelamente la NASA si è occupata anche di migliorare le misure di sicurezza dello Shuttle dopo il disastro dello Space Shuttle Columbia per poter completare al più presto la costruzione della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

La sfida per la conquista dello Spazio tra le 2 superpotenze del mondo, Stati Uniti e Unione Sovietica ebbe inizio il 4 ottobre 1957, ovvero il giorno in cui l'Unione Sovietica mise in orbita il primo satellite artificiale, lo Sputnik 1, del peso di 83 Kg. A quel tempo era già in corso la Guerra Fredda e questo fatto rappresentò per gli Stati Uniti una sconfitta sia nel campo tecnico-scientifico, sia in quello politico-militare. Circa 2 anni prima, il 29 luglio 1955 il presidente americano Dwight D. Eisenhower aveva reso pubblico il progetto Vanguard in base al quale la Marina degli Stati Uniti intendeva mettere in orbita un piccolo satellite artificiale del peso di appena 1,5 Kg tra l'1 luglio 1957 e il 31 dicembre 1958, ovvero durante l'Anno geofisico internazionale. Malgrado gli sforzi americani, l'Unione Sovietica era comunque arrivata prima al traguardo, seppure di pochi mesi. Inoltre, il 3 novembre i Russi lanciarono un secondo Sputnik che pesava 500 Kg, con a bordo anche la cagnetta Laika, il primo essere vivente ad affrontare l'assenza di peso.

Il 6 dicembre gli Stati Uniti tentarono il loro primo lancio con un razzo Vanguard, ma fu un fallimento che rinfocolò le polemiche tra Marina ed Esercito. Anche quest'ultimo, infatti, in quegli anni stava portando avanti un proprio progetto con l'intento di lanciare un satellite chiamato Explorer 1. Si trattava di un'idea di Wernher von Braun, il progettista di razzi tedesco che al servizio di Hitler aveva realizzato le V2 per poi passare, finita la guerra, agli Stati Uniti. Per poter recuperare, almeno in parte, il tempo perduto, gli scienziati USA si misero al lavoro per allestire nel più breve tempo possibile un razzo in grado di lanciare l'Explorer; tali sforzi sfociarono nella realizzazione del razzo Jupiter-C lanciato l'1 febbraio 1958. Malgrado il successo della missione, rimaneva il distacco tra Stati Uniti e Unione Sovietica in fatto di massa lanciata: l'Explorer pesava infatti appena 14 Kg.

Il Congresso degli Stati Uniti, allarmato dal possibile pericolo per la sicurezza nazionale e per la possibile perdita della leadership tecnologica, chiese al presidente Dwight D. Eisenhower un'azione immediata, e dopo alcuni mesi di dibattito si decise per la creazione di una nuova agenzia federale civile per le attività spaziali che rilevasse le attività della vecchia agenzia aeronautica NACA. Per colmare lo svantaggio il governo americano unificò allora la ricerca spaziale in un apposito ente, la "National Aeronautics and Space Administration" (NASA): il 29 luglio 1958 il presidente Eisenhower firmò l'atto di costituzione della National Aeronautics and Space Administration (NASA), che iniziò le sue attività nell'ottobre dello stesso anno. Von Braun ne divenne il direttore e il centro occupava 7000 persone, 90 delle quali appartenevano ancora al gruppo che aveva costruito le V2.

I primi programmi della NASA erano incentrati sulla possibilità di missioni umane nello spazio, sotto la spinta della competizione tra USA e URSS dovuta alla guerra fredda. Il programma Mercury fu il primo programma della NASA volto a stabilire se l'uomo poteva viaggiare nello spazio. Il 5 maggio 1961 l'astronauta Alan Shepard fu il primo americano nello spazio, pilotando il Mercury 3 in un volo suborbitale di 15 minuti. John Glenn fu invece il primo americano a compiere un'orbita attorno alla Terra il 20 febbraio 1962, durante la missione Mercury 6.

Una volta dimostrata la possibilità di voli spaziali umani con il programma Mercury, fu lanciato il Programma Apollo allo scopo di arrivare in orbita lunare. Il 25 maggio 1961, il presidente John F. Kennedy cambiò il programma affermando che gli Stati Uniti avrebbero dovuto far "atterrare un uomo sulla luna e riportarlo sano e salvo sulla terra" entro il 1970. Il programma Gemini partì subito dopo per sperimentare le tecniche necessarie a quest'ambiziosa missione.

Dopo otto anni di missioni preliminari e la perdita dell'equipaggio dell'Apollo 1, il programma Apollo raggiunse la sua meta il 20 luglio 1969, con allunaggio dell'Apollo 11 sulla Luna. Neil Armstrong, primo uomo a toccare il suolo lunare pronunciò la celebre frase "un piccolo passo per un uomo, un salto enorme per l'umanità". Altri dieci astronauti misero piede sul suolo lunare nelle successive missioni Apollo che terminarono nel dicembre 1972.

Per la parte superiore



11365 NASA

11365 NASA è un asteroide della fascia principale. Scoperto nel 1998, presenta un'orbita caratterizzata da un semiasse maggiore pari a 2,1834715 UA e da un'eccentricità di 0,1424341, inclinata di 2,85993° rispetto all'eclittica.

Per la parte superiore



Navi da recupero della NASA

Gli SRB della missione STS-114 recuperati e trasportati a Cape Canaveral

Le NASA recovery ship (navi da recupero della NASA) sono due navi, la MV Liberty Star e la MV Freedom Star che sono usate per il recupero dei Solid Rocket Booster (SRB) a seguito di un lancio di una missione dell Space Shuttle.

Le navi sono state costruite dalla Atlantic Marine Shipyard' presso Fort George Island in Florida, e consegnate nel gennaio del 1981. Sono spinte da due motori principali che gli forniscono la potenza di 2,900 cavalli (2.2 MW) e sono capaci di trainare circa 27.000 kg per ciascuna.

LA di fuori delle loro missioni abituali, Liberty Star e Freedom Star sono state occasinalmente utilizzate per altri scopi. A partire dal 1998, le navi hanno incominciato a portare il |Serbatoio esterno dalla loro fabbrica a New Orleans, Louisiana verso il Vehicle Assembly Building presso il Kennedy Space Center in Florida. Le navi continueranno questo compito quando sarà operativo il razzo Ares V dopo il ritiro dello Shuttle, previsto per il 2010.

Per la parte superiore



NASA Institute for Advanced Concepts

Il NASA Institute for Advanced Concepts (NIAC nell'acronimo in inglese) è un programma statunitense di ricerca gestito dall'Associazione Universitaria per la Ricerca Spaziale (Universities Space Research Association - USRA) in base ad un accordo contrattuale con la stessa NASA.

Il programma di ricerca, che ha sede ad Atlanta (USA), è stato concepito allo scopo di costituire un forum - indipendente ed esterno all'ente spaziale nordamericano - per l'analisi e la definizione di progetti altamente avanzati e futuristici in ambito aerospaziale ed aeronautico.

Secondo i termini dell'accordo con la NASA, infatti, le "idee" alla base dei progetti sponsorizzati dal NIAC dovrebbero non solo avere la caratteristica della novità ma anche quelle di essere "rivoluzionarie" ed "immaginarie" oltre che, ovviamente, di poter essere oggetto di veri e propri programmi spaziali nei successivi 10-40 anni e di modificare significativamente, in tal modo, il modo di condurre le missioni della NASA.

Per la parte superiore



NASA Earth Observatory

Il NASA Earth Observatory è un'organizzazione che cura pubblicazioni online per la NASA. È la fonte principale di immagini satellitari gratuite e altre informazioni scientifiche riguardo la Terra consultabile dal pubblico. La sua attività si focalizza soprattutto sul clima e l'ambiente. È finanziata dai contribuenti statunitensi con stanziamenti autorizzati dal congresso.

Per la parte superiore



Jet Propulsion Laboratory

Il Jet Propulsion Laboratory (JPL) del California Institute of Technology è un laboratorio situato vicino a Pasadena, in California (Stati Uniti). Il JPL sviluppa, progetta e costruisce le sonde spaziali senza equipaggio della NASA. I progetti più recenti a cui ha preso parte sono la Sonda Galileo (che ha raggiunto Giove), e i rover marziani (tra cui Mars Pathfinder del 1997 e i Mars Exploration Rovers del 2003). Finora, il JPL ha mandato sonde spaziali a esplorare tutti i pianeti del sistema solare, con la sola eccezione di Plutone. Inoltre ha promosso molte missioni per la mappatura del pianeta Terra. Il JPL controlla anche il Deep Space Network (rete dello spazio profondo), che ha infrastrutture nel deserto californiano, a Madrid (Spagna) e a Canberra (Australia).

Quasi tutti dei 177 acri (0,7 km²) del campus del JPL si trovano nella città di La Canada Flintridge (California), ma il quartier generale e altri importanti edifici sono a Pasadena (il cui indirizzo è 4800 Oak Grove Drive, Pasadena, CA 91109). Ci sono circa 5.000 impiegati a tempo pieno ed almeno un migliaio di appaltatori supplementari lavorano lì ogni giorno. Inoltre sono presenti molti studenti universitari. Il laboratorio è aperto al pubblico una volta all'anno (solitamente il primo week-end di maggio), giorno in cui i visitatori sono invitati a fare un giro nelle strutture ed a vedere con i propri occhi il livello di scienza e tecnologia raggiunti dal JPL. Sono inoltre possibili giri limitati durante l'anno, ma è necessaria una prenotazione parecchio in anticipo. Sono migliaia gli scolari provenienti dalla California del sud ed altrove che visitano il laboratorio ogni anno.

Il JPL ebbe inizio negli anni '30, quando il professor Theodore von Kármán (del California Institute of Technology), iniziò i suoi esperimenti sulla propulsione a razzo. Durante la seconda guerra mondiale, l'Army Air Corps degli Stati Uniti, chiesero al JPL di analizzare i razzi V2 sviluppati dalla Germania nazista, e di occuparsi di altri progetti con scopi bellici. Da questi studi, il JPL sviluppò il razzo Corporal, che fu utilizzato nella Guerra di Corea. Da questo progetto, più tardi fu sviluppato il razzo Sergeant fino alla sua interruzione avvenuta nel 1958.

Proprio nel 1958, l'affiliazione governativa del JPL è stata trasferita alla neocostituita National Aeronautics and Space Administration (NASA) ed ebbero così inizio le missioni di esplorazione planetaria senza equipaggio. Il JPL ha mantenuto il nome originale dopo la transizione, anche se tutta la ricerca sulla propulsione a getto cessò dopo il 1958.

Segue una lista cronologica delle missioni spaziali più significative a cui a preso parte il JPL. Per una lista completa vedi questa pagina.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia