Houston

3.3841113841126 (1221)
Inviato da murphy 03/03/2009 @ 16:09

Tags : houston, texas, stati uniti d'america, nord america, esteri

ultime notizie
Orlando elimina i campioni I Lakers piegano Houston - La Gazzetta dello Sport
Anche i Lakers eliminano Houston 4-3. Martedì il via alla finale ad Ovest con LA Lakers-Denver e mercoledì toccherà a Cleveland-Orlando. Dwight Howard dopo una schiacciata. Ap Dopo una stagione dal rendimento inferiore all'anno passato, Hedo Turkoglu...
Verano, l'uomo delle stelle è papà: a Houston è nata Sofia Nespoli - Il Cittadino di Monza e Brianza
Verano - Domenica scorsa, 10 maggio, a Houston, dove il papà è di casa ormai da qualche anno, è nata Sofia, la primogenita dell'astronauta veranese Paolo Nespoli. Il quinto italiano ad essere andato nello spazio (con lo Space Shuttle Discovery,...
Artest vuole restare a Houston, Phila pensa a Thiboudeau per la ... - BasketGround
La fine della stagione dei Rockets intanto apre interrogativi sul futuro, con Ron Artest -- in scadenza - che fa capire di voler restare a Houston. "La squadra quest'anno era buona, credo che possiamo crescere insieme", ha detto l'ala allo Houston...
Mlb/ Houston ferma i Cubs, Tampa più forte dei coach distratti - Virgilio
Dopo cinque vittorie consecutive i Chicago Cubs hanno ceduto in casa per 5-2 agli Houston Astros frenando così la rincorsa ai Milwaukee Brewers, primi nella Central Division della National League con una partita e mezza di vantaggio....
Nba, Houston e Boston sul 2- 2 - ANSA
(ANSA) - HOUSTON (USA), 11 MAG - In parita', sul 2-2, le serie di semifinali di Conference dell'Nba tra Houston e Los Angeles Lakers e tra Boston e Orlando. Pur privi di Yao Ming, la cui stagione e' gia' finita, gli Houston Rockets hanno battuto per...
Serie A, playoff: Roma e Milano, buona la prima - Il Sole 24 Ore
Risultato mai in discussione, decisivi Jaaber e Houston, autori di 21 e 18 punti. Per Biella, miglior marcatore Brunner, autore di 14 punti. Stesso copione nell'altra sfida in programma tra Teramo e Milano. A spuntarla, e' stata la squadra di Piero...
USA: TEXAS, PARTORISCE "GEMELLI" FIGLI DI DUE PADRI DIVERSI - AGI - Agenzia Giornalistica Italia
(AGI) - Houston (Texas), 18 mag. - Scandalo in Texas. Mia Washington 11 mesi fa diede alla luce due bambini e tutti esultarono pensando a due gemelli. Ora notando che i due bimbi avevano poco in comune e' emerso che i suoi due bimbi, Justin e Jordan,...
Bryant, giornata no Houston ne approfitta - La Repubblica
A poche ore dall'infortunio al piede del gigante cinese, playoff finiti per lui, Houston tira fuori l'orgoglio e supera 99-87 i Los Angeles Lakers in gara-4 delle semifinali della Western Conference Nba. Grazie a questa vittoria i Rockets portano la...
Playoff Nba: Boston giu' dal trono, avanti i Lakers - La Voce d'Italia
Nessun problema per Los Angeles contro Houston Milano – Dopo solo un anno, i Boston Celtics sono costretti a scendere dal trono di campioni della Nba. La formazione di Doc Rivers è stata infatti costretta ad abdicare dopo la clamorosa sconfitta interna...
SPAZIO: HUBBLE RIMESSO A NUOVO, ASTRONAUTI LO SGANCIANO DA ATLANTIS - Asca
(ASCA-AFP) - Houston, 19 mag - Gli astronauti a bordo di Atlantis hanno sganciato Hubble dalla navetta spaziale americana per rimettere il telescopio in orbita, al termine dell'ultima missione della Nasa per riparare e rinnovare l'osservatorio...

Houston Dynamo

DynamoTwoStar.png

La Houston Dynamo è una società calcistica statunitense con sede a Houston, in Texas. Partecipa alla MLS e disputa le partite casalinghe nel Robertson Stadium di Houston.

La Dynamo Houston viene fondata il 15 dicembre 2005: la sua rosa e il suo allenatore provenivano tutti dai San Jose Earthquakes, società smantellata per la mancanza di uno stadio in cui disputare gli incontri (gli Earthquakes verranno rifondati nel 2007).

Il 26 gennaio 2006 viene annunciato che il nome del nuovo club sarà "Houston 1836". "1836" indica l'anno in cui la città di Houston venne fondata dai fratelli Augustus Chapman Allen e John Kirby Allen. Malauguratamente, il 1836 è anche l'anno in cui il Texas si rese indipendente dal Messico. Scoppia un vero caso politico: la comunità messicana di Houston minaccia di boicottare il club, ritenendo offensivo il nome scelto. La dirigenza opterà allora per un più neutro "Dynamo Houston". Il prefisso "Dynamo" fa riferimento all'economia cittadina, basata su numerosi impianti industriali che producono energia elettrica. I colori del team sono l'arancione, il bianco e l'azzurro.

Il 2 aprile 2006, la Houston Dynamo disputa la sua prima partita, davanti a una folla di oltre 25,ooo spettatori. Gli avversari sono i Colorado Rapids, che verranno travolti per 5–2. L'attaccante degli "Orange" Brian Ching segna quattro reti su altrettanti assist del compagno Dwayne De Rosario.

La Dynamo conclude la regular season al secondo posto, accedendo così ai play off della Western Conference, durante i quali elimina prima i Chivas USA, poi i Colorado Rapids. Alla sua prima stagione, dunque, il club di Houston centra subito la finale di MLS Cup.

La finale, disputata il 12 novembre 2006 al Pizza Hut Park di Frisco (Texas), è molto equilibrata. A sbloccare il punteggio sono i Revolution, con Taylor Twellman, nel secondo tempo supplementare. Passa però poco più di un minuto e Ching pareggia per la Dynamo. Si va ai rigori: i giocatori "Orange" si dimostrano più freddi, trasformando i primi quattro rigori e conquistando così la MLS Cup. Grazie a questo successo, Houston si qualifica per CONCACAF Champions Cup del 2007.

La stagione 2007 di Houston comincia con la partecipazione alla CONCACAF Champions' Cup, nella quale viene eliminata in semifinale dai messicani del Pachuca (vittoria in casa per 2-0 all'andata, ma sonora sconfitta per 5-2 in trasferta al ritorno).

In campionato però le cose vanno ottimamente, e la squadra giunge di nuovo in finale di MLS Cup, dove se la vede ancora una volta con New England. È sempre Twellman a sbloccare la partita per i Revolution, ma due reti nell'ultimo quarto d'ora (di De Rosario e Ngwenya) consegnano a Houston il secondo titolo consecutivo.

Houston è stata poi invitata a prender parte alla prima edizione della North American SuperLiga, in cui hanno perso in semifinale contro il Pachuca.

Aggiornata all'20 settembre 2008.

Dopo aver vinto la MLS Cup nel 2006, la squadra di Houston è stata invitata alla Casa Bianca per trascorrere una giornata con il presidente George W. Bush. Questo onore, in precedenza, era spettato solo ai D.C. United nel 1997.

Per la parte superiore



Contea di Houston (Texas)

La contea nello stato

La Contea di Houston in inglese Houston County è una contea dello stato del Texas, negli Stati Uniti. La popolazione al censimento del 2000 era di 23 185 abitanti. Il capoluogo di contea è Crockett.

Per la parte superiore



Houston

Houston (Stati Uniti d'America)

Houston (2.012.626 ab. nel 2004) è una città degli Stati Uniti, nello Stato del Texas.

È la quarta città dell'Unione per popolazione e costituisce una delle due maggiori aree economiche del Texas. La città si trova nella Contea di Harris, la terza contea più popolosa degli USA. Una porzione della parte sud-occidentale di Houston si estende nella Contea di Fort Bend e una piccola porzione della zona a sud-est si estende nella Contea di Montgomery.

Houston è una delle città più recenti e in più veloce crescita degli Stati Uniti. Circa 5.000.000 di persone vivono nell'area metropolitana di Houston, che è l'ottava degli Stati Uniti per grandezza.

La città di Houston fu fondata nel 1836 da due imprenditori edili di New York - John Kirby Allen e Augustus Chapman Allen - che acquistarono da una vedova 27km² di terreno per $9.428; la città fu annessa agli Stati Uniti nel 1837. Oggi si estende per circa 1.600 km².

Houston è famosa nel mondo per la sua industria energetica (in particolare petrolifera), e aeronautica, nonché per il suo porto. Il porto di Houston è uno dei più affollati degli Stati Uniti, ed è il secondo nel mondo per traffico straniero. Per motivi commerciali, molti residenti si sono trasferiti qui da altri stati americani, o da altri paesi del mondo.

Houston è sede di numerose università, come l'Università di Houston, la prima università del Texas per la ricerca, ed è anche la più importante università della stessa Houston. Houston è anche sede della Rice University, una nota università privata che vanta uno dei più alti finanziamenti al mondo. Ci sono inoltre l'Università di Saint Thomas, la Houston Baptist University, l'Università di Houston-Clear Lake, l'Università di Houston-Downtown, e la Texas Southern University.

Houston è soprannominata Space City: infatti qui ha sede la NASA e proprio "Houston" fu la prima parola pronunciata - appena posto il piede sulla superficie lunare - dal cosmonauta Neil Armstrong. Ma questa città ha anche altri soprannomi, ad esempio quello di Bayou City, per la fitta rete di piccoli corsi d'acqua - i bayou, appunto - che l'attraversano. Da notare che da Houston si estende - verso levante - la regione Cajun che include il vicino stato della Louisiana.

Nel 2005, la rivista Men's Fitness ha definito Houston la città simbolo dell'obesità negli Stati Uniti. Infatti dalle statistiche risulta che il 23% dei residenti a Houston è clinicamente obeso. Houston ha anche il doppio dei negozi di frittelle dolci rispetto alla media degli Stati Uniti.

Il Rice Stadium, presso la Rice University, fu sede del VIII Super Bowl, mentre il XXXVIII è stato disputato al Reliant Stadium nel febbraio 2004.

A Houston ha sede A.D. Vision, una celebre azienda del settore dell'intrattenimento.

Per la parte superiore



Contea di Houston (Georgia)

La contea nello stato

La Contea di Houston ( in inglese Houston County ) è una contea dello stato della Georgia, negli Stati Uniti. La popolazione al censimento del 2000 era di 110 765 abitanti. Il capoluogo di contea è Perry.

Va notato che la pronuncia corretta di questa contea è haʊstən (in italiano suonerebbe come Hàuston) e non hjustən (Hiùston) come la città di Houston, Texas sede della Nasa.

Per la parte superiore



Houston Hurricane

Houston Hurricane fu il nome di un club calcistico statunitense di Houston (Texas) nato nel 1978. Il club fu attivo nella North American Soccer League dal 1978 al 1980 e giocò le partite interne all' Astrodome di Houston.

La franchigia nacque nel 1978, nel periodo di maggior successo della lega NASL e fu l'ultimo dei 6 nuovi affiliati previsti per la nuova stagione. La proprietà ebbe solo tre mesi di tempo a disposizione per acquistare i giocatori e formare la squadra e per il difficile compito scelse come allenatore Timo Liekoski, con alle spalle un'esperienza da assistente nei Dallas Tornado. Il poco tempo a disposizione non permise a Liekoski di mettere insieme un team competitivo e gli Hurricane conclusero la loro prima stagione con sole 10 vittorie e 20 sconfitte. Anche l'affluenza di pubblico non fu delle migliori, con una media di 5.806 spettatori che superava solo quelle dei Chicago Sting e dei San Diego Sockers ben sotto i risultati delle altre 27 franchigie.

Nel 1979 gli Hurricane riscattarono la brutta stagione precedente, vincendo la divisione con 22 vittorie su 30, e Liekoski fu nominato allenatore dell'anno. Sfortunatamente i playoff non furono altrettanto esaltanti, e videro il club texano sconfitto due volte dai Philadelphia Fury ed eliminato. Nonostante gli ottimi risultati e la presenza in squadra di giocatori come Kyle Rote Jr. i risultati al botteghino furono nuovamente deludenti, con poco più di 6000 spettatori a partita.

La squadra rinunciò ad iscriversi al campionato indoor e giocò un'ultima stagione nella NASL che la vide ottenere il secondo posto nella divisione per poi perdere nuovamente al primo turno dei playoff, stavolta contro gli Edmonton Drillers. Per il terzo anno consecutivo l'affluenza si mantenne bassa, 5.818 a partita, e i proprietari decisero che era tempo di terminare l'esperimento e abbandonare la franchigia.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia