MSN

3.3921370967759 (992)
Inviato da nono 23/03/2009 @ 10:13

Tags : msn, portali, internet, high tech

ultime notizie
Nasce Wolfram|Alpha ma non è un concorrente di Google - Dinox PC Hardware
Google, ma anche altri motori di ricerca come Yahoo! o MSN Live si occupano di scandagliare il web alla ricerca di pagine contenenti le informazioni più prossime a quelle desiderate dall´utente, Wolfram|Alpha si pone l´obiettivo di fornire direttamente...
Usa, AOL Music e myspace Music i siti musicali più frequentati - Rockol.it
Dopo MTV Networks (18,5 milioni di utenti unici mensili), artistdirect Network (12,1), Msn Music (7,3) e Jango Music Network (6,9), il sito di Universal Music risulta il primo tra quelli gestiti dalle case discografiche (6,2 milioni di utenti);...
D-Link, un contributo alla settimana nazionale della sicurezza in rete - Impresa City
Nel caso dell'IM, ad esempio, un problema ricorrente è l'utilizzo del Pc personale in ufficio oa scuola per connettersi ad applicazioni non previste, come Msn, mettendo così a repentaglio la sicurezza dei dati critici dell'azienda o dell'istituzione a...
eBuddy: in arrivo il miglior IM in circolazione per Google Android - Tecnozoom
Il market di Android si arricchisce di un programma considerato uno dei migliori IM in circolazione, stiamo parlando di eBuddy, un software che permette di utilizzare i protocolli MSN, Yahoo!, AIM, Facebook, Google Talk e ICQ. eBuddy è considerato uno...
Msn Plus Gratis - Mondo Informatico
Nuovissima versione per il Messenger Plus Live, il programma che si integra con Msn Messenger e gli dona tantissime funzionalità in più. Siamo alla versione 4.60.324, le novità principali introdotte sono per i creatori di skin che potranno inserire il...
Link e messaggi istantanei su msn - Virgilio Computer
mi arrivano dei messaggi e link su msn anche in inglese con il nominativo dei miei amici che non unsano i loro pc per virus o altro pero il mio anti virus nn trova nulla e funziona tutto al 100%% navigo tranq che succede da cs dipende?...
La fine di MSN Encarta - Dinox PC Hardware
Microsoft ha comunicato che a partire dal mese di giugno 2009 non saranno più disponibile i supporti digitali (DVD) di MSN Encarta e che dal mese di novembre cesserà anche il servizio online. E´ la fine della più famosa enciclopedia multimediale a...
Noemi: video "Briciole" su msn.it - Team World
05/05/2009 - Il video di "Briciole", primo singolo di Noemi di X-Factor, è in anteprima esclusiva su msn.it. Il brano è contenuto nell'EP "Noemi" uscito lo scorso 24 aprile, che questa settimana fa il suo esordio nella classifica degli album più...
Chattare su Msn,Yahoo o Aim, in altre lingue con traduzione simultanea - Mondo Informatico
Può capitare di chattare con persone che parlano una lingua diversa dalla nostra e di essere costretti quindi a dover fare continui copia e incolla con il traduttore per poter continuare la chat. C'è oggi un software che ci permette di dialogare in...

MSN

MSN (The Microsoft Network) è un insieme di servizi in Internet forniti dalla Microsoft. MSN ha debuttato come servizio online e Internet Service Provider il 24 agosto 1995, in coincidenza con il rilascio del sistema operativo Windows 95.

La copertura dei servizi offerti da MSN è cambiata notevolmente dai tempi del suo rilascio iniziale del 1995. Molte delle applicazioni web più popolari della Microsoft, come Windows Live Hotmail e Messenger venivano inzialmente offerte su MSN, prima di essere integrate nel gruppo di servizi online di Windows Live. Il portale web di MSN, MSN.com, offre una grande varietà di contenuti, ed attualmente è il quinto sito più visitato su Internet.

Il progetto di MSN venne sviluppato dall'Advanced Technology Group della Microsoft, guidato da Nathan Myhrvold. MSN fu inizialmente concepito come un fornitore di contenuti online basato su una connessione dial-up, come America Online. Forniva inoltre dei contenuti proprietari attraverso un'interfaccia a cartelle integrata in Windows Explorer, il file manager di Windows 95.

Conosciuto quindi ufficialmente con il nome di "The Microsoft Network", il servizio venne lanciato insieme a Windows 95 il 24 agosto 1995. Il servizio era incluso nell'installazione di Windows 95 e pubblicizzato attraverso Windows ed altro software della Microsoft rilasciato in quel periodo. Il supporto al prodotto veniva offerto attraverso l'MSN service, così come delle funzionalità di posta elettronica di base, un servizio di notiziari da MSNBC, funzionalità di chat e newsgroup.

L'accesso al web non era incluso in origine nel servizio di MSN classic, ma veniva offerto attraverso il browser Internet Explorer, il quale era disponibile per il download da MSN service o dal pacchetto "Windows 95 Plus!".

Nel 1996, in risposta alla grande crescita della diffusione di Internet, il servizio MSN venne rinominato "MSN Classic", e fu creata una nuova versione conosciuta col nome di "MSN 2.0". La nuova versione combinava l'accesso ad Internet con contenuti web proprietari in un nuovo programma, "MSN Program Viewer".

Microsoft pubblicizò MSN 2,0 con una serie di annunci e materiale pubblicitario che descriveva il servizio come il "prossimo big bang". La società offrì un rilascio in anteprima del servizio su un CD-ROM nell'autunno del 1996, che conteneva un video nel quale venivano descritte le nuove caratteristiche del software MSN 2.0 . Il video era strutturato come una visita guidata di una premiere per il nuovo MSN. Includeva una manciata di attori e una propria colonna sonora che veniva riprodotta durante il processo di installazione.

Una volta installato, il Program Viewer di MSN era essenzialmente un'interfaccia animata, stilizzata e integrata nel web browser Internet Explorer 3. Quando i membri effettuavano l'accesso, venivano presentati loro alcuni diversi "canali", i quali erano essenzialmente delle categorie per i vari tipi di contenuti disponibili su MSN.

Oltre all'MSN Program Viewer era presente l'MSN Quick Launch, un'incona all'interno dell'area di notifica di Windows. Entrambi i programmi avevano un menu che si aggiornava dinamicamente per guidare i membri attraverso i conenuti ed i servizi di MSN.

I nuovi conenuti facevano un uso intenso di risorse interattive e multimediali, inclusi script Visual Basic e una delle prime implementazioni di Macromedia Shockwave Flash (originalmente chiamata "FutureSplash") per le animazioni. I contenuti multimediali interattivi erano presentati in un formato televisivo, "MSN shows", come parte di una sezione chiamata "on stage".

Mentre l'approccio di "MSN shows" era unico ed innovativo, i contenuti non erano facilmente accessibili ai membri che possedevano computers poco potenti e connessioni ad Internet dial-up: le connessioni ad Internet ad alta velocità non erano molto diffuse a quel tempo. Un sito web, "MSNot: The MSN2 Hate Site", venne creato come protesta per la lentezza e l'inaffidabilità del software. Il sito scherniva anche la colonna sonora che ripeteva la frase "too stupid to stop" (troppo stupido per bloccarsi) durante il processo di installazione di MSN 2.0.

In ultima analisi, l'uso ambizioso di contenuti multimediali su Internet durante il 1996 ed il 1997 si dimostrò essere troppo in anticipo sui tempi, e MSN 2.0 non fu un successo come sperato inizialmente dalla Microsoft. La società si mise al lavoro per la nuova versione di MSN.

Nel 1997, dopo aver abbandonato il formato multimediale interattivo, il servizio MSN venne ripreso in considerazione, stavolta come un più tradizionale servizio di accesso ad Internet. Con il rilascio di MSN 2.5 alla fine del 1997, venivano ancora offerti dei contenuti esclusivi per il marchio MSN attraverso l'MSN Program Viewer, ma il servizio indirizzava gli utenti principalmente verso normali siti che chiunque su Internet poteva visitare, invece di siti interattivi.

Ad accompagnare l'MSN Program Viewer in MSN 2.5 fu "MSN Quick Launch", un' icona nella area di notifica di Windows. Come per MSN Program Viewer in MSN 2.0, il menu in MSN Quick Launch poteva essere modificato dinamicamente per guidare i membri verso i servizi e contenuti MSN aggiornati.

Con il rilascio nel 1998 di MSN Internet Access 2.6, l' MSN Program Viewer venne completamente abbandonato in favore del ben noto Internet Explorer. Un'ulteriore versione del servizio, MSN Internet Access 5.0, venne rilasciata insieme a Internet Explorer 5.0 nel 1999. MSN 5.0 era pressochè identico a MSN 2.6.

In questo periodo, MSN iniziò a diventare un portale Internet per gli utenti di altri provider di servizi Internet. A partire dal successo del servizio di web-based e-mail, Hotmail, acquistata da Microsoft nel Dicembre 1997, nel 1999 venne lanciato MSN Messenger per la messaggistica istantanea.

A partire da Windows XP nel 2001 (che portò con sè Internet Explorer 6.0), i contenuti per gli utenti di MSN Internet Access vennero offerti attraverso un programma denominato MSN Explorer (MSN 6.0). Esso era simile a MSN Program Viewer in quanto offriva contenuti e siti web MSN attraverso un'interfaccia personalizzata all'interno di Internet Explorer. Il programma venne rinominato semplicemente come "MSN" per le versioni 7, 8 e 9, le quali vennero rilasciate nel giro di pochi anni. MSN 9 fu l'ultima versione del software MSN per la connessione a Internet in dial-up.

Negli Stati Uniti e in Canada, MSN è ancora un provider di servizi Internet dial-up. MSN resta il secondo maggior provider di servizi Internet nel Stati Uniti, alle spalle di AOL, il quale contava circa 10 milioni di abbonati alla fine del 2007. MSN bundles its dial-up service with an e-mail account at MSN.com and security software such as firewall and anti-virus programs.

Per gli utenti con connessioni Internet a banda larga, MSN strinse accordi con Verizon, Qwest e Bell Sympatico. Verizon, Qwest e Bell Canada forniscono la connessione e si fanno pagare direttamente dai loro clienti. Il software MSN incluso, noto come "MSN Premium", offriva un'interfaccia personalizzata simile al software dial-up MSN 9 e caratteristiche di sicurezza simili al più recente pacchetto di sicurezza Windows Live OneCare. Successivamente il pacchetto Internet a banda larga di Microsoft cambiò nome in favore di Windows Live. I nuovi clienti Verizon potevano abbonarsi solamente a Windows Live, non a MSN Premium. Coloro i quali erano già utenti di MSN Premium che passavano a Windows Live, non potevano tornare indietro in quanto Microsoft l'aveva graudalmente eliminato.

Dal 1995 al 1998, il dominio venne usato per promuovere MSN come Internet provider. All'epoca, MSN.com offriva anche una pagina di avvio personalizzata e un tutorial su Internet, ma il principale portale Internet di Microsoft era conosciuto come "Microsoft Internet Start", raggiungibile presso . Esso fungeva da home page per Internet Explorer e offriva informazioni di base come notizie, previsioni metereologiche, sport, andamento delle borse, intrattenimento, collegamenti a siti web su Internet, articoli di membri dello staff Microsoft e aggiornamenti software. L'altro famoso sito web di Microsoft, MSNBC.com, lanciato nel 1995, era molto simile a Microsoft Internet Start.

Nel 1998, il dominio MSN.com, scarsamente utilizzato, venne reinventato sia come portale Internet che come marchio per una serie di siti prodotti dentro l'Interactive Media Group di Microsoft. Il nuovo sito mise MSN in diretta competizione con altri siti del calibro di Yahoo! e Go Network. Poichè il nuovo formato aprì il contenuto di MSN gratuitamente a tutti, l'Internet provider e il servizio di iscrizione furono ribattezzati "MSN Internet Access".

Per la parte superiore



MSN TV

MSN TV (precedentemente noto come WebTV) è il nome di un dispositivo elettronico che permette, grazie ad un ricevitore connesso ad una linea telefonica, di navigare su internet utilizzando un televisore. Si tratta di una alternativa economica all'acquisto di un personal computer: il kit, oltre che al dispositivo stesso, comprende una tastiera senza fili e un telecomando. L'azienda ideatrice, WebTV Networks, è stata fondata nel 1995; nel 1997 è stata acquisita da Microsoft.

Per la parte superiore



MSN Soapbox

MSN Soapbox è la piattaforma Microsoft per la condivisione on-line di contenuti video.

Il servizio utilizza tecnologie Adobe Flash e AJAX. Questo permette di unire alle funzionalità già presenti nei servizi simili anche una innovativa interfaccia utente.

Soapbox è molto simile alle offerte esistenti, più popolari, come YouTube e Google Video, e fa ampio uso delle moderne tecnologie Web 2.0 per offrire agli utenti una esperienza dinamica e più coinvolgente possibile. Il servizio gestisce il video processing lato back-end, consentendo agli utenti di caricare filmati (dimensioni massime 100MB) nei principali formati video esistenti (AVI, ASF, WMV, MOV, MPEG 1/2/4, 3GPP, DV). Soapbox supporta la visualizzazione e l'upload di filmati e il browsing contemporaneo di altri video. Gli utenti possono assegnare dei tag ai filmati per semplificare la ricerca e il servizio supporta inoltre feed RSS personali per i video di interesse, e funzionalità di voto, commento e condivisione nell'ambito della community. Come gli altri siti di video, anche Microsoft offre la possibilità di integrare i filmati eseguendo embedding in siti web e blog. Recentemente il team di Live Spaces ha annunciato la possibilità di integrare i video Soapbox direttamente nei post sulla piattaforma di blogging del colosso. Inoltre, secondo recenti notizie, SoapBox potrebbe presto passare dalla distribuzione Flash a WPF/E.

Per la parte superiore



Windows Live Search

Live Search (formalmente Windows Live Search e in precedenza MSN Search) è il nome di un motore di ricerca per il web, sviluppato dalla Microsoft, costruito per battere la concorrenza ad altri avversari come Google e Yahoo!. Live Search è accessibile tramite i portali web di Live.com e MSN.com.

Il nuovo motore di ricerca offre alcune funzionalità innovative, come la possibilità di visualizzare più risultati di ricerca in una sola pagina (invece di cliccare per accedere alla pagina di ricerca seguente) e la possbilità di regolare le opzioni di ricerca (come il titolo, un breve riassunto, o uno più lungo). Permette agli utenti di salvare le ricerche e di poterle vedere aggiornate su Live.com.

MSN Search era un servizio della Microsoft che comprendeva un motore di ricerca, un indice, e un crawler. Il 12 settembre del 2006, MSN Search venne sostituto da Live Search. Quest'ultimo permette agli utenti di fare ricerche, secondo dei specifici criteri di informazioni, utilizzando la barra di ricerca che include Web, notizie, immagini, musica, desktop, local, e Microsoft Encarta. MSN Search mira a rendere i suoi 2,5 miliardi di richieste da tutto il mondo "più utili nel fornire ai consumatori un migliore accesso alle informazioni e più precise risposte alle loro domande." Il menu di configurazione è disponibile per cambiare il motore di ricerca predifinto su Internet Explorer, ma la selezione è talvolta critica in quanto è limitata, e l'URL personalizzato non possono essere inseriti se non installati come add-on.

MSN Search venne lanciato per la prima volta nell'autunno del 1998 usufruendo dei risultati di ricerca di Inktomi. Verso gli inizi del 1999, MSN Search rilascio una versione che mostrava i risultati procurati da Looksmart con quelli di Inktomi, eccetto in un breve periodo del 1999, quando i risultati venivano forniti da AltaVista. Da quando la Microsoft aggiornò MSN Search per fornire dei risultati forniti dalla Microsoft, l'indice di quali veniva aggiornato settimanalmente o quotidianamente. L'aggiornamento venne inizialmente rilasciato come programma in fase di sviluppo nel Novembre del 2004 (basato su un lavoro di diversi anni di ricerca), e arrivò alla versione definitiva nel Febbraio del 2005. La ricerca delle immagini è fininziata per 1/3 da Picsearch. Il servizio ha iniziato anche a fornire i suoi risultati del motore di ricerca ad altri portali, nel tentativo di avere un'ottima competenza sul mercato.

La prima versione beta pubblica di Live Search è stata rilasciata l'8 marzo 2006, e la versione finale l'11 settembre 2006, sostituendo MSN Search.

Il 21 marzo 2007, è stato annunciato che la Microsoft intendeva separare la famigia di servizi di Live Search da quella di Windows Live. Live Search è stato integrato all'interno di Live Search and Ad Platform diretto da Satya Nadella, parte di Microsoft Platform and Systems division. Come parte di quest cambiamento, Live Search è stato integrato con Microsoft adCenter.

Nel passaggio da MSN Search a Live Search, la Microsoft interruppe l'utilizzo di Picsearch come provider di ricerca per le immagini ed iniziò ad eseguire le ricerche delle immagini alimentato dagli algoritmi di ricerca del provider personale.

Live Search Gadget è per la Sidebar di Windows Vista che utilizza Live Search per recuperare tutti i risultati di ricerca salvati dell'utente e renderli direttamente nel gadget. Il gadget permette agli utenti di configurare fino due configurazioni di ricerca personalizzate. Gli utenti possono anche effettuare una ricerca utilizzando Live Search Macro; da questo gadget è possibile creare le proprie macro o trovarne alcune in Windows Live Gallery.

Live Search Traffic Gadget visualizza in tempi reali le condizioni del traffico, usufruendo del servizio di Live Search Maps. Il gadget fornisce le indicazioni stradali, i collegamenti locali e la vista del traffico a schermo intero. Attualmente sono disponibili solo i dati del traffico di 23 città statunitensi, tra cui Atlanta, Boston, Chicago, Denver, Detroit, Houston, Los Angeles, Milwaukee, New York, Oklahoma City, Philadelphia, Phoenix, Pittsburgh, Portland, Providence, Sacramento, Salt Lake City, San Diego, San Francisco, Seattle, St. Louis, Tampa e Washington DC.

Il 30 ottobre 2007, sia i gadget di Live Search e Live Search Traffic vennero rimossi da Windows Live Gallery a causa di possibili problemi dovuti che avrebbero poututo discriminare la sicurezza. Tuttavia, il24 gennaio 2008, i gadget del traffico di Live Search Traffic sono disponibili per il download, in seguito ad una risoluzione dei problemi sfavorevoli alla sicurezza.

Dal 1º maggio 2006, Live Search fornisce i risultati di ricerca per A9, un servizio di Amazon, e il sito di ricerca interattivo di Ms. Dewey.

Il 17 gennaio 2007, la Microsoft che tutte le ricerche fatte da un apposito portale del sito porterebbe a raccogliere fondi per l'UNHCR per i bambini rifugiati, ninemillion.org. L'importo che deve essere donato non è facilmente disponibile sul sito di Microsoft, ma Reuters AlertNet riporta che l'importo che deve essere donato è di 0,01 $ (0,0063 €) per ricerca, con un minimo di 100.000 $ (63.000 €, circa) e un massimo di 250.000 $ (158.000 €, equivalente a 25 milioni di ricerche).

Nell'aprile del 2007, la Microsoft ha lanciato Live Search Club, dovegli utenti possono vincere premi per partecipare a gare di giochi di parola, generate dalle query di Live Search.

Nel febbraio del 2008, Microsoft ha lanciato un servizio simile, chiamato "Big Snap Search".

Per la parte superiore



Source : Wikipedia