Atletica

3.3846153846172 (975)
Inviato da gort 06/03/2009 @ 21:10

Tags : atletica, sport

ultime notizie
Atletica, 30 anni di Trofeo “Federico Marfuggi” - PUPIA
La manifestazione, organizzata dall'Arca Atletica Aversa, rientra nel progetto della Federatletica de “L'Atletica va a Scuola” e dopo la prova di sabato scorso a Lusciano, ora saluta i giovanissimi concorrenti, per un settembre che si annuncia al...
Atletica Bergamo dodicesima nel Top Club Challenge - Bergamonews
Seconda giornata della Top Club Challange che anche se in formazione molto rimaneggiata l'Atletica Bergamo 59 ha voluto onorare perché importante è esserci e confrontarsi con società assolute che al momento sono molto più forti della nostra....
Monza, DieciK dai grandi numeri 900 atleti al via della «Chrono» - Il Cittadino di Monza e Brianza
Monza - Un successo oltre le previsioni per la “10K Chrono” andata in scena sabato nel centro di Monza. Novecento iscritti, più del doppio rispetto al 2008, hanno consacrato la seconda edizione della manifestazione promossa dalla Forti e Liberi e da...
Buoni risultati per gli atleti marchigiani al Top Club Challenge - Il Mascalzone
Ancona, 24 maggio 2009 - Buoni risultati per gli atleti marchigiani al Top Club Challenge a Pescara, la manifestazione che si è svolta nel week-end per qualificare la rappresentante italiana alla prossima edizione della Coppa dei Campioni....
ATLETICA LEGGERA: RICCI, ZOCCHI E GUERRINI TRASCINANO L'ALTO LAZIO ... - OnTuscia.it
Le gare si sono disputate a Pescara nel rinnovato stadio Mazza, che ospiterà a fine giugno i Giochi del Mediterraneo ed ha visto la presenza nelle varie gare dei migliori atleti italiani del momento con risultati di rilevanza in chiave nazionale....
Atletica – Samsung partner della IAAF - SportEconomy
La Federazione internazionale di atletica leggera e Samsung hanno annunciato una partnership che vede l'azienda coreana brand di elettronica di consumo per i Campionati mondiali di atletica leggera.Samsung diventa così Official IAAF Partner per I...
200 metri a grandi livelli al Top Club Challenge di atletica - Megamodo
Emanuele Di Gregorio bissa la vittoria nei cento precedendo ancora una volta Simone Collio sulla linea del traguardo dei 200 metri – è la migliore prestazione italiana 2009, ma con condizioni di vento oltre i limiti. “Mi sentivo in forma,...
Atletica: in 600 alla festa delle elementari - Vaol.it
Ben 300 gli atleti presenti, per un totale di oltre 400 atleti/gara, che hanno così decretato il pieno successo della manifestazione organizzata dal gp Valchiavenna Liquigas. Tanti i risultati da ricordare a cominciare dal bis del chiavennasco Enrico...
una virtus cr lucca fantastica allo stadio adriatico di pescara - ToscanaSport
In uno stadio " Adriatico " completamente rinnovato in vista dei prossimi Giochi del Mediterraneo che partiranno tra meno di un mese l´ Atletica Virtus Cassa di Risparmio di Lucca ha raggiunto il punto massimo della sua storia agonistica negli oltre 30...
Ecco Bertolo, il nuovo asso del Palermo - Corriere dello Sport.it
Centrocampista mancino, ha grande spinta, potenza atletica e buoni fondamentali. È bravo ad inserirsi, segna molto e può giocare anche da regista ROMA, 23 gennaio - Concentrare gli investimenti sui giovani: è questa la strada scelta dal Palermo....

Atletica leggera

L'Atletica leggera è un insieme di discipline sportive che possono essere sommariamente suddivise in: corse, concorsi (lanci e salti), corsa su strada, marcia e corsa campestre.

La parola atletica deriva etimologicamente dal latino athlētica (sottinteso artem 'tecnica') da athlēta che a sua volta deriva dal greco athletès da athlos 'lotta'.

Gli eventi di atletica leggera vengono di solito organizzati attorno a una pista ad anello della lunghezza di 400 m, sulla quale si svolgono le gare di corsa. Le gare di lanci e salti invece, si svolgono sul campo racchiuso dalla pista.

Molte delle discipline dell'atletica leggera hanno origini antiche, e si tenevano in forma competitiva già nell'antica Grecia. L'atletica leggera venne inserita nei Giochi olimpici fin dall'edizione del 1896, e da allora fa parte del programma olimpico. Il corpo di governo internazionale dell'atletica leggera, la IAAF (International Association of Athletics Federations), è stato fondato nel 1912. La IAAF organizza i Campionati del mondo di atletica leggera, con scadenza biennale. La prima edizione si è svolta nel 1983 ad Helsinki, l'ultima ad Osaka, in Giappone nel 2007. In Italia, l'attività dell'atletica leggera è regolata dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL).

L'atletica leggera trova le sue origini nell'antica Grecia: i poemi omerici, la statuaria, Pindaro e la pittura vascolare testimoniano la profonda passione sportiva degli antichi greci e l'onore in cui tenevano gli atleti. Il canto ventitreesimo dell'Iliade descrive prove che anticipano gare che sono ancora tipiche nell'atletica moderna: una corsa a piedi e due prove di lancio, il disco e il giavellotto. Nel canto però dell'Odissea dedicato ai giochi dei Feaci, Omero, quasi per completare la gamma delle attività naturali di base (correre, saltare, lanciare) parla anche di una prova di salto ("il maggior salto Anfiolo spiccollo") senza specificare di quale salto si trattasse, anche se non è azzardato pensare che si trattasse di salto in lungo.

La nascita, gli inizi dell'atletica leggera, si perdono nella notte dei tempi, confondendosi con i primi gesti dell'uomo, alle prese con le sue necessità di sopravvivenza. Non si sa per quante migliaia di anni i primi uomini abbiano corso fuggendo ed inseguendo, e abbiano lanciato per aggredire o per difendersi, creando così la matrice naturale di un agonismo del tutto singolare e inconsapevole. Grecia, Egitto, Irlanda e poi Roma e l'Etruria, risultano essere in misura più probabile le terre in cui inizialmente il gesto atletico dell'uomo assunse le forme più definite, non escludendo comunque, per tempi più lontani la nascita di esso. Quasi nulla si conosce di quanto avveniva nei territori del Nilo e nella mitica Valle dei Re, salvo alcune fragili notizie su gare di corsa avvenute verso il XV secolo prima dell'era di Cristo e su competizioni consistenti nel lancio a distanza di un blocco di pietra. Poco si conosce anche dei Giochi di Lugnas, irlandesi, successivamente conosciuti come Tailteann Games, datati intorno al 632 a.C. La radice di queste competizioni traeva origine, da contenuti religiosi o celebrativi. Il programma dei giochi irlandesi era molto nutrito, consistendo in gare di corsa, di lancio (pietra e giavellotto) e di salto (lungo ed asta).

Alla Grecia però, (allo spirito che ha alimentato per originalità e per ampiezza di contenuti morali ed agonistici una grandissima parte del gesto sportivo e atletico, complice anche un numero cospicuo di testimonianze letterarie ed iconografiche), viene assegnato un ruolo essenziale, quasi totale, nel contesto sportivo di ogni tempo. Parlare della Grecia significa, normalmente parlare di Olimpia e dei giochi, di fiaccole, di tregue sacre ed atleti-eroi cinti di corone di olivo. In effetti l'origine più o meno ufficiale dello sport e dell'atletica coincide, in terra ellenica, con il battesimo dei Giochi olimpici, confusi con il mito di Ercole alle prese con le stalle di Augia, ma inequivocabilmente costituenti la prima organizzazione ufficiale. Numerose le date d'inizio delle Olimpiadi: 1222, 1000, 884, tutte date prima dell'era di Cristo, nessuna certa. Il primo grande atleta di cui si hanno notizie certe fu Corebo di Elea di professione cuoco, incontrastato dominatore delle gari veloci, che nel 776 a.C. fu primo alle soglie di pietra di Olimpia dopo 192 metri di gara.

Questa distanza, la più tradizionale, corrispondeva all'incirca alla lunghezza della pista originaria ed era denominata stadion; nei successivi anni olimpici furono aggiunte altre distanze di corsa, il diaulos distanza doppia dello stadion, e il dolichos, la cui misura variava dai 7 ai 24 stadi, rimanendo così nei limiti delle nostre prove attuali di mezzofondo.

Il getto del peso, o meglio il lancio della pietra, che come forma di lancio era sicuramente precedente al disco e che era in uso anche fra gli antichi egizi, viene citato come prova competitiva a Troia e ad Olimpia. Del lancio del giavellotto, specialità in cui l'originaria tradizione guerriera si accoppiava splendidamente al rituale agonistico, si sa che l'attrezzo, simile all'asta di guerra, aveva nella zona mediana un laccio di cuoio, occorrente a dare maggiore impulso al lancio ed una più facile precisione di traiettoria.

Anche gli etruschi una delle civiltà più affascinanti ed impenetrabili della storia, offrono enormi testimonianze storiche, per quanto riguarda lo sport e le gare. La Tomba dei carri o Tomba di Stackelberg datata al V secolo a.C., dal nome dello scopritore, a Tarquinia, ne è una testimonianza. Viene raffigurato, un'immagine relativa al salto con l'asta. La Tomba della scimmia, invece raffigura il salto in lungo esercitato con l'aiuto dei pesi, e la Tomba dei Giochi olimpici, raffigura, gare di corsa, salto in lungo e lancio del disco e giavellotto. Straordinaria, in un affresco del VI secolo a.C. della Tomba di Poggio al Moro, che come raffigurazione mostra quattro corridori in partenza.

Esistono altre varianti rispetto a quelle elencate di seguito, ma gare di lunghezza insolita (ad esempio i 300 m) sono corse molto di rado. Con l'eccezione della corsa sul miglio, tutte le corse si svolgono su distanze calcolate in metri.

Uomini e donne competono in gare separate e da qualche anno, soprattutto nelle grosse competizioni internazionali, il programma delle donne è identico a quello degli uomini. Le uniche differenze sono costituite dall'altezza degli ostacoli e delle siepi (che è più bassa per le donne), dal peso degli attrezzi per i lanci (che è inferiore) e dal numero di discipline presenti nelle prove multiple, dieci (ovvero decathlon) per gli uomini, sette (eptathlon) per le donne.

Le gare di corsa si dividono in campestri, corsa in montagna e su pista. Rispetto alla distanza si dividono in gare di velocità e gare podistiche, che comprendono sia corse su pista (fondo e mezzofondo) che campestri (maratona e marcia). Le tecniche di allenamento differiscono sostanzialmente in base alla distanza, e di conseguenza i sistemi muscolari degli atleti sono decisamente specializzati. Anche le scarpette presentano differenze sostanziali in funzione della distanza, del terreno, del peso ed eventualmente dello stile di corsa, in quanto devono assorbire i microtraumi derivanti da ogni battuta del piede sulla superficie.

Per la parte superiore



Atletica

Nel linguaggio comune con il termine atletica si intende di regola l'atletica leggera perché di fatto l'atletica pesante non esiste, sono sport completamente separati e indipendenti.

Per la parte superiore



Velocità (atletica)

Per velocità s'intende il percorrere nel minor tempo possibile una certa distanza. Nell'atletica leggera i 100 metri sono considerati la specialità principe perché essere l'uomo o la donna più veloce è sempre stato obiettivo molto ambìto.

La velocità è un settore delle corse piane dell'atletica leggera le cui distanze arrivano fino ai 400 metri, cioè un giro completo dell'anello di pista.

La partenza si effettua sempre dai blocchi di partenza.

Gli atleti si posizionano sui blocchi. L'atleta, per disporsi correttamente, non dovrà né sovrapporsi né tantomeno superare la linea di partenza con le mani o i piedi. Quest'ultima è inclusa nel percorso di gara mentre quella d'arrivo è esclusa.

L'atleta ha in questo momento 5 appoggi: tutt'e due le mani, un ginocchio ed entrambi i piedi.

Gli atleti si sollevano su 4 appoggi (viene sollevato il ginocchio) in posizione di massima tensione ed equilibrio.

Gli atleti si proiettano correndo il più velocemente possibile verso il traguardo.

Nel caso qualcuno si muova anzitempo lo starter spara un secondo colpo di pistola e viene assegnata un'ammonizione a tutti i concorrenti. Al ripetersi di ulteriori "false partenze" (la partenza viene definita falsa allorquando il tempo di reazione allo sparo è inferiore a 100 millisecondi) verranno esclusi dalla gara i concorrenti che ne sono stati artefici.

Queste modalità sono uguali in tutte le distanze; ciò che cambia è la posizione dei blocchi. Nei 100 metri sono tutti in linea, mentre nei 200 e 400 sono scalati in maniera tale da garantire la percorrenza della medesima distanza indipendentemente dalla corsia.

L'atleta che corre in prima corsia (la più interna) partirà a metà anello (ovvero nel punto esatto di confluenza tra rettilineo opposto a quello d'arrivo e curva seguente), mentre dalla seconda corsia in poi l'atleta sarà più avanzato rispetto a chi lo precede proprio per compensare il maggior raggio di curva e, dunque, l'altrimenti aumentata distanza dalla linea d'arrivo.

Per la parte superiore



Campionati europei di atletica leggera

I campionati europei di atletica leggera sono un evento organizzato dalla European Athletic Association. Sono organizzati dal 1934 ogni quattro anni, tra i Giochi olimpici estivi e i Campionati del mondo di atletica leggera, nello stesso anno dei Commonwealth Games.

Per la parte superiore



Asociación Atlética Argentinos Juniors

L'Asociación Atlética Argentinos Juniors, per brevità Argentinos Juniors, è un club polisportivo argentino di Buenos Aires, fondato nel 1904, noto soprattutto per la sua sezione calcistica, la quale attualmente milita nel campionato di vertice argentino.

Il club fu originariamente chiamato "I Martiri di Chicago", in omaggio agli otto anarchici imprigionati o impiccati in seguito alla Rivolta di Haymarket a Chicago.

Gli Argentinos Juniors, detti Bichos Colorados (insetti rossi), sono anche conosciuti in patria come El Semillero (asilo nido per i semi), per il fatto di essere uno dei principali trampolini di lancio per calciatori di fama mondiale, tra cui Fernando Redondo e Juan Roman Riquelme. Anche il celeberrimo calciatore Diego Armando Maradona ha iniziato la sua carriera in questa squadra.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia