Jerry Bruckheimer

3.3486486486518 (740)
Inviato da maria 10/03/2009 @ 06:11

Tags : jerry bruckheimer, produttori, cinema, cultura

ultime notizie
CINEMA: LA BELLUCCI AFFASCINANTRE STREGA PER BRUCKHEIMER - IRIS Press - Agenzia stampa nazionale
(IRIS) - ROMA, 15 MAG - Monica Bellucci sarà un'affascinante stregona in 'The Sorcerer's Apprentice' di Jerry Bruckheimer (produzione Disney). L'attrice italiana interpreterà Veronica, signora del malocchio e fiamma del passato di Nicolas Cage,...
Due importanti acquisti per lo staff del Jerry Bruckheimer Games ... - GamesNation
Jim Veevaert, lead executive del franchise Halo, e Jay Cohen, Senior VP per la distribuzione per Ubisoft, sono stati ingaggiati da Jerry Bruckheimer per occuparsi della produzione e dello sviluppo di giochi presso lo Jerry Bruckheimer Games Studio....
Abc upfronts 2009-10: ampio spazio alle comedy, ma non tornano La ... - TVblog.it
In onda in midseason; - “The forgotten”: Jerry Bruckheimer “tradisce” la Cbs per la Abc, regalandole l'ennesimo crime in odore di successo. Ancora una volta i protagonisti sono degli investigatori ma, a differenza di quelli che già conosciamo,...
G-Force: la locandina ei character poster - Bad Taste
Ecco una infornata di poster di G-Force: Superspie in Missione, il film d'azione fantastico targato Jerry Bruckheimer. Online i poster dei quattro porcellini d'india e la locandina del film... Si tratta di quattro poster dei personaggi (i quattro...
The Sorcerer's Apprentice: Monica Bellucci nel Cast - Everyeye Network
Monica Bellucci (The Matrix 2 e 3) sarà nel cast del nuovo film in live action della Disney e del "fortunato" produttore Jerry Bruckheimer. l'attrice avrà il ruolo di Veronica, una strega da tempo innamorata del protagonista interpetato da Nicolas...
Mike Newell dirigerà Il Ranger Solitario? - Bad Taste
Il produttore Jerry Bruckheimer è ora impegnato nella ricerca di un regista e di un attore protagonista all'altezza delle aspettative. A fine 2008 era stata confermata la partecipazione di Johnny Depp nel ruolo del coprotagonista, il pellerossa Tonto,...
ABC, Cw, Fox, Cbs: le novità per la stagione 2009-10 - NanoPress
... episodi per la drammatica Flash Forward e alla sitcom “Modern Family“, gli altri pilot con buona probabilità di diventare serie sono le drammatiche “The Forgotten” (ex The Unknown, il poliziesco di Jerry Bruckheimer) “Happy Town” e “Eastwick“....
G-Force: Superspie in missione, arriva il trailer in italiano - Cinema.it
Primissimo trailer in italiano per il curioso G-Force: Superspie in missione, nuovo blockbusterone per famiglie targato Jerry Bruckheimer. Diretto da Hoyt Yeatman, due volte premio Oscar per gli effetti speciali e visivi, e con le voci di Sam Rockwell,...
Online le prime scene di Prince of Persia - Primissima
Nel video il produttore Jerry Bruckheimer parla delle riprese del film in Marocco, delle quali vediamo anche alcuni spezzoni. Diretto da Mike Newell, ed interpretato da Jake Gyllenhaal. Prince of Persia: le Sabbie del Tempo uscirà il 28 maggio 2010 per...
La Bellucci si fa 'strega' nel film fantasy della Disney - Newsway
ROMA - Monica Bellucci sarà una strega molto affascinante in The Sorcerer's Apprentice di Jerry Bruckheimer di produzione della Disney. L'attrice italiana si armerà di sortilegi e magie per interpretare Veronica, signora del malocchio e fiamma del...

Jerry Bruckheimer

Jerry Bruckheimer (Detroit, 21 settembre 1945) è un produttore cinematografico statunitense.

Jerome Leon Bruckheimer nacque il 21 settembre 1945 a Detroit da immigrati ebrei dalla Germania.

Durante gli anni Ottanta e Novanta, è stato co-produttore insieme a Don Simpson di una sequenza di film hollywoodiani di grande successo. Il suo primo grande successo fu Flashdance (1983), seguito da numerosi altri tra cui la trilogia Beverly Hills Cop, Top Gun e Giorni di tuono. Caratteristiche distintive dei suoi film sono gli elaborati effetti speciali, una colonna sonora con musica pop, una trama semplicistica e un cast di attori molto telegenici anche se qualche volta improbabili.

Malgrado la battuta d'arresto dovuta alla prematura scomparsa di Don Simpson nel 1996, ha continuato a produrre molti film d'azione, inclusi i successi di Armageddon - Giudizio finale, Il sapore della vittoria, Black Hawk Down, La maledizione della prima luna e Pearl Harbor.

Dal 1997 ha esteso le proprie attività alla televisione, creando diverse serie drammatiche e poliziesche, tra cui CSI: Crime Scene Investigation, che si è rivelata quella di maggior successo. Ha prodotto anche un reality game show: The Amazing Race.

Bruckheimer si è sposato due volte.

Nel maggio 2006 ha ricevuto una laurea ad honorem in belle arti dall'università dell'Arizona.

Per la parte superiore



Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo

Pirati caraibi confini mondo.jpg

Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo è il terzo film della saga nata nel 2003 con Pirati dei Caraibi: La maledizione della prima luna e proseguita nel 2006 con Pirati dei Caraibi: La maledizione del forziere fantasma. Il film è uscito nelle sale in Italia il 23 maggio 2007, mentre nelle sale negli USA il 24 maggio 2007. Come le due pellicole precedenti è stato diretto da Gore Verbinski. È ormai certo che Ai confini del mondo non sarà l'ultimo film di "Pirati dei Caraibi". La Disney ha infatti annunciato che verrà avviata la produzione di una nuova trilogia, con gli episodi 4, 5 e 6.

Will Turner ed Elizabeth Swann stringono un patto con Capitan Barbossa riportato in vita dalla sacerdotessa Tia Dalma per spingersi oltre i confini del mondo e liberare Jack Sparrow (inghiottito e trascinato negli abissi dal Kraken a bordo della Perla Nera) dallo scrigno di Davy Jones.

La ciurma dell'Olandese volante è finita intanto sotto il controllo della Compagnia delle Indie Orientali a cui Norrington (reintegrato e nominato Ammiraglio) ha consegnato il cuore del capitano Davy Jones.

Il malvagio e tiranno Cutler Beckett (comandante della Compagnia delle Indie) è deciso ad estirpare la pirateria dai mari ad ogni costo e senza alcun scrupolo, tenendo sotto scacco Davy Jones, minacciandolo di distruggere il suo cuore qualora quest'ultimo non pieghi la propria volontà ai suoi ordini ed avendolo privato del Kraken.

Con il resto della ciurma, Will, Elizabeth, Tia Dalma e Capitan Barbossa si avventurano a Singapore, alla ricerca delle Mappe dei Confini del Mondo in possesso del pirata Sao Feng. Fallito il tentativo di Will di rubare le Mappe, Elizabeth e Capitan Barbossa fanno visita a Sao Feng per proporgli di convocare il consiglio dei "Nove Pirati Nobili" (tra i quali appunto Sao Feng, Capitan Barbossa e Jack Sparrow) con lo scopo di formare una resistenza contro la Compagnia e Davy Jones. Sao Feng è però restio sentendosi tradito dal tentato furto di Will, ora suo prigioniero: lo scontro sembra inevitabile, ma gli uomini della marina britannica irrompono nel covo con l'obiettivo di eliminare tutti i pirati presenti. Durante lo scontro con la marina Will propone a Sao Feng di aiutarlo nel tentativo di liberare suo padre da Davy Jones offrendo in cambio Jack e la Perla Nera. I due quindi si dividono con l'accordo di ricongiungersi in seguito.

Beckett, rientrato a Port Royal, decide di uccidere il Governatore Swann, padre di Elizabeth, reo di essersi troppo interessato al forziere ed al suo contenuto. Per evitare che Davy Jones si ribelli, fa posizionare il forziere con il cuore sull'Olandese Volante, sotto la stretta custodia di due cannoni puntati "perennemente" in direzione dello scrigno. Come diretto referente a bordo assegna il comando del veliero all'Ammiraglio Norrington.

Jack (in preda alle allucinazioni) e la Perla Nera si trovano confinati nello scrigno di Davy Jones, il luogo in cui sono destinati coloro che non hanno pagato il proprio debito di schiavitù con l'Olandese Volante, l'isola di sabbia ovvero lo scrigno si trova al confine tra il regno dei vivi e quello dei morti,sull'isola vi sono i resti conficcati nella sabbia di navi delle ciurme che in passato sono state confinate e non sono riuscite a salpare e successivamente fuggire dall'isola, la sacerdotessa vodoo Tia Dalma spiega nel suo racconto sullo scrigno, che coloro che vengono confinati una volta fallito il tentativo di fuggire muoiono in preda alla pazzia e al caldo che vi è sull'isola. Jack, né vivo né morto, è spinto dalla surreale tranquillità del luogo sull'orlo della pazzia e non si dà tregua nel tentativo di smuovere la Perla dal suo letto di sabbia. Il provvidenziale intervento dei granchi sassosi farà però in modo di trascinarla sulla riva dell'isola. Qui Jack si ricongiunge con Will, Barbossa, Elizabeth e la ciurma che, dopo aver attraversato mari e caverne di ghiaccio si sono lasciati inghiottire dalla cascata posta alla fine del mondo per poterlo raggiungere. Jack, non convinto delle intenzioni che hanno mosso i suoi vecchi compagni (ben quattro di loro in passato hanno cercato di ucciderlo ed Elizabeth vi è riuscita) si convince comunque a salpare, ma non a lasciare il comando della nave a Barbossa. La Perla Nera e il suo equipaggio, trovato il mare, sono comunque ancora intrappolati nello scrigno di Davy Jones, rischiando di rimanervi per l'eternità se entro il tramonto non verrà trovato il modo di tornare alla terra dei vivi. Nelle acque dello scrigno di Davy Jones, dove vagano le anime dei morti in mare, la ciurma vede passare l'anima del Governatore Swann, ma, se pur Elizabeth cerchi in ogni modo, non c'è possibilità di trascinarlo a bordo. Utilizzando le mappe di Sao Feng Jack trova il modo di effettuare il trapasso, capovolgendo sottosopra la nave poco prima che il sole venga inghiottito dal mare.

Una volta di nuovo nel Regno dei vivi, la Perla Nera finisce sulla strada di Sao Feng, che, stretto un accordo con Beckett e tradendo quello stretto a Singapore con Will cerca di prendere possesso della nave consegnando l'equipaggio nelle mani della Compagnia delle Indie. Beckett non ha però intenzione di lasciare la Perla Nera nelle mani di un corsaro rinnegando l'accordo e spingendo quindi Sao Feng a stringerne uno nuovo con Barbossa. I due barattano la nave con Elizabeth (che Sao Feng crede l'incarnazione della dea Calypso). La Perla viene quindi ripresa dalla ciurma di pirati che fuggono dalla stretta delle navi di Beckett, riuscito nel frattempo a mettere l'Olandese Volante all'inseguimento della nave di Sao Feng per dedicarsi personalmente alla Perla. Durante la fuga, Sao Feng rivela ad Elizabeth in che modo il primo "Consiglio dei Pirati Nobili" abbia intrappolato Calypso in un corpo umano per poter così avere il controllo dei mari. L'Olandese Volante riesce però a raggiungere i fuggitivi ferendo a morte Sao Feng che nomina Elizabeth capitano della nave e di riflesso membro dei nove Pirati Nobili. Tutti vengono fatti prigionieri dagli uomini di Davy Jones e dell'Ammiraglio Norrigton (la cui proposta di un trattamento preferenziale viene rifiutata da Elizabeth).

L'Ammiraglio Norrington, appresa da Elizabeth la morte del padre ad opera di Beckett, ritorna sui suoi passi decidendo così di liberarla insieme alla ciurma (durante la prigionia Elizabeth incontra Sputafuoco che la illumina sulle intenzioni di Will di strapparlo al suo destino). Elizabeth è colpita dal gesto di Norrington e lo bacia, ma una volta liberati i pirati, Norrington viene scoperto ed ucciso da "Sputafuoco" Bill Turner ormai con la mente avvelenata costretta alla volontà del tiranno Davy Jones.

Sulla Perla Nera, nel frattempo, Will lascia una scia di corpi in mare per far sì che la nave di Beckett segua le sue tracce. Sparrow lo scopre e lo butta in mare, non prima di avergli consegnato la sua bussola magica (unico modo per essere trovato da Beckett e quindi da Davy Jones, di cui Jack inizia a bramare l'immortalità). Will viene recuperato dalla Compagnia delle Indie e si accorda segretamente con Beckett promettendo di condurlo al luogo in cui si terrà il consiglio dei Pirati Nobili, in cambio della liberazione del padre e dell'incolumità sua e di Elizabeth. Davy Jones, convocato a bordo, accetta le richieste a patto che Tia Dalma sia uccisa (Tia Dalma è la donna a cui ha donato il suo cuore, ma che poi l'ha tradita suggerendo al Consiglio della Fratellanza come imprigionarla per non essersi presentata sull'isola a cui si erano dati appuntamento).

Il Consiglio dei nove Pirati Nobili si riunisce nella fortezza della Città dei Relitti, una roccaforte giudicata inespugnabile. Qui viene discussa la proposta di Barbossa di liberare Calypso per affrontare l'armata di Beckett con il suo favore. Incapaci però di decidere se liberare Calypso, affrontare Davy Jones o chiudersi nella Città dei Relitti, si propone di eleggere (come indicato nel "Codice" custodito dal padre di Jack) un Re dei pirati, che prenda una decisione inappellabile. Il Re viene eletto con metodo democratico ma ogni Pirata Nobile di norma vota per sé stesso. Così fanno tutti tranne Jack, che vota Elizabeth, conscio del fatto che lei sia della sua stessa opinione cioè che voglia affrontare in mare aperto Davy Jones e Beckett per liberare Will.

I comandanti delle due flotte si incontrano prima della battaglia per sentire le ragioni di ognuno. In questo incontro viene effettuato lo scambio tra Will (che si può ricongiungere a Elizabeth e Barbossa) e Jack, a cui Davy Jones chiede di pagare il proprio debito di schiavitù con l'Olandese Volante. Lo scontro è comunque inevitabile perché il nuovo "Re dei Pirati" non ha intenzione di arrendersi e consegnare la sua ciurma. Poco prima della battaglia però capitan Barbossa, contrario alla decisione di Elizabeth, con un colpo di mano si impossessa dei due "pezzi da otto" che gli mancano per liberare la dea Calypso dal corpo di Tia Dalma. Appreso da Will di essere stata imprigionata in un corpo umano dai Pirati Nobili, ma su consiglio di Davy Jones, Calypso libera la sua furia verso Davy Jones dando vita ad un gigantesco maelstrom (mulino d'acqua in pieno oceano). La Perla Nera e l'Olandese Volante vi ci si buttano immediatamente all'interno dando vita ad uno scontro emozionante.

Durante la battaglia Will chiede ad Elizabeth di sposarlo ed il matrimonio viene consacrato in modo rocambolesco dal capitan Barbossa. Jack, intanto, si libera dalla cella dell'Olandese per appropriarsi del cuore di Davy Jones, pugnalarlo e prendere così il suo posto alla guida della nave per l'eternità. Rubato il forziere, la sua fuga è bloccata da Davy Jones ed ha per risultato la perdita del forziere da parte del primo e delle chiavi da parte dell'altro.

Una volta sul ponte della nave Davy Jones viene trafitto al petto da Will nel tentativo di salvare Elizabeth, anche lei accorsa in aiuto dei compagni di viaggio. Nel frattempo Jack riesce a recuperare il forziere e la chiave, aprirlo e a prepararsi a pugnalare il cuore del capitano dell'Olandese Volante. Quest'ultimo non si fa però intimorire da Sparrow e con crudeltà e malvagità affonda la sua spada nel corpo di Will, finito a terra durante lo scontro, e, approfittando dello smarrimento suscitato in Jack, cerca di rimpossessarsi del cuore. Viene però ostacolato da "Sputafuoco" Bill Turner che si è liberato dalla morsa di Jones e deciso a vendicare il figlio che è riuscito a riconoscere durante il combattimento incorso tra i due poco prima. A questo punto è il capitano della Perla Nera ad approfittare degli eventi: decide che a pugnalare il cuore dovrà essere Will (in modo da risparmiarlo dalla morte) sorreggendogli la mano nell'intento. Davy Jones è quindi sconfitto e le sue spoglie mortali risucchiate dalle onde.

Will diviene quindi il nuovo capitano e, per suggellare il suo legame con l'Olandese Volante, Sputafuoco ha il compito di estirpare il cuore dal suo corpo e rinchiuderlo nel forziere (La nave non può rimanere senza un capitano e chi è responsabile della sua morte ne prende immediatamente il posto). La nave cade quindi nell'oblio del mare. Jack ed Elizabeth abbandonano Will al suo destino aggrappandosi ad un paracadute di fortuna (insieme alla scimmia Jack uscita vincitrice dallo scontro con il servo e alleato di Davy Jones, il pescemartello Maccus che stava combattendo contro Will, e Pintel e Ragetti l'hanno sparata dentro un cannone della Perla Nera che si è lanciata contro l'uomo pesce e salvando Will), per poi essere ripescati dalla Perla Nera.

Il tiranno Beckett cerca di approfittare della situazione per sferrare un attacco decisivo contro la Perla Nera, ma giunto in prossimità della nave pirata viene sorpreso dalla riemersione dell'Olandese Volante. I due velieri pirata circondano la nave sferrando un attacco incrociato, provocando la morte di un impietrito e sconfitto Beckett e il ritiro della flotta nemica.

Will, sopravvissuto, è però condannato a passare dieci anni in mare prima di poter fare ritorno per un giorno soltanto a terra. La promessa di liberare il padre dalla schiavitù di Davy Jones è stata onorata ma ad un prezzo altissimo. Will passa quindi l'ultimo giorno assieme ad Elizabeth sulla terra ferma, dove consumano il matrimonio. Come gesto del suo amore eterno Will consegna ad Elizabeth il forziere nel quale è contenuto il suo cuore per poi scomparire all'orizzonte in un lampo di luce verde, il "Verde Baleno" (segna il passaggio dal mondo dei vivi a quello dei morti).

Approdati a Tortuga, Barbossa, approfittando del debole per le donne e per il rum di Jack Sparrow e di Mastro Gibbs, salpa a bordo della Perla Nera e, con il resto della ciurma, si mette in cerca della Fonte della giovinezza, segnalata dalle Mappe di Sao Feng. Jack però, anticipando le mosse e le intenzioni di Barbossa, si è impossessato della Mappa e si mette in mare a bordo di una bagnarola verso la nuova avventura.

Dopo dieci anni Elizabeth attende il tramonto per rivedere Will e insieme a lei c'è suo figlio che corre lungo la scogliera. Calato il tramonto, dopo il verde baleno, Will si avvicina con l'Olandese Volante e vede la sua amata un pò invecchiata assieme all'erede che non ha mai conosciuto.

Anche il terzo film della saga di Pirati dei Caraibi, come i precedenti due, è stato girato interamente in digitale. Gli effetti speciali del film sono stati curati e realizzati dalla Industrial Light & Magic. La produzione del film è durata piu di due anni: è iniziata il 5 gennaio 2005 ed è terminata il 12 aprile 2007. Il 1° dicembre 2005 la produzione della Disney fu costretta ad interrompere le riprese dei due sequel "La maledizione del forziere fantasma" e "Ai confini del mondo" poiché erano stati rubati dal set i costumi dei protagonisti; circa due, tre giorni dopo i costumi sono stati ritrovati e le riprese sono state continuate subito.

La presenza di Keith Richards nel film è stata incerta fino alla fine, poiché il chitarrista dei Rolling Stones aveva dichiarato di aver sniffato, insieme alla cocaina, le ceneri del padre morto e cremato nel 2004, dichiarando inoltre che al povero papà non sarebbe importato affatto. L'evento ha divertito parecchio il pubblico, ma ha sconvolto non poco la madre del chitarrista e soprattutto i produttori della Disney, che hanno deciso di tagliarlo dai trailer ufficiali nonostante Richards abbia dichiarato più volte: "Stavo scherzando, non ho mai sniffato le ceneri di mio padre". Nel film Richards interpreta il ruolo di Capitan Teague Sparrow, padre di Jack e custode del Codice dei Pirati.

Per la realizzazione del duello finale nel maelstrom tra la Perla Nera e L'olandese volante ci sono voluti circa 600 addetti per la costruzione del set e ben tre mesi di riprese che sono state effettuate con la tecnologia Blue Screen all'interno di una grossa vecchia fabbrica di Boeing situata nei pressi della periferia di Los Angeles in California,mentre per gli sfondi che vi sono nella battaglia tra cui la tempesta,il mare e lo stesso maelstrom sono stati creati virtulmente a computer e inseriti in fase di montaggio.

Le riprese del film in generale sono state girate in grande parte insieme a quelle de La maledizione del forziere fantasma e sono iniziate anche loro il 28 febbraio 2005 come quelle del secondo film che pero' sono terminate il 20 dicembre 2005; le riprese di "Ai confini del mondo" si sono svolte per la maggior parte come i precedenti due film alle Bahamas e nei dintorni si sono concluse il 18 marzo 2006,quasi tre mesi dopo quelle del secondo film. A differenza del resto del film che è stato girato interamente ai Caraibi, la scena che appare dopo i titoli di coda è stata ripresa sulle coste dell'Irlanda del Nord. Il budget per la realizzazione del terzo film è il più elevato della trilogia poiché è stato di circa 300.000.000 $.

Il 13 settembre 2006, all'uscita nelle sale italiane de La maledizione del forziere fantasma, la produzione Disney comunicò che il terzo episodio dei Pirati Dei Caraibi sarebbe uscito nelle sale italiane il 6 luglio 2007. Successivamente, visto l'ottimo stato di avanzamento della produzione, spostò l'uscita del film al 23 maggio 2007. Lo stesso è accaduto per la produzione americana del film, la Disney all'uscita il 7 luglio 2006 del secondo film annunciò che negli USA il terzo film sarebbe approdato nelle sale il 25 giugno 2007, poi spostò l'uscita, inizialmente prevista per il 25 maggio 2007. Senza un motivo conosciuto, due settimane prima dall'uscita nelle sale la Disney anticipò di un giorno l'uscita del film negli USA dal 25 al 24 maggio.

Il film, come i precedenti due, è stato presentato in anteprima assoluta a Disneyland in Florida, il 19 maggio 2007. Il 23 maggio 2007 regia e cast si sono recati al Disneyland di Tokio per l'anteprima internazionale.

A differenza dei due film precedenti, il titolo dell'adattamento italiano del film " Ai confini del mondo" è stato tradotto letteralmente dalla versione originale.

È uscito il 23 maggio 2007 in Italia (in anteprima nazionale il 22 maggio in molti cinema multisala) ed in molti Paesi europei, a differenza degli Stati Uniti, dove è uscito con un giorno di ritardo, esattamente il 24 maggio 2007. All'uscita del film nelle sale italiane sono state distribuite più di 1500 copie.

In molti cinema la scena alla fine dei titoli di coda non è stata mostrata. La scena inedita è stata subito vittima della pirateria informatica, ed immediatamente è stata messa in rete illegalmente su Youtube. Venutane a conoscenza quasi subito, la Disney ha imposto a Youtube la censura del video per il mancato rispetto dei diritti sul copyright.

Lo stesso giorno in cui il film ha debuttato nelle sale europee, è uscito il videogioco ispirato alla storia del film (anche se i livelli iniziali del gioco sono riferiti al secondo film) il gioco è disponibile per PC, PS3, PS2, PSP, Xbox 360, Nintendo Wii e Nintendo DS.

Pirati Dei Caraibi: Ai Confini Del Mondo, come i precedenti due film, è stato record di incassi. Infatti nel primo giorno di programmazione negli USA, il 24 maggio, il film ha incassato circa 57.700.000 $, mentre in Italia in un solo giorno di programmazione ha incassato circa 2.500.000 €, avvicinandosi al record attuale di Spider-Man 3.

Nella prima settimana di programmazione il terzo film della saga si piazza già al terzo posto dei film piu visti nel 2007. La Disney ha riportato che il film nella prima settimana ai box office internazionali ha incassato circa 332 milioni di dollari, ed in Italia nella prima settimana il film ha incassato 6.981.105 €. Nonostante un'ottima partenza, non riesce a battere il predecessore La maledizione del forziere fantasma, che al debutto nelle sale internazionali sbancò con circa 400,5 milioni di dollari.

Nella seconda settimana di programmazione americana il film rimane sempre in testa dei film più visti e supera quota 216.000.000 $ ai box office, superando il primo film della saga, che nella seconda settimana aveva incassato circa 175.500.000 $. Per il terzo film però rimane comunque impossibile un incasso elevato come quello del secondo, che nella seconda settimana di programmazione americana ha incassato circa 335,6 milioni di dollari. Sempre nella seconda settimana di programmazione il terzo film della saga ha scalzato il film 300, mettendosi al secondo posto tra i film più visti. Infatti nella seconda settimana di programmazione ai box office internazionali ha raggiunto circa 467.600.000 $, ed in Italia il film nella seconda settimana ha incassato circa 12.741.027 €.

Nella terza settimana di programmazione il film al livello internazionale raggiunge circa 746.600.000 $ mentre ai ai box office americani Ai confini del mondo scende al 2° posto tra i film più visti della settimana, arrivando ad incassare circa 253.000.000 $ e rimanendo sempre inferiore agli incassi del secondo film, lo stesso è accaduto ai box office italiani nella terza settimana è arrivato ad incassare circa 14.569.287 € scendendo al secondo posto dei film piu visti. Il motivo della discesa del film dal podio è dovuto al successo di Ocean's Thirteen, che è passato al primo posto nei primi due giorni di programmazione, nonostante ciò per il terzo film della saga rimane comunque solido al secondo posto nella classifica dei film piu visti del 2007, preceduto solamente da Spider-Man 3.

Nella quarta settimana di programmazione ai box office internazionali raggiunge quota 820.800.000 $ rimanedo sempre il secondo film piu visto attualmente nel 2007. In America il film raggiunge circa 273.000.000 $ calando al terzo posto. In Italia è arrivato ad incassare circa 15.512.022 € mantenedo il secondo posto.

Alla quinta settimana di programmazione il film raggiunge quota circa 287.000.000 $ negli USA, e cala al terzo posto dei film più visti nelle sale americane, mentre mantiene il secondo posto a livelo internazionale raggiungendo quota 872.000.000 $, in Italia nella quinta settimana raggiunge circa 15.912.814 €.

Alla sesta settimana di programmazione ai box office internazionali, il terzo film della saga raggiunge quota 902.700.000 $. Negli USA il film si avvicina quasi ai 300 milioni di dollari incassando circa 295.758.000 $, mentre in Italia alla sesta settimana il film raggiunge quota 16.120.355 €. Gli ottimi incassi della sesta settimana anno fatto sì che il terzo film della saga scavalcasse Spider-Man 3 come incassi internazionali, classificandosi al 1° posto dei film più visti nel 2007.

Alla settima settimana di programmazione la Disney ha confermato che il terzo film della saga ha incassato ai box office internazionali circa 910.600.000 $, mente negli USA il film ha raggiunto il traguardo superando 300 milioni di dollari circa 301.725.691 $, in italia nella settima settimana di programmazione il film ha incassato circa 16.240.437 €, il film rimane sempre al primo posto nella classifica dei film più visti attualmente nel 2007.

La Disney a dicembre 2007 ha confermato che il terzo film della saga ha incassato a livello internazionale circa 961.000.000 $ , classificandosi al 1° posto nella classifica dei film piu' visti nel 2007,mentre è al secondo posto come numero di incassi della trilogia preceduto solamente dal secondo film ovvero Pirati dei Caraibi: La maledizione del forziere fantasma che ha ottenuto un incasso globale di circa 1.065.700.000 $.

La Disney ha distribuito il film in DVD negli Stati Uniti d'America il 4 dicembre 2007,mentre nel mercato italiano è stato messo in commercio il 21 novembre 2007,il film è uscito in entrambe le nazioni disponibile in edizione disco singolo e disco doppio il secondo di questi contiene piu' 5 ore di extra. È stata messa in vendita gli stessi giorni l'edizione del film in alta definizione Blu-ray Disc, e la trilogia della saga con quattro dischi.

In Cina, Pirati dei Caraibi: ai confini del mondo ha avuto molte critiche e censure per circa 10 minuti di sequenza, soprattutto nella parte iniziale: tra le scene tagliate, quella in cui Sao Feng dice "Benvenuti a Singapore". La critica cinematografica cinese ha criticato l'intepretazione di Chow Yun-Fat, ritendola di danno all'immagine e alla cultura cinese; inoltre ha contestato la raffigurazione di una Singapore infestata dalla pirateria, affermando che nella realtà ai quei tempi la situazione era completamente diversa. Nonostante questo, il terzo film della saga ha incassato circa 60.000.000 $ nei primi due giorni di programmazione.

Per la traduzione in Italiano è stato scelto un testo differente.

Anche se di ufficiale si sa solo che, visti gli enormi successi da record che ha avuto la prima trilogia di Pirati dei Caraibi diretti da Gore Verbinski, la Disney ha annunciato che avvierà le fasi di pre-produzione per una nuova trilogia ovvero 4, 5 e 6, si parla già di Pirati Dei Caraibi 4 e dei personaggi che potremo rivedere: ovviamente sarà sempre presente l'immortale Capitan Jack Sparrow, poiché Johnny Depp stesso ha dichiarato di amare il suo personaggio e di rivolerlo intepretare anche in una eventuale nuova trilogia.

Secondo alcune indiscrezioni Ai Confini Del Mondo dovrebbe essere l'ultimo film della saga Pirati Dei Caraibi diretto da Gore Verbinski. Per i successivi sequel pare infatti che Verbinski stesso non abbia ancora confermato la sua presenza come regista.

Della trama si sa ancora poco, e molto probabilmente ripartirà da dove era finito il terzo episodio; pare che nel possibile quarto film con molte probabilità si rivedrà Capitan Barbossa (intepretato sempre da Geoffrey Rush) con il resto della ciurma in cerca della fonte della giovinezza, mentre tra i personaggi che non rivedremo ci saranno Will Turner e Elizabeth Swann (pare proprio che i due attori britannici Orlando Bloom e Keira Knightley abbiano altri interessi, e, secondo quanto affermato nelle loro interviste, "quello che c'era da sapere su Will e Elizabeth è stato fatto quindi altre apparizioni sarebbero inutili"). Per quanto riguarda la regia, pare secondo alcune indescrizioni che Verbinski e il produttore Jerry Bruckheimer siano pronti per l'ennesima volta a salpare per i Caraibi per dirigere e produrre una nuova trilogia della saga.

Attualmente da quanto affermato dalla Disney per il momento sembrerebbe che gli unici due attori riconfermati per il futuro sequel sono Johnny Depp e Geoffrey Rush sempre nei loro corrispettivi ruoli Jack Sparrow e Capitan Barbossa. Come Orlando Bloom, anche Keira Knightey ha rifiutato di partecipare al futuro quarto film, il motivo è stato spiegato dall'attrice britannica in un'intervista alla 64esima edizione della Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia affermando che il suo personaggio è basato su una trilogia di 3 film e che un'altra sua presenza sarebbe superflua. Orlando Bloom avrebbe rifiutato di partecipare ai futuri sequel (sempre nel ruolo di Will Turner) poiché è stato informato tardi sulla produzione di una nuova trilogia della saga, secondo altre indiscrezioni Orlando si starebbe dedicando molto al teatro di Shakespeare e sembra deciso per qualche anno a mettere da parte il cinema e dedicarsi al teatro. Altre fonti sostengono che dati i numerosissimi impegni dell'attore, Orlando potrebbe essere in Pirati Dei Caraibi 4 solo per un breve cameo.

Secondo alcune indiscrezioni nel quarto film Verbinski potrebbe tornare come regista e ci sono anche voci che nel futuro film potrebbe essere introdotta la città sommersa di Atlantide. Inoltre, sembra sia in lista Robert Pattinson, reduce dal successo mondiale ottenuto con Twilight per interpretare il ruolo del fratello minore di Jack Sparrow. Per questo ruolo, sono stati indicati anche gli attori Russell Brand e Zac Efron. Ma la casa di produzione della Disney, sembra più indirizzata a scegliere Pattinson, per poter avere la sicurezza di un incasso sicuro, dato il recente successo dell'attore nel ruolo di Edward Cullen. La notizia no ha ancora avuto né smentite, né conferme.

Per la parte superiore



Bad Boys II

Bad Boys II è un film d'azione del 2003 interpretato da Will Smith e Martin Lawrence. È il seguito di Bad Boys.

Mike Lowrey (Will Smith) e Marcus Burnett (Martin Lawrence), due agenti della narcotici di Miami, investigano su un traffico di ecstasy in città.

Durante le indagini si scoprono una gigantesca organizzazione capeggiata da uno spietato trafficante di stupefacenti cubano il cui obiettivo è controllare Miami.

Durante le indagini scoprono che Syd, sorella di Marcus (anch'essa nella narcotici ma a New York), sta lavorando sotto copertura ed è riuscita ad infiltrarsi come intermediario.

Il notevole incasso ottenuto dai film Bad Boys ha spinto alcuni produttori a portare avanti l'idea di sviluppare un terzo capitolo in futuro.

Su questa possibilità si sono già espressi i produttori Jerry Bruckheimer e Amy Pascal dando un parere favorevole, mentre gli attori Will Smith e Martin Lawrence hanno chiarito le loro posizioni annunciando di aver pensato al sequel già dopo l'uscita al cinema di Bad Boys II.

Durante gli MTV Movie Awards edizione 2008, Smith ha dichiarato di avere pronta un'idea per il terzo episodio, ma che di questo deve parlarne con Michael Bay. Parlando appunto di Bay, egli ha detto che il suo studio è pronto a finanziare il nuovo episodio, poiché gli piace molto lavorare con la coppia Smith-Lawrence.

È tuttavia da dire che nessun annuncio ufficiale è pervenuto, e che il film - se si farà - uscirà probabilmente dal 2010 e oltre.

Per la parte superiore



Un piedipiatti a Beverly Hills

Un piedipiatti a Beverly Hills è un film del 1984, diretto da Martin Brest.

È il primo film della trilogia di Beverly Hills Cop, inaugurata da Martin Brest, proseguita da Tony Scott, e conclusa da John Landis.

L'idea di Un piedipiatti a Beverly Hills nacque intorno al 1977. Quando nel 1981 si arrivò ad una prima sceneggiatura, per il ruolo del protagonista i produttori Jerry Bruckheimer e Don Simpson volevano assolutamente Mickey Rourke, a cui infatti fu fatto firmare un contratto di esclusiva di 400.000 $. I tempi della sceneggiatura però si allungaroro, e Rourke rinunciò, accettando un altro film.

Così la Paramount, in cerca di un altro attore, propose quasi per scherzo il ruolo a Sylvester Stallone, che inaspettatamente accettò. A Stallone però non piaceva la sceneggiatura, che secondo lui conteneva poca azione; lui stesso riscrisse di suo pugno molte scene. Tra le differenze con la versione definitiva del film: il cognome del protagonista Axel non sarebbe dovuto essere Foley ma Cobretti (perché Stallone voleva soprannominarlo "Il Cobra"), il personaggio di Michael Tandino sarebbe stato il fratello di Axel, mentre il personaggio di Jenny avrebbe avuto una storia d'amore con Axel. Le modifiche non entusiasmarono i produttori del film, visto che esse rischiavano di far allungare i tempi di realizzazione della pellicola e, di conseguenza, di far lievitare i costi di produzione, ma Stallone non volle cedere. Alla fine le loro strade si divisero, anche se in modo consensuale: infatti molte delle scene scritte da Stallone per Un piedipiatti a Beverly Hills furono poi riutilizzate per il suo film Cobra.

Dopo l'addio di Stallone la produzione si ritrovò di colpo senza attore protagonista, a 6 settimane dall'inizio delle riprese. A quel punto Bruckheimer e Simpson volarono immediatamente da Los Angeles a New York per incontrare Eddie Murphy (all'epoca star del Saturday Night Live ed agli inizi della sua carriera cinematografica), che in precedenza era venuto a conoscenza del progetto ed aveva manifestato la sua disponibilità a parteciparvi; fu così che i produttori scelsero Murphy per il ruolo di Axel Foley, ingaggiandolo per la parte a sole 2 settimane dall'inizio delle riprese del film.

La storia è molto semplice, colorata dalle battute veloci e taglienti del giovane agente di polizia Axel Foley (Eddie Murphy), che si trova catapultato dalla sua periferia-mondo di Detroit a Beverly Hills, perché il suo amico Michael Tandino è stato ammazzato davanti ai suoi occhi da ignoti killer, che volevano i titoli al portatore evidentemente sottratti loro da Michael. L'ultimo posto che Michael aveva frequentato era un galleria d'arte a Beverly Hills, dove aveva trovato lavoro grazie a Jenny (Lisa Eilbacher), amica di Axel e di Michael. Axel, in cui il capo Todd aveva affidato l'indagine ad un altro agente, prende un paio di settimane di vacanza e parte per Los Angeles per indagare per proprio conto. Arrivato a Beverly Hills, va a trovare Jenny, la quale lo indirizza al suo superiore, il proprietario della galleria d'arte Victor Maitland (Steven Berkoff). A questi non piacciono le domande di Foley (si capisce subito che Maitland la sa lunga sulla questione ed è sicuramente coinvolto nell'omicidio di Michael) e lo fa cacciare dai suoi uomini che lo fanno volare fuori dalla vetrata dell'ingresso del palazzo. Axel, per soprammercato, viene anche arrestato dalla polizia. Al comando di polizia fa conoscenza con Billy Rosewood (Judge Reinhold), un giovane ed ingenuo poliziotto alle prime armi, con John Taggart (John Ashton), burbero sottufficiale vicino alla pensione, e con il tenente Bogomil (Ronny Cox), una macchina di fuori ma un buon uomo dentro, che gli proibisce di svolgere qualsiasi tipo di ulteriori indagini, affidando agli altri due il compito di sorvegliarlo fino a che non lascerà la città. Da questo momento sarà tutta un'indagine nell'ombra per risolvere la situazione e capire perché l'amico Michael è stato ucciso e da chi. Axel scopre, dopo aver "seminato" gli agenti messigli alle costole da Bogomil, che Victor Maitland, rispettato e stimato, oltre che ricco, titolare di una galleria d'arte e di altre attività apparentemente oneste, è in realtà il cinico capo di una banda che ricicla titoli falsi e traffica in stupefacenti. Fatti fessi più di una volta da Axel e combattuti fra l'aiutarlo, come suggerirebbero il buon senso e le informazioni oggettive che questi riesce a cavare, e gli ordini del capo di mandarlo via dalla città, gli agenti Billy e Taggart alla fine lo aiutano nel blitz finale: una sparatoria con i fiocchi nella lussuosa villa del vilain, che ci lascia le penne. Foley, con generosità, fornisce all'allibito ed arrabbiato capo della polizia, una versione dei fatti tale da attribuire il merito del successo al tenente Bogomil ed ai suoi due collaboratori.

Si tratta di un film di movimento, con scazzottate, rapine, rapimenti, ma anche con eventi umoristici (delizioso l'espediente con il quale Axel semina per la prima volta i suoi custodi occludendo i tubi di scappamento della loro auto con tre banane), battute continue e situazioni comiche al limite della gag. La risata di Eddy Murphy, ripetuta per la verità un po' troppe volte, domina il film e diverrà proverbiale, tanto che Murphy la ripeterà spesso nei suoi futuri film. Ottime le due spalle Judge Reinhold (detective William Billy Rosewood) e John Ashton (sergente detective John Taggart).

Nasty Girl dei Vanity 6 è la canzone suonata nel night club, non accreditata nella colonna sonora originale.

Per la parte superiore



Tom Cruise

Tom Cruise nel 1989

Thomas Cruise Mapother IV (Syracuse, 3 luglio 1962) , meglio conosciuto con il suo pseudonimo Tom Cruise, è un attore e produttore cinematografico statunitense. La rivista Forbes lo classifica come una delle più potenti celebrità al mondo nel 2006. È stato candidato per tre Premi Oscar e ha vinto tre Premi del Golden Globe. Il suo primo grande successo è avvenuto nel film del 1983, Risky Business. che è stato descritto come “Una classica generazione-X, e una carriera costruttiva” per l’attore. Dopo aver interpretato il ruolo di un eroico marines, pilota di caccia, nel popolare film del 1986, Top Gun, Cruise continuò in questo modo, impersonando un agente segreto nella serie dei film d’azione Mission: Impossible (1996, 2000, 2006). Oltre a questi eroici ruoli, egli ne interpretò altri come il misoginico guru in Magnolia (1999) e un disinvolto e sociopatico sicario nel film thriller di Michael Mann, Collateral (2004).

L’economista Edward Jay Epstein sostiene che Cruise è uno dei pochi produttori (gli altri sono George Lucas, Steven Spielberg e Jerry Bruckheimer) che sono stati capaci di garantire il successo di un miliardo di dollari. Dal 2005, Cruise e Paul Wagner sono stati nominati responsabili della United Artists Studio, con Cruise come produttore e Wagner come il capo esecutivo. Cruise è anche noto per il suo sostegno e la sua adesione alla Chiesa di Scientology. Le sue notevoli critiche pubbliche di psichiatria e l'uso di farmaci anti-depressivi hanno suscitato polemiche e interesse dei media.

Cruise nacque a Syracuse, New York, figlio di Mary Lee, una particolare insegnante di educazione, e di Thomas Cruise Mapother III, un ingegnere elettrico. Cruise ha origini tedesche e inglesi, derivanti dai suoi bisnonni paterni, William Reibert e Charlotte Louise Voelker; e, presumibilmente, anche un derivazione dal Galles dal suo trisavolo paterno, Dylan Henry Mapother, il quale emigrò da Flint, in Galles, a Louisiville, nel Kentucky nel 1850. La sua sorella maggiore, Lee Anne, nacque a Louisiville. La sua sorella più piccola, invece, nacque a Syracuse come lo stesso Tom e l'altra sorella minore, Cass.

Cruise frequentò la scuola pubblica "Robert Hopkins" per i gradi 3, 4 & 5 e la scuola media "Henry Munro" per il grado 6, a Gloucester, ora Ottawa, nell'Ontario. La famiglia visse nel sobborgo Gloucester di Beacon Hill. Più tardi, la sua famiglia si spostò dal Kentucky mentre suo padre riusciva a ottenere una posizione come un consulente di Difesa con l'Armata Canadese. Cruise divenne presto coinvolto nel teatro della scuola "Robert Hopkins", sotto la tutela dell'insegnante Mr. George Steinburg.

Fu la passione per lo sport che portò quasi fatalmente Tom Cruise al momento decisivo che avrebbe cambiato la sua vita. Per partecipare ad una competizione locale di wrestling, era necessario un peso limite inferiore di mezzo chilo a quello che Tom aveva al momento. Essendo alla vigilia della competizione, Tom decise di perdere il suo mezzo chilo di troppo correndo su e giù per le scale di casa. Inciampò e scivolò giù per le scale tirandosi un tendine e precludendosi così un futuro nello sport.

Fu questo il motivo che portò Tom ad altri interessi e a candidarsi ad una produzione scolastica di Bulli e Pupe. Tom si dimostrò all'altezza del ruolo di Nathan Detroit e in quell'occasione tirò fuori il talento che sarà successivamente la chiave del suo successo. Tom decise di seguire l'istinto. Si trasferì a New York e si diede tre anni di tempo per sfondare come attore e fu proprio la sua interpretazione di Bulli e Pupe a garantirgli il suo primo agente; Tobe Gibson. All'epoca Tom aveva diciassette anni e fu Tobe Gibson a consigliargli il nome d'arte Tom Cruise.

A New York si iscrisse ai corsi serali della scuola di recitazione Neighborhood Playhouse e viveva in un appartamento in condivisione campando con poco, grazie a lavori umili. Al rinnovo del contratto, decise di cambiare agente. Il suo nuovo agente lo fece volare a Los Angeles per un casting di una sit-com e successivamente al rientro lo fece apparire in Amore senza fine di Franco Zeffirelli che fu per Tom il suo esordio cinematografico. Siamo nel 1981.

L'esordio gli permise lavori da foto-modello. Quando si accorse però che diverse sue foto erano finite in un giornale gay, smise di fare quel lavoro. Non potendo quindi più pagarsi l'affitto, Tom decise di tornare a casa sua a Glen Ridge, ma prima si candidò ad un film che sarà per lui la catapulta del successo: Taps - Squilli di rivolta. Tom in questo film interpretò David Shawn per volere del produttore Stanley Jaffe e fu per lui il suo primo ruolo importante.

Successivamente ad un breve periodo di pausa, Tom fu convinto dal suo agente ad interpretare Un week-end da leone - Una gita da sballo, commedia sexy vietata ai minori. Il film però non fu ben accolto né dalla critica né dal pubblico. Siamo nel 1982.

Tom si trasferì a Los Angeles e firmò un contratto con un nuovo agente; Paula Wagner. Partecipò quindi al cast per il film I ragazzi della 56ª strada di Francis Ford Coppola e si aggiudicò l'interpretazione di Steve Randle.

Tom incominciava adesso ad essere un talento emergente all'interno del settore e a possedere agganci e amicizie anche influenti. La sua agente gli fece fare un provino per Risky Business - Fuori i vecchi... i figli ballano. Interpreterà così Joel Goodson nel suo primo ruolo da attore protagonista. L'interpretazione fruttò a Tom un balzo del suo prezzo d'ingaggio e la prima notorietà pubblica.

Ma il vero successo arrivò qualche anno dopo. Dopo aver interpretato nel 1984 Jack in Legend di Ridley Scott, a Tom fu proposta la parte del tenente Pete Mitchell "Maverick" in Top Gun di Tony Scott. Siamo nel 1985 e grazie a questo film Tom Cruise raggiunse il successo internazionale e oltre ad attore divenne anche una star. Top Gun fu campione di incassi nel 1986 e stabilì il record di prenotazione per l'acquisto del VHS. Non per ultimo fece nascere il mito del pilota militare.

Dopo Top Gun che lo rese una star soprattutto per le ragazzine di tutto il mondo, la sua ascesa fu inarrestabile. Tom nel 1986 recitò al fianco di Paul Newman in Il colore dei soldi, sequel del mitico film del 1961 Lo spaccone e in seguito, dopo il fiasco di Cocktail contribuì al successo di Rain Man accanto al premio oscar Dustin Hoffman, ma fu grazie alla sua magnifica interpretazione in Nato il 4 luglio che ottenne nel 1990 la sua prima nomination agli oscar e un Golden Globe. La difficile parte del reduce di guerra Ron Kovic, permise a Tom di smentire tutti coloro sostenevano fosse soltanto un ragazzino con un bel sorriso e poco talento e si affermò come attore versatile e di grande qualità. Dopo il film Giorni di tuono in cui conobbe la futura moglie Nicole Kidman recitò in Cuori ribelli accanto alla giovane consorte nel 1992 in Codice d'onore al fianco di Jack Nicholson e Il socio nello stesso periodo e in Intervista col vampiro nel 1994 in coppia con Brad Pitt, film che ebbero un discreto successo senza passare alla storia come capolavoro del cinema.

Divenuto a metà anni novanta uno dei più potenti attori di Hollywood, oltre che un investimento sicuro per registi e case di produzione, tornò a sbancare i botteghini nel 1996 grazie a Mission: Impossible. L'anno successivo conquistò nuovamente il Golden Globe grazie a Jerry Maguire, con cui andò di nuovo vicino a quell'Oscar che ancora manca nella carriera dell'attore. Dopo l'interpretazione di Magnolia nel 1999, fu protagonista, insieme alla moglie, nell'ultimo capolavoro di Stanley Kubrick Eyes Wide Shut, progetto iniziato ben tre anni prima a cui Tom sacrificò anche il ruolo di protagonista di Matrix.

Nel 2000 girò il seguito di Mission: Impossible mentre l'anno dopo la pellicola Vanilla Sky sancì la fine del suo rapporto con Nicole Kidman e la nascita della storia tra lui e Penélope Cruz. Nel 2002 girò Minority Report di Steven Spielberg, l'anno seguente fu protagonista in L'ultimo samurai, una delle sue più grandi interpretazioni, ignorata dai giurati degli Academy Awards. Dopo Collateral nel 2004, la coppia Cruise-Spielberg diede vita a La guerra dei mondi (2005) successo più che altro commerciale come il suo ultimo film del 2006, il terzo capitolo della serie Mission: Impossible. Nel 2007 ha girato Leoni per agnelli con Meryl Streep, diretto e interpretato da Robert Redford, mentre il 19 luglio c'è stato il primo ciak del film Operazione Valchiria diretto da Bryan Singer, tormentato da alcune polemiche riguardo la sua interpretazione del Colonnello Claus von Stauffenberg che complotta per uccidere Hitler. Recentemente l'attore americano ha acquisito i diritti per portare prossimamente sul grande schermo un adattamento del libro "The monster of Florence", scritto dal giornalista Mario Spezi e dal giallista Douglas Preston. La storia ripercorre la cronaca degli omicidi compiuti a Firenze e dintorni fra il 1968 e il 1985 dai tristemente famosi "compagni di merende" di Mercatale, ovvero Pietro Pacciani, Mario Vanni e Giancarlo Lotti.

Per festeggiare i 25 anni di carriera, l'8 maggio 2008 è online il suo sito ufficiale TomCruise.com.

Il 9 maggio del 1987 Tom Cruise si sposò con l'attrice Mimi Rogers, di sei anni più grande di lui. Seguace di Scientology, è molto probabile che fu proprio la Rogers a convincere il consorte ad aderire a questo credo, scelta questa che Cruise confermò anche dopo il divorzio, avvenuto il 4 dicembre del 1990.

Proprio nel 1990 Cruise, all'apice del successo, conobbe Nicole Kidman sul set del film Giorni di tuono: dopo un fidanzamento molto breve, i due si sposarono il 24 dicembre del 1990. Il matrimonio tra i due durò circa dieci anni, fino al divorzio ufficiale dell'8 agosto 2001. Durante il matrimonio i due adottarono due bambini: Isabella (nata nel 1993) e Connor (nato nel 1995).

Dopo la separazione dall'attrice australiana, Tom ebbe una relazione sentimentale con l'attrice iberica Penélope Cruz, incontrata nel 2001 sul set di Vanilla Sky. Nel marzo del 2004, la relazione tra i due finì. Nonostante questo i due sono rimasti in ottimi rapporti e si sono spesso visti anche negli anni successivi coi rispettivi nuovi compagni.

Il 19 aprile 2006 nacque Suri, avuta dall'attrice americana Katie Holmes con la quale si sposò il 18 novembre 2006: per Tom si trattò del terzo matrimonio, per Katie, di 16 anni più giovane di lui, del primo. I festeggiamenti delle nozze si svolsero nel castello Odescalchi, sul Lago di Bracciano in Italia.

È un fedele del movimento religioso di Scientology dal 1990.

La voce italiana ufficiale dell'attore è quella di Roberto Chevalier, a partire dal film Legend. Nel 2004 nacque una polemica tra gli appassionati di doppiaggio in quanto Chevalier venne sostituito da Riccardo Rossi, su ordine della casa di produzione Universal, che voleva un doppiatore più giovane in base all'età di Cruise; ma dal film Leoni per agnelli e seguenti, Chevalier ritornò a doppiare l'attore.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia