Nagano

3.3835294117747 (850)
Inviato da murphy 17/03/2009 @ 20:15

Tags : nagano, giappone, asia, esteri

ultime notizie
Muore sul Bianco campionessa olimpica francese di snowboard - Corriere della Sera
La snowboardista francese, 31 anni, aveva vinto l'oro ai Giochi olimpici invernali di Nagano (1998) e l'argento a Salt Lake City (2002), sei medaglie d'oro e quattro d'argento ai campionati del mondo e sei volte la coppa del mondo di snowboard....
I vent'anni di Eurosport - 1998, Herminator domina le scene - Eurosport
A Nagano si sono visti atleti eccezionali in particolare Herman Maier e Bjorn Daehlie. In quell"occasione il forte sciatore austriaco si è reso protagonista di una incidente spettacolare. Era il 13 febbraio 1998 quando una spaventosa caduta nella...
Gli Svedesi per il 2010: Jaerbyn ancora in pista! - FantaSki
Patrick farà di tutto per staccare il biglietto olimpico: sarebbe la sua quinta partecipazione dopo Lillehammer 94, Nagano 98, Salt Lake City 2002 e Torino 2006!!! Analizzando le squadre nel dettaglio scopriamo che Lahdenperae e Rainer sono stati...
Florian Planker: a Vancouver andrò sugli sci, anzi, i "Crukken sci" - SuperAbile
Sì, ho partecipato ai Giochi di Nagano, Salt Lake City, Torino. E ora Vancouver. Una qualificazione che hai vinto sia con lo sci alpino che con l'hockey su ghiaccio su slitta. Con che sport ti presenti? Ecco appunto, ho appena ricevuto una e-mail dal...
Chasta, un aquilone - La Gazzetta dello Sport
... i Chasta Days CHASTA - Il massimo esponente di questa disciplina ai limiti dell'estremo è Chasta, alias Guillaume Chastagnol, ex snowboarder professionista, quattro volte campione di Francia che ha rappresentato anche ai Giochi di Nagano nel '98....
Festival del Maggio Barese: al Teatro Kursaal concerto del ... - Cannibali
Altri importanti debutti sono stati il 5 dicembre 2006 a Berlino con la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin e Kent Nagano, il 18 aprile 2007 a Linz con la Bruckner Symphony Orchestra, il 18 al Gewandhaus di Lipsia con Vladimir Jurowski,...
Musica. Santa Cecilia, da Pappano ai canti di Natale per una ... - Fondazione Italiani
In programma molti grandi direttore, fra i quali Claudio Abbado, che tornerà per un concerto con l'orchestra Mozart, Yuri Terminarkov, Geprges Prétre, Kent Nagano, Wayne Marshall. Un vero evento sarà il concerto diretto che vedrà in veste di...
Berkeley Akademie Gears Up For Nagano's Last Performance - Berkeley Daily Planet
It will be Kent Nagano's final performance as music director of Berkeley Symphony, though he'll continue to lead the Akademie. The Bach concerto was originally composed for solo harpsichord, probably in the mid- to late 1720s....
Kozak talks a good game, teaches a good one, too - Canada.com
By Kristen Odland, Canwest News ServiceMay 28, 2009 It was 1998 - the first year women's hockey made its debut on the Olympic stage in Nagano - when Healy, Melody Davidson, and Kozak first teamed up to coach the inaugural Canadian under-22 team....

Nagano

Nagano (Giappone)

Nagano (長野市, Nagano-shi, Nagano?) è una città del Giappone, capoluogo dell'omonima prefettura, situata nell'isola di Honshū, alla confluenza dei fiumi Chikuma e Sai.

Nel 2005 ha una popolazione di 383.486 abitanti con una densità di 893,34 abitanti/km². La superficie totale è di 737,86 km².

Nagano ha ospitato la XVIII Olimpiade Invernale, i VII Giochi Paraolimpici invernali.

Vi è un famoso tempio buddhista del VII secolo, Zenkō-ji. La città è stata fondata il 1° aprile 1897; originariamente Nagano era una piccola città costruita attorno al tempio.

Per la parte superiore



Stadio Olimpico di Nagano

Lo Stadio Olimpico di Nagano è uno stadio da baseball di Nagano (Giappone). Venne utilizzato per l'apertura e le ultime cerimonie della XVIII Olimpiade Invernale. Lo stadio può contenere 30.000 persone.

Per la parte superiore



Mamoru Nagano

Mamoru Nagano (永野護,, Nagano Mamoru?) (Kyōto, 21 gennaio 1960) è un autore di fumetti, stilista, musicista , character e mecha designer giapponese.

Dopo la laurea presso la Takushoku University di Kyoto fa il suo debutto professionale nel mondo dell'animazione alla Sunrise nel 1984, lavorando con Yoshiyuki Tomino al mecha design della serie Jūsenki L-Gaim, e l'anno seguente a quello della serie Kidō Senshi Z Gundam. Sempre nel 1985 crea il suo primo manga, Fool for the City, edito sulla rivista Newtype, e nel 1986 inizia a pubblicare la sua opera più importante, Five Star Stories, attualmente ancora in corso ed il cui ultimo volume, il dodicesimo, è stato pubblicato nel 2006. Fonda quindi la Toyspress, con la quale pubblica la maggior parte dei suoi lavori. Tra i suoi lavori più recenti, il manga Brain Powerd, del cui adattamento animato ha curato il mecha design, ed il design work della trilogia cinematografica di Z Gundam (A New Translation). È attualmente all'opera su un nuovo anime dal titolo Gothicmade (con lo studio d'animazione Automatic Flowers), per il quale si occupa di produzione, regia, sceneggiatura, character e mecha design.

Artista eclettico e raffinato, oltre ai manga ed all'animazione, spazia in vari campi, dalla musica alla moda. Nagano è stato decisamente un innovatore del mecha design, con il suo stile personale caratterizzato da linee curve, cuspidi, arti lunghi e sottili e placche metalliche che fuoriescono dalle armature come parti di un endoscheletro. Emblematici, oltre ai "Mortar Headds", i mecha di FSS, sono i "Grandchild" ed i "Brain Powerd" dell'omonima serie, così come il "Quebeley" e lo "Hyaku-shiki" in Z Gundam.

Per la parte superiore



Osami Nagano

Osami Nagano.jpg

Osami Nagano (永野修身 Nagano Osami; Kōchi, 15 giugno 1880 – Tōkyō, 5 gennaio 1947) è stato un ammiraglio e capo di stato maggiore della Marina Imperiale giapponese durante la Seconda Guerra mondiale.

Nel 1933 partecipò a Washington e a Ginevra alle conferenze sulla limitazione del tonnellaggio e nel 1935 rappresento il governo nipponico a Londra per discutere di nuovo sulle limitazioni degli armamenti navali. Uscito da questa in profondo disaccordo con i suoi colleghi dichiarò che il suo paese riprendeva la propria libertà di azione. Nel 1934 divenne ministro della marina, poi comandante delle forze giapponesi nel 1937. Nel 1941 assunse le alte funzioni di capo di stato maggiore generale della marina, poi dello stato maggiore imperiale.

Nagano uomo deciso e audace e nello stesso tempo abile diplomatico, diresse l'insieme delle operazioni aeronavali nell'Oceano Pacifico e il 1º dicembre del 1941 impartì l'ordine di attaccare gli Stati Uniti a Pearl Harbour. Guidò poi anche le operazioni riguardati le Midway e Guadalcanal.

Nagano era discendente di una antica famiglia di samurai e tipico rappresentante del partito della guerra.

Arrestato e processato dopo la resa del Giappone, morì in carcere a Tōkyō nel 1947.

Per la parte superiore



Prefettura di Nagano

Map of Japan with highlight on 20 Nagano prefecture.svg

Nagano (長野県, Nagano-ken?) è una prefettura giapponese di circa 2,2 milioni di abitanti, si trova nella regione di Chūbu, sull'isola di Honshū. Il suo capoluogo è l'omonima città di Nagano.

Confina con le prefetture di Aichi, Gunma, Gifu, Niigata, Saitama, Shizuoka, Toyama, e Yamanashi.

Per la parte superiore



Five Star Stories

No immagini.png

Five Star Stories (ファイブスター物語,, Faibu Sutā Monogatari?), spesso contratto in FSS, è un manga di Mamoru Nagano pubblicato in Giappone sulle pagine del mensile Newtype della Kadokawa Shoten a partire dal 1986. Ad oggi, i tankōbon editi complessivamente sono 12 (29 nell'edizione in lingua inglese a cura della Toyspress), inediti in italiano.

FSS è una saga che mescola tra loro elementi tipici del fantasy, come la cavalleria o i draghi, qui chiamati Thunder Dragons, assieme ad altri elementi provenienti dalla space-opera. Nell'universo di FSS i cavalieri combattono a bordo di giganteschi robot antropomorfi, mecha ipertecnologici neo-medioevali e steampunk, conosciuti come "Mortar Headds".

I Mortar Headds, spesso eleganti, slanciati, adorni di bellissimi stemmi araldici, non costituiscono solo un'occasione per una sfida impegnativa per gli appassionati di modellismo di mezzo mondo, ma sono anche dei veri protagonisti: prodotti come esemplari unici, perfetto connubio di arte e tecnologia avanzata, sono l'espressione del potere e della forza del guerriero che li pilota, ma al tempo stesso, in determinati casi, sembrano essi stessi essere delle entità auto-coscienti. Evidente in questa serie estremamente complessa l'influsso delle grandi saghe create dalla fantascienza americana: dalla monumentale saga di Dune, parto della fertile fantasia di Frank Herbert, sino al ciclo cinematografico di Guerre Stellari creato da George Lucas.

La saga di FSS trae comunque spunto soprattutto dal precedente lavoro svolto da Nagano insieme a Yoshiyuki Tomino per la serie anime Jū‎senki L-Gaim, del 1984. Ciò è visibile in alcuni personaggi, come Colus VI, molto simile al pilota di Jūsenki L-Gaim Daba Myroad, ed Amaterasu, ispirato al personaggio di Oldna Poseidal, il Sovrano del sistema Pentagona in Jūsenki L-Gaim. Anche diversi mecha pagano un debito alla serie precedente, come ad esempio il Mortar Headd "Junchoon First Sally type", disegnato sulla falsariga del "L-Gaim Mark II", o l'"A-Toll", praticamente uguale all'"A-Taul" di Jūsenki L-Gaim.

FSS, peraltro, ha a sua volta ispirato anche opere successive, come ad esempio la saga dell'anime I cieli di Escaflowne del 1996, i cui "Guymelef", disegnati da Kimitoshi Yamane, si rifanno al concept dei Mortar Headds di Nagano.

L'ambientazione è quella della Joker Galaxy, in realtà però, nonostante la traslitterazione anglosassone dei termini, le vicende si svolgono solo su quelle cinque stelle a cui fa riferimento il titolo del manga. Infatti, anche se il termine presente nelle traduzione Toyspress è 'galaxy', per l'astronomia una galassia per essere chiamata tale deve avere milioni di stelle e non tante quante se ne contano sulle dita di una mano. In realtà il sistema Joker è costituito da quattro soli chiamati, secondo una nomenclatura anglofona, come i quattro punti cardinali: Eastern, Western, Southern e Northern. Ad essi si aggiunge una finta quinta stella, una cometa di nome Stant che, percorrendo un'orbita particolarmente eccentrica, interseca i soli della Joker Galaxy solamente ogni 1.500 anni. Inoltre tale mostro dei cieli non è solo nei suoi viaggi, ma si porta appresso un intero sistema planetario.

Ritornando al problema della corretta dizione astronomica di Joker bisogna precisare che nella voce della versione inglese di Wikipedia dedicata ad FSS si parla giustamente di “cluster”, termine che indica semplicemente un insieme di stelle. FSS ha anche il pregio di presentare una dettagliata cronologia della Joker Galaxy, dove lo scomparso Farus Di Kanon Empire, o Super Empire, ha lasciato lo spazio a diverse entità politiche che si disputano il potere. Particolare rilevanza ha la dinastia AKD (Amaterasu Kingdom Demesne) che domina direttamente il mondo di Delta Belune ed esercita contemporaneamente un protettorato su quello di Addler. Suo leader è il già citato Amaterasu, un longevo albino ormai vecchio di secoli anche se dall'aspetto efebico e giovanile. La sua sposa si chiama Lachesis ed entrambi, come si vede, portano nomi d'origine mitologica: Amaterasu Omikami è la mitica Dea della Luce fondatrice della dinastia imperiale giapponese; Lachesis è una delle tre Parche che, secondo i miti greci filavano e tessevano il filo del destino dell'esistenza per poi alla fine reciderlo.

Il palazzo imperiale di Ameterasu, una sorta di dio-imperatore, possiede una curiosa particolarità: è un tempio fluttuante, sospeso nel cielo, ed il corpo scelto delle guardie di palazzo è noto come Mirage Knights.

Non ci si può dimenticare però delle Fatime, giovani donne nate grazie all'ingegneria genetica, che aiutano i guerrieri fornendo, in virtù dei propri poteri, ai "Mortar Headds" l’energia necessaria per muoversi e combattere. Da questo punto di vista un MH non è l'espressione solo della forza virile, dello yin, ma anche del femminile yang. Una tipica concezione della filosofia orientale del tao che trova espressione in chiave fantastica. Nagano, infatti, non sottovaluta gli aspetti spiritualistici nella sua creazione e dunque in essa non vi manca neppure un'apposita fanta-religione creata ad hoc. Se in Guerre Stellari il culto religioso era rappresentato dalla Forza e in Dune dalla Sorellanza delle Bene Gesserit, nonché dallo stesso Paul Atreides e dal di lui figlio, Leto II, Nagano crea una fede tutta al femminile, quello della dea Litora, divinità della Luce e delle Fatime.

Nagano alla sua storia futura, corredata dalla cronologia del Joker Calendar, aggiunge anche degli alberi genealogici nobiliari. D'altra parte, ulteriore particolare curioso, la galassia inventata da questo mangaka segue leggi fisiche tutte sue e il tempo su Joker scorre ad una velocità diversa rispetto al resto dell'universo, Terra compresa. Da un certo punto di vista FSS è la risposta a fumetti alla grandiosa, e concettualmente pregna, saga di Dune di Herbert ed alla spettacolarità, ed epicità tipiche dei film di Lucas.

Nel 1989 la Kadokawa Shoten, la Toho Video e la Sunrise hanno prodotto un discreto OAV di 65' su questa saga, per la regia di Kazuo Yamazaki e disegnato da Nobuteru Yuki. La storia copre gli eventi del primo volume del manga, Destiny Lachesis. Nel 2002 è stato ripubblicato in dvd e nel 2005 ne è uscita una versione sottotitolata in inglese.

In Italia, nel gennaio del 1996, la rivista Kappa Magazine vi ha dedicato un lungo e articolato speciale. Eppure, nonostante i suoi riconosciuti meriti letterari ed artistici, FSS rimane ancor oggi il grande assente dalle librerie italiane specializzate in fumetto. In un modo o nell'altro però nel nostro paese ne è comunque giunta notizia, e ne è prova il fatto che nella serie a fumetti nostrana 2700, creata da Manfredi Toraldo, ambientata in una sorta di medioevo futuro e pubblicata dalla casa editrice Piuma Blu, i nobili pilotavano dei robot giganti, chiamati Gearing o Golem a seconda della grandezza e della potenza, in simbiosi con una donna, una cosiddetta Made. Il tutto richiamava la simbiosi tra Cavaliere e Fatima di FSS, mentre la fonte di energia dei Gearing, un cristallo chiamato sinapsi, era una citazione diretta del mondo di Darkover creato dalla scrittrice americana Marion Zimmer Bradley e delle sue pietre matrici, utilizzati per amplificare i poteri psichici dell'uomo.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia