Bucarest

3.4245495495425 (888)
Inviato da gort 12/03/2009 @ 03:07

Tags : bucarest, romania, europa, esteri

ultime notizie
Chiusura della tournée di Parada Saluto ai ragazzi di Bucarest - Il Giornale di Ragusa
I ragazzi di Bucarest che per una settimana hanno rallegrato con le loro feste e spettacoli di clowneria diversi comuni della provincia di Ragusa, mercoledì 20 maggio 2009 alle ore 10, saranno ricevuti in Provincia per il saluto istituzionale del...
Steaua Bucarest, si dimette Lacatus - ANSA
(ANSA) - BUCAREST, 17 MAG - L'allenatore dello Steaua Bucarest, Marius Lacatus, si e' dimesso dopo aver fallito l'obiettivo di portare la squadra in Champions. Lo ha annunciato il club romeno. Secondo i media romeni, lo Steaua Bucarest dovrebbe essere...
ITALIA-ROMANIA: STUDENTI "AMBASCIATORI" BUCAREST A MACERATA - AGI Mondo ONG
(AGI) - Roma, 18 mag. - Sono nove i giovani rumeni tra i 15 ei 17 anni che per un mese vivranno nella provincia di Macerata, ospiti di altrettante famiglie: un'esperienza di conoscenza reciproca nel quadro del progetto 'Romania e Italia: uno sguardo...
Costruzioni/ In Nuova Europa settore 'resiste' solo in Polonia - Wall Street Italia
Ma rispetto al trimestre precedente Bucarest perde il 3,2%, mentre i dati di marzo indicano un -2,8% sull'anno e un +1,7% sul mese. In Slovenia alcuni indicatori puntano verso il bello (+4,1% dall'ultimo trimestre 2008 al primo trimestre 2009 e +0,1%...
La Carta per il Calcio di Base continua a crescere - UEFA.com
Il Comitato Esecutivo UEFA ha approvato l'ingresso di altre federazioni calcistiche europee nella Carta per il Calcio di Base UEFA in occasione dell'ultima riunione svoltasi a Bucarest, in Romania. Georgia, Romania e Slovacchia sono state ammesse al...
La spesa COME A BUCAREST - Il Manifesto (Abbonamento)
Fondatore: il macellaio di Guidonia che ha visto il suo negozio incendiato da una molotov Il salame arriva direttamente da Bucarest e costa 5 euro e 29 al chilo, poi ci sono i formaggi di capra, i dolci tipici come il papanasi, scatole di gulash di...
Tournèe Parada negli Iblei Accoglienza dei ragazzi di Bucarest - Il Giornale di Ragusa
Ragusa - Il vicepresidente della Provincia Girolamo Carpentieri accoglierà giovedì 14 maggio 2009 alle ore 12 presso l'aula magna dell'Istituto Comprensivo “E. Ciaceri” di Modica (corso Umberto) i ragazzi di Bucarest che grazie all'impegno del clown...
LA RUSSA A BUCAREST: L'INTERPRETE E' LA MOGLIE DI ZENGA - Stato-oggi
(AGI) - Bucarest, 12 mag. - Il ministro della difesa, Ignazio La Russa arriva a Bucarest per una visita ufficiale e porta con se' un'interprete d'eccezione, Raluca Zenga, romena, moglie di Walter Zenga, attuale allenatore del Catania....
Euro 2012, Ucraina in guai seri - Corriere dello Sport.it
BUCAREST, 13 maggio - L'Ucraina rischia di perdere l'organizzazione della fase finale degli Europei 2012. Ad affermarlo è stato oggi il presidente dell'Uefa Michel Platini nel corso di una polemica conferenza stampa che si è tenuta a Bucarest....
TORNA LA NOTTE DEI MUSEI - ANSA
Quest'anno per la prima volta aderiranno anche Scozia, Irlanda del Nord, mentre Belgio, Serbia e le municipalità di Copenaghen, Barcellona e Bucarest amplieranno le loro proposte. A Roma saranno 58 i musei aperti ei visitatori avranno la possibilita'...

Bucarest

Panorama di Bucarest

Bucarest (romeno Bucureşti /bu.ku'reʃtʲ/) è la capitale e la città più popolosa della Romania (1.931.838 ab., 2,1 milioni con l'area metropolitana). Posta nel sud del Paese, sul fiume Dâmboviţa, è il maggiore centro industriale e commerciale del paese. La superficie totale di Bucarest è 228 km².

La città fa ricondurre il suo nome al termine "bucurie", una parola romena importante di origini dacie, che significa "gioia"; da cui l'appellativo che poteva essere dato a questa città di "Città della Gioia". In lingua albanese che ha delle connessioni con le lingue traciche antiche "bukur" significa "bello".

Secondo antiche scritture è stata fondata sulla riva del fiume Dâmboviţa nel 1459 da Vlad Tepes. Il suo nome si fa risalire a quello di un pastore chiamato Bucur, che in rumeno significa "allegro", "felice"; per questo motivo Bucarest può essere tradotto come "città dell'allegria".

Durante la seconda metà del XIX secolo la popolazione di Bucarest è cresciuta molto rapidamente. La stravagante architettura e l'ambiente culturale cosmopolita dell'epoca diedero l'appellativo di Parigi dell'est alla città, però le differenze sociali tra un crescente ceto agiato e la massa di poveri continuarono a crescere.

Il 6 dicembre del 1916, la città fu occupata dalle forze tedesche e la capitale fu trasferita a Iaşi, però la città fu finalmente liberata nel dicembre del 1918, convertendosi nella capitale del nuovo Regno di Romania.

Bucarest ha sofferto grosse perdite durante la Seconda Guerra Mondiale a causa dei bombardamenti da parte dell'Inghilterra e degli Stati Uniti. L'8 novembre 1945, i comunisti giunti al potere con l'appoggio dell'URSS abolirono la monarchia instaurando una dittatura popolare di stampo sovietico.

Durante la dittatura comunista di Nicolae Ceauşescu, una rilevante parte del centro storico della città, incluse alcune sue antiche chiese, è stata distrutta, ed è stata rimpiazzata con edifici e quartieri di tipici stilemi comunisti. Di quest'epoca è il Centro civico e Palazzo del Popolo, oggi sede del Parlamento (palazzo dei dittatori), che è reputato essere il più esteso edificio al mondo, dopo il Pentagono.

Fino a pochi decenni addietro le zone circostanti erano principalmente rurali, però dal 1989 si è iniziato a costruire nuovi quartieri intorno alla città.

Pur avendo solo il 9% dell'intera popolazione della Romania, Bucarest produce il 21% del PIL del paese, essendo la zona più sviluppata e industrializzata dell'Europa dell' est.

Bucarest ha la maggiore rete di trasporti della Romania e una della maggiore dell'Europa centrale ed orientale. Dalla capitale si diramano le principali autostrade della nazione, le A1, A2 e A3.

La rete urbana di Bucarest è servita da una rete di autobus, filobus e tram gestiti dalla società RATB.

La Metropolitana di Bucarest è lunga 62,5 Km ed è costituita da 46 stazioni e quattro linee.

Bucarest è collegata a Budapest, Vienna, Sofia, Chisinau, Istanbul, Kiev, Belgrado, Mosca.

Per la parte superiore



Dinamo Bucarest

La Dinamo Bucarest (ufficialmente in rumeno Fotbal Club Dinamo 1948 Bucureşti) è una società calcistica di Bucarest, in Romania. È uno dei club più titolati del Paese e la prima ad aver partecipato ad una coppa europea (la Coppa dei Campioni 1955-1956).

La Dinamo viene fondata il 14 maggio 1948 da parte del Ministero dell'Interno. Per il primo titolo occorre aspettare il 1955, quando i cani rossi (come vengono chiamati i giocatori della Dinamo, a causa dello stemma del club) vincono il primo campionato. Quattro anni dopo arriva la prima Coppa di Romania, ma è soprattutto durante gli anni '60 che la Dinamo inizia ad accrescere vistosamente il proprio palmares, tanto da avviare un'accesa rivalità con un altro club di Bucarest, la Steaua.

Di fatto negli anni a seguire Dinamo e Steaua si spartiscono letteralmente i trofei nazionali, lasciando le briciole alle rivali.

Nei primi anni '80 la crisi della Steaua regala alla Dinamo 3 titoli consecutivi. Il team biancorosso sfiora l'impresa nella Coppa dei Campioni 1983-84, quando dopo aver eliminato il Kuusysi Lathi e i campioni in carica dell'Amburgo, supera anche i sovietici della Dinamo Minsk, guadagnando uno storico accesso alle semifinali. Qui però deve inchinarsi al Liverpool di Ian Rush (di lì a poco campione d'Europa a spese della Roma) che la elimina con una doppia vittoria (1-0 e 2-1).

Tuttavia, nella seconda metà degli anni '80 le cose si invertono. La Steaua torna prepotentemente alla ribalta, e dopo lo scudetto del 1985 conquista pure la Coppa dei Campioni 1986. Sconfitta dai "cugini" nella finale di Coppa di Romania 1989, la Dinamo guadagna comunque l'accesso alla Coppa delle Coppe 1990 (in quanto la Steaua ha pure vinto lo scudetto e accede alla Coppa dei Campioni). Qui i cani rossi eliminano Dinamo Tirana, Panathinaikos e Partizan Belgrado, volando così in semifinale. Ma l'Anderlecht di Vincenzo Scifo è un ostacolo insormontabile, e ancora una volta la Dinamo abbandona a un passo dalla finale.

Sempre nel 1990 la Dinamo riconquista comunque lo scudetto. Seguono anni difficili, con la Steaua che si aggiudica sei titoli nazionali consecutivi, superando così la Dinamo nel computo degli scudetti. In ogni caso la Dinamo resta tra le maggiori società calcistiche rumene, annoverando nel proprio palmares 18 campionati e 11 coppe nazionali.

Il quattordicesimo titolo, nella stagione 1991-92, è contrassegnato dal record d'imbattibilità in campionato: la Dinamo realizza 21 sconfitte e 13 pareggi, per un totale di 55 punti.

Nella stagione 2005-2006 è stata eliminata al primo turno in Coppa UEFA, mentre in campionato ha a lungo lottato nelle posizioni di vertice, ma il titolo alla fine è stato assegnato agli eterni rivali della Steaua.

Nella stagione seguente ha messo in bacheca il suo 18° titolo nazionale. Ha affrontato la Lazio nelle due gare valide per la qualificazione ai gironi della UEFA Champions League, venendo eliminata dopo un pareggio 1-1 all'Olimpico di Roma e una sconfitta per 3-1 a Bucarest. La mancata qualificazione ha portato alle dimissioni del tecnico Mircea Rednic, e all'ingaggio come nuovo allenatore dell'italiano Walter Zenga, già protagonista in Romania sulle panchine delle rivali cittadine National e Steaua. Altra conseguenza della sconfitta ai preliminari è stata la rescissione del contratto del difensore rumeno Valentin Nastase, che è stato accusato in patria di "essersi venduto" agli italiani per 500 mila euro: il difensore ha commesso un fallo da rigore abbastanza ingenuo nella partita di ritorno, rigore che è stato successivamente realizzato e che ha permesso alla Lazio di raggiungere il momentaneo pareggio dopo essere passata in svantaggio.

Per la parte superiore



Terremoto di Bucarest

Crollo di una chiesa durante il terremoto di Bucarest

Il terremoto che si sprigionò alle 21:20 locali di venerdì 4 marzo 1977 nell'area a nord dei balcani è stato chiamato il Terremoto di Bucarest essendo stata la capitale della Romania fortemente colpita da questo tragico evento. Infatti, tra le 1.570 vittime che causò, ben 1.424 vivevano nella città e tra queste c'erano il famoso attore Toma Caragiu, il poeta Anatol E. Baconski, la cantante Doinea Badea.

Ha avuto un magnitudo 7,2 sulla scala Richter e il suo epicentro è stato individuato nel distretto di Vrancea ad una profondità di 94 km. Circa 35.000 edifici sono stati danneggiati, danni che sono stati calcolati ammontare ad una cifra di 2 miliardi di dollari. A Bucarest 33 grandi palazzi sono andati distrutti (molti di questi erano stati costruiti prima della Seconda Guerra Mondiale e mai restaurati), ma dopo quella data il governo rumeno impose nella costruzioni di palazzi degli standard di resistenza. Purtroppo il terremoto fu anche un pretesto per distruggere palazzi antichi scomodi al regime.

In Bulgaria questo terremoto è chiamato il "Terremoto di Vrancea" o "Terremoto di Svishtov" cioè il nome della città in territorio bulgaro che ebbe come conseguenza la distruzione di tre palazzi con la morte di 100 persone.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia