Fulham

3.4312148029183 (1243)
Inviato da amalia 05/03/2009 @ 13:10

Tags : fulham, inghilterra, squadre nazionali europee, calcio, sport

ultime notizie
Premier League: L'Everton beffa i "Villans", il Fulham vede l'Europa - Goal.com
Nell'ultimo turno, l'Everton (con un punto di vantaggio) giocherà sul campo del Fulham, mentre l'Aston Villa ospiterà il Newcastle, in piena lotta-salvezza. Per l'ultimo posto che vale l'Europa, la lotta è ormai a due tra Fulham (a quota 53 ed...
Retroscena Mancini: a gennaio disse no al Fulham - violaplanet
Un retroscena clamoroso scoperto da Tuttomercatoweb: a gennaio, Roberto Mancini è stato ad un passo dalla panchina del Fulham. La squadra londinese aveva offerto al tecnico jesino un contratto di un anno e mezzo: della trattativa si era occupato in...
Niente Europa per il West Ham - La Gazzetta dello Sport
Il Boro, dal canto suo, può continuare a sperare nella salvezza grazie alla sconfitta interna del Newcastle (0-1 col Fulham, decide Kamara) e al pari dell'Hull City (1-1 in casa del Bolton). Tornando, invece, alla corsa al settimo posto che vale...
L'attaccante è pubblicizzato da Paintsil: "Un grande finalizzatore" - La Repubblica
Non siamo noi a dirlo, ma John Paintsil, suo connazionale e centrocampista del Fulham: "Gli osservatori del mio club mi hanno chiesto informazioni e io ho dato loro delle ottime referenze". Per Tagoe si sono mosse molte squadre europee....
Il Manchester United vince la Premier League - Quotidiano Nazionale
Per il resto, Fulham e Tottenham non rallentano e ottengono due preziose vittorie. Grazie alla rete di Kamara, i Cottagers passano in trasferta contro il Newcastle (terzultimo), che ora si giochera' la salvezza all'ultima giornata....
Ibra, Maicon e Julio Cesar i migliori - Tuttosport
Dacourt (ng): un quarto d'ora all'Olimpico, poi il prestito al Fulham. Toldo e Orlandoni (ng): validissimi angeli custodi di Julio Cesar. Due tituli, scudetto e Supercoppa, al primo anno in Italia non cancellano, ma comunque mitigano la delusione per...
Premier: Il Liverpool c'è ancora - RSnews
Al di la di come è maturata, la sconfitta è pesante per il West Ham, perchè il Fulham, sconfiggendo l'Aston Villa al Craven Cottage per 3-1, lo scavalca in classifica e agguanta la settima posizione a quota 50, ultimo posto disponibile per la Coppa...
Park Chu-young 'Fulham? No grazie' - Eurosport
Park Chu-young, giocatore del Monaco, ha rivelato che non ha alcun interesse ad entrare a far parte del Fulham. Secondo la stampa francese, il Fulham terrebbe d'occhio il 23enne giocatore per acquistarlo in estate: "Non so molto circa il Fulham,...
Lily Allen: «I Beckham terribili, i Cole rivoltanti» - Tuttosport
A salvarsi è solo il Fulham, che è la squadra prediletta dalla “dolce” Lily: «Il Fulham gioca a calcio come io suono la mia musica: solo per passione. Non per la fama, il sesso, il denaro, le Ferrari e l'ingresso gratuito nei locali notturni»....
Premier: United sempre piu' vicino alla meta - Fantagazzetta
Una seria ipoteca sullo scudetto, il terzo di fila, per una squadra che dopo le difficoltà di metà marzo culminate con le due sconfitte consecutive con il Fulham e contro il Liverpool, si è pienamente ripresa e ormai è ad un passo dal raggiungere uno...

Fulham Football Club

Fulham FC.png

Il Fulham Football Club, o semplicemente Fulham, è una società di calcio di Fulham, quartiere di Londra, in Inghilterra. È uno dei tanti club della capitale britannica.

La fondazione risale al 1879 da un gruppo di fedeli della Chiesa d'Inghilterra. Ha celebrato il suo 125° anniversario nel 2004 e attualmente gioca in Premier League. Il Fulham Football Club è la più vecchia tra le squadre dell'area di Londra e ha un'accesa rivalità con il Chelsea, squadra avente lo stadio nello stesso sobborgo londinese. Il Fulham gioca al Craven Cottage, stadio che si trova nell'omonimo quartiere, a sud-ovest di Londra. I colori sociali sono il bianco e il nero.

Tra i suoi ex giocatori più rappresentativi si ricorda il campione del mondo George Cohen, che fece parte della Nazionale inglese vincitrice del campionato del mondo 1966, il grande George Best (pallone d'oro 1968) e Sir. Bobby Robson.

Il Fulham, vincitore della coppa Intertoto nel 2002, è attualmente proprietà del miliardario di origine egiziana Mohamed Al-Fayed, che possiede i grandi magazzini Harrods di Londra ed è conosciuto anche per essere il padre di Dodi Al-Fayed, colui che mori nell' incidente di Parigi nella quale perse la vita anche la principessa Diana Spencer.

Il Chelsea è un'altra squadra della Premiership con sede a Fulham (tra l'altro, lo Stamford Bridge è a Fulham): questo è il motivo di una rivalità tra i due club, che dà origine a un derby molto acceso, conosciuto come il West London Derby. Benché i tifosi del Fulham abbiano mostrato questa ostilità in diversi loro cori, i tifosi del Chelsea non ricambiano la particolare avversità dei Cottagers. Il Fulham inoltre ha rivalità con altre squadre dell'ovest di Londra, come il Queens Park Rangers e il Brentford, rivalità comunque abbastanza attenuate a causa della differenza di serie degli ultimi anni.

Altre rivalità del Fulham sono verso il West Ham United, il Crystal Palace, il Tottenham Hotspur, il Charlton Athletic e l'Arsenal. Fuori di Londra non ci sono squadre con analoga rivalità, anche se il Blackburn Rovers e il Fulham hanno disputato alcune gare molto accese: le due società ebbero a scontrarsi per il titolo di First Division (serie B inglese) del 2001. Il Fulham comunque vinse di 10 punti.

1.L' italiano Vincenzo Montella, ex Roma e Samp ha militato per una parte di stagione nel Fulham.

2.Il calciatore inglese,del Fulham, Jimmy Bullard è stato convocato per la prima volta in nazionale dal CT Fabio Capello, per le partite contro Andorra e Croazia che valgono per la qualificazione alla coppa del mondo 2010 in Sud Africa.

3.I tifosi del Fulham secondo uno studio condotto dalla FA nel 2005 sono i meno rumorosi e i meno "caldi" della Premier league.

Il Craven Cottage è uno stadio di calcio situato nel quartiere di Fulham, a Londra, sulle rive del Tamigi.

Il Cottage è lo stadio di casa del Fulham F.C., di cui ospita le partite di calcio casalinghe dal 1896. Lo stadio è stato recentemente ristrutturato e la sua capacità è aumentata fino ad arrivare ad ospitare 26.000 posti.

Fino ad oggi la partita con il maggior numero di spettatori nella Premier League inglese disputata al Craven Cottage è stata Fulham-Arsenal del 29 novembre 2006, terminata con una vittoria per 2-1 della squadra di casa. Il record assoluto di spettatori, 49.355, è invece datato 8 ottobre 1938, e si riferisce a un match di Division Two contro il Millwall.

I giocatori del Fulham prendono il soprannome di Cottagers proprio dal loro storico stadio.

Per la parte superiore



Fulham

Fulham è un quartiere della zona occidentale di Londra, nel London Borough of Hammersmith and Fulham, situato a 5,9 km a sud est di Charing Cross.

Era sede della diocesi di "Fulham e Gibilterra". Il Fulham Palace fu la residenza del Vescovo di Londra e oggi è un museo.

Il quartiere è noto soprattutto per essere la sede di tre squadre di calcio: il Fulham F.C., il Chelsea F.C. e il Queens Park Rangers F.C..

Qui è stata uccisa Jill Dando il 26 aprile 1999, giornalista e conduttrice televisiva BBC del popolare Crimewatch.

Per la parte superiore



Fulham Road

Fulham Road è una strada di Londra, in Inghilterra, che si estende dall'A219 road verso est nel centro di Fulham, nel London Borough of Hammersmith and Fulham, attraversa Chelsea e raggiunge Brompton Road, a Knightsbridge, e la A4 di Brompton, nel Royal Borough of Kensington and Chelsea.

Fulham Road è parallela a Kings Road e dalla zona di Brompton Cross continua verso ovest. Lungo la strada sorgono numerosi negozi di antiquariato e di mobili.

La stazione metropolitana più vicina è situata a South Kensington.

Fulham Road è citata in modo ricorrente nell'album dei Jethro Tull A Passion Play e nella canzone dei Maladjusted.

Per la parte superiore



London Borough of Hammersmith and Fulham

Hammersmith and Fulham

Il London Borough of Hammersmith and Fulham è un quartiere londinese nella parte ovest della città, e fa parte della Londra interna.

Venne costituito nel 1965 dalla fusione dei quartieri metropolitani di Hammersmith e Fulham. Era noto come London Borough of Hammersmith fino a quando il nome venne cambiato nell'attuale, il 1 gennaio 1979, per decisione del consiglio di quartiere.

Il quartiere è noto nel mondo per aver ospitato la IV Olimpiade del 1908 a White City, e per ospitare la principale sede della BBC, nel BBC Television Centre.

Attraversato dalla A4 Great West Road e dalla A40 Westway, molte aziende vi hanno degli uffici, e un grosso piano di sviluppo è in corso a White City, con nuovi collegamenti e un grande centro commerciale.

é gemellato con il comune riminese di Montefiore Conca.

Per la parte superiore



Chelsea Football Club

Chelsea FC.png

Il Chelsea Football Club, meglio noto come Chelsea F.C. o semplicemente Chelsea, è una società calcistica inglese con sede a Londra. Fondata nel 1905, milita nella Premier League del campionato inglese, dove ha trascorso la maggior parte della propria storia, e disputa le partite casalinghe nello stadio Stamford Bridge, situato nel quartiere di Fulham (42.360 posti).

Ha conosciuto due epoche di successi: la prima dagli anni sessanta ai primi anni settanta e la seconda dalla fine degli anni novanta ai giorni nostri. Nel suo palmarès figurano tre titoli inglesi, quattro FA Cup, quattro Coppe di Lega inglesi, due Coppe delle Coppe e una Supercoppa europea, oltre a un secondo posto in Champions League.

Il Chelsea disputa le partite casalinghe nello stadio Stamford Bridge (42.055 posti) di Fulham, West London, dove gioca sin dalla fondazione. Nonostante il nome, non ha sede nell'omonimo quartiere di Londra, bensì nel vicino borough of Hammersmith and Fulham. I giocatori vengono soprannominati The Blues ("i blu") per via dei colori sociali, o, più anticamente, The Pensioners ("i pensionati"), per via del vecchio stemma. Il completo tradizionale del club è una maglietta di colore blu reale con abbinati dei pantaloncini bianchi. Il simbolo tradizonale è stato quasi sempre, invece, un cerimonioso leone con un bastone, che nel 2005 ha subito un restyling.

Il Chelsea è quinto nella classifica dell'affluenza media di tifosi negli stadi inglesi. I suoi sostenitori non vivono rivalità accesissime. La maggiore è quella con i vicini del Fulham, poi vengono quelle con gli altri concittadini dell'Arsenal e del Tottenham Hotspur, seguite da quelle con Manchester United e Leeds United.

Il Chelsea fu fondato il 14 marzo 1905 nel pub The Rising Sun (odierno The Butcher's Hook), di fronte all'attuale ingresso principale dello stadio di Fulham Road, e poco dopo venne ammesso alla Football League. I primi anni di vita videro pochi successi, tanto che il miglior piazzamento fu il raggiungimento della finale di FA Cup nel 1915, vinta dallo Sheffield United. Il Chelsea si guadagnò una reputazione mettendo sotto contratto calciatori di grande nome e per la capacità di esprimere un calcio divertente, ma negli anni tra le due guerre il suo impatto sul calcio inglese fu scarso.

Nel 1952 fu nominato allenatore l'ex centravanti della Nazionale inglese Ted Drake, che iniziò a modernizzare il club. Drake intraprese un'opera di modernizzazione del club sia dentro che fuori dal campo. Uno dei suoi primi provvedimenti fu la rimozione del logo storico raffigurante un pensionato di Chelsea dal programma della partita, in modo che il soprannome storico di Pensioners ("pensionati") non fosse più usato e fosse sostituito da un leone rampante (Lion Rampant Regardant). Da allora i giocatori del Chelsea sarebbero stati conosciuti come The Blues. Drake migliorò, inoltre, le modalità di allenamento introducendo sessioni di esercitazione con il pallone, pratica rara in Inghilterra a quell'epoca, e condusse il club alla prima vittoria di rilievo - il campionato nazionale - nel 1954-1955. Le stagioni seguenti videro la creazione della Coppa dei Campioni d'Europa per opera della UEFA, ma il Chelsea fu convinto dalla Football League e dalla FA a ritirarsi dalla competizione ancor prima del suo inizio.

Gli anni Sessanta videro l'ascesa di un giovane e talentuoso Chelsea sotto la guida di Tommy Docherty. I londinesi si batterono per gli allori più importanti nel corso di tutto il decennio e conobbero numerose cadute sul traguardo. Nella stagione 1964-1965, infatti, erano in corsa per il treble League, FA Cup e League Cup e vinsero soltanto quest'ultimo trofeo. In tre stagioni la squadra fu battuta in altrettante semifinali e furono finalisti perdenti di FA Cup. Nel 1970 il Chelsea vinse la FA Cup sconfiggendo per 2–1 Leeds United e l'anno dopo si aggiudicò il primo trofeo europeo, la Coppa delle Coppe, ad Atene, superando nella ripetizione della partita il blasonato Real Madrid.

I tardi anni Settanta e gli anni 1980 furono un periodo pieno di eventi per il Chelsea. Un ambizioso progetto di ristrutturazione di Stamford Bridge mise a repentaglio la stabilità finanziaria della società, costrinse a cedere le stelle e provocò, così, la retrocessione della squadra. Ulteriori problemi furono causati dalla piaga degli hooligan, la cui presenza nelle schiere dei tifosi avrebbe segnato tutto il decennio. Il Chelsea, al nadir delle proprie fortune, fu acquistato da Ken Bates per la cifra nominale di 1£, anche se la proprietà fondiaria assoluta di Stamford Bridge era stata venduta agli sviluppatori immobiliari, con il rischio concreto per il club di dover lasciare il proprio stadio. Sul campo la squadra si era comportata appena meglio, andando vicina per la prima volta alla retrocessione nella Third Division, ma nel 1983 l'allenatore John Neal fu in grado di assemblare una squadra di livello con un esborso minimo. Il Chelsea si aggiudicò la Second Division nel 1983-1984 e si collocò in pianta stabile in massima serie, prima di retrocedere nuovamente nel 1988. Tornò immediatamente in massima divisione vincendo il campionato di Second Division nel 1988-1989.

Dopo una lunga battaglia legale Bates fuse la proprietà fondiaria assoluta con il Club nel 1992, raggiungendo un accordo con gli sviluppatori finanziari, andati in bancarotta per via di un crollo del mercato. Nella neonata Premier League l'andamento del Chelsea non fu convincente, sebbene la squadra raggiunse la finale della FA Cup del 1994. Cionostante fu necessario attendere il 1996, con la nomina del Pallone d'oro 1987 Ruud Gullit come allenatore-giocatore, perché le sorti del club mutassero. L'olandese aggiunse all'organico molti calciatori di prima grandezza, nazionali dei loro paesi, tra cui spicca il nome dell'italiano Gianfranco Zola. Il club fu in grado di vincere la FA Cup nel 1997 e di affermarsi nuovamente come una delle compagini di vertice del calcio inglese. Gullit fu rimpiazzato da Gianluca Vialli, che, sempre nelle vesti di allenatore-giocatore, guidò il team alla vittoria della League Cup e della Coppa delle Coppe nel 1998, della FA Cup nel 2000 e ai quarti di finale della UEFA Champions League 1999-2000. Al suo esonero gli subentrò un altro italiano, Claudio Ranieri, che condusse il Chelsea alla finale, poi persa, di FA Cup nel 2002 e alla qualificazione in Champions League nel 2002-2003.

Nel giugno 2003 Bates vendette il club per la cifra di 60 milioni di sterline al milardario russo Roman Abramovič, completando la vendita di un club inglese più costosa di tutti i tempi. Il nuovo proprietario si accollò il debito di 80 milioni di sterline, pagandone la maggior parte in tempi rapidi. Poi mise mano ad una campagna acquisti faraonica, per una spesa totale di 100 milioni di sterline prima dell'inizio della stagione. La squadra di Ranieri mancò gli obiettivi sperati, raggiungendo la semifinale della UEFA Champions League 2003-2004 e piazzandosi seconda in campionato, così nell'estate 2004 il tecnico fu sostituito dal portoghese José Mourinho, reduce dalla vittoria della Champions League con il Porto.

Nel 2005, anno del centenario della società, i Blues riconquistarono la Premiership a cinquant'anni di distanza dall'ultimo titolo nazionale, in forza di una stagione da record (primato di partite senza reti subite, minimo assoluto di reti subite, primato di vittorie e di punti fatti). Al successo in campionato unirono la vittoria della League Cup (3–2 contro il Liverpool al Millennium Stadium di Cardiff) e la semifinale di Champions League, dove a prevalere fu il Liverpool. Nel 2005-2006 il Chelsea si confermò Campione d'Inghilterra, eguagliando il primato di 29 vittorie stabilito nella stagione precedente. Divenne anche la quinta squadra inglese a vincere due titoli consecutivi dalla seconda guerra mondiale e il primo club di Londra a riuscire nell'impresa dopo ll'Arsenal nel 1933-1934. L'anno seguente il Chelsea vinse la FA Cup e la League Cup ma finì secondo alle spalle del Manchester United in Premier League.

Il 20 settembre 2007, all'inizio della stagione 2007-2008, José Mourinho rescisse consensualmente il contratto con il Chelsea e fu sostituito dal Director of Football Avraham Grant. Grant condusse la squadra al secondo posto in Premier League, alla finale della League Cup, persa contro il Tottenham Hotspur, e alla finale della UEFA Champions League, la prima della storia del club nella competizione. La partita si concluse però con la vittoria del Manchester United ai tiri di rigore a Mosca. Tre giorni dopo Grant abbandonò la panchina del Chelsea per la scadenza del contratto e fu sostituito da Luiz Felipe Scolari. Sotto la guida del brasiliano il Chelsea ha raccolto risultati deludenti, che hanno indotto la dirigenza a sollevare il tecnico dall'incarico a febbraio 2009. Il nuovo allenatore è Guus Hiddink, che continua a guidare la Nazionale russa.

Il Chelsea ha sempre avuto un solo stadio, lo Stamford Bridge, dove gioca sin dalla fondazione. L'impianto fu ufficialmente aperto il 28 aprile 1887. Per i primi 28 anni della sua esistenza fu utilizzato esclusivamente dal London Athletics Club come arena per le gare di atletica e non per il calcio. Nel 1904 il campo fu acquistato dall'imprenditore Gus Mears e dal fratello J T Mear, che aveva precedentemente acquistato un ulteriore pezzo di terreno (precedentemente un grande orto) con l'obbiettivo di impiegare l'intera area di 51.000 m² per la costruzione un campo da calcio.

Lo Stamford Bridge fu progettato per la famiglia Mears dal famoso architetto Archibald Leitch. La famiglia offì poi lo stadio al Fulham Football Club, che rifiutò la proposta. Così i proprietari decisero di farlo usare a una nuova squadra che avrebbero fondato. Contrariamente a molti club che erano nati prima e che cercarono un terreno su cui giocare solo in un secondo momento, il Chelsea fu fondato proprio per giocare a Stamford Bridge. Dato che nel quartiere c'era già un club di nome Fulham, i fondatori decisero di adottare il nome del quartiere adiacente, Chelsea, per la nuova squadra, dopo aver escluso nomi come Kensington FC, Stamford Bridge FC e London FC.

Inizialmente lo Stamford Bridge aveva la forma di un ovale aperto, era provvisto di tribuna coperta e aveva una capacità di circa 100.000 spettatori. Gli anni Trenta videro la costruzione di una gradinata nella parte sud e di una copertura che riparava un quinto di essa. Con il tempo divenne conosciuta con il nome di "Shed End", il punto di ritrovo dei tifosi del Chelsea più fedeli e più caldi, specialmente durante gli anni sessanta, settanta e ottanta. Non si conoscono con precisione le vere origini del soprannome chiare, ma il fatto che il tetto somigliasse ad una lamiera di ferro ondulata giocò la sua parte.

Durante gli anni sessanta e gli anni settanta, i proprietari del club attuarono una modernizzazione che prevedeva 50.000 posti a sedere. I lavori cominciarono sulla East Stand negli anni settanta, ma i costi elevati piegarono quasi il club sulle ginocchia, e la proprietà fondaria fu venduta a promotori immobiliari. Dopo una lunga battaglia legale, i lavori di rinnovazione furono ripresi a metà degli anni novanta e il futuro del Chelsea allo stadio fu assicurato. Le parti nord, ovest e sud dello stadio furono convertite in tribune con tutti posti a sedere e avvicinate di più al campo, un processo completato nel 2001.

Il campo dello Stamford Bridge, la proprietà fondaria, i tornelli e i diritti sul nome Chelsea sono attualmente detenuti dal Chelsea Pitch Owners, un'organizzazione non-profit dove i fan sono azionisti. Il CPO fu creato per assicurarsi che lo stadio non sarebbe stato mai più venduto a promotori. Significa anche che se qualcuno provasse a spostare la squadra in un altro stadio, loro non potrebbero usare lo stesso nome.

Il club vorrebbe aumentare la capienza, portandola a oltre 50.000 spettatori, però, a causa della collocazione dello stadio in un'area con molti edifici, in una via principale e accanto a due linee ferroviarie, i fan possono avere accesso all'impianto attraverso l'entrata di Fulham Road, il che causa difficile un'espansione, dato che ciò violerebbe le regole sulla sicurezza sul lavoro. Per questo motivo si è vociferato di uno spostamento dello stadio del Chelsea all'Earls Court Exhibition Centre, Battersea Power Station o Chelsea Barracks, ma il club ha espresso il desiderio di rimanere nella sua sede attuale.

Sin dalla fondazione del club, il Chelsea ha avuto quattro simboli principali, con piccole variazioni. Nel 1905 il Chelsea adottò come primo simbolo il pensionato di Chelsea, che contribuì alla nascita del soprannome "pensionati" e rimase per il mezzo secolo successivo, anche se non apparve mai sulla maglietta. Come parte della sua modernizzazione, Ted Drake, dal 1955, insistette per rimuovere il simbolo del pensionato. Per rimediarvi fu adottato per un anno un altro emblema, che rimarcava semplicemente le iniziali del club: C.F.C. Nel 1953 il simbolo fu sostituito definitivamente con un leone in posizione eretta che si guarda indietro e tiene uno scettro, che rimase per i successivi tre decenni.

Nel 1930, il Chelsea partecipò ad uno dei primi film sul calcio, The Great Game. Jack Cock, un attaccante del club londinese di quei tempi, fu la star della pellicola, le quali scene vennero girate più volte a Stamford Bridge, specialmente nel campo, nella sala conferenze e negli spogliatoi. Comparvero anche altri giocatori famosi come Andrew Nesbit Wilson, George Mills e Sam Millington. Il Chelsea ha figurato in vari film sugli hooligan, il più recente The Football Factory.

Aggiornata al 2 Febbraio 2009.

Dati aggiornati al 16 febbraio 2009. Sono contate soltanto le partite ufficiali. È conteggiato anche il risultato dei tiri di rigore.

Nota: Gli allenatori contrassegnati da una stellina (*) hanno avuto il ruolo di manager.

Nella prima partita del 2007-2008, contro il Birmingham City, il Chelsea ha stabilito il record di imbattibilità casalinga in Premier League (64 partite). La striscia si è protratta fino a 86 partite casalinge senza perdere (4 anni e 8 mesi) e si è interrotta con la sconfitta interna subita dal Liverpool (0-1) il 26 ottobre 2008.

Ufficialmente il record di affluenza dello Stamford Bridge è di 82.905 spettatori accorsi per il derby con l'Arsenal il 12 ottobre 1935, che rappresenta anche il record di affluenza per una partita di Football League. Il record di affluenza per una partita della FA Cup è invece di 77.952 spettatori, contro lo Swindon Town, al quarto turno il 13 aprile 1911. Comunque una stima di oltre 100,000 fan avrebbe assistito ad un'amichevole contro il team sovietico Dynamo Kiev il 14 novembre 1945. La modernizzazione dello Stamford Bridge durante gli anni '90 impedisce che il record possa essere superato in futuro. L'attuale capacità dello Stamford Bridge è di 42.055 persone.

Il Chelsea ha registrato numerose "prime" nel calcio inglese.

Assieme all'Arsenal è stata la prima squadra ad utilizzare i numeri sul dorso della maglia, il 25 agosto 1928 nella partita contro lo Swansea Town.

Il Chelsea è stata la prima squadra ad utilizzare l'aereo per una partita in trasferta, quando hanno affrontato il Newcastle il 19 aprile 1957 e la prima squadra della First Division ad aver giocato di domenica, quando ha affrontato lo Stoke City il 27 gennaio 1974.

Il 26 dicembre 1999 il Chelsea è diventato la prima squadra inglese a schierare in campo una formazione titolare composta completamente da stranieri, in una sfida valida per la Premier League contro il Southampton.

Il 19 maggio 2007 il Chelsea ha vinto la prima FA Cup al nuovo Wembley Stadium, dopo aver vinto anche l'ultima FA Cup al vecchio Wembley.

Infine, in tutti i campionati sinora disputati, il Chelsea ha terminato la stagione in ogni posizione (dalla prima all'ultima) almeno una volta.

Il Chelsea vive un'accesa rivalità con il Fulham per ragioni storiche e logistiche. I Cottagers, infatti, sono la squadra del quartiere di Fulham, confinante proprio con quello di Chelsea.

Inoltre lo Stamford Bridge si trova nel quartiere di Fulham. Altre rivalità locali dividono i Blues dai Gunners dell'Arsenal e dal Tottenham. Altre squadre di Londra, come il Millwall o il West Ham non vedono di buon occhio i cugini blu.

A livello nazionale il Leeds United è forse una delle squadre meno simpatiche ai fan del Chelsea. La rivalità nacque dalla discussa finale di FA Cup vinta dal Chelsea. Negli ultimi tempi Sir Alex Ferguson (manager del Manchester United) e José Mourinho hanno fatto nascere una contrapposizione significativa tra le due tifoserie. A quanto pare Sir Alex Ferguson attaccò in passato il Chelsea accusandolo di rovinare il calcio con i troppi acquisti e i troppi soldi spesi per avere una squadra competitiva.

In ambito continentale dal 2004 la Champions League ha offerto un palcoscenico prestigioso per le sfide in notturna con gli spagnoli del Barcellona, che hanno lasciato strascichi nei rispettivi ambienti. Anche il Liverpool di Rafa Benìtez si è aggiunto alle grandi rivali del Chelsea, soprattutto dopo le doppie sfide in semifinale di UEFA Champions League che hanno contrapposto i vittoriosi Reds di Liverpool ai Blues di Londra.

Nelle due doppie sfide di Champions League con i blaugrana delle stagioni 2004-2005 e 2005-2006 il Chelsea ha battuto il Barcellona dopo una partita accesissima a Stamford Bridge, partita da dove è nata la rivalità tra i due club. Il Chelsea in quella sfida si qualificò. Nell'annata seguente, sempre in Champions League, il Chelsea uscì sconfitto contro i catalani.

La canzone storicamente associata al Chelsea è "Blue is the Colour", mentre uno dei cori più cantati dai sostenitori del Chelsea è il seguente.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia