Cavallino

3.3652365236423 (909)
Inviato da gort 11/03/2009 @ 03:13

Tags : cavallino, puglia, italia

ultime notizie
Formula 1, Gp di Turchia 2009: La Ferrari verso il Gran Premio ... - Sportevai,it
Le Rosse non avranno conquistato il primo posto nel Gran Premio di Monaco, ma il terzo posto di Kimi Raikkonen e il quarto di Felipe Massa valgono come una vittoria in uno degli inizi di stagione più difficili nella storia della scuderia del Cavallino....
Cavallino, incendiata Alfa147 nella notte - il Paese Nuovo
Lecce (salento) - Nella notte, a Cavallino, in via del Crocifisso, intorno alle ore 03.20 circa ignoti hanno dato fuoco ad una autovettura Alfa147 cospargendola di liquido infiammabile intestata ad una signora intestata 35enne e in uso anche al marito....
Prosegue la raccolta fondi Ferrari per l'Abruzzo - La Stampa
Dopo i 220 mila Euro raccolti con la vendita dell'ultima F430 Coupé in occasione dell'Asta Leggenda e Passione svoltasi il weekend passato a Maranello e con la vendita di alcuni memorabilia della Scuderia Ferrari sul sito ufficiale del Cavallino,...
La Ferrari torna competitiva, Brawn Gp nel mirino - RomagnaOggi.it
Stefano Domenicali, team principal del Cavallino Rampante, è soddisfatto solamente in minima parte: "considerato anche il difficile inizio di stagione, il terzo ed il quarto posto rappresentano un bel risultato ma non è ancora quello che vogliamo"....
Tutti i team sostengono la Ferrari - La Gazzetta dello Sport
Secondo il presidente della Fia, il Cavallino si iscriverebbe al prossimo campionato anche con il contestatissimo nuovo regolamento. La Ferrari, così come altri team (ora addirittura sembrerebbero tutti e 10 compatti), contesta invece l'introduzione di...
Roma Motor Show, 6 e 7 giugno all'insegna dei motori - Ciaopeople Magazine
Circa 20 vetture tra le più belle del Cavallino Rampante sfileranno lungo il centro storico per tornare infine all'Auditorium, dove saranno esposte per l'intera giornata di sabato. Sfilata simile anche per le auto d'epoca, con la Mostra Internazionale...
Le filastrocche del cavallino - La Repubblica
Non so se questo genere abbia un nome: io l'ho chiamato "filastrocche del cavallino", dal nome dell'animale che di solito viene evocato in circostanze analoghe. Forse influenzato dal suo cognome in I, il lettore Andrea Civinini ne improvvisa un'altra...
Scontro Mosley-Ferrari il Cavallino va in tribunale - Il Secolo XIX
È scontro in Formula Uno: Max Mosley rinnova il piano di introdurre una limitazione ai costi di budget fin dalla prossima stagione, e la Ferrari ricorre in tribunale. Quella di Londra è stata una giornata convulsa e piena di colpi di scena....
Cavallino (Lecce) - Casting per la selezione di Mister World ... - PUGLIALIVE.NET
Domenica 24 maggio a partire dalle ore 10,00 presso la scuola di danza "Miracles Dance" in via A. De Gasperi, 75 a Castromediano - Cavallino (Lecce) si terrà il casting nazionale per selezionare cinque candidati che la sera del 2 giugno a Gallipoli si...
Modica: sit-in del Pdl per le condizioni di via Risorgimento - CorrierediRagusa.it
Iniziativa appoggiata anche da Cavallino Via Risorgimento (nella foto di Carmelo Poidomani) potrebbe restare chiusa al traffico per 2 mesi a causa dei lavori in corso. I commercianti si disperano e paventano un crollo verticale dei già magri affari....

Cavallino ruota

Il Cavallino Ruota è il nome di un francobollo per pacchi italiano emesso nel 1954.

Il Cavallino Ruota è il più raro francobollo della Repubblica Italiana, il più ambito dai collezionisti di questo settore. Creato per affrancare i pacchi postali e non le lettere, consta di due parti staccabili attraverso una serie di dentelli verticali. La parte sinistra veniva messa sul bollettino che accompagnava il pacco, quella destra sulla ricevuta comprovante l’avvenuto pagamento della tariffa postale. Francobolli di questo genere furono prodotti fino agli anni 1970, poi si tornò ad affrancare i pacchi con i francobolli ordinari, come succedeva prima del 1914.

Il Cavallino Ruota ha una sua storia particolare, perché la rarità è data dalla filigrana che ha forma di ruota alata e non va dunque confuso con il valore del tutto simile ma a filigrana con forma di stella. In ogni caso è bene non trascurare come l’acquisto di un valore di questa fattura richieda la presenza di un certificato peritale che ne attesti l’autenticità e di una garanzia commerciale che ne comprovi la provenienza. L’emissione fu decisa con Decreto Ministeriale del 15 luglio 1953 ma la tiratura è sconosciuta, pertanto la quotazione si basa esclusivamente sugli esemplari reperibili sul mercato. La rarità è confermata dalla scarsa reperibilità anche dei valori usati che arrivano ad essere quotati 3.900 Euro. Si può supporre che la causa di rarità sia dovuta alla scarsità di esemplari stampati dato il notevole importo tariffario, prima della decisione di cambiare la filigrana da ruota alata in stella, decisione che avvenne nel febbraio del 1957. Bisogna però affermare che, in questo caso, molta importanza viene data alla centratura della vignetta, che deve avere da tutti i lati uguale distanza dai dentelli. Solo un esemplare perfettamente centrato e con la gomma perfettamente integra può arrivare ad essere quotato gli 8.900 Euro attuali dei cataloghi 2007.

Per la parte superiore



Cavallino di Monterufoli

Il cavallino di Monterufoli è una razza equina più piccola di un normale cavallo ed è molto longeva. La testa è piuttosto lunga a differenza del collo, relativamente corto e muscoloso. La criniera è particolarmente folta, il dorso largo e massiccio, groppa obbliga, la coda ha un’attaccatura bassa, gli arti sono forti e muscolosi. Gli zoccoli appaiono compatti e resistenti. Nell'insieme ha un aspetto armonico. Una volta domato è docile e versatile, caratteristiche che lo rendono particolarmente adatto all’equitazione dei giovanissimi.

In passato il cavallino di Monterufoli era molto usato negli spostamenti tra Grosseto e Pisa inquanto robusto e resistente e per tanto adatto a percorsi impervi.

Per la parte superiore



Cavallino arrì arrò

Questa è una filastrocca popolare usata per divertire i bambini piccoli; fa parte di una tradizione che sta svanendo, e risale almeno alla seconda metà del secolo XIX. Presenta testi leggermente variabili nel tempo e nei luoghi, reperibili in alcuni libri di filastrocche per bambini, che, per tale motivo, non sono qui riportati.

La tradizione popolare Versiliese tramanda, ormai con difficoltà, due versioni di "Cavallino arrì arrò" che differiscono tra loro leggermente nel primo verso, pur essendo simili nella prima metà ad altre versioni riportate dai libri per bambini, mentre la seconda metà sembra originale.

La filastrocca è qui riportata semplicemente perché non vada perduta.

Ogni verso è ritmato in quattro tempi identici, che vengono scanditi dalla mamma facendo saltellare il bambino sulle ginocchia, per imitare il passo del cavallo.

Cavallì cicciricciò/ per la biada che ti dò/ per i ferri che ti metto/ devi andare a San Francesco./ A San Francesco c'è una via/ che ti va a Santa Lucia;/ a Santa Lucia c'è un altare/ con tre monache a cantare/ una per i Vivi, una per i Morti,/ una per i Santi Padri nostri.

L'altra versione inizia con: "Cavallino arrì arrò" ; per il resto pare identica.

Da notare: in tempi non recenti, quando era in uso la " Trazione Animale " , si usava come comando di Partenza " START " il grido "Arri!", accompagnato da un leggero urto di entrambe le redini sul collo dell'animale; per fermare, il comando di " STOP " era costituito da un sonoro "Léééh!" accompagnato dalla brusca trazione di entrambe le redini. Questo può spiegare l' "arrì arrò" della filastrocca.

Per la parte superiore



Paola Cavallino

Paola Cavallino (Genova, 6 giugno 1977) è una nuotatrice italiana.

È una specialista della farfalla, ed in particolare dei 200 metri, distanza su cui ha vinto un argento ai Campionati europei di Madrid 2004 e si è classificata al settimo posto alle Olimpiadi di Atene (miglior risultato di sempre di un'italiana alle Olimpiadi in questa distanza), unica italiana oltre a Federica Pellegrini a conquistare una finale individuale nel nuoto in quella edizione dei Giochi.

Dopo aver iniziato il percorso agonistico nei Nuotatori Rivarolesi, è passata al Multedo 1930 e quindi all'Andrea Doria, società della quale fa tuttora parte allenata da Renato Marchelli.

Dopo le Olimpiadi di Atene ha interrotto l'attività agonistica per maternità, per poi ritornare alle competizioni.

Il suo miglior tempo nella sua specialità, i 200 farfalla, è di 2.09.24, tempo ottenuto al Trofeo Sette Colli di Roma nel 2008, che le ha permesso di partecipare alle Olimpiadi di Pechino, dove ha tuttavia conseguito un tempo maggiore. Ha dichiarato di voler terminare la propria carriera con la partecipazione ai campionati mondiali di nuoto 2009 a Roma.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia