Carlo Lucarelli

3.3491879350257 (862)
Inviato da amalia 13/04/2009 @ 10:11

Tags : carlo lucarelli, autori, letteratura, cultura

ultime notizie
In agenda domani - Borsa Italiana
Intervengono Renato Bellavita, Federico Barilli, Carlo Bonomi, Ennio Lucarelli, Giancarlo Capitani, Marco Mauro e Luigi Mastrobuono. (Lingotto Fiere, via Nizza 294) Torino 10h00 ACFE-CRIF Fraud Conference su "Le frodi non sono in crisi" (termina il 28...
Il comasco che rubò la Gioconda - Il Corriere di Como
202, 17 euro) lo scrittore Carlo Lucarelli e il criminologo Massimo Picozzi. Il volume ha anche una sezione dedicata al “caso” della televenditrice Wanna Marchi (comasca di adozione grazie all'appartamento di Faggeto su cui indagarono le fiamme gialle...
Paolo Nori e Carlo Lucarelli a Carpi con i ragazzi del treno per ... - Bologna 2000
Bassa modenese - Gli scrittori Paolo Nori e Carlo Lucarelli mercoledì 13 maggio al Teatro Comunale di Carpi parteciperanno all'incontro con gli insegnanti e gli studenti che hanno preso parte nel gennaio scorso al progetto Un treno per Auschwitz....
Gerace, incontro con Carlo Lucarelli - Strill.it
... prende spunto e si collega allo spettacolo “Teatro canzone”, un concerto di parole e musica, nuovo progetto di Carlo Lucarelli (giornalista Rai e scrittore), Marco Bettini e Simona Vinci, sui problemi di povertà e sviluppo della Sierra Leone....
Estate Fuori Città 2009: da maggio a ottobre musica e cultura nei ... - LungoParma.it
Da Enzo Jannacci a Elio e le storie tese, da Richard Galliano a Markus Stockhausen, e poi Alessandro Bergonzoni, Carlo Lucarelli, la Banda Osiris, i Virtuosi della Scala. Sono solo alcuni dei tantissimi ospiti in calendario per Estate fuori città,...
ICT: DOMANI A TORINO PRESENTAZIONE RAPPORTO ASSINFORM 2009 - Libero-News.it
All'incontro parteciperanno Ennio Lucarelli Presidente di Assinform, Luigi Mastrobuono a capo di Gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico, Renato Bellavita, vice Presidente della Sezione ICT dell'Unione Industriali di Torino, Carlo Bonomi...
La mappa storica dei clan mafiosi a Milano (e in Italia) - Blogosfere
La scorsa estate, una sera, ho visto la trasmissione di Carlo Lucarelli, Blu Notte, sulla mafia al Nord: raccontava il radicamento dei clan malavitosi nell'Italia settentrionale (qui il video). Per qualche settimana non ci ho pensato più....
Jolly Rosso, disposta l'archiviazione - RIVIST@
Persino Carlo Lucarelli nel suo libro "Navi a perdere" (editrice verde-nero), ha cercato di squarciarne il velo di mistero che da sempre avvolge il caso. La decisione dell'archiviazione è stata presa ieri dal giudice del Tribunale di Paola,...
FALCONE: GELMINI, NON TEMERE DI PARLARE DI MAFIA IN SCUOLE - ANSA
Il ministro Gelmini ha cenato al self service del traghetto insieme agli studenti e, dopo la proiezione del film inchiesta sul maxi processo alle cosche di Carlo Lucarelli, i ragazzi si sono assiepati per rivolgere domande ai protagonisti dell'incontro...

Carlo Lucarelli

Carlo Lucarelli a Lucca Comics & Games 2008

Carlo Lucarelli (Parma, 26 ottobre 1960) è uno scrittore, conduttore televisivo, sceneggiatore e giornalista italiano.

Attualmente vive tra Mordano e Città di San Marino.

Figlio di un medico, ha ottenuto la maturità classica presso il Liceo Torricelli di Faenza e si è laureato con una tesi incentrata sulla Repubblica di Salò.

Il suo esordio letterario avvenne con il giallo Carta bianca del 1990, il primo di una lunga serie di noir a sfondo poliziesco, genere per il quale è conosciuto anche all'estero. Tra gli altri, ricordiamo "Almost Blue", suo bestseller da cui è stato tratto anche un film e il romanzo giallo-noir Laura di Rimini (2001). Ha collaborato con Dario Argento alla sceneggiatura del film Non ho sonno (2001). Scrive anche per diversi giornali o riviste (Il Manifesto, L'Europeo, Il Messaggero) ed ha vinto numerosi premi letterari.

Si è occupato di molteplici attività: per la televisione è stato autore di un programma condotto da Adriano Celentano, conduttore del programma Blu notte - Misteri Italiani dal 1998 e per il fumetto ha firmato il soggetto del n.153 di Dylan Dog (La strada verso il nulla).

Ha anche scritto la sceneggiatura per numerosi spettacoli di Feste medievali: La gabbia della dannazione eterna (1996) e Belfagor, ovvero la vanità del Diavolo (2002), entrambi rappresentati alle Feste medievali di Castrocaro, e Korn lo sfracello di Dio (2006), alle Feste medievali di Brisighella.

Ha fondato "Gruppo 13" un'associazione di scrittori di romanzi gialli della Romagna e cura la rivista telematica: Incubatoio 16. Insegna anche scrittura creativa alla Scuola Holden a Torino e nel carcere Due Palazzi di Padova.

Dopo un breve periodo di pausa, nel 2006, è ritornato in televisione, ideando la fiction diretta dai fratelli Manetti (L'ispettore Coliandro, e con Milonga Station. Nel 2008 è in onda una serie di quattro film tv tratti dai romanzi del commissario De Luca.

Nel 2008 è uscito per Einaudi il romanzo storico "L'ottava vibrazione".

Per la parte superiore



Mauro Smocovich

Mauro Smocovich

Mauro Smocovich (Pescara, 9 maggio 1966) è uno scrittore italiano.

È collaboratore editoriale e curatore di alcune riviste e collane editoriali dedicate al thriller e al noir. In particolare ha curato il DizioNoir (Delos Books, 2006), una guida agli autori e alle storie dell'inquietudine, il DizioNoir - Fumetto (Delos Books, 2008) e il DizioNoir - Le origini del Giallo italiano (Delos Books, 2008). Fra le sue opere, la raccolta di racconti L'angelo Curioso/Imperfetto Silenzio (Noubs, 1997) e il romanzo Non è per niente divertente (Il Foglio, 2002 e Orient Express, 2006).

I suoi testi sono stati portati a teatro da Matteo Cotugno e Anna Rita Fiorentini con lo spettacolo Corpi Estranei e da Camillo Di Tullio con i suoi diaporami Semplice esercizio, Il bambino allo specchio e lo spettacolo L'Angelo Imperfetto.

Curatore della rivista telematica dedicata al thriller e al noir Thriller Magazine e, insieme a Sacha Rosel, del sito di letteratura dell'inquietudine e dell'imperfezione I pinguini nel sottoscala. Ha collaborato con le riviste Noir Magazine (De Agostini) e Fiction TV (Nuov@ Periodici).

Recentemente ha creato il personaggio Cornelio Bizzarro (Star Comics, 2008) insieme a Carlo Lucarelli e Giuseppe Di Bernardo.

Per la parte superiore



Osvaldo Soriano Football Club

L'Osvaldo Soriano Football Club è la rappresentativa nazionale di calcio degli scrittori italiani. Nata nel settembre 2001, ha sede a Cesena.

Come altre compagini a livello nazionale che raccolgono, per scopi benefici, anziché veri e propri atleti, esponenti di categorie professionali (vedi la Nazionale Italiana Cantanti, la Nazionale Italiana Magistrati, la Nazionale Italiana Autori di Fumetti, La Nazionale Italiana Comici e Umoristi, la Nazionale Italiana Parlamentari, la Nazionale Italiana Farmacisti), promuove e sostiene progetti di solidarietà e beneficenza.

Attraverso l'organizzazione di eventi calcistici e culturali, si propone di far avvicinare sempre più persone alla lettura, ai libri e alla letteratura creando occasioni di scambio fra scrittori italiani e stranieri e donando libri a ospedali, carceri e biblioteche.

Dal 2006 fa parte della Writer's League, che organizza tornei internazionali di calcio fra le Nazionali di scrittori provenienti da tutto il mondo, per favorire l'incontro e il confronto tra le realtà letterarie dei Paesi coinvolti.

Il nome è un tributo a Osvaldo Soriano, il giornalista e scrittore argentino autore di Triste, solitario y final, grande appassionato di calcio, che mise questo sport al centro di molti suoi scritti (fra questi Pensare coi piedi e Fùtbol, storie di calcio).

Fra i componenti della squadra Alessandro Baricco (centrocampista), Enzo Fileno Carabba, Gian Luca Favetto (portiere), Carlo Lucarelli (punta), Michele Mari (ala), Alessandro Perissinotto (terzino), Beppe Severgnini (mediano), Giampaolo Simi (centrocampista), Dario Voltolini.

Fra i sostenitori della squadra Niccolò Ammaniti, Loriano Macchiavelli, Francesco Piccolo, Giampiero Rigosi, Gabriele Romagnoli, Marco Travaglio.

L'Osvaldo Soriano Football Club ha ispirato il film documentario Scrittori nel pallone di Davide Minnella, Alessandro D'alessandro e Annalisa Lo Pinto, presentato all'edizione 2006 del Festival della letteratura di Mantova.

Nel 2002 la Gazzetta dello Sport ha pubblicato Schema libero, una raccolta di racconti su trentacinque anni di storia del calcio mondiale scritti dai giocatori-scrittori dell'Osvaldo Soriano Football Club.

Per la parte superiore



Giallo storico

Il giallo storico più che un sotto-genere del giallo o poliziesco, può essere considerato una particolare variante all'interno del genere - generalmente di tipo classico-deduttivo - variante che si caratterizza per un'ambientazione temporale storica anziché contemporanea.

Il giallo storico abbraccia un arco temporale estremamente vasto, per cui si spazia dal giallo medievale a quello ambientato nella Roma classica, nell'antico Egitto o nella Grecia antica, dal giallo rinascimentale a quello di età moderna. Spesso il detective di turno è un personaggio realmente vissuto, come Aristotele o Dante Alighieri o Claudio Galeno.

Tra gli autori più prolifici vanno annoverati Ellis Peters, Margaret Doody, Candace Robb, Lynda S. Robinson, Lindsey Davis e gli italiani Monaldi & Sorti (creatori della saga il cui protagonista è l'abate Atto Melani), Danila Comastri Montanari, creatrice della serie in cui ad investigare è il senatore romano Publio Aurelio Stazio, e Giulio Leoni, che affida le indagini a Dante Alighieri.

Recentemente si è andata affermando una variante particolare del giallo storico, ormai accettata in questa definizione per via della distanza temporale del contesto storico evocato, cioè quella del poliziesco ambientato nella prima metà del Ventesimo secolo. In questo specifico segmento del giallo storico si sono segnalati scrittori come gli inglesi Philip Kerr e Alan Furst, l'italiano Carlo Lucarelli e l'italo-americana Ben Pastor, creatrice quest'ultima della saga di Martin Bora, un ufficiale-detective tedesco della Wehrmacht indirettamente ispirato alla figura di Claus von Stauffenberg, che vanamente attentò alla vita di Hitler il 20 luglio 1944.

Le note biografiche sono in ordine di ambientazione cronologica. Tra parentesi è segnato il periodo storico (vedi tabella sovrastante).

Autore di un bel romanzo incentrato su una indagine che prende le mosse da un'orazione mai pronunciata da Lisia, Luciano Bellè sviluppa una interessante vicenda in cui un investigatore dilettante, il sofista Melanolykos, indaga su un presunto suicidio e su un omicidio vero e proprio. Il romanzo, uscito nel 2002, si intitola La trentaseiesima orazione di Lisia.

Genovese, docente di lettere, nel 2002 ha pubblicato un romanzo ispirato al testo di Tito Livio (Ab Urbe Condita, XXXIX, 8 - 20) e ambientato a Roma (e in altre parti d'Italia, Grecia e Africa) nel II sec. a.C., precisamente nel 186 a.C. L'inchiesta è condotta in maniera avvincente dal console Spurio Postumio Albino e prende inizio da una denuncia privata contro i culti bacchici. Il romanzo si intitola Tempesta su Roma. Lo scandalo dei Baccanali.

Un giallo particolare, raccontato in prima persona dal poeta latino Quinto Orazio Flacco, è stato pubblicato nel 2005 da Luigi Calcerano, autore di diversi romanzi e saggi, tra cui spicca il saggio, scritto con Giuseppe Fiori, Guida alla lettura di Agatha Christie, edito nel 1990. Il romanzo, invece, si intitola Meminisse iuvabit. Una storia del 23 a.C. e tratta di un misterioso intrigo dalla soluzione inaspettata.

A partire dal 1990 scrive gialli storici incentrati sulla figura di Publio Aurelio Stazio, nobile senatore della Roma di Claudio (metà I sec. d.C.). Al momento sono stati pubblicati 14 romanzi: Mors tua, In corpore sano, Cave canem, Morituri te salutant, Parce sepulto, Cui prodest?, Spes ultima dea, Scelera, Gallia est, Saturnalia, Ars moriendi - Un'indagine a Pompei, Olympia - Un'indagine ai giochi ellenici, Tenebrae, Nemesis. Oltre ai romanzi succitati, l'autrice ha pubblicato anche una serie di racconti con Publio Aurelio protagonista: Una dea per Publio Aurelio Stazio, Una perla per Publio Aurelio Stazio, Una moglie per Publio Aurelio Stazio, Un'eredità per Publio Aurelio Stazio, Una filosofa per Publio Aurelio Stazio.

Oltre alla serie di Publio Aurelio la Comastri Montanari ha scritto altri romanzi e racconti ambientati in differenti epoche storiche: La campana dell'arciprete, Ricette per un delitto, Istigazione a delinquere, Il panno di Mastro Gervaso, Una strada giallo sangue (raccolta di racconti), Il giallo del serpente (racconto), Assassinio al tempio di Vesta (racconto), Natale anno zero (racconto), I delitti delle porte (racconto), Ser Niccolò e il dentifricio della contessa (racconto), Cosimino Ruccellai e il mistero di Vicolo degli Angeli (racconto), Il panettone di Leonardo (racconto), Il dono di Giuda (racconto), Aggressione a un giornalista ("Di tutti disse mal...") (racconto).

Nel febbraio 2007 ha pubblicato l'interessantissimo saggio Giallo antico. Come si scrive un poliziesco storico, edito da Hobby & Work, sull'argomento omonimo: in appendice sono contenuti i racconti I pirati del Chersoneso, Assassinio al tempio di Vesta e Il giallo del serpente.

Il professor Giuliano Dego, già docente presso le Università di Glasgow, Leeds e Londra, è l'autore del romanzo Seren la Celta. Giallo alla corte di Nerone, pubblicato nel 2006. La vicenda più che un giallo è una spy-story ambientata al tempo di Nerone ed è incentrata sulla figura di una principessa britannica che attraverso sanguinose e crude peripezie deve favorire la rivolta del suo popolo contro la dominazione romana per vendicarsi da un episodio di violenza e stupro subito da sua madre, da sua sorella e da lei stessa. La protagonista intreccia le sue avventure con quelle della corte di Nerone e di un serial-killer che spaventa Roma.

Nel 1995 Marino ha pubblicato un romanzo, dal titolo Rosso pompeiano. L'investigatore è Marco Holconio, che deve scoprire l'assassino della figlia di un notabile. La vicenda è ambientata a Pompei nel 79 d.C. poco prima che la città venga distrutta dall'eruzione del Vesuvio.

Magrì agli inizi degli anni 2000 ha pubblicato due romanzi in cui a svolgere le indagini è il celebre medico Claudio Galeno (seconda metà II sec. d.C.), intitolati Il medico delle isole e Il medico dell'imperatore.

Precedentemente, negli anni '80 e '90, aveva pubblicato una serie di romanzi in cui svolgeva indagini il capo dei vigiles Ponzio Epafrodito (La statua d'oro, Il sale in bocca, Indagini sulla morte di uno schiavo), oramai introvabili e non più ristampati, ambientati a Roma nel II sec. d.C..

Luigi De Pascalis, abruzzese, ma romano d'adozione, nel 2006 ha iniziato una serie che ha come protagonista il magistrato Caio Celso, ambientata a Roma nel 366 d.C. Il primo romanzo della serie è intitolato Il Signore delle Furie Danzanti. In realtà nel 2003 l'autore aveva già pubblicato un romanzo, intitolato Rosso Velabro, in cui appariva Caio Celso impegnato in una indagine che si svolge nel 363 d.C.

Il protagonista delle storie di Leoni è Dante Alighieri. Sono stati pubblicati 3 romanzi (I delitti della Medusa, I delitti del Mosaico, I delitti della Luce) ambientati nel 1300.

Lo scrittore, filosofo e linguista Umberto Eco nel 1980 esordì nella narrativa. Il suo primo romanzo fu proprio un giallo di ambientazione storica e filosofica, Il nome della rosa, che divenne un best-seller internazionale e fu tradotto in quarantaquattro lingue. Ad investigare è il monaco francescano Guglielmo da Baskerville.

Con il commissario Gabriele Abruzzese, il protagonista dei suoi romanzi, Massimo Siviero, giornalista, scrittore e saggista, nel 2001 ha anche pubblicato Un mistero occitano per il commissario Abruzzese. Il giallo storico è ambientato tra Napoli e Guardia Piemontese, ex enclave occitano-valdese. Al centro della vicenda, anche se ambientata ai nostri giorni, la tragedia dei Valdesi di Calabria trucidati nel 1561 per volere dell'Inquisizione. Un feroce delitto tiene la gente nel terrore. Altri strani episodi fanno pensare a un rituale. Il detective Abruzzese – in cura alle Terme Luigiane per la sua rinite - è costretto a intervenire. La raccapricciante serie nera continua a Napoli, ex capitale dell'ex Viceregno, dove d'improvviso riaffiorano, devastanti, i fantasmi del passato.

Rita Monaldi e Francesco Sorti hanno pubblicato nel 2002 Imprimatur (uscito anche in Italia), nel 2005 Secretum e nel 2006 Veritas (mai pubblicato in italiano): il protagonista è l'abate Atto Melani, vissuto tra il XVII e il XVIII secolo.

Considerato a buon diritto tra i migliori giallisti italiani della nuova generazione, Lucarelli sceglie di ambientare i suoi gialli storici tra il 1945 e il 1948. Protagonista è il commissario De Luca, presente in tre romanzi: Carta bianca, L'estate torbida e Via delle Oche.

Italoamericana in possesso di doppia cittadinanza, nel 2000 pubblica Lumen, il primo romanzo della serie di Martin Bora, soldato-detective tedesco ispirato a Claus von Stauffenberg, l'attentatore di Hitler nel 1944. Ulteriori seguiti sono Luna Bugiarda, Kaputt Mundi, La canzone del cavaliere, Il morto in piazza e La Venere di Salò. Discorso a parte meritano I misteri di Praga e La camera dello scirocco (due opere dove l'autrice, attraverso un composito intreccio giallo ambientato alla vigilia della Prima guerra mondiale, rivisita i personaggi e le atmosfere della Praga magica di Kafka e di Roth) nonché Il ladro d'acqua e La voce del fuoco, primi due thriller di una serie ambientata nel Quarto secolo dopo Cristo con protagonista uno storico-detective realmente esistito: Elio Sparziano, nome forse fittizio dietro il quale si nasconde uno dei compilatori dell'Historia Augusta.

Le note biografiche sono in ordine di ambientazione cronologica. Tra parentesi è segnato periodo storico.

La scrittrice americana Robinson nel 1996 ha iniziato una serie ambientata nel periodo in cui era faraone d'Egitto Tutankhamon (metà XIV sec. a.C.). Le indagini sono affidate al principe Meren, uomo di fiducia del giovane Tutankhamon. Fino ad ora in Italia sono state pubblicate 6 storie: Il papiro spezzato, L'ombra di Anubi, Il respiro di Amon, La divoratrice di anime, Il bevitore di sangue e Sterminatore di dei.

Ignacio García-Valiño è un giovane autore spagnolo, che ha pubblicato il romanzo Le due morti di Socrate, ambientato ad Atene nel 399 a.C.: il ruolo dell'investigatore è affidata al filosofo sofista Prodico di Ceo.

L'ateniese Aristocle è il protagonista della vicenda narrata dalla studiosa francese Claude Mossé, esperta di fama mondiale in storia dell'antica Grecia e professore emerito presso l'Università di Parigi VIII. Il romanzo, dal titolo Omicidi nell'agorà, è ambientato ad Atene nel 349 a.C.

Come nel caso della Mossé, anche la canadese Margaret Doody è una importante studiosa: è professore di inglese e letteratura comparata presso la Vanderbilt University. Tra la fine degli anni '70 e gli inizi degli anni '80 ha scritto due romanzi amnbientati in Grecia alla metà del IV sec. a.C. con protagonista il filosofo stagirita Aristotele, che non ebbero molto successo. Ripubblicati una ventina di anni dopo proprio in Italia, questa volta il successo è stato così travolgente da indurre l'autrice a proseguire la serie che tuttora è in fase di pubblicazione. In totale sono stati pubblicati 7 volumi, di cui 5 sono veri e propri romanzi e 2 sono racconti lunghi: Aristotele detective, Aristotele e il giavellotto fatale (racconto lungo), Aristotele e la giustizia poetica, Aristotele e il mistero della vita, Aristotele e l'anello di bronzo (racconto lungo), Aristotele e i veleni di Atene e Aristotele e i Misteri di Eleusi.

Finalmente anche in Italia viene pubblicato il primo romanzo dell'autore americano Steven Saylor, il quale nel 1991 ha creato la serie chiamata Roma Sub Rosa, in cui il protagonista è un investigatore di nome Gordiano il Cercatore. A 16 anni dalla pubblicazione in lingua originale è uscito nella nostra lingua nel gennaio 2007 il primo romanzo della serie, che è intitolato Sangue su Roma ed è ambientato nell'Urbe nell'anno 80 a.C., mentre Marco Tullio Cicerone sta per affrontare la difesa di Sesto Roscio Amerino. A gennaio 2008 è stato pubblicato il secondo romanzo, incentrato sulla vicenda della rivolta degli schiavi di Spartaco nel 72 a.C., intitolato Lo schiavo di Roma.

Il tedesco naturalizzato americano Winterfeld a partire dagli anni '50 ha pubblicato 4 romanzi ambientati in una imprecisata epoca della Roma imperiale, in un periodo non ben definito, affidando le indagini a scolaretti romani. In Italia ne sono stati pubblicati soltanto due.

Lo scrittore francese, nato in Madagascar, Guillaume Prévost è autore di vari romanzi gialli di ambientazione storica. Uno di essi, intitolato L'assassino e il profeta, si svolge a Gerusalemme nella prima metà del I sec. d.C., prima che Gesù inizi la sua predicazione: il giovane grande filosofo ebreo Filone di Alessandria si trova ad indagare sull'uccisione del capo dei Farisei, potente partito ebraico. Prévost ha scritto anche altri due gialli storici: il primo è ambientato a Roma nel 1514, dunque in pieno Rinascimento, e il detective è Leonardo da Vinci (I sette delitti di Roma); il secondo, ambientato a Parigi nel 1855 e vede come protagonista Jules Verne (Jules Verne e il mistero della camera oscura).

L'archeologo americano Arthur Crane ha iniziato una serie che vede protagonista un investigatore di nome Meleagro. Crane ambienta i suoi gialli a Pompei intorno al 62 d.C. I romanzi pubblicati in Italia fino ad ora sono I veleni di Pompei. Meleagro, inspector ante litteram (2006) e Il ventre di Pompei. Meleagro e la ricetta assassina (2007).

Ancora ambientazione pompeiana ha il giallo Pompei dello scrittore e giornalista televisivo inglese Robert Harris. Non si tratta di un giallo vero e proprio, ma quasi di una spy-story ambientata a Pompei nelle ore precedenti e durante la catastrofica eruzione del Vesuvio del 79 d.C., che cancellò la florida città dalle carte geografiche. Il protagonista è l'ingegnere addetto all'acquedotto dell'Aqua Augusta Marco Attilio: riesce a risolvere il mistero della scomparsa improvvisa del suo predecessore e il motivo per cui l'acquedotto risulta bloccato...

La Davis, autrice inglese, ambienta i suoi gialli nella seconda metà del I secolo d.C., a partire dal periodo in cui era governava l'Impero Romano Vespasiano. Si occupa di risolvere complicati casi l'investigatore Marco Didio Falco. Al momento sono stati pubblicati in Italia i seguenti volumi: Le miniere dell'imperatore, Misteri imperiali, La Venere di rame, La mano di ferro, L'oro di Poseidone, Ultimo atto a Palmira, Fuga o morte, Notte a Corduba. La serie completa in lingua inglese è attualmente costituita da 17 libri.

La scrittrice californiana Barbara Hambly ha scritto un giallo ambientato al tempo di Traiano (prima metà del II sec. d.C.). Il filosofo Marco Silano si trova ad indagare su un rapimento cui egli stesso ha assistito. Il romanzo, pubblicato in Italia nel 1996, ma scritto nel 1983, è intitolato Il ratto del Quirinale. La Hambly scrive generalmente romanzi fantasy.

Gisbert Haefs, tedesco, autore di numerosi romanzi storici di successo, ha scritto il romanzo Roma. La prima morte di Marco Aurelio: si tratta di una spy-story che mira a disvelare e sventare un presunto attentato all'imperatore Marco Aurelio da parte del centurione Gaio Pacuvio Lentulo, aiutato dalla bella attrice Corinna. La vicenda si svolge a Roma nel 165 d.C..

Haefs ha anche pubblicato il romanzo Il mercante di Cartagine, ambientato nell'anno 230 a.C.: la vicenda è incentrata sulle indagini svolte dal giovane ufficiale romano Tito Letilio a proposito della morte di un mercante di origini romane nel giardino dello startega Amilcare Barca.

John Maddox Roberts, scrittore americano di fantascienza e fantasy (autore anche di 8 romanzi sull'eroe cimmero Conan), ha scritto la serie di gialli "S.P.Q.R." ambientata negli ultimi anni della Repubblica. Il nobile Decio Cecilio Metello il Giovane indaga su corruzione, immoralità e intrighi. Dei 10 libri pubblicati in inglese (nel 1990 il primo, nel 2006 l'ultimo) ad oggi è stato tradotto in italiano solo il primo volume "S.P.Q.R. A Roma la corruzione non è iniziata ieri", che risulta peraltro fuori catalogo. Gli altri gialli della serie, ancora non tradotti in italiano, hanno tra i protagonisti personaggi come Catilina, Cleopatra e Giulio Cesare.

Lo scrittore inglese di origini scozzesi Peter Berresford Ellis, noto con lo pseudonimo di Peter Tremayne ha dato vita al personaggio di sorella Fidelma, suora irlandese che indaga alla metà del VII sec. d.C. generalmente in Irlanda e Inghilterra. In Italia sono state pubblicate 8 storie: L'abbazia degli innocenti, L'astuzia del serpente, I crimini del ragno, Un sudario per il vescovo, Nostra Signora delle tenebre, L'abate maledetto, Delitti di fuoco e Luna assassina.

Tom Harper, pseudonimo di Edwin Thomas, è uno scrittore inglese che ha creato la figura di Demetrios Askiates, investigatore che vive a Bisanzio alla fine dell'XI sec. In Italia sono stati pubblicati i romanzi Mosaico d'ombre e Delitto sotto le mura.

Fratello Cadfael è il protagonista dei gialli storici di Ellis Peters, ambientati nel Medioevo, alla metà del XII sec. Generalmente le storie si svolgono nell'abbazia benedettina di Shrewsbury (o nei dintorni di essa), dove Cadfael vive svolgendo l'attività di monaco erborista. In Italia sono stati pubblicati 20 romanzi e un'antologia di racconti: La bara d'argento, Un cadavere di troppo, Il cappuccio del monaco, La fiera di San Pietro, Due delitti per un monaco, La vergine nel ghiaccio, Il rifugiato dell'abbazia, Il novizio del diavolo, I due prigionieri, Il pellegrino dell'odio, Mistero doppio, Il corvo dell’abbazia, Il roseto ardente, L'eremita della foresta, La confessione di fratello Haluin, L'apprendista eretico, La missione di fratello Cadfael, Il monaco prigioniero, Un sacrilegio per fratello Cadfael, La penitenza di fratello Cadfael, Una luce sulla strada di Woodstock (antologia che contiene i racconti Una luce sulla strada di Woodstock, Il prezzo della luce e Testimone oculare).

Il Magister è il primo romanzo del professore francese Gilles Salvini. SI tratta di un giallo storico ambientato in una regione impervia dei Balcani alla metà del XII sec. Protagonista è un cavaliere che ha partecipato alle Crociate e il suo nome è Lupo di Pietravecchia.

P.C. Doherty (vero nome: Paul C. Doherty) è uno dei maggiori scrittori inglesi di gialli storici di ambientazione medievale e certamente il più prolifico. Da anni porta avanti numerose serie con il suo nome, ma anche con pseudonimi. Non tutti i suoi libri sono pubblicati in Italia. Per quanto riguarda la serie di Hugh Corbett, ambientata in Inghilterra alla fine del XIII sec., sono stati pubblicati i romanzi Satana a St. Mary, La corona nelle tenebre, Delitto nella cancelleria e L'angelo della morte; per quanto riguarda la serie di fratel Athelstan, scritta con lo pseudonimo di Paul Harding) e ambientata in Inghilterra nella seconda metà del XIV sec. (Mistero alla Torre di Londra, Lo scheletro del monastero, Il porto maledetto, La casa dei corvi, Il vicario del diavolo, Il regno del male, Fratello Athelstan e il campo di sangue e La casa delle ombre), la serie di Kathryn Swinbrooke, erborista che vive a Canterbury nel XV sec., con lo pseudonimo di C.L. Grace (Il santuario dei delitti, L'occhio di Dio, Il pittore di Canterbury, Il libro delle ombre, Il segreto del convento e L'occhio del labirinto) e la serie del giudice Amerotke, ambientata nell'antico Egitto nel XV sec. a.C. (La maschera di Ra, Il tempio di Horus, I delitti di Anubi, Le dieci coppe dello scorpione e Gli assassini di Isis) sono stati pubblicati alcuni romanzi nella collana I Classici del Giallo Mondadori. Altre serie sono pubblicate in italiano: quella di Roger Shallot (Gli artigli del diavolo, Il calice avvelenato, Gli assassini del Graal) con lo pseudonimo di Michael Clynes e quella di Alessandro Magno (Alessandro Magno e la vittoria impossibile, Alessandro Magno e l'uomo senza Dio e Alessandro Magno e le porte degli Inferi). Doherty ha scritto numerosi altri romanzi, non ancora tradotti in italiano; i vari pseudonimi che ha utilizzato sono i seguenti: Anna Apostolou, Michael Clynes, Ann Dukthas, C.L. Grace, Paul Harding, Vanessa Alexander, Mollie Hardwick. I romanzi sono ambientati in svariate epoche storiche (serie di Matthew Jenkyn, di Sir Roger Shallot, dei Canterbury Tales of Mystery And Murder, di Nicholas Segalla, di Alessandro Magno, di Miriam e Simeon Bartimaeus, gemelli ebrei al servizio di Alessandro, di Mathilde di Westminster, di Nicholas Chirke, di Claudia, di Mahu e altre ancora...).

Da molti Candace Robb è ritenuta l'erede di Ellis Peters. I suoi libri con l'investigatore Owen Archer, che vive a York nell'Inghilterra settentrionale nella seconda metà del XIV sec., da subito hanno riscosso un successo enorme. Fino ad ora in Italia sono stati pubblicati 8 romanzi: La rosa del farmacista, La reliqua rubata, Il segreto della cappella, Il borgo insanguinato, La donna del fiume, La morte nera, I delitti della Cattedrale e Il cavaliere assassinato. La Robb è anche autrice di una seconda serie che vede come protagonista Margaret Kerr e che è ambientata in Scozia alla fine del XIII sec.: il primo romanzo della serie pubblicato in Italia si chiama La taverna delle ombre.

L'editore e autore di libri d'arte francese Jacques Bonnet nel 2003 si è cimentato nella stesura di un giallo storico incentrato sulla figura del grande filosofo Giordano Bruno che si trova ad indagare nel 1582 a Parigi sulla morte di un libraio. Il romanzo si intitola La questione del metodo.

Storico e giornalista polacco, Waldemar Lysiak è un grande conoscitore del periodo napoleonico. È del 1994 la traduzione in italiano di una sua curiosa opera intitolata Scacco all'Imperatore, un thriller storico in cui si narra di un piano elaborato da alcuni politici britannici per rapire Napoleone.

Per la parte superiore



L'ottava vibrazione

L'ottava vibrazione è un romanzo scritto da Carlo Lucarelli e pubblicato nel 2008. Il romanzo unisce lo stile storico a quello noir e trasporta il lettore tra l'Etiopia e l'Eritrea nel gennaio del 1896 in quei giorni che precedono la battaglia di Adua, dove le truppe italiane saranno sconfitte da l'esercito abissino del negus Menelik.

Il libro è ambientato a Massaua, in Eritrea, nel gennaio del 1896. Sbarcano le truppe italiane, sono soldati che in pochi giorni moriranno ad Adua. L'Italia cerca un posto al sole, tra le potenze. I soldati italiani troveranno però, nemici superiori per armamenti, numero e conoscenza del terreno. Tra i soldati che sbarcano ce n'è uno che ha un motivo molto particolare e diverso dagli altri per essere lì, come anche una ragazza che sembra indifesa e fragile. Poi ci sono gli zaptié e gli ascari, i soldati coloniali. Ci sono gli arabi e i guerriglieri del Negus. Ci sono i sapori, gli odori ed il caldo dell’Africa. C’è anche la storia di un paese povero e orgoglioso deciso di farsi grande potenza e andare a opprimere un altro. C’è un ufficiale che forse nasconde un segreto ancora più spaventoso di quello che alcuni sospettano.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia