AMD

3.4386339381009 (937)
Inviato da david 09/04/2009 @ 22:07

Tags : amd, microprocessori, componenti, hardware, computer, high tech

ultime notizie
Piattaforma AMD Tigris al Computex 2009 - Notebook Italia
La nuova piattaforma AMD per computer portatili mainstream potrebbe apparire ufficialmente per la prima volta nel corso del Computex 2009 di giugno: AMD Tigris si affiancherà alle piattaforme AMD Yukon e Congo per ultraportatili e sostituirà AMD Puma....
AMD Athlon X4 rinviato a settembre? - Dinox PC Hardware
Stando alle ultime informazioni, AMD avrebbe deciso di rinviare il debutto dei processori Athlon X4 durante il terzo trimestre del 2009. Se confermato si tratta del secondo ritardo per questi processori basati su architettura quad-core Propus di...
AMD, licenza x86: il grande bluff di Intel - Tom's Hardware Guide
"AMD non crede che Intel continuerà la lotta per la presunta infrazione dell'accordo sulla licenza x86." Dall'accusa d'infrazione dell'accordo sulla licenza x86 sollevata da Intel contro AMD, sono passati oltre due mesi. È scaduto, quindi, quel periodo...
MSI al lavoro su alcuni ultraportatili basati su CPU AMD - PcTuner.net
MSI ha in cantiere due notebook basati sui processori Athlon NEO di AMD che si aggiungeranno alla serie X-Slim, portatili ultra compatti. La presentazione dei due modelli è ancora molto lontana, si parla del periodo a cavallo tra il terzo ed il quarto...
Chip e antistrust: Dell spiega perché non ha Amd sui notebook - eWEEKeurope
All'indomani della decisione dell'Antitrust Ue, che secondo Gartner non dovrebbe cambiare troppo i rapporti di forza tra Intel e Amd, la parola passa a un vendor come Dell. Intel detiene il 77.3 percento di market share, in flessione del 4.7 percento,...
ASUS Crosshair III Formula: ROG anche per AMD - Hi-Tech Italy
ASUS ha presentato una nuova scheda madre per CPU AMD basata su socket AM3: parliamo della nuova Crosshair III Formula appartenente alla serie ROG, Republic of Gamers, che contraddistingue prodotti dall'elevatissima qualità costruttiva e dotata di...
AMD non proprio sportiva: la homepage ha la bandiera dell'EU - NanoPress
Forse sarebbe stata più che sufficiente la bandiera euroea apparsa sulla home page di AMD, il famoso produttore di CPU che da anni fa da eterno secondo nella guerra dei processori. Ma evidentemente il messaggio non era abbastanza chiaro....
Driver ATI Catalyst 9.5 online - Hardware upgrade.it
AMD ha confermato, con questa discussione sul proprio forum ufficiale di supporto, che i driver verranno rilasciati quest'oggi. Abbiamo già disponibili i driver, identici a quanto verrà reso accessibile da questo tardo pomeriggio sul sito AMD,...
GPU, AMD abbatte il muro del gigahertz - Punto Informatico
Roma - Sono trascorsi nove anni da quando AMD lanciò la prima CPU ad infrangere la barriera del gigahertz di clock. Oggi il produttore di Sunnyvale ripete l'impresa, ma lo fa nel campo dei processori grafici, dove ha appena introdotto una nuova...
Nuovi processori AMD a 45 nanometri per sistemi desktop - Hardware upgrade.it
Il sito web TCmagazine segnala, a questo indirizzo, una ricca serie di nuovi processori AMD tutti caratterizzati da livelli di TDP massimo inferiori a quelli standard tra le cpu AMD ora in commercio, previsti al debutto entro la fine del mese di Giugno...

Microprocessori AMD

Microprocessore AMD 5x86-P75

AMD ha in progetto di rinnovare l'attuale piattaforma introducendo il supporto alle DDR3. Questa piattaforma si chiamerà socket AM3 e dovrebbe uscire l'11 gennaio 2009. AMD ha confermato che i processori AM3 saranno compatibili sulle schede madri AM2. Purtroppo, i processori AM2 non saranno compatibili alle schede madri AM3, per l'assenza del DDR3 memory controller, e per, due extra Pins (940 per am2 vs 938 per am3), che rende i vecchi processori meccanicamente incompatibili con il nuovo socket, per impedire agli utenti di tentare di installare il vecchio processore. AMD inoltre sta lavorando anche per costruire CPU con 8 core e GPU integrata (progetto Fusion - "core bulldozer").

Per la parte superiore



AMD K6-III

L'AMD K6-III è un microprocessore x86 prodotto da Advanced Micro Devices, l'ultimo e il più veloce ad usare il Socket 7; al debutto si guadagnò il titolo di processore x86 più veloce sul mercato, e rimase fortemente competitivo per un lungo periodo.

La differenza principale rispetto al predecessore K6-2 era un livello di memoria cache in più sul chip. Il K6-2 aveva 64 KB di cache L1 sul chip e molta di più sulla scheda madre (512 KB o 1 MB, a seconda del modello). Invece i competitori Intel usavano 32 KB di cache L1 e 128 KB di cache L2 a piena velocità sul chip (nel caso del Celeron) o 512 KB a metà della velocità del processore su una scheda secondaria (nel caso dei Pentium II e Pentium III). Il K6-III usava entrambi i metodi: possedeva 64 KB di cache L1, un'enorme cache L2 da 256 KB a piena velocità (simile a quella del Celeron ma grande il doppio) e quella montata sulla scheda madre, che diventava una cache L3.

Nonostante il design fosse semplice in teoria, nella pratica la sua produzione risultò difficoltosa, a causa della tecnologia del 1999 che poche volte aveva visto 21,4 milioni di transistor tutti assieme, e del core K6 che dopo i 500 MHz cominciava ad avere problemi. Tuttavia, il K6-III 400 vendette bene, e la versione a 450 MHz era palesemente la CPU x86 più veloce sul mercato.

Il sostituto del Pentium II non era ancora disponibile, ma Intel cercò di "mettere una pezza" commercializzando una versione poco differente del Pentium II come "Pentium III". Il design di base era praticamente identico (l'introduzione delle SSE a quel tempo era pressoché insignificante per le prestazioni) ma il nuovo processo di produzione di Intel permise velocità di clock superiori, e divenne difficile determinare quale processore offrisse le migliori prestazioni. Molti esperti trovarono che, come per i predecessori, le CPU Intel erano superiori nel calcolo in virgola mobile, mentre le AMD nel calcolo intero.

Entrambe le aziende volevano ottenere un primato indiscutibile, ma entrambe incontrarono problemi di produzione coi loro prodotti di punta. AMD richiamò il già raro K6-III 500 finché non fu chiaro perché alcuni esemplari assorbissero abbastanza potenza da fondere alcuni tipi di scheda madre, e preferì concentrarsi sull'Athlon Classic, che stava per essere rilasciato. Intel mise sul mercato con un discreto successo un Pentium III a 550 MHz ma dovette rimborsare i compratori della versione a 600 MHz.

Con l'introduzione dell'Athlon il K6-III fu presto dimenticato, a causa dell'elevato costo e impiego di materie prime, senza che fosse più un prodotto di punta. Per un po' divenne un processore secondario, prodotto solo quando gli ordini per tutti gli altri fossero stati soddisfatti, e fu difficile da trovare in quantità.

Il K6-III originale uscì di produzione quando fu introdotto il Pentium III Coppermine (molto migliorato rispetto al predecessore, con l'aggiunta di una cache L2 integrata simile a quella del K6-III), con cambiamento del processo di produzione da parte di Intel. Il passaggio si rivelò molto difficoltoso: le CPU Intel furono prodotte in scarsi esemplari per più di un anno, e molte compagnie che fino allora si erano rivolti esclusivamente a quest'azienda cominciarono a contattare AMD, portando le fabbriche di questa ad un altissimo livello di stress e condannando il K6-III in favore dell'Athlon e del K6-2.

Finito il periodo della scarsità di processori, AMD rilasciò le versioni migliorate dei processori K6, il K6-2+ e il K6-III+, entrambi essenzialmente dei K6-III prodotti con un nuovo processo, il primo con 128 KB e il secondo con 256 KB di cache L2. In più tali processori possedevano anche un set di istruzioni superiori modificate rispetto alle classiche "3D Now!" ovvero le "extended 3D Now!" che si ritroveranno sui successivi Athlon, istruzioni espressamente compilate per la migliore gestione della multimedialità. Anche se originalmente ideate per i portatili, queste componenti furono proposte anche sul mercato desktop senza grande supporto pubblicitario, ma riuscirono a guadagnarsi discreto successo per le capacità di overclock. I K6-III+ 450 potevano essere portati fino a 600 MHz prima di essere bloccati dal FSB della scheda madre, e se non fosse stato per l'incredibile successo dell'Athlon e per la scomparsa dello standard Socket 7, i K6 avrebbero potuto restare in produzione più a lungo.

Per la parte superiore



AMD K9

La sigla AMD K9 denominava in fase di sviluppo i processori K8 dual core di AMD, gli Athlon 64 X2, ma l'azienda ha deciso di abbandonare ufficialmente questo tipo di sigla per le proprie CPU (si pensa che AMD abbia voluto evitare l'assonanza presente in lingua inglese tra "K9" e l'aggettivo "canine", ovvero "canino"). I processori della serie K9 non presentano una vera nuova architettura rispetto alla serie precedente ma più semplicemente sono la versione "dual core" della K8, questo accadrà solo con la serie K10. Considerandone le possibilità, è opportuno notare che l'architettura AMD64, unita al sistema operativo Windows XP Professional x64 Edition permette l'eliminazione della FPU fisica, e delle istruzioni MMX e 3DNow!. Assumendo quindi una versione di Windows a 64 bit come lo standard, diventa possibile una riprogettazione pressoché completa dello standard hardware x86. In questo caso il K9 potrebbe dimostrarsi un chip sorprendente, molto più RISC di ogni altro processore x86 prima d'ora.

Per la parte superiore



AMD 8088

L'AMD 8088 è un microprocessore prodotto da Advanced Micro Devices, compatibile con l'Intel 8088. Fabbricato per la prima volta nel 1982 copiando in gran parte il disegno originale di Intel, sollevando tra l'altro alcune controversie legali. Questo chip è costruito in ceramica e plastica ed era del tipo CISC (Complex instruction set computer) con 16 bit interni e 8 esterni, lavora a partire di una frequenza di clock di 4,77 MHz fino a raggiungere la velocità di 10 MHz, necessita di una tensione di 5V ed è composto da 30000 transistor, è dotato di 40 pin.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia