Intelligence

3.3217011995761 (917)
Inviato da david 27/02/2009 @ 23:38

Tags : intelligence, esteri

ultime notizie
MILANO: FALLIMENTO IES, 5 ARRESTI PER BANCAROTTA E RICETTAZIONE ... - Libero-News.it
Dal gennaio scorso l'indagine ha permesso di ricostruire la cessione di attrezzature della Ies alla Global Intelligence srl, avente lo stesso oggetto sociale. Una procedura attuata anche nei confronti della Italcons srl che avrebbe permesso al 56enne...
Obama e Netanyahu: due visioni a confronto - Medarabnews
Gli Stati Uniti ed Israele hanno avuto infiniti scambi di informazioni, di intelligence, e di idee politiche sul programma nucleare iraniano. Ma Netanyahu ed i sostenitori di Israele temono che Obama si sia avviato su una strada divergente,...
Symantec: il 90% delle email è spam - WebNews
In accordo con l'ultimo report (pdf) sull'argomento, stilato da MessageLabs Intelligence (compagnia di analisi ora parte di Symantec), i messaggi di spam costituirebbero il 90,4% di tutte le email circolanti all'interno della grande rete,...
Pakistan, attentato a Lahore: oltre 30 morti - (ami) Agenzia Multimediale Italiana
Nell'area sono presenti anche diversi edifici "sensibili", come quelli che ospitano gli uffici del capo della polizia, la sede della agenzia Inter-Services Intelligence (Isi), la più importante e potente delle tre branche dei Sevizi d'Informazione...
IT: nuova versione delle Oracle Business Intelligence Applications - Adnkronos/IGN
(Ign) – Oracle ha annunciato la disponibilità della nuova versione 7.9.6 delle Oracle Business Intelligence (BI) Applications, un insieme di soluzioni pacchettizzate per applicazioni Oracle e di altri vendor grazie alle quali le imprese possono...
Oracle rende più analitica la Business Intelligence - Impresa City
E' disponibile la nuova versione 7.9.6 delle Oracle Business Intelligence (BI) Applications, un insieme di soluzioni pacchettizzate per applicazioni Oracle e di altri vendor attraverso cui le aziende possono intraprendere decisioni informate e...
Sap: una "stella polare" per semplificare la business intelligence - Il Sole 24 Ore
Così almeno la pensano in Sap, per cui le soluzioni di business intelligence e di analytics sono sempre più strategiche per la crescita a venire della compagnia (le licenze dei sistemi Erp non sono la principale voce di fatturato, che nell'ultimo...
Oracle aggiorna la Business intelligence - Il Sole 24 Ore
Oracle ha annunciato la disponibilità della versione 7.9.6 delle Oracle Business Intelligence (Bi) Applications, l'insieme di soluzioni pacchettizzate per applicazioni Oracle e di altri vendor per la presa di decisioni e l'ottimizzazione delle...
Guantanamo, il braccio di ferro tra Obama e il Senato continuerà - L'Occidentale
Accanto a lui c'era il senatore del Kansas “Pat” Robertson, l'ex chairman della commissione intelligence del Senato. Uno che ha sostenuto il Patriot Act e la legislazione d'emergenza contro il terrorismo e che fino al 2007 godeva ancora di un consenso...
12° Conferenza Italiana Utenti ESRI - GEOmedia
Gli argomenti Politiche Sociali, Sicurezza Urbana e Business Geo-Intelligence vedranno la partecipazione di esperti del mondo industriale, della Pubblica Amministrazione, della Ricerca e delle Istituzioni. Nelle Sessioni Applicative non mancherà...

Secret Intelligence Service

La sede del SIS a Vauxhall Cross, Londra, vista dal Vauxhall Bridge

Il Secret Intelligence Service (SIS) è l'agenzia di spionaggio per l'estero della Gran Bretagna. È più comunemente noto con il nome di MI6 (Military Intelligence sezione 6). È stato fondato nel 1909 come sezione esteri del Secret Service Bureau. Il suo primo direttore è stato il capitano Sir George Mansfield Smith-Cumming che prese per primo il nome in codice C (dalle iniziali del cognome) che distinguerà tutti i direttori del servizio succedutigli.

L'insegna del SIS era un tempo costituita da una C in verde (il primo direttore firmava tutti i documenti ufficiali con inchiostro verde) con un'immagine di un cervello all'interno di essa con le parole Semper Occultus.

I primi significativi test per il SIS avvennero durante la Prima guerra mondiale durante la quale l'organizzazione ottenne successi alterni soprattutto di intelligence militare e commerciale; non riuscendo però a penetrare in Germania.

Dopo la prima guerra mondiale il Secret Intelligence Service venne gradualmente ridotto e una parte del suo controllo venne assegnata ai suoi usufruitori, come il War Office (l'allora ministero della guerra per le truppe terrestri) e l'Admiralty (l'allora ministero della guerra per la marina), attraverso l'assegnazione di legami di consumo o sezioni 'circolari'.Le Sezioni Circolari fissavano i requisiti per le sezioni del 'gruppo' operativo e poi trasmettevano ai propri ministeri il risultato del lavoro del Secret Intelligence Service. Questo sistema di relazione venne chiamato 'il sistema del 1921' e costituì la struttura interna di fondo della agenzia che, in modo prevalente, è stata adottata e rimane adottata fino ai giorni odierni.

Durante gli anni venti iniziò ad operare principalmente attraverso un sistema di cooperazione, a volte non gradita o non voluta, con il servizio diplomatico. In molte ambasciate fu creato l'incarico di "Responsabile del controllo dei passaporti" (Passport Control Officer), che nei fatti era il capo del Secret Intelligence Service in quella nazione. Questo incarico diede agli agenti del SIS un certo grado di copertura e l'immunita diplomatica, ma il sistema probabilmente durò troppo e divenne un segreto di pulcinella fin dagli anni trenta. Negli anni dell'immediato dopo guerra e per la maggior parte degli anni venti, il SIS era preoccupata dal Comunismo e in particolare dal Partito Comunista dell'Unione Sovietica. Sidney Reilly venne strettamente collegato al SIS dopo la sua cattura e il SIS favorì e appoggiò il suo tentativo (insieme a quello di Boris Savinkov) di far cadere il regime comunista, oltre a dirigere iniziative spionistiche più convenzionali contro la Russia.

Cumming morì (nel suo ufficio) nel 1923 e venne sostituito come "C" dall'ammiraglio Sir Hugh 'Quex' Sinclair, che pur mancando dello stesso carisma del suo predecessore, fu probabilmente il primo C ad avere una visione coerente per il futuro dell'agenzia. Sotto la sua guida vennero sviluppate un'ampia gamma di nuove funzioni.

James Bond è certamente il più famoso agente segreto cinematografico ad essere alle dipendenze dell'MI6.

Per la parte superiore



Counter Intelligence Corps

Il Counter Intelligence Corps (CIC) fu un'agenzia di spionaggio dell'United States Army durante la seconda guerra mondiale e la successiva guerra fredda. Il suo ruolo fu assunto dall'U.S. Army Intelligence Corps nel 1961 e, dal 1967, dall'U.S. Army Intelligence Agency. Le sue attività sono attualmente in carico all'United States Army Intelligence and Security Command e alla Defense Intelligence Agency.

Il CIC tra le sue origini dal Corps of Intelligence Police fondato da Ralph Van Deman nel 1917. Questa organizzazione, che operò negli USA e al seguito dell'AEF in Francia, riusci ad impiegare, nel suo momento di massima espansione, più di 600 persone. Nel successivo dopoguerra la politica di isolazionismo, la riduzione delle spese militari e la grande depressione furono le cause per le quali a metà degli anni '30 il personale impiegato si era ridotto a meno di 20 agenti.

Alla fine degli anni '30 la crescente minaccia dello scoppio di una guerra provocò una crescita del CIP ed un ritorno ai livelli della prima guerra mondiale. L'entrata degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale in seguito agli eventi del dicembre 1941 provocò un'altra grande crescita e l'assegnazione di un nuovo nome. Il 13 dicembre 1941 l'Adjutant General dell'esercito diede disposizione che il CIP fosse ridenominato come Counter Intelligence Corps con effetto dal 1 gennaio 1942. Fu autorizzato l'arruolamento di 543 agenti con il grado di ufficiale e di 4.431 agenti semplici. Il CIC reclutò uomini con esperienza di investigazioni legali, di polizia e di qualsiasi altro tipo con particolare interesse per coloro che conoscevano lingue straniere, in ogni caso, non bastando gli agenti in possesso di tale conoscenza, furono spesso assunti interpreti locali ove necessario.

Anche se la maggior parte degli agenti del CIC sul campo non avevano il rango da ufficiale militare – ma di caporale e vari gradi da sergente – indossavano anche panni civili o uniformi senza insegne di grado; al posto dei gradi, e per non essere “percepiti” come soldati semplici, gli agenti tipicamente indossavano il “colletto” da ufficiali U.S. Erano addestrati per presentarsi solo come “Agenti” o “Agenti Speciali” a seconda della situazione, per facilitare il proprio lavoro. Questa pratica è seguita tutt'oggi dagli agenti del controspionaggio e rispecchia quella degli agenti del Criminal Investigation (CID).

Mentre negli U.S.A. il CIC, in collaborazione con il Generale Provost Marshal ed l'FBI, effettuava controlli sul personale militare che aveva accesso al materiale classificato, investigava su possibili sabotaggi e attività sovversive e su dichiarazione di slealtà, dirette in maniera particolare contro gli statunitensi di origine giapponese, italiana e tedesca. In ogni caso l'uso di informatori all'interno dell'esercito divenne politicamente controverso e il CIC fu obbligato a limitare le proprie attività. Unità del CIC furono anche coinvolte nella gestione della sicurezza del Progetto Manhattan.

Nell'immediato dopoguerra il CIC operò nei paesi occupati, in particolare in Giappone, Germania ed Austria, contrastando il mercato nero e ricercando ed arrestando esponenti dei passati regimi. Nonostante i problemi posti dalla smobilitazione, con molti dei suoi agenti più esperti che ritornavano alla vita civile, il CIC divenne la principale agenzia di intelligence nelle zone di occupazione statunitense e ben presto si trovò di fronte ad un nuovo nemico dovuto alla guerra fredda.

Lo scoppio della guerra di Corea nel giugno 1950 significò per il CIC l'essere coinvolto di nuovo in un conflitto militare il che provocò una maggiore espansione. In ogni caso questa fu l'ultima possibilità per il CIC di avere maggiori risorse e reclute.

La proliferazione di agenzie di intelligence significò la superflua duplicazione di sforzi e conflitti sulle competenze, perciò nel 1961 il CIC cessò di esistere come organizzazione indipendente e dalla sua unificazione con le agenzie equivalenti della Marina e dell'Aereonautica portò alla creazione della Defense Intelligence Agency.

Una delle operazione del CIC nel dopoguerra europeo fu l'operazione “rat-line”, una via di fuga per informatori non ancora scoperti e tranfughi dalla zona sovietica d'occupazione alla sicurezza del Sud America, passando dall'Italia, con false identità fornite dal CIC. In ogni caso nel 1983 l'arresto di Klaus Barbie in Bolivia sollevò la questione di come il “Boia di Lione” era riuscito a scappare. Fu quindi rivelato che Barbie aveva lavorato per CIC dal 1947 e nel 1951 gli erano stati forniti i mezzi per fuggire in cambio dei suoi servizi come agente e informatore.

Un'indagine del dipartimento di giustizia ha anche scoperto che il CIC collaborò con Padre Krunoslav Draganovic, un ecclesiastico croato che risiedeva a Roma, il quale, mentre lavorava per il CIC, operava tramite una proprio rat-line clandestina per portare in salvo i criminali di guerra ustascia in America latina. Una precedente rapporto del 1988 esaminava invece l'uso da parte del CIC di criminali di guerra nazisti e dei loro collaboratori come informatori negli anni successivi alla II guerra mondiale.

Per la parte superiore



Military Intelligence

Durante la prima guerra mondiale il servizio segreto britannico era suddiviso in sezioni del Military Intelligence, quasi sempre ci si riferiva a queste sezioni con la sigla MI seguita dal numero della sezione.

Ancora oggi ci si riferisce spesso al controspionaggio britannico, il Security Service, con la sigla MI5 ed al servizio segreto, il Secret Intelligence Service, con la sigla MI6.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia