AIA

3.3766233766062 (1078)
Inviato da maria 07/04/2009 @ 03:11

Tags : aia, arbitraggio, calcio, sport

ultime notizie
Marcello Nicchi a Milano con due ex Presidenti dell'AIA - A.I.A - Associazione Italiana Arbitri
Sezione stracolma, due ex presidenti nazionali, il presidente attuale dell'Aia, il vertice del Cra Lombardia, il presidente della Lnd regionale, il presidente del Coni provinciale. E' in questa cornice che la sezione di Milano ha tributato il...
Aia: "Rocchi continuerà ad arbitrare" - Quotidiano Nazionale
Il presidente dell'Aia, che ha ricordato la presunzione di innocenza, ha auspicato che l'appendice penale dello scandalo Calciopoli possa “chiudersi al più presto”: “Le richieste di rinvio a giudizio prevedono automaticamente richieste di condanna”,...
I torneo Città di Paola - III Memorial “Andrea e Gianluca” - A.I.A - Associazione Italiana Arbitri
Il torneo di calcio riservato a sezioni Aia, organizzato in memoria di Gianluca Agosto e Andrea Mandarini, è stato istituzionalizzato dal Comune di Paola, come promesso dagli amministratori nella cerimonia di chiusura dell'edizione 2008....
Calciopoli: chiesti 5 anni per Giraudo, 2 per Lanese, condanne per ... - Il Messaggero
Due anni di reclusione sono stati chiesti per l'ex presidente dell'Aia, Tullio Lanese mentre una pena di 4 anni è stata chiesta per l'ex arbitro Messina, 3 ani e sei mesi per il suo collega Pieri, tre per Duccio Baglioni, ex assistente....
Darfur/ Il capo dei ribelli davanti alla Corte dell'Aia. E ... - Blitz quotidiano
Tuttavia, lunedì a presentarsi davanti alla Corte dell'Aia non è stato un rappresentante del Governo sudanese, bensì il comandante dei ribelli del Darfur. Abu Garda, 46 anni, aspetto educato e rassicurante, ha compiuto un lungo viaggio in incognito per...
EST - Bolivia, Morales ipotizza denuncia all'Aia contro Perù - Il Velino
Roma, 20 mag (Velino/Velino Latam) - Il presidente boliviano Evo Morales ha annunciato che sta valutando l'ipotesi di presentare una denuncia presso la Corte internazionale dell'Aia contro il governo peruviano, per la decisione di Lima di concedere...
MO; Lieberman: pieno accordo con Obama su processo di pace - APCom
Infine, il Ministro degli Esteri israeliano si è detto disposto a riavviare i negoziati a condizione che i palestinesi ritirino la protesta inoltra al Tribunale Penale Internazionale dell'Aia e abroghino la legge che punisce con la pena capitale...
E Corvino mena il can per l'aia.... - Fiorentina.it
Poco importa se Corvino intendeva tutt'altro, intendeva sottintendendo, ma ha scientemente, volutamente, (in)coscientemente... menato il can per l'aia. Il can per l'aia arruffa arruffa, raspa raspa, abbaia abbaia. E porta gioia oltre che un po' di...
Provvedimenti disciplinari dopo gara 1. Dura reazione dell'AIA - Waterpoloweb
In relazione alla gara 1 di finale scudetto del 90° campionato di serie A1 maschile, il Giudice Unico, avv. Andrea Pascerini, ha adottato i seguenti provvedimenti: 2 giornate all'atleta Z. Varga (CN Posillipo) per brutalità; ai signori M. Ferreccio...
Calcio, Brescia-Sassuolo: dirige il Sig. Rosetti di Torino - Bologna 2000
Roberto Rosetti della sezione AIA di Torino a dirigere l'incontro fra Brescia e Sassuolo in programma sabato 23 maggio alle ore 16 allo Stadio "Rigamonti" di Brescia. Assistenti sono stati designati il Sig. Fabrizio D'Agostini di Frosinone ed il Sig....

Caledonia AIA Fire

Soccer.Field Transparant.png

Il Caledonia AIA Fire è una società calcistica trinidadiana.

Per la parte superiore



Monte Aia de Diavoli

Il Monte Aia dei Diavoli è la seconda cima del ruppo montuoso delle Colline Metallifere, con un'altezza complessiva di 900 metri. Vi nascono numerosi fiumi, quali il Cornia ed alcuni affluenti del Cecina.

Per la parte superiore



Äia da respiâ - Genova canta De André

Fabrizio De André

Äia da respiâ - Genova canta De André è una raccolta di brani di Fabrizio De André cantati da altri artisti genovesi in un evento tenutosi al Porto Antico di Genova il 21 giugno 1999.

Tutto il lavoro è stato registrato, editato, mixato e masterizzato da Sergio Barlozzi.

Per la parte superiore



Trattato dell'Aia (1720)

Il Trattato dell Aia del 1720 chiuse la Guerra della Quadruplice alleanza, iniziata di fatto nell'estate del 1717 quando un contingente di 8.000 soldati spagnoli sbarcò in Sardegna, allora parte dell'impero asburgico. Il conflitto aveva visto fronteggiarsi le quattro potenze europee, Inghilterra, Francia, Austria (come Sacro Romano Impero) ed Olanda, contro la Spagna di Filippo V e del cardinale Alberoni. Fu siglato a L'Aia il 20 febbraio 1720.

La Spagna usciva sconfitta dalla Guerra, principalmente grazie all'intervento della flotta inglese che distrusse gran parte di quella spagnola rendendo difficile alla Spagna il sostegno alle sue truppe sbarcate prima in Sardegna e poi in Sicilia. Il trattato fu in gran parte una conferma di quello di Utrecht (marzo-aprile 1713) che aveva chiuso la Guerra di successione spagnola. Con il Trattato dell'Aia la Spagna perse i suoi territori in Italia ed in Olanda, ancorché Filippo V fosse stato confermato sul trono spagnolo, ma il sovrano iberico ottenne che il figlio Carlo, avuto dalla consorte Elisabetta Farnese subentrasse ai Farnese come duca di Parma e Piacenza e di Toscana alla estinzione prossima presunta della linea maschile dei Farnese e di quella dei Medici, dei quali Elisabetta era anche l'erede legittima per parte di nonna . Il trattato dispose inoltre che la Sicilia fosse assegnata all'Austria, anziché rimanere a Vittorio Amedeo II di Savoia, al quale fu assegnata in cambio la Sardegna, cosicché Vittorio Amedeo divenne re di Sardegna.

Per la parte superiore



L'Aia (torrente)

Panorama di L'Aia (torrente)

L'Aia è un torrente del Lazio, affluente della riva sinistra del fiume Tevere.

Nasce nei Colli di Configni a (m 446) in provincia di Rieti, si articola per 31 Km nella Sabina tra i comuni di Cottanello, Vacone, Montasola, Torri in Sabina dove in località Rocchette in Sabina taglia una piccola gola formando delle caratteristiche cascatelle che si fondono con il particolare paesaggio. Continua attraversando il sito archeologico di Forum Novum, Vescovio, il comune di Tarano e infine quello di Collevecchio, dove in un'ampia valle tra terrazzi fluviali, si susseguono aree ripariali e resti archeologici. Lungo questo tratto, sono stati creati dei laghetti artificiali. Il torrente confluisce a sinistra del fiume Tevere presso la località di Capu l'Aia, nel comune di Magliano Sabina.

In epoca relativamente passata le acque venivano utilizzate per azionare le ruote dei mulini che erano dislocati lungo il percorso del torrente.

Il torrente Aia, viene identificato anche con il nome di Fiume Imella, cosi' lo descrive il Guattani nell'opera Monumenti Sabini, ne abbiamo testimonianza anche dalle raffigurazioni su mappe storiche che cosi lo definivano. Il nome Aia viene usato in molte aree del centro Italia per identificare corsi d'acqua. Un omonimo torrente nasce sempre dai Monti Sabini nei pressi di Configni, ma si dirige nell'opposta vallata, confluendo nel fiume Nera nei pressi di Narni.

Per la parte superiore



L'Aia

L'Aia - Stemma

L'Aia (in olandese Den Haag o 's-Gravenhage) è una città di 478.948 abitanti dei Paesi Bassi, sede del governo dello Stato, pur non essendone la capitale, che è Amsterdam. Terza città per grandezza dei Paesi Bassi, è situata nella provincia dell'Olanda Meridionale (Zuid Holland). Dal 1831 è anche residenza della casa reale neerlandese.

Sono più di 26.000 gli stranieri che risiedono all'Aia, in maggioranza impiegati presso organizzazioni internazionali, multinazionali ed enti giuridici e diplomatici di varia natura. La città è anche sede della Corte Internazionale di Giustizia e di altre organizzazioni internazionali.

L'Aia si trova nell'ovest dei Paesi Bassi, parte dell'agglomerato urbano chiamato Randstad formato da molte città vicine tra loro, come Rotterdam, Leida o Delft. Il centro città dista circa 6 km dal mare del Nord.

I quartieri di Scheveningen e Kijkduin si trovano direttamente in riva al mare. Scheveningen è una moderna stazione balneare, con una grande spiaggia e una divertente vita notturna. Vi ha inoltre sede il carcere del TPI (Tribunale Penale Internazionale), in cui l'11 marzo 2006 è deceduto Slobodan Milosevic.

A sud della città, fino al Reno, si estende la Westland, una regione di 20 x 20 km di serre, dove vengono coltivate verdure e fiori. L'Aia è ricca di piccole e medie imprese, nel settore del commercio e dell'industria. Evidentemente anche il settore dei servizi è molto attivo, essendo la città sede del governo e di molte organizzazioni internazionali.

È sede dell'ADO Den Haag, società di calcio.

Per la parte superiore



Aia (Spagna)

Aia è un comune spagnolo di 1.610 abitanti situato nella comunità autonoma dei Paesi Baschi.

Per la parte superiore



Stefano Braschi

Stefano Braschi (Barberino del Mugello, 6 giugno 1957) è un arbitro di calcio italiano.

Appartenente alla Sezione AIA di Prato, è stato uno dei più stimati arbitri di calcio italiani tra la fine degli anni Novanta ed il Duemila.

Debuttò in Serie A nella stagione 1992-1993 e nel 1996 conseguì la qualifica di arbitro internazionale. Entrò nel 1998 a far parte della Top Class UEFA e nello stesso anno gli venne affidato l'arbitraggio della finale di Coppa delle Coppe tra Chelsea e Stoccarda, disputatasi allo Stadio Råsunda di Stoccolma. Nel 2000 diresse al Stade de France di Parigi la finale della UEFA Champions League tra Real Madrid e Valencia. Nello stesso anno arbitrò al Campionato mondiale per club FIFA disputatosi in Brasile.

In ambito nazionale ha arbitrato due finali di Coppa Italia, nel 1997 Vicenza-Napoli e nel 1999 Fiorentina-Parma. Nel 1998 venne insignito del prestigioso premio "Mauro", destinato all'arbitro internazionale italiano maggiormente distintosi.

Tra gli episodi di cui fu protagonista Braschi si ricorda la semifinale di Coppa Italia 1999 tra Inter e Parma, dove Braschi espulse nel giro di pochi secondi, uno dopo l'altro, tre interisti (Giuseppe Bergomi, Francesco Colonnese e Javier Zanetti), rei di aver protestato troppo veementemente nei suoi confronti.

Nel 2003 venne sospeso dall'AIA per diciotto mesi per aver sottoscritto un contratto in qualità di dirigente con la società Siena, senza aver ricevuto nessuna autorizzazione.

Nel 2006 il Commissario Straordinario della FIGC Guido Rossi gli concesse la riabilitazione.

Nel 1999 e nel 2001 vinse l'Oscar del calcio, il premio assegnato dall'Associazione Italiana Calciatori al miglior arbitro del campionato.

Attualmente è presidente del Comitato Regionale Arbitri Toscana oltre che osservatore degli arbitri UEFA.

Per la parte superiore



Source : Wikipedia