Gnocchi

3.4115004492292 (1113)
Inviato da maria 03/03/2009 @ 08:13

Tags : gnocchi, ricette, gastronomia, tempo libero

ultime notizie
Valeria Marini: una diva montata ad arte che colleziona solo flop - TVblog.it
... non noti comunque la differenza), l'ospite solo se le fai capire le battute (quanta pazienza ebbe Chiambretti a Sanremo) o se non ci vai troppo pesante (citofonare Gene Gnocchi, ancora provato da una sua reazione inviperita a Quelli che il calcio)....
Due italiani vincono a Londra - Amadeus online
Mariangela Vacatello e Giovanni Gnocchi, musicisti entrambi italiani, hanno iniziato a suonare assieme all'inizio del 2007, a seguito di un fortuito incontro avvenuto a Londra, dove entrambi si trovavano per ragioni di studio e di lavoro....
TV: GENE GNOCCHI OSPITE DI 'TALK' SU RAI TRE - Adnkronos/IGN
E' Gene Gnocchi l'ospite del rinnovato appuntamento con Tv Talk che si occupa dei fatti salienti della settimana televisiva a partire da caso Lario-Berlusconi che tanto spazio ha trovato sul piccolo schermo: da Porta a Porta a Ballaro' e Anno Zero agli...
Gene Gnocchi a Portovenere - Citta della Spezia
Domani sera , sabato 9 maggio, alle ore 21.00 in Piazza Bastreri a PortoVenere sarà ospite Gene Gnocchi, nell'ambito dell'evento "Turismo e Ambiente". L'evento, promosso da Parco Naturale Regionale di Porto Venere, ha come obiettivo principale quello...
Elisabetta Canalis, fan del pop "Io velina con il segno scarlatto" - La Stampa
Elisabetta, lei ha rivelato talento comico a fianco di Gene Gnocchi in «Artù» e con la Gialappa's. Cosa vuol fare, da grande? «Amo la comicità cinica, chissà che in autunno non riprendiamo "Artù" con Gene. Ora sto girando una fiction con Boldi per...
"Il Torneo della valle: lo sport è anche virtuale!" - VOLI
Parteciperà all'evento un personaggio di grande richiamo: Charlie Gnocchi alias Mr. Neuro di Striscia la Notizia e speaker di RTL 102.5. “Ancora una volta Convertere Onlus”, tiene a sottolineare Donatella Bussolati, Presidente dell'Associazione,...
GNOCCHI DI CASTAGNE CON ORTICA, BORRAGINE, SPINACI E FONTINA ... - ANSA Valle d'Aosta
(ANSA) - AOSTA, 9 MAG - Gli gnocchi di castagne con ortica, borragine, spinaci e Fontina è una delle ricette presentate dallo chef Ezio Straccini e inserite nel volume 'Le quattro stagioni della cucina valdostana', edito da Le Chateau....
Toh, chi si rivede! Gene Gnocchi ancora a caccia di un contratto… - Goal.com
Gnocchi ha già disputato un'amichevole con i piacentini lo scorso anno, contro una selezione di Latina, quindi ha già feeling con l'ambiente emiliano. Per Gnocchi si tratta del quinto provino di quest'anno dopo quelli con Genoa, Cosenza,...
Basta un tram per arrivare al Terzo Mondo... - Volontariatoggi.info
Al piccolo J., infatti, è stata data una speranza grazie al contributo e alla collaborazione di diversi protagonisti, quali la cooperativa sociale Auser, il Patronato INCA (che ha seguito le pratiche per l'invalidità), l'istituto Don Gnocchi....
Duemila studenti per 49 spettacoli Si parte con il viaggio di Doroty - Il Giorno
POI IN SCENA si alterneranno gli «attori in erba» delle materne Cabrini, Lago di Como, viale Calabria, Spezzaferri, Don Gnocchi, Serena, delle elementari Cabrini, Agnelli Riolo, Don Gnocchi, Barzaghi, Arcobaleno, Pascoli, De Amicis, di Boffalora d'Adda...

Gnocchi

Gnocchi cucinati

Gli gnocchi sono una preparazione di cucina estremamente diffusa in molti paesi del mondo e presentano differenze notevoli da un tipo all'altro sia per forma che per ingredienti. Per semplificare possiamo definirli come piccoli pezzi di impasto, solitamente di forma tondeggiante, che vengono bolliti in acqua o brodo e quindi conditi con salse varie.

Gli gnocchi sono un cibo antichissimo, preparato con farine differenti: farina di frumento, di riso, di semola, con patate, pane secco, tuberi o verdure varie.

Quelli più diffusi in Italia oggi sono preparati con le patate. Altri, spesso soprannominati alla romana, vengono preparati con il semolino; altri ancora con farina di mais; inoltre vengono usati svariati altri ingredienti in base alla tradizione locale/regionale. Possono venire serviti come primo, come è tradizione in quasi tutta Italia, come piatto unico o come contorno. Quest'ultimo caso è più frequente per i knödel centreuropei.

Per poter ottenere gnocchi di patate più sodi possibile esistono vari accorgimenti, come l'uso di patate appropriate, ma anche la preparazione, dove bisogna avere l'accortezza di impastare la pasta quel poco che basta, difatti fare un impastatore prolungato porta ad avere gnocchi più morbidi, ma anche la pezzatura influisce sul risultato finale, infatti più vengono preparati di dimensioni elevate e più saranno morbidi.

Per ciascuna di queste varietà di gnocchi esistevano tipi colorati, realizzati con l'impiego di ingredienti particolari che ne determinavano la differente colorazione: ad esempio vi erano gli zanzarelli verdi, impastati con bietola e spinaci, e gli zanzarelli gialli, realizzati con l'aggiunta di zucca o di zafferano. C’erano poi malfatti bianchi, impastati con carne di pollo tritata, ed arancioni, quando venivano preparati con carote.

A partire dal 1880 si diffusero a macchia d'olio gli gnocchi di patate. Solitamente viene condita con sugo di carne o all'amatriciana. La storia degli gnocchi di patate ha inizio quando vennero importate in Europa le prime patate provenienti dal continente americano. Gli altri tipi di gnocchi comparvero dapprima nei banchetti rinascimentali della Lombardia; venivano impastati con mollica di pane, latte e mandorle tritate e venivano chiamati zanzarelli. Nel Seicento invece subirono un lieve cambiamento nel nome e nella preparazione. Venivano chiamati malfatti e invece delle mandorle e del pane veniva aggiunta farina, acqua e uova.

Nella città di Roma, gli gnocchi rappresentano il piatto tradizionale del giovedì, seguendo il detto "Giovedì gnocchi, Venerdi pesce (o anche "ceci e baccalà"), Sabato Trippa". Ancora sopravvivono antiche hostarie e trattorie dove si segue la tradizione. Noto è il detto "Ridi, ridi, che mamma ha fatt' i gnocchi" (usando la "i" come articolo, e non "gli" come vorrebbe la grammatica; il proverbio sottolinea l'importanza del giovedì come giorno quasi festivo, che necessita d'un piatto elaborato e gustoso e che anticipa quello di magro del giorno successivo). In varie città la tradizione degli gnocchi varia, infatti al sud il giorno tradizionale degli gnocchi conditi con sugo di carne ed un pizzico di mozzarella a cubetti sciolta (es. Napoli, "Gnocchi alla sorrentina") è la domenica.

Per la parte superiore



Gnocchi alla sorrentina

Gli gnocchi alla sorrentina sono un piatto tipico della cucina napoletana.

Sono preparati con gnocchi fatti di patate, farina ed acqua, cotti e conditi con salsa di pomodoro, tradizionalmente ragù, con fiordilatte e parmigiano. Quindi, sono infornati, tradizionalmente in un piccolo tegame di coccio (pignatiello), nel quale vengono serviti molto caldi.

Per la parte superiore



Charlie Gnocchi

Charlie Gnocchi - pseudonimo di Charlie Ghiozzi (Fidenza, 29 gennaio 1963) è un conduttore radiofonico italiano. È il fratello del comico Gene Gnocchi.

Ha debuttato nel 1992 in coppia con Joe Violanti (suo compagno per più di 10 anni) su Radio 105. Nel 1993 la coppia trasloca su RTL 102.5 con il programma "Alto Godimento" andando in onda fino al 1999. In questi anni il programma è stato il programma più ascoltato. È inoltre un inviato di Striscia la notizia, dove è soprannominato "Mister Neuro" (perché intervista i personaggi politici italiani vestito con euro in monete banconote).

Per la parte superiore



Gene Gnocchi

Gene Gnocchi - pseudonimo di Eugenio Ghiozzi - (Fidenza, 1 marzo 1955) è un comico, conduttore televisivo e calciatore italiano.

Nato in una famiglia piccolo borghese (il padre è stato un sindacalista, segretario della Camera del Lavoro di Parma), da giovane è attaccatissimo alla sua terra ed alla sua cittadina, rispetto alla quale coltiva un forte senso di appartenenza ed identità (anche con accese rivalità con le "sorelle nobili" Parma e Salsomaggiore Terme) condito dalla inimitabile "erre fidentina", marchio-doc del vero borghigiano. Dopo la laurea in Giurisprudenza si divide con eguale insuccesso tra la carriera di avvocato ("Avevo solo tre clienti e quando uno dei tre è morto ho capito che forse quella lì non era la mia carriera...", chioserà molti anni più tardi) e quella di aspirante-rocker nel gruppo I Desmodromici (dove la sua totale inabilità con gli strumenti musicali lo porta per forza di cose a cimentarsi come frontman e voce solista).

Le lunghe e surreali introduzioni ad ogni pezzo, in cui si cimenta nel tentativo di carpire la simpatia del pubblico così che sorvoli sul suo approssimativo talento canoro, portano il pubblico stesso a rivolgergli nel dialetto locale inviti più o meno diretti ad indirizzarsi preferibilmente sulla carriera dell'attore comico.

Il giovane Ghiozzi raccoglie l'invito e, nei primi anni '80, in tenuta demenzial-casual (giacca argentata su pantaloncini corti e ingiustificato arco in mano) comincia a calcare l'allora ancora poco noto palco dello Zelig di Milano dove esordisce col tormentone del "maiale che salta nel cerchio di fuoco" ("È un numero che mi hanno impedito di fare perché hanno detto che poi il maiale sporca, nelle prime file c'è della gente vestita bene... Adesso vi vedo come siete vestiti, il numero lo potevo fare benissimo... A parte che ve lo immaginate venir su da Fidenza con un maiale in macchina che si innervosisce e vuol guidare lui?").

Dopo alcune apparizioni come "comico emergente" al Maurizio Costanzo Show (dove prima elettrizza il pubblico dicendo che verrà sorteggiato tra loro un ricco premio, poi lo terrorizza proseguendo che l'estrazione del fortunato avverrà attraverso una biglia metallica fiondata alla cieca in platea), Gnocchi viene selezionato per lo show Emilio (1989), concepito e sponsorizzato dalla Gialappa's band e condotto da Teo Teocoli, dove si propone come il più improbabile degli inviati speciali a bordo di una mongolfiera (imperdibile un fuori onda riproposto nella trasmissione Paperissima di qualche anno più tardi in cui, mentre la mongolfiera impazzita continua a salire e scendere, Gnocchi si maledice per le sue velleità artistiche e supplica di rimandarlo a casa dai suoi bambini).

Nello stesso periodo, al Gioco dei 9 allora condotto da Raimondo Vianello rischierà la querela da Nilla Pizzi ("Nilla, mi sai spiegare il significato del proverbio Gallina vecchia fa buon brodo?") e da Rita Dalla Chiesa ("È vero che ti sei innamorata di Frizzi quando gli hai visto aiutare una vecchietta ad attraversare la strada?"). Molti anni più tardi, del resto, manderà in confusione star internazionali ospiti di Quelli che il calcio chiedendo loro se avevano trovato traffico in tangenziale o se conoscevano gruppi musicali ignoti ai piu'.

Successivamente formerà una affiatata coppia artistica con Teo Teocoli (tanto adrenalinico e incontenibile il comico milanese quanto compassato e flemmatico lui) prima nella sit-com ante-litteram I vicini di casa e poi nelle trasmissioni della Gialappa's, dove Gnocchi creerà l'inviato bergamasco, più precisamente di Costa Volpino, Ermes Rubagotti che farà esprimere in un dialetto parmense lombardizzato, col tormentone minimalista "E alùra?" che risuonerà a lungo anche nelle migliori famiglie.

Durante la maturità artistica il comico fidentino è stato attore cinematografico per Lina Wertmuller nel film Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica, ma successivamente è tornato ai suoi recital teatrali in cui ogni tanto riprende a cantare ed esegue avventurose cover di brani come Purple rain ("Una canzone che ho scritto io. Solo che Prince me l'ha sentita fischiettare in autobus mentre andavo a depositarla in SIAE... Sì, l'autobus che fa di tragitto casa mia-SIAE... E subito con l'occhietto furbo è sceso dall'autobus e l'ha depositata lui... E dopo una settimana lui era primo in tutto il mondo e io 16.412° in Emilia-Romagna"); conduttore di varietà televisivi come Meteore e di Striscia la notizia condotto per due edizioni insieme a Tullio Solenghi, ma anche di strampalati programmi di seconda serata come Dillo a Wally e La grande notte; animatore del programma Quelli che il calcio; autore di libri non tutti e non solo comici. E' anche protagonista di diversi spettacoli teatrali di successo. Nel 2003 ha interpretato La Constatazione Amichevole nei Tamponamenti tra Mietitrebbie per la regia di Gerard Livon, in cui interpreta un assicuratore della Pegasus alle prese con una serie di dibattiti dedicati al generale Amedeo Limone del "Cis viaggiare informati".

Già in gioventù, Gene Gnocchi era stato calciatore in Serie C: fu riserva dell'Alessandria, allora allenata da Giuseppe Marchioro. A lungo fu attivo nei campionati dilettantistici della FIGC, per esempio nel Castiglione delle Stiviere, nel Fiorenzuola e nel Viadana.

Durante l'edizione 2006-2007 della trasmissione Quelli che il calcio, Gnocchi lanciò una sfida all'intero mondo del calcio, chiedendo l'ingaggio (e un conseguente gettone di presenza) ad una qualsiasi società calcistica di Serie A. Numerosi furono i sostenitori di questa originale iniziativa, tra cui Alessandro Del Piero e migliaia di telespettatori attraverso messaggi di posta elettronica ed sms.

Quattro squadre hanno risposto positivamente: infatti Atalanta, Bologna, Siena e Torino proposero un provino al comico. Il 23 marzo 2007, infine, Gnocchi firmò un contratto bimestrale da 1500 euro mensili con il Parma, diventando il più anziano giocatore di sempre in Serie A. Scelse la maglia numero 52, che indica la sua età e il nome Gnoccao.

Nella stagione 2006-07 Gnocchi non riuscì a giocare per via della difficoltà che il Parma incontrò nella lotta per la salvezza. Nel campionato successivo il Parma ha confermato il calciatore nella sua rosa (era anche presente nel listone del Fantacalcio gestito dalla Gazzetta dello Sport, al costo di 1), ma anche in quella stagione non ha giocato.

Riprova l'avvicinamento al calcio professionistico due anni dopo, iniziando ad allenarsi col Sassuolo.

Un ulteriore occasione viene data a Gene Gnocchi nel febbraio del 2009 da Gian Piero Gasperini, allenatore del Genoa. Possibilità di esordire, questa volta, più elevate considerata la buona posizione di classifica della squadra ligure. Come nelle precedenti occasioni, il nome resta sempre lo stesso (Gnoccao) ma giustamente viene aggiornato il numero di maglia (il 54) corrispondente sempre all'età.

Da settembre 2008 passa all'emittente televisiva Sky (pur mantenendo la conduzione di Artù su Raidue) per condurre Gnok calcio Show la domenica pomeriggio.

Per la parte superiore



Patata (alimento)

Patate a buccia gialla.

Voce principale: Solanum tuberosum.

La patata è un tubero commestibile ottenuto dalle piante della specie Solanum tuberosum, molto utilizzato a scopo alimentare.

Dal punto di vista nutrizionale le patate sono conosciute principalmente per l'alto contenuto in carboidrati (circa 26 grammi in una patata di 150 g, cioè medie dimensioni), presenti principalmente sotto forma di amidi. Una piccola ma significativa parte di tali amidi delle patate è resistente agli enzimi presenti nello stomaco e nell'intestino tenue, sì da raggiungere l'intestino crasso quasi intatta. Si ritiene che questi amidi abbiano effetti fisiologici pari a quelli delle fibre alimentari.

Le patate sono fonte di importanti vitamine e minerali. Una patata di medie dimensioni (150 g), consumata con la buccia, fornisce 27 mg di vitamina C (45% della dose giornaliera raccomandata), 620 mg di potassio (18% della dose giornaliera raccomandata), 0,2 mg di vitamina B5 (10% della dose giornaliera raccomandata), oltre a tracce di tiamina, riboflavina, folati, niacina, magnesio, fosforo, ferro e zinco. Inoltre il contenuto di fibre di una patata con buccia (2 g) è pari al contenuto di fibre del pane integrale, della pasta e dei cereali. Oltre alle vitamine, ai minerali ed alle fibre, le patate contengono svariati composti fitochimici, quali i carotenoidi ed i polifenoli.

Non tutte le sostanze nutritive delle patate si trovano nella buccia; questa contiene circa la metà delle fibre, ma più della metà delle sostanze nutritive sono contenute nella polpa. La cottura può alterarle notevolmente.

Le patate novelle e le varietà a forma allungata contengono una quantità minore di sostanze tossiche, e rappresentano una fonte eccellente di nutrienti. Le patate sbucciate e conservate a lungo perdono parte delle proprie proprietà nutrizionali, benché mantengano il proprio contenuto di potassio e vitamina B.

Le patate sono spesso escluse dalle diete a basso indice glicemico, in quanto si ritiene che possiedano un'alta quantità di zuccheri. In realtà l'indice glicemico delle patate varia in maniera considerevole a seconda della loro varietà (patata a buccia rossa, a pasta bianca, eccetera), della loro origine (zona di coltivazione), della preparazione (metodo di cottura, se consumata fredda o calda, in purè, a tocchetti o intera ecc.), e degli altri cibi con cui si accompagna (salse ricche di grassi o ad alto contenuto proteico).

Secondo stime della FAO solo poco più dei due terzi del totale (323 milioni di tonnellate delle patate prodotte nell'anno 2005 è stato destinato ad utilizzi alimentari.

Il consumo alimentare di patate si sta progressivamente spostando da metodi di consumo diretto del prodotto acquistato fresco al consumo di prodotti industriali a base di patate.

Uno degli utilizzi principali è quello delle patate congelate che comprende la grande maggioranza delle patate fritte servite nei ristoranti e nei fast-food. Si calcola che questo tipo di consumo riguardi oltre 11 milioni di tonnellate all'anno.

Un altro prodotto industriale è quello degli snack a base di patata, le cosiddette "patatine", snack molto diffuso in moltissimi paesi. Le patatine sono preparate tagliando e friggendo delle fettine sottili di patate. Il prodotto viene poi confezionato con sapori diversi, dal solo sale a ad altre tipologie di aromi più elaborate. Alcuni tipi di snack sono preparati utilizzando un impasto di fiocchi di patate disidratati.

I fiocchi di patate vengono prodotti facendo essiccare un impasto di patate bollite e sono utilizzati in diversi prodotti alimentari, dai preparati per purè agli snack.

Un altro prodotto disidratato è la fecola di patate ricavata dall'essiccamento di patate bollite, la fecola è di colore bianco (viene infatti anche chiamata farina di patate), priva di glutine, ricca di amido ed è utilizzata nell'industria alimentare come addensante per salse, la fecola di patate si trova normalmente in commercio ed è utilizzata per rendere più soffici i prodotti di pasticceria.

I modi per preparare le patate sono vari. Le patate possono essere cotte con la buccia o senza, intere o a pezzi, con condimenti o senza. La cottura è sempre necessaria per scomporre gli amidi. La maggior parte delle preparazioni a base di patate sono servite calde. In alternativa - come nel caso dell'insalata di patate e delle patatine fritte - le patate possono essere servite anche fredde.

Le ricette più comuni sono quelle del purè di patate, preparato con patate bollite, pelate (alcuni usano anche le bucce), e schiacciate, cui in seguito si aggiungono latte e burro. Vi sono poi le patate cotte intere al forno; le patate bollite o cotte al vapore; tagliate in cilindri o in dischi e poi fritte; tagliate a cubetti e cotte al forno; cotte in casseruola e condite con salse dense; tagliate a cubetti o in fette e fritte; tagliate a julienne e fritte; possono essere altresì usate per fare gnocchi, rösti o focacce. Tagliate in pezzi, le patate sono un ingrediente comunemente usato nello spezzatino.

A differenza di altri alimenti le patate si prestano facilmente alla cottura a microonde senza perdere i propri valori nutrizionali, a patto che siano avvolte in un foglio di plastica bucherellato che consenta la ventilazione ed allo stesso tempo trattenga l'umidità. Questo metodo di cottura dà risultati simili a quello della cottura in forno.

Le patate sono molto popolari in Europa. In Italia sono utilizzate per preparare gnocchi e purè, oppure accompagnano i pasti bollite, arrostite o saltate; di solito vengono consumate senza buccia. Tra i piatti regionali, citiamo l'mbriolata siciliana e la pitta pugliese. In Svizzera accompagnano la raclette, oppure, nel rösti, ormai quasi un piatto nazionale, sono grattugiate e poi cotte. La patate sono anche l'ingrediente principale di molte minestre o zuppe.

Le patate schiacciate sono un ingrediente importante di molti piatti inglesi, come la shepherd's pie. Le patate novelle sono considerate prelibate in Europa Settentrionale (Danimarca, Svezia, Finlandia): servite lesse e insaporite con aneto, fanno da contorno alle aringhe del Baltico. Il piatto nazionale della cucina lituana, gli cepelinai, è una sorta di gnocco, ottenuto da patate grattugiate e ripieno di carne e/o formaggio.

Arrivata tardi in Europa ed affermatasi solo con la fine del secolo XVIII in breve la patata divenne l'alimento fondamentale nell'alimentazione delle classi umili. In Irlanda la dieta delle classi più povere era basata esclusivamente su latte e patate, mentre il grano era utilizzato per pagare i canoni spettanti ai proprietari inglesi. La grande carestia fu dovuta alla diffusione di un fungo che determinò la perdita di buona parte dei raccolti nel giro di pochi anni; la popolazione irlandese diminuì drasticamente. Anche nelle campagne dell'appennino modenese le patate costituivano un importante genere di autoconsumo, mentre il prodotto dell'allevamento veniva venduto ai mercati di città.

Come molte Solanacee, per esempio il pomodoro, la patata contiene diverse tossine, soprattutto nelle parti verdi, nei fiori e nei germogli: il fusto e le foglie comunque non sono mai stati usati per l'alimentazione (le foglie invece servirono come surrogato del tabacco in periodi particolarmente difficili) ma occorre evitare di consumare i tuberi quando questi presentino parti verdi, perché in tal caso si rischia una intossicazione. Per questa ragione le patate devono essere conservate al buio, per evitare che germoglino. Inoltre il frutto è molto tossico, come nella maggioranza delle specie del genere Solanum, come la morella (Solanum nigrum) o la dulcamara.

La principale di queste tossine è un alcaloide, la solanina, che è presente anche nel tubero a basse dosi (meno di 10 mg per 100 g) e concentrata soprattutto nella buccia, che è quindi meglio togliere. Quando la concentrazione è più elevata, come in alcune varietà, ne deriva un gusto amaro del tubero. La solanina non è eliminata dalla cottura, perché viene distrutta dal calore solo sopra i 243 °C. L'ingestione di solanina provoca raramente la morte ma può causare delle emorragie, specie alla retina. La patata contiene anche lectine, ma queste sono distrutte dalla cottura. Le lectine sono delle proteine capaci di legarsi in modo reversibile a mono o oligosaccaridi. Questa proprietà permette alle lectine d'agglutinare i globuli rossi umani e di perturbare probabilmente il buon funzionamento dell'apparato digerente degli insetti che si nutrono della pianta, costituendo così un ruolo difensivo della pianta stessa nei confronti degli insetti.

Dalla distillazione delle patate si ricava un prodotto alcolico considerato normalmente di bassa qualità: la prima legge svizzera in tema di sostanze spiritose fu appunto dettata dalla necessità di reprimere gli abusi nel settore.

Nella lingua italiana si usa l'espressione spirito di patate per indicare una battuta spiritosa non riuscita.

Per la parte superiore



Macarrones de busa

I Macarones de busa sono tipici gnocchi sardi, ottenuti lavorando la sfoglia (ottenuta impastando acqua, farina e sale, con l'aggiunta di uovo e olio secondo alcune ricette) con il ferro per fare la maglia. Erano un piatto destinato ai giorni di festa. Possono essere conditi con sugo di carne, con sugo di funghi, alla ricotta, con aglio e pomodoro.

Nel Montiferru sono serviti con formaggio e pepe nero. Nella zona di Triei sono considerati piatto tipico.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia