Ippica

3.4053614947033 (1231)
Inviato da david 08/03/2009 @ 17:12

Tags : ippica, altri sport, sport

ultime notizie
Ippica, Preakness Stakes: trionfa una femmina dopo 85 anni - Il Messaggero
ROMA (17 maggio) - Calvin Borel, quarant'anni, quasi cinquemila vittorie in corse di cavalli, ha stabilito un record: è il primo fantino ad aver vinto le due prime prove della Triplice Corona americana in sella a due cavalli diversi....
IPPICA: ROMA CAPANNELLE, IL "PREMIO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ... - Affaritaliani.it
Ad accompagnare la corsa clou della giornata altre sette prove comunque collegate a importanti realtà ippiche degli Emirati Arabi: il "Premio WwF Emirates Airline", che ha visto il trionfo di Sflizatore, e il "Premio Tullio Righetti Shadwell Stud" con...
IPPICA: UNIRE, ACCANTONATI I PRELIEVI PRE-CORSA TCO2 - Affaritaliani.it
Altro elemento di novità è costituito dall'abbandono del prelievo sistematico pre-corsa per la rilevazione TCO2 sui cavalli partecipanti alle corse al Galoppo; resta salva comunque la facoltà dell'Unire o del Veterinario Responsabile o della Terna...
Dal Gratta e Vinci agli Skill Games il gioco italiano si sposta ... - La Repubblica
In Italia è possibile giocare on line con le scommesse sportive ed ippiche, gratta e vinci, ippica nazionale, concorsi pronostici (Totocalcio, il9, Totogol), scommesse a totalizzatore (Big Match e Big Race), skill games. Secondo i dati pubblicati...
L'ippica a caccia di driver per ora finisce in Paradiso - Libero-News.it
Peccato che i problemi dell'ippica, all'ordine del giorno in quella trasmissione, siano stati praticamente oscurati dall'involontaria performance della Paradiso. Nulla di nuovo. Si tratta di argomenti irrisolti da anni. Maurizio Ughi, presidente di...
I Monopoli scommettono sul rilancio dell'ippica - Libero-News.it
La visita era anche un po' dovuta, perché nel giornale di sabato scorso, interpretando un comune pensiero dell'ippica, avevamo redatto un articolo non certo tenero sull'atteggiamento, a nostro avviso, poco attento ed incisivo che la struttura di Piazza...
IPPICA: UNIRE, COMMISSIONE TECNICA CENTRALE DEL LIBRO GENEALOGICO ... - Affaritaliani.it
L'Unire rende noto che in data odierna si è insediata la "Commissione Tecnica Centrale del Libro Genealogico del Cavallo Trottatore Italiano". Secondo quanto previsto dal relativo disciplinare si è inizialmente proceduto all'elezione del Presidente e...
Ippica: “Pony Games” al Centro Federale Pennarossa - Radio Televisione della Repubblica di San Marino
Una giornata dedicata all'equitazione, organizzata dalla Federazione Ippica Sammarinese presso il centro Federale Pennarossa ed aperta a tutti i 'pony club' del circondario. Le competizioni si sono aperte con le prove a coppie del “Gimkana 2”...
Una stagione tutta al galoppo - Il Tempo
Purtroppo la situazione dell'ippica è quella che è ed anch'essa, al pari di altri settori, risente della crisi economica in atto». Ciò non vuol dire, comunque, che all'Ippodromo dei Marsi verranno meno eventi e Gran Premi, concentrati per lo più nel...

Ippica

Trotto

Con il termine ippica si indicano le discipline dell'equitazione sportiva dove il cavallo corre su pista (ippodromo).

Nelle corse al galoppo, il cavallo viene montato dal fantino che è seduto su una sella posta sulla groppa del cavallo. Nelle gare al trotto o ambio il guidatore (Driver) siede su di un piccolo carro (sulky) trainato dall'animale.

Vi sono gare di velocità e di abilità. In quelle di abilità oltre al tempo viene calcolata tramite punteggio assegnato da apposita giuria la correttezza del percorso svolto dal cosiddetto "binomio" cavallo/cavaliere; si tratta in genere di gare nelle quali il percorso è inframmezzato da ostacoli con vari coefficienti di difficoltà, nel caso in cui nessuno degli ostacoli sia abbattuto - in parte o in toto - il "binomio" otterrà un "Percorso netto".

Il luogo in cui si svolgono le gare di velocità è l'ippodromo; le gare sono solitamente al passo di Galoppo con fantino a sella su pista in erba e al passo di Trotto con il driver che guida il cavallo sedendo su un sulky a due ruote. Specialità meno diffuse sono: le corse di trotto montato (cavallo al passo di trotto ma con fantino a sella), corse di trotto per pariglie (due cavalli per un unico sulky), le corse a passo di Ambio.

Essendo l'Ippica uno sport che mette a confronto diretto vari concorrenti, è anche una delle principali attrattive per gli appassionati di scommesse. La maggior parte delle puntate viene effettuata ai picchetti degli ippodromi e nelle apposite sale per scommesse; nelle ricevitorie abilitate si può giocare il concorso Totip, basato sull'ordine di arrivo dei primi 2 cavalli di sette corse: in ognuna delle prime sei i cavalli sono suddivisi in tre gruppi corrispondenti ai segni 1, X e 2 e si devono pronosticare, per ogni corsa, il gruppo del primo e del secondo arrivato. La settima corsa è la cosiddetta Corsa+, per la quale bisogna pronosticare i numeri di gara del primo e secondo arrivato della corsa, anche non nell'ordine di piazzamento, vi è così un totale di quattordici pronostici.

L'ente che gestisce il patrimonio equino italiano, il circuito italiano dell'ippica è l'U.N.I.R.E. (Unione Nazionale per l'Incremento delle Razze Equine). Il relativo sistema di giochi e scommesse era gestito dallo stesso ente ma da qualche anno la gestione è passata al Ministero delle Finanze il quale, per manifesta incapacità, è riuscito solo a diminuire gli entroiti.

Per la parte superiore



Triple Crown (ippica)

La Triple Crown (per esteso: Triple Crown of Thoroughbred Racing, che significa Triplice Corona dei purosangue da corsa. Il nome per esteso è utilizzato per non confonderlo con altre discipline sportive) è una disciplina sportiva ippica molto prestigiosa, che si compone di tre gare, accessibili ai purosangue da corsa di età massima di tre anni. Vincerla è considerata la più grande realizzazione per la carriera dei cavalli da corsa partecipanti. Negli ultimi anni, la Triple Crown è diventata una conquista molto rara, dato che la maggior parte dei cavalli da corsa vengono preparati per cimentarsi in distanze molto più limitate.

La Triple Crown inizia con il Kentucky Derby, il primo sabato di maggio. Il Preakness segue due settimane più tardi e il Belmont Stakes è a distanza di tre settimane dalla seconda gara. In 100 anni di storia della gara, negli Stati Uniti, sono solo 11 i cavalli che si sono aggiudicati la Triple Crown. Dal 1978, questo premio non è stato più vinto da nessuno.

Tutte e tre le corse si tengono al The Curragh Racecourse, abbreviato semplicemente in The Curragh, il circuito ippico irlandese più importante, vicino a Newbridge, County Kildare, Repubblica d'Irlanda.

Il solo e unico cavallo che ha vinto la Triple Crown cinese è River Verdon (fino al 1994).

Per la parte superiore



Equitazione

Al trotto

Il termine equitazione indica il rapporto complesso che si instaura tra uomo e cavallo (in latino equus, da cui il nome), in particolar modo nel momento in cui l'uomo si trasforma in cavaliere.

A livello sportivo, l' equitazione presenta numerose discipline diverse, alcune delle quali facenti parte anche del programma olimpico; come sport può essere praticata sia singolarmente che in gare organizzate per squadra, in strutture coperte, in maneggi all'aperto, in ippodromi (è il caso dell'ippica) o in campagna a seconda della disciplina.

L'equitazione è una delle attività più antiche a cui si è dedicato l'uomo.

Il primo manuale a noi pervenuto fu redatto dal mitanno Kikkuli, nell'anno 1.350 a.C.: La cura e l'alimentazione del cavallo da carro.

Invece, il più antico e più noto manuale in cui è trattato anche il modo di montare a cavallo è Sull'equitazione di Senofonte.

Si può senz'altro dire che la storia dell'uomo è stata scritta sul dorso del cavallo. Da Alessandro il Grande alla conquista delle Americhe, tutto si svolse a cavallo e grazie al cavallo.

Nella storia greca e romana chi sapeva equitare acquistava un "valore aggiunto" nelle società. Da allora in poi il titolo di cavaliere divenne espressione di nobiltà, ma anche, di converso, nei secoli successivi, i nobili furono costretti ad imparare l'"arte di equitare" per partecipare alla vita politico-militare e mantenere così il proprio potere sul territorio.

L'approfondimento tecnico dell'arte di montare a cavallo fu ovviamente sempre appannaggio della cavalleria, ed i grandi cavalieri che hanno scritto migliaia di libri di tecnica equestre (Grisone, Fiaschi, Pignatelli, Mazzuchelli, Caprilli, ecc.) furono spesso collegati all'ambiente militare.

Non vi è altra attività dell'uomo in cui, nel corso dei secoli, siano stati scritti tanti testi di approfondimento.

Ma il rapporto che si stabilì nei secoli tra uomo e cavallo, si modificò gradualmente nell'ultimo periodo storico, da quando cioè il motore a scoppio trasformò il modo di viaggiare e il modo di belligerare.

Dal novecento in poi l'equitazione perse la propria importanza e venne relegata al semplice ambito di attività ludico-sportiva.

Per la parte superiore



Derby italiano di trotto

Il Derby italiano di trotto è una corsa ippica dedicata ai trottatori di tre anni di età allevati in Italia. Si svolge a Roma all'Ippodromo di Tor di Valle ed è la vetrina più prestigiosa per i giovani cavalli del trotto italiano.

Per la parte superiore



Prix d'Amerique

Ourasi

Il Prix d'Amerique Marionnaud è una corsa ippica al trotto che si disputa ogni anno dal 1920 nell'ultima domenica di gennaio sulla pista nera dell'ippodromo di Vincennes presso Parigi. Su questa pista, la più celebre a livello mondiale, si svolge la corsa che è senza dubbio la più importante, spettacolare ed emozionante della categoria nonché la più ambita.

Possono potenzialmente partecipare alla corsa tutti i cavalli di Gruppo 1 Internazionale (la categoria più elevata), maschi e femmine (sono dunque esclusi i castroni) che nel corso dell'anno che precede la corsa abbiano guadagnato almeno 153.000 euro di premi. I cavalli devono inoltre avere tra i 4 e i 10 anni. Hanno priorità di partecipazione i cavalli meglio piazzati nelle più importanti corse al trotto disputate in Francia. Il campo dei partenti viene comunicato ufficialmente 2 giorni prima della corsa. Non vi è pertanto la certezza della partecipazione che avviene su invito della commissione. È inoltre presente una rigida selezione anche per i driver, che devono anch'essi aver guadagnato cifre elevate nell'annata. Il montepremi per questa corsa è di 1.000.000 di euro, al vincitore vanno 500.000 euro e i restanti vengono ripartiti per i primi 7 classificati.

Ogni anno sono circa 40.000 gli spettatori che si recano all'ippodromo di Vincennes per assistere in prima persona a questa vera e propria festa del cavallo senza contare le oltre 70 televisioni mondiali collegate in diretta per seguire la corsa (in Italia Rai Tre). Per i parigini, questo evento è molto sentito anche dai non addetti e proprio questa caratteristica rende la manifestazione ancora più prestigiosa.

La corsa viene effettuata sulla distanza di 2700 metri, con partenza ad un unico nastro con giravolta, tecnica che mette in difficoltà diversi cavalli già nelle prime fasi. È infatti molto frequente che la partenza venga richiamata dalla giuria per alcuni scatti anticipati da parte dei partecipanti. Dopo la partenza i cavalli percorrono la pista schierati in diverse pariglie fino a che all'imbocco dell'ultima curva, a testimoniare il fatto che si tratta di una corsa molto equilibrata, si dispongono a ventaglio rendendo il risultato finale ancor più impronosticabile. L'Amerique è dunque considerata come un vero e proprio campionato mondiale del trotto perché mette a confronto i migliori 18 trottatori del pianeta in una sola occasione e, salvo rapporti di scuderia, li mette in condizione di essere tutti contro tutti.

Le recenti edizioni hanno visto protagonista l'italiano Varenne che ha ottenuto 2 vittorie e un piazzamento in 3 partecipazioni. Negli ultimi due anni invece è da sottolineare la supremazia del francese Jag de Bellouet che ha dominato l'edizione 2005 e vinto l'edizione 2006. Quest'ultimo titolo però gli è stato revocato qualche mese dopo in favore di Gigant Neo, giunto secondo, poiché l'allievo di Christophe Gallier è risultato positivo a sostanze illecite in seguito a dei controlli effettuati dopo la corsa.

L'edizione 2007 ha visto trionfare Offshore Dream, il più giovane in campo nella grande kermesse, guidato magistralmente da Pierre Levesque. Dopo cauta partenza, il numero 1 dello schieramento è rimasto inizialmente a centro gruppo e grazie anche all'errore e alla squalifica del più atteso Jag de Bellouet, che ha sfalsato tutte le tattiche di gara, è andato al comando delle operazioni a soli 300 metri dal palo, entrando in retta d'arrivo apparigliato ai cavalli di testa sui quali nei metri successivi ha guadagnato diverse lunghezze di margine andando a vincere per dispersione nel più facile dei modi stampando anche il record della corsa a media di 1.12. Dietro di lui si sono piazzati Kool du Caux, che ha sfruttato bene la scia del vincitore che lo ha anticipato proprio all'ingresso dell'ultima curva, e Kazire de Guez, che aveva condotto gran parte della corsa insieme ai compagni di allenamento Kesaco Phedo e Jardy, giunti rispettivamente quarto e quinto. La vittoria di Offshore Dream non era certo aspettata, così come i piazzamenti dei cavalli che lo hanno seguito. Tale arrivo ha prodotto quote molto alte nell'ambito delle scommesse. La quota del vincente per i bookmaker francesi si aggirava su i 13/1 mentre per quelli italiani addirittura 21/1. I cavalli della scuderia Bazire, favoriti dei pronostici, hanno tuttavia dato modo di consolare il loro proprietario con un terzo, un quarto e un quinto posto che fruttano ben 220.000 euro.

Per la parte superiore



Vendere

Vendere è un termine che nell'ippica si usa per indicare una categoria di gare di corse al galoppo.

Tale categoria, insieme a quella a Reclamare, è la più bassa tra quelle esistenti, e vi partecipano quindi cavalli di modesta qualità. Vi si possono anche trovare cavalli qualitativamente migliori, provenienti da livelli superiori, magari perché si trovano a rientrare dopo un lungo periodo di fermo dalle corse (per infortunio, per pause tecniche, rientri stagionali, ecc.), o che comunque non si trovano in uno stato di forma buono per avere acquisito titoli e prestazioni per correre in categorie migliori.

Nelle corse denominate a "Vendere", il cavallo vincitore o i cavalli vincitori (non è infatti poi così raro che la vittoria venga assegnata in paritià a due soggetti arrivati contemporaneamente al palo) dopo la pubblicazione dell'ordine d'arrivo ufficiale vengono messi all'asta ad un prezzo base stabilito all'atto dell'iscrizione.

Gli altri cavalli partecipanti alla corsa che non hanno vinto, possono anch'essi essere acquistati, non all'asta, ma tramite "Reclamazione".

Dopo la pubblicazione dell'ordine d'arrivo ufficiale, viene esposta al pubblico, per 5 minuti, una cassetta con timer, in cui chi fosse interessato, può reclamare un cavallo inserendo nella stessa una dichiarazione con: il proprio nominativo, l'importo dell'offerta, il nome del cavallo richiesto. L'offerta deve essere superiore a quella inserita nel programma di corsa, più eventuale maggiorazione di tutto, o di parte del valore del premio, in base al fatto che il cavallo si sia piazzato o meno.

Nel caso uno stesso cavallo fosse reclamato per lo stesso importo da due o più soggetti, si procede all'aggiudicazione della vendita per estrazione a sorte.

I cavalli acquistati all'asta o per reclamazione, vengono pagati subito in contanti o con assegno circolare. Ad alcuni soggetti tuttavia è data la possibilità di pagare tramite assegno bancario o giro conti bancari, ad esempio a chi possiede patente di allenatore.

Il venditore che, dopo regolare pagamento, si rifiuti di consegnare il cavallo con relativo documento di avallo per il passaggio di proprietà, verrà squalificato.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia