Bruce Willis

3.4058252427105 (1030)
Inviato da gort 27/04/2009 @ 20:09

Tags : bruce willis, attori e attrici, cinema, cultura

ultime notizie
Max Payne 3 senza pietà e alla luce del sole - Tom's Hardware Guide
Confermato anche l'aspetto rude e invecchiato del personaggio, che a noi ricorda il più recente Bruce Willis. Contrariamente ai primi due capitoli, la saguinolenta azione di Max non sarà avvolta dall'oscurità, ma alla luce del sole....
Bruce Willis ed Emma Heming, sadomaso per l'album di nozze - Ciaopeople Magazine
Hanno posato in versione sadomaso l'attore Bruce Willis e la neo-moglie Emma Heming, modella di Victoria's Secret. Le foto saranno raccolte nel loro album di nozze Un album di nozze assolutamente particolare quello realizzato da Bruce Willis e la neo...
Tempo di sequel: arriva Hitman 2 - ScreenWEEK.it Blog
Ward è considerato uno dei più talentuosi nuovi sceneggiatori di Hollywood, autore anche dello script di un altro adattamento di videogame, Kane & Lynch, prodotto da Lionsgate e con Bruce Willis come protagonista. Adrian Askarieh, Daniel Alter e Chuck...
The Expendables - Il cast si allarga, ci sarà anche Bruce Willis - Cinema.it
Anche Bruce Willis infatti ha confermato la sua presenza anche se in un ruolo molto ridotto, in gergo cinematografico il cameo. Willis attualmente è sul set per le riprese del suo nuovo film dal titolo A Couple of Dicks, commedia per la regia di ....
I Surrogati di Bruce Willis - Corriere della Fantascienza
E non poteva essere diversamente visto il protagonista principale, un certo Bruce Willis. La vicenda si svolge in un prossimo futuro in cui gli esseri umani vivono in totale isolamento nelle loro abitazioni e interagiscono con l'esterno solo attraverso...
Bruce Willis potrebbe aggiungersi al cast di The Expendables - MovieSUSHI
Infatti, al già ultrablasonato cast di The Expendables potrebbe aggiungersi, a breve, anche Bruce Willis. Perlomeno queste sono le voci che si sono diffuse in rete dopo che Sheryl Main, l'ufficio stampa del film, ha rivelato che la storia ha ancora un...
M. Night Shyamalan sta ancora pensando ad un sequel di Umbreakable - Corriere della Sera
Durante una conferenza stampa ha confermato di non aver abbandonato il progetto di fare un sequel del film Unbreakable, a cui avevano partecipato Bruce Willis e Samuel L. Jackson. "Sono ancora interessato. Non so dove si trovano, al momento,...
Qual è il tuo Bruce Willis preferito? - SKY.it
La fama di Bruce Willis non conosce ostacoli, dopo aver alternato diversi generi, si conferma come eroe di film d'azione ma l'attore oltre a recitare, produce, doppia cartoons e promuove iniziative benefiche a favore dei bambini e contro la guerra....
M. Night Shyamalan progetta Unbreakable 2 - MovieSUSHI
... il regista statunitense ha rilasciato un'intervista in cui ammette di stare seriamente considerando l'idea di sviluppare una nuova storia incentrata su David Dunn (Bruce Willis) e sulla sua nemesi giurata Elijah (Samuel L. Jackson)....
Foto: Bruce Willis e Tracy Morgan sul set di A Couple of Dicks - Bad Taste
Ecco i due protagonisti Bruce Willis e Tracy Morgan sul set a New York City! Sono iniziate a New York City le riprese di A Couple of Dicks, la commedia d'azione di Kevin Smith dal nome divertente e ambiguo (letteralmente: un paio di Dick,...

Bruce Willis

BruceWillisLFDHpremiere07.jpg

Bruce Willis alla prima di Die Hard - vivere o morire a Londra.

Walter Bruce Willis (Idar-Oberstein, 19 marzo 1955) è un attore e produttore cinematografico statunitense.

Nato in una base militare tedesca, dopo aver esordito nella serie televisiva Moonlighting (1985-1989), è diventato famoso presso il grande pubblico soprattutto come eroe di film d'azione, partendo dalla tetralogia di Die Hard (1988, 1990, 1995, 2007).

Inizialmente prestatosi alle commedie, si è però anche dimostrato all'altezza in ruoli alternativi e drammatici, come ne Il sesto senso.

Bruce Willis nasce come Walter Bruce Willison da David, meccanico, e Marlene, casalinga di Kassel, Germania. Si separeranno nel 1971. Bruce è fratello di Robert (1959-2001), David (oggi produttore) e Flo. Nel 1957 la famiglia attraversa l'Atlantico e si trasferisce nel New Jersey. Bruce frequenta il college di Penns Grove, dimostrando già un certo carattere energico ed estroverso (era stato anche presidente del consiglio studentesco), e nel 1973 si iscrive al Montclair State College per studiare arte drammatica. Ha infatti scoperto che grazie alla recitazione può sconfiggere il suo problema di ricorrente balbuzie (per la quale veniva fastidiosamente soprannominato "Buck Buck"). Abbandona però il college per calo di interesse.

Desideroso di sfondare al cinema, il giovane Bruce inizia a svolgere vari mestieri, prima come camionista per l'industria Du Pont, poi come barista per il Café Central, a Manhattan - si era rivelato inadatto per fare il cameriere, perciò è stato messo dietro il bancone - e poi addetto alle pubbliche relazioni per le distillerie Seagram (poi licenziato perché arrestato per guida in stato di ebbrezza). Lavora poi come barista nel Kamikaze Club di New York, dove conosce e coabita con l'attrice Linda Fiorentino.

Del 1980 è il suo primo ruolo in un film, con l'apparizione ne Delitti inutili con Frank Sinatra. Trasferitosi a Los Angeles, partecipa inoltre a musical (sostituisce Ed Harris in Fool for love) e compare in Miami Vice e Ai confini della realtà e nel film Il verdetto (1982). Nel 1985 viene rifiutato nei provini per il film Cercasi Susan disperatamente con Madonna. Partecipa però a quelli per il ruolo da protagonista maschile nel telefilm Moonlighting. È l'ultimo arrivato, e si presenta in tuta e barba incolta. Apparentemente trascurato, sorprende però i produttori e l'attrice protagonista, Cybill Shepherd, con la sua disinvoltura, il suo humour e la sua energia, e gli affidano la parte. L'interpretazione del detective David Addison sarà il suo primo trampolino di lancio ( gli frutterà un Golden Globe e un Emmy Awards).

Il 21 novembre 1987 sposa l'attrice Demi Moore, anche lei molto sanguigna e forte di carattere, dalla cui unione nasceranno tre figlie. Nello stesso anno interpreta il film Appuntamento al buio con Kim Basinger e John Larroquette per la regia magistrale di Blake Edwards. L'anno seguente viene definitivamente consacrato grazie all'interpretazione del simpatico sbirro John McClane in Trappola di cristallo, il primo film della tetralogia Die Hard. Grazie alla sua verve, unita al buon cuore e al fisico robusto, si afferma definitivamente come grande stella di film adrenalinici.

D'ora in poi la sua fama non conosce ostacoli, alternando diversi generi, grandi successi al botteghino insieme ad alcuni passi falsi. Nel 2001 Willis dichiarerà di non voler più interpretare ruoli d'azione, poi però smentito, come si vede nelle pellicole seguenti.

Con gli amici Sylvester Stallone, Arnold Schwarzenegger e Whoopi Goldberg fonda la catena di ristoranti Planet Hollywood, e si rivela anche bravo scopritore di talenti: è lui a raccomandare, tra gli altri, Bonnie Bedelia per Die Hard, Michael Clarke Duncan per Il miglio verde, Billy Bob Thornton e Matthew Perry. Appassionato di musica blues e rock'n'roll, e suonatore di armonica, Willis fonda una sua band (Bruno and the Acceleratos) e nel 1987 incide il suo primo disco, reinterpretando con divertimento ed entusiasmi alcuni brani black, raggiungendo anche la top ten.

La sua carriera di attore prosegue ancora oggi (ha girato il quarto episodio della saga di John McClane a distanza di 19 anni dal primo), ma Willis si presta anche a produrre, doppiare cartoons, e a promuovere iniziative benefiche (soprattutto a favore dei bambini) e contro la guerra. Nel 2001, per esempio, dona un milione di dollari ai soldati che avrebbero catturato Saddam Hussein.

Il vero Bruce Willis, come persona fuori dallo schermo, è incredibilmente simile al David Addison del telefilm Moonlighting: vulcanico, sempre sopra le righe e pronto allo scherzo. Nel lavoro egli però dimostra molta serietà e professionalità, e sovente il suo carattere impetuoso ha creato qualche disagio durante la produzione. È inoltre protestante credente, e sostiene il partito repubblicano.

Dopo la separazione da Demi Moore il 18 ottobre 2000 (i cui motivi la coppia non ha mai reso noti), Bruce si trasferisce in un ranch nell'Idaho, ma continua comunque a restare vicino a lei, al suo nuovo giovane compagno, l'attore Ashton Kutcher (con il quale sembra aver instaurato una grande amicizia) e soprattutto alle sue tre figlie, Rumer Glenn Willis (nata nel 1988), Scout LaRue Willis (1991) e Tallulah Belle Willis (1994). Anche se separati, Willis e Demi Moore preferiscono non allontanarsi eccessivamente per garantire l'integrità della prole. Hanno accordato che finché non raggiungeranno tutte la maggiore età, se vogliono partecipare a dei film come attrici deve esserci almeno uno dei genitori nel cast (come Hostage, dove Bruce recita con Rumer).

Negli anni ha collezionato svariati flirt, tra cui la direttrice di marketing Maria Bravo Rosado (nel periodo 1998-2000), più alcune attrici (la più recente è Brooke Burns).

Il 21 marzo 2009 Bruce Willis ha sposato la modella Emma Heming (30 anni, modella per la nota linea americana di lingerie 'Victoria's Secret's) in una cerimonia nelle isole caraibiche Turks e Caicos. Presente alle nozze anche l'ex moglie Demi Moore con il suo attuale marito Ashton Kutcher e i tre figli che l'attrice ha avuto con Bruce Willis.

Willis è uno di quegli attori che non hanno mai goduto di una voce italiana fissa. Mario Cordova è l'unico che aveva mantenuto una certa continuità doppiandolo da solo per tutto il telefilm Moonlighting. Marco Mete era la voce cinematografica più ricorrente negli anni '90. Attualmente, a seconda del ruolo ed escluse eccezioni, il ruolo oscilla tra Massimo Corvo, Angelo Maggi e Claudio Sorrentino.

Negli anni '80 Bruce Willis, grande appassionato di musica blues, ha inciso due dischi r'n'b con la sua banda, Bruce Willis & The Accelerators. Si tratta di godibili performance molto scanzonate.

Per la parte superiore



Cybill Shepherd

Cybill Shepherd.jpg

Cybill Shepherd nel 2007.

Cybill Lynne Shepherd (Memphis, 18 febbraio 1950) è un'attrice statunitense.

Ex modella e reginetta di bellezza (Miss Teenage Memphis 1966) ha percorso gli ultimi trent'anni nella storia del cinema e della televisione statunitense ed internazionale affrontando a viso aperto momenti di trionfo e cocenti delusioni.

Il suo debutto cinematografico a soli 22 anni in L'Ultimo spettacolo (The Last Picture Show) del famoso regista Peter Bogdanovich la lanciò come uno dei volti più freschi e promettenti del cinema degli anni settanta. Partecipò quindi a film di spessore come Daisy Miller (1974) e 'Taxi Driver (che la consacrò come sex symbol) di Martin Scorsese ma, attaccata dalla critica specialmente per la sua vita personale, si trovò ben presto nuovamente nell'ombra. Il gradevole Il mistero della signora scomparsa (The Lady Vanishes), rifacimento di un classico di Alfred Hitchcock, accanto ad Angela Lansbury ed Elliott Gould non le diede il rilancio sperato.

L'occasione venne dalla televisione nel 1985 quando, accanto all'allora misconosciuto Bruce Willis, impersonò una delle parti più amate dal pubblico americano ed internazionale degli anni ottanta, vestendo i panni di Miss Madelyn Hayes nella serie televisiva cult Moonlighting (capolavoro di Glenn Gordon Caron). Il fascino platinato da diva degli anni cinquanta, la tempra, il carattere e le indiscusse doti artistiche della Shepherd le valsero ben due Golden Globe come miglior attrice in un serial TV, una nomination agli Emmy Awards ed una più forte consacrazione come membro dello star system hollywoodiano. Nondimeno il suo destino parve sempre più quello di accompagnare altri al successo che di goderne lei stessa. Dopo Jeff Bridges, Robert De Niro anche Bruce Willis vide aprirsi, più della sua partner, le porte della fama planetaria.

La stessa cosa si ripeté nel 1989, anno in cui girò accanto a Ryan O'Neal la commedia Uno strano caso (Chances Are) punto di partenza per l'oramai notissimo Robert Downey Jr.. Qualche passo falso (il film targato Disney, Once upon a crime ed alcuni film drammatici per la tv) rischiò di segnarla nuovamente nonostante la partecipazione a pellicole impegnate come Alice (1990) di Woody Allen ed i suoi camei in The Muse accanto a Sharon Stone ed Erin Brockovich con Julia Roberts. Fu tuttavia ancora una volta la televisione a tributarle un nuovo trionfo: la sua interpretazione autobiografica ed autoironica di una star sulla cinquantina in cerca di riscatto in Cybill le permise infatti la conquista di un terzo Golden Globe (1995) a coronamento di una carriera contraddittoria quanto avvincente.

Per la parte superiore



Trappola di cristallo

Trappola di cristallo (distribuito in dvd con il titolo Die Hard - Trappola di cristallo) è un film diretto dal regista John McTiernan. Terza opera del regista e girato dopo il successo internazionale ottenuto con Predator, il film segna soprattutto l'avvio della grande carriera di Bruce Willis, fino ad allora protagonista solamente di una famosa serie televisiva americana, Moonlighting, e poche altre commedie di discreto profilo (Appuntamento al buio, Intrigo a Hollywood). Trappola di cristallo è il primo film di una quadrilogia, difatti è il prequel di 58 minuti per morire - Die Harder, (secondo film girato Del 1990), Die Hard - Duri a morire (terzo film della quadrilogia girato nel 1995), ed infine Die Hard - Vivere o morire girato nel 2007.

John McClane (Bruce Willis) è un poliziotto di New York che giunge a Los Angeles per passare le vacanze di Natale con la moglie ed i figli, nonostante stia vivendo un periodo di crisi matrimoniale. Tuttavia il grattacielo (il Nakatomi) dove lavora la donna, nel quale si sta svolgendo un party per le festività natalizie fra i dipendenti della compagnia, diventa lo scenario di una rapina di un gruppo ben armato di terroristi della Germania Orientale. Al momento dell'irruzione armata dei criminali, John riesce a non rimanere ostaggio e a rifugiarsi fra gli altri piani del palazzo, dove cerca disperatamente di avvisare la polizia per farla giungere in suo soccorso; nell'attesa inizia a far fuori alcuni banditi che nel frattempo si sono accorti della sua presenza, senza però sapere chi sia effettivamente. Intanto l'edificio viene circondato dagli agenti, l'F.B.I. assume il comando dell'intera operazione, trattando con Hans Gruber, il capo dei terroristi. Il poliziotto all'interno del grattacielo è sovente coinvolto in scontri nei quali si trova lui solo a fronteggiare gli attentatori e a ridurne il numero sparatoria dopo sparatoria. Tuttavia i criminali riescono a prelevare la smisurata cifra di denaro contenuta nei caveau della Nakatomi (circa 600 milioni di dollari in titoli al portatore), vero scopo per il quale i banditi avevano effettuato l'irruzione. Un giornalista senza scrupoli, Richard Thornberg, dopo aver identificato John ascoltando le varie comunicazioni via radio, si precipita a casa sua per intervistare i figli in diretta TV, praticamente rivelando così ai terroristi chi sia il loro ignoto avversario e, contemporaneamente, che la moglie di lui è loro ostaggio. La situazione diventa, quindi, ancor più difficile e quasi disperata ma, con un semplice sia pur non banale trucco, John riesce ad ingannare i malviventi rimasti facendosi credere disarmato, e infine li elimina, mettendo così tutti in salvo, moglie compresa. Quest'ultima, appena fuori dall'edificio, sferra un pugno un faccia a Thornberg in diretta televisiva (che con incredibile cinismo pretendeva di intervistare John), coprendo così di ridicolo colui che aveva messo a repentaglio l'intera sua famiglia.

Film che ha inaugurato un genere (film d'azione in ambienti chiusi) a cui il cinema successivo ha attinto a più riprese. Qualitativamente molto ben confezionato, è - a suo modo - un piccolo classico.

Per la parte superiore



L'esercito delle 12 scimmie

L'esercito 12 scimmie.jpg

L'esercito delle 12 scimmie è un film di fantascienza di Terry Gilliam del 1995, prodotto da Charles Roven, sceneggiato de David Webb e Janet Peoples, liberamente ispirato a La Jetée, di Chris Marker, cortometraggio sperimentale francese del 1962.

L'esercito delle dodici scimmie è il sesto film di Gilliam, unico americano facente parte del gruppo comico britannico dei Monty Python.

Siamo nel 2035 e James Cole (Bruce Willis) è un detenuto che, con la promessa della grazia, viene inviato nel passato per indagare sui fatti che hanno portato all'estinzione del 99% dell'umanità e costretto i sopravvissuti a vivere nel sottosuolo per sfuggire al contagio di un virus letale. I detenuti svolgono il lavoro "sporco" di salire di tanto in tanto in superficie con speciali tute ermetiche, correndo il rischio di venire contagiati a loro volta, per raccogliere le prove riguardo la responsabilità di una tale catastrofe. I capi di queste comunità sotterranee paiono essere degli scienziati, che fanno di tutto per poter, un giorno, avere le mani sul virus originale, che intanto è mutato, per creare un antidoto e riconquistare la superficie.

Tutte le prove portano ad un sedicente gruppo ecologista, l'esercito delle dodici scimmie, che avrebbe diffuso il contagio per liberare la Terra da quel cancro che sono gli esseri umani. Particolarmente un murales apparso pochi giorni prima della tragedia porta la scritta "Ce l'abbiamo fatta".

Al suo arrivo nel 1990 (sarebbe dovuto giungere nel 1996 ma c'è stato un malfunzionamento nella macchina del tempo), Cole viene arrestato e detenuto in una clinica psichiatrica, dove incontra Jeffrey Goines (Brad Pitt), anch'egli detenuto e la dottoressa Kathryn Railly (Madeleine Stowe), un'esperta di malattie mentali caratterizzate da presunte capacità profetiche. Inizialmente ritiene Cole malato, ma successivamente inizia a prenderlo sul serio. Goines e Cole stringono una strana amicizia, e quest'ultimo, a causa degli psicofarmaci che gli venivano somministrati, rivela a Goines la sua storia. Goines non crede alle parole di Cole, ma rimane colpito dalla storia della distruzione della maggior parte dell'umanità.

Cole sembra scomparire nel nulla, ma è stato in realtà riportato nel futuro. Dopo un altro errore (viene inviato al tempo della prima guerra mondiale), viene finalmente mandato nel 1996, cioè al tempo del primo contagio.

Qui rapisce la dottoressa Reilly, che dopo gli iniziali momenti di terrore, inizia a collaborare, dopo che James gli ha rivelato i dettagli di un caso di cronaca che lo aveva colpito da bambino, cioè nel 1996. Insieme scoprono che Jeffrey è il fondatore de l'esercito delle dodici scimmie, nonché figlio di un noto biologo. L'indagine continua, ma Cole viene richiamato dal futuro.

Intanto la dottoressa, ancora scossa dall'esperienza, riconosce in una foto della prima guerra mondiale, riguardante il mistero di un uomo comparso all'improvviso nelle trincee francesi, proprio Cole.

Questi viene di nuovo inviato nel 1996, ma stavolta scopre l'amore, corrisposto, per la Reilly e fa di tutto per rimanere dov'è. Decidono che, se il mondo avesse dovuto finire ineluttabilmente, avrebbero aspettato la fine nelle Key Island.

Si dirigono verso l'aeroporto e nel taxi scoprono che il piano di Goines era quello di liberare gli animali dello zoo (l'abbiamo fatto noi). Tirano un sospiro di sollievo, ma arrivati all'aeroporto un araldo del futuro (un tal Josè, compagno di cella di Cole e inviato anch'esso per errore al tempo della prima guerra mondiale) gli intima di trovare il vero responsabile e di prendere il virus. Si scoprirà essere un biologo, dipendente del padre di Goines, anch'egli (secondo la chiave di lettura nell'intervista a Gilliam nel making of nella versione DVD) facente parte del gruppo (ricordiamo, infatti, le parole di Jeffrey Goines all'interno del furgone, dopo aver rapito il proprio padre: "Troppo tardi.. troppo tardi.. Ho dei progetti per te, papà!"). Nel tentativo di prenderlo prima che prenda l'aereo e sparga il virus per il mondo, Cole viene ucciso dalla sicurezza dell'aeroporto davanti a sé stesso da bambino. La stessa scena viene mostrata all'inizio del film durante un sogno di Cole (che sta ricordando un episodio successo quando era bambino). Nelle ultime scene sull'aereo viene inquadrato il biologo con i virus che conosce una donna, la dottoressa proveniente dal futuro che è tornata nel passato per studiare il virus e forse per impedire il contagio.

Per la parte superiore



Sin City (film)

Sin City marchio.png

Sin City è un film del 2005, diretto da Robert Rodríguez e Frank Miller.

È tratto dall'omonimo fumetto Sin City dello stesso Miller, una serie indipendente della Dark Horse Comics divenuta un vero e proprio fenomeno cult.

La pellicola è divisa in tre episodi, che raccontano tre storie dell'opera originale di Miller: Un duro addio, Quel bastardo giallo e Un'abbuffata di morte. All'inizio e alla fine del film viene accennata la parte che nel fumetto corrisponde a Il cliente ha sempre ragione.

Tutto il progetto si è svolto sotto la supervisione dell'autore Frank Miller, che è anche co-regista e co-sceneggiatore del film, rimasto affascinato dal progetto del regista Rodriguez, un grande fan del fumetto da sempre.

Oltre a Miller e Rodriguez, è accreditato alla regia anche Quentin Tarantino come Special Guest Director, che ha diretto la sequenza in macchina con Jackie Boy (Benicio Del Toro) dell'episodio Un'abbuffata di morte per la simbolica cifra di 1 dollaro, restituendo un favore all'amico Rodriguez che aveva composto alcune musiche per il suo Kill Bill per la stessa cifra.

Presentato in concorso al 58° Festival di Cannes, il film è uscito nelle sale negli Stati Uniti d'America il 1° aprile 2005, mentre in Italia è stato distribuito il 1° giugno 2005, preceduto da un notevole battage pubblicitario, con anteprime nelle principali città italiane il 31 maggio 2005.

Il film comincia con una scena ambientata in una notte di pioggia, su una balconata di un grattacielo della violenta e corrotta Sin City, una ragazza (Marley Shelton) impegnata ad ammirare il panorama notturno della città viene avvicinata e successivamente sedotta da un affascinante ragazzo (Josh Hartnett). Lei accenna al fatto che è spaventata e che è stufa di fuggire. Il suo giovane seduttore di lavoro fa il killer ed è stato assoldato per ucciderla. Il film si apre così con un omicidio, dando subito anche ai neofiti del fumetto di Frank Miller il senso dell'ambientazione noir e violenta in cui le storie si svolgono. Nel commento al DVD, Frank Miller spiega che la vittima (il cliente del titolo) si sta in realtà suicidando. Ha avuto una relazione con un gangster e quando cerca di lasciarlo lui minaccia di ucciderla nel modo più terribile possibile. Lei usa quindi i suoi agganci per assoldare un sicario (noto come il Commesso, o Salesman) per procurarle una morte veloce. Poi assistiamo all'antefatto di una delle tre storie, quella che ha per protagonista Bruce Willis (Quel bastardo giallo).

Nel porto di Sin City, il poliziotto John Hartigan (Bruce Willis) sta tentando di fermare Roark Junior (Nick Stahl), un serial killer e pedofilo che ha rapito la piccola Nancy Callahan. Bob (Michael Madsen) il collega di John cerca di fermarlo, ma John lo stende con un pugno. Hartigan mette al tappeto i due criminali locali Shlubb e Klulmp che stanno facendo la guardia alla Jaguar di Roark. Junior è all'interno con la bambina e due scagnozzi. Hartigan spara e uccide questi ultimi, ma Junior afferra la bambina e fugge. Hartigan li segue e gli spara ad un orecchio, un braccio e all'inguine. Bob, che ha nel frattempo ripreso conoscenza, raggiunge Hartigan e gli spara. Mentre si sentono le sirene dei rinforzi che stanno arrivando Hartigan perde conoscenza convinto di morire ma sapendo che Nancy è salva.

Marv (Mickey Rourke) dopo essere stato a letto con Goldie (Jaime King) l'unica donna della sua vita che l'abbia apprezzato (in realtà una prostituta), scopre che questa è stata misteriosamente uccisa e che lui sta per essere incastrato. Decide così di vendicare in ogni modo la sua morte. Fa tappa a casa di Lucille (Carla Gugino) che cerca di dissuaderlo dal vendicarsi. Marv però non le dà retta e inizia a cercare la verità, torturando ed uccidendo chiunque non riesca a dargli le informazioni che lui desidera.

Scopre che dietro tutto ciò c'è la famiglia Roark (la più influente famiglia di Sin City, cui nessuno può mettersi contro), e riesce a risalire all'omicida. Questo è Kevin (Elijah Wood), cannibale spietato che assieme al suo lupo mangia le vittime, tranne la testa che viene conservata per trofeo. Giunto nel luogo dove risiede Kevin non riesce a fronteggiarlo e viene intrappolato.

Risvegliatosi rinchiuso nella cella dove figurano le teste delle altre prostitute uccise trova Lucille, anche lei intrappolata e mutilata di una mano. Preso dalla rabbia più sfrenata Marv riesce a uscire dalla cella ma purtroppo in uno scontro con la polizia Lucille perde la vita. Però viene a sapere che tra quelli che lo vogliono morto c'è il Cardinale Roark (Rutger Hauer). Inizia così a pianificare il metodo migliore per uccidere Kevin.

Si dirige prima nella Città Vecchia (controllata solo da prostitute) dove trova la sorella gemella di Goldie (Wendy), che dopo una certa titubanza iniziale decide di aiutarlo. Assieme a Wendy si dirige verso il covo di Kevin, lo immobilizza e gli taglia gambe e braccia, lasciando il suo corpo in pasto al suo lupo. Alla fine rimane solo la testa che viene portata da Marv al Cardinale Roark.

Al cospetto del Cardinale viene a sapere che Kevin non si cibava soltanto dei corpi ma anche delle anime e che lui stesso ha provato una volta a fare altrettanto. Le vittime erano inoltre solo prostitute, obiettivi che avrebbero permesso che nessuno si preoccupasse della loro morte, visto che erano totalmente emarginate dalla società.

A quel punto dopo averlo torturato Marv uccide il Cardinale. Non fa a tempo ad uscire dalla stanza che è catturato dalla polizia che gli spara ferendolo. L'influenza del Senatore Roark (Powers Boothe), fratello del cardinale si fa sentire. Marv viene accusato dell'omicidio del Cardinale Roark, di Kevin ma anche di Lucille e soprattutto di Goldie.

È così destinato a morire sulla sedia elettrica, senza nessuna speranza di salvezza. In prigione però avviene l'unica cosa che riesce a sollevare il morale di Marv, ovvero la vista inaspettata della sorella di Goldie che lo ringrazia per aver vendicato Goldie: adesso è pronto a morire.

Shellie (Brittany Murphy) è una barista che viene disturbata dal suo ex compagno Jackie Boy (Benicio del Toro), violento e ubriaco. Il suo attuale compagno Dwight (Clive Owen), disgustato dal comportamento di Jackie lo aggredisce dopo che Jackie ha tirato un pugno a Shellie. Jackie e i suoi compagni partono con la macchina e si dirigono verso la città vecchia. Dwight li segue, convinto che stiano per provocare guai. Mentre Jackie disturba la giovane prostituta Becky (Alexis Bledel), Dwight e Gail (Rosario Dawson) osservano la scena. Quando Jackie minaccia Becky con una pistola, entrano in azione le altre prostitute: Miho (Devon Aoki) li uccide tutti. Dwight, che raggiunge la scena con Gail si accorge che Jackie è un poliziotto e la sua morte potrebbe essere catastrofica e mettere fine al tacito patto tra la polizia e le prostitute.

Dwight decide che i corpi devono sparire, in modo che nessuno sappia che sono stati uccisi. Il suo piano consiste nel portarli ai pozzi di catrame, dove la polizia non potrà trovarli. La macchina che Dwight chiede alle ragazze di procurargli tuttavia ha un bagagliaio piuttosto piccolo, e non riesce a contenere anche il corpo di Jackie Boy, che viene così messo sul sedile anteriore. Durante il viaggio Dwight ha una allucinazione, e vede il cadavere di Jackie Boy che gli parla. Ad un tratto un poliziotto a bordo di una moto lo insegue con le sirene per un controllo. Dwight fa una brusca frenata, che spinge in avanti il corpo di Jackie Boy, in posizione tale da sembrare addormentato. Il poliziotto infatti crede che Jackie Boy sia ubriaco e contesta a Dwight solo un fanalino bruciato. L'auto esaurisce il carburante a 400 m dai pozzi di catrame, e mentre Dwight la sta spingendo viene colpito da un'arma da fuoco. Nel frattempo Manute (Michael Clarke Duncan) giunge nella città vecchia e cattura Gail, affermando che un informatore gli ha rivelato tutto e che la città vecchia sta per essere invasa. Dwight è solo in apparenza ferito, poiché il proiettile è rimbalzato sul distintivo di Jackie Boy che Dwight teneva nella tasca della giacca. Dopo uno scontro a fuoco, Dwight cade nella pozza. Mentre i mercenari decapitano il corpo di Jackie Boy, prendendo la testa, Dwight affonda inesorabilmente nel catrame. Quando pensa che tutto sia finito, Miho e le altre ragazze uccidono alcuni mercenari e salvano Dwight. Dopo aver inseguito i mercenari per recuperare la testa di Jackie Boy, ne segue uno scontro a fuoco che termina con la morte dei mercenari, di Dallas e il recupero della testa. Dwight progetta un piano con Miho e tornano in città. Torturando Gail scoprono che l'informatore è Becky, che ha collaborato con Manute. Miho invia un messaggio a Manute che gli propone lo scambio di Gail con la testa di Jakie Boy. Il luogo dello scambio è una stretta strada, e Dwight nasconde nella bocca di Jackie Boy una granata. Liberata Gail, Dwight lancia la testa e la fa esplodere. Inoltre le ragazze della città vecchia sono appostate sui tetti e aprono il fuoco su Manute e i suoi aiutanti, uccidendoli tutti. Nell'estasi del massacro, Gail bacia appassionatamente Dwight, mentre Becky riesce a fuggire.

Hartigan si risveglia in un letto di ospedale. Nella stanza è presente il padre di Roark Junior (Powers Boothe), un potente politico che vuole vendicarsi per quello che ha fatto al figlio che è in coma e in bilico tra la vita e la morte. Lo informa che lo incastrerà mettendolo sotto processo con l'accusa di aver violentato Nancy e facendolo finire in carcere. Se lo dirà a qualcuno, verranno fatti uccidere tutti coloro che conosceranno la verità. Hartigan accetta e finisce in prigione, senza confessare nulla (anche se sottoposto a tortura) poiché è l'unico modo per proteggere Nancy. Lei gli scrive settimanalmente una lettera, grata per tutto quello che sta facendo per lei. Dopo otto anni, improvvisamente non riceve alcuna lettera e Hartigan si preoccupa per la sua incolumità, soprattutto quando riceve una busta con un dito mozzato. Per poter uscire dalla prigione, confessa tutti i crimini. Incontra il suo vecchio partner, Bob, che lo accompagna in città e lo informa che la moglie di Hartigan si è risposata e ha avuto due figli. Senza accorgersi che viene pedinato da un uomo deforme e con la pelle gialla, Hartigan cerca Nancy, ora diciannovenne, trovandola infine al Kadie's Bar, dove lavora come spogliarellista (Jessica Alba). Capisce immediatamente che non le hanno mozzato un dito, quindi la busta era una bluff, sapendo che Hartigan li avrebbe condotti a lei. Hartigan fugge in macchina con Nancy, ma vengono seguiti dall'uomo con la pelle gialla. Dopo uno scontro a fuoco, riescono a raggiungere un Hotel. Nancy confessa ad Hartigan di essere innamorata di lui. L'uomo giallo, che li ha raggiunti li attacca nuovamente, rivelando che è Roark Junior. Egli è stato deformato negli anni da tutti gli interventi chirurgici necessari per rigenerare e riportare alla funzionalità gli organi sessuali del suo corpo. Riesce a rapire Nancy e portarla alla fattoria Roark. Legato e immobilizzato, Hartigan raccomanda a Nancy di non urlare mai per il dolore, qualsiasi tortura Roark dovesse praticargli, poiché, solo sentendo urlare di dolore e paura le sue vittime, egli riesce ad eccitarsi. Alla fattoria Roark, il terrificante uomo giallo tortura, con frustate sulla schiena, la povera Nancy, nel tentativo di farla urlare. La giovane resiste coraggiosamente, dando il tempo ad Hartigan, nel frattempo liberatosi e messosi sulle tracce di Roark Junior, di riuscire a raggiungerli ed uccidere definitivamente il suo avversario.

Hartigan racconta a Nancy il piano del senatore Roark di corrompere la polizia per convincerla ad allontanarsi da lei. Dopo la sua partenza, Hartigan, sapendo che Roark continuerà a dargli la caccia, si suicida per assicurare la salvezza a Nancy una volta per tutte. Poco prima di spararsi alla testa pensa che mentre un vecchio uomo muore, una giovane donna vive.

Becky, ferita, lascia l'ospedale, parlando al cellulare con la madre. Mentre è in ascensore, lei incontra il ragazzo visto nel prologo (Josh Hartnett), che le offre una sigaretta. Capendo chi è, dice alla madre di volerle bene e termina la conversazione.

Le riprese del film sono iniziate il 29 marzo 2004 a Austin in Texas negli studi Green Screen della Dimension e si sono concluse a settembre 2004. Il budget per la realizzazione del film è stato di 40'000'000 $.

Come il fumetto, la pellicola è interamente in bianco e nero, con alcuni sprazzi di colore improvvisi per accentuare dei particolari importanti, un tecnica simile a quella usata da Steven Spielberg in Schindler's List e, precedentemente, da Sergej M. Ejzenštejn in La corazzata Potëmkin.

Michael Douglas rifiutò la parte di Hartigan, poi andata a Bruce Willis. Altri attori a cui era stato proposto un ruolo nel film sono Christopher Walken e Willem Dafoe per la parte del senatore Roark, Steve Buscemi per la parte di Junior. Robert Rodríguez aveva pensato a Johnny Depp per il ruolo di Jackie Boy, poi andato a Benicio Del Toro.

Nonostante il film sia particolarmente violento e contenga un linguaggio forte, nella versione originale non viene mai pronunciata la parola "fuck".

Le spade usate da Miho (Devon Aoki) sono quelle che compaiono in Kill Bill vol. 1 ed appartengono alla collezione personale di Quentin Tarantino.

Sin City ha avuto un incasso internazionale di circa 253.000.000 $ non tra i piu' alti del 2005, negli USA il film è stato un fiasco ha incassato solo 74.103.820 $, mentre in Italia ha incassato circa 4.048.778€.

Il film è uscito in DVD in Italia in un'unica edizione il 21 settembre 2005,esiste un'ulteriore edizione in DVD del film dal titolo Sin City: Director's Cut, a differenza della versione cinematografica consta 20 minuti in più con molte scene inedite. L'edizione director's cut del film è stata messa nel mercato il 13 dicembre 2006 solo negli USA, in Canada e in Giappone.

È previsto il sequel (intitolato semplicemente Sin City 2) sempre tratto dalla serie di Frank Miller. La pre-produzione di quest'ultimo si è svolta nel 2006 mentre la post-produzione e le riprese sono state rinviate da giugno 2007 a giugno 2008. La ragione di questo rinvio risiede negli impegni di Miller e dello stesso Rodriguez per portare sul grande schermo altri due film: Miller si occuperà di The Spirit, mentre Rodriguez di Barbarella, entrambi previsti per il 2008.

Miller ha smentito le voci che davano una possibile rottura tra i due registi con la Dimension Films dopo il flop con Grindhouse, quindi Sin City 2 è previsto nelle sale per il 2009, sempre diretto dal creatore Frank Miller e da Robert Rodríguez, con il cast confermato ad aprile 2007, in cui figurano nuovi attori, oltre a molti di quelli già presenti nel primo film.

I principali interpreti saranno Clive Owen, Rosario Dawson, Devon Aoki, Jessica Alba, Rachel Weisz, Brittany Murphy, Mickey Rourke, Michael Madsen, Danny Trejo. I capitoli del film saranno due, ovvero Una Donna per cui uccidere e Un duro addio. Il secondo di questi ritornerà sui fatti del primo film della storia d'amore di Marv e Goldie.

Angelina Jolie dopo tanti rinvii dovuti alla sua vita privata e alla maternità a dicembre 2006 ha rifiutato la proposta di interpretare in Sin City 2 Ava Lord, al suo posto la produzione ha ingaggiato Rachel Weisz.

Frank Miller in un'intervista ufficiale su MTV ha confermato che a luglio 2007 si è avviata la pre produzione del terzo film, Sin City: Hell & Back, tratto dalla graphic novel omonima. Ciò anche a causa del ritardo di produzione di Sin City 2. Miller ha confermato che alla regia ci saranno sempre lui e Rodriguez e che a settembre 2007 è stata avviata la ricerca per il nuovo cast. Il creatore della serie ha anche aggiunto che le riprese saranno girate insieme a quelle del secondo film.

I film dovrebbero uscire nelle sale rispettivamente nel 2009 (Sin City 2) e nel 2010 (Sin City: Hell & Back).

Per la parte di Wallace, il protagonista principale del terzo film, un giovane artista con allucinazioni, il candidato numero uno potrebbe essere Johnny Depp che da tempo - come ha spiegato Miller - sarebbe interessato ad entrare a far parte del cast. Oltre a Depp pare che nel terzo film potrebbe aggiungersi al cast pure Antonio Banderas anche lui da tempo interessato a entrare nel cast.

L'edizione italiana del film è a cura di Carlo Cosolo per la Cast Doppiaggio ed è stata sonorizzata alla Sefit-Cdc di Via dei Villini a Roma.

Per la parte superiore



Armageddon - Giudizio finale

Armageddon.png

Armageddon - Giudizio finale è un film catastrofico del 1998, diretto da Michael Bay.

La NASA entra in stato di allerta quando un'improvvisa pioggia di meteoriti distrugge uno Shuttle in orbita attorno alla Terra, insieme al satellite che gli astronauti stavano riparando, e in seguito cade su un'area che va dalla Finlandia alla costa orientale degli Stati Uniti, distruggendo in particolare New York.

Ben presto gli scienziati scoprono che un enorme asteroide si dirige verso la Terra e la colpirà entro 18 giorni con conseguenze catastrofiche. L'unica soluzione è trivellare l'asteroide e poi farlo saltare con una bomba nucleare collocata al suo interno. Per l'incarico vengono reclutati e addestrati l'esperto di trivellazione petrolifera Harry Stamper (Bruce Willis) e i suoi uomini, tra cui il giovane A.J. (Ben Affleck). Quest'ultimo non ha buoni rapporti con Harry perché innamorato di sua figlia Grace (Liv Tyler). La rischiosissima missione vede due shuttle, con a bordo l'insolito team, partire per raggiungere l'asteroide. Una volta raggiunto, tra numerosi problemi, avviene il posizionamento e la deflagrazione dell'ordigno esplosivo a pochi secondi dal limite massimo per la buona riuscita della missione. Ma questo risultato costerà anche un prezzo in vite umane.

Nella sequenza finale del film, un gruppo di caccia Thunderbird vola in formazione "Missing man", in onore e ricordo dei componenti della spedizione deceduti sull'asteroide. È un onore che si tributa solo agli eroi scomparsi in guerra o in missione.

Armageddon è costato 140 milioni di dollari e ne ha incassati 553.

La NASA, per la prima volta nella sua storia, ha collaborato attivamente alla realizzazione del film, consentendo riprese all'interno della propria sede, in particolare nella piscina dove avviene l'addestramento degli astronauti e sulla piattaforma di lancio poi dismessa dopo la tragedia dell'Apollo I. Gli attori hanno potuto indossare delle autentiche tute da astronauta, il cui costo è di 3 milioni di dollari ciascuna.

Il film è divenuto famoso anche per la sua colonna sonora, tra cui la canzone I don't want to miss a thing, scritta da Diane Warren e interpretata dagli Aerosmith ed anche per la cover del brano "Leaving on a jet plane" di John Denver cantata da Chantal Kreviazuk.

Per la parte superiore



Luca Biagini

Luca Biagini (Ville di Corsano, 3 ottobre 1949) è un attore e doppiatore italiano.

È noto soprattutto per aver prestato voce a John Malkovich, Denzel Washington, Gabriel Byrne, Ed Harris e Kevin Kline in alcune significative interpretazioni, Michael Keaton nel ruolo di Bruce Wayne/Batman nell'omonimo film di Tim Burton, Hugo Weaving nel ruolo di Elrond Peredhil nella trilogia de Il Signore degli Anelli di Peter Jackson e Bruce Willis ne L'esercito delle 12 scimmie di Terry Gilliam.

Tra gli altri attori doppiati Arliss Howard nel ruolo del Soldato Cowboy in Full Metal Jacket, Billy Crystal in Forget Paris, Quentin Tarantino ne Le Iene, Colin Firth in Il paziente inglese di Anthony Minghella, Liam Neeson in Love Actually - L'amore davvero e Tim Robbins in I protagonisti di Robert Altman.

Come attore è diventato noto al grande pubblico interpretando il personaggio di Edoardo Della Rocca nella soap opera Centovetrine di Canale 5. L'impegno nella soap però non gli impedisce di dedicarsi anche ad altri progetti: ad esempio, nel 2002 ha recitato nel film per la tv Maria Goretti; in seguito ha prestato la sua voce per una piccola parte nello spettacolo che Gianni Morandi sta portando in tour, e dal 2008 è anche il doppiatore di John McCook, l'attore che in Beautiful interpreta il protagonista Eric Forrester. Inoltre ha interpretato nella fiction R.I.S. 5 - Delitti Imperfetti Giacomo Adler: il capo della setta degli Eletti.

E' appassionato di moto, possiede una Ducati 999, una Honda e una Triumph.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia