Compagnie aeree

3.4326347305434 (1336)
Inviato da gort 02/03/2009 @ 22:11

Tags : compagnie aeree, trasporto, economia

ultime notizie
Biglietti aerei troppo bassi? Occhio ai tranelli - Diregiovani
ROMA - Troppo spesso i vantaggiosissimi prezzi dei biglietti che le compagnie aeree pubblicano online si rivelano dei semplici specchietti per le allodole. L'utente si lascia invitare dal costo irrisorio, che nel procedimento d'acquisto si rigonfia...
Africa: armi e aiuti volano sugli aerei della vergogna - Panorama
Nel frattempo, però, in un altro ufficio del Palazzo di Vetro c'è chi firma contratti con le stesse compagnie aeree coinvolte nel traffico d'armi, per il trasporto di aiuti umanitari, caschi blu, materiale logistico. “Esistono società che operano su...
Malpensa e Alitalia, tra Governo Nazionale ed Unione Europea - Il Legno Storto
Il congelamento degli slot di fatto blocca l'entrata delle compagnie aeree che volessero investire sugli scali milanesi. Per onor del vero, bisogna ricordare che Malpensa non è congestionato e dunque sullo scalo varesino tale modifica ha un impatto...
Compagnie aeree spagnole e non: aumentate i passeggeri e pagherete ... - ilTurista
Con una mossa a sorpresa, per dare impulso alla sua industria turistica, la Spagna ha annunciato ieri che le compagnie aeree (spagnole e straniere) che dimostreranno di avere aumentato il numero di passeggeri, nel corso del primo semestre dell'anno,...
Aerei/ Iata: In I trimestre redditività compagnie rimane debole - Wall Street Italia
Lo rileva la Iata, l'Associazione internazionale delle compagnie aeree nel rapporto di aprile sull'indice di fiducia del settore secondo il quale i livelli occupazionali sono attesi in calo nei prossimi 12 mesi. "La redditività delle compagnie...
AEREI: MAGGIORANZA SITI WEB IN REGOLA SU VENDITA ON LINE - Trasporti-oggi
“Il regolamento sui servizi aerei impone una trasparenza totale sui prezzi e spetta alle compagnie aeree il compito di applicare le norme, cosi' come e' nostra la responsabilita' di vigilare”. Secondo il vicepresidente della Commissione Europea Antonio...
Morgan Stanley prudente sul settore delle linee aeree - Borsa inside.com
Morgan Stanley ha espresso oggi prudenza sulle prospettive del settore delle linee aeree. Secondo la banca d'affari il mercato sarebbe troppo ottimista sull'entità della ripresa dei ricavi delle compagnie aeree. Morgan Stanley crede inoltre che a causa...
Alitalia/ La decisione Ue su congelamento slot non usati - Scheda - Wall Street Italia
In altre parole, anche se il governo lo volesse, non potrebbe imporre ad Alitalia di cedere ad altre compagnie, per l'anno prossimo, gli slot che oggi non è in grado di usare. Di norma, il regolamento Ue applicabile prevede che le compagnie aeree...
Aerei: Bruxelles chiede trasparenza - ANSA
In una proposta di direttiva la Commissione chiede che siano garantiti la trasparenza, la non discriminazione e la consultazione delle compagnie aeree quando si tratta di fissare i diritti per le misure di sicurezza, nonche' l'aderenza ai costi di...
Compagnie aeree giu' per influenza - ANSA
(ANSA) - ROMA, 27 APR - Lo scoppio della febbre da suino manda a picco i titoli delle compagnie aeree sui mercati internazionali. A Londra British Airways e' arrivata a perdere fino al 17%, il crollo maggiore dal 21 settembre 2001,...

Elenco di compagnie aeree italiane

Un Boeing 777 dell'Alitalia.

Elenco delle compagnie aeree italiane.

Elenco Vettori Nazionali titolari di Licenza di Esercizio di Trasporto Aereo e di Certificato di Operatore Aereo (COA) secondo la normativa europea JAR-OPS.

Per la parte superiore



Compagnie aeree cinesi

Flag of the People's Republic of China.svg

Le compagnie aeree cinesi attualmente sono circa 70. Questo elenco comprende anche le compagnie aeree delle Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao. Molte compagnie sono state acquistate ed integrate dalle "big" cinesi di questo settore, ovvero Air China, China Eastern Airlines e China Southern Airlines, ma anche da compagnie aeree minori come Hainan Airlines che concorre con le "big".

Per la parte superiore



Lista delle compagnie aeree più grandi del mondo

Segue una lista delle compagnie aeree più grandi del mondo.

Per la parte superiore



Compagnie aeree francesi

Elenco delle compagnie aeree francesi. Questo elenco comprende sia le compagnie aeree della Francia metropolitana sia quelle d'Oltremare.

Per la parte superiore



Air Dolomiti

BAe 146 con la livrea AirDolomiti

La AirDolomiti è una compagnia aerea con base a Verona e sede di manutenzione presso l'aeroporto di Ronchi dei Legionari (GO). Il nome deriva dall'omonimo gruppo montuoso. Venne costituita nel 1989 dal Gruppo Siderurgico Leali su iniziativa dell'imprenditore bresciano Alcide, Domenico Leali; iniziò ad operare dal 1991 sulla rotta Trieste-Genova nel trasporto interregionale e nel 1992 inaugurò voli internazionali da Verona a Monaco di Baviera. La compagnia è dotata di una propria struttura di addestramento, manutenzione e catering, con lo scopo di aumentare la qualità dei servizi offerti ai viaggiatori. Nel 1994 inizia a collaborare con Lufthansa (LH) e ne diviene partner con l'intento di divenire la prima compagnia aerea regionale a respiro europeo.

Dopo diversi anni di collaborazione, Lufthansa acquistò il 26% delle azioni della compagnia nel gennaio del 1999. Nel 2001 AirDolomiti entra nel mercato JET e diventa Launch Customer europeo per i velivoli Bombardier CRJ-200.

Nell'aprile del 2003 Lufthansa giunge all'acquisizione del 52% del capitale fino al 100% nel luglio dello stesso anno. Con la totale proprietà LH la compagnia diventa membro di Lufthansa Regional, gruppo di compagnie aeree regionali tedesche acquisite e controllate da Lufthansa. Nonostante le altre compagnie di questo gruppo utilizzino gli stessi colori e facciano capo allo stesso nucleo operativo, AirDolomiti ha mantenuto la propria "identità" continuando a volare con la propria livrea e mantenando un'autonomia operativa.

Per due anni di seguito, nel 2005 e nel 2006, AirDolomiti ha vinto il premio Business Traveller Award come migliore compagnia aerea nel servizio di bordo assegnato dalla rivista tedesca Business Traveller.

Il 27 gennaio 2009 è diventata Launch Customer italiano per i nuovi velivoli Embraer ERJ 190-200 o meglio conosciuti come Embraer 195. I velivoli entreranno in flotta durante il corso dell'anno andando a sostituire gradualmente i BAe 146-300.

Per la parte superiore



Compagnia aerea

Un aereo Alitalia, principale compagnia italiana.

Una compagnia aerea è un'impresa con lo scopo di fare affari attraverso il trasporto di persone e/o trasporto di merce via aerea.

Il 16 novembre 1909 Ferdinand Graf von Zeppelin fondò a Francoforte sul Meno la prima società d'aviazione nel mondo: La "DELAG", (Deutsche Luftschiffahrt-Aktiengesellschaft: società per azioni di navigazione aerea tedesca) che ha trasportato circa 34.000 passeggeri tra 1910 e 1913. Inoltre partì il 10 giugno 1912 il biplano "Gelber Hund" (cane giallo), il primo aereo postale, dall'aeroporto Francofurt-Rebstock a Darmstadt. Seguirono altre società, e già nel 1913, esisteva una rete di traffico tra Düsseldorf, Baden-Oos, Berlin-Johannisthal, Gotha, Francoforte sul Meno, Amburgo, Dresda e Lipsia. La prima guerra mondiale ha impedito tuttavia il collegamento organizzato tra le capitali europee.

A Francoforte venne introdotto un servizio di traffico aereo regolare con la "Südwestdeutschen Luftverkehrs-AG" e con l'unione delle società di traffico aereo, "Deutscher Aero Lloyd AG" e "Junkers-Luftverkehrs SPA" in "Deutsche Luft Hansa AG“ arrivò il 6 gennaio 1926 il grande successo per il traffico aereo civile tedesco.

La nuova società di traffico aereo statale si sviluppò molto soddisfacentemente e già un anno dopo la sua fondazione la "Lufthansa" inaugurò il trasporto civile in Europa così come nell'Estremo Oriente ed in Sudamerica.

In USA lo sviluppo dell'aviazione civile inizialmente non procedette come in Europa. Questo cambiò il 19 maggio 1927 quando Charles Lindbergh eseguì da solo il primo volo transatlantico con successo. Per questo successo le costruzioni aeronautiche americane e le linee aeree locali hanno avuto uno slancio enorme. Nel 1926 in America vi erano 12 linee aeree; nel 1928 erano già 25. Nel 1930 le più grandi compagnie aeree americane effettuarono il doppio dei voli delle linee europee nel loro complesso.

Fino a qualche anno fa la maggior parte delle compagnie aeree, spesso economicamente in deficit, venivano gestite direttamente dallo stato principalmente per ragioni di prestigio. Queste compagnie si chiamavano anche "flagcarrier" (inglese: flag - bandiera, carrier - vettore) o "compagnie di bandiera" poiché volavano per così dire sotto la bandiera di uno stato, è stato il caso dell'Alitalia, della tedesca Deutsche Lufthansa e francese dell'Air France.

Queste Flagcarrier non dovevano rispondere rigidamente alle esigenze normali del mercato, ma a quelle governative. Eventuali risultati negativi dell'impresa erano appianati frequentemente da donazioni generose da parte dei rispettivi governi.

Per la sempre crescente liberalizzazione (ingl.: deregulation) alle compagnie di bandiera si affiancavano sempre più compagnie private che dovevano essere competitive secondo le leggi economiche del libero mercato. La deregulation pone fine alle compagnie di bandiera.

Le compagnie aeree charter (dall'inglese noleggiare) non dispongono, di regola, di proprie linee aeree ma noleggiano i loro aeroplani ed equipaggio. Questo può essere preso in considerazione da persone private, da imprese per singoli voli o da operatori turistici come: TUI AG, Tjaereborg, Thomas Cook, che si servono costantemente di quest'offerta delle compagnie aeree charter, stabilendo così delle proprie reti di volo.

Più in particolare si caratterizzano, rispetto alle compagnie aeree tradizionali, per non avere un orario "schedulato" sulla base di una programmazione periodica. Non offrono, pertanto, il carattere della continuità.

Oltre alle compagnie aeree statali e private, negli ultimi anni si è assistito al boom delle compagnie aeree "low cost", che si sono imposte sul mercato grazie all'economicità dei loro voli. I prezzi contenuti sono frutto di una politica che punta al risparmio sul personale, a terra (le prenotazioni e gli altri servizi vengono fatti unicamente online) e a bordo (meno hostess e steward in cabina, dove snack e bibite sono venduti, invece che compresi nel biglietto) e sulla scelta di piccoli aeroporti, con minori spese, spesso più lontani dalla destinazione degli aeroporti principali. A differenza delle tradizionali compagnie, inoltre, raramente viene fatto ricorso ai programmi frequent flyer per fidelizzare il cliente tramite viaggi premio.

Paradossalmente, invece, tali compagnie spendono mediamente in sicurezza più di una grande compagnia aerea: questo è dovuto al fatto che grandi aziende, come quelle statali, hanno negli aeroporti nazionali dei propri servizi di sicurezza e controllo, mentre le piccole compagnie low cost devono ricorrere proprio ai tecnici di altre compagnie, pagando, quindi, un prezzo maggiore.

La più celebre compagnia aerea low cost, la prima a riuscire veramente ad imporsi e a lanciare il mercato, è stata la Ryanair.

Lo sviluppo del mercato globale comporta nei voli merci un tasso di crescita come non potranno essere raggiunti in altri campi. Questo implica delle flotte più grandi in confronto alle compagnie di trasporto persone. Così le flotte di noti Cargo Carrier, come Federal Express, DHL o UPS sono costituiti anche da più di 600 aerei, mentre le compagnie aeree passeggeri superano raramente i 300 aerei.

Le compagnie aeree spesso non sono proprietarie degli aerei da loro impiegati - anche nell'aviazione si sono sviluppate diverse possibilità di finanziamenti. Frequentemente gli aeromobili sono presi in leasing; ci sono diverse forme, il cosiddetto dry-leasing e il cosiddetto wet-leasing. Per il dry-leasing la compagnia aerea deve mettere un proprio equipaggio di bordo, per il wet-leasing il personale di bordo è messo a disposizione dai proprietari del mezzo. Su questo mercato, che può essere molto remunerativo, alcune compagnie molto grandi si sono affermate negli anni passati; per esempio: GECAS (en:GE Commercial Aviation Services), una figlia del gruppo General Electric o ILFC (en:International Lease Finance Corporation).

Per la parte superiore



Volo charter

Un volo charter è un servizio di trasporto aereo, merci o passeggeri, non soggetto ad una programmazione sistematica di orari, diversamente a quanto avviene per i voli di linea. Di solito viene stipulato un contratto di noleggio tra due o più contraenti per sfruttare al massimo la capacità del velivolo. Un volo è definito charter solo se il numero di posti è superiore a 12, altrimenti si parla di servizio aerotaxi.

Nel contesto del turismo di massa, i voli charter hanno assunto il significato di voli con il solo ruolo di trasportare i turisti verso le loro destinazioni; spesso i biglietti non vengono venduti direttamente dalle compagnie charter ai passeggeri ma dalle agenzie di viaggio che stipulano il contratto con la compagnia, magari insieme ad altre agenzie. In molti pacchetti di viaggio vengono inclusi il volo, l'alloggio e altri servizi. In passato, i voli charter erano acquistabili solo attraverso tali pacchetti; oggi invece è possibile l'acquisto anche da parte di chi vuole usufruire del solo volo.

Sebbene i voli charter vengano spesso usati nel contesto turistico, a volte può capitare che vengano prenotati da singoli gruppi numerosi, come i dipendenti di una azienda, di una squadra sportiva o a volte da gruppi di militari.

Le compagnie aeree charter di solito percorrono rotte non servite dai regolari voli di linea, di solito più costosi.

Buona parte del traffico aereo negli aeroporti medio-piccoli della Gran Bretagna è costituita da voli charter, e gli introiti economici di questi aeroporti sono proprio le tasse pagate dalle compagnie charter.

Molte grandi compagnie aeree che offrono i voli di linea hanno inaugurato delle compagnie sussidiarie che operano servizi charter, anche se non sempre si sono dimostrate competitive nei confronti delle compagnie specializzate. Inoltre alcune compagnie aeree merci trasportano alcuni passeggeri charter sui loro aerei. Contrariamente, alcune compagnie charter hanno avviato i regolari voli di linea.

I voli charter nascono anche con lo scopo di riempire al massimo la capacità del velivolo, anche se spesso gli standard qualitativi non sono gli stessi dei voli di linea.

Le agenzie di viaggio che comprano posti a bordo hanno spesso acquisito una reputazione di instabilità finanziaria: questo perché in alcuni casi i turisti hanno lamentato voli cancellati con scarso preavviso (e a volte perdendo l'intero pacchetto della vacanza senza risarcimento) o non sono potuti tornare indietro a causa del fallimento della compagnia. Per limitare al massimo questi tipi di danno vengono stipulate assicurazioni obbligatorie.

Per la parte superiore



Air France

SkyTeam banner.png

Air France è la principale compagnia aerea francese. Privatizzata, ha assorbito la compagnia olandese KLM, dando vita al gruppo Air France-KLM. Il business di Air France è suddiviso in tre settori: trasporto passeggeri, trasporto cargo e assistenza & manutenzione aeromobili.

La compagnia fu fondata nel 1933 a seguito della fusione delle compagnie Air Orient, Air Union, Compagnie Générale Aéropostale, Compagnie internationale de navigation aérienne e Société Générale de Transport Aérien. La compagnia copriva diverse rotte europee, ma anche rotte verso le colonie francesi in Africa e altrove. Durante la Seconda guerra mondiale concentrò le sue operazioni a Casablanca, in Marocco; la compagnia appare anche nel film Casablanca.

Dopo la guerra la compagnia fu nazionalizzata e la società fu rinominata con il nome "Societe Nationale Air France" il 1º gennaio 1946. La compagnia fu creata con un atto parlmentare il 16 giugno 1948: il governo ne possedeva il 70%; alla metà del 2002 ne possedeva ancora il 54%. Il 4 agosto 1948 Max Hymans fu nominato presidente dell'Air France: nei 13 anni sotto la sua guida la compagnia portò avanti una politica di modernizzazione, specialmente della flotta: furono adottati i nuovi aerei Boeing 707 e Sud Aviation Caravelle, dotati di motori a jet.

Nel 1949 la compagnia fu uno dei fondatori della "Société internationale de télécommunication aéronautique" (SITA). La compagnia utilizzò per un periodo (a partire dal 1953) il De Havilland DH.106 Comet, ma presto fu rimpiazzato dal Vickers Viscount. Dal 1959 la compagnia adottò l'elegante bimotore Sud Aviation Caravelle. Utilizzò anche diversi aerei della Boeing, ma dal 1974, essendo una compagnia aerea statale europea, cominciò a utilizzare maggiormente prodotti del consorzio (europeo) Airbus.

Nel 1976 iniziò ad utilizzare anche il famoso Concorde, l'unico aereo di linea supersonico ed impiegato soprattutto sulla rotta Parigi-New York; le altre vennero abbandonate nel 1982. Questo velivolo era in grado di coprire la rotta in 3 ore e 20 minuti, ad una velocità doppia rispetto a quella del suono.

Il 12 gennaio 1990 tutte le compagnie aeree statali, l'Air France, Air Inter, Air Charter e UTA, vennero fuse in un unico gruppo che venne chiamato "Groupe Air France". Il 10 febbraio 1999 il governo francese iniziò una graduale privatizzazione sul mercato della borsa di Parigi. L'Air France è uno dei membri fondatori dell'Alleanza SkyTeam nel giugno del 2000.

I cinque Concorde furono ritirati dal servizio il 31 maggio 2003, insieme a quelli in servizio presso la British Airways, a causa degli alti costi di manutenzione e carburante e della poca redditività soprattutto in seguito all'incidente del 2000.

Nel 2003 realizzò uno scambio azionario del 2% con l'Alitalia e l'intenzione era quella di sviluppare un'integrazione con la compagnia aerea italiana, una volta che questa fosse uscita crisi finanziaria nella quale si trovava.

Il 30 settembre 2003 la compagnia annunciò la sua fusione con la KLM, chiamando la nuova compagnia Air France-KLM; l'operazione divenne effettiva il 5 maggio 2004. La quota del governo francese in Air France è stata ridotta dal 54,4% al 44%, rendendo effettiva la privatizzazione; nel dicembre 2004 fu venduta una quota del 18.4%, riducendo la partecipazione statale al di sotto del 20%.

La fusione con KLM è avvenuta nel maggio 2004 e la nuova compagnia, chiamata Air France-KLM, è la più grande compagnia aerea del mondo in termini di reddito e la terza più grande del mondo (la prima in Europa) in termini del rapporto passeggeri/chilometri.

Air France ha trasportato nel 2007 50.394.400 di passeggeri con un load-factor del 80,1% e nel 2008 49.975.100 di passeggeri con un load-factor del 77,9%.

Air France Cargo è la divisione aerea cargo di Air France, la sua base è presso l'aeroporto di Parigi-Roissy, raggiunge più di 200 destinazioni nel mondo e dispone di 7 Boeing 747-200F/SF e di 5 Boeing 747-400ERF. Nell'ottobre 2005, Air France Cargo e KLM Cargo, le due divisioni cargo del gruppo Air France-KLM, annunciarono la fusione delle loro attività commerciali. Oggi il gruppo risultante organizza le operazioni cargo dai Paesi Bassi.

Flying Blue è il programma frequent flyer del gruppo Air France-KLM che premia i passeggeri più fedeli attribuendo un numero di punti/miglia per ogni viaggio effettuato con Air France, KLM, Brit Air, City Jet, Régional, KLM Asia, KLM Cityhopper, CCM Airlines, Airlinair, Air Europa, Kenya Airways, Aircalin. Il programma Flying Blue nasce il 6 giugno del 2005 attraverso l'unificazione dei programmi Fréquence Plus (Air France) e Flying Dutchman (KLM).

Air France è stata vittima di numerosi incidenti, secondo l'Air Safety Network sono in totale 148.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia