Edimburgo

3.2968299711858 (1388)
Inviato da gort 06/04/2009 @ 23:13

Tags : edimburgo, regno unito, europa, esteri

ultime notizie
Le Iene di Edimburgo - Horror Magazine
Con l'uscita nelle edicole de le "Iene di Edimburgo", si chiude la collana "I grandi miti del film horror e del brivido" edita dalla società editrice Nuova Periodici, che regala agli appassionati la storia vera di due ladri di cadaveri e di un uomo la...
Volo Venezia-Edimburgo, nuova rotta Jet2.com - FullTravel.it
Raggiungere la Scozia è ancora più semplice e conveniente: con la nuova rotta Venezia-Edimburgo si potrà volare low cost verso la capitale scozzese. Attivata dal 22 maggio, la nuova tratta di Jet2.com sarà coperta per due giorni a settimana: il lunedì...
Nuovo volo Jet2 Venezia - Edimburgo - Travelblog.it
Dopo Olbia - Edimburgo, anche Venezia - che già ospita il volo Jet2 per Leeds - verrà collegata ad Edimburgo. Si vola lunedì e venerdì, con partenza dall' Aeroporto Marco Polo alle ore 17:40 e ritorno dalla città scozzese alle 13:20....
Scozia: Glasgow Rangers campioni - ANSA
(ANSA) - EDIMBURGO, 24 MAG - I Glasgow Rangers hanno vinto il campionato scozzese battendo per 3-0 il Dundee United nella 38/ae ultima giornata. Quello conquistato oggi e' il 52/o titolo nella storia del club, il primo dal 2005....
Jet2.com annuncia un nuovo volo da Venezia a Edimburgo - IlVolo.it
Jet2.com, compagnia aerea low cost del Regno Unito, è lieta di annunciare il lancio della nuova tratta Venezia-Edimburgo, operativa dal 22 maggio. Il volo continuerà fino al 28 settembre 2009, con due collegamenti la settimana (lunedì e venerdì)....
Heineken Cup: e' l'ora della finalissima a due - TGCOM
A Edimburgo sarà una tra gli irlandesi del Leinster e gli inglesi del Leister - freschi vincitori della Guinnes Premiership - ad alzare al cielo la 'Champions League' della palla ovale. C'è da attendersi grande spettacolo dalle 18.00 per una gara che...
Jet2.com presenta i voli per la Sardegna - IlVolo.it
Il 16 maggio, infatti, sarà inaugurata la tratta Olbia-Edimburgo (fino al 27 settembre 2009, con un collegamento settimanale al sabato). Le tariffe partono da 53.99 Euro, a tratta, per persona tasse e spese incluse. “Olbia e la Sardegna ricoprono un...
Criminalità giovanile ad Edimburgo: oltre 12mila reati commessi da ... - Crimeblog.it
12mila crimini, tra furti, rapine ed atti di vandalismo, compiuti in poco tempo ad Edimburgo: ma non è tanto questo il dato allarmante, quanto che gli autori sono dieci ragazzini di età compresa tra i 12 ei 16 anni. Dei veri e proprio baby criminali...
Festival di Edimburgo, anteprima di Giallo - NanoPress
Dario Argento presenterà in anteprima assoluta il suo ultimo film Giallo nella sezione Night Moves del Festival di Edimburgo. Il nuovo, attesissimo, thriller di Dario Argento, Giallo, sarà presentato in anteprima assoluta nella sezione Night Moves del...

Edimburgo

Il Royal Mile durante il Festival di Edimburgo

Edimburgo (in inglese Edinburgh, in gaelico scozzese Dùn Éideann), chiamata dagli Scozzesi Edìmbra, è una città (463.000 abitanti) del Regno Unito, capitale della Scozia dal 1437 e sede del Parlamento dal 1999. La città è situata sulla costa orientale della Scozia e sulla riva meridionale del Firth of Forth, a circa 70 km ad est di Glasgow. La città sorge su di una serie di colline e a chiunque la veda per la prima volta, appare talmente bella che si è guadagnata nel tempo l'appellativo di Atene del nord. Le parti storiche della città (Old e New Towns) nel 1995 sono state dichiarate Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Dopo Londra, la capitale scozzese è la città più visitata della Gran Bretagna con circa 2 milioni di visitatori l'anno e a questo successo contribuisce anche in parte il Festival di Edimburgo che si tiene ogni anno e che è accompagnato da numerose manifestazioni collaterali.

Il nome della città pare abbia origine dal celtico Din Eidyn (Forte di Eidyn), dal periodo in cui era una fortezza per il popolo dei Gododdin, forse perché nella metà del VI secolo era la sede del re Clinog Eitin, il cui nome ricorda appunto quello del luogo. Dopo che la città fu assediata dagli angli della Bernicia, prese il nome di Edin-burh, che a parere di alcuni studiosi deriverebbe dall'anglosassone per "fortezza di Edwin", forse derivato dal re Edwin di Northumbria nel VII secolo, anche se ciò appare poco probabile dato che il nome della città è precedente a quel periodo. Il suffisso burgh significa "fortezza" o "gruppo di edifici", ossia una città, ed è simile al tedesco burg, al latino parcus, al greco pyrgos. Le prime testimonianze dell'esistenza della città come separata dalla fortezza risalgono a un documento dei primi del XII secolo, datato probabilmente 1124, con cui il Re David I assegnava terreni alla Chiesa della Santa Croce di Edimburgo. Ciò indicherebbe che le origini ufficiali della città possono situarsi tra il 1018 (quando re Malcolm II difese la regione di Lothian dagli abitanti del Northumbria) e il 1124. Il documento si riferisce alla chiesa con la denominazione latina di Ecclesia Sanctae Crucis Edwin esburgensis, il che potrebbe indicare che i redattori del documento ritenevano che Edwin fosse l'origine del nome della città e decisero quindi di ricavare la versione in latino da quello che credevano fosse il nome antico; ma potrebbe anche significare che a un certo punto dei precedenti 600 anni il nome era stato alterato per includere una w. In ogni caso, nel decennio dal 1170 il re Guglielmo I di Scozia usava il nome Edenesburch in un documento (di nuovo in latino) che confermava la cessione di terreni eseguita del 1124 da David I. Nel 1215 a Edimburgo si riunì il primo parlamento locale e a partire dal 1455 la città era dotata di una cinta muraria per difendersi dagli attacchi nemici. Nel 1530 un grande incendio distrusse numerosi edifici della città e soli 14 anni più tardi le truppe di Enrico VII distrussero i lavori di ricostruzione che erano in corso e solo dopo il 1603 Edimburgo conobbe un periodo di pace. In seguito alle unions of the crown, Giacomo VI diventò, oltre a re di Scozia, anche il re d'Inghilterra trasferendo però la sede della monarchia a Londra. La città conobbe nuovi tumulti quando Carlo I tentò di imporre la Chiesa anglicana di Stato al posto della confessione presbiteriana scozzese. Nel 1650 il Lord Protector Oliver Cromwell occupò la città scatenando una vera e propria carneficina. Il secolo successivo non fu di certo più pacifico. Sulla scia delle rivolte giacobite, nel 1745 Bonnie Prince Charlie cercò invano di occupare il castello di Edimburgo ma si dovette accontentare solo di alcune vittorie sulle truppe inglesi poiché l'assedio alla fine fallì in quanto le sue truppe non disponevano dell'artiglieria necessaria. Nel 1767 gli urbanisti iniziarono la progettazione della New Town per ospitare la popolazione in rapida crescita. Il quartiere è situato a Nord del vecchio centro ed è un quartiere ordinato e razionale in perfetto stile georgiano. Nel 1817 fu completato il drenaggio e la bonifica del Loch Nor, un fiordo marino che dal Firth of Forth arrivava fino alle pendici della collina in cui si trova la parte più antica della città, dividendola dalla parte nuova. In questa depressione geografica è stata costruita la stazione ferroviaria e furono creati i giardini di Princes Street.

Il centro storico di Edimburgo è diviso a metà da Princes Street e dagli omonimi giardini. La via è la più fequentata della capitale per il passeggio e per gli acquisti. Nella parte meridionale il panorama è dominato dal Castello di Edimburgo (Edinburgh Castle), situato su un cono vulcanico, e dalle costruzioni della Old Town mentre sulla parte settentrionale si affaccia la New Town.

La Old Town conserva la sua struttura medievale nonché molti edifici dell'epoca riformista che si affacciano sulla via principale detta Royal Mile.Questa è un lungo rettilineo di un miglio circa che collega il castello di Edimburgo, a ovest, con l' Holyrood Palace e l'omonima abbazia in rovina, a est, attraversando tutta la vecchia città che poggia su di una collina di origine vulcanica, originatasi durante l'ultima glaciazione.

Il "Royal Mile" è in verità un insieme di quattro vie (Castlehill, Lawnmarket, High-street e Canongate) sulle quali si affacciano numerosi edifici pubblici di notevole interesse. La High Kirk of St. Giles che è la principale chiesa della città, da molti chiamata erroneamente cattedrale, si trova lungo la High-street. Dietro questa chiesa si trova anche la casa del parlamento (Parliament House) che fu il palazzo del parlamento in cui l'assemblea scozzese si riunì fino al 1707 ed è ora l'edificio dell'alta corte del tribunale scozzese. Sempre lungo "il miglio reale" si trova la casa del XV secolo in cui abitò John Knox, il riformatore della chiesa scozzese. In fondo alla via Canongate (ultimo tratto della Royal mile partendo dal castello), in prossimità dell'Holyrood Palace, si trova anche il nuovo parlamento scozzese aperto nel 2004.

Dal Royal Mile si dipartono a spina di pesce le vie secondarie che scendono dalla collina in varie direzioni, con ampie piazze, dove una volta si svolgevano i mercati, a circondare gli edifici pubblici principali e le chiese. Molte di queste viuzze secondarie sono dei cosiddetti close, ossia vicoletti angusti ricoperti da volte che spesso sboccano in cortili interni. In uno di questi vicoletti (Anchor Close) un tempo sorgeva la tipografia "Smellie" che nel 1768 stampò la prima edizione dell' Encyclopedia Britannica. Altri edifici presenti nella Old Town sono il Museum of Scotland, la University of Edinburgh e la Scottish National Library che è una biblioteca che vanta un patrimonio di circa 5 milioni di libri. Questa parte della città era abitata, nel XVIII secolo, da circa 80.000 persone ma,come accade spesso in molti centri storici delle città, oggi non se ne contano più di 4.000.

La New Town si affaccia su Princes Street e venne costruita verso dalla fine del XVIII secolo. Da allora si è ingrandita, ma il nucleo originale rimane un mirabile esempio di architettura e urbanistica dell'epoca georgiana ed infatti la New Town come la Old è stata dichiarata patrimonio dell'umanità. La decisione di costruire un nuovo quartiere al di fuori delle mura fu presa in seguito all'aumento della popolazione verificatosi durante il XVIII secolo.

Nel gennaio del 1766 fu indetta una competizione per trovare il miglior design per il nuovo quartiere e a vincerla fu il giovane James Craig. Egli propose un progetto molto razionale con poche ampie vie perpendicolari tra loro con una via principale al centro chiusa alle sue estremità da due piazze. La via principale fu chiamata George street in onore dell'allora re Giorgio III e ai suoi estremi si trovano le piazze quadrate St Andrew Square a est, e la Charlotte Square, dove oggi si trova la Bute House, sede residenziale del primo ministro scozzese, ad ovest.

La prima versione della New Town fu terminata intorno al 1800 anche se poi, dato il successo del progetto, fu ampliata con l'aggiunta di nuovi quartieri che riprendevano comunque lo schema della versione originale.

L'eccesso di terra levata, derivata dalla costruzione di questi nuovi quartieri, fu utilizzata per creare una piccola collina sulla depressione del Loch Nor chiamata oggi The Mound e che ora collega la città nuova a quella vecchia. Su questa collina nella metà del XIX secolo furono costruiti gli edifici per la National Gallery of Scotland e per la Royal Scottish Academy.

Attualmente nella New Town si trova anche la Scottish National Portrait Gallery.

Il South Side è una parte della città prettamente residenziale e comprende più aree: Saint Leonards, Marchmont, Haymarket, Polwarth, Newington, Sciennes, The Grange, Bruntsfield, Morningside, e Merchiston. In questa zona si trova anche il campus universitario.

Leith è la zona portuale di Edimburgo, lungo il Firth of Forth, anche se mantiene la propria distinta identità rispetto al resto della città. Nel 1920 quando la cittadina di Leith fu annessa ad Edimburgo ci furono non pochi risentimenti ed ancora oggi il seggio parlamentare è assegnato per la circoscrizione di Edimburgo nord-Leith, a sottolineare il fatto che può essere di fatto considerata un'entità separata dalla città. A Leith si trova ammarata la Royal Yatch Britannia, dietro il grande centro commerciale Ocean Terminal costruito negli anni '80 per riqualificare la zona.

Il terreno variabile della città di Edimburgo comprende anche varie colline, oltre a quella su cui poggia il castello e la Old Town, che offrono stupende vedute della città. A sud-est della città vecchia si trova l'Arthur's Seat che è il punto più alto delle colline attorno ad Edimburgo. Si trova sopra l'Holyrood Palace ed ora fa parte dell'Holyrood Park ed è anch'essa una collina di origine vulcanica ed un posto molto frequentato dagli abitanti della capitale.

Il maniero è posizionato sopra una collina (un vulcano spento) che domina la città. Le sue origini vengono indicate intorno al 1130 d.C. Le sue sale oggi sono visitabili ed al castello sono custoditi i gioielli reali scozzesi, tra le quali la pietra del destino (stone of scone) dove venivano incoronati i reali scozzesi. La pietra, che fu sottratta dagli inglesi tempo fa, è stata restituita nel 1996, ma qualcuno sostiene che la pietra sia un falso, sostituita da dei monaci poco prima del furto. Da segnalare che il castello rappresenta la più visitata attrazione del Regno Unito.

Come il resto della Scozia, Edimburgo ha un clima di tipo oceanico-temperato con temperature molto più miti rispetto ad altri posti che si trovano alla stessa latitudine. Gli inverni sono lunghi ma non sono freddissimi considerando che le temperature scendono di rado sotto i 0 °C e che alla stessa latitudine di Edimburgo si trovano città come Mosca. In estate le temperature sono miti con massime che a volte raggiungono i 28 °C anche se durante questa stagione il tempo è molto variabile a causa del vento che soffia spesso in questa zona della Scozia. Le piogge sono distribuite durante tutto l'arco dell'anno e sono poco abbondanti: Edimburgo è tra le città meno piovose della Gran Bretagna.

Edimburgo è famosa per il Festival di Edimburgo, una nota manifestazione di arti dello spettacolo che si svolge in estate. Il Festival (in inglese: Edinburgh Festival o Edinburgh Festivals), pur essendo meglio conosciuto con questo nome, è in verità un insieme di diversi eventi culturali che hanno luogo dalla fine di luglio, per l'intero mese di agosto, fino all'inizio di settembre. L'evento tradizionalmente di più alto rilievo è l'Edinburgh International Festival, che dal 1947 ospita grandi opere teatrali e concerti di musica classica. Oggi questo festival è stato superato per grandezza da un altro evento, l'Edinburgh Fringe, che punta molto sulla commedia. Tra gli altri festival, ci sono l'Edinburgh International Film Festival, la parata militare Edinburgh Military Tattoo e il festival del libro Edinburgh International Book Festival. Oltre al Festival ad agosto, a Edimburgo si svolgono numerosi altri festival e manifestazioni culturali. A capodanno si celebra la Hogmanay ,che in scozzese sta a significare l'ultimo giorno dell'anno, e per l'occasione si svolge una grande festa nelle strade del centro ed in particolar modo lungo Princes Street con concerti, fuochi d'artificio e altre manifestazioni. La festa è orgnizzata dal 1993 e dal 1997 si è deciso di far pagare il biglietto per entrare nel centro, con un massimo di 100.000 biglietti vendibili, per limitare l'eccessivo accalcarsi di gente che si era verificato nelle edizioni precedenti. Un'altra festa molto popolare è la Beltane Fire Festival che si tiene a Calton Hill la notte del 30 aprile. Nella festa si ha una processione seguita da rappresentazioni di scene basate su antiche celebrazioni pagane celtiche.

Edimburgo ha numerosi pubs, discoteche e ristoranti disseminati in tutta la città. Nella Old Town le vie più frequentate di notte sono la Grassmarket, la Lothian Road e le vie che le circondano. Nella New Town, oltre a Rose street, famosa per i suoi pubs con musica dal vivo, negli ultimi anni George Street sta diventando un luogo molto frequentato di notte in seguito all'apertura di numerose discoteche. Queste discoteche si chiamano qui "nigthclubs" e , come in altre parti del Regno Unito, in genere suonano musica Pop ma si possono trovare anche nightclubs underground che suonano musica Techno, House, Elettronica e Drum & Bass. Nelle edicole si trova anche una rivista che si chiama The List, dedicata alla vita notturna di Glasgow e Edimburgo.

Edimburgo è, dopo Londra, la città più ricca della Gran Bretagna con un PIL pro capite di 40.700 euro e con il suo hinterland rappresenta una delle regioni d'Europa con il più alto tasso di crescita economica. La disoccupazione è al 2,2%, valore più basso della media scozzese. L'economia della città poggia soprattutto sul settore dei servizi come il turismo, l'educazione, la ricerca e il settore bancario. Edimburgo è diventato il sesto centro finanziario d'Europa grazie soprattutto alla presenza di numerose istituzioni finanziarie come la Royal Bank of Scotland, quinta banca al mondo, la Scottish Widow, società d'investimento, e la Standard Life, grande cooperativa che opera nel settore finanziario. Il settore bancario è da sempre al centro delle attività cittadine sin da quando nel 1695 fu fondata qui la Bank of Scotland che ha ora la sua sede principale sulla Mound. Il turismo, con la presenza in città di numerosi monumenti, è una voce molto importante per l'economia della città dando lavoro a circa 30.000 persone. Oltre a questi settori Edimburgo, essendo capitale di stato, ha nell'amministrazione pubblica una grande fonte di ricchezza con la presenza di numerosi dipartimenti del governo esecutivo scozzese.

A circa 9 km dal centro città è situato l'Aeroporto di Edimburgo.

Come capitale della Scozia la città ospita il Parlamento scozzese la cui nuova struttura è stata inaugurata nel 2004. Il governo scozzese ha sede nella St. Andrew's House posta su Calton Hill e a Victoria Quay a Leith. La Bute House a Charlotte Square è la residenza ufficiale del primo ministro scozzese.

Edimburgo rappresenta una delle 32 aree amministrative della Scozia e, come tale, l'autorità locale è rappresentata dal consiglio comunale di Edimburgo composto da 58 membri eletti dai cittadini. Il consiglio è guidato dal Lord Provost, massima carica cittadina. Le elezioni per il consiglio comunale si tengono ogni 4 anni.

Per l'elezione del parlamento scozzese la città rappresenta 6 delle 9 sezioni della regione elettorale del Lothian. Ogni sezione elettorale elegge direttamente un membro del parlamento e la regione ne elegge altri 7 per dare un sistema proporzionale.

Per l'elezione della Camera dei Comuni per il Parlamento del Regno Unito l'area della città è divisa in 5 sezioni che eleggono direttamente un deputato del parlamento(MP).

Per la parte superiore



Aeroporto di Edimburgo

L'Aeroporto di Edimburgo è un'aeroporto situato a Edimburgo in Scozia. E' stato il più trafficato della zona con il transito di 9.047.558 passeggeri fatti registrare nel 2007. E' stato anche il settimo aeroporto per traffico passeggeri in Gran Bretagna e il quinto per movimento di aeromobili. E' situato a circa 9 km dal centro città ed è vicino al passaggio dell'autostrada M8.

L'aeroporto è un hub per le compagnei EasyJet, Flyglobespan e Ryanair.

L'edificio del terminal attuale, progettato da Robert Matthew, è stato costruito nel 1977 ed è stato ampliato negli ultimi anni con l'ingrandimento dell'area parcheggi e della hall della zona degli arrivi. Una nuova torre di controllo è stata completata nel 2005. Ci sono importanti progetti per espandere ulteriormente lo scalo.

Per la parte superiore



Le jene di Edimburgo

Le jene di Edimburgo è un film del 1960, diretto da John Gilling con Peter Cushing e Donald Pleasence, basato su una vera storia di profanatori di tombe della fine dell'Ottocento.

Per la parte superiore



Il lampionaio di Edimburgo

Il lampionaio di Edimburgo (titolo originale The Lamplighter) è il secondo romanzo di Anthony O'Neill. Edito per la prima volta nel 2003, ha come protagonista una cupa e gotica Edimburgo sulla fine del 1800.

1860: da un orfanotrofio cittadino, una bambina di nome Evelyn viene portata via da uno strano individuo che la tiene prigioniera in una stanza buia.

1878: strani delitti sono stati compiuti da mano ignota. A fianco di ogni cadavere viene ritrovato un messaggio enigmatico.

Cosa intercorre tra questi fatti?

Un thriller gotico carico di suggestioni religiose e filosofiche che mostra una Edimburgo mai vista prima.

Per la parte superiore



Principe Filippo, duca di Edimburgo

Prince Philip NASA cropped.jpg

Filippo Mountbatten, duca di Edimburgo (Corfù, 10 giugno 1921), è il principe consorte della regina Elisabetta II.

È il consorte della regina Elisabetta II del Regno Unito. Ricopre i gradi militari di Field Marshal e di Ammiraglio di Flotta ed è Comandante in Capo Onorario della Squadra Navale Britannica. Dalla loro unione sono nati quattro figli: Carlo, principe del Galles, la principessa reale Anna, il principe Andrea, duca di York e il principe Edoardo, conte di Wessex.

Il principe Filippo appartiene alla dinastia Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg; è figlio di Andrea di Grecia e di Alice di Battenberg e nipote del re Giorgio I di Grecia. Prima del matrimonio si trasferisce in Scozia, assumendo il semplice titolo di Filippo di Mountbatten (versione inglese del cognome materno). Poco prima delle nozze è nominato duca di Edimburgo. Il matrimonio non viene combinato, ma si rivela comunque perfettamente adeguato per un'erede al trono del Regno Unito, proprio perché Filippo è educato per i doveri del regnante.

L'unione fra i due viene celebrata il 20 novembre 1947. Filippo è cugino di terzo grado di Elisabetta II, essendo entrambi pro-pronipoti della regina Vittoria e diretti discendenti di Cristiano IX di Danimarca.

Il primogenito Carlo nasce nel 1948. Benché la casata reale si chiami Windsor, con un Order-in-Council del 1960 viene decretato che i discendenti della regina Elisabetta II e del principe Filippo possano portare il cognome personale di Mountbatten-Windsor.

Gli è stato conferito il titolo onorifico di cancelliere dell'Università di Cambridge e dell'Università di Edimburgo.

Il 27 settembre 2007 il Principe incontrò cinque isolani di Tanna, che chiesero quando egli avrebbe fatto ritorno sull'isola, come previsto dalle profezie del loro culto, il Movimento del Principe Filippo.

Il 4 aprile 2008 il Principe è stato ricoverato nell'ospedale King Edward VII, per un'infezione polmonare.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia