Blur

3.386170212767 (940)
Inviato da amalia 11/03/2009 @ 09:12

Tags : blur, pop rock, musica, cultura

ultime notizie
Xbox 360 - Immagini e info per Blur, il nuovo progetto di Bizarre ... - XBox Way
Qualche settimana fa arrivò l'annuncio di Blur, il nuovo progetto che terrà occupati i ragazzi Bizarre almeno fino al prosimo autunno, periodo in cui è attualmente fissata la sua uscita. Oggi abbiamo finalmente ricevuto da Activision i primi dettagli...
Festival BLUR.ID.ER. a Catania - Teatroespettacolo
Inaugura a Catania la prima edizione del Festival BLUR.ID.ER. La manifestazione propone progetti audiovisivi di artistiche esplorano lo spazio tra percezione uditiva (The Ear) e percezione visiva (The Eye). Lavori nei quali suono e immagine si trovano...
Blur: prime immagini e rivelazioni dei Bizarre Creations - gamesblog.it
Edge ha pubblicato le prime immagini di Blur, nuovo gioco di guida dei Bizarre Creations, già creatori di Project Gotham. Con l'occasione è stato intervistato il direttore del progetto Martyn Chudley, che ha approfittato per togliersi qualche sassolino...
Nel 2010 il nuovo album dei Gorillaz - Extra Music Magazine
Tra l'altro, Albarn è impegnato con i Blur che stanno per fare una attesissima serie di concerti del grande ritorno. Morrison ha rivelato che, con i Gorillaz, Albarn ha messo giù musica per riempire addirittura un paio di album....
Prime immagini e dettagli per Blur - Gamesource Italia
Sono state pubblicate dalla rivista "Edge" le prime immagini di Blur, gioco di simulazione automobilistica arricchito da elementi di combattimento. Saranno infatti a disposizione dei piloti oggetti particolarmente offensivi, quali mine, scudi e raggi...
Blur - Racing game da Activision - NanoPress
Blur non è soltanto il nome di un effetto grafico, sarà presto associato ad un nuovo folle progetto di corse automobilistiche. L'ennesimo titolo di quest'anno o qualcosa da attendere con grande entusiasmo? Naturalmente il sottoscritto quando si parla...
Graham Coxon non esclude nuove canzoni dei Blur - Rockol.it
Graham Coxon, rimasto per alcuni anni fuori dai Blur, non ha escluso la possibilità che la ritrovata band possa comporre anche del nuovo materiale. Pur rimanendo sul vago, ad un precisa domanda di Radio4 della BBC il chitarrista ha detto: "Stiamo...
Graham Coxon - Extra Music Magazine
Infatti, il chitarrista inglese sarà impegnato a breve con il lungamente atteso concerto reunion dei Blur (cui farà seguito probabilmente un tour vero e proprio, e pare anche un nuovo disco) ma intanto non ha perso tempo nell'attesa, dando prima una...
Magazzini Glasvegas «britpop» dalla Scozia - il Giornale
I Glasvegas sono oggi una delle punte di diamante di un britpop (il genere coniato nei primi anni '90 dall'ondata di band quali Oasis, Blur e Verve) che ha ormai (quasi) esaurito tutte le sue carte. I quattro ragazzi scozzesi ci hanno provato a dare...
Gb, a rischio festival rock di Glastonbury - Il Messaggero
Sono attese 137.000 persone ai concerti, che quest'anno prevedono show di Bruce Springsteen, Neil Young e Blur, tra gli altri. Molte persone che già hanno comprato il biglietto si sono dette preoccupate dei rischi legati alla presenza in un posto molto...

Blur

I Blur sono una rock band inglese, considerati tra i fondatori e maggiori esponenti del britpop, stile musicale molto popolare negli anni '90.

Originariamente chiamati Seymour, i Blur si formarono a Londra nel 1989 dai componenti rimasti della band Circus. Il tastierista/voce Damon Albarn, il chitarrista/seconda voce Graham Coxon e il batterista Dave Rowntree, con il bassista Alex James costituirono la prima formazione. La band è originaria di Colchester, nell'Essex, e a ciò fa riferimento la canzone Essex Dogs, contenuta nell'album omonimo del 1997. Durante la loro storia hanno attraversato due periodi molto differenti dal punto di vista artistico,il primo periodo coincide con l'esplosione BRIT POP in Europa, che li consacrò stelle nascenti della musica anni '90 assieme a Suede,Supergrass e successivamente Oasis. Con l'album Parklife viene sapientemente rivalutata dal gruppo l'influenza del genere MOD con precisi riferimenti musicali ed estetici, non a caso nel brano Parklife canta con loro un'icona del revival MOD anni 80: Phil Daniels attore protagonista del famoso film Quadrophenia. Numerose le collaborazioni musicali, l'intero album del Gruppo Elastica è stato scritto e suonato con la collaborazione di Albarn e Coxon. Noto anche alle cronache gossip il fidanzamento di Damon con Justine Fisherman cantante delle Elastica. Pochi sono a conoscenza che nel brano Vegas (12" version) degli Sleeper Graham Coxon suona il sax. Compaiono in diverse raccolte e tributi come il CD Who are Who con la cover Substitute per l'appunto degli The Who. Altra performance da segnalare la session live di "Waterloo Sunset" cantata con Ray Davies dei The Kinks, altra band sacra della cultura Mod. Con il brano Sing sono presenti nella colonna sonora del film Trainspotting di Danny Boyle tratto dal romanzo di Irvine Welsh. Damon Albarn inoltre chiude la colonna sonora con il brano "Closet Romantic". Dal primo album Leisure al quinto Blur la produzione è stata affidata al geniale Stephen Street già produttore di molte importanti bands degli anni 80 tra cui The Smiths. Con l'uscita dell'album "Blur" (1997) il suono assume atmosfere piu' cupe con contaminazioni wave/dark e i singoli estratti Beetlebum e Song 2 confermano l'ascesa della band al successo. Nel remix del brano Essex Dogs suona Thurston Moore dei Sonic Youth. La conferma che i Blur sono alla ricerca di suoni sempre piu' sperimentali avviene con la pubblicazione di 13 il sesto album. Per la prima volta il gruppo cambia il produttore William Orbit con il quale avevano già collaborato nella realizzazione di alcuni remix dell'album Blur. Durante la registrazione dell'album Think Tank (2003) il chitarrista Graham Coxon, entrato da tempo in cattivi rapporti con il front-man Albarn, decide di abbandonare ufficialmente il gruppo; questo clamoroso fatto non porta però allo scioglimento la band che pubblica comunque il disco. A distanza di quattro anni dall'uscita di Think Tank nonostante frequenti tira e molla fra i membri dei Blur, sembra che il gruppo si stia per riunire al completo, si sono infatti ristabiliti i rapporti fra Damon Albarn e Graham Coxon, in vista si dice, dell'ultimo lavoro del quartetto di Colchester.

In data Martedì 9 Dicembre 2008 è stata ufficializzata la loro reunion ,per un concerto colossale al Hyde Park di Londra il 3 Luglio 2009. Non si è ancora a conoscenza però se dopo questo storico concerto la band lavorerà per la creazione di un nuovo disco.

Per la parte superiore



Blur (album)

Blur è un album del gruppo inglese dei Blur, pubblicato nel 1997 dalla Food Records/Virgin Records America.

L'album raggiunse la prima posizione delle classifiche inglesi, ed il singolo Song 2 divenne un hit negli Stati Uniti, facendo guadagnare all'album un disco d'oro il 12 dicembre 1997. Tra gli altri singoli di successo si ricordano Beetlebum e M.O.R..

Lo stile dell'album fu il risultato dell'abbandono da parte del gruppo del britpop che li aveva contraddistinti fino ad a allora, per passare ad un suono più marcatamente lo-fi e vicino all'indie rock. Il successo dell'album fu dovuto probabilmente proprio a questa evoluzione dal britpop degli inizi. Nel 2004 l'album venne unito a Modern Life Is Rubbish (album del 1993) in un box in edizione limitata facente parte della collezione della EMI 2CD Originals.

Per la parte superiore



The Focusing Blur

Per favore, aggiungi il template e poi rimuovi questo avviso. Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

The Focusing Blur è il quinto album in studio del gruppo svedese Folk/Progressive Metal Vintersorg. È Stato pubblicato dalla Napalm Records il 16 febbraio 2004. Questo album è il più progressivo della band e presenta qulche sperimentazione Avantgarde Metal.

Per la parte superiore



Damon Albarn

Damon Albarn mg 6632.jpg

Damon Albarn (Leytonstone, 23 marzo 1968) è un cantante e musicista britannico.

È il leader dei Blur, gruppo simbolo del brit-pop, con il quale ha raggiunto il successo, ma negli ultimi anni ha portato avanti con successo anche il progetto parallelo dei Gorillaz, gruppo attento alle sonorità del rap e dell'hip-hop che ha la particolarità di non apparire mai in carne ed ossa, ma sempre in versione cartoon.

Trasferitosi con la famiglia all'età di dieci anni ad Aldham, Colchester, quando aveva tredici anni conobbe a scuola Graham Coxon, con il quale tuttavia perse contatto quando nel 1987 si trasferì a Londra. Qui iniziò a comporre e incidere musica presso lo studio di registrazione Beat Factory. Nel 1988, mentre frequentava un corso al Goldsmiths College di Londra, conobbe colui che sarebbe diventato il bassista dei Blur, Alex James. Con Coxon, Albarn formò The Circus, band che poi si trasformò in Seymour quando vi si aggiunsero James e Dave Rowntree. I Seymour cambiarono poi nome in Blur nel 1989.

Con il passare degli anni, Albarn divenne una delle icone del britpop, in contrapposizione ai fratelli Noel e Liam Gallagher, leader degli Oasis. Nel 1996, Albarn apparve nella colonna sonora del film Trainspotting sia come membro dei Blur, sia con un brano strumentale pubblicato a suo nome, Closet Romantic.

Anche quando Coxon, nel 2002, ha lasciato la band, Albarn, insieme a Rowntree e James, ha continuato a portare avanti il progetto, ma recentemente ha più volte dichiarato che non ci sarà un nuovo album dei Blur fino a quando Coxon non tornerà sui suoi passi.

Frattanto, oltre a portare avanti il progetto Gorillaz, Albarn ha inciso musica anche a proprio nome. Nel 2002 ha pubblicato Mali Music, un album basato sulle registrazioni risalenti alla sua visita in Mali, paese africano in cui Albarn si recò nel 2000 per conto della Oxfam, ONG britannica. Nel dicembre 2003 ha pubblicato Democrazy, sempre come solista. L'album contiene demo registrati con un quattro piste durante il tour statunitense dei Blur nel 2003. Nel 2004 è comparso anche in Palookaville, di Fatboy Slim, nella canzone Put It Back Together. Nel 2005 i Gorillaz hanno pubblicato il loro secondo album, Demon Days.

Albarn è molto attivo nel movimento contro la guerra. Si è scagliato infatti duramente contro l'invasione statunitense dell'Afghanistan e contro la guerra in Iraq. Ha dichiarato che vorrebbe incidere a Bagdad il nuovo album dei Blur, perché gli piace lo stile musicale iracheno. Ha anche criticato fortemente il Live 8 del 2 luglio 2005, sottolineando la quasi totale assenza di musicisti neri e africani nel programma. A causa delle sue critiche, numerosi artisti non bianchi sono stati aggiunti al programma del concerto, ed è stato organizzato un intero concerto con l'esibizione di soli artisti africani in Cornovaglia, in contemporanea con gli altri concerti. Nel 2007 assieme a Simon Tong (ex Verve),Paul Simonon (ex Clash),Tony Allen(ex Fela kuti) ha dato vita ad una "all star-band": i "The Good, The Bad & The Queen" che hanno inciso un omonimo album. Questo ennesimo side project da parte di Albarn potrebbe non avere seguito secondo alcune voci; ma non si sa ancora nulla di certo.

Dopo una lunga relazione con Justine Frischmann degli Elastica negli anni '90, attualmente Albarn convive con Suzi Winstanley, che nel 1999 gli ha dato una figlia.

Per la parte superiore



Britpop

Britpop è il termine utilizzato per ricondurre ad un unico movimento alcuni gruppi britannici pop e rock apparsi all'inizio degli anni novanta. La sua nascita si fa ricondurre al genere musicale nato negli anni ottanta detto indie rock.

Gli artisti riconducibili al brit pop hanno avuto origine dalla scena indipendente e underground del Regno Unito. Molti di loro hanno acquisito buona notorietà nel paese d'origine e in alcuni stati dell'Europa continentale sull'onda del successo commerciale di gruppi come Suede (1991-2003), Blur (1989-2003), Oasis (1993-) e Pulp (1981-2002), successo che ha contribuito a lanciare, se non a creare, il movimento come fenomeno di massa.

L'origine del brit pop va ricercata fra gli artisti che cercarono di riattualizzare le melodie degli anni sessanta e degli anni settanta aggiungendovi tematiche mutuate dalla new wave, dal noise americano ma anche dalla dance music.

Capostipiti di questo genere musicale sono generalmente considerati i The Smiths, che acquisirono un certo successo a partire dal 1985, seguiti poi da alcuni emuli già a meta' degli anni ottanta, fra i quali possono essere citati gli Housemartins ed i Wedding Present.

Da questo spunto seminale, si sviluppò nella zona di Manchester un vero e proprio movimento musicale il Madchester, nel quale possono essere inclusi gruppi come Stone Roses, Happy Mondays, The Charlatans, Inspiral Carpets e E.M.F.. Tipica di queste band è la commistione musicale fra cultura disco e house e sound indie pop, unita alla ricerca per un'apparenza trasandata, scontrosa e votata all'eccesso (specialmente per le droghe sintetiche). Il Madchester influì sul movimento brit pop anche per quanto riguarda l'abbigliamento (scarpe da ginnastica in stile anni settanta, impermeabili sintetici, felpe, ecc.).

Quasi parallelamente al Madchester si sviluppò lo Shoegaze che contribuì a diffondere il gusto basato sull'unione fra melodie dilatate e uso prepotente di feedback chitarristici, con forti influenze dal rock psichedelico.

Dopo l'affievolirsi di Madchester e Shoegaze, all'inizio degli anni novanta, si formano gli Suede, che crearono un'eccitazione notevole nella stampa inglese ancor prima di avere pubblicato un singolo. Le melodie di Bernard Butler e i testi dolorosi, rabbiosi e poetici di Brett Anderson, così come l'immaginario e lo stile del gruppo (il taglio di Brett Anderson e i vestiti vintage dei membri della band influenzeranno tutti i successivi epigoni) colpiscono i giovani inglesi e il loro primo album Suede, uscito nel 1993, segna l'inizio del vero e proprio periodo Britpop; anche se alcuni fanno risalire a due anni prima, cioè al 1990, l'inizio del Britpop con l'uscita dell'album "The La's" dell'omonima band inglese.

Attorno alla prima metà degli anni novanta comparvero sulla scena band e artisti dalle caratteristiche piuttosto eterogenee anche se in parte accomunati dal look (variamente influenzato dalle estetiche Mod e Madchester) dalla ricerca per il ritornello memorabile e, più in generale, per la commistione fra sonorità underground e immediatezza tipicamente pop.

Alcuni artisti declinavano queste tendenze proponendo un'attualizzazione della New Wave e del Post-punk: era il caso di gruppi come Elastica (1992-2001), Shed Seven (1991-1999) e Marion. Altre band erano influenzate dal Glam e da artisti come David Bowie, i Roxy Music, Marc Bolan o i Queen (che sono una summa di quasi tutte le correnti rock (dall'hard al glam) & pop - dal funky all'operistica - anni '70-'90), talvolta accentuandone gli aspetti rock (Suede), altre volte il gusto per i toni teatrali e sensuali (Pulp).

Molto ampia, e di notevole successo commerciale, fu la schiera di gruppi nei quali l'influenza di gruppi anni '60 come Beatles, The Kinks, Small Faces e Byrds era particolarmente forte. Era il caso di Blur, The Verve, Oasis, Supergrass, Boo Radleys, Ocean Colour Scene, Dodgy, Kula Shaker e Teenage Fanclub, The Divine Comedy, Travis, Embrace, Mansun.

Si può ritenere che la fine reale dell'epopea britpop avvenne nel 1999. Dei gruppi che avevano portato la bandiera del genere rimanevano in effettiva attività solamente gli Oasis. Anche l'arrivo di un paio di ritardatari come gli Starsailor e i Coldplay, che in qualche modo portarono avanti lo stile proprio del britpop fino ai giorni nostri, non servì a rivitalizzare il genere, e chi ne faceva parte passò ad altre occupazioni ed altri progetti. I Blur, addirittura, cambiarono genere e orientamento. Oggi stiamo assistendo al ripescaggio dei principali artisti del periodo: nel 2005 Brett Anderson e Bernard Butler, le anime degli Suede, hanno realizzato un album formando un nuovo gruppo, The Tears, dal titolo Here Comes the Tears che però non ha riscosso gran fortuna, in seguito Brett Anderson nel 2006 inizia una carriera da solista; Jarvis Cocker, l'estroverso cantante dei Pulp, ha realizzato un album per conto proprio, e si parla già di riformare i Blur, dopo che gruppi quali Kaiser Chiefs e RazorLight ne hanno riportato in voga le sonorità.

Una nota a parte va fatta per il gruppo che negli ultimi dieci anni ha riscosso i maggiori consensi di critica in tutto il mondo, ed anche uno dei pochissimi acts non americani ad avere mai vinto un Grammy Award in USA: i Radiohead, che nacquero ai margini del britpop (ma più vicini alle sonorità grunge e noise d'oltreoceano), devono al britpop tutta la loro fortuna, per essere stati portati sulla sua onda pubblicitaria e commerciale fino al successo planetario del 1997 con l'album "Ok Computer", quello che appunto vinse il Grammy Award a New York nel 1998 come Migliore Album.

Il New Britpop è uno stile del Britpop,gli strumenti utilizzati sono sempre gli stessi,Chitarre ,Pianoforte,Tastiere e Voce che si avvicinano anche al Folk Rock. A differenza del Britpop originale ,inizio anni 90 il New Britpop ha avuto origine verso la fine e all'inizio del 2000.

Tra le band New Britpop ci sono Stereophonics, Keane, Franz Ferdinand, Jet, Muse,Ben's Brother e artisti solisti come Paolo Nutini o Robert Post.

Phonogram, Kieron Gillen e Jamie McKelvie, ed. it. Alta Fedeltà, Milano 2008.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia