Final Fantasy

3.4582701062182 (659)
Inviato da murphy 13/03/2009 @ 20:10

Tags : final fantasy, videogiochi, videogioco, tempo libero

ultime notizie
Xbox 360 - Final Fantasy XIII in uscita nel 2010 - XBox Way
Tra le strade di Downtown spiccano, infatti, dei poster pubblicitari formato gigante raffiguranti l'attesissimo gioco di ruolo della casa giapponese, Final Fantasy XIII. La cosa più interessante? I cartelloni confermano quella che era un'ipotesi già...
Monster Hunter Freedom Unite - Everyeye Network
Accanto a capolavori riconosciuti ovunque, legati alle tradizioni e l'immaginario nipponico (come i vari Final Fantasy, Okami o Zelda) vi sono però titoli acclamati dalla critica e dal pubblico orientali come Mobile Suit Gundam: Crossfire,...
Final Fantasy XIII - GameStar Online
In occasione della presentazione riservata alla stampa dell'esclusiva demo di Final Fantasy XIII (contenuta nel Blu Ray Final Fantasy VII: Advent Children Complete), i nostri colleghi statunitensi di GamePro hanno avuto la possibilità di provare uno...
Final Fantasy XIII non conterrà la lingua giapponese nella ... - GameStar Online
In un'intervista ai microfoni di IGN.com, Yoshinori Kitase, producer di Final Fantasy XIII, ha rivelato che la versione Xbox 360 del gioco di ruolo riservata al mercato europeo potrebbe non includere il doppiaggio in lingua giapponese, per risolvere i...
Final Fantasy III - Gamesource Italia
L'annuncio dell'arrivo di Final Fantasy III per Nintendo DS suscitò grande attesa per i fan della serie. Questo principalmente perché la Squaresoft, poi Square-Enix, nell'arco degli anni ha si riproposto i capitoli della sua saga principale antecedenti...
Final Fantasy XIII in Europa un anno dopo la versione giapponese - GameStar Online
Il producer di Final Fantasy XIII, Yoshinori Kitase, ha dichiarato a Videogamer.com che Final Fantasy XIII arriverà in Europa entro un anno dalla pubblicazione del gioco in Giappone. Il titolo Square-Enix è atteso al debutto in patria entro queste...
Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the Rift - Gamesource Italia
Nel 1998, su Playstation, uscì un gioco che rivoluzionò la concezione di gioco di ruolo per coloro che conoscevano solo Final Fantasy e il suo genere. La Squaresoft diede infatti alla luce Final Fantasy Tactics, un gioco a turni basato però solamente...
Final Fantasy XIII su 360 senza doppiaggio giapponese? - oneBlog
L'annuncio di Final Fantasy XIII anche su Xbox 360 allo scorso E3 fece scalpore, dato che erano anni che la serie principale della celebre franchise usciva in esclusiva su console Sony, ma forse i fan dovranno comunque ricorrere alla versione PS3 per...
Disponibile Final Fantasy Tactics su PSN giapponese - Gamesource Italia
Square-Enix ha rilasciato oggi sullo store giapponese di PSN un altro capitolo della serie Final Fantasy: stavolta si tratta di Final Fantasy Tactics, jrpg tattico uscito sulla prima Playstation e mai approdato in Europa (se non grazie al porting PSP...
Dragon Quest V è il "fortunato milionario" di Square Enix - gamesblog.it
Altri risultati rilevanti sono stati fatti registrare da Dissidia: Final Fantasy con 930 mila copie, Crisis Core: Final Fantasy VII con 840 mila, Chrono Trigger con 790 mila e The Last Remnant con 580 mila copie vendute. Da notare che, a parte The Last...

Final Fantasy

Final Fantasy (in giapponese: ファイナルファンタジー Fainaru Fantaji) è una popolare serie di videogioco di ruolo alla giapponese (J-RPG) prodotta dalla Squaresoft (divenuta, in seguito alla fusione con la Enix nell'aprile del 2003, Square-Enix), una tra le maggiori case di produzione di videogiochi giapponesi.

Ad oggi Final Fantasy rappresenta un videogioco di grande rilevanza storica per il mondo del divertimento interattivo. Soprattutto Final Fantasy VII ha rappresentato una svolta per la serie, dato il passaggio dal 2D al 3D; oggi il settimo capitolo rimane il più venduto della storia della serie.

La storia di Final Fantasy è diversa da capitolo a capitolo, ma l'universo del gioco è sempre familiare grazie a degli elementi ricorrenti.

È invece disponibile in rete una patch, tradotta interamente da un gruppo di ragazzi italiani nella nostra lingua per la versione PC e PSOne.

Sono stati pubblicati, al gennaio 2005, dodici capitoli della saga principale, ognuno dei quali ha trama, personaggi e ambientazioni del tutto differenti; uniche eccezioni, nell'ambito videoludico, sono Final Fantasy X-2, sequel di Final Fantasy X, e Before Crisis: Final Fantasy VII, Crisis Core: Final Fantasy VII, Dirge of Cerberus: Final Fantasy VII, rispettivamente prequel, prequel e sequel di Final Fantasy VII. Entro i primi mesi del 2009 verrà pubblicato il tredicesimo capitolo per Xbox360 e PS3 (la versione Xbox360 non verrà pubblicata in Giappone).

Sono edizioni di Final Fantasy pubblicate solo in giappone con caratteristiche leggermente diverse dalla versione originale (FF VII In/FF X In/Ff XII In) oppure sequel della storia precedente (FF X-2 In/KH FM/KH FM 2). L'unica caratteristica presente in tutti è il doppiaggio in americano con sottotitoli in giapponese (da qui international). Molto più belli sia graficamente sia per i contenuti, la notizia della loro uscita non ha mai varcato il suolo europeo ufficialmente ma grazie alla rete internet ci è giunta notizia negli ultimi due anni di questi giochi che forse non saranno mai tradotti in americano e neanche in PAL.

I vari episodi sono stati sviluppati, nel corso degli anni, su piattaforme differenti: NES, SNES, MSX 2, PlayStation, PlayStation 2, PSP, Nintendo GameCube, Game Boy, Game Boy Advance, Nintendo DS, WonderSwan Color, Nintendo Wii, Xbox 360, Cellulari i-Mode su rete Personal Digital Cellular, Cellulari i-Mode su rete FOMA, Cellulari EZWeb su rete CDMA2000, e anche per PC.

La maggior parte delle colonne sonore degli episodi di Final Fantasy è composta da Nobuo Uematsu, mentre il character design è affidato maggiormente a Yoshitaka Amano (FF da I a VI e IX) e Tetsuya Nomura (FFVII, VIII, X, X-2).

Da qualche anno (2002~2005), la Square ha cominciato a sviluppare il concetto Polymorphic Content, che si concretizza nell'espansione di un brand su più piattaforme (di gioco e non) e con svariati generi di prodotti di merchandise. Nel caso specifico di Final Fantasy, la Square ha lanciato la cosiddetta Compilation of Final Fantasy VII.

FF 1-2-3 Originariamente usciti separatamente su NES, solo il primo al di fuori del Giappone, disponibile per Usa ed Europa, mai tradotto in italiano. Esiste tuttavia una traduzione amatoriale fatta per l'emulazione su pc.

FF 4-5-6 Originariamente usciti separatamente su SNES, il quinto solo in giappone.

FF 7-8-9 Originariamente usciti separatamente su Playstation, in giappone, america e europa.

Inoltre, anche se non si tratta di una vera e propria raccolta, i Final Fantasy per cellulare sono raggruppati sotto la dicitura Final Fantasy I - for MOBILE (nel caso dei giochi per piattaforma i-mode) e Final Fantasy Ez - for MOBILE (nel caso dei giochi per piattaforma EZWeb).

Tour de Japon è un concerto in tour dove sono state suonate i brani contenuti nella serie di Final Fantasy.

Per la parte superiore



Final Fantasy XIII

Final Fantasy XIII è un videogioco di ruolo della serie Final Fantasy, ancora in produzione. Si preannuncia come titolo che rivoluzionerà il mondo di Final Fantasy, ed è solo una parte del progetto noto come Fabula Nova Crystallis. Il gioco è in sviluppo per PlayStation 3 e Xbox 360 da parte di Square Enix.

Il gioco nasce dai creatori di Final Fantasy X e Kingdom Hearts. Durante la conferenza stampa tenuta l'8 maggio 2006 a Los Angeles, la Square Enix ha ufficialmente annunciato l'inizio della next generation di FF, che muoverà il primo passo con la pubblicazione di Final Fantasy XIII per PlayStation 3 e Xbox 360. La peculiarità di questo nuovo capitolo della celebre saga sarà lo sviluppo contemporaneo di altri videogiochi ad esso paralleli, che avranno personaggi, ambientazioni e storie diverse ma si svilupperanno sempre nello stesso universo di FF XIII. Il nome dell'intero progetto è "Fabula Nova Crystallis", ovvero "La Nuova Favola del Cristallo". I titoli finora annunciati sono Final Fantasy XIII (PS3, Xbox 360), Final Fantasy Versus XIII (PS3), e Final Fantasy Agito XIII (per cellulari e PlayStation Portable). Non si sa se questa inedita linea d'azione, che per ora trova un parallelo solo nella "Compilation" (o "Reunion") di Final Fantasy VII, riguarderà unicamente il tredicesimo capitolo o diverrà una procedura abituale anche per gli (ipotetici, sinora) episodi successivi.

Il team che sta lavorando a FF XIII è lo stesso di FF X, mentre il Versus XIII (che non sarà un classico GdR, bensì un videogioco d'azione) è in sviluppo presso il team che ha prodotto Kingdom Hearts II - capeggiato da Tetsuya Nomura, che è responsabile della lavorazione di entrambi i giochi, essendo anche designer dei personaggi in FF XIII.

All'E3 08 alla conclusione della conferenza Microsoft, Square-Enix annuncia incredibilmente il gioco anche per Xbox 360, chiudendo così una tradizione decennale che voleva il titolo Square-Enix come esclusiva delle console Sony.

Il primo trailer rilasciato da Square-Enix palesava subito le notevoli caratteristiche grafiche del gioco (nel trailer, in cui brevi filmati FMV si alternano a sequenze con grafica calcolata in tempo reale, a stento si nota il passaggio dall'uno all'altro formato). Il video è inoltre rivelatore di alcune caratteristiche del gameplay: a differenza del recente FF XII (che ha rivoluzionato la saga introducendo battaglie in tempo reale, simili peraltro a quelle di FF XI Online), il tredicesimo capitolo rispolvererà lo storico sistema ATB (Active Time Battle), che fu un caposaldo della serie nei primi nove episodi, arricchito di nuove opzioni: i combattimenti saranno molto più frenetici, la selezione degli attacchi avverrà attraverso menu più rapidi e intuitivi, si potrà modificare la propria arma nel bel mezzo di uno scontro (la protagonista femminile del gioco, Lightning, è inizialmente dotata di una corta spada che all'occorrenza si tramuta in pistola, simile ai Gunblade di FF VIII), e ci sarà spazio anche per attacchi corpo a corpo come calci e scivolate (una novità assoluta per la serie). Recentemente è emerso che anche le classiche Summon avranno la facoltà di mutare radicalmente aspetto (Shiva, l'elementale del ghiaccio, può diventare una motocicletta cavalcabile dai personaggi). Il trailer mostra Lightning che mette al tappeto uno stuolo di soldati dall'equipaggiamento hi-tech in un treno in corsa, passando attraverso il gruppo di nemici con una destrezza fuori dal comune ed esibendosi in acrobazie, magie, colpi di pistola e arti marziali, perfettamente miscelati tra loro. Non è ancora chiaro se il giocatore potrà concatenare gli attacchi con la stessa rapidità e con la stessa resa coreografica viste nel filmato.

Riguardo al personaggio di Lightning, Tetsuya Nomura, a cui è stato affidato - come da tradizione - il compito di disegnare tutti i principali protagonisti della nuova avventura, ha rivelato che non è stato affatto facile rispettare le consegne impartitegli, secondo le quali l'eroina doveva essere straordinariamente forte (tanto fisicamente quanto nel carattere) e avere uno sguardo glaciale, ma al tempo stesso conservare qualcosa di più che una semplice parvenza di femminilità. Null'altro si sa di preciso su questo personaggio ancora piuttosto enigmatico, eccetto per il commento di Nomura che la classifica come una perfetta "versione femminile di Cloud" (il protagonista, molto famoso, di FF VII).

Gli altri personaggi sino ad ora svelati sono un giovane uomo dalla capigliatura bionda, una ragazza dai capelli rossi, e un giovane di colore, dalla vistosa capigliatura afro; i rispettivi nomi sono: Snow, Vanilla e Sahz. Il primo - stando alle parole di Nomura - "ha un modo di fare da cow-boy". Questo lascia supporre che utilizzerà prevalentemente armi da fuoco, tanto più se il nuovo personaggio reciterà ancora una volta la parte che in passato fu già di Irvine (FF VIII), Vincent (FF VII) e Balthier (FF XII): ovvero, il ruolo di indispensabile comprimario del protagonista, magari con un temperamento riflessivo e solitario, venato di un fascino ambiguo. Altra caratteristica ricorrente, che si ripresenta in Snow, è la grossa corporatura fisica, spesso presente nei comprimari, come Wakka (FF X), Steiner (FF IX), Ward (FF VIII) , Barret (FF VII) etc.

Di Vanilla, invece, si sa davvero poco,ma è probabile che ricopra un ruolo simile a quello ricoperto da Yuna in FFX.

Il personaggio di Sahz, invece, è il secondo personaggio giocabile di colore nella storia di Final Fantasy, prima di lui solo Barrett (FF VII) ha avuto questo ruolo. Sahz viene descritto come un grande amante dei chocobo, un amante del colore verde ed un ottimo pistolero (la sua arma sono le doppie pistole).

Per quanto riguarda invece l'ambientazione, si evince chiaramente dal trailer che lo scenario presenterà una massiccia componente di tecnologia fantascientifica (in puro stile FF VIII), coniugata a scenari più tipicamente fantasy che però, presumibilmente, faranno di tutto per distinguersi dagli stereotipi del genere (nel filmato si può ammirare per pochi secondi una suggestiva foresta dove la vegetazione sembra quasi "cristallizzata"). La tematica del Cristallo dall'immenso potere magico (nata con il primo episodio di FF e rielaborata nei successivi quattro capitoli) sarà, a sorpresa, il fulcro anche di questo FF XIII, nonché di tutti i titoli appartenenti al progetto denominato "Fabula Nova Crystallis", sia quelli già annunciati sia quelli che potrebbero fare la loro comparsa nei prossimi mesi/anni.

Non si sà ancora se il gioco supporterà la Wi-Fi.

Questa alternativa alla storia principale di Final Fantasy XIII, sviluppata dai creatori della serie Kingdom Hearts, non è un sequel ma un'altra storia con una trama più cupa e con personaggi e mondi diversi. Ma nello stesso tempo si incrocerà con il primo capitolo. In alcune delle ultime interviste, si evince che la storia potrà essere divisa cronologicamente in tal modo: -FinalFantasy AgitoXIII, che rappresenta il passato; -FinalFantasy XIII, che rappresenta il presente e -FinalFantasy VersusXIII, che rappresenta il futuro. Non si sa molto su questo gioco, eccetto che il protagonista sarà un ragazzo dai capelli grigi di nome Noctis (Notte in latino), giovane, fascinoso e di famiglia aristocratica, dall'aspetto tanto potente quanto inquietante, che combatte con delle spade e grazie ad esse può teletrasportarsi a breve distanza. Anche qui, ovviamente, ritroveremo la tematica dei cristalli. Del protagonista, Noctis, si sa ben poco, tranne che ha il potere dei cristalli, che gli permettono di usare il suo "arsenale" di spade, e che come Stella, altra protagonista, ha visto la "luce". Ancora non si è capito cosa si intenda per "luce", ma soprattutto cosa simboleggia. Una cosa che ricorda vagamente il significato di "luce" potrebbero essere quelle "auree" che troviamo nel trailer mostrato al festival privato della Square Enix. Il nome "Noctis" è ora ufficiale,con quello della ragazza bionda vista negli ultimi trailer, "Stella". La Square-Enix ha confermato che questa versione rimarrà esclusiva per PlayStation 3.

Final Fantasy Agito XIII era inzialmente previsto come esclusiva per i cellulari di ultima generazione, poi per celluari e PSP e infine divenne esclusiva Playstation Portable. Al momento pare si tratti di un RPG dal gameplay abbastanza simile a quello del recente Final Fantasy VII:Crisis Core,ma con una grafica migliore di quest'ultimo.Sembra anche che gli eventi si svolgeranno in una Scuola di Magia.

I combattimenti sfrutteranno una versione avanzata della barra ATB, la quale sarà alla base delle lunghe sequenze di attacchi che potremo collegare tra loro. L'eroina userà un'unica arma, composta da spada e pistola (il cui design si è ispirato sia al gunblade di Squall di FF VIII che alle armi di FFX-2), che potremo trasformare in base alle esigenze.

Anche in questo capitolo, magia e tecnologia si fonderanno, come accadeva in passato nei tre FF già sviluppati dallo stesso team che attualmente sta lavorando a FF XIII (dicasi gli episodi VII, VIII e X). La somiglianza con tale trittico riguarda anche l'impostazione generale del gioco e il design.

Per la creazione del gioco, tra ideazione dello scenario, concept work e pre-produzione, FFXIII ha richiesto più tempo di qualunque altro Final Fantasy. È stato creato un mondo partendo da zero, il che significa aver creato la sua morfologia, la sua cosmologia e la storia delle sue civiltà. Inoltre, in origine il gioco era previsto per PlayStation 2, ma la mole enorme del progetto, le prestazioni di gran lunga superiori offerte dalla next-gen e il ritardo accumulato, hanno inevitabilmente spinto i produttori a dirottare FF XIII verso le nuove console.

Per la parte superiore



Final Fantasy VII

Final Fantasy VII (ファイナルファンタジーVII, Fainaru Fantajī Sebun?) è un videogioco di ruolo pubblicato nel 1997 dalla Squaresoft (ora Square Enix). Fu il primo gioco di ruolo della saga di Final Fantasy a essere disponibile per la console PlayStation, poi, grazie al suo successo, in versione anche per personal computer con sistema operativo Windows.

Non considerando spin-off o secondi titoli (come Final Fantasy Mystic Quest), fu il primo Final Fantasy ad essere distribuito in Europa ed Australia, e fu anche il primo della saga a mantenere lo stesso nome sia in Giappone che in Nord America (mai accaduto prima poiché non tutti i titoli della saga uscirono immediatamente in America, e quelli saltati prendevano ugualmente in numero secondo di uscita. Ad esempio, Final Fantasy VI negli Stati Uniti d'America, fu chiamato Final Fantasy III, perché i titoli Final Fantasy II, III e V non vi vennero mai pubblicati). La versione nordamericana, europea ed australiana per PlayStation fu rilasciata dalla Sony Computer Entertainment, mentre la versione per computer fu rilasciata dalla Eidos Interactive.

Nonostante tutto, ogni titolo di Final Fantasy segue una storia a sé, senza basarsi minimamente sugli altri, tranne che per un personaggio chiamato Cid, che è presente, anche se in diversi ruoli, in tutte le serie. Lo stesso vale anche per alcune particolari razze di animali, quali i chocobo o i moguri, diventati oramai la mascotte della serie.

Final Fantasy VII fu uno dei primi videogiochi a supportare la grafica-3D che migliorò sostanzialmente la cura dei paesaggi e dei personaggi.

Una caratteristica introdotta in Final Fantasy VI, il desperation attack, ricompare in forma modificata come attacco finale, chiamato nel gioco limit break. Per ogni danno subito, il personaggio reagisce caricando una seconda barra. Al riempimento della stessa, potrà usare un attacco di potenza maggiore. La magia è basata sull'utilizzo della "Materia", ovvero ciò che si ottiene dalla solidificazione di energia mako concentrata. Le armi e le armature utilizzabili contengono alcuni slot ove posizionare le sfere di materia le quali doteranno il personaggio di poteri magici o di altre capacità.

Il gioco contiene una vasta gamma di riferimenti religiosi e filosofici, come il nome Sephiroth (preso dalla Kabbalah) e Heidegger (possibile riferimento al filosofo tedesco Martin Heidegger), e nomi di luoghi quali Midgar e Nibelheim (entrambi dalla mitologia norrena). Come negli altri Final Fantasy, sono presenti personaggi chiamati Cid, Biggs e Wedge (anche se con ruolo diverso), i chocobo e la loro colonna sonora.

Il sistema di combattimento è basato sull'active time battle (o ATB). I personaggi e gli avversari si affrontano secondo un turno ben definito: quando la barra tempo del personaggio è piena, questo potrà compiere un'azione. Gli avversari, nonostante non godano di una timebar visibile al giocatore, seguono lo stesso schema scegliendo automaticamente l'azione da compiere. Infatti, mentre il giocatore sceglie le azioni del proprio personaggio, lascia che il tempo passi e che l'atb degli altri personaggi e dei rivali si carichi. Durante il turno del personaggio, l'atb di chi è coinvolto nella battaglia, è fermo.

Quando non sono in corso le battaglie, Final Fantasy VII offre piccoli enigmi da risolvere e minigiochi. Questi elementi, intrecciandosi con la densa e complessa storia del videogioco, offrono al giocatore momenti di 'svago' durante i quali può completare piccoli dettagli o ottenere oggetti che gli permetteranno di continuare il gioco con più facilità.

Nonostante il gioco sia già di per sé particolarmente intenso e complesso, sono state inserite 'missioni secondarie', per tutti quei giocatori che non accontentatisi di completare la normale storia, decidessero di continuare a potenziare i propri personaggi fino al limite e sconfiggere i 3 mostri leggendari (detti "Weapon").

Final Fantasy VII ha ottenuto una straordinaria serie di primati di vendita, è infatti il titolo della saga più venduto di sempre con oltre dieci milioni di copie vendute, il JRPG più venduto di tutti i tempi prendendo in esame tutte le piattaforme di gioco e tutti i titolo del genere, e il secondo gioco più venduto per playstation dietro al solo Gran Turismo. Una straordinaria killer application, un titolo inevitabilmente legato alla console grigia di casa Sony, tanto da indurre un giornalista a definirlo come "il gioco che vendette la Playstation". Fu uno dei primi videogiochi di ruolo a guadagnare successo anche al di fuori dell'Asia. Il videogioco ricevette ottimi voti dalla maggior parte delle riviste e dai siti specializzati di videogiochi (ha ottenuto il voto di 9,5/10 sia per IGN che per Gamespot). È stato inserito, inoltre, nell'elite dei videogiochi PlayStation, definiti Platinum.

Nel mondo di Final Fantasy VII domina suprema la ShinRa Electric Power Company, politicamente, economicamente e militarmente. La compagnia, che inizialmente vendeva armi, sfrutta l'energia mako (una forma di energia ricavata dall'interno del pianeta) per ottenere e rivendere energia elettrica. Possiede un esercito privato (i Soldier) ed un gruppo di "agenti speciali" (i Turks). È una potenza economica e politica (grazie all'influenza che esercita sul sindaco di Midgar, ormai ridotto ad un mero segretario del Presidente, la ShinRa è praticamente proprietaria della città) ma anche bellica.

I Cetra, chiamati anche Antichi, millenni prima del periodo storico in cui è ambientato il gioco, si occupavano di 'produrre' flusso vitale, producendo, coltivando e riempendo di sapienza ogni luogo in cui vagavano, essendo popolo nomade. Quando il pianeta fu ferito e rischiò d'essere annientato, i Cetra si sacrificarono in gran parte, salvandolo ma senza riuscire a curarlo del tutto. Jenova era una creatura aliena giunta sul pianeta grazie alla caduta di un meteorite: tale essere, al pari di un parassita, si "nutriva" dell'energia vitale del pianeta (il Lifestream). I Cetra combatterono fino alla morte riuscendo a fermare Jenova, ma non a distruggerla del tutto. Oltre 2000 anni dopo, ossia al momento in cui si svolge la storia, gli scienziati della Shin-Ra, nella ricerca di nuove fonti energetiche, scoprirono in uno strato geologico ciò che era rimasto di Jenova. Grazie ad essa il complesso industriale attivò un gran numero di esperimenti, "trattando" con le cellule aliene alcuni membri dell'esercito d'elitè (i Soldiers), al fine di "produrre" un super soldato. Per accrescere il suo potere, la ShinRa non si fa scrupolo di condurre esperimenti di vario tipi su cavie umane: lo scienziato a capo dei progetti è Hojo, il quale sarà causa della creazione di Sephiroth, della morte dei genitori di Aeris (o Aerith nella versione originale giapponese), della cattura di Red XIII (Nanaki) e dell' introduzione delle cellule di Jenova nel corpo di Cloud, il protagonista del gioco. Solo più tardi la ShinRa verrà a scoprire dell'esistenza di un ultimo Cetra superstite, Aeris Gainsborough, la quale costituisce uno dei personaggi fondamentali nella prima parte del gioco.

Un gruppo di ribelli, denominati Avalanche (di cui faranno parte Cloud, Tifa, Barret Wallace, Jessie, Biggs e Wedge) decide di affrontare la ShinRa, per salvare il pianeta dal tumore provocato dai reattori mako. Infatti, quest'ultimi, prelevando quale forma di energia il flusso vitale stesso del pianeta (lifestream) per convertirla in energia mako, ne consumano l'essenza, portandolo inesorabilmente verso la morte.

Benché il Presidente della ShinRa e la ShinRa stessa siano guidati dall'indifferenza, provvedono subito a bloccare il gruppo di ribelli, gettando in seguito calunnie sul loro conto in modo tale da impedire alla popolazione rivolte o disordini vari. Colpo di scena quando nella storia ritorna Sephiroth, un leggendario guerriero creduto morto due anni prima.

Per una descrizione dei personaggi di Final Fantasy VII, vedi Personaggi di Final Fantasy VII.

Midgar è la prima città visitata da Cloud, poiché la sua avventura inizia proprio all'interno della stazione cittadina.

La città presenta un complesso e immenso sistema ferroviario. Nella parte povera, dove vive la maggior parte della popolazione, si erge il monumentale Shinra Building, la torre di controllo della società Shinra. Nella sua periferia sono presenti i reattori coi quali viene raffinato il lifestream.

Nel corso del gioco, verrà installato un cannone in prossimità della Shinra Tower. Questo servirà ad abbattere sia la barriera energetica formatasi intorno al Northern Crater, dopo la comparsa delle creature denominate Weapons, sia uno dei famigerati draghi che si sono liberati con la giunzione di Sephiroth con la Black Materia, la Diamond Weapon, la più debole delle Weapon che prima del suo abbattimento minacciava di devastare la stessa Midgar.

Niebelheim è il luogo di infanzia dei due protagonisti, Cloud e Tifa. Il villaggio, situato in mezzo ad una catena montuosa, si trova nei pressi del reattore Mako contenente il corpo di Jenova, il mostro venuto dallo spazio con l'intenzione di conquistare la terra. Durante un flashback il villaggio viene incendiato da Sephiroth, impazzito a causa di una tremenda scoperta riguardante il suo passato; il padre di Tifa e il maestro della ragazza rimangono uccisi nell'incidente, e Sephiroth stesso scompare a seguito di una battaglia contro Cloud avvenuta nel reattore Mako situato nei pressi della città. In seguito alla distruzione il villaggio viene ricostruito, tant'è che nella storia è possibile visitarlo, e appare esattamente com'era prima dell'incendio. Durante il flashback sovracitato, Sephiroth, prima di perdere il controllo, partecipa attivamente alle battaglie, mostrando subito la sua forza inaudita. Nonostante ciò, i suoi movimenti sono del tutto autonomi, e non è quindi possibile controllarne le azioni.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia