Castelfranco Veneto

3.3969534050246 (1116)
Inviato da maria 28/02/2009 @ 07:40

Tags : castelfranco veneto, veneto, italia

ultime notizie
Matteo Tagliariol a Castelfranco Veneto - NotiziarioItaliano.IT
CASTELFRANCO VENETO (TV) – Si inaugurerà sabato 23 maggio alle ore 17.00 la sala scherma del comune di Castelfranco Veneto. La cerimonia avrà inizio presso la sala Consiglio del del Municipio dove ci sarà l'incontro con la squadra olimpica maschile di...
Castelfranco Veneto, pochi fedeli a messa: parroco in sciopero ... - Il Messaggero
Questo parroco di Castelfranco Veneto farebbe bene a non esagerare coi digiuni perchè "morto un Papa se ne fa un'altro". Lui digiuna per «Un gesto di amore per riavvicinare le pecorelle smarrite» ma a me sembra più un ricatto per far sentire in colpa i...
Omicidio Tassitani, l'accusa chiede l'ergastolo - Corriere della Sera
VENEZIA - Il falegname Michele Fusaro, perdente nella vita ma cinico nell'uccidere, deve essere condannato all'ergastolo per il sequestro ed omicidio di Iole Tassitani, la figlia di un notaio di Castelfranco Veneto (Treviso) assassinata nel dicembre...
A Castelfranco Veneto (Treviso) apre il Museo Casa Giorgione - ExibArt
Voluto dalla Città di Castelfranco Veneto, il Museo celebra lo straordinario valore dell'artista e il contesto, unico al mondo, in cui è proposto. Casa Marta-Pellizzari, detta di Giorgione, è luogo inimitabile, intriso del mistero e della meraviglia...
Castelfranco, lo sciopero della fame del parroco attira i fedeli ... - Il Messaggero
TREVISO (10 maggio) - Lo sciopero della fame e tre giorni di preghiera hanno sortito il loro effetto e all'ora della messa oggi la chiesa di Don Eros Pellizzari a Campigo, frazione di Castelfranco Veneto, era piena. Don Eros da domenica scorsa e fino a...
Veneto/ Bancomat aperti con fiamma ossidrica, fermati 3 giostrai - Wall Street Italia
I carabinieri del nucleo investigativo di Treviso, in stretta collaborazione con il nucleo operativo e radiomobile di Castelfranco Veneto, hanno quindi individuato in un parcheggio pubblico una Volkswagen Golf da 230 cavalli, risultata rubata,...
Operaestate Festival Veneto 2009 - NonSoloCinema
... con la programmazione nelle sette arene di Bassano (Giardino Parolini), Thiene (Villa Fabris), Rossano Veneto (Parco Sebellin), Sandrigo (Villa Comunale) Montecchio Maggiore (Castello di Romeo) Schio (Villa Toaldi Capra), Castelfranco Veneto (Villa...
Notte Musei: parole e musiche nella citta' del Giorgione - ANSA
(ANSA) - CASTELFRANCO VENETO (TREVISO), 17 MAG - E' stata dedicata al tema 'Giorgione, tra sogno e mistero' la notte dei musei a Castelfranco Veneto. L'evento si e' articolato in una serie di performances di lettura,musica e teatro fino all'1 di...
Casa Giorgione a Castelfranco: il clima c'è, il pittore un po' meno - Gente Veneta
Un buon antidoto perché simili ansie non diventino ossessive può essere Casa Giorgione a Castelfranco Veneto. Non è una battuta: a parte il fatto che il concetto è stato espresso dal parroco del Duomo di Castelfranco, mons. Lino Cusinato, in queste...

Baseball Softball Dragons Castelfranco Veneto

Baseball pictogram.svg

Il B.S.C. Dragons nasce nel 1966 a Castelfranco Veneto grazie a Salvatore Tantillo e a Gianfelice Trivellato (Triestini venuti a lavorare nella castellana) e alla mamma di tutte le società, la gloriosa Polisportiva di Castelfranco Veneto con Presidente Giuseppe Pasetti. Una proiezione domenicale mattutina al cinema Hesperia di un film americano "Quando torna primavera" sul baseball e l’invito dei due triestini a provare con guantoni e palline il giorno dopo sull’erba dello stadio Giorgione. Il lunedì lo stadio era pieno! I primi giocatori: Gazzola, Turcato, i fratelli Marchesan, Bragagnolo, Marcon, Fiorentin, Ambrosi, Basso, Tosato, Bonaldo, Rossi, Loriano. Nel 2006 ha festeggiato i 40 anni. E' una delle più vecchie società sportive di Castelfranco Veneto e in questo lungo periodo di continuità ha coinvolto centinaia e centinaia di giocatori. Alcuni di loro sono approdati anche nella massima serie A, dando lustro alla società e un nome tra tutti: Betto Fabio, lanciatore della Fortitudo Bologna, due volte olimpionico e vincitore, negli ultimi anni, del Campionato Italiano 2005 e Coppa Italia 2008. Ancora oggi la Società lavora con grandi sacrifici sui giovani e il vivaio castellano con la categoria Ragazzi, Cadetti e Under 21 è tra le migliori realtà del panorama italiano. Ad affiancare l'attività giovanile ci sono due formazioni senior: una squadra di baseball che gioca in serie C e una che partecipa al campionato di baseball in serie B. In tutto circa 100 giocatori che vengono coinvolti in campionati regionali e interregionali dal mese di aprile a ottobre. Le squadre sono seguite da tecnici federali e da molte stagioni possiamo disporre anche di allenatori stranieri di alto livello tecnico. La Società da molti anni opera nell'ambito scolastico e nell'anno 2008 tra scuole elementari e medie sono stati introdotti al baseball e softball circa 500 alunni. Ogni anno le squadre partecipano a tornei in tutta Italia e alcuni giocatori delle giovanili di baseball e softball hanno fatto parte delle Nazionali Italiane di categoria. L’ultimo in ordine di tempo è stato il nostro giocatore Filippo Ghirardelli che ha vestito la casacca azzurra nel Mondial Hit 2008 vincendo la medaglia d’oro con la Nazionale Ragazzi Nord.

Il B.S.C. Dragons è una delle squadre di baseball della Serie B.

Per la parte superiore



Stazione meteorologica di Castelfranco Veneto

La stazione meteorologica di Castelfranco Veneto è la stazione meteorologica di riferimento relativa alla località di Castelfranco Veneto.

La stazione meteorologica si trova nell'area climatica dell'Italia nord-orientale, nel Veneto, in provincia di Treviso, nel comune di Castelfranco Veneto, a 44 metri s.l.m. e alle coordinate geografiche 45°41′N 11°56′E / 45.683, 11.933Coordinate: 45°41′N 11°56′E / 45.683, 11.933.

In base alla media trentennale di riferimento 1961-1990, la temperatura media del mese più freddo, gennaio, si attesta a +1,9 °C, quella del mese più caldo, luglio, è di +23,5 °C .

Per la parte superiore



San Floriano (Castelfranco Veneto)

Albrecht Altdorfer, L'arresto di S. Floriano, Norimberga, Germanisches Nationalmuseum

San Floriano è una frazione del comune di Castelfranco Veneto in provincia di Treviso.

La frazione, che dista poco più di 5 Km dal comune di Castelfranco Veneto è sede di una chiesa dedicata al santo patrono del paese San Floriano che, secondo la tradizione, sarebbe stato un ufficiale dell'esercito romano convertitosi al cristianesimo e la cui festa viene ricordata dal paese il 4 maggio.

Questa piccola località è attraversata dall'antica via postumia, importante arteria stradale di epoca romana che solcando l'intera pianura padana giungeva sino a Genova.

San Floriano è sempre stato poco più che un piccolo villaggio sin dalle sue antiche origini e divenne poi feudo di Castelfranco nel Medioevo. Fu soltanto a partire dal 1500 che cominciò ad aumentare la sua popolazione trasformandosi lentamente in un piccolo paese.

La chiesa, la cui ubicazione fa da spartitraffico al centro della via postumia, è stata ricostruita in stile neoclassico su quella preesistente nel 1845 e, affidata alla gestione e alle cure dei Canonici Regolari Lateranensi, svolgeva le funzioni di parrocchia per tutto il circondario.

Nel 1865 gli fu aggiunto un campanile che non era presente nella configurazione della chiesa vecchia. Allo stesso periodo (1854) risale la costruzione del nuovo cimitero.

In questa chiesa parrocchiale sono conservate alcune opere pittoriche notevoli, tra cui spicca la tela del 1528 "Madonna in trono con bambino circondata dai santi Floriano, Liberale, Caterina e Barbara" attualmente ubicata nell'altare maggiore, opera di Francesco Bissolo, artista formatosi alla scuola del più grande Giorgione, nativo di Castelfranco Veneto.

San Floriano è anche sede di una artistica villa del 1600, opera dell'architetto Francesco Maria Preti e dichiarata monumento nazionale.

Appartenente dapprima all'antica nobiltà veneta della famiglia Balbi, grandi proprietari terrieri della zona e da questi utilizzata come casa di campagna, è passata in seguito all'antico ordine religioso dei Canonici Regolari Lateranensi, che affonda le sue radici nelle prime epoche del cristianesimo a Roma, al clero della basilica romana di San Giovanni in Laterano e all'impostazione data alla vita comunitaria del clero da Sant'Agostino. I Canonici ne fecero un "Alunnato San Pio X" per la formazione scolastica e religiosa delle nuove vocazioni dell'ordine provenienti da tutta italia fin dal 1954.

In questa villa soggiornò a lungo nei suoi ultimi anni di vita l'abate dei CRL Giuseppe Ricciotti, ormai in pensione, ma che era stato docente universitario, archeologo e storico del cristianesimo e la cui esistenza di studioso si era intrecciata con le più note figure del modernismo come Ernesto Buonaiuti anch'egli sacerdote e storico.

Lo stesso abate dei CRL fu oggetto di un richiamo all'ordine da parte della Santa Sede su alcune sue traduzioni dall'ebraico e su alcune sue impostazioni di storico moderno. Richiami a cui egli comunque aveva sempre prontamente obbedito, a differenza di altri suoi colleghi che incorsero nella inevitabile sospensione "a divinis" da parte del Santo Padre.

Lo storico e artistico edificio attualmente è stato trasformato in istituto scolastico pubblico gestito direttamente dallo Stato.

Oltre alla scuola media a tempo pieno la cui sede è appunto la villa del '600, sono presenti strutture sportive, una scuola materna, una scuola elementare, una scuola parrocchiale, un centro culturale e altri gruppi e associazioni varie.

Le piccole aziende presenti sul territorio non superano le dieci unità.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia