Bergamasco

3.3884758364272 (1614)
Inviato da nono 30/04/2009 @ 06:09

Tags : bergamasco, piemonte, italia

ultime notizie
Serie A: aspettando Inter-Atalanta - Datasport
Anche in quel caso il punteggio finale fu 1-2, con vantaggio bergamasco firmato da Sala, pareggio di Vieri per i padroni di casa e definitivo 1-2 siglato da Berretta. Sono infine 17 anni che tra le due squadre non esce il segno X a Milano;...
L'Oscar del calcio bergamasco Ecco i vincitori dell'iniziativa - L'Eco di Bergamo
Si concluderà venerdì alle ore 20, con la sfida a Terno d'Isola tra i migliori giocatori di Eccellenza e di Promozione, la settimana dedicata all'Oscar del calcio bergamasco, l'iniziativa de «L'Eco di Bergamo» che valorizza e premia i giocatori...
Jethro Tull: aperte le prevendite per il concerto bergamasco del 4 ... - Pianeta Rock
Il concerto nella splendida cornice bergamasca (a fianco dello stadio comunale) è promosso dall'amministrazione comunale e da Zeroeventi in collaborazione con Frame Events. I biglietti sono in vendita al prezzo di € 30,00 (più prevendita) ed è già...
Caldo, città ancora nella canicola Un anziano morto nel Bergamasco - Il Messaggero
Un morto nel Bergamasco. Il caldo record di queste ore ha fatto una vittima in provincia di Bergamo, dove questa mattina un pensionato è morto stroncato da infarto, forse a causa proprio dell'eccessiva calura. È successo intorno alle 10.30 a Palosco...
"Conosci la carta dei servizi", vince il bergamasco Sebastiano Emma - Bergamonews
Spot, jingle, magliette, sottobicchieri e carte da gioco. Sono questi alcuni degli strumenti di comunicazione inventati dagli studenti lombardi del IV e V anno delle scuole secondarie di secondo grado che hanno partecipato al concorso "CRS per saperne...
SEA perfeziona cessione quota Aeroporto di Bergamo - La Repubblica
La partecipazione in SACBO è stata ceduta al Credito Bergamasco, UBI Banca, Camera di Commercio Industria e Artigianato di Bergamo, Italcementi e Unione Industriali della Provincia di Bergamo. SEA, che deteneva una partecipazione del 49,98%,...
C.Bergamasco: costituito Comitato del Credito per provincia Brescia - Borsa Italiana
MILANO (MF-DJ)--C.Bergamasco (gruppo B.Popolare) ha deciso di procedere alla costituzione di comitati periferici del credito, per fornire un sostegno allo sviluppo delle realta' locali favorendo una sempre piu' rapida risposta alle esigenze della...
Fra gli specialisti un bergamasco - L'Eco di Bergamo
Lo dice - in un'intervista a L'Eco di Bergamo - il mago dell'animazione computerizzata Ernesto Paganoni (www.ernesto3d.com), bergamasco che ha fondato la prima società italiana di computer grafica nel 1992. Nato a Bergamo nel 1961,...
Finardi e gli Slapsus alla Festa del Volontariato - Bergamonews
La manifestazione si pone tra i principali obiettivi la sensibilizzazione della cittadinanza sui temi dell'impegno sociale e dell'agire volontario, la diffusione di informazioni sul volontariato bergamasco, il coinvolgimento e la socializzazione tra i...
L'Uc Bergamasca sul pavé della Parigi-Roubaix - Bergamonews
Dopo aver raccolto il terzo successo stagionale lo scorso sabato con Andrea Di Corrado vincitore della Coppa Ballerini e del titolo provinciale bergamasco degli Under 23 la Uc Bergamasca Colpack De Nardi si prepara ad una settimana intensa e ricca di...

Arturo Bergamasco

Arturo Bergamasco (1951) è un rugbysta italiano. Fu un flanker che negli anni settanta militò anche in nazionale azzurra. Giocò prima nel Rovigo per poi trasferirsi al Petrarca Padova, vincendo due scudetti.

I suoi due figli Mirco e Mauro sono anche loro rugbisti di successo che vestono la maglia della nazionale italiana.

Per la parte superiore



Sonia Bergamasco

Sonia Bergamasco (Milano, 16 gennaio 1966) è un attrice italiana.

Dopo la maturità classica, si diploma in pianoforte al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Nel 1990 si diploma in recitazione alla scuola del Piccolo Teatro di Milano.

E' sposata con l'attore Fabrizio Gifuni.

Per la parte superiore



Credito Bergamasco

La sede del Credito Bergamasco

Il Credito Bergamasco è un istituto di credito italiano, di proprietà del gruppo Banco Popolare.

Fondato a Bergamo il 1º giugno 1891, nel 1929 incorporò il Piccolo Credito Bresciano, nel 1941 la Banca Regionale Lombarda di Milano, nel 1995 il Banco San Marco di Venezia.

Nel 1989 la banca venne acquisita dall'Istituto francese Crédit Lyonnais, per poi tornare di proprietà italiana nel 1997, acquisita dalla Banca Popolare di Verona.

Con la nascita del gruppo Banco Popolare di Verona e Novara e successivamente del Banco Popolare, il Credito Bergamasco proseguì la sua attività come numero di sportelli.

Per la parte superiore



Panno grosso bergamasco

Il panno grosso bergamasco è un tessuto pregiato ruvido, caldo e molto robusto.

La sua origine risale al Medioevo nelle zone della Val Gandino, in particolare nella località di Leffe e nella conca del monte Farno, dove contribuì a dare vita ad un florido mercato della lana.

Queste sue caratteristiche gli permisero di essere utilizzato, in epoche passate, soprattutto negli eserciti, e contriburono allo sviluppo economico della zona, tutt'ora rinomata per i propri prodotti lanieri.

Per la parte superiore



Pastore bergamasco

Bergamasco 600.jpg

Discende da quel ceppo di cani conduttori e mandriani giunto in Occidente dall'Oriente al seguito di popolazioni nomadi e delle loro greggi. Data la diffusa pastorizia, i progenitori del Pastore Bergamasco trovarono nel territorio dell'arco alpino un'area ideale per esprimere al meglio le proprie attitudini. Fin dal 1300 è accertato l'impiego di questo cane in qualità di conduttore della tipica pecora bergamasca. Nei quattro secoli successivi il Pastore Bergamasco ha conosciuto un buon incremento grazie all'espandersi dell'allevamento di ovini. Dopo il 1700, invece, a seguito di una progressiva riduzione dell'attività pastorale, anche questo cane conosce dei momenti di vera e propria crisi, fino a sfiorare l'estinzione nel periodo delle due Guerre Mondiali. Il primo intervento selettivo è quello iniziato dal marchese Paolo Cornaggia verso il 1890. Il cane all'epoca viene ancora chiamato "Cane da Montagna". Nel 1949 nasce la Società amatori Pastore Bergamasco. Qualche anno più tardi giunge infine lo standard ufficiale.

La coda rimane inserita all'ultimo terzo della groppa, grossa e robusta alla radice, si affusola verso la punta. È coperta di pelo caprino lievemente ondulato. I colori accettati in esposizione sono tutte le gradazioni del nero (non lucido) al grigio anche a macchie. Il colore deve essere determinato dalla radice del pelo, perché l'infeltrimento della parte lanosa genera nei bioccoli sfumature di colore diverso, anche isabella nei cani di colore grigio. Il pelo è molto abbondante, lungo e diversificato: di tessitura ruvida (caprina) sulla metà anteriore del tronco; lanoso (ovino) a bioccoli sulla restante metà; meno ruvido sulla testa. Gli occhi sono grandi, di colore marrone più o meno scuro, con rima palpebrale leggermente ovale. Le orecchie: inserite alte, semipendenti, di forma triangolare e co i due terzi terminali cadenti. La lunghezza del muso eguaglia quella del cranio. Nel suo insieme è grossa e di forma parallepipedoica. Il cranio è largo e leggermente convesso tra le orecchie. I piedi sono di forma ovale con dita ben arcuate e chiuse.

Dotato di temperamento equilibrato, ubbidiente e sensibile, è un cane molto versatile: la sua capacità di apprendere e di decidere infatti, insieme all'innata pazienza, ne fanno un cane adatto agli impieghi più svariati. Nella famiglia identifica il gregge, o comunque la comunità, di cui ama tenere uniti i membri. È un ottimo compagno/guardiano per i bambini, da lui considerati cuccioli o comunque soggetti più deboli da difendere. Anche se molto protettivo non è però mai morbosamente possessivo. Non è mai aggressivo benché sia un ottimo guardiano della casa, svolgendo un'efficace attività deterrente pur senza diventare mai pericoloso.

È un cane rustico, non richiede che pochissime cure da parte del proprietario. Una particolare attenzione va posta soltanto al momento della formazione dei boccoli, quando è necessario districare il pelo con le mani per favorirne il loro naturale assembramento.

Una grossa limitazione alla diffusione del Pastore Bergamasco è la notevole massa di pelo che fa temere possa trasformarsi in un ricettacolo di cattivi odori. Gli esperti della razza sottolineano che il pelo può sì emanare cattivo odore, ma solo se il cane viene rinchiuso in spazi limitati come box o canili, senza avere la possibilità di scorrazzare all'aria aperta. È dunque molto importante che questo cane abbia la possibilità di muoversi e passeggiare al verde. Contrariamente a quanto comunemente si pensa il Pastore Bergamasco può essere lavato ogni qual volta è necessario. Particolare cura e attenzione è da rivolgere però alla fase del risciacquo e dell'asciugatura che richiede parecchio tempo. Le femmine tendono più facilmente a formare i caratteristici boccoli a causa del pelo più lanoso, specie se la tosatura non viene effettuata almeno una volta l'anno. Il pelo del muso e di tutta la parte anteriore, nonché dell'area ano-genitale va pettinata frequentemente per evitare la formazione di feltri e del conseguente ristagno di materiale organico, fonte di cattivi odori. Si consiglia di tosare il cane, quando il pelo inizia a formare i boccoli vicino alla pelle, i quali formeranno nodi molto difficili da sciogliere e dolorosi per l'animale. Un'altra accortezza rimane quella di non sfoltirlo troppo sul muso e soprattutto sugli occhi, in alcuni esemplari abbastanza delicati.

Nel 2004 sono stati iscritti 124 cuccioli ai libri genealogici Enci e la sua diffusione è piuttosto costante.

Per la parte superiore



Salame bergamasco

Per favore, aggiungi il template e poi rimuovi questo avviso. Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Il salame della bergamasca è un prodotto tipico della provincia di Bergamo.

Le sue origini sono molto antiche. Nel secondo dopoguerra abbiamo fonti che ci ricordano che veniva utilizzato anche come mezzo formale di pagamento.

Il prodotto è legato alle particolarità climatiche della provincia di Bergamo, dove la forte umidità ha impedito lo sviluppo di altri salumi, come il prosciutto. Per questo è stato “creato” un prodotto come il salame bergamasco che potesse essere stagionato anche a lungo (oltre i 90/100 giorni) in queste condizioni. La sua caratteristica peculiare è quella di utilizzare tutte le parti del maiale, anche quelle più nobili che in altre regioni sono utilizzate per i prosciutti, le coppe o i culatelli e quindi non avere necessità di inserire altri tipi di carni, come quelle bovine. un'ulteriore caratteristica è quella di provenire da un suino pesante (quello che da sempre si adatta meglio all'economia del territorio per resa e qualità), alimentato esclusivamente con i cereali facilmente coltivati nella zona, come il mais.

É difficilmente acquistabile al di fuori della provincia di Bergamo e i migliori sono ancora artigianali. È comunque in corso un progetto per l’etichettatura di qualità del prodotto.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia