Canale

3.4149694501201 (1964)
Inviato da nono 12/03/2009 @ 06:09

Tags : canale, piemonte, italia

ultime notizie
Schiuma sospetta nel Canale reale - La Gazzetta del Mezzogiorno
Sarà utile o succulento quel «blob» biancastro che interrompe il viscido defluire del Canale Reale? O piuttosto sarà qualcuna delle innumerevoli sostanze nocive destinate a confluire nei mari di Carovigno, a ridosso di Torre Guaceto?...
Amanti, la seconda stagione su Lei (Sky Canale 125) ogni martedì ... - Digital-Sat
Dopo il successo della prima stagione ritornano su Lei (Sky canale 125) Katie, Trudi, Jessica e Siobhan, le quattro protagoniste di “Amanti”, la sexi, sofisticata e audace serie prodotta dalla BBC. Amiche come sempre, combattute tra i sensi di colpa...
Mike compie 85 anni e vola a Dubai - TGCOM
I ricordi di quando Silvio veniva alle prove di Canale 5 e scherzava con tutti sono lontani e irripetibili''. Nel 2009, da quando scaduto il contratto con Mediaset, è apparso più volte in tv su Sky, prima nella campagna per l'approdo su SkyUno di...
SPE - Ascolti satellite, in 495 mila per Milan-Roma - Il Velino
Nell'intera giornata, il canale all news Sky Sport24, ha raccolto 1.460.229 contatti unici. Per quanto riguarda l'intrattenimento, la ventunesima puntata del “Fiorello Show” (in onda sabato 23 maggio dalle 21.25 circa e ieri dalle 14 circa su Sky Uno)...
Mastronardi sexy come in Flashdance - TGCOM
Dalla dolce Eva Cudicini de "I Cesaroni" alla sensuale Stella di "Non smettere di sognare", in onda su Canale 5 il 3 giugno in prima serata. Alessandra Mastronardi cambia volto e interpreta una aspirante ballerina che lavora al porto di Genova e per...
Tv digitale: coro di proteste - La Stampa
Risintonizzare: è l'imperativo per poter vedere non solo il secondo canale Rai ma anche il primo, il terzo e il quarto attraverso decoder esterno o sui televisori con sintonizzatore integrato. Per molti torinesi, ieri, la giornata è cominciata male....
Omar Pedrini: da domani conduce Gamberock su Gambero Rosso (Raisat ... - Musicalnews.com
Il programma è in onda tutti i martedì ei venerdì alle ore 22.30 (in replica il mercoledì e il sabato alle ore 14.00) su Gambero Rosso (Raisat – Sky, Canale 410). Il rocker bresciano attraverserà lo stivale, da Roma a Firenze, dalla Sardegna alla...
Perde la vita precipitando in un canale a Brusson durante una gita - AostaSera
Stava facendo alcune foto quando è scivolato in un canale precipitando per un centinaio di metri. E' morto così, questa mattina, poco prima delle 11, Donato Micello, di 61 anni di Brusson. L'uomo era arrivato per una gita fuori porta a Brusson questa...

Canale di Panama

Canale di Panamá e Canale del Nicaragua - Mappa storica

Il Canale di Panamá è un canale artificiale che attraversa l'istmo di Panamá.

Il canale, lungo 81,1 km (compresi i prolungamenti in mare), unisce l'Oceano Atlantico a quello Pacifico.

Ha una profondità massima pari a 12 m, la larghezza varia tra i 240 e i 300 m nel lago Gatún, mentre è di 90-150 m nel tratto del taglio della Culebra. Esso è costituito da un sistema di chiuse, con 6 conche, che permette alle navi di superare un dislivello totale di 27 m, evitando alle navi dirette da porti del Pacifico a quelli dell'Atlantico e viceversa la circumnavigazione dell'America meridionale. Il tempo di percorrenza è di circa 8/12 ore.

L'imboccatura in corrispondenza del Mare dei Caraibi si trova adiacente al porto di Cristobàl nella baia di Limon. Le navi provenienti dall'Atlantico e dirette nel Pacifico, dopo aver percorso l'impianto di risalita, composto dalle tre Gatún Locks, attraversano il Lago Gatún, la zona di Gamboa, lo Stretto di Culebra, giungendo poi alla chiusa di Pedro Miguel, passano poi, dopo un primo salto di livello di circa 9 metri, nel Lago di Miraflores, il quale dà accesso alle due chiuse di Miraflores raggiungendo all'uscita di queste il livello del mare presso il Porto di Balboa. Segue la navigazione passando il Ponte delle Americhe fino a giungere poi nel Golfo di Panamá.

Il canale è attraversato da migliaia di navi all'anno per un tonnellaggio di decine di milioni di tonnellate in entrambi i sensi. Il pedaggio dovuto per la navigazione è la principale fonte dell'economia dello stato di Panamá.

Le navi che attraversano il canale non possono superare i 292,68 metri di lunghezza ed i 32,31 metri di larghezza a causa delle massime dimensioni delle "conche" le quali, nel senso della lunghezza, sono limitate dalle porte di comunicazione tra le conche stesse.

A partire dal versante atlantico, entrando all'interno della Limon Bay, il canale vero e proprio viene imboccato dopo un tratto di circa 7 km. Gli 11 km che seguono si snodano in direzione sud sud-ovest fino a raggiungere le chiuse di Gatún, che innalzano le unità transitanti di 27 m sopra il livello del mare, fino al lago artificiale di Gatún, formato dalla costruzione di una diga sul fiume Chagres.

Dopo aver attraversato il lago, il canale prosegue verso sud sud-est sino all'imboccatura del taglio di Gaillard (o anche taglio della Culebra), un tratto di canale di circa 13 km ricavato dal taglio di una roccia durissima, al termine del quale si trova la chiusa di Pedro Miguel. Questa, permettendo un abbassamento di circa 9 metri, conduce al lago Miraflores. Per poter raggiungere il livello del mare è necessario passare attraverso le due rimanenti chiuse di Miraflores.

Stranamente, l'imbocco dall'Atlantico si trova più ad ovest dell'imbocco dall'Oceano Pacifico; ciò contrasta con l'opinione comune, che vuole l'Oceano Atlantico posto ad oriente del Pacifico. In pratica, una nave che parte dal Mar dei Caraibi (Atlantico) e debba raggiungere le acque del Pacifico, torna indietro verso est e, una volta raggiunto l'imbocco, ritorna a navigare verso ovest.

Il progetto originario del canale risale al XIX secolo; nel 1879 fu caldeggiato dal Congresso Internazionale di Parigi ed ebbe tra i suoi promotori Ferdinand de Lesseps, già costruttore del Canale di Suez.

Nel 1881 Lesseps fondò una società per raccogliere fondi e iniziò i lavori secondo un progetto molto complesso che non prevedeva l'impiego di chiuse; il suo tentativo fallì per gli ostacoli di natura tecnica e finanziaria. Nel 1885 fu sostituito da Gustave Eiffel e la società fallì nel 1889.

Nel 1901 gli Stati Uniti ottennero dal governo colombiano (all'epoca Panamá faceva parte della Grande Colombia) l'autorizzazione per costruire e gestire il Canale per 100 anni. Nel 1903 però il governo della Colombia, in un sussulto di orgoglio nazionale, decise di non ratificare l'accordo. Gli USA allora non esitarono ad organizzare una sommossa a Panamá e a minacciare l'intervento dell'esercito se fosse avvenuta la reazione del governo legittimo. Panamá così, come già Cuba, divenne una Repubblica indipendente ma sotto la tutela degli Stati Uniti che ottennero l'affitto perpetuo della Zona del Canale e l'autorizzazione ad iniziare i lavori.

I lavori iniziarono nel 1907, intrapresi dal genio militare statunitense, e si conclusero il 3 agosto 1914, seguendo i progetti del colonnello Gothal, inventore del sistema di chiuse, su cui il canale si basa. L'inaugurazione ufficiale fu però rinviata al 1920, a causa dell'insorgere della prima guerra mondiale.

Nell'aprile 2006 si è concluso lo studio durato cinque anni per un ampliamento del canale. L'ampliamento verrà eseguito in quanto il referendum popolare ha dato, con il 75,25% dei 'sì' (anche se solo il 43,3% degli aventi diritto ha votato) l'approvazione del progetto. I lavori inizieranno nel 2007 e dovrebbero essere terminati per il 2014.

Alla presenza dell'innaturale e particolare scenario entro il quale il transito attraverso le acque del Canale avviene, per il tempo che le navi si trovano nella via d'acqua, vengono sospesi i diritti relativi alla extraterritorialità delle navi da guerra ed alcune regole di bandiera relative al comando ed alla conduzione delle navi mercantili.

Solamente accettando le clausole della "Domanda di Transito" e solo previo l'accettazione della stessa domanda da parte delle Autorità panamensi può avvenire il transito.

Il passaggio dall'Atlantico al Pacifico e viceversa avviene primariamente nel rispetto di regole che disciplinano l'attività navigatoria sia dal punto di vista della sicurezza che dal punto di vista della operatività. Quanto innanzi, non modifica nulla rispetto ai diritti sulla proprietà della nave e rispetto all'organizzazione interna dei suoi servizi.

La più strana delle clausole è quella secondo la quale il pilota del Canale, destinato alla nave dalle locali autorità, assume il comando della nave. Alla presenza di questa particolare condizione la navigazione è direttamente gestita dal Pilota, il quale, a differenza di quello che avviene nelle acque interne di tutte le zone di mare e nelle aree portuali di ogni altra parte del mondo, non svolge il ruolo di consulente marittimo del comandante, ma assume il comando diretto della nave, gestendo per questo la navigazione sotto la propria autorità.

Il comandante della nave rimane a bordo nel suo grado e nella sua totale responsabilità, garantendo per i servizi e la perfetta funzionalità della sua nave sia di fronte alle autorità del paese di bandiera della nave, sia di fronte alle autorità panamensi, senza però poter in nessun modo interferire nelle operazioni di pilotaggio compiute dal pilota assegnato alla nave..

In circa 100 anni di storia di questa unica e particolare via d'acqua, quale è il Canale di Panama, la "Autoritad del Canal de Panamá" ha nominato, nel corso degli anni, un limitato numero di "piloti onorari", tra questi, il Com.te Sup. Raffaele Minotauro già Comandante di grandi navi transoceaniche di linea della storica e famosa "Italia" di Navigazione SpA, compagnia di bandiera, meglio conosciuta nel mondo dello shipping sotto il nome di "Italian Line".

Per la parte superiore



Canale d'Agordo

Panorama di Canale d'Agordo

Canale d'Agordo (già Forno di Canale fino al 1964) è un comune dell'Agordino, in provincia di Belluno.

È famoso in quanto paese natale di Papa Giovanni Paolo I (Albino Luciani), oltre che del paesaggista Giuseppe Zais, del poeta Valerio da Pos e del pittore Giuliano De Rocco.

Il centro abitato si colloca a sud del torrente Biois, all'imboccatura della Valle di Gares.

Per arrivare a canale giungendo da Vallada si passa sulla Strada Regionale n. 346 “del Passo San Pellegrino”, si oltrepassa il ponte e si arriva al "col de la pieve" (col= colle in dialetto, denominato così perché la piazza è ubicata su un colle; la pieve era ed è ancora il centro storico-religioso della valle) e ci si affaccia sulla nuova, piazza papa Luciani, anticamente chiamata "Piazza della Pieve" e ancora più antico "Prà di San Zuanne" cioè il prato di San Giovanni su cui si eregge la secolare chisa arcipretale, (vedi Pieve di Canale d'Agordo), sulla sx della chiesa la vecchia sede municipale, che fu un antico ospizio e sulla sx della chiesa il nuovo municipio. Dietro la chiesa si trova l'edificio della prima birreria nata in italia nel 1897 ad opera di tre fratelli Luciani (vedi Birra Pedavena), al suo fiano dove ora c'è il nuovo municipio, esisteva un'antica villa (denominata "Villa Donati" o "Casa dei Birer"=birrai) che molto probabilmente dai ricordi degli anziani doveva essere una delle ultime Ville Venete e di caratteristiche ne presentava molte, come un gran giardino, con fontane e alberi da frutto e vicino un edificio a due piani chiamato "la passeggiata" (si capisce a cosa poteva servire). Esisteva fino a circa 30 anni fa la vecchia pensione "al Gallo" la quale nominata nelle guide dei primi pionieri alpinisti nella nostra valle; si continua con via Roma dove si trova ancor oggi la prima sede della Latteria Socio Cooperativa istituita in Italia nel 1872 grazie a don Antonio Della Lucia, purtroppo l'edificio è chiuso da vari anni. Continuando per le vie del paese troviamo due case importanti, una in via Rividella 8, dove c'è la casa natale di papa Luciani, ora disabitata e all'incrocio di via Giuseppe Xaiz si trova la casa natale del famoso pittore paesaggista del 700 da cui prende il nome la via stessa. Canale fu anche antico e importante centro minerario della Valle del Biois grazie alle miniere di Gares da cui si estraevano ferro e rame.

Canale d'Agordo è tra le Città decorate al Valor Militare per la Guerra di Liberazione. È stato insignito della Medaglia di Bronzo al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana durante la seconda guerra mondiale.

Il comune di Canale si è gemellato con il comune Francese di Lacenas sabato 27 maggio 2006.

Le sagre di Canale sono varie. La più importante, la Sagra de San Doane, San Giovanni Battista patrono di Canale, si festeggia il 24 giugno con la messa nella Chiesa Arcipretale poi finita la funzione continuano i festeggiamenti con le giostre per grandi e piccini e il tendone nel quale vengono serviti i cibi tipici della valle e altro ancora. La seconda sagra per importanza è quella della Zinghenesta, un corteo di Carnevale con maschere antiche e moderne che sfilano per il paese (o perfino per l'intera valle). Si festeggia l'ultima domenica di carnevale.

Alla testata della valle omonima.

E' una frazione del comune di Canale d'Agordo, che il 20 agosto 1944 venne completamente bruciata per rappresaglia dai soldati nazisti.

L'abitato si trova a quota 1157 m. slm ed offre ampi scorci sulla Valle del Biois.

Tra i personaggi legati a questo borgo si ricordano il poeta Valerio da Pos e gli scultori Benedetto da Pos ed Amedeo da Pos.

Il dolce tradizionale sono i Carfogn, piccoli crostoli ripieni di un composto di semi di papavero (Papaver somniferum), cioccolato o marmellata e grappa in parti variabili a seconda della ricetta.

Carfon è anche il titolo di un brano dell'album Schizzi su carta di Luca Francioso, ispirato da un soggiorno in questa località.

Per la parte superiore



Canale (telecomunicazioni)

In elettronica e in telecomunicazioni, con il termine canale si indica una porzione dello spettro elettromagnetico, all'interno della quale trasmettere il segnale generato dalla sorgente di informazione che vi accede. Concretamente, esso è realizzato da un mezzo fisico (ad esempio l'aria, una fibra ottica, un doppino di rame) che permetta la propagazione del segnale elettromagnetico.

L'accesso a questo, può avvenire sia direttamente, cioè accoppiando la sorgente di informazione con il mezzo fisico, sia tramite un'opportuna tecnica di modulazione, cioè facendo seguire alla sorgente di informazione un opportuno modulatore, che adatti le caratteristiche proprie del segnale generato dalla sorgente alle caratteristiche fisiche del mezzo materiale che lo realizza concretamente.

Il canale è caratterizzato da una propria larghezza di banda, più o meno ampia a seconda della tecnica di modulazione utilizzata e quindi della quantità di informazioni che vengono trasmesse, sia analogiche, sia digitali.

Per la parte superiore



Canale (CN)

Canale (CN) - Stemma

Canale (in piemontese Canal) è un comune di 5.619 abitanti della provincia di Cuneo.

Canale si trova tra le colline del Roero. Il nucleo principale si trova in basso (194 m.s.m.), circondato da borgate e frazioni sparse sulle colline antistanti.

Canale fu fondato nel 1260 ex novo dal libero Comune di Asti, sui terreni appartenuti a diversi feudatari legati al Vescovo di Asti. La poloazione vi fu trasferita da differenti villaggi della zona, quali Anterisio, Loreto di Canale, Castelletto d'Astisio, Canale 'vecchio' e altri centri minori. Ha in comune con altre città create d'impero nel medioevo ( le ville nuove, vedere Villanova d'asti etc) la tipica forma concentrica.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia