Ematologia

3.406723796988 (1517)
Inviato da gort 13/04/2009 @ 21:15

Tags : ematologia, medicina, salute

ultime notizie
Il bene oscuro: il genio, la ricerca, la vita - Progress Online
I contenuti del film sono stati sviluppati con la collaborazione e il sostegno organizzativo di medici e ricercatori del San Raffaele come Fabio Ciceri, primario di ematologia e Chiara Bonini, Responsabile del laboratorio di Ematologia sperimentale....
Bari - Fondazione Nicolaus - Convegno su : L'ematologia pediatrica ... - PUGLIALIVE.NET
Si svolgerà il 22 e 23 maggio presso lo Sheraton Nicolaus Hotel di Bari il convegno “L'ematologia pediatrica tra ospedale e territorio”, organizzato dall'UO di Pediatria Generale e Specialistica “Federico Vecchio” del Policlinico di Bari,...
Il Progetto Itaca ospite del CV Gargnano - ItaliaVela
Un giro lungo le rive del lago di Garda, un giro lungo tutta l'Italica penisola, sono i due prossimi appuntamenti del progetto di vela terapia "Itaca", iniziativa nata all'interno delle Unità Operative di Oncologia Medica e di Ematologia dell'Ospedale...
Ospedale Santa Maria Misericordia di Albenga: convegno medico su ... - Il Ponente
Le patologie ematologiche vengono oggi considerate un punto cruciale per il peggioramento della qualità di vita degli anziani.Scopo di questo corso, dal titolo Corso Pratico di Ematologia nell'anziano, rivolto a Medici di Medicina Generale ed...
— BERGAMO — SARÀ LA BIOLOGIA molecolare,... - Il Giorno
Lo studio, pubblicato su “Blood”, la più autorevole rivista di ematologia al mondo, è stato realizzato nei laboratori “Paolo Belli” degli Ospedali Riuniti di Bergamo, una struttura tra le più avanzate per la diagnostica molecolare delle malattie del...
Taglio del nastro della nuova Ematologia - MBnews il primo quotidiano online di Monza e Brianza
"L'Unità operativa di Ematologia del San Gerardo è nata nel lontano 1984 - ha spiegato il prof. Pogliani - Da sempre con l'obiettivo di offrire al malato prestazioni di alto livello, con l'attenzione al rapporto medico-paziente anche da un punto di...
CALCIO, BOLOGNA: MAGLIA SCUDETTATA BULGARELLI IN BENEFICENZA - La Repubblica
Il ricavato sarà poi devoluto all'Istituto Seragnoli di Ematologia, dove Bulgarelli rimase in cura negli ultimi mesi della sua vita. Ricreare la storica maglietta, però, non è stato semplice. Certi materiali, infatti, non esistono più,...
Convegno su ematologia e trapianto di midollo osseo a cura del ... - OrvietoNews.it
Domenica 17 maggio, presso la Sala Polivalente di Allerona Scalo, il Comune di Castel Viscardo, il "Comitato per la Vita Daniele Chianelli" di Perugia e l'Avis Comunale di Allerona organizzano un convegno scientifico sul tema dell'ematologia e del...
Ritardo fatale nel ricovero, muore al Cervello un uomo di 65 anni - La Repubblica
Così, la speranza di un miglioramento era stata affidata al trasferimento in un reparto di Ematologia. Intanto, Luigi De Carli aveva iniziato ad accusare gravi problemi respiratori. Intorno alle 15 di sabato, la partenza verso l´Ematologia del Cervello...
Cuneo: 'Io, volontario, cosa posso fare in 'Casa AIL?' - targatocn
Alle 21 nella sala riunioni dell'Ospedale 'S. Croce e Carle' interverranno: la dott.ssa Francesca Salvatico, psicologa presso la SC Ematologia di Cuneo, i volontari dell'Anapaca (Associazione Nazionale Assistenza Psicologica agli Ammalati di Cancro),...

Ematologia

Distribuzione dei gruppi sanguigni dell’uomo

L ematologia è in campo medico la specialità dell’ambito internistico che svolge un ruolo di diagnosi e terapie delle relative malattie, che interessano sia la composizione del sangue sia gli organi che lo riproducono.

I medici specialisti che studiano l’ematologia vengono definiti ematologi.

La parola ematologia deriva dal greco. In particolare si suddivide la parola ematologia in "Emato"- che deriva da αἶμα, αἴματος (aima, aimatos) che significa sangue e –"logia" , da λόγος (logos), discorso o ragionamento.

Per la parte superiore



Paolo Cornaglia Ferraris

Paolo Cornaglia Ferraris (Cagliari, 19 febbraio 1952) è un medico, giornalista e saggista italiano, specializzato in pediatria e emato-oncologia.

Laureato in Medicina e Chirurgia alla facoltà di Genova neel 1976, specializzato in Ematologia clinica e di laboratorio nella stessa Facoltà tre anni dopo, è stato dirigente all'Ospedale Gaslini di Genova per vent'anni, ha lavorato per tre anni nella ricerca farmacologica in USA. Ha fondato nel 2000 la ONLUS Camici & Pigiami e aperto nel 2003 un ambulatorio gratuito per bambini clandestini nei vicoli della vecchia Genova. Da dieci anni è editorialista del quotidiano La Repubblica per il quale cura la rubrica "camici e pigiami" nell'inserto Salute.

Per la parte superiore



Adriana Ceci

Adriana Ceci (Barletta, 9 dicembre 1942) è una politica italiana, esponente del Partito Comunista Italiano e del Partito Democratico della Sinistra e già parlamentare europea.

Si laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Bari nel 1966, specializzandosi successivamente in Pediatria ed in Ematologia Clinica e di Laboratorio. Ha svolto la sua carriera universitaria presso l'Istituto di Clinica Pediatrica dell'Università di Bari, dapprima come borsista (1967-1970), poi come assistente (1970-1980) e quindi come Professore Associato di Ematologia Pediatrica. Dall'ottobre 1999 è docente presso il Dipartimento di Farmacologia e Fisiologia Umana della stessa Università.

Durante la IX Legislatura è eletta alla Camera dei Deputati.

È stata eletta deputata europea alle elezioni del 1989 per la lista del PCI. È stata vicepresidente della Delegazione per le relazioni con l'Albania, la Bulgaria e la Romania, membro della Commissione giuridica e per i diritti dei cittadini, della Delegazione per le relazioni con la Repubblica popolare cinese, della Commissione per la protezione dell'ambiente, la sanità pubblica e la tutela dei consumatori.

Per la parte superiore



Claudio Forti

Claudio Forti (Trapani, 31 Luglio 1958) è uno scrittore italiano.

Laureato in medicina e specializzato in ematologia si è in seguito dedicato alla scrittura. Aveva scritto, già in giovanissima età, articoli per quotidiani (Il Tempo, La Sicilia).

Ha scritto tredici testi teatrali, rappresentati in teatri quali il Teatro Valle di Roma, il Teatro Gioiello di Torino, il Teatro Pezzani di Parma ed il Teatro San Babila di Milano e l’adattamento per l’Italia di Edmund Kean, di Raymund FitzSimons. Lo psicodramma L'uomo dei sogni, che prende spunto dall'opera dello psicologo rumeno Jacob Levi Moreno, ha vinto nel 2003 il premio letterario "I fiumi" per la sezione teatro ed è stato premiato nel 2003 al premio letterario internazionale “Firenze-Europa”.

Ha scritto tre libretti per opere liriche, tra cui Salvo D'Acquisto, musicato dal compositore Antonio Fortunato, rappresentato al Teatro Massimo di Palermo nel 2002 e in altri luoghi, con l'alto patronato della presidenza della Repubblica italiana e Il carceriere del vento, ancora musicato da Fortunato, sul filosofo Empedocle da Agrigento, rappresentata nell'estate del 2005. Una sua romanza lirica è stata eseguita nel 1999 a Tokyo nel corso di alcuni concerti di tenori ed inserita in un DVD dell’evento commercializzato in Oriente.

Ha inoltre scritto il testo di un musical (Una storia meravigliosa) e nel 2008 ha pubblicato il romanzo Šárka.

Ha ricevuto anche riconoscimenti: targa dell’"Associazione Medaglie d’oro al valor militare" (2001), targa della provincia di Trapani (2003), premio "We Build" del Kiwanis Club (2006) e premio UNESCO 2007.

Per la parte superiore



Porpora trombocitopenica idiopatica

La porpora trombocitopenica idiopatica (PTI) o morbo di Werlhof è una malattia autoimmunitaria acquisita, caratterizzata da piastrinopenia dovuta a distruzione periferica delle piastrine. È conosciuta anche come porpora trombocitopenica autoimmune (PTA).

Se ne conoscono due forme: una acuta e una cronica.

La forma acuta colpisce i bambini, indifferentemente nei due sessi, e può svilupparsi dopo un'infezione virale, in particolare il morbillo; dura da 2 a 6 settimane e guarisce spontaneamente senza una terapia specifica.

La forma cronica colpisce soprattutto gli adulti tra i 20 e i 40 anni, è prevalente nel sesso femminile, e si sviluppa dopo una lunga storia di sindromi emorragiche di tipo piastrinico o a seguito di leucemia linfatica cronica. La complicanza più pericolosa è una emorragia a livello cerebrale, con arresto cardiocircolatorio.

La maggior parte dei casi è asintomatica; negli altri casi compaiono i sintomi caratteristici della trombocitopenia (petecchie, sanguinamenti delle mucose o della pelle, ecc.) e occasionalmente febbre dovuta alla reazione autoimmunitaria.

Nei casi più lievi non c'è bisogno di intervento terapeutico, e ci si limita a sostenere la produzione delle piastrine o in qualche caso a contrastare la reazione autoimmunitaria; nei casi più gravi, soprattutto in presenza o in rischio di emorragie spontanee gravi.

Per curare questa patologia, di solito si tenta di trattare la causa principale di questo disturbo eseguendo alcuni esami per rilevare infezioni batteriche, virali, etc... Tuttavia, se non viene identificata una causa certa, essa viene trattata con farmaci cortisonici ad alto dosaggio via orale o endovenosa. Il dosaggio viene poi progressivamente abbassato in base alla risposta ottenuta (innalzamento della conta piastrinica). In alcuni casi però, il cortisone, anche se ad alte dosi, non basta. Il cortisone, ha inoltre svariate controindicazioni che in alcuni soggetti si possono manifestare, per esempio: una costante senso di fame, un esagerato aumento di peso, irascibilità e cattivo umore.

Se poi questa terapia non funziona si ricorre alle immunoglubuline ad alto dosaggio. Esse vengono somministrate per via endovenosa e fungono da immunomodulatore , rallentando la distruzione di massa delle piastrine. Gli effetti dei farmaci sono però solo transitori e non curano il disturbo.

Un'altra terapia, consiste nell' asportazione chirurgica della milza (splenectomia). Essa ha grandi percentuali di successo (non totali però), ma rende antibiotico-dipendenti, in quanto con la milza asportiamo un importante organo linfoide secondario.

Buoni sono i dati che emergono dall’analisi del primo studio clinico volto a verificare l’impatto terapeutico di un nuovo farmaco, il Rituximab. I risultati presentati al 50°congresso della Società americana di ematologia (ASH), recentemente tenutosi a San Francisco (Usa), hanno dimostrato una percentuale di risposta a breve e lungo termine decisamente più elevata nei pazienti trattati con il Rituximab rispetto a quelli che hanno ricevuto la terapia cortisonica tradizionale, risparmiando ad una buona parte di pazienti la rimozione della milza od il ricorso a terapie più tossiche. Tale studio è stato condotto anche su un centinaio di pazienti in 20 centri italiani coordinati dalla clinica di Ematologia di Udine.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia