Manuela Arcuri

3.351160444022 (1982)
Inviato da nono 19/03/2009 @ 04:16

Tags : manuela arcuri, personaggi tv, tv, tempo libero

ultime notizie
Manuela Arcuri si spoglia in diretta - La Voce d'Italia
Visioni da 'infarto' martedi sera su Rai 1 per un fan di Manuela Arcuri. Il fortunato ragazzo è stato 'sorteggiato' tra i presenti al programma "I sogni son desideri" per assistere da vicino la sua attrice preferita mentre si toglie le calze con...
Morgan, Arcuri e Ghezzi, premiati speciali del Grand Prix 2009 - PubblicitaItalia
A Marco Castoldi in arte Morgan, Manuela Arcuri ed Enrico Ghezzi, infatti, saranno conferiti tre dei premi speciali che, accanto a quelli tecnici, Pubblicità Italia ogni anno sceglie di attribuire a personalità distintesi nel loro ambito professionale...
La Arcuri madrina de "La sfida del cuore" - INSOMMA.IT
... La VI edizione campana della partita di solidarietà in favore della ricerca scientifica neurogenetica promossa dall'AISA, l'Associazione Italiana per la lotta alle Sindromi Atassiche avrà quest'anno una Madrina eccezionale: Manuela Arcuri!...
È Manuela Arcuri la bella madrina della Mille Miglia - Il Giorno
Madrina della Mille Miglia 2009 sarà Manuela Arcuri. Anche quest'anno poi la Mille Miglia vivrà momenti dal fascino straordinario, come la serata di domani a Roma, quando le 375 auto sfileranno a Castel Sant'Angelo, dove per due giorni verrà allestito...
Sarà Manuela Arcuri la madrina della Mille Miglia - Brescia Oggi
Dopo Mariagrazia Cucinotta toccherà a Manuela Arcuri fare da madrina alla Mille Miglia 2009. L'attrice, 32 anni di origine pugliese, ha trascorso la sua giovinezza a Latina prima di sfondare nel mondo dello spettacolo: la Arcuri,...
Manuela Arcuri in un film alla Dario Argento - Panorama
Manuela Arcuri sarà la protagonista, mercoledì 6 maggio su Canale 5 in prima serata, del film tv So che ritornerai, thriller che il regista Eros Puglielli definisce alla Dario Argento. Nel cast anche Giancarlo Giannini, Valeria Milillo, Jason Lewis,...
Presentata la linea 'Miss Bikini Original'. Manuela Arcuri arriva ... - Affaritaliani.it
Manuela Arcuri con Matteo Guerra, il tronista, che hanno fatto la loro prima apparizione ufficiale in pubblico, Rossella Brescia, Antonella Elia, Justine Mattera, Nadia Bengala, Alessandra Pierelli e l'ex tennista Nicola Pietrangeli....
Manuela Arcuri sfruttata dai suoi ex, ora vuole Matteo Guerra - Ciaopeople Magazine
Da Francesco Coco ad Aldo Montano nessuno è riuscito a custodire il cuore di Manuela Arcuri, la bella ciociara della tv e del cinema. A quanto pare le innumerevoli relazioni amorose sarebbero finite per l'opportunismo dei suoi ex fidanzati,...
Festeggia Manuela Arcuri - Lo Spettacolo
(AGM-LSP) Nella serata di mercoledì 6 maggio la fiction di Canale 5 So che ritornerai, con protagonista Manuela Arcuri (nella foto), ha trionfato nel prime time con 5.832.000 spettatori. Solo la semifinale di Champions League Chelsea-Barcellona è...
Manuela Arcuri e Matteo Guerra non si nascondono piu'. Sono loro ... - Piacenza Night
Dopo aver tergiversato piu' volte sulla sua vita sentimentale, ora Manuela Arcuri ha smesso di nascondere il suo nuovo amore. Si tratta di Matteo Guerra, noto al pubblico femminile per aver partecipato come tronista a "Uomini e Donne"....

Manuela Arcuri

Manuela Arcuri (Anagni, 8 gennaio 1977) è un'attrice italiana.

Di famiglia d'origine pugliese e cresciuta a Latina, dopo il liceo si iscrisse all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica di Roma.

Attratta fin da giovanissima dal mondo dello spettacolo, iniziò la carriera come modella e, nel 1995, posò per alcuni fotoromanzi e comparve nel film I buchi neri di Pappi Corsicato. Successivamente venne scritturata da Leonardo Pieraccioni per I laureati.

Dopo altre esperienze cinematografiche e teatrali, tra cui A pretty story of a woman e "Liolà" con la regia di Gigi Proietti, nel 1999 fu scelta da Giorgio Panariello per un ruolo da protagonista nel film Bagnomaria.

Nel 2000, la Arcuri fu la protagonista di un calendario sexy per GenteViaggi. L'anno successivo, posò nuda per quello di Panorama, ottenendo una grande notorietà che contribuì a farle avere importanti scritture, come per i programmi televisivi Mai dire Gol e Carabinieri nel 2001 e per il Festival di Sanremo nel 2002.

Nel 2003 ha condotto, insieme a Teo Teocoli ed Anna Maria Barbera (Sconsolata), l'ottava edizione di Scherzi a parte.

Nel 2004 ha partecipato, come protagonista, al video della canzone Liberi da noi di Gigi D'Alessio e, nel 2007 al video della canzone "Somewhere Here On Earth" di Prince.

Nel 2008 ha interpretato Egle Ciccirillo nella commedia teatrale "Il primo che mi capita", scritta, diretta ed interpretata da Antonio Giuliani, in scena al Teatro Parioli di Roma, dal 5 febbraio al 16 marzo. Nello stesso anno ha partecipato alla fiction televisiva Mogli a pezzi e condotto Venice music awards, accanto ad Amadeus.

Il 19 luglio 2002, sul lungomare di Porto Cesareo è stata posta una statua che effigia dichiaratamente le forme prosperose della Arcuri, quale omaggio alla "moglie del pescatore".

L'iniziativa ha causato contrastanti reazioni da parte dei turisti che non mancano di farsi fotografare ai piedi del monumento, da parte dei pescatori che, prima di andare in mare, hanno presa l'abitudine di toccare il fondoschiena della statua come atto scaramantico e, infine, da parte delle vere mogli dei pescatori che ne hanno fortemente reclamata la rimozione, dichiarandosi offese da un tale accostamento d'immagine.

La statua è rimasta sul lungomare, ma il suo volto è stato sfigurato a martellate.

Per la parte superiore



Venice Music Awards

Il 'Venice Music Awards' è un galà musicale che premia gli artisti italiani che maggiormente si sono distinti in Italia e nel mondo nel corso dell'anno. Questa cerimonia, uno degli eventi più prestigiosi dell'estate lagunare, va in scena nella cornice del Palazzo del Cinema 'PalaGalileo' al lido di Venezia ed è giunto alla terza edizione, trasmessa come negli anni precedenti in prima serata su Raidue. L'evento vanta come main sponsor il Casinò di Venezia.

Nel 2008 l'evento è stato condotto da Amadeus e Manuela Arcuri con la partecipazione di Gabriella Germani con le sue imitazioni dell'attrice Monica Bellucci e Simona Ventura;il galà è andato in onda su Raidue il 21 luglio alle 21.00. I vincitori delle varie categorie sono stati selezionati da una giuria presieduta, come negli anni precedenti, da Elio Cipri che è tra l'altro anche il direttore artistico del premio; ed è composta da alcuni fra i più importanti direttori d’orchestra e produttori musicali della musica leggera: il Maestro Renato Serio, il Maestro Fio Zanotti, il Maestro Bruno Santori ed il Maestro Adriano Pennino,a dimostrare la grande prestigiosità del premio. Ospite internazionale di questa edizione è stata Lola Ponce, vincitrice al festival di Sanremo 2008 in coppia con Giò di Tonno. L'evento è stato seguito su Raidue da 2.170.000 spettatori,con uno share dell'11%.

La seconda edizione del "Venice Music Awards" è andata in onda su Raidue il 30 giugno 2008 dalla prestigiosa cornice del Palazzo del Cinema di Venezia.L'evento è stato presentato da Francesco Facchinetti e Gaia De Laurentis.I premi sono stati assegnati da una giuria di esperti composta dai maestri Beppe Vessicchio, Adriano Pennino, Fio Zanotti e dal direttore artistico, il discografico Elio Cipri.Il galà è stato seguito da 1.575.000 di telespettatori con uno share oltre il 10%.

La prima edizione,condotta da Max Tortora e Natasha Stefanenko, è stata seguita in tv da oltre 3.000.000 di spettatori con picchi dello share del 13%. E' l'unica edizione, finora, ad essere andata in onda in diretta. Tra le curiosità, si segnala il fatto che la coppia Britti-Bennato registrò il contributo prima dello spettacolo, senza esibirsi nella serata televisiva. Il 21 luglio 2006, a Venezia c'era un caldo afoso quasi insopportabile che rese difficile la sessione di prove pomeridiana al PalaGalileo.

Per la parte superiore



Lorenzo Crespi

Lorenzo Crespi - pseudonimo di Vincenzo Leopizzi - (Messina, 13 agosto 1971) è un attore italiano.

Dall'età di 4 anni viene cresciuto dalla mamma Maria che in seguito lo iscrive presso l'Istituto salesiano "S.Luigi" di Messina, dove frequenta le scuole medie. A 16 anni si trasferisce da Messina a Milano, dove inizia prima a fare i lavori più svariati, come cameriere e buttafuori nelle discoteche, e poi finisce con il lavorare come modello per il famoso stilista Giorgio Armani. Per un periodo lavora anche come assistente di Vittorio Sgarbi, nel frattempo muove i primi passi come attore.

Nel 1995 esordisce nel film I buchi neri di Pappi Corsicato: nel cast c'è anche Manuela Arcuri con cui Crespi vive una storia d'amore di un anno.

Nel 1996 recita ne La sindrome di Stendhal, regia di Dario Argento; inoltre interpreta il ruolo di André de Gomera nella miniserie tv Il ritorno di Sandokan, diretta da Enzo G. Castellari.

Nel 1997 è protagonista, con il ruolo di Geko, del film Porzûs regia di Renzo Martinelli, e grazie alla sua interpretazione riceve il Globo d'Oro della Stampa Estera, come migliore attore esordiente; nello stesso anno interpreta il ruolo di Saro in Marianna Ucria, regia di Roberto Faenza, per cui riceve l'Oscar dei Giovani. Nel 2001 è tra i protagonisti del film Tra i due mondi, diretto da Fabio Conversi, nel ruolo di Grifone.

Dopo esser stato protagonista di alcune miniserie, nel 2002 è nel cast della serie tv Carabinieri, regia di Raffaele Mertes, in cui è protagonista nel ruolo di Tommaso Palermo. Nel 2005 è protagonista della serie in tredici puntate, Gente di mare, regia di Stefano Peyretti e Vittorio De Sisti, e nel 2007 della miniserie Pompei, diretta da Giulio Base.

Nel 2007, inoltre, inizia a girare Gente di mare 2, ma a maggio entra in forte disaccordo con la produzione e lascia la serie, apparendo solo nelle prime puntate. Al suo posto entra Fabio Fulco. Sempre nello stesso anno, entra nel cast della miniserie tv Mogli a pezzi, regia di Alessandro Benvenuti e Vincenzo Terracciano, e nel film tv Vita da paparazzo, regia di Pier Francesco Pingitore.

Per la parte superiore



Pippo Baudo

Pippo Baudo nel 1999.jpg

Pippo Baudo, all'anagrafe Giuseppe Raimondo Vittorio Baudo (Militello in Val di Catania, 7 giugno 1936), è un paroliere e conduttore televisivo italiano, attivo dal 1959.

Studia giurisprudenza all'Università di Catania e durante il corso di studi inizia a occuparsi di spettacolo sia come attore sia come presentatore. Studia anche pianoforte e si interessa a vari generi di spettacolo. Si laurea successivamente in legge ma non eserciterà mai nessuna professione forense.

Alla fine degli anni cinquanta entra come pianista e cantante nell'Orchestra Moonlight con cui ha, nel 1959, la sua prima apparizione televisiva, durante la Caravella dei successi che quell'anno va in onda da Palermo.

Ottiene il grande successo in RAI, divenendo fra i presentatori più noti della televisione italiana e curando personalmente la direzione artistica di numerosissimi programmi, fra cui Settevoci.

Passa per brevi periodi a Mediaset, a seguito di polemiche con la direzione RAI. Il suo ultimo trasferimento alla televisione privata non conferma il successo passato e anzi sembra segnarne definitivamente l'oblio. Ritorna, invece, in RAI con lo spettacolo Novecento su RaiTre, programma inizialmente trasmesso alle 15 del pomeriggio. Il successo inatteso del programma lo rilancia nel gotha della televisione. Con inaspettato quanto inalterato vigore si rifà strada nella giungla televisiva, fino a riconquistare la conduzione di Domenica in e del Festival di Sanremo alle soglie dei 70 anni.

Con l'avvento della televisione privata collabora all'avvio dell'emittente catanese Antenna Sicilia per la programmazione del palinsesto e presentando personalmente alcuni spettacoli.

Si tratta, come per Mike Bongiorno, Corrado ed Enzo Tortora, di una figura storica della televisione italiana. Proprio da Corrado, dal quale si recò per partecipare a Rosso e nero affacciandosi così sul mondo dello spettacolo, Baudo ha poi ereditato trasmissioni importanti per la sua carriera quali Canzonissima e Domenica in.

In particolar modo il nome di Baudo è collegato alla conduzione del Festival di Sanremo, di cui è stato anche direttore artistico in numerose edizioni. Inoltre, è stato direttore artistico e Presidente del Teatro Stabile di Catania.

La costante presenza televisiva e il notevole successo dei suoi programmi gli sono valsi l'appellativo di "Super Pippo".

Nel 2005 declina l'invito del centrosinistra siciliano a rappresentare il candidato a governatore dell'isola per le elezioni regionali del 2006 (candidatura che accetterà poi Rita Borsellino).

La sua carriera è scorsa per lunghi tratti a quella di un altro Pippo, il maestro Pippo Caruso.

Nasce anche artisticamente a Militello in Val di Catania, dove debutta per la prima volta nella scena teatrale artistica nel Cine Teatro Tempio (proprietà del Cav. Salvatore Tempio - amico di famiglia della famiglia Baudo), intrattenendo il pubblico negli intervalli di prose e liriche anche suonando al pianoforte.

La sua carriera artistica continua tramite le numerosissime conduzioni nella emittente catanese Antenna Sicilia, dove conduce per lunghi anni il Festival della Canzone Siciliana.

Tra le trasmissioni storiche presentate da Baudo bisogna ricordare Settevoci, Canzonissima, Fantastico, il Festival di Sanremo, Papaveri e papere e Mille lire al mese.

Nel 1987 passa clamorosamente a Canale 5 dopo una polemica con l'allora Presidente della RAI Enrico Manca, che lo definì "nazional popolare" per condurre il varietà "Festival". Rientrerà a Viale Mazzini qualche anno dopo ricominciando da Rai Due con Serata d'Onore.

Nel 1997 ancora un trasloco a Mediaset. I risultati però non sono soddisfacenti. Lo show d'esordio, "Una volta al mese", varietà con una insolita, televisivamente parlando, cadenza mensile è un flop, così come la "La canzone del secolo": la trasmissione viene addirittura traslocata alla domenica nell'ora di pranzo. Non andrà meglio neanche con "Tiramisù" nel 1998.

L'avventura strabiliante al biscione termina dopo 6 mesi e Baudo sembra in seria crisi professionale. Lui stesso ammetterà qualche anno dopo di aver passato interi mesi a non far niente e a sperare in una telefonata. La telefonata tanto attesa arriva nel 1999. Raitre gli offre la conduzione di un programma tutto nuovo, "Giorno dopo giorno", che ripercorre gli eventi principali del XX secolo e che successivamente viene trasportato in prima serata col titolo "Novecento".

Baudo così, riconquista il suo pubblico e nel 2002 viene chiamato a risollevare le sorti del Festival di Sanremo, in difficoltà dopo l'insuccesso dell'edizione 2001, condotta dal quartetto Carrà-Papi-Ceccherini-Gale. Al suo fianco vuole Manuela Arcuri e Vittoria Belvedere. Gli ottimi risultati lo fanno ritornare all'Ariston anche nel 2003 (con Claudia Gerini e Serena Autieri). Questa volta però non ottiene il successo sperato. Nel 2004 litiga con la dirigenza Rai e abbandona l'azienda pubblica. Nella primavera 2005 fa però pace con Del Noce in diretta tv e torna su Raiuno poche settimane dopo con "Sabato Italiano".

Il 2 ottobre 2005, dopo l'ultima sua partecipazione nel 1991, torna per l'ottava volta alla conduzione del contenitore domenicale Domenica In di cui in passato aveva presentato sette edizioni, da solo o in coppia con altri presentatori/presentatrici: a Baudo è affidata la conduzione del preserale Ieri, oggi e domani (poi 7 giorni dall'autunno 2008) e per il grande successo verrà confermato anche nelle tre stagioni successive.

Nel 2007 conduce il Festival di Sanremo con la soubrette Michelle Hunziker. Questa partecipazione gli permette di ottenere il primato tra i presentatori del Festival, superando le 11 partecipazioni di Mike Bongiorno. Gli elevati compensi, settecentocinquantamila euro per Baudo e un milione per la Hunziker, sono stati oggetto di polemica. Nel 2008 presenta di nuovo la 58ª edizione del Festival di Sanremo, questa volta affiancato da Piero Chiambretti, l'anno precedente conduttore del Dopofestival. I due nuovi volti femminili scelti per affiancare i due mattatori nella kermesse sono due attrici, Bianca Guaccero e Andrea Osvart. In autunno ripropone Serata d'onore il sabato sera su Raiuno.

Scopritore di nuove proposte, ha portato sullo schermo televisivo tra gli altri Beppe Grillo, Heather Parisi e Lorella Cuccarini. Quando, durante spettacoli comici, o in vignette, viene fatta una parodia del presentatore, gli si fa pronunciare la frase "L'ho inventato io...." riferita a conduttori o showgirl di successo.

In sicilia ha un vasto agrumeto ereditato dal padre.

Sposato per diciotto anni con la cantante lirica italiana Katia Ricciarelli; il matrimonio viene celebrato il 18 gennaio del 1986 a Militello in Val di Catania con tanto di riprese televisive. La separazione avviene nel 2004. Baudo ha due figli: Alessandro, nato nel 1963 e riconosciuto dal presentatore dopo una lunga vicenda legale, avuto da Mirella Adinolfi; e Tiziana, oggi sua segretaria e assistente, nata nel 1970 dal suo matrimonio con Angela Lippi. Tra i due matrimoni ha una lunga relazione con Alida Chelli.

Per la parte superiore



Oreste Guidi

Oreste Guidi (Genova, 15 maggio 1966) è un attore italiano.

A 20 anni, dopo la maturita' scientifica, parte alla volta degli Stati Uniti. A Los Angeles inizia la carriera di modello per la John Casablanca agency, con succursali in tutto il mondo. Un anno dopo parte per Miami dove unisce alla carriera di modello quella accademica universitaria in Political Science con indirizzo in "International Relations" alla prestigiosa Universita' Coral Gable di Miami. A Miami vivra' per un paio d'anni prima di riapprodare in Italia e continuare sia con la moda che con il cinema e la televisione. Nel 1994 lo vediamo co-protagonista di Fantaghiro' 4, film TV diretto da Lamberto Bava per canale 5, 2 puntate di 100 minuti l'una. Nel 1997 lo si vede nel ruolo del "Tedesco Killer" nel pluripremiato film Nirvana di Gabriele Salvatores, esportato in 21 paesi e doppiato in 4 lingue. Nel 1997 ha un'altro ruolo cinematografico nel film di Umberto Marino "Finalmente Soli" insieme a Daniele Liotti, Manuela Arcuri e Rocco Papaleo. Seguono altri films per la TV, fino al 2004, con la serie ad episodi per la Televisione Svizzera Italiana "Avvocati" di Massimo D'Onati, in cui impersonifica un trafficante di droga. Per quanto riguarda le pubblicita', molte sono al suo attivo, tra le piu' famose e ricordate quelle di Zerocalc per le reti Fininvest e quella della Davidoff. Fisico imponente e statuario, in Italia ha sempre dovuto fare i conti con un mercato televisivo e cinematografico a lui poco congegnale.

Per la parte superiore



Scherzi a parte

Scherzi a parte è un programma televisivo italiano.

Il programma è ideato da Fatma Ruffini, e va in onda dal 1992, seppur con interruzioni anche di due o tre anni fra alcune edizioni. La trasmissione è stata sin dalla prima edizione molto popolare, tanto che è entrato nel linguaggio comune dire "Sei su Scherzi a parte!", quando ci si trova in una situazione assurda e paradossale.

Nello schema del programma, gli autori si mettono d'accordo con alcuni complici per fare uno scherzo alla vittima prescelta, sebbene si sospetti da parte di alcuni critici una clandestina complicità di un buon numero di "vittime", dal momento che gran parte di esse fa parte dell'entourage delle reti di Silvio Berlusconi.

Il programma televisivo è un erede diretto del famoso show statunitense Candid Camera (ripreso in Italia negli anni Sessanta dal regista Nanni Loy con la trasmissione Specchio segreto) nel quale, per aumentare l'audience, le vittime degli scherzi sono personaggi presi dal mondo dello spettacolo, del cinema, della musica, del giornalismo e della politica, tutti più o meno famosi tanto che a volte nasce il sospetto che non siano del tutto ignare di quanto stia per accadere loro.

La prima puntata della prima edizione del programma andò in onda il 9 febbraio 1992 su Italia 1. In seguito, per via del successo ottenuto, il programma venne spostato su Canale 5, dove attualmente va in onda l'undicesima edizione. Inoltre su SKY Show, canale satellitare della piattaforma pay-tv SKY, propone il varietà Scherzi a parte Remix.

Su Italia 1 dal febbraio per 13 puntate. Conduttori: Teo Teocoli e Gene Gnocchi con Gabriella Labate, Angela Melillo e Marco Balestri.

Tra le tante vittime di questa prima edizione Enrica Bonaccorti ,Massimo Catalano, Gabriella Labate, Gianina Facio, Iva Zanicchi, Claudio Amendola, Daniele Formica, Gianluca Pagliuca, Maria Teresa Ruta, i Dik Dik, Marta Flavi, Jerry Calà, Salvatore Schillaci & Paolo Di Canio, Pino Caruso e Rita Pavone.

Nel primo scherzo della storia del programma la vittima fu il comico Giorgio Faletti (allora solo attore comico e non ancora scrittore di successo) nel 1991. Faletti prendeva un taxi (modello Fiat Argenta) per recarsi al lavoro, guidato a sua insaputa da Holer Togni (il grande stunt-man). Una gag con una zingara che chiede l'elemosina e lanciava una specie di maledizione era inserita all'inizio. Il set si spostava poi in una strada chiusa al traffico con una decina di comparse, dove il taxi cominciava a sbandare, rischiava di investire alcuni passanti, si schiantava contro un carretto, colpiva un ostacolo in mezzo alla strada e procedeva su due ruote (tra le urla disperate di Faletti), infine si schiantava a tutta velocità contro un finto muro di mattoni.

Al termine dello scherzo, a veicolo fermo, il tassista chiedeva il prezzo della corsa, ma Faletti rispose che invece delle lire gli avrebbe dato solo "calci nel culo", dopodiché veniva rivelato lo scherzo.

Lo scherzo ebbe talmente tanto successo che ancora oggi viene riproposto nelle repliche di Mediaset su richiesta dei telespettatori, ed è diventato uno degli scherzi più famosi nella storia del programma.

Nella prima e seconda edizione di Scherzi a parte Marco Balestri è stato autore dello scherzo Italia che canta, dove venivano ospitati dei cantanti (uno per ogni puntata) per cantare una canzone. Le vittime credevano di essere collegate in diretta con il Giappone o la Russia con non meno di 30 milioni di telespettatori, ma in realtà erano collegati solo con la regia di quello stesso studio.

Una volta che era iniziata la canzone capitavano alcuni imprevisti, come ad esempio la base che accelera o rallenta, un amplificatore che scoppia, il palco che si alza o abbassa. Quando il cantante tornava a sedersi per una intervista con Balestri la poltrona iniziava a scaldarsi, fino a 90 °C (dichiarati in sovrimpressione). Solo dopo aver chiuso il finto collegamento, Marco Balestri annuncia al cantante di essere su Scherzi a parte; tra le vittime Pupo, Andrea Mingardi, Jo Squillo, Nilla Pizzi, Dario Baldan Bembo e Little Tony.

Su Canale 5 da gennaio per 13 puntate. Conduttori: Teo Teocoli, Gene Gnocchi e Pamela Prati. Tra le vittime di questa seconda edizione: Anita Ekberg, Roberto Gervaso, Brigitte Nielsen, Giampiero Mughini, Moana Pozzi e Anthony Delon.

Dopo lo strepitoso successo della prima edizione, "Scherzi a Parte" è approdato su Canale 5, dove è andato in onda da gennaio 1993 per 13 settimane. Tra le vittime di questa edizione Nilla Pizzi che è stata fatta oggetto di un secondo scherzo (il primo l'aveva subito nella prima edizione e il terzo si verificherà nella quarta, diventando così la prima VIP per tre volte vittima di Scherzi a Parte). Tra gli scherzi entrati nella storia di questa edizione quelli ai danni di Leo Gullotta, aggredito da una tigre, di Simona Marchini, incredula testimone di un improbabile colpo di fulmine, e di Enrico Mentana, chiamato in causa dal Tribunale di Milano.

Su Canale 5 da marzo per 13 puntate. Conduttori: Teo Teocoli, Massimo Boldi e Pamela Prati. Tra le vittime Carla Urban, Renato Nicolini, Vanna Marchi, Fiorella Pierobon, Silvana Giacobini e Giorgio Benvenuto.

La terza edizione è andata in onda su Canale 5 da marzo 1994 per 13 settimane. Tra gli scherzi indimenticabili quello realizzato da Marco Balestri ai danni di Paola Gassman e Ugo Pagliai, ospitati ad una strana trasmissione televisiva...

Su Canale 5 da ottobre per 14 puntate. Conduttori: Teo Teocoli, Massimo Lopez e Simona Ventura con la partecipazione di Teo Mammuccari. Tra le vittime George Weah, Agostina Belli, Santi Licheri,Maria Grazia Cucinotta e Stefano Zecchi.

La quarta edizione è andata in onda da ottobre 1995 per 14 puntate. Tra gli scherzi meglio riusciti quello ai danni di Emanuele Filiberto di Savoia, Adriano Galliani e Giorgia. Tra i beffati anche Marco Columbro, già vittima della prima edizione del programma.

Su Italia 1 da ottobre per 14 puntate. Conduttori: Massimo Lopez, Lello Arena e Elenoire Casalegno.

La quinta edizione è andata in onda da ottobre 1997 per 14 puntate. Tra le vittime di questa edizione moltissime erano al secondo scherzo subito, come ad esempio Emilio Fede, Giobbe Covatta, Maurizio Mosca, Gianluca Pagliuca, Mara Venier, Bud Spencer, Elenoire Casalegno,Raz Degan e Wendy Windham.

Su Canale 5 da settembre per 8 puntate. Conduttori: Simona Ventura e Marco Columbro.

Questa edizione è andata in onda dal settembre 1999 per otto settimane. Tra gli scherzi più divertenti ricordiamo quello a Raoul Bova, a Emilio Fede, al Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, e Iva Zanicchi.

Su Canale 5 da marzo per 11 puntate. Conduttori: Teo Teocoli, Massimo Boldi e Michelle Hunziker.

La settima edizione in onda da marzo 2002 per 11 settimane ha ottenuto grandissimi risultati di ascolto. Il programma ha avuto in questa edizione anche il merito di ricomporre una delle coppie storiche della comicità italiana: Teo Teocoli (alla quinta conduzione del programma) e Massimo Boldi, affiancati da Michelle Hunziker, rivelazione televisiva al suo debutto nella prima serata di Canale5. Tra gli scherzi indimenticabili quello realizzato ai danni di Giovanni Trapattoni, Flavio Briatore e Giovanni Rana.

Su Canale 5 da settembre per 14 puntate. Conduttori: Teo Teocoli, Anna Maria Barbera e Manuela Arcuri.

Teo Teocoli, per la sesta volta padrone di casa di "Scherzi a parte", affiancato dall'affascinante Manuela Arcuri e , direttamente da "Zelig", dalla rivelazione televisiva della stagione, Sconsy/Anna Maria Barbera, ha condotto l'ottava edizione della trasmissione che si è ripresentata ai suoi telespettatori con innumerevoli e imprevedibili novità. Tra i protagonisti degli scherzi, l'allora fidanzato della Arcuri Francesco Coco, la stessa Anna Maria Barbera e Massimo Oddo.

Nell'edizione 2003 è stata creata una finta trasmissione dal titolo "Faccia a Faccia", dove venivano ospitati personaggi dello spettacolo, della politica, del cinema... (uno per ogni puntata) per essere sottoposti a un'intervista, con la complicità di Silvana Giacobini; tra le vittime Giuliana De Sio, Ricky Tognazzi, Iva Zanicchi e Michelle Hunziker.

Su Canale 5 da gennaio per 11 puntate. Conduttori: Alessia Marcuzzi, Diego Abatantuono e Massimo Boldi.

Un trio di conduttori assolutamente inedito per uno dei programmi più divertenti, irriverenti e seguiti del panorama televisivo italiano. Un vero e proprio debutto per Diego Abatantuono, alla sua prima esperienza di conduzione in prime time, un atteso ritorno per Massimo Boldi, alla sua terza conduzione di “Scherzi a parte” e un nuovo progetto importante per Alessia Marcuzzi, che sbarca sulla rete ammiraglia Mediaset.

1. puntata: Stefano Bettarini, Elisabetta Canalis, Kledi Kadiu, Linus, Mal.

2. puntata: Ettore Bassi, Rossella Brescia, Emilio Fede, Massimo Oddo, Raf.

3. puntata: Roberto Formigoni, Megan Gale, Ringo, Maria Teresa Ruta, Carlo Verdone.

4. puntata: Albano Carrisi, Carmen Di Pietro, Paolo Limiti, Costantino Vitagliano.

5. puntata: Nancy Brilli, Wilma De Angelis, Alessia Fabiani, Jonathan Kashanian, Selen.

6. puntata: Luca Argentero, Barbara De Rossi, Fichi d'India, Ornella Muti, Elisa Triani.

7. puntata: Jane Alexander, Claudia Gerini, Aldo Montano, Francesco Renga, Sergio Volpini.

8. puntata: Daniel Ducret, Amanda Lear, Marco Maccarini, Ambra Orfei, Alessandro Preziosi.

9. puntata: Barbara D'Urso, Emanuela Folliero, Laura Freddi, Francesco Graziani, Daniele Interrante, Katherine Kelly Lang, Walter Nudo.

10. puntata: Paola Barale, Ilary Blasi, Daniele Bossari, Cesare Cremonini, Federica Fontana, Alberto Gilardino, Natasha Stefanenko, Aida Yespica.

11. puntata: Roberto Farnesi, Massimo Lopez, Alessia Marcuzzi, Ascanio Pacelli e Katia Pedrotti, Marcus Schenkenberg, Alena Seredova.

Per l'edizione 2005 è stato creato un finto reality show con il nome de "Il Castello" (nel ruolo del re del castello è l'attore Diego Casale), creato appositamente per colpire tutti i concorrenti partecipanti, uno ad uno. Le vittime sono: Ringo, Peppe Quintale, Cristina Plevani, Ambra Orfei, Mal, Wilma De Angelis, Flavia Vento, Dan Peterson, Mirka Viola e Sergio Volpini.

Su Canale 5 da gennaio per 13 puntate Conduttori: Claudio Amendola, Cristina Chiabotto e Valeria Marini con la partecipazione del duo di Zelig, Katia e Valeria e Alfonso Signorini.

1. puntata: Antonio Cupo, il direttore di Studio Aperto Mario Giordano, Irene Pivetti, Stefania Sandrelli, Anna Tatangelo, Luca Toni.

2. puntata: Albano Carrisi, Manuela Arcuri, Pierluigi Collina, Cristiano Lucarelli, Paola Perego, Monica Vanali.

3. puntata: Paolo Brosio, Roberta Capua, Giada De Blanck, Emanuele Filiberto di Savoia, Daniela Santanchè, Ainett Stephens.

4. puntata: Giuliana De Sio, Roberto Farnesi, Federica Panicucci, Pupo, Katia Ricciarelli.

5. puntata: Anna Falchi, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, Alvaro Recoba, Flavia Vento, Valeria Marini.

6. puntata: Antonio Di Pietro, Dolcenera, Marco Marzocca, Alessandra Mussolini, Ornella Muti, Victoria Silvstedt.

7. puntata: Nancy Brilli, Sabrina Ferilli, Claudia Gerini, Vladimir Luxuria, Enrico Papi, Stefania Prestigiacomo, Mara Venier.

8. puntata: Victoria Cabello, Ilaria D'Amico, Gianluca Grignani, Vanessa Incontrada, Marco Materazzi, Gabriella Pession.

9. puntata: Alessandro Gassman, Remo Girone, Loredana Lecciso, Marco Pannella, Pamela Prati, Giorgio Rocca, Emilio Solfrizzi.

10. puntata: Tosca D'Aquino, Emilio Fede, Walter Nudo, Martina Stella, Elisa Triani, Dario Vergassola.

11. puntata: Marco Columbro, Emanuela Folliero, Massimo Oddo, Cristina Parodi, Eleonora Pedron, Andrea Pirlo Cesare Cremonini.

12. puntata: Mariano Apicella, Asia Argento, Luca Barbareschi, Anna Maria Bernardini De Pace, Orietta Berti, Paola e Chiara, Mickey Rourke.

13. e ultima puntata: Francesco Coco, Alberto Gilardino, Massimo Oddo, Filippo Inzaghi, Giovanni Trapattoni, Gianluca Zambrotta (In questa puntata sono stati riproposti tutti gli scherzi che hanno visto come vittime i calciatori della nazionale campione del mondo).

Le follie di scherzi a parte: Puntata speciale con i scherzi migliori di quest'edizione.

Alcuni scherzi sono realizzati con la complicità di Alfonso Signorini che è complice degli scherzi realizzati a: Antonio Cupo, Mario Giordano, Albano Carrisi, Paola Perego, Giada De Blanck, Emanuele Filiberto di Savoia, Anna Falchi, Sabrina Ferilli, Mara Venier.

Su Canale 5 dal 29 gennaio 2009. Condotto da Claudio Amendola, Teo Mammucari e Belen Rodriguez.

Tra le prossime vittime Diego Abatantuono e Carlo Rossella.

Vittime della prima puntata: Gerard Depardieu, Gigi D'Alessio, Daniele Capezzone, il meteorologo Mario Giuliacci, Alessia Marcuzzi, Cristina Chiabotto e il pugile Clemente Russo.

Vittime della seconda puntata: Claudio Amendola, Paola Barale, Christian Panucci, Massimo Ceccherini, Gianfranco Vissani, Claudio Brachino e Don Johnson.

Vittime della terza puntata: Andrew Howe, Barbara D'Urso, Marco Simoncelli, Vittoria Belvedere, Amauri, Joaquin Cortes, Fabio Quagliarella.

Vittime della quarta puntata: Martina Colombari, Giorgio Chiellini, Paolo Brosio, Paolo Bettini, Mara Carfagna e Martina Stella.

Spesso gli scherzi della serie vengono concordati con le vittime, infatti uno scherzo per essere trasmesso necessita comunque della liberatoria della vittima stessa, quindi difficilmente la redazione vuole correre il rischio di mandare in fumo tutto il suo lavoro o peggio di rischiare una denuncia. Tuttavia gli scherzi autentici non mancano, soprattutto gli scherzi indirizzati a personaggi che già lavorano nel ramo Mediaset. Su centinaia di scherzi organizzati è quindi normale che alcuni "incidenti di percorso" possano essere capitati.

Anche Fiorello ha subito uno scherzo ai tempi del Karaoke, ma il suo scherzo non è mai stato interamente trasmesso. Ufficialmente alcuni problemi tecnici ne hanno impedito la completa registrazione, anche se questo appare poco probabile. Per lo scherzo lo staff di Scherzi a parte ha sostituito i cantanti designati con alcuni figuranti strampalati che cantavano in modo improbabile e si rifiutavano di cedersi il passo. Dalle poche immagini trasmesse, in una trasmissione di approfondimento della stessa Mediaset, si è visto solo uno sconsolato Fiorello impegnato a trascinare fuori dal palco un riluttante partecipante. Lo spettacolo, presentato come al solito in una piazza italiana, ha avuto comunque molti ignari testimoni.

Edizione 1995:A Di Pietro viene mostrato un finto scoop di Eva Tremila che lo ritraeva nudo, ma il fotomontaggio era malfatto e Di Pietro si accorse subito dello scherzo. Temendo che gli autori volessero insabbiare il loro insuccesso, Di Pietro fa trapelare la notizia del mancato scherzo, che viene anche mostrato sul TG5.

Dopo Albano la redazione organizza per l'edizione 1997 uno scherzo alla moglie Romina: uno spogliarellista professionista si finge autista della Power e la corteggia spudoratamente (ai tempi la coppia d'oro Romina e Albano era ancora un fenomeno mediatico), la reazione della cantante costringe la troupe ad interrompere le riprese. Svelato lo scherzo Romina va su tutte le furie e minaccia querele.

Lo scherzo è riuscito, ma il molleggiato non la prende bene e impedirà la messa in onda dello scherzo rifiutandosi di firmare la liberatoria: l'auto gli era stata ricorperta completamente di letame.

Questo scherzo causò l'allontanamento dell'autore (Marco Balestri), per un breve periodo di tempo, da Mediaset. Lo scherzo fu realizzato all'insaputa delle persone più vicine al conduttore, come la moglie Daniela Zuccoli: quando questa aprì la portiera dell'auto del marito e vide uscire una comparsa vestita da gorilla, ebbe un mancamento mentre Mike andò su tutte le furie.

Scherzo interrotto subito dopo l'inizio a causa della reazione del conduttore che, vistosi improvvisamente aggredire da un gruppo di skinhead, si spaventò e scoppiò a piangere.

La nota attrice teatrale viene colpita dalla troupe di Scherzi a Parte mentre si trova a cena in un ristorante dove improvvisamente irrompono dei rapinatori.Si dice che lo scherzo non sia mai andato in onda per l'eccessiva calma con cui la Rame ha affrontato la situazione.

Mietta è ospite di Chiara Sani per un'intervista a bordo di un camper. Lo scherzo prevedeva che la cantante e attrice venisse lasciata sola e che irrompesse nel camper un ex fidanzato della Sani, ma prima che ciò accada il suo manager scopre la presenza di telecamere nei dintorni, mandando a monte lo scherzo.

L'attrice deve registrare un'intervista su una spiaggia. Ad un certo punto il suo interlocutore finge un malore ma, causa un gradino, il soccorittore in procinto di gettare una secchiata d'acqua su questi inciampa, creando ilarità generale e mandando a monte lo sketch.

Ospite a cena nella casa romana dell'attrice (complice) Pamela Prati, Elsa Martinelli subisce la gelosia dei camerieri di quest'ultima, che le portano cibi non del tutto commestibili. Lo scherzo non va in onda per il mancato consenso da parte della vittima.

Doveva essere il primo scherzo che l'avrebbe coinvolta e invece... E' il periodo post Sanremo 1992,quello i cui si vociferava una presunta rivalità tra le due vallette: Alba Parietti, appunto, e Lorella Cuccarini.

Alba Parietti è diretta ad un locale dove dovrebbe esibirsi, ma durante il tragitto si accorge che i cartelloni che dovrebbero pubblicizzare la sua serata ritraggono invece immagine e nome della Cuccarini. Lo scherzo non va in onda per un improvviso guasto alle microcamere.

Realizzato a Muravera nel periodo in cui giocava nel Cagliari Calcio. Complici erano Pierpaolo Bisoli e la fidanzata. Ignari i motivi per cui non andò in onda (in un'intervista dichiarò di aver firmato la liberatoria).

Complice la conduttrice Maria Teresa Ruta il noto telecronista affronta alcuni teppistelli che hanno compiuto atti di vandalismo su alcune auto parcheggiate.Lo scherzo non va in onda per il mancato consenso della vittima.

Claudio Cecchetto nega la messa in onda del suo scherzo in cui un presunto carissimo amico di Berlusconi azzarda pesante critiche nei suoi confronti.

Il presentatore scopre una telecamera celata da uno specchio e lo scherzo va in fumo.

Il noto attore toscano alloggia in un albergo quando improvvisamente gli viene chiesto di cambiare camera;questa sarà tutt'altro che confortevole.Lo scherzo non va in onda per mancato consenso da parte della vittima.

Capanna viene corteggiato da un transessuale;ignari i motivi per cui lo scherzo non fu mai trasmesso.

Convocato per reclamizzare una sauna la troupe interrompe lo scherzo per evitare un malore da parte del presentatore.

Miguel Bosè scopre che quello che sembrava uno studio fotografico è in realtà il set allestito da Scherzi a parte.

Durante un finto dibattito televisivo Emma Bonino assiste allo spogliarello di un deputato svizzero.Lo scherzo non va in onda per ignari motivi.

I due stilisti venivano convocati da uno sconosciuto zio per ritirare una grossa eredità.Lo scherzo non fu trasmesso per mancato consenso delle vittime.

Inoltre tra i tanti scherzi mai trasmessi per svariati motivi troviamo quelli ai danni di Sabrina Salerno,Andrea Giordana, Gigi Sammarchi, Edmondo Bernacca, Don Lurio testimone suo malgrado di un tentativo di suicidio da parte di un giovane la cui mamma voleva gettare via i suoi giornalini porno, Milly D'Abbraccio,Sonia Grey, Maurizio Seymandi, Pierre Cosso, Sylva Koscina alle prese con due strambi fotografi, Vittorio Sgarbi, Renato Schifani vittima di un improbabile shampoo, Franco Nero beffato a bordo di un'ambulanza, Rosita Celentano, Ruggero Orlando, Nicoletta Mantovani, Michele Alboreto, Raimondo Vianello che ha scoperto la burla, Paolo Maldini che accortosi dello scherzo ha abbandonato il set, Giuliano Gemma, Valerio Staffelli, Vanessa Incontrada, Maurizio Vandelli, Christian che convocato per un colloquio di lavoro se la deve vedere con le avances del suo interlocutore, Sergio Volpini vittima del reality "Il castello", Athina Cenci, Francesco Baccini, Peppe Quintale, Gianluigi Lentini, Rossana Casale, Cristina Plevani concorrente del reality "Il castello", Flavia Vento ospite del reality "Il castello", Andrij Ševčenko che non ha firmato la liberatoria, Dan Peterson anch'egli ospite-concorrente del reality "Il castello",Valeria Golino, Everardo Dalla Noce, Enzo Braschi colto da interminabili singhiozzi vistosi aggredire da un gruppo di skins, Mirka Viola concorrente del reality "Il castello", Horst Tappert ospite di un fantomatico show condotto da Marco Balestri, Luca Carboni imbambolato su una ruota panoramica per un servizio fotografico e lo stesso Marco Balestri che però ha scoperto l'inghippo prima del previsto.

Gli autori di Scherzi a parte hanno fatto più di 500 scherzi a moltissimi VIP.

Tanti scherzi hanno visto complici occasionali, (ossia non quelli rituali come Pamela Prati nell'edizione 2003 o Alfonso Signorini in quella del 2007) tra le tante "spalle" famose ricordiamo un non ancora conosciuto Teo Mammucari negli scherzi a Max Biaggi (il primo scherzo subito) e Marco Columbro nel secondo scherzo che lo vede protagonista. E ancora Patrizia De Blanck complice di quello fatto ai danni di Asia Argento, Loredana Bertè e nel primo di Mara Venier, Alberto Castagna nel secondo fatto a Wendy Windham, Gianmarco Tognazzi, Alessandro Gassman, Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi e Giucas Casella, Jo Squillo complice della candid ad Oriella Dorella, Ilary Blasi, Roberta Lanfranchi e tanti altri.

I principali autori degli scherzi, realizzati nell'arco delle dieci edizioni del programma sono: Marco Balestri, il più conosciuto e l'ideatore della maggior parte degli scherzi che hanno fatto epoca; poi Giorgio Squarcia, Andrea Marchi, Maurizio Catalani, Angelo Ferrari, Christophe Sanchez, Davide Parenti, Paolo Lizza, Paolo Ferrajolo ed altri ancora.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia