Cipro

3.3858208955263 (1340)
Inviato da murphy 12/03/2009 @ 14:11

Tags : cipro, europa, esteri

ultime notizie
A Cipro gli asini sono diventati pericolosi - Ecoblog.it
Gli asini selvatici sono diventati pericolosi sull'isola di Cipro, perché vagano liberi per campi e strade, risultando aggressivi per gli automobilisti che li incontrano lungo il proprio cammino, per i turisti che arrivano sulle spiagge e per la gente...
Creta, calciatori-suore arrestati per offese alla Chiesa - Corriere dello Sport.it
Negli anni passati alcuni giocatori si sono travestiti da scolarette in Portogallo o da bambini a Cipro. Il travestimento da suora, molto probabilmente, non sarà replicato. Soprattutto a Creta, dove sta crescendo l'intolleranza nei confronti dei...
IMMIGRAZIONE: UE PREPARA REAZIONE COMUNE A EMERGENZA - ANSA
(ANSA) - BRUXELLES Il fenomeno dell'immigrazione colpisce soprattutto cinque paesi del Mediterraneo, Italia, Spagna, Malta, Cipro e Grecia ei loro sistemi di gestione sono sottoposti ad una pressione ''eccezionale'' alla quale l'Ue deve rispondere a...
Definita la delegazione ufficiale per i Giochi di Cipro - Radio Televisione della Repubblica di San Marino
E' il numero definitivo degli atleti sammarinesi che difenderanno i colori biancoazzurri la prima settimana di giugno a Cipro, alla 13ma edizione dei Giochi dei Piccoli Stati. Rispetto alla lista inviata ad aprile all'Organizzazione che comprendeva 103...
CALCIO, ALEMANNO: MASSIMA ATTENZIONE PER FINALE CHAMPIONS - La Repubblica
"Abbiamo predisposto - ha spiegato Alemanno - 2 punti di aggregazione per i tifosi stranieri: piazza Cipro per gli spagnoli e piazza Canestro per gli inglesi. Sarà fondamentale il filtro dai paesi di partenza. La nostra preoccupazione più grande sarà...
L'Europa si prepara alle elezioni - La Stampa
A Cipro, in Lettonia, a Malta e in Slovacchia si voterà solo il 6, mentre in Italia, si potrà votare il 6 giugno pomeriggio e per tutta la domenica 7. Hanno optato per un solo giorno, il 7 però, anche Austria, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Estonia,...
Pericolo asini, a Cipro aggrediscono i passanti - La Repubblica
Così difficili da gestire da costringere le autorità locali di una cittadina del Repubblica turca di Cipro Nord a correre ai ripari. Dopo numerose aggressioni ai danni di ignari automobilisti, che si sono visti caricare da branchi di asini selvaggi,...
C'è la Champions, parcheggi addio - Corriere della Sera
I supporter del Barcellona, invece, si raduneranno alla stazione «Cipro» del metrò (sempre linea A), per l'occasione libera da auto e capolinea dei bus, e da lì bus navetta per lo stadio. Divisi anche all'arrivo: quelli del Manchester United su...
CALCIO: CHAMPIONS, I PIANI DI AFFLUSSO E DEFLUSSO DEI TIFOSI - Calcio-oggi
Piazza delle Canestre, all'interno di Villa Borghese, per i tifosi del Manchester United; la Stazione Cipro della linea A (liberata per l'occasione da auto e capolinea dei bus) per quelli del Barcellona. Sono i due punti di raccolta per i supporter...

Cipro

Cipro - Bandiera

Cipro (Κύπρος o Kypros in greco, Kıbrıs in turco) è un'isola del Mar Mediterraneo orientale, la terza per estensione. È situata a sud della Turchia (70 km), a breve distanza dalle coste del Vicino Oriente (100 km) e 500 km a nord dall'Egitto.

Sotto il profilo geografico l'isola di Cipro si situa nell'Asia.

L'isola è occupata per circa i due terzi della superficie dalla Repubblica di Cipro, che dal 1º maggio 2004 fa parte dell'Unione Europea. Il restante territorio, nella zona settentrionale dell'isola, è occupato dalla Repubblica Turca di Cipro Nord (TRNC) che è stata autoproclamata dopo l'intervento militare turco del 1974.

L'inclusione di Cipro tra gli Stati appartenenti all'Europa o all'Asia è, da tempo, controversa. Se dal punto di vista storico-culturale, infatti, l'isola di Cipro si può ritenere uno Stato europeo - e questa considerazione è maggiormente avvalorata da quando la stessa è entrata a far parte dell'Unione Europea -, dal punto di vista geografico sembra appartenere, con il senso per cui un territorio fa parte di un continente in ragione della sua vicinanza geografica, al continente asiatico.

Ne consegue che a seconda del criterio adottato, a Cipro ci si può riferire come paese europeo piuttosto che asiatico.

L'isola di Cipro, terza isola del Mar Mediterraneo per dimensioni, è situata nel mar Mediterraneo orientale a sud delle coste della Turchia, ha una superficie complessiva pari a 9.250 km² di cui 3.355 km² appartengono al settore turco cipriota e il 5% alle basi britanniche. Lo sviluppo costiero è pari a 648 km. Cipro inoltre costituisce l'avamposto più meridionale ma anche più orientale dell'Unione europea nel Mediterraneo.

Il rilievo dell'isola è composto da due catene montuose: quella del Kyrenia, che sorge nel nord della penisola di Karpas, e quella di Troodos, nel sud-ovest dell'isola dove sorge il monte Olimpo (1.953 m), la cima più alta dell'isola. Le due catene montuose sono divise dalla fertile pianura centrale di Mesaria.

Gli unici fiumi che hanno un regime di portata regolare sono lo Yialias e il Peidos, entrambi lunghi circa 100 km.

Il clima dell'isola è di tipo mediterraneo, con estati calde e asciutte e inverni temperati; Annualmente sull'isola cadono 500mm di pioggia prevalentemente durante l'inverno.

Secondo l'ultimo censimento ufficiale eseguito nel 1960 subito dopo l'indipendenza dalla neonata Repubblica di Cipro, la popolazione dell'isola è costituita per il 77% da greco-ciprioti, per il 18% da turco-ciprioti, mentre il restante 5% è costituito da altre etnie. La comunità greca e quella turca condividono molti costumi ma mantengono identità ben distinte, basate sulla religione, e profondi legami rispettivamente con la Grecia e la Turchia.

Mentre precedentemente all'invasione turca le due comunità vivevano disperse sull'intero territorio dell'isola, subito dopo il 1974 la demarcazione si è acuita a causa di una separazione geografica della popolazione forzata dagli eventi bellici: nella parte sud, la popolazione di etnia greco-cipriota rappresenta il 95% di quella totale, mentre in quella nord l'etnia turco-cipriota rappresenta il 98%. Ciò è dovuto alla deportazione di oltre 200.000 Greco-Ciprioti dalla parte nord dell'isola verso l'area sud. I loro beni sono stati confiscati ed i loro simboli religiosi in gran parte distrutti.

Dopo l'invasione del 1974 da parte della Turchia, 150.000 turchi furono trasferiti dall'Anatolia o decisero di insediarsi nella parte settentrionale dell'isola. La proclamata Repubblica Turca di Cipro Nord garantì loro il cambio di cittadinanza. Questo ha portato l'etnia turco-cipriota a rappresentare quasi il 30% della popolazione dell'isola. Questi dati sono però contestati sulla base del presupposto che la Repubblica Turca di Cipro Nord non è riconosciuta dall'ONU e dalla comunità internazionale (con eccezione della Turchia), così come non gli è riconosciuto il diritto di creare nuovi cittadini che pertanto continuano a essere considerati cittadini turchi. Il risultato di questa situazione è che stime sulla composizione etnografica della popolazione dell'isola varino ampiamente fra la forchetta di valori qui riportata.

Lo scambio di popolazione forzato e l'insediamento di turchi anatolici sono le principali ragioni che rendono difficile la ricomposizione delle due parti dell'isola. Nel referendum del 2003 infatti la stragrande maggioranza dei greco-ciprioti ha detto no alla integrazione incondizionata con la parte nord dell'isola.

Il greco è parlato soprattutto nel sud dell'isola, mentre il turco nel nord. In realtà, tale divisione risale all'intervento militare turco di Cipro del 1974, in seguito alla quale i greco-ciprioti del nord vennero espulsi verso il sud.

Storicamente, comunque, il greco nella sua variante cipriota era parlato da circa l'82% della popolazione ed era ampiamente distribuito nell'intera isola. La restante parte della popolazione è di madrelingua turca. In seguito al dominio britannico, anche l'inglese è ampiamente utilizzato.

Oggi i greci di religione ortodossa rappresentano oltre l'80% della popolazione dell'isola (poco più di 700.000 abitanti).

Le altre minoranze sono costituite dai turchi (18% della popolazione, di religione musulmana), i quali risiedono per la maggioranza nella parte dell'isola il cui controllo è stato assunto dalla Turchia nel 1974.

Sono altresì presenti una minoranza armeno-cattolica e una maronita.

La Gran Bretagna mantiene peraltro (e continua a mantenere tutt'oggi) due basi militari il cui territorio non è quindi sotto la sovranità cipriota.

La Repubblica di Cipro è di tipo presidenziale; il presidente viene eletto a suffragio universale e resta in carica per cinque anni. Il Parlamento comprende 59 deputati, eletti ogni 5 anni a suffragio universale.

Nella mappa le due aree rosa scuro sono le basi britanniche di Akrotiri e Dhekelia. La fascia rossa indica la zona neutrale controllata dalle Nazioni Unite, mentre il giallo mostra la zona in prevalenza greca e il rosa chiaro quella a prevalenza turca.

Oltre a Nicosia, la capitale, abbiamo Larnaca, Paphos e Limassol nella parte greco-cipriota dell'isola e Famagosta in quella turco-cipriota.

Repubblica di Cipro.

Dal 1974 le istituzioni della repubblica esercitano la loro autorità solo sulla zona greca.

Il Paese adotta l'euro dal 1º gennaio 2008.

Non c'è alcuna rete ferroviaria a Cipro.

Il turismo, marino e in minor misura archeologico, si è molto sviluppato negli ultimi 30 anni.

Elenco festività.

Per la parte superiore



Regno di Cipro

Armoiries Lusignan Chypre.svg

Il Regno di Cipro fu un regno cattolico crociato sull'isola di Cipro del tardo medioevo.

L'isola fu conquistata nel 1191 durante la terza crociata da Riccardo I d'Inghilterra togliendola ad Isacco Comneno, un governatore locale che si era autoproclamato imperatore bizantino e avanzava pretese sull'Impero di Costantinopoli. Riccardo in seguito vendette Cipro ai cavalieri templari, che a loro volta lo vendettero a Guido di Gerusalemme nel 1192 dopo il fallimento della crociata di Riccardo e la conseguente perdita di Guido del regno di Gerusalemme. Suo fratello e successore Amalrico I di Cipro ricevette la corona e il titolo reale da Enrico IV del Sacro Romano Impero.

La piccola minoranza di cattolici sull'isola era limitata ad alcune città costiere, come Famagosta, ma era presente anche nell'entroterra, per esempio a Nicosia, la capitale tradizionale. I cattolici tennero in mano il potere fino a quando gli abitanti greci vissero nelle campagne (questo fu lo stesso sistema applicato anche nel regno di Gerusalemme). Alla Chiesa autocefala cipriota di fede ortodossa, con il suo arcivescovo non soggetta ad alcun patriarca, fu permesso di rimanere sull'isola, ma venne largamente superata da quella cattolica in reputazione e quantità di beni posseduti.

Dopo la morte di Amalrico di Lusignano il regno passò a una serie di giovani ragazzi che crebbero fino a diventare re. Mentre vari membri della famiglia Ibelin, che ebbe gran parte del potere a Gerusalemme prima della sua caduta in mano ai musulmani, fecero da reggenti in questi primi anni. Nel 1229 uno dei reggenti Ibelin fu obbligato ad abbandonare il suo ruolo da Federico II del Sacro Romano Impero, che portò lo scontro tra Guelfi e Ghibellini anche sull'isola. I sostenitori di Federico furono sconfitti già nel 1233 mentre il conflitto continuò in Europa per molti altri anni.

I discendenti della famiglia di Federico, gli Hohenstaufen, continuarono a regnare su Gerusalemme fino a quando, nel 1268, Ugo III di Cipro reclamò il titolo e il territorio di San Giovanni d'Acri alla morte di Corrado III di Gerusalemme; in questo modo egli unì i due regni. I territori palestinesi vennero alla fine persi mentre era re Enrico II di Gerusalemme nel 1291, ma i re di Cipro continuarono comunque a rivendicare il titolo regale.

Cipro aveva un'Haute Cour, l'Alta Corte, nonostante fosse meno potente di quanto lo fosse stata quella di Gerusalemme. Infatti l'isola era più ricca e feudalizzata del regno di Gerusalemme e di conseguenza il re disponeva di una maggiore ricchezza personale e poteva permettersi di ignorarla. Inoltre il regno era spesso in conflitto con gli invadenti mercanti italiani, difatti l'isola era diventata il centro dei commerci europei con l'Asia e l'Africa dopo la caduta di San Giovanni d'Acri nel 1291.

I re alla fine vennero sempre più sottomessi dai mercanti genovesi nel XIV secolo. Cipro allora si schierò con il papato di Avignone durante il Grande Scisma nella speranza che la Francia si occupasse di cacciare gli italiani dall'isola. Nel 1426 i Mamelucchi trasformarono il regno in uno stato tributario; i successivi monarchi persero gradualmente quasi tutta la loro indipendenza fino a quando nel 1489 l'ultima regina, Caterina Cornaro, abdicò e cedette l'isola alla Repubblica di Venezia.

In seguito il titolo di re di Cipro rimase alla casa Savoia e come tale compare, dopo il titolo di re di Sardegna anche negli atti ufficiali fino alla proclamazione del Regno d'Italia. Al giorno d'oggi Vittorio Emanuele Savoia possiede, infatti, anche il titolo di re titolare di Cipro.

Per la parte superiore



Anna di Cipro

Arma dei Re di Cipro: inquartato di 1)Gerusalemme, 2)Lusignano-Cipro, 3)Armenia e 4)Cipro

Anna di Lusignano-Châtillon (Cipro, 24 settembre 1419 – Ginevra, 11 novembre 1462) fu una principessa della casa di Lusignano, influente sposa di Ludovico di Savoia.

Nota per essere una delle più belle dame del suo tempo, ma anche dipinta come donna viziosa e incapace di obbedire, a lei è dovuta la trasmissione del titolo regio, sia pur soltanto nella titolarità dei diritti, alla Casa di Savoia: ciononostante, o forse proprio per gli sforzi vanamente compiuti in difesa di Cipro, ad Anna sono state riversate le colpe del dissesto delle finanze sabaude e il declino dei dominî sabaudi, dopo il grande regno di Amedeo VIII.

Morta senza eredi la nipote Carlotta di Cipro (1487), ultima Regina legittima di Cipro e moglie di Luigi di Savoia, le Corone di Cipro, Gerusalemme e Armenia si trasmetteranno ai duchi di Savoia, accompagnando ogni atto ufficiale degli stessi, tra cui lo Statuto albertino.

Anna è la figlia di re Giano di Cipro e di Carlotta di Borbone e sposa a Chambéry nel 1434 Ludovico di Savoia: il matrimonio rientra nella trama di alleanze architettata da Amedeo VIII, che rafforza il legame Savoia-Cipro mediante l'unione (1440) della nipote Amedea di Monferrato con Giovanni II, fratello di Anna.

Per la parte superiore



Supercoppa di Cipro

La Supercoppa di Cipro (in Greco Ασπίδα ΚΟΠ) è una competizione annuale cipriota in cui si affrontano in un'unica gara i vincitori della massima serie del campionato di calcio cipriota, e i detentori della Coppa di Cipro.

Per la parte superiore



Olimpo (Cipro)

Olimpo (Cipro)

Coordinate: 34°55′00″N 32°52′00″E / 34.933333, 32.866667 Il monte Olimpo è una montagna di Cipro alta 1.951 m, il più alto dell'isola nella catena dei Troodos che ne occupa la parte centrale. Il picco più alto, dal nome di Chionistra, è quasi completamente occupato da installazioni di telecomunicazioni e radar dell'esercito cipriota e del Regno Unito, come previsto dal Trattato di Indipendenza del 1960.

Negli inverni con più precipitazioni è possibile sciare sulle piste dell'Olimpo, partendo dal villaggio di Troodos.

L'Olimpo della mitologia greca si ispira invece all'omonimo monte della Grecia, fra la Macedonia e la Tessaglia.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia